Curiosità astrologiche
inserito il mercoledì 29 febbraio 2012
Cari amici,
a seguito dei vostri suggerimenti apro un blog nuovo in cui possiamo discutere di argomenti vari; in questo blog potranno essere fatte domande che non si inseriscono in un particolare contesto ma che possono comunque essere stimolanti per molti.

Lascio dunque a voi inserire le vostre curiosità o dubbi.
Un saluto Lidia
 
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
I VOSTRI COMMENTI A QUESTO BLOG ( 579 )

 

a cura di Mas
inserito lunedì 18 febbraio 2013
Allora Alix, vediamo se riesco a farti capire la mia teoria. Tutto proviene dall'uno che vediamo nel Sole, il generatore. Questa è una dimensione legata all'energia e qui non vi è dualità. Quando si comincia a vivere l'energia entra in un corpo materiale e comincia la dualità. Qui ci vediamo la Luna. Il passaggio dall'unità alla dualità e viceversa è assicurato dall'elica. Il DNA non poteva non essere una elica. Perché due unità si legano diventando una nuova unità. Anche i segni zodiacali e i pianeti sono due unità distinte. Ma in fondo in fondo, come dice Deva sono una unica cosa. Allora cosa faccio io per immaginarmi questa unità di fondo? Faccio lo schema di unità primo segno abbinato al primo pianeta, secondo segno abbinato al secondo pianeta e così via. Questo è lo schema immaginario dell'unità tra segni e pianeti, ci sei? Ora se io applico l'elica a questo schema dopo aver rovesciato necessariamente la fotografia, ti ricordi? A questo punto l'abbinamento segni pianeti torna quello conosciuto da tutti e cioè la realtà duale come la conosciamo e vediamo. Ulteriori riscontri rendono la teoria veramente intrigante e cioè: se io conto e sommo i numeri dei pianeti della metà inferiore dello zodiaco, quella legata al buio-materia, la somma è 46, cioè il numero dei cromosomi di una cellula umana. Ora vado a contare la metà superiore, quella legata alla luce e mi aspetto di contare 23, cioè il numero dei cromosomi di una cellula sessuale, invece il numero è 32. Ti rendi conto? 32 è il rovescio di 23 esattamente come l'autunno nell'emisfero australe è il rovescio della primavera nell'emisfero boreale. La vita è duale e una delle due parti è sempre necessariamente rovesciata. Da qui risolviamo anche un grande dilemma che serpeggia fra gli astrologi naturalisti e cioè bisogna rovesciare i segni zodiacali dei nati nell'emisfero australe? La mia risposta è no perché il rovesciamento delle stagioni è solo una necessaria svolta dell'elica e il mondo duale è fatto così, con le opposizioni. Tutto nasce però dal Sole e il Sole è uno e l'unità la vediamo solo interiormente. Fuori nel mondo duale sono necessarie le opposizioni.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 18 febbraio 2013
Aggiungo gusto per info, che supposto che si possa veramente pensare che si trattasse di esseri provenienti da altri mondi, l'ipotesi secondo le traduzioni 'lettterali' da lingua antica, è che provenissero da un sistema, nella galassia di Orione e che quì sulla terra abbiano messo in atto un esperimento di 'ibridazione' tra la loro specie e la nostra.
Trovi cose interessanti a proposito nel lavoro di ricercatore libero pensatore Mauro Biglino.
Il DNA era presumibilmente ciò che definivano Tze-lem (letteralmente + o meno :il pezzo che contiene l'immagine totale )


Collegandomi a ciò, trovo infatti interessante il tuo considerare l'importanza del discorso elica del DNA, presumo che oltrechè in agraria tu abbia conoscenze approfondite anche del sistema di replicazione dell' RNA e di tutti gli aspetti che costituiscono questa branca.
Immagino che sia materia che hai approfondito almeno quel tanto utile.
Perchè secondo me il valore supremo dell'astrologia è che è un sistema 'trasversale' che può collaborare con altre scienze.
Voglio dire che un laureato in medicina ,che nel contempo si impratichisse di astrologia, forse potrebbe fare interpretazioni interessanti circa le diagnosi.
Un vulcanologo forse potrebbe trovarci delle intuizioni per prevedere le eruzioni, etc.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 18 febbraio 2013
Grazie ok, lo cercherò.....

E' un percorso di studio tipicamente umano per come viene interpretata da noi, nel nostro sempre brevissimo arco di storia conosciuta.
In qualche parte dei vari blog credo di aver espresso qualche diversa idea sul fine ultimo dell'astrologia e sulla potenziale evoluzione del suo utilizzo.
Sono certa che non si fermerà all'interpretazione umanistica per esempio ma come fare a verificarlo se saremo già 'passati' a miglior vita???
Fermo restando che qualsiasi alieno, per quanto ne sappiamo, potrebbe essere anche arrivato in epoche remote, dal nostro 'tempo' a venire futuro, più che dallo spazio :)

