Nettuno, il dio degli abissi
inserito il martedì 1 giugno 2010
Cari amici,
inizierei a parlare di Nettuno, il grande dio degli abissi, il pianeta che non ha forma e che, di conseguenza è difficile da vedere.. appartiene al grande regno degli invisibili insieme a Plutone.
Nettuno è prima di tutto il simbolo dell’inconscio e, quindi, rappresenta quella parte di noi che potenzialmente può portarci alla completezza e al vero senso di perfezione.
Le possibilità di Nettuno sono tante ma, quando si presenta alla nostra coscienza in genere la mette in crisi in quanto tende a dissolvere i vecchi parametri per poterne far entrare altri e, quindi, la coscienza si sente toccata proprio in quei punti che considerava fermi.
Nettuno è un’apertura di coscienza ma ad un livello diverso da come siamo abituati a pensare: infatti, non è pensiero bense ascolto e, spesso facciamo fatica con questa dimensione per cui tendiamo a non permetterne l’accesso.
Nettuno è anche un dissolutore di barriere e crea quindi la possibilità affinchè ci sentiamo più uniti e più partecipi di tutto ciò che circonda. Il suo mondo però è psichico ed emotivo e mai mentale per questo lo temiamo e spesso lo reprimiamo.
Nettuno è fantasia, è musica celeste, è capacità di vedere oltre senza per questo scadere nell’illusione è libertà e mai dipendenza, è spiritualità e mai religione.
Iniziamo con questa parte..
Un saluto Lidia
 
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
I VOSTRI COMMENTI A QUESTO BLOG ( 35 )

 

a cura di Donatella
inserito mercoledì 17 agosto 2011
Ciao Lidia , ti seguo con molto interesse sia su Astrologia in linea che su Eridano.
A piccoli passi sto entrando nello studio dell'astrologia , con molta umilta' e passione.
A proposito di Nettuno , ho gia' assaggiato la sua quadratura di ingresso sul mio Sole in Gemelli in dodicesima a 2°36', dalla nona casa di transito.
La mia Luna in Cancro ha ricevuto un boccata di ossigeno, considerata la quadratura di Urano e l'opposizione di Plutone.

Vorrei chiederti: il mio Sole in dodicesima e il fatto che nel mio cielo c'e' un grande trigono d'acqua, nonche' una decima casa in Pesci, mi hanno indicato la mia natura nettuniana.
Dunque , e' possibile che l'ingresso di Nettuno nei Pesci non sara' poi cosi' traumatico, anche se so che lavorera' sulla mia energia, costringendomi a cambiare?
Ti ringrazio e mi farebbe piacere ricevere una tua risposta
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito domenica 12 settembre 2010
grazie mille Lidia, come sempre!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 8 settembre 2010
cara Stellina Blu,
guarda che la maggior parte dei temi non ha una dominante unica ma due o tre. Nel tuo caso è proprio così.. le dominanti sono due e devi cercare di viverle armonicamente.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 8 settembre 2010
caro Efrem,
la differenza tra Scorpioni e Pesci è notevole proprio dal modo di sentire.
Gli Scorpioni sono profondi, intensi e sempre un po' drammatici, sentono tantissime le incongruenze che si muovono nell'animo umano e lo fanno per difendersi, per evitare di soffrire. Sono sempre allerta e, in pratica sentono tantissimo ciò che potrebbe ferirli.

I pesci invece sono molto meno intensi.. e non hanno questa paura per cui non si difendono dagli altri. La loro estrema sensibilità tende invece a percepire dove sta la sofferenza in modo da agire, da risanare.. il loro scopo è proprio quello di fare qualcosa in quanto sentono tutto ciò che, di positivo o di negativo, circola al di sotto delle coscienze collettive.
Si sentono UNITI a tutto ciò che li circonda, parte del mondo in cui vivono e, quindi, sentono tutto ciò di cui sono parte.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito venerdì 6 agosto 2010
care amiche,
prima che si chiuda questo spazio dedicato a nettuno, devo chiedere il vostro aiuto per sciogliere un dubbio che ho da parecchio. è possibile, a vostro avviso, considerare questo pianeta come la o una delle dominanti del mio tema natale? non sono mai riuscita a capire che pianeta avesse un'influenza più forte su di me. a volte mi sembra prevalga l'ispirazione e la spiritualità nettuniana altre volte la serietà e concretezza di saturno.è anche vero che attualemnete sto vivento entrambi i transiti di questi due pianeti sul mio sole, quindi è difficile fonderne e distinguerne le energie. Qualcuna fra voi puo o ha voglia di darmi il suo parere?
grazie,

21.05.1981 ore 4.53, PN
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Efrem
inserito venerdì 6 agosto 2010
Ho pochi ma importanti familiari del segno nettuniano dei Pesci, e ho notato che sono persone che non lasciano trasparire i loro pensieri e che però osservano molte cose attorno a loro, un po' come gli Scorpione.
Queste persone non hanno valori scorpionici nel tema.

