ASTROLOGIA IN LINEA
ASTROMAGAZINE - RUBRICHE - Astri lavoro

TALENTI E VOCAZIONI: L’ASSE SECONDA – OTTAVA CASA

a cura di Elena Cartotto
 

L’asse 2^ e 8^ è in genere piuttosto definito nelle sue, pur diverse, inclinazioni simboliche. Per sapere con esattezza come potrà connotarsi professionalmente in un tema occorrerà valutare quali elementi vadano a rinforzare un certo tipo di vocazione piuttosto che un altro.

Occorre partire dall’inquadramento generale dell’asse che come primo significato ha quello di indicare le risorse. Tali risorse possono essere a disposizione del singolo o della comunità, possono risultare di proprietà o frutto di prestiti, o ancora possono essere state ereditate e avere una natura sia materiale che morale. In questo senso l’asse si presenta come asse finanziario e implica lavori orientati alla gestione dei soldi privati e pubblici: imprenditori, assicuratori, politici, funzionari e direttori di banca, commercianti, solo per citare alcune professioni del settore. Capire se prevarrà l’elemento del “rischio” ad esempio, e quindi l’attività imprenditoriale/commerciale, oppure l’elemento “sicuro”, come nel caso di bancari o di impiegati addetti all’amministrazione nelle aziende, dipende dall’equilibrio tra le due case.

Una preponderanza di casa 2^ spingerà a ricercare la certezza di un posto fisso che potrà essere anche prestigioso e consentire una bella carriera, ma che sarà soprattutto solido.  Il prevalere dell’8^, invece, indurrà a mettere in gioco costantemente le risorse per il gusto dell’avventura e della complessità e potrà spiccare nei temi di coloro che costruiscono progetti, imprese e avviano start up che richiedono fondi pubblici o crediti bancari.  Una buona combinazione 8^ - 9^ casa può fare il successo di imprenditori che operano all’estero o che si occupano di import-export, o anche di chi avvia scuole e corsi di formazione partecipando a bandi pubblici per ottenere finanziamenti e garanzie. I conflitti tra le due case possono determinare situazioni complicate, ma interessanti perché mettono comunque in relazione le istanze, per quanto opposte, di questi settori: potremo quindi avere da un lato il funzionario che arriva ad un ruolo dirigenziale e si occupa in maniera manageriale di risorse umane e finanziarie come fosse un imprenditore, e dall’altro l’imprenditore che opera nella propria azienda come fosse un dipendente. Un esempio illuminante di questa dialettica 2^ -8^ è stato quello dell’imprenditore Adriano Olivetti.

L’asse 2^ - 8^ ha un’altra forte valenza ed è quella di “territorio” sia che ci si impianti sopra senza riuscire a staccarsene, come avviene spesso con una forte casa 2^, sia che si intraprenda una vita da “nomadi” , situazione che di frequente compare con valori di 8^ e 9^ casa. Anche in questo caso dal rapporto tra i due settori, a seconda della presenza o meno di pianeti e dalla relazione conflittuale o armonica che hanno, si comprenderà se a prevalere sarà la propensione al distacco o al radicamento. Si può immaginare ad esempio che la dialettica tra le due case possa produrre risultati molto interessanti quando si avvia un’attività in loco da cui poi nasce un vero e proprio brand che permette di impiantarne altre simili in luoghi diversi con un’operazione commerciale che riesce a tenere insieme in modo fecondo sia i valori di 2^ (radicamento) che di 8^ (sradicamento): gli chef di grande successo che partendo da un ristorante ne aprono poi altri a catena in vari posti rientrano in questa dialettica e, tra l’altro, in modo preferenziale in quanto lavorano col cibo, ossia con la risorsa basilare per la nostra sopravvivenza. Il cibo è, infatti, una classica valenza casa 2^. Di rimando, la casa 8^ potrà operare con successo quando si tratti di smaltire i resti del cibo o di altre risorse, come avviene nelle aziende di smaltimento rifiuti.  

Questo tipo di vocazione al radicamento-sradicamento tipica dell’asse, può essere, però, anche intellettuale: basti pensare a quelle figure libero-professionali che acquisiscono una formazione e una competenza così specifica relativamente a procedure o a conoscenze standardizzate in un determinato contesto/territorio che poi si auto esportano altrove per formare altre persone o strutture. In questo caso oltre a valori inerenti l’asse 2^ - 8^, possono comparire anche supporti dalla 3^, dalla 9^ o dalla casa 11^, specialmente se la propria professionalità si esplicita in un’equipe o se è rivolta alla configurazione di gruppi di lavoro.

Il nomadismo implicito nella casa 8^ può anche essere letto come capacità di superare i confini, i limiti. È un andare oltre senza direzione precisa: la meta si manifesterà, infatti, solo con la 9^ casa attraverso i viaggi e in 10^ la meta sarà addirittura più importante del viaggio in sé.  L’8^ mette in scena un’inquietudine, un tormento, tipico del nomade e dello Scorpione, segno co-significante della casa 8^. La persona segnata in maniera profonda dalla casa 8^ sarà quindi capace di avventurarsi oltre i limiti formali della 7^ e le consuetudini della 6^, e potrà quindi spiccare in quei contesti professionali dove occorre rischiare, tentare, oltrepassare.

Lo psicoanalista che si avventura in territori psichici ignoti, che non si scandalizza di maneggiare paure e desideri occulti, immagini e perversioni dell’essere umano, può avere un’impronta 8^. E da 8^ sono anche le figure cosiddette “psicopompiche”, ossia traghettatrici dell’uomo e del suo destino nell’oltre come chi si occupa di elaborazione del lutto o chi opera nelle zone limite della morte e della vita, dai becchini alle ostetriche.

La 2^ - 8^ per analogia da un lato con il Toro che vede e dall’altro con lo Scorpione che nasconde ha molto a che fare anche con le immagini e il lavoro sulle immagini. Una forte dialettica su questo asse può quindi contribuire al successo professionale di fotografi, grafici, operatori di ripresa, ma anche di modelli e attori (se prevale la 2^ in quanto si fanno vedere) e di registi o produttori (se è più in evidenza l’8^ che lavora dietro le quinte). La 2^ spicca anche nel suo significato di voce che può essere di grande impatto e trovare una sua collocazione nel bel canto sia come professione che come hobby.  Di rimbalzo la scorpionica 8^ può fare la fortuna di quei timbri molto particolari che accompagnano mestieri in cui la voce, anche se non si canta, è importante: si pensi alle voci rauche del famoso telecronista sportivo Sandro Ciotti, Scorpione, e a quella della Scorpiona Monica Vitti il cui tema presenta ben 3 pianeti in casa 8^.





Copyright (c) 2003 Astromagazine - la rivista di Astrologia in Linea - Tutti i diritti riservati