Per ora il viaggio nel tempo pare fantascienza, ma fra chessò....... 1000 anni, sarà ancora così?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito lunedì 18 febbraio 2013
Alix, ho letto l'articolo da te consigliatomi. Non c'entra niente con quello che dico io. La mia sequenza è relativa a un mio discorso che è completamente un'altra cosa. ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di mas
inserito lunedì 18 febbraio 2013
Allora Alix, il libro si chiama "Lo strabismo di venere ". Di Massimo romagnoli. Vai su google e trovi un po di cose. Per quanto riguarda il discorso sulla nascita dell'astrologia, tutte le porte e versioni sono aperte ma io non credo che siano stati gli alieni a portarla sulla Terra. A me sembra proprio un percorso di studio tipicamente umano. le diverse versioni e interpretazioni provengono dalla mente delle diverse persone, proprio perché l'astrologia è una decifrazione mentale del visibile e di conseguenza del riconducibile. Tra tutte le versioni a me interessano quelle più verosimili e comprensibili. Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 17 febbraio 2013
Si certo Max, letto ora post del libro, ma non si trova nelle librerie? Come lo hai titolato?
Lo sò che quì sopra è più difficile comprendersi a volte, succede.....certo che una visione globale dell'idea aiuterebbe.
Se vuoi diffonderla in ogni modo questo blog è una opportunità in più :)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 17 febbraio 2013
Altra aggiuntina Massi giusto per far capire che gli orientamenti possono variare le disposizioni planetarie, come sà bene anche Deva che si era per un pò interessata all'astrologia esoterica, in quella i rapporti segno pianeta erano diversi da quelli che utilizziamo abitualmente ora, prevede anche l'esistenza di un corpo chiamato Vulcano.
E diversi anche erano rispetto a varie astrologie nei tempi antichi.
Forse potrebbe interessarti questo articolo:
"La risalita di nettuno dagli abissi marini alla capra pesce" che mostra una sequenza abbastanza simile, ma ancora non uguale alla tua per combinazione.
Questo solo per dire che l'adozione di punti di riferimento è consequenziale anche agli orientamenti preferiti o elaborazioni proprie.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 17 febbraio 2013
Massi, un'altra cosa, dato che non siamo nella tua testa e sei tu quello che vuol proporre una visione nuova dell'astrologia e dei rapporti planetari, dovresti cercare di non spiegare solo a metà.
Non voglio mettere in dubbio che la tua sequenza rispetto alle tue considerazioni sia per forza errata, dato che nelle tue deduzioni e consequenzialità è chiaro che tu la vedi funzionare.
Ma se vuoi che anche gli altri capiscano meglio quello che proponi devi chiarire meglio tutta la tua struttura.
Ad esempio, ok che ti riferisci solo ai domicili primari, ma non hai detto perchè per te valgono solo quelli e tutti gli altri non sarebbero da considerare nell'insieme.
Credo che tu debba farle sempre queste specifiche se vuoi essere compreso a fondo!


La Morpurgo, astrologa che tra l'altro non so bene per quale motivo ,da alcuni, è addirittura odiata, forse come tutti quelli che dicono troppe 'verità' che ad altri risultano scomode, aveva anche lei stravolto assunti di astrologia tradizionale ma ne aveva spiegato con molta chiarezza le motivazioni complessive.
Per questa ragione il suo pensiero ha poi trovato 'adozione'.
Poi come qualsiasi proposta di chiunque è sempre 'perfettibile' o 'anche modificabile'.

In ogni modo per riagganciarmi a post precedente, dato che in tutte le più antiche culture dell'intero pianeta, esistono leggende che raccontano di esseri superiori provenienti dalle 'stelle' presumibilmente facendole risalire ad un tempo di 12.000 anni circa, è improbabile che siano sorte spontaneamente dalla fantasia in tutto il globo similari, credo proprio che l'astrologia come sistema non sia stata all'origine opera 'autoctona' ma solo adottata come sistema di riferimento indotto che ha assunto e assume nei secoli significati inevitabilmente in evoluzione.
E chissà dove ci porterà ;)



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 17 febbraio 2013
Forse tanto per cambiare è scappato un post..... su discorso proiezioni
va beh niente, non ho voglia di riscriverlo :)

Sarà per altra volta......

Massi, credo proprio che invece chi ha creato l'astrologia conoscesse bene il sistema solare e forse anche molto altro.
Non ti dimenticare che non si sà esattamente come è nata, forse anche sue conoscenze originarie sono andate disperse nei secoli e poi ritrovate nei secoli.
Sai che tavolette Sumere riportavano 12 corpi celesti nel sistema, quindi molto ma molto prima che venissero scoperti urano nettuno plutone ed X Eris e quello ancora da rilevare che è Y.
Quindi i Sumeri già avevano ereditato cose da noi scoperte solo dopo.

Tra l'altro sai che ad essi risale la più antica delle etimologie supposte per la parola Amore, veniva definita con Ham-Enk.... significava 'unione'.
Probabilmente non si riferiva affatto a questioni sentimentali ma 'chimiche'.
Enk aveva presumibilmente a che vedere con l'ORO.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di mas
inserito domenica 17 febbraio 2013
Alix, non ci stiamo capendo. Forse è inevitabile perché in effetti può essere complesso detta così su un post. Comunque questi abbinamenti sono solo un punto di partenza che l'elica srotolandosi riporta all'abbinamento conosciuto da tutti. Mi sa che non arriveremo a spiegarci mai su questo punto. Ti tocca farti regalare il mio libro che spiega la faccenda passo per passo. Sennò pazienza, non ci faremo mancare altri argomenti interessanti. Per esempio, lo sai perché i coatti a Roma quando parlano tra di loro oltre ad usare una mimica particolare con le mani, un tono di voce arrogante, usano muovere il corpo in un certo modo e soprattutto alzano lievemente a scatti i talloni dei piedi?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito domenica 17 febbraio 2013
Deva, alla fine sai che c'è? Che l'interezza comprende anche questo mondo duale. Sennò che interezza sarebbe? Bisogna essere capaci di dare la giusta importanza e rilevanza a tutto. Bisogna essere se stessi, seguire le proprie impronte e nello stesso tempo essere dovunque e in ogni cosa. Allora si...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 17 febbraio 2013
Deva ti ricordo solo che la proiezione su altre persone è soprattutto concetto Freudiano, Jung lo vedeva più in atto nei miti, archetipi e simboli.
La proiezione su altre persone ho letto è soprattutto una problematica forte primaria per non dire primitiva, di mancati adattamenti che possono sfociare all'estremo persino in forme di paranoia.
Insomma non credo proprio che tutti proiettano sugli altri, o hanno la necessità di farlo per riconoscersi, infatti tu lo definisci un bisogno, quasi come una pulsione volta ad 'allontanare' parti di se non facilmente assimilabili.

