ASTROLOGIA IN LINEA
ASTROMAGAZINE - RUBRICHE - Parliamo di amore

SINASTRIA. GIOVE CHE PASSIONE!

a cura di Elena Cartotto
 

Giove tradizionalmente pianeta della fortuna, dell’espansione e della visibilità, mantiene un suo ruolo trainante e positivo anche nelle sinastrie. Certamente non determina il successo o il fallimento di una relazione, non quanto almeno le coppie costituite da pianeti personali come Sole/Luna e Venere/Marte. In ogni caso può favorire la crescita di un rapporto e la sua fortuna in uno o più ambiti della vita. Potrebbe anche  dare notevole visibilità alla coppia, o migliorare l’immagine e l’apprezzamento sociale di uno dei due partner se, per esempio, il Giove di uno fosse, ben aspettato, nella seconda casa dell’altro. Tale valenza potrebbe avere naturalmente anche risvolti economici, per cui oltre agli sguardi, una coppia così connotata sarebbe in grado di “catturare” anche parecchi soldi o beni materiali.

Giove è con Venere il pianeta del piacere, ma se Venere è in grado, in virtù del suo domicilio bilancino, di sospendere il giudizio e porre una distanza, Giove racchiude in sé uno slancio e un calore umano che può essere percepito ancora prima dell’affettività venusiana. Una persona che ci risulti immediatamente simpatica, spesso ha un Giove che si incastra bene con qualcuno dei nostri pianeti personali. Coloro che nella vita ci danno qualcosa, ossia ci donano un’opportunità, un aiuto, buoni consigli, regali, denaro o altri benefit morali e materiali, spesso hanno un Giove che si pone in sintonia con il nostro tema. Altri soggetti verso i quali proviamo naturale diffidenza, o che percepiamo privativi rispetto ai nostri desideri di espansione, potrebbero invece avere se non attitudini saturnine negative, le quali in genere sono molto più bloccanti, un Giove conflittuale con il nostro tema.   

C’è un significato, però, di Giove che spesso viene sottovalutato nella sinastria, ossia quello passionale. Giove è domiciliato nel Sagittario e nei Pesci, ma ha un’esaltazione nel Toro ed è qui che converge con Venere nella sua dimensione dionisiaca taurina. L’esaltazione del pianeta mette in luce la sua valenza inglobante,  perfino divorante. Giove con aspetti sontuosi e importanti in una sinastria può contribuire ad incrementare molto la passione tra due amanti, proprio sull’onda di quell’oralità che fa parte della sua natura e che vorrebbe possedere e mangiare tutto ciò che gli piace. Le coppie che si “divorano” con gli occhi e che si baciano dopo tanti anni con la stessa intensità dei primi incontri hanno probabilmente il Giove di uno dei due, o entrambi, molto ben aspettati con i pianeti dell’altro.

Si pensi al caso della celebre coppia Yoko Ono e John Lennon il cui idillio fu interrotto solo dal tragico assassinio del cantante. Il Giove dei lei non forma nemmeno un aspetto negativo con il tema di lui e in più staziona nella casa 6^ del compagno congiunto a Nettuno/arte e in trigono allo stellium in Toro in 1^ di Lennon. Sebbene Yoko Ono sia stata accusata dello strappo tra Lennon e i Beatles, ha evidentemente contribuito notevolmente al successo professionale del partner sia in senso organizzativo, come vuole la casa 6^, che artistico, data la congiunzione con Nettuno. A questo riguardo è utile ricordare che nel 2017 Yoko Ono è stata riconosciuta come co-autrice di Imagine, la canzone forse più celebre di Lennon. Inoltre, giusto per rafforzare la sinergia della coppia, c’è da segnalare che il Giove di Lennon si colloca nella casa 8^ di Yoko Ono in trigono al suo stellium in Vergine in 12^ comprensivo anche di Marte.

 Da notare alcune cose interessanti. In primis le valenze di 8^ casa legate sia alla “fortuna”  derivata a Yoko Ono dalla morte di Lennon in termini economici e di eredità morale, sia il lato trasgressivo dei due che fece la “fortuna”, è proprio il caso di dire, di certi scatti fotografici diventate icone nell’immaginario collettivo. Ad esempio la coppia nel letto che protesta contro la guerra in Vietnam o ancora l’ultima foto di Lennon prima di essere assassinato: lui nudo accovacciato sulla compagna vestita, un richiamo simbolico alla dialettica “vedo-non vedo” tra  quel Giove di Lennon in Toro, segno dell’immagine, nella casa 8^ di Yoko Ono, settore del occultamento di sè. In seconda istanza è evidente come il rapporto tra il Giove di lui e il Marte di lei abbia costituito un valore aggiunto proprio a quella passione di matrice puramente gioviana-divorante, di cui si diceva sopra.

Congiunzioni Giove-Marte possono addirittura rendere il desiderio di possedere e inglobare l’altro quasi ossessivo, come se il partner fosse un cibo prelibato da gustare e poi sbranare con foga. La congiunzione nelle sue note ambigue può rendere piuttosto “insaziabile” il partner che dà Giove in buon aspetto ai pianeti del partner, ma non sempre l’altro è in grado di ricambiare  cotanta passione con la stessa voracità: occorre vedere i Giove di entrambi i membri della coppia.

Buoni rapporti Giove/Venere e Giove/Luna tra i partner favoriscono grande feeling affettivo ed emotivo, piacere di stare insieme e fecondità creativa o procreativa se si desiderano figli.

Aspetti positivi Giove/Sole possono costituire un bel trampolino di lancio per uno dei due partner o per entrambi verso l’affermazione sociale e professionale.

Le case 1^, 5^, 7^ e 8^ in quanto case inerenti l’Io e il suo rapporto con la dimensione amorosa nelle possibili declinazioni sentimentali e passionali possono incentivare molto le relazioni di coppia se ospitano il Giove del partner. Resta il fatto che in ogni casa Giove riesce comunque ad esprimere effetti espansivi e a produrre occasioni, basta solo saperle vedere. Non bisogna quindi aspettarsi da un partner che, con il suo Giove nel nostro campo 3°, ci porta buone relazioni, che ci compri una casa: tale  situazione sarebbe maggiormente agevolata dal Giove del potenziale compagno/a nel nostro 4° settore.





Copyright (c) 2003 Astromagazine - la rivista di Astrologia in Linea - Tutti i diritti riservati