La domanda è: in che modo si approcciano i Pesci nella lettura dell'animo umano rispetto agli Scorpione?

2a riflessione: in che misura i Nettuniani capiscono la psicologia degli uraniani?? Secondo me nell'interpretazione psicologia di un uraniano (di quelli veraci) i Nettuniani hanno hanno maggiore tendenza a fallire, non capiscono ciò che è troppo mentale, ma forse dovrebbero imparare che la psicologia è fatta anche di questo e non solo di emozioni, ed essendo però tutto interconnesso nella mente, gli può far conseguire a errori di valutazione sulla psiche di una persona nella misura in cui è uraniana.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito martedì 27 luglio 2010
care amiche,
io sarò via per 10 giorni e non so dire se mi sarà facile collegarmi o no.
Spero che continuerete a parlare di Nettuno e, al mio rientro, parleremo di Plutone.
Un caro saluto a tutte.
Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito venerdì 23 luglio 2010
cara Stellina blu,
in effetti Nettuno ci ricorda che ci sono cose che non possono essere cercate nell'intelletto pechè ad esso non appartengono. Le possiamo trovare solo se ci permettiamo di guardare oltre e di "sentire" cosa questo oltre può lasciar trapelare.
Un abbraccio Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito giovedì 22 luglio 2010
Cara Lidia,
sì capisco quello che intendi per spiritualità. Ho sbagliato ad usare il termine fede,che quasi automaticamente viene ricollegato anche ad una religione o ad una istituzione. la "fede" che nominavo e che ho visto in altre persone, è in effetti spiritualità, cioè un rapporto sereno e diretto, con qualcosa di più grande. La consapevolezza di far parte di un tutto e la ricerca di ricollegarsi a tutto questo.
un caro saluto,
stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito giovedì 22 luglio 2010
cara Stellina Blu,
in effetti è proprio questo che intendo anche se, per Nettuno sarei più propensa a pensare ad un profondo rapporto spirtuale con la divinità interna piuttosto che una fede che vedo ancora troppo "esterna".
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito martedì 20 luglio 2010
leggendo i vostri commenti, capisco che affidarsi è legato all'arrendesi a qualcosa di più grande di npoi, qualcosa che non possiamo afferrare nè con la mente nè tanto meno con i sensi. mi verebbe spontaneamente da ricollegarlo alla fede. Chi la possiede di solito conmprende che vi è una spiegazione a tutto anche agli eventi più brutali e dolorosi dell'esistenza. è un' accettazione serena,nella sicurezza o coscienza che tutto abbia una senso.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito martedì 20 luglio 2010
care amiche,
direi però che la parola AFFIDAMENTO è proprio tipicamente Nettuniana. Forse dobbiamo intenderci sul termine in sè.
In effetti affidarsi ha in sè il concetto di resa della mente così come la intendiamo noi. Affidarsi ad un qualcosa di superiore, o meglio al nostro Se' più profondo è senza dubbio un passaggio importante che ha a che fare con l'accettazione (che non è mai un abbandonarsi in senso passivo) ma un accettare qualcosa che non sempre può essere compreso e men che meno dalla mente.
E' semplicemente affidarsi ad una volontà superiore a quella dell'Io. Spesso è l'unica cosa che può placare un grande dolore o qualcosa di incomprensibile..e, quasi sempre dopo questo si aprono nuove ed inconsuete possibilità di comprensione altrimenti impossibili.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia
inserito mercoledì 14 luglio 2010
Cara Lara,
concordo perfettamente con te!!!!
L'affidamento che ci vuole insegnare Nettuno, io credo, è proprio di natura superiore, non può essere ad una persona, ad una professione, ecc.... è quel "sapere" che anche se non si capiscono i disegni ...tutto è comunque giusto così!!!
E' come dici bene tu ...un arrendersi!!
E' anche un arrendersi dal giudicare, dal pensare che ci possa essere lo sbaglio ....perchè se per la giustizia della legge, della giurispudenza esiste lo sbaglio ...per quella divina, o comunque nettuniana, non esiste affatto lo sbaglio ....ma tutto è sacrosanto e giusto così!!!!
Questo concetto è molto molto difficile da comprendere ...anche perchè il giusto non vuol dire "meritato" ...vuol dire che segue comunque delle leggi universali, delle energie, delle sincronicità ....e non è mai un caso se quando un aereo precipita tutti muoiono e si salva solo quella persona!!!!
Io credo profondamente che tutto sia incredibilmente intesso in una tela "perfetta" ....anche perchè veramente lo riesco a sperimentare ...ma solo se mi tengo aperta a certe "visioni", a certe "percezioni" ...se provo a non giudicare anche gli eventi più difficili e spiacevoli.
Ovviamente questo mi viene molto bene farlo con gli altri ....ma verso me stessa è sempre più difficile ...il mio Marte riceve proprio l'opposizione di Nettuno nel mio tema ....e ora il grande Signore in transito gli sta facendo quadratura ....e spero mi porti alla vera "guarigione" e mi aiuti a rimanere nella fiducia e non a vivere le cose magari con la tristezza di quel mio saturno (sempre coingiunto a marte) che talvolta non funziona bene!!!!!