Se posso dirti ho spesso notato questa problematica piuttosto evidente in soggetti molto segnati da Ariete Scorpione e Gemelli, guardacaso tre sedi plutoniane.
Chiaro che non generalizzo intendiamoci, ma mi è venuto il sospetto che dove c'è una presenza plutoniana forte ci sono anche molte più parti più difficilmente accettabili o riconoscibili dal soggetto, proprio per il coinvolgimento dell'oscurità plutoniana.

Inoltre ricordiamo che se vogliamo accettare il concetto di proiezione , va detto che ci sono anche quelle 'positive'.
Cioè il riconoscere nell'altro eventualmente aspetti di 'comunione' con se stessi e parti assolutamente accettate di se.
Come quando capita di incrociare casualmente qualcuno di sconosciuto è scocca un'occhiata quasi come se le due anime avessero riscontrato qualcosa di 'similare' nell'altro e si conoscessero.
Vi è mai saccaduto???
O come quando un qualcosa dell'altro ti 'attrae particolarmente'.
Per me ad esempio ho notato che spesso, non sempre e non tutti, ma cmq spesso persone che mi piacciono, mi ispirano, oltrechè Acquari sono di segno Bilancia e con gli occhi sistematicamente azzurri, forse anche sempre con note acquario :)
Faccio l'esempio di Lorenzo Cherubini e Viggo Mortensen.
Potrà essere il mio giove congiunto nettuno proprio in bilancia 7a ???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito domenica 17 febbraio 2013
Cara Deva, quanto siamo d'accordo? E quanto le nostre fantasie interpretano in modi diversi quell'intero che non si può vedere? A volte immagino che ognuno di noi non è altro che un pezzo di Dio venuto sulla Terra a farsi una passeggiatina... e il fatto è che la prospettiva vista da questo lato è un po diversa...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 17 febbraio 2013
Massi, un'altra cosa, le sequenze che proponi devono anche funzionare a livello simbolico con i simbolismi dei pianeti stessi e con tutte le posizioni schematiche.
Come fai a far funzionare i simbolismi di Giove in Vergine e Urano in Scorpione per esempio???
La vergine presenterebbe anche Giove a dire il vero, ma in esilio.
Urano in scorpione però non stà ne nel primario, ne base, ne esaltazione, ne trasparanza, ne esilio, ne caduta.
E' un pianeta completamente estraneo ai simbolismi scorpionici.
Voglio dire, se proponi un nuovo schema dovrebbe funzionare nell'interezza.
Oppure il tuo schema prevede solo l'uso di una sola posizione planetaria e dunque di un solo significativo??
Hai considerato tutte queste cose?

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito domenica 17 febbraio 2013
Alix, parlo dei domicili primari e l'unico giusto è gemelli-mercurio. per quanto riguarda la sequenza, cara Alix non possiamo riferirci alla visione scientifica astronomica, questa è veramente una stupidaggine. Pensi forse che i creatori dell'astrologia conoscessero questa sequenza planetaria? Ovvio che no! la sequenza in astrologia deriva solamente da quello che le persone vedono nel cielo,da quello che capiscono e dalle conclusioni che alla fine ne traggono. Il Sole e la Luna sono una cosa differente da tutti gli altri corpi celesti, sono su un altro piano. Sono in primis ad occhio immensamente più grandi. Seguimi... Il Sole è ovviamente il creatore, l'inizio di tutto che tutto genera. In molte religioni è Dio e a mio parere anche nelle religioni monoteistiche occidentali, anche se mascherato sotto altre vesti. Il sole è l'Io, è l'energia primordiale, è quella cosa che sentiamo dentro che ci rende vivi. E' quella cosa che non possiamo vedere ma che sentiamo di averla dentro...la luna è l'altro corpo grande come il sole, importante quanto il sole, e che ci permette di guardare bene il sole. il sole è il nostro Io e come l'Io non si può guardare in faccia. si rischiano gli occhi.La nostra faccia noi non la vediamo. Per vederla dobbiamo usare uno specchio. Un altro corpo. Questo corpo è la luna, lo specchio che ci permette di vedere il sole. Infatti quando guardiamo la luna stiamo in realtà guardando il sole perché la luce della luna è solo la luce riflessa del sole. Capisci? Questa è la dualità. Il Sole1 è l'Io, l'energia. La Luna2 è la materia con l'Io dentro, con l'energia dentro, con Dio dentro. Ora la vita duale può vivere e riprodursi.la luna è il tramite attraverso il quale nuovi soli, nuovi Io nascono. Poi vengono gli altri. la Terra non può esserci perché quando guardiamo il cielo... non si vede. O no?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 17 febbraio 2013
@MASSIMO

Massimo, la dualità è uno stato di coscienza, non una realtà assoluta.

Noi siamo sempre nell'unità, solo che non sappiamo VEDERLA.

Ma con l'astrologia cominci a vederla.

Dobbiamo vivere nella dualità per fare esperienza della divisione che abbiamo dentro, per renderla consapevole e per riconoscerne l'interezza che realmente siamo.

Massi...l'intero non può percepire se stesso...solo le parti possono riconoscersi come divise.

E' quello che accade nelle proiezioni. Io ho bisogno di un altra persona che incarni un aspetto di me, affinchè possa vederlo, se ho la volontà e la consapevolezza di riconoscerlo, prima o poi.

INSIEME formiamo l'intero. Ma per riappropriarmi di questo intero, ho bisogno di incarnare, di mettere in atto, la divisione.

