ASTROLOGIA IN LINEA
ASTROMAGAZINE - RUBRICHE - Astropet

IL GATTO È UN ANIMALE CANCERINO

a cura di Lidia Fassio
 

Chi possiede un gatto non può non guardare ed osservare in modo fortemente invidioso il suo rapporto con il sonno.

Due cose sono fondamentali per il gatto nel suo tempo libero: il sonno e la pulizia; entrambe le cose devono essere fatte in un posto possibilmente comodo e caldo, in una situazione di privay assoluta, lontano da rumori e da movimento.

 

Ebbene, qualcosa di questo animale ci ricorda il segno del Cancro con la grande pigrizia e voluttà della Luna che, sembra accompagnarli anche nel loro rapporto intenso e morboso con la casa, con il letto e con  le cucce morbide e accoglienti.  C’è anche da sottolineare la proverbiale pigrizia di questo animale capace di stare nella stessa posizione ore ed ore acciambellato su un  termosifone imbottivo, su un morbido divano o su un comodissimo letto; meglio se la coperta che lo accoglie è di morbida lana o cachemire.

A volte non disdegnano dormire nel letto con il loro padrone.. sempre che lui non lo disturbi e che si faccia da parte nel momento in cui si deve allungare per sgranchirsi..

Più sentono calore e più sono gratificati e si lasciano andare; infatti è interessante valutare il numero di ore che un gatto dedica al sonno; ricordiamo tra l’altro che è un animale prevalentemente notturno, anche se ora si è un po’ trasformato ed ha lasciato qualche sua bella abitudine per convivere con noi umani, resta pur sempre un animale dotato di una vista notturna che, se può scegliere la vita che vuole, dorme di giorno, dopo di che si prepara ed esce tranquillo la sera, pronto per qualche strana avventura quando tutto è buio e nessuno lo può disturbare o vedere.

 

Lo si vede poi rientrare al mattino, provato dalla notte e quindi pronto per trovarsi un posto assolutamente comodo, lontano da occhi indiscreti e, soprattutto, dai rumori molesti che potrebbero svegliarlo bruscamente, se può mettersi in un luogo in cui possa anche ricevere un raggio solare, ancora meglio.

 

Un gatto che dorme dà un’idea di assoluta libertà e voluttà.. ed è qui infatti che si vede che lui è parente stretto della Luna, infatti, come lei esce prevalentemente  la sera e rincasa al mattino; come lei è pigro e morbido;  le uniche fatiche che fa sono quelle che si concede quando si muove da un posto all’altro o quando fa un po’ di ginnastica  tanto per tenersi in forma ed allenare i suoi elastici muscoletti; è morbido ed anche peloso, ama le cose morbide e confortevoli e, soprattutto ama trovare attorno a sé quello che gli serve; esso  non disdegna avere attorno quello di cui necessita e si guarda bene da fare qualcosa per i suoi amici umani se non qualche pigrissima coccola.. quando ne ha voglia; per questo, in genere, viene visto meno bene del cane che, invece, si prodiga tantissimo per ricambiare chi gli dà da mangiare e si prende cura di lui.

 

Indubbiamente l’opportunismo del gatto è molto simile a quello cancerino lunare che sa individuare perfettamente le qualità degli altri per poi poterle sfruttare al meglio e a proprio vantaggio.. potremmo  tranquillamente dire che mostra una certa regalità passiva, nel senso che si aspetta che una serie di cose arrivino dall’esterno, in cambio della sua “regale presenza”.

 

Tra le cose particolari del gatto c’ è poi la mancanza di “ossa” vere e proprie;  lui ha solo cartilagini al limite un po’ indurite..e questo ci fa pensare moltissimo alla Luna e quasi per niente a Saturno; anche nel suo passo felpatissimo e nelle unghiettine retrattili c’è qualcosa di lunare; in effetti in lui non c’è traccia di “senso del dovere” che lascia interamente ai suoi amici-nemici cani.. che considera sicuramente di rango inferiore.. sempre pronti a far festa, a sottomettersi e a servire.. certo, nel gatto non vi è traccia né di Saturno, né di casa sesta: lui abita tranquillamente la casa IVa, vuole sentire attorno atmosfere calde e morbide anzi, in un certo senso si sente il padrone di questa casa e, come tale,  si prende gli spazi preferiti e non accetta di essere sfrattato o disturbato quando sta filosofeggiando, immerso dentro ad una poltrona o tra due morbidi cuscini.

 

Un’altra cosa a cui dedica molto tempo è la pulizia: un vero e proprio rituale quotidiano che per  prima cosa  comporta il sistemarsi in un luogo comodo in modo da potersi stirare come desidera senza essere disturbato e senza rischiare incidenti; possibilmente il luogo scelto deve essere “riscaldato” e deve avere sotto un cuscino pulito;  poi comincia a lavarsi il muso, le orecchie, poi passa al corpo  e, a quel punto, sembra che vada in estasi tanto è sprofondato nel  “benessere”; se potesse disporre di  denaro da spendere,  a mio avviso, si comprerebbe degli oli essenziali da spalmare sul suo pelo in modo da tenerlo sempre lucido e perfettamente soffice e profumato e magari ingaggerebbe un massaggiatore di pelo a tempo pieno.

Un’attenzione particolare la dedica alle unghie: lunghe, affilatissime e sempre pulitissime.. tutti i giorni le “esercita” piantandole dentro ai divani o ai tappeti, meglio se  “persiani”.. perché trova con loro una certa affinità.

 

Ci sono gatti, tipo i persiani e o chinchilla che sono orgogliosissimi del loro pelo e delle loro unghiette, che ben si guardano dal mostrare agli altri se non in caso di assoluta necessità: camminano come delle “top model”  appena  uscite da una clinica di bellezza in cui hanno goduto dei  più rari trattamenti di bellezza . Tutto ciò naturalmente lo fanno in modo naturale e rilassato; sembrano dei filosofi che ci ricordano  in ogni momento che alla vita si risponde meglio se si è  riposati e in assenza di stress.

 

Come non vedere in loro qualcosa del segno del Cancro.. il sonno, il sogno.. la morbidezza, la voluttà, il gusto per le cose belle, confortevoli e morbide quali i divani e i tappeti;  il desiderio di stare dentro ad una casa… possibilmente bella, luminosa e calda, ma amano la loro privacy e si seccano moltissimo se devono cambiare i loro piani per la giornata;  infine, condividono con la Luna   l’atteggiamento regale che mostrano con la loro camminata sinuosa e il loro amore per la pulizia e la bellezza intese però come “benessere assoluto”.

Con la Luna condividono anche l’amore per il latte..e l’odio per le cose brusche fredde e ruvide da cui si difendono a riccio: anche gli stessi movimenti e le carezze che ricevono devono essere lenti e non devono mai avvenire di sorpresa;  hanno bisogno di una certa programmazione per prepararsi psicologicamente; i gatti sono facilmente feribili..letteralmente si offendono e diventano  “lunatici”, a volte affettuosissimi, a volte scostanti e scontrosi, soprattutto quando vengono disturbati nel sonno.





Copyright (c) 2003 Astromagazine - la rivista di Astrologia in Linea - Tutti i diritti riservati