Nettuno ci insegna a fluire con la vita e con gli eventi, ci insegna la passività "saggia" e non vissuta come sorte avversa ....è vero anche che è importante nella vita non essere sempre passivi, ma sapere intervenire e agire per cambiare e mettere in atto quei cambiamenti che già sono pronti in noi ....ma questo ce lo insegnano i pianeti prima di Nettuno ...arrivati a Nettuno poi ....si può solo fluire con la vita e i cambiamenti necessari vengono da soli al momento giusto senza alcuna fatica da parte nostra.
Ah, che bella vita sarebbe!!!!!!
Cari saluti a tutti!!!

Chiara Inesia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 14 luglio 2010
cara Stellina blu,
purtroppo non si sa ancora bene se il pianeta che è stato scoperto e a cui hanno dato il nome definitivo di ERIS è in realtà la X Proserpina Morpurghiana o meno.
Diciamo che la stiamo sperimentando ma ancora non c'è niente di preciso. Ci sono in ogni caso le effemeridi.. In ogni caso nel tuo tema è in Ariete sicuramente intorno ai gradi centrali dell'Ariete.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 13 luglio 2010
...scusate,

riprendo il discorso.

Quindi, dicevo che AFFIDARSI rischia di passare come una sorta di aspettativa idealizzata di ciò che è meglio per noi ma con un idea ben precisa di come dovrebbe essere questo "meglio per noi"....invece con nettuno tutto ciò deve essere lasciato andare....le aspettative devono essere abbandonate.

"affidarsi" mi dà l'idea dell'aspettativa di un contenimento e forse è un concetto più lunare (l'affidarsi del bambino alla mamma) mentre per nettuno mi sembra più appropriato....abbandonarsi...o arrendersi....perchè il percorso "verso" nettuno non è più il MIO percorso, nel senso che non c'è più niente di personale....tutto ciò che è personale è contenuto entro il confine di saturno...dopo saturno non c'è più un IO separato che possa essere contenuto.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 13 luglio 2010
ciao a tutti

volevo fare una riflessione su nettuno (e forse su tutti i pianeti transaturniani).

Pensavo ad un concetto che si lega spesso a nettuno...l'affidarsi...ecco, ho la sensazione che questo concetto, a cui facevo riferimento anche io fino a ieri, rischia di fuorviarci.

L'affidarsi nettuniano per essere plausibile deve essere di natura completamente diversa dall'affidarsi di carattere "lunare" .