Bisogna solo aprire gli occhi per vedere l'unità ;D

ciao

lara



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 17 febbraio 2013
Scusa Massi , un'altra cosa, la sequenza dell'elica DNA era già stata proposta dalla Morpurgo che nel 'Convitato di Pietra' ne dà uno schema, così come dà una numerazione ai pianeti fissando un ordine di lettura che risulterebbe così:

1 Sole
2 Y
3 X
4 Plutone
5 Nettuno
6 Urano
7 Saturno
8 Giove
9 Marte
10 Venere
11 Mercurio
12 Luna

Questa sequenza fa si che sole e luna si trovino contigui nel cerchio chiuso , anche lei rovesciò la sequenza dei pianeti partendo dopo il sole non con quello dall'orbita più veloce ma con quello dall'orbita più allargata.
Ti rimando al suo libro per tutto il resto, complicatissimo da spiegare in sintesi.
Per il suo schema l'avvitamento della sequenza avviene tra vergine e bilancia posizione 6 e 7.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 17 febbraio 2013
A ecco, hai operato un bello stravolgimento Massi, rispetto all'astrologia consueta, ecco perchè a volte riusciva difficile seguirti.
Comunque l'unico giusto non è solo l'abbinamento Mercurio gemelli, se consideri tutti i domicili primari, base ed esaltazione, se vogliamo precisare meglio ce ne sono altri che combaciano.
A meno che tu non consideri tutte le 3 posizioni.

Per altro hai considerato anche che nel sistema solare la sequenza non è Sole 1° Luna 2° etc. etc.

Il sistema astronomico è così: Sole Mercurio Venere TERRA-Luna poi come in astrologia seguono marte giove saturno urano nettuno plutone X e Y.
Nel tuo sistema naturalistico non dovrebbe assumere una qualche rilevanza la sequenza esatta astronomica per esempio???

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito sabato 16 febbraio 2013
Alix allora, il discorso è che se tutto è uno e se i segni zodiacali e i pianeti sono la stessa cosa, allora L'Ariete e marte sono la stessa cosa, il Toro e X idem, i Gemelli e Mercurio uguale, e così via fino ai Pesci. Gli abbinamenti segno-pianeta li sai no? Quello che mi domando io è perché la sequenza dei pianeti: sole1, luna2, mercurio3, venere4, marte5, giove6, saturno7, urano8, nettuno9, plutone10, x11, y12. non segue perfettamente visto che sono la stessa cosa la sequenza dei segni: ariete1, toro2, gemelli3, cancro4, leone5, vergine6, bilancia7, scorpione8, sagittario9, capricorno10, acquario11, pesci12. In realtà segni e pianeti sono effettivamente la stessa cosa e seguono effettivamente la stessa sequenza, solo che questa dimensione arriva a noi in una forma diversa e questa forma è data dall'elica. Provare per credere.
Torniamo all'unità pianeta-segno:
Ariete1 Sole1
Toro2 Luna2
Gemelli3 Mercurio3
Cancro4 Venere4
Leone5 Marte5
Vergine6 Giove6
Bilancia7 Saturno7
Scorpione8 Urano8
Sagittario9 Nettuno9
Capricorno10 Plutone10
Acquario11 X11
Pesci12 Y12
Questo è l'abbinamento ideale dell'unità segno pianeta.
Ma tu sai che noi viviamo in una realtà duale e non nell'interezza e ciò che vediamo è una realtà duale.Se guardi questi abbinamenti vedi che l'unico giusto è Gemelli-Mercurio, questa è la traccia per inseguire la verità. I gemelli sono la comunicazione tra le parti e cioè il punto di collegamento, la linea che passa tra le due parti.Nel caso umano è la linea ideale che passa in mezzo agli occhi e finisce all'inguine (scorpione) Gemelli-Scorpione sei segni prima metà.Poi ci sono le gambe (Sagittario) Sagittario-Toro sei segni seconda metà. facciamo la stessa cosa con il pianeta Terra. La linea equatoriale che divide le due metà è la stessa,inizio Gemelli-fine Scorpione. Ora prendi uno zodiaco, il cerchio intendo e traccia la linea Inizio Gemelli-fine Scorpione, o per meglio dire, inizio Sagittario. Questi sono i perni della fotografia da girare sottosopra come ad esempio la lavagna di quando eravamo bambini.
Ovviamente metti gli abbinamenti dell'unità segno-pianeta (lo schema sopra) e poi gira sottosopra lo zodiaco sui perni Gemelli-Sagittario. Quello che uscirà sono sempre due parti, quella sopra di sei segni riporterà gli abbinamenti segno-pianeta al modo tradizionale, quella sotto no e per farlo dovremo di nuovo girare questa parte però questa volta lateralmente. Questi movimenti sono quelli di un'elica. Ma la cosa curiosa è che le due parti con i sei segni, una adesso giusta, l'altra ancora no non sono compatte ma si presentano come quando facciamo le corna.Adesso corro al lavoro ciao (segue)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 16 febbraio 2013
Volevo aggiungere a proposito di temi Pescini che temo che un 'sacrificio' c'è stato ugualmente nella mia vita in effetti, quello delle elevate 'ambizioni' capricorniche.
Sacrificio non voluto, ne cercato per volontà immolativa, ma piuttosto imposto da circostanze varie, se poi tali circostanze siano state per risonanza attratte da parti di mia anima che questo cercavano per fini a me non noti, non saprei dire.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 16 febbraio 2013
AhAhAh dovevo aggiungere che ci stà anche la scontrosità capricorniana verso gli accendini :) in effetti preferisco il freddo oppure i miti tepori primaverili al gran caldo che non sopporto.

