ASTROLOGIA IN LINEA
ASTROMAGAZINE - RUBRICHE - Tarocchi che passione

CARTOMANZIA, ASTROLOGIA E AMORE

a cura di Maura
 

Per un consulto di cartomanzia e astrologia

La maggior parte delle persone si rivolge a me per problemi d’amore, a dispetto della crisi economica degli ultimi anni che, in questo senso, ha cambiato la mia statistica al massimo del 10/15%. Ci sarebbe da chiedersi come mai, ma è presto detto: la più grande tragedia dell’uomo è l’AMORE NON CORRISPOSTO, ed è anche la più ingestibile. Nulla sgomenta e rende impotenti come i problemi d’amore, e nulla crea più tormento. Nulla genera anche più aspettative e pretese da parte degli utenti nei confronti del cartomante o dell’astrologo. La ragione principale è che si tratta di un argomento quasi totalmente irrazionale, in cui a nulla valgono la buona volontà, l’impegno e la logica.

Nel campo del lavoro, checché se ne dica, vale sempre una certa meritocrazia; perfino se questa fosse insufficiente, si può ovviare con strategie di varia natura, strattagemmi sociali, pubbliche relazioni, raccomandazioni, adattamenti vari e scorciatoie di diverso genere o una smisurata dedizione e buona volontà. In ogni caso, il campo lavorativo resta un campo concreto e materiale, dove, se dai, poi qualcosa ricevi, dove, se non ottieni una cosa, magari ne puoi ottenere un’altra, dove insomma, alla fine, i conti tornano.

Nulla di tutto ciò vale per l’amore. Senza addentrarmi in particolari dispersivi, nel campo sentimentale intervengono fattori immateriali e variabili assolutamente incontrollabili… per la maggior parte dei comuni mortali, non per me: grazie all’astrologia, di cui ho iniziato a occuparmi da adolescente, e in seguito alla cartomanzia, ho avuto sempre una specie di paracadute nella vita sentimentale. Come tutti, anch’io sono soggetta alle pene d’amore, sia chiaro, ma sono anche in grado di valutare le situazioni amorose in modo più analitico e costruttivo grazie agli strumenti e all’esperienza acquisiti in molti anni di studio e attività pratica. Arrivando al punto cruciale: cosa possono fare l’astrologia e la cartomanzia per risolvere o gestire al meglio il tema dell’amore?

Davvero molto! Intanto possiamo inquadrare subito la gravità di una crisi, che è il tema della maggior parte dei consulti d’amore, ma gli stessi metodi valgono anche nel caso il consulto sia fatto per valutare un nuovo amore o l’andamento di un rapporto già in essere. In un primo momento si può ricorrere alle carte, nel mio caso i Tarocchi, che sono perfette per fotografare la situazione del momento. Poi, sempre con la cartomanzia, si passa a inquadrare il partner e le sue intenzioni, i motivi dell’allontanamento e se si tratta si una frattura temporanea o duratura. A questo punto si può integrare il consulto con l’astrologia, analizzando il carattere del soggetto in esame grazie al TEMA NATALE e, subito dopo, osservando i TRANSITI attivi al momento sullo stesso tema. Quest’ultimo intervento ci servirà a capire se la persona che ha scatenato la crisi si trova in un periodo di confusione esistenziale, come le sue energie vengono sollecitate in questo periodo dai pianeti proprio in campo amoroso, e la gravità della situazione. In base al risultato di questa analisi, sapremo già se si tratta di una crisi passeggera o no, ma anche se la persona attenzionata è in condizioni di avviare una nuova storia, se è propensa a trasgredire sessualmente con altri partner, e così avremo la conferma del responso già ottenuto con la cartomanzia.

Arrivati a questo punto avremo già le idee chiare sulla situazione e tutti gli strumenti per poter elaborare una strategia di recupero del traditore o di contenimento dei danni emotivi che il nostro consultante sta affrontando. In pratica, la maggior parte degli astrologi o astrocartomanti si ferma qui. Ormai possiamo inquadrare il rapporto in crisi nella sua vera dimensione e, soprattutto, possiamo vedere il perché si sia guastato e consigliare il modo di correre ai ripari. Spesso le persone che mi chiamano non sono molto ricettive ai consigli, soprattutto se riguardano una correzione del proprio comportamento.

Facciamo un esempio. Io vedo che il compagno di Tizia s’è allontanato perché invaghito della propria stagista. Troppo facile per la moglie dire: “Eh, certo, lei vuole fare carriera e lui scemo ci casca perché lei è giovane e disponibile, quella p… bla bla bla” Tutto vero… forse. A volte è così; io non sono d’accordo che le colpe siano sempre attribuibili a entrambi i partner; esistono anche persone, soprattutto donne, che hanno come unica colpa quella di non poter essere anche contemporaneamente tutte le altre donne del pianeta e soddisfare così un semplice bisogno di varietà sessuale ed estetica del partner. Spesso però riscontro delle vere e proprie mancanze anche nella persona più in buona fede del mondo e se cerco di evidenziarle per correggerle mi scontro con un vero e proprio muro di gomma: chi mi chiama tende a scaricare sull’altro tutte le colpe e, in genere, si aspetta un responso che, magicamente, faccia semplicemente tornare all’ovile il partner pentito o, meglio, faccia sparire il/la rivale con un colpo di bacchetta magica. Spesso bisogna fare le fatiche di Ercole per far prendere atto a una persona che deve correggere anche alcuni suoi atteggiamenti per sperare di ottenere un risultato concreto.