Nell'affidarsi nettuniano non ci possono più essere bisogni personali da soddisfare...è più un .."sia fatta la tua volontà"....è una apertura...è un abbandono....che è realizzabile solo quando è VERO, nel senso che sono, ad un certo livello, realmente "vuoto" e "aperto"...chiaro che con nettuno non si può barare (eh...eh...)

ciao lara





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Arialiris
inserito venerdì 9 luglio 2010
Ciao a tutti, in particolare a Deva a cui devo un ringraziamento per la sua inattesa e graditissima risposta, che ho visto solo oggi visitando il sito.
Spero di resistere agli assalti di Nettuno che si stà preparando alla grande opposizione al mio Sole e a quelli di Plutone e Saturno alla mia Luna. Per fortuna adesso Giove la stà accarezzando, essendo a 5° dell'Ariete e supportando, infatti l'umore è migliorato. Ma mi sento bloccata emotivamente.........
Un saluto
Arialiris
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito mercoledì 7 luglio 2010
Cara Lidia, rispondendo a Cosetta, hai indirettamente dato anche una risposta ad una domanda che avevo postato sul forum e che riguardava appunto il maestro dell'ascendente che per me coincide con quello del sole, essendo una "doppia toro". Per il toro, si parla di venere, di giove, ma credo soprattutto di X proserpina.è come si possono valutare i suoi spostamenti, i suoi aspetti con il sole , se ancora si conosce così poco di questo pianeta? è come se non potessimo "monitorare" veramente questo segno, il cui maestro principale non è stato ancora "studiato". Che ne pensi?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito martedì 6 luglio 2010
cara Cosetta,
i governatori del nostro Sole hanno il delicatissimo compito di soprassiedere al nostro viaggio che, per forza di cose, consiste nel diventare quel particolare Sole.
Quindi, non è facile comprendere cosa farà il governatore del sole durante i transiti in quanto, molto dipenderà da quanto siamo in linea con quell'archetipo rispetto al progetto che il nostro Se' ha in mente.
In effetti, se siamo in linea con il nostro Sole allora, il signore del segno sosterrà e permetterà un consolidamento di energie e di forze in linea con il progetto; se però non siamo in linea il signore del nostro Sole sarà proprio quello che ci chiamerà in modo drastico, facendoci pagare il disallineamento.
Il signore del Segno solare riflette in un certo senso la mano del nostro Se' che richiamerà l'Io a comprendere meglio la strada.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito martedì 6 luglio 2010
Grazie Chiara Inesia, come sempre i tuoi interventi offrono spunti interessanti e nuove cose su cui riflettere...pazientiamo, mi viene da dire da brava toro...ampliamoci e cerchiamo cose nuove se seguo il mio cuore, la mia luna...trovare un equilibrio fra le due, aiuterebbe ad aprire il solco di una strada nuova, figlia di questo transito di nettuno...per ora aspettiamo e vediamo che succede.
grazie ancora!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia
inserito lunedì 5 luglio 2010
Cara Lidia,
grazie per la chiarezza della tua spiegazione ....sempre puntualissima, un caro abbraccio!!!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito lunedì 5 luglio 2010
cara Chiara,
senza dubbio il problema di Nettuno è proprio legato alla sua grandezza e al senso del sublime che, ovviamente, non può essere agganciato da tutti.
Inoltre, Nettuno è in linea con una "visione assoluta" della vita, del mondo.. una visione "spirituale" che non può essere colta dalla totalità e, quando non c'è spiritualità, Nettuno sembra quasi inondare la psiche con sensazioni di scollegamento che, tuttavia, risuonano come un grande vuoto da riempire.
Non a caso le dipendenze sono generalmente legate a Nettuno perchè in esse vi è il tentativo di placare un'ansia che, tuttavia, si riconosce come non colmabile e come non sedabile.
Da qui il senso di smarrimento che può richiamare vari tipi di obnubilazioni.
Un abbraccio Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia
inserito venerdì 2 luglio 2010
Ciao Stellina Blu,
non riesco ora ad andare a vedere il tuo tema ....ma ciò che io credo che Nettuno voglia insegnarci sia proprio "affidarci" ....saper vivere nell'incertezza e nelle difficoltà senza mollare l'ottimismo e quel "sapere" che tutto è giusto così ...che tutto ha un suo motivo ...che sarà una fase, che anche se difficile, passerà anche quella e da cui comunque trarremo degli insegnamenti.
E' sempre difficile parlare di Nettuno, sicuramente nel tuo tema è piuttosto dominante, soprattutto per la luna ....estrema sensibilità ed empatia ....anche fragilità, in un certo senso, ma l'importante è non perdere l'ottimismo ....e sorridere di quest'avventura che è la vita ...anche se gli spettri delle paure sono sempre in agguato!!!
Non è facile saperci affidare, soprattutto per un sole toro che vorrebbe trattenere tutto e non lasciare andare nulla o basare le sue sicurezze su certezze concrete e materiali ...giustamente ....ma non c'è solo quello e quando quello non c'è ....cerchiamo di cavarcela con quello che abbiamo ....le sicurezze possono essere solo dentro di noi, frase fatta lo so ....ma è solo da dentro che non potranno cadere e solo quando dentro saremo davvero pronti, poi appariranno anche fuori ...Nettuno secondo me ci insegna anche questo ...questo collegamento tra dentro e fuori ...tra inconscio e conscio.
Non preoccuparti se tutto quello che hai fatto ancora non si è concretizzato ...tu continua a lavorare, continua ad andare avanti e quando sarà il momento giusto, le giuste concretizzazioni appariranno ....è sempre così, se guardi al tuo passato è stato sicuramente così anche in passato ...indubbiamente con la luna sagittario congiunta a nettuno forse devi cercare di non disperderti troppo, di non disperdere troppo le tue energie, concentrati ...concentrale e poi la strada emergerà da sola ....spesso non siamo noi a deciderla, ma è lei che arriva e quando arriva noi ci sentiamo comodi e realizzati.
Anche io per tanto tempo mi sono chiesta "dove andare"? ..."cosa fare?" ....poi sto coltivando ciò che amo e i risultati piano piano stanno arrivando e quelli che ancora non sono arrivati arriveranno al momento giusto (spero ...ma soprattutto credo) ...e se invece cambierò è perchè comunque mi troverò meglio altrove ....ma tutto quello che avrò fatto e attraverso cui sarò passata è bagaglio preziosissimo per la mia anima e anche per ciò che più mi porterà a realizzarmi.
Io credo questo ...intanto però viviamo e abbiamo solo questo momento ...impariamo a godere dell'oggi ....anche se aspiriamo a tanto di più ....non è già tanto meraviglioso quello che abbiamo??? ...già essere in salute è un dono preziosissimo!!!!!
Sai chi meno ha più riesce ad adattarsi a tutto ....chi più ha meno si adatta e fa molta più fatica e soffre molto di più ....nei momenti in cui abbiamo di meno ...proviamo comunque a saper godere anche del poco ....perchè pare poco solo ai nostri occhi ....ma sicuramente è una ricchezza inestimabile ....
tutto questo, ovviamente lo dico prima a me stessa che a te ....ma spero possa essere utile anche a te.
Un caro abbraccio!!!!