Nei pesci che ho conosciuto devo dire che non ho visto mai una grande disponibilità al sacrificio, più che altro perchè sono sempre alquanto carenti di 'energia' per potersi dedicare anche agli altri.
Devono risparmiarla per se stessi.
Ho sempre visto una necessità più o meno forte di poter avere l'appoggio di altre persone di loro più forti.
A parte due che ho conosciuto con veri problemi organici invalidanti, dicendolo da ascendente Pesci ,anche quando la salute è impeccabile l'energia fisica è carente o a correnti alternate, come se mancasse spesso carburante.
Il chè penso li faccia 'stremare' più facilmente di altri segni.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 16 febbraio 2013
Massi, potresti riuscire incolonnandoli a fare gli schemini che dici numerati, altrimenti in certi punti non mi è chiaro che vuoi dire.
Per la questione delle cose capovolte, sai che mi pare di ricordare che anche la nostra visione all'interno del cervello è capovolta???
Credo di ricordarmi il disegno laterale di un occhio in una scheda che spiegava i meccanismi della visione, prova ad approfondire, magari anche li c'è un qualcosa di correlato.

AhAhAh...divertente il minizodiaco degli accendini, anche se ,da non fumatrice assolutamente salutista , avrei preferito altri riferimenti :) pure se un accedino viene utile per accendere le candele!!!
Ma meglio i fiammiferi....
Vero devo dire, amo molto la luce delle candele per creare 'ambiente', anche le 'danze delle ombre' che proiettano sui muri.

Se sono più umana o divina :) beh....in realtà mi sento spesso come avessi una parte aliena, caratterialmente sono un tantino misantropa ( luna 10a capricorno) e l'umanità ,presa nel suo complesso, a dir la verità fosse per me, fossi Dea dell'olimpo, la cancellerei.
Dato che poi sono un tantino contraddittoria o non avendo poteri sovrannaturali per decidere un 'altro diluvio' purificante, da umana, tutto sommato vivente in una specie di isolamento comodo, sento lo stesso molto i problemi del collettivo, quelli ecologici e come dicevi bene dell'ingiustistia.
Ci terrei che la qualità di vita fosse molto migliore e più elevata per tutti, anche perchè non sò come si fà a potersi sentirsi bene in mezzo a tutto questo marcio, solo solo accendere la televisione (anche poco) e dover sentire parlare ogni santo giorno di corrotti e corruttori ti fà venire da vomitare.
Solo chi è cieco e sordo o praticamente in coma profondo può continuare a vivere bene in un mondo fatto così e non pensare di muoversi, almeno per tentare, di cambiarlo.
Lasciamo anche perdere che detesto il 'cemento', quando penso ad un materiale che rende il mondo 'invivibile' dopo il petrolio c'è quello.

Insomma caro Massi mi tocca essere umana anche se avrei preferito rimanere 'spirito divino' e non dover mai vedere e sentire queste grandi 'miserie' quà.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito sabato 16 febbraio 2013
Bene Deva forse ho capito cosa esattamente intendi dire. e forse hai ragione e forse no. Il ragionamento che ti da ragione è questo: Se il sotto è come il sopra non ci sono influenze di nessuno ma tutto è la stessa cosa che ovviamente si manifesta a modo suo. I corpi celesti girano e questa è la loro vita. Noi viviamo facendo cose che sono la stessa identica cosa di quello che sta succedendo in cielo. Ok, se uno vuole accettare questo pensiero non ho niente da dire. Io ribadisco questo però: L'interezza sta in una dimensione. Poi ci sono altre dimensioni fino ad arrivare alla nostra duale. Noi non siamo più l'interezza. la religione cattolica ci definisce il diavolo scacciato dall'eden. Dio stesso (l'interezza )ha scacciato i suoi figli (Adamo ed Eva ) ufficialmente perché hanno peccato... ma è chiaro che la immaginazione degli uomini si è a un certo punto dovuta arrendere ed il verticale è dovuto tornare orizzontale. Quell'interezza di cui parliamo sta lassù e molti la sentono ancora dentro ma quaggiù l'interezza non c'è più. Molti lottano perché la si riconosca ritenendo che sia una cosa utile al genere umano. Molti se ne fregano ritenendola una iattura. Sul pianeta Terra l'interezza si può percepire mentalmente però si ritorna immancabilmente a terra. E soprattutto nel caso dell'Astrologia quell'interezza può servirmi come filosofia ma in pratica? In pratica se io la so usare la utilizzerò per crescere mentalmente e migliorare molti aspetti della mia vita. il lavoro lo faccio io e quindi Dio sono io, l'intero sono io. Ma non voglio esaltarmi troppo e dico che l'interezza sta su un piano, poi ci sono io, caduto in Terra che cerco di darmi da fare.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 16 febbraio 2013
ciao Mass

che simpatico che sei :D, lo dico sul serio...

Comunque...no, non ho valori vergine...credo che si "senta" il mio mercurio in capricorno, piuttosto rigoroso nelle attribuzioni :), ma l'astrologia è così bella e importante che merita il tributo della precisione...per me, ovviamente.

Riguardo alle corrispondenza segno/periodo naturale...si, intendo che c'è una corrispondenza analogica dovuta all'unità della vita, che da quello che ho capito, è la stessa cosa che dici tu, con parole meno...precise...eh..eh...

Bella e vera la storiella dell'accendino.

ciao

lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di mas
inserito venerdì 15 febbraio 2013
Alix vediamo dunque, Sole e Urano in quinta. Sulla cappella sistina Dio dà con il dito la scintilla della vita, o la coscienza come dice Lidia, all'uomo. Dio è il leone. L'uomo è l'acquario. Tu chi sei dei due? Il creatore o la sua consapevolezza? Stai sul trono o in mezzo alla gente? Sei un dio in cielo o in terra? Mi sa che sei parecchio umanizzata anche se il regno divino non disdegna la tua presenza.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di mas
inserito venerdì 15 febbraio 2013
per Alix e Deva. Ditemi se non siete d'accordo.