Personalmente, a questo punto del consulto io utilizzo anche la RIVOLUZIONE SOLARE. Con quest’ultima focalizzo la mia attenzione sugli avvenimenti dell’anno in corso che riguardano la persona che mi chiama, per vedere se per lei è prevista una svolta sentimentale, un cambiamento di partner, una separazione o un nuovo amore. Lo stesso faccio con il suo partner. Se vedo che effettivamente i settori della vita sentimentale sono coinvolti in modo significativo, allora bisogna individuare in che modo e definire le energie astrali, leggi esistenziali, coinvolte. Tutto questo potrà sembrare molto lungo e complicato da eseguire ma non è così, è quasi più lungo dirlo che farlo; il tutto dura molto meno di quanto sembri e comunque tutto il tempo speso in più durante il primo consulto è tempo risparmiato nei consulti di gestione e controllo successivi.

Per un consulto di cartomanzia e astrologia

Un buon primo colloquio di astrocartomanzia non è diverso da qualunque altra consulenza di qualunque altro settore e un astrocartomante professionista sarebbe davvero poco affidabile e poco onesto se non avvisasse l’utente di questa necessità di approfondimento. E’ chiaro che si può dare un responso anche in una manciata di minuti: se una persona si accontenta di sentirsi dire: ”Sì, ti tradisce. No, non torna più. Certo che lei è una t…., ma proprio per questo lui non la lascerà. Almeno non subito”, questo si può fare. Un consulto di astrocartomanzia del genere però non so a cos’altro serva se non a crogiolarsi nella situazione masochisticamente.

Ora, devo insistere su un concetto molto importante: per avere un  quadro completo della situazione, va fatto lo stesso lavoro sia sul partner fuggiasco o traditore, sia sul consultante, perché un rapporto a due è una sinergia e ovviamente c’è sempre una concausa sia nei successi che nelle crisi di una coppia. Questo è un tasto dolente: spesso gli utenti meno illuminati o meno esperti non capiscono l’utilità di quest’ultimo passaggio e credono di perdere tempo e soldi. La frase più frequente è: "Sì, ma io non voglio parlare di me, di me so già tutto…” Ah, sì? E allora perché sei in questa situazione? Quella frase sottende l’errore più grande: attribuire tutta la causa della crisi all’altro, ma non è quasi mai così e, se lo è, io devo saperlo per poter suggerire una strategia risolutiva.

E’ utilissimo anche erigere il TEMA COMPARATO, che consente di individuare i punti di forza e di debolezza della coppia, nel quale io valuto anche le parti KARMICHE, che spesso da sole sono illuminanti per capire se un rapporto è destinato a durare o è estemporaneo e, soprattutto, su quali elementi si basa, quali sono i punti che legano i due individui e quali sono gli ostacoli all’armonia di coppia. Per esempio, si capiscono bene i motivi di tanti agganci nevrotici che spesso caratterizzano quei rapporti in stallo del tipo “né con te né senza di te”. Dopo aver completato tutte queste analisi  l’astrocartomante ha davvero tutti gli elementi per elaborare un piano d’azione.

Cartomanzia e astrologia servono a questo: non a “indovinare” come stanno le cose ma a MODIFICARLE, indirizzandole nella direzione da noi voluta. Qui inizia il vero lavoro dell’astrocartomante, che sennò si ridurrebbe a un semplice indovino da circo che, spesso, non fa che rigirare il coltello nella piaga spiattellandoti in faccia i tuoi problemi e basta. La via d’uscita, invece, c’è, quasi sempre. Se si rende conto che la storia non ha futuro e ha fatto il suo tempo, l’operatore, che sia cartomante, astrologo o astrocartomante, ha il dovere  etico e professionale di dirlo, e basta. In questo caso, da parte del consultante si tratta di prendere atto delle ragioni della chiusura di una parte della propria vita e da parte dell’astrologo di fornire spunti e elementi per elaborare il lutto e girare pagina il più presto possibile. In caso contrario, si mettono in atto le mosse più adatte a raddrizzare la situazione.

A volte mi rendo conto che la persona che mi chiede consiglio non è in grado di svoltare senza prima aver operato una “piccola” rivalsa… per non dire vendetta. Ok, si può fare anche questo: io sto dalla parte del mio consultante e so bene che siamo umani... inoltre ormai sono in possesso di tutti i punti deboli del malcapitato ex partner! In questo caso, pur sapendo, e facendo presente che perdere altro tempo in sciocche vendette è un grave errore esistenziale, mi attivo per far ottenere soddisfazione morale al mio interlocutore… chiedendo segretamente venia ai Signori del Karma.

Per un consulto di cartomanzia e astrologia





Copyright (c) 2003 Astromagazine - la rivista di Astrologia in Linea - Tutti i diritti riservati