Chiara Inesia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito giovedì 1 luglio 2010
buongiorno sono finalmente riuscita ad entrare nel blog che da tempo osservavo senza riuscire a postare un mio commento. Si parla di nettuno e di questo maestro vorrei sapere sempre di più. Con la sua attuale quadratura al mio sole, credo voglia dirmi o farmi capire molte cose. trasformare la mia visione del mondo verso una coscienza più grande e completa. se devo essere sincera il suo transito non mi risulta facile. per ora quello che percepisco è una grande confusione per tutto ciò che riguarda il mio futuro. La domanda che più mi pongo da mesi è "ma qual'è la mia strada?",qual'è il il motivo che mi ha spinto a nascere in un determinato contesto piuttosto che in un altro? ecc... insomma tante domande che rimettono in discussione tutto il mio passato , le scelte che ho fatto ed i percorsi seguiti. non temo di trasformarmi, di cambiare, di perdere qualcosa...ma di non trovare "la mia strada" soprattutto a livello lavorativo. Ho studiato tanto, fatto esperienze importanti ed ora tutto mi sembra vano perchè non sostenuto da risultati concreti o da un lavoro soddisfacente. mi sembra di arrancare. di arrampicarmi sugli specchi. cosa vuole dirmi nettuno oltre a sciogliere certezze che ormai si sono sciolte come il ghiaccio sotto un sole d'agosto? Quali nuove prospettive lavorative potrebbero aprirsi?avendo nel tema natale una luna congiunta a nettuno in sagittario e il sole in toro quinconce a nettuno, posso considerare questo piaveta come una dominante del mio tema? scusate per le tante domande, spero qualcuno avrà voglia di rispondere! grazie