I segni zodiacali e gli accendini

Ariete: Un Ariete è attratto dalle scintille e quasi preferisce un accendino scarico. E ne ama i suoni. Infatti non lo posa delicatamente ma lo sbatte, e il rumore che ne deriva è fonte di immensa gioia, soprattutto quando sbatte addosso a qualcuno che lo fa arrabbiare.

Toro: Il Toro trova un accendino e dice: " che bello! Me lo posso prendere? "

Gemelli: I Gemelli se lo fanno vedere l'uno con l'altro. Quanto è bello il tuo e quanto è bello il mio. E si scambiano informazioni sui diversi modelli esistenti.

Cancro: Il Cancro se lo tiene in saccoccia al caldo e ogni tanto lo accarezza pensando: " come va piccolo? "

Leone: Il Leone ama la fiamma. Se c'è una candela nei paraggi la accende e usa quella.

Vergine: La Vergine conosce esattamente quante zippate può fare il suo accendino, e se non è proprio necessario, evita di sprecarne qualcuna.

Bilancia: La Bilancia gode nell'accendere una sigaretta a un altro, e altrettanto nel farsi accendere la propria.

Scorpione: Allo Scorpione piace vedere e sentire quello che c'è dentro l'accendino. Per cominciare la puzza del gas.

Sagittario: Il Sagittario è un accendino. Se non avete da accendere potete sempre affidarvi al sorriso di un Sagittario.

Capricorno: Il Capricorno è sempre scontroso o supponente con gli accendini, ma si sa, lui ama il freddo.

Acquario: L'Acquario regala gli accendini che si era fregato a qualcun'altro.

Pesci: Un Pesci vede un accendino e dice: " Ho trovato un accendino, chi lo vuole? " Senza rendersi conto che l'accendino era il suo.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di mas
inserito venerdì 15 febbraio 2013
Deva io ho tutte le influenze del periodo naturale in cui sono nato. Sono acquario e non c'è nulla che non mi interessi. Quando guardo un qualsiasi Dio o uomo importante, non lo vedo come un essere superiore, perché non c'è nessuno che sia superiore a nessun altro. Se proprio devo dare una importanza a qualcosa è quella scintilla che deflagra nel mio cervello aprendo porte a ripetizione. E mi piace anche regalare il sapere che ho, anche il più piccolo. Nel periodo dell'Acquario la natura questo fa. Se tu intendi invece che io non sono influenzato ma sono un tutt'uno con la natura di quel periodo... vabbè è la stessa cosa su. Sennò non capisco cosa vuoi dire.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di mas
inserito venerdì 15 febbraio 2013
Alix i segni sono dodici per via delle dodici lune ed hanno corrispondenti dodici corpi celesti che sono la stessa cosa dei segni ma su un piano diverso. 12 pianeti, 12 segni, 12 case. tre piani diversi. hai presente quando si dice: uno, due, tre, via! E comincia la vita. Lo zodiaco è simbolico, è una ricostruzione del ciclo solare più o meno esatto. i giorni dell'anno sono 365, il cerchio è 360°, ciò è stato necessario per i calcoli, 365 col cavolo che lo dividi. le costellazioni infatti non c'entrano proprio nulla con l'astrologia. in realtà la divisione è del cerchio, in dodici settori di 30° gradi ognuno. Adesso ti spiego la magia della 13a Luna. Ogni anno abbiamo 12 lune. Il ciclo della Luna lo vediamo compiersi in 29 giorni e mezzo. 29,5 x 12 volte fa 354 giorni, ne mancano 11 per completare l'anno. il secondo anno altre 12 lune ed avanzeranno 22 giorni. il terzo anno avremo 13 lune. perchè questa 13a luna è magica? cominciamo con il numero 28. In astrologia si dice che il ciclo della luna è di 28 giorni ma noi abbiamo appena visto che questo ciclo lo vediamo compiersi in 29,5 e allora? Allora le cose sono un poco più complicate e cioè, se io vado fuori dalla Terra e mi guardo la Luna girare intorno la Terra, la vedo compiere questo giro in 27 giorni e qualcosa. perché allora questo evento io lo vedo dalla terra compiersi in 29,5 giorni? Ma perché la Terra girando intorno al Sole fa cambiare la prospettiva alla fine del conteggio. Allora va da se che il numero 28 è la media tra le due osservazioni del movimento lunare. Alla fine se io conto 13 lune x 28 giorni mi viene 364 giorni e cioè quasi la perfezione tra calendario solare e calendario lunare e tu sai che sono diventati scemi per fare combaciare i due calendari. da qui la magicità della 13a luna, ne vogliamo parlare? Ciao Alix
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di mas
inserito venerdì 15 febbraio 2013
Deva stiamo dicendo la stessa identica cosa, non è il caso di strapuntualizzare ogni virgola. Niente niente hai un eccesso di valori vergine? Scherzo ovviamente ma credimi è proprio quello che dici tu che voglio dimostrare. Tutto risale all'unità o interezza. Quando la vita (qualsiasi forma ) comincia a vivere, allora diventa duale. Il metodo utilizzato per passare dall'unità alla dualità e viceversa è quello dell'elica. Anche i 12 corpi celesti sono una unità con i segni zodiacali ma nella vita come la viviamo e vediamo sono qualcosa di diverso. Oltre alla diversità sostanziale anche l'abbinamento numerico tra loro è sballato. L'Ariete è il numero 1 ma ha abbinato Marte che nella scala planetaria è il numero 5. Il Toro numero 2 ha abbinato X numero 11 e così via. Questo abbinamento che io prima ho definito sballato in realtà è il risultato dello svolgimento dell'elica che ha trasportato l'interezza nella vita reale e duale e cioè la nostra realtà. Segui il mio discorso... se io torno indietro all'interezza avrò l'abbinamento Ariete numero 1 con il Sole numero 1, il Toro numero 2 con la Luna numero 2, ecc ecc. Questi abbinamenti a noi risultano veramente strambi e sballati ma una cosa appare strana quanto delucidante. L'abbinamento Gemelli Mercurio è l'unico giusto, perché? Gemelli e Mercurio sono la comunicazione che unisce le due parti, ( il messaggero degli dei, cioè l'altra parte. La linea che unisce le due parti di un frutto. la linea che unisce le due parti di un corpo umano. La linea che unisce le due parti della Terra e cioè l'equatore. Guarda cosa succede se io applico il cerchio zodiacale intorno la Terra utilizzando Gemelli-Scorpione come linea equatoriale. Adesso che l'ho applicata la guardo e mi viene un flash, un pensiero strano...le fotografie al tempo dei film western erano a testa in giù. Se io mi specchio nella superficie interna di un cucchiaio sono sempre a testa in giù. Perché questo? Perché mi specchio su una superficie concava. Se io mi specchio nel cielo dovrei sempre vedermi a testa in giù perché tutto è tondo e anche il cielo che vediamo. Stai seguendo? Bene, se io raddrizzo la fotografia usando come perno i Gemelli come primo segno di una metà dello zodiaco e il Sagittario come primo segno dell'altra parte accade che una metà dello zodiaco torna ad avere l'abbinamento segno pianeta così come lo conosciamo, l'altra metà invece no. Ciò che abbiamo sotto gli occhi però ricorda maledettamente quello che gli orientali chiamano lo yin e lo yan. Rimane a questo punto di girare lateralmente la parte ancora inesatta e lo zodiaco tornerà ad essere quello conosciuto. le due parti si incastrano esattamente all'altezza dei quattro segni sessuali. Lo stesso sistema lo vediamo nell'incastro dell'obiettivo su una macchina fotografica ed anche in altri casi. Si chiama attacco a baionetta ed è lo stesso principio di una spina maschio in una presa femmina. Ma cosa sorprendente lo stesso risultato lo avremo con l'elica. torniamo al momento del rovesciamento della fotografia. Ora prendiamo i paralleli tenendo fermi la coppia Sole Luna e cominciamo a girare le coppie di pianeti opposti alla coppia Sole Luna. Giriamo le coppie come fa l'elica ed arriveremo di nuovo al completamento dello zodiaco solito. bello no? Lo so che è difficile detto così, dovrei fartelo vedere su carta. Però una cosa la capisco, che ciò avviene perché stiamo parlando di un cerchio con gli opposti e così via. La vita è un cerchio o meglio un circolo. L'astrologia non è altro che la decodificazione del cerchio della vita. O no? Deva quando io dico che i pianeti influenzano può essere che usi un termine sbagliato e forse la parola suggerimento è più giusta, o forse ancora non c'è un termine esatto per descrivere cosa il transito di un pianeta produce, ma insomma cavolo ci capiamo lo stesso dai. Quando la luna transita sulla mia venere natale e viene a trovarmi la mia prediletta come lo chiami questo? l'interezza che si manifesta forse? Ciao Dè sto scherzando, alla prox.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 15 febbraio 2013
Molto carina Massi l'interpretazione del Sole di Deva, del viaggio nel luogo di origine, prospero e protetto come fosse all'interno del periodo di sua gestazione, un luogo 'sicuro'.
In effetti lei pare sentire il mondo nello stesso modo.