21.05.1981, pordenone, ore 4,53 del mattino
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di cosetta
inserito venerdì 18 giugno 2010
salve, avrei più che altro una domanda e in questo caso approfitto del fatto che si discuta di Nettuno..sono una Pesci e parto dal fatto che certi commenti su Nettuno mettono ansia. E' dunque vero che i governatori dovrebbero avere meno effetto sia transitando sul segno solare che con varti aspetti? personalmente intendo tutti gli aspetti positivi e negativi. questo perchè segni come Pesci,Aquario e Sagittario sono già abituati alle caratteristiche di Nettuno. Personalmente quando Nettuno entrerà in Pesci non temo di andare in panico o di andare in confusione perchè la mia mia personalità è già così. Possiamo palare di transiti significativi di Nettuno a segni come Toro o Leone o se vogliamo essere più cattivi diciamo che chi ha una personalità chiusa e poco elastica, meno capace di cambiare opinioni e modi di vivere e in definitiva meno intelligente sente pesante Nettuno.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 13 giugno 2010
ciao Arialiris

non è facile ipotizzare il senso profondo dei transiti di nettuno che di solito riusciamo a comprendere con più chiarezza solo a transito terminato (e direi che è più o meno così, per tutti i transaturniani).

Comunque....ci povo...

Mi sembra che il tuo tema ti dica di trovare un equilibrio tra la dimensione concreta e tangibile della realtà e la dimensione emotiva, infatti, saturno è in X pesci....giove è in XII toro....il sole è in vergine in IV...e sei un asc.toro.

Il nodo nord in gemelli con mercurio in vergine in V, sembra dirti di trovare maggior aderenza alla realtà, maggiore capacità di analisi, sintesi, organizzazione, al fine di poter esprimere la tua dimensione emotiva con maggiore intensità, forza, decisione e verità (cong.a plutone).

Quindi....nettuno che congiunge saturno e oppone il sole, inevitabilmente ti manderà in crisi, ti chiederà di rimettere in discussione le tue ambizioni lavorative e le tue scelte interiori e/o familiari, al fine di trovare un equilibrio nuovo, più aderente alla tua natura e alla tua verità.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di arialiris
inserito venerdì 11 giugno 2010
Avrò a breve un'opposizione di Nettuno - X casa, che và a congiungersi col mio Saturno natale in Pesci, al mio Sole in Vergine, in 4° casa. Sole e Saturno sono in opposizione natale ed ora il bel Nettuno và ad inserirsi laddove preesisteva un tosto handicap.
Di fatto, registrando solo le mie sensazioni, slegate dalle condizione planetaria attuale, mi sento parecchio confusa, disorientata, demotivata, spenta sia a livello lavorativo che emotivo-sentimentale. Si aggiunge anche un Plutone che pur transitando a sbalzi in trigono sul mio Sole, và a quadrarsi con la Luna Natale in Ariete. Insomma una meraviglia, sia per quanto riguarda la visione personale/fisica che quella connessa all'autostima lavorativa.
Mi piacerebbe avere un vostro parere sul transito di Nettuno in questo contesto astrologico.
Ciao Grazie a chiunque volesse rispondermi.
Rita 25/08/1964 Cagliari ore 22/46
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia
inserito giovedì 10 giugno 2010
Cara Lidia,
dici molto bene ...il padroneggiamento delle dinamiche interne ....sta proprio lì la possibilità di lasciare andare il controllo ...ma se non ci conosciamo, se non comprendiamo cosa scatta dentro di noi e perchè, cosa mettiamo automaticamente in atto ...avremo paura di qualcosa che non conosciamo, che non è altro che dentro di noi, proprio l'ombra dentro di noi, il non conosciuto dentro di noi e tenderemo a controllare tutto e tutti fuori.

Chissà come mai il grande Nettuno che da una parte è una connessione così alta ....sia dall'altra parte proprio caos e confusione ...forse proprio perchè connessioni così alte non posso che passare da tante piccole connessioni dentro di noi, ovvero proprio dalla conoscenza di noi stessi e di ciò che agiamo automaticamente, di ciò che ci attiriamo automaticamente.
Del resto l'universo è perfetto ...e tutto è organizzato in corrispondenze, in risonanza ...un evento con l'altro ....un'energia con un'altra .....non ci può essere un accoppiamento sbagliato, non esistono avvenimenti "sbagliati" ...già .... ma spesso abbiamo troppa paura, abbiamo troppa poca fiducia o "fede"... per crederci!!!! .....e torniamo a Nettuno!!!!
Un caro abbraccio!!!!