Mi piacerebbe che tu azzardassi qualcosa sul mio Sole congiunto Urano in Leone 5a casa.
Quindi periodo di piena estate.
Mi farebbe pensare all'imprevedibilità di un 'fulmine a ciel sereno':)
In effetti posso dirti che a me alle volte sono capitate delle cose 'assurde' che non sarebbero nemmeno credute se ne raccontassi le dinamiche.
Per la presenza di Urano lo ritengo un Sole come 'freddo', più simile ad una stagionalità anomala, come le grandinate improvvise che a volte colpiscono improvvise dopo il ferragosto.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 15 febbraio 2013
@MASSIMO

Si, direi che più che far aumentare i beni, direi, far aumentare le risorse...riconoscere nuove risorse...far fruttare (non necessariamente in termini economici) le risorse, considerando con "risorse" qualcosa di più astratto e immateriale di "beni".

Riguardo al tuo approccio con l'astrologia, Massimo, su molte cose concordo...chiaro che l'astrologia nasce dall'osservazione della realtà, dal momento che la manifestazione della vita è ciclica, come le stagioni, le fasi lunari ecc. e quindi ha dei contenuti che si ripetono in modo costante.

Concordo quindi sulla corrispondenza dei segni con le varie tappe stagionali.

Ciò su cui non sono d'accordo la spiegazione che ne dai.

Non credo che chi nasce in un certo mese assuma le caratteristiche del periodo vegetativo in atto.

Come non credo ASSOLUTAMENTE che siano i pianeti ad influenzarci in alcun modo.