Chiara Inesia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 9 giugno 2010
caro Robbie,
concordo con te.. sicuramente l'inconscio collettivo e la parte superiore dell'inconscio quello per intenderci legato al senso spirituale e al desiderio di comunione con il tutto è sicuramente riconducibile a Nettuno che, tuttavia, nel lato ombra è molto disorganizzante e caotico.
Plutone è sicuramente legato agli istinti.. e a tutto ciò che ha a che fare con le pulsioni.. di tutti i tipi.. anche, ovviamente, quelle vitali e quelle che ci inducono a creare e a trasformare.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Robbie O'Philips
inserito mercoledì 9 giugno 2010
Io farei una distinzione tra Subconscio-Plutone,
che è vincolato alle varie forme di Libido (potere compreso)
e Inconscio superiore-Nettuno,
slegato dagli istinti e che ci suggerisce le nostre potenzialità per realizzarci in maniera profonda e unica.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di lidia
inserito martedì 8 giugno 2010
cara Chiara Inesia,
in effetti tutti e due questi pianeti sono molto legati al controllo anche se, in teoria, Plutone dovrebbe rappresentare proprio il "lasciar andare" e quindi perdere il controllo ma, siccome rappresenta il potere personale, se non lo si ha in genere la paura regna sovrana e il controllo sembra illusoriamente essere un antidoto contro la paura di essere preda di qualcun altro o di tematiche interne poco gestibili.
In realtà il controllo è sempre una prima possibilità di cominciare a vedere cosa accade dentro e di venire a patti. Dovrà però arrivare un vero e proprio padroneggiamento delle dinamiche interne in modo da non sottomettersi a continuo stress. Il controllo non ammette rilassamento.
Un abbraccio Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 3 giugno 2010
ciao ragazzi

io ho un nettuno che reputo decisamente condizionante nel mio tema, visto che sono sagittario e nettuno è in I e quadra marte in IV.

Sta proprio terminando il lungo transito di congiunzione di nettuno su marte e credo di cominciare ad intravederne il senso...dopo una fase di grande confusione, legata alla mia ricerca spirituale dove l'astrologia ha un ruolo molto importante.

Credo di essere finalmente arrivata ad una riconciliazione interiore tra un dilemma che mi attanagliava da molto tempo, legato all'approccio astrologico.

Non mi ci ritrovavo sul discorso del "lavoro interiore" per trasformare le dinamiche complesse legate ad aspetti "negativi " rdx.

Quest'approccio mi sembrava attribuisse TROPPO potere all'individuo non riconoscendo il giusto valore alla dimensione "trascendente" della vita, su cui non abbiamo controllo.

Ora, e credo sia proprio legato a questo transito (anche se "l'illuminazione" l'ho avuta con l'entrata di urano in ariete in aspetto alla mia luna, eh...eh...), ho capito che il nostro potere è legato all'azione, all'impegno e alla volonta di crescere e trasformare le dinamiche negative....ma non abbiamo NESSUN POTERE sull'esito di questo impegno....che non dipende più (o esclusivamente) da noi (dal nostro sforzo e dalla nostra volontà), ma anche da altri elementi che ci trascendono.

In questo senso mi sto orientando verso un approccio più spirituale all'astrologia.

bacio

lara







-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia
inserito mercoledì 2 giugno 2010
Cara Kla,
i libri di Anthony De Mello insieme a quelli Richard Bach, prima quelli di Bach e poi quelli di De Mello sono stati i libri che hanno creato forse il mio primissimo "risveglio" era tra il 1997-98 e Urano era proprio in sestile al mio sole .....wowwo ...lo vedo solo ora ....contemporaneamente avevo anche il trigono di plutone al sole ...che accoppiata incredibile!!!!!!!

Comunque volevo chiedere anche a Lidia una chiarificazione ....io ho scritto che Saturno è il controllo, ma per certi versi credo sia molto controllante anche Plutone, lo scorpione per intenderci ...per la sua paura di perdere qualcosa tende anche lui al controllo ....vorrei capire come differenziare meglio questi due tipi di controllo ....grazie!!!!

Per il resto .....w nettuno ....e il mare chiaro e limpido dove si può vedere sotto .....una paura sempre grande che ho avuto è proprio del mare di notte ....nell'oscurità non si può vedere cosa c'è sotto ...mi ha sempre fatto paura questa cosa ....credo sia proprio legato al mio "super controllo" dei miei signori Saturno e Plutone, o forse all'opposizione di Plutone al mio sole .....mahhh ...comunque ....il controllo è bello tosto da .smantellare e trasformare!!!!
Ciao a tutti!!!

Chiara Inesia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Kla
inserito mercoledì 2 giugno 2010
Cara Chiara Inesia, sono colpita dal fatto che le tue parole ricalcano quelle di Antony De Mello, che proprio in questo periodo mi sta cambiando la visione della vita e la cui lettura mi è stata consigliata da una persona che non vedevo da tempo e che ho rincontrato proprio lo scorso marzo. In realtà ho prima guardato i suoi video e le sue registrazioni su youtube (in particolare 'Rediscovering life' e 'Awareness', queste ultime poi trascritte nel testo 'Awareness' dopo la sua morte): suggerisco a chi fosse interessato di verificare prima il reale autore dei molti testi pubblicati a suo nome e di iniziare con le registrazioni in inglese o con le trascrizioni letterali oltre ai testi scritti di suo pugno.

Sai, riflettendo sulla passata congiunzione di urano al mio sole ho fatto più o meno la tua stessa considerazione sul ruolo di questo pianeta e di nettuno, che tra qualche anno transiterà sul mio sole ... e spero di risvegliarmi un po' di più!!

Ciao,
Kla


P.S.: Ah, a proposito, Antony De Mello ha sole-mercurio-venere congiunti a nettuno in vergine -l'integrazione dell'assoluto nel proprio progetto, nel mentale e nell'affettività-... molto interessante e indicativo il suo tema!
(4-9-1931)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia
inserito martedì 1 giugno 2010
Ho sentito proprio ieri sera in una trasmissione, che Nettuno, pianeta gassoso, ha nella sua atmosfera nuvole di metano che poichè composte da carbonio danno origine a pioggie di diamanti.....interessante no?
Proprio Nettuno dà orgine a ciò che per noi in terra è così prezioso ...il diamante!!!!

Credo che riuscire a vivere l'energia di Nettuno al meglio sia molto molto difficile ...è difficile, come dici tu Lidia vedere oltre, essere liberi, e spirituali ...è molto più comune infatti per tutti noi rimanere nell'illusione, rimanere dipendenti e/o legati ai dogmi di una religione ....e allora sì che per chi ha forti valori nettuniani la sofferenza è inevitabile e costante, io credo.
Ma abbiamo tutti la possibilità di "risvegliarci" ...non so se il grande risveglio sia più da urano che da nettuno, forse nettuno è proprio il guaritore delle ferite, che dà la vera possiblità, ad esempio, di passare dalla dipendenza alla libertà.
Il lavoro di urano è probabilmente più mentale, come la lampadina che si illumina, poi arriva Nettuno e guarisce e alla luce di quella lampadina si scoprono cose incredibili, ci si vede per quello che veramente si è, senza più veli ...senza più convenzioni, senza più schemi preordinati ....beh ....grande e profonda consapevolezza che dà sicuramente una felicità inspiegabile ...legata a niente se non al fatto stesso di esistere e di sentirsi davvero una piccola parte del tutto, ma senza più soffrire per questo o avere sensazioni di impotenza ...quando si fluisce con la propria natura (con il mare di nettuno) tutto è facile e comodo.
Uno dei grandi ostacoli al fluire è il controllo, è quel saturno (se non sbaglio) che tanto gli si oppone nella vergine e nel capricorno ...che teme ciò che non è a posto e che potrebbe andare fuori ordine, perchè vede "piccolo" e non riesce a vedere il grande piano al di là ....

Personalmente ho ora, e già da un pò per la verità, il transito in opposizione di Nettuno alla mia luna, contemporaneamente al quinconce di urano e di giove e devo dire che, anche se non vorrei dirlo troppo forte, credo che davvero in questo periodo di stiano sciogliendo, per me, dei nodi molto importanti.
Penso proprio che Nettuno sia il grande guaritore ....e che quando siamo e saremo davvero connessi con il nostro sè più alto e vero allora non ci potrà più essere spazio per la sofferenza e la malattia ....ma per arrivare lì ce n'è di strada da fare ...ma possiamo incominciare tutti quanti, con fiducia, a fare i nostri piccoli passi.
Cari saluti!!!!

Chiara Inesia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 

 

 

                           Il Blog di Astrologia in Linea a cura di Lidia Fassio - Pensieri d'autore