Quello che accade Mas, è una corrispondenza analogica che deriva dall'unità della vita, per cui su piani diversi la manifestazione è la stessa....il famoso "come sopra,così sotto"

SAi cos'è il pensiero orizzontale e quello verticale ?? prova ad approfondire.

ciao

lara







-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 14 febbraio 2013
Capito Massi, ti chiedevo soltanto se oltrechè essere una lettura filosofica era possibile applicare l'interpretazione naturalistica alla persona per darne un'interpretazione non previsionale, non karmica, non psicologica.
Biologica vogliamo anche dire magari :)???
Come fosse una varietà di fiore o pianta.....
Potrebbe essere divertente!
In effetti che il ciclo stagionale possa eventualmente far variare delle biochimiche che possano poi influenzare certi caratteri chissà, potrebbe anche essere una delle tanti componenti.
Continua, mi interessa il ragionamento su come per te gli astri influenzerebbero le persone.
Così piano piano capiamo meglio tutta la tua impostazione.
Che lo zodiaco sia solo un sistema simbolico lo sappiamo bene, tecnicamente astronomicamente le cose sono diverse così come l'ampiezza delle costellazioni.
Inoltre il sistema solare è pieno anche di corpi celesti, asteroidi e lune, non considerati dal sistema astrologico.
Perchè si sono domandati certuni, considerarne alcuni e non tutti allora?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito giovedì 14 febbraio 2013
per Alix e Deva. Avete ragione tutte e due. le linee generali descritte da Alix sul Sagittario sono giuste. ( Il viaggio ) Però ha ragione anche Deva quando dice che la totalità del tema natale modifica sostanzialmente i modi. Nel caso di Deva, il sagittario in seconda casa sembra viaggiare in quello che si chiama il luogo d'origine. Seconda casa- Toro- utero. L'utero materno è il nostro primo luogo d'origine e va da se che è un ambiente intimo e ristretto. In quel luogo non si viaggia spostandosi in territori lontani... perché il sagittario è già arrivato alla sua meta e cioè il luogo prospero. Io immagino che questa posizione indichi una volontà a far aumentare i beni,ed è solo una delle tante ipotesi perché come ben sappiamo in realtà dietro la carta natale c'è la vita del diretto interessato in tutte le sue forme, comprese anche quelle di riflesso.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Mas
inserito martedì 12 febbraio 2013
Alix il mio modo di vedere l'Astrologia è una filosofia di vita perché dimostra comprensibilmente come funziona la vita. Non c'entra con l'abilità di leggere una carta astrale. Quello è un problema di capacità. Le costellazioni non c'entrano nulla con l'astrologia se non solamente come punti di riferimento. nel cielo noi non vediamo nessun simbolo zodiacale ed allora la mia domanda è chi ha pensato quei simboli da dove ha preso l'idea? A cosa si è riferito? ma è chiaro al ciclo naturale! Il cerchio con i punti cardinali sono solo riferimenti del ciclo annuale e giornaliero del Sole. Il giro dell'anno però perché è stato diviso in 12 periodi? perché in un anno ci sono 12 cicli di luna. Dodici periodi in ognuno dei quali in natura succede qualcosa e chi nasce in quel periodo prende psicologicamente proprio quello che la natura sta facendo.Nel primo periodo le piantine spuntano da sottoterra rompendo con la testa la crosta terrestre. Questo atto di forza è stato riassunto col simbolo dell'Ariete che è un montone che aggredisce a testate. il tronco a testa d'ariete viene usato per sfondare le porte e il pianeta è marte associato al sesso maschile. Tutti i simboli sono stati pensati guardando alla natura, il Toro o meglio mucca è stato scelto perché le piantine mettono i fiori che servono all'impollinazione e inizia la meiosi nell'ovaio. In egitto abbiamo athor-mucca dea della fertilità. Nel terzo mese della primavera compaiono i frutticini che tu sai sono tutti formati da due parti appiccicate insieme esattamente come noi. Per questo questo periodo è chiamato gemelli. Il quarto periodo il frutto matura. Il cancro è un granchio di mare che se disturbato torna a ritroso nel suo nido che rappresenta la pancia di nostra madre quando eravamo maturi per nascere. Il quinto mese abbiamo il successo, il raccolto. Il leone è stato scelto perché è il re, l'animale più maestoso. Il sesto periodo bisogna essiccare il raccolto per farlo durare nel tempo. madre natura si secca, da qui il riferimento alla vergine. In egitto abbiamo il simbolo della medicina, il bastone con i due serpenti arrotolati, infatti la sapevano lunga. nella vergine madre natura ferma la produttività e si secca facendo essiccare l'involucro esterno del seme caduto a terra che potrà in questo modo sopravvivere ai rigori dell'inverno e ricominciare il ciclo la primavera successiva. Finisce la prima parte dello zodiaco dove predominava la luce ed inizia la seconda dove predomina il buio. ( la dualità di nuovo ) Il primo segno di questa parte è chiamato bilancia proprio perché inizia la seconda parte che bilancia la prima. Ed iniziano le opposizioni. In questo periodo ricomincia a fare fresco, i venti arieggiano il terreno, torna la pioggia, il terreno si reidrata e torna disponibile a produrre. La Bilancia è la disponibilità verso l'altro. Il mese successivo le piante fanno morire le foglie che feconderanno il terreno. Lo scorpione è stato scelto perché è sotterraneo e punge espellendo il veleno che dà la morte. Il mese successivo le foglie morte nello scorpione sono ormai putrefatte e generano energia che farà compagnia al seme durante il viaggio sotterraneo dell'Inverno.Il sagittario è il cavallo che porta lontano e l'uomo con l'arco che punta la primavera.Giove esaltato nel Toro!Il leone è il fuoco acceso del camino. il sagittario sono le braci che ritroveremo accese sotto la cenere il mattino seguente. il viaggio delle braci nella notte come il viaggio dell'energia sotterranea nell'inverno. Il decimo mese arriva il freddo. Il sole arriva alla meta del punto più basso e la terra forma una crosta che protegge la vita sotterranea. La capra vive sulla cima di una montagna dove fa freddo e la vita è dura. La montagna rappresenta la vita da scalare per realizzarci. Il mese successivo aumenta il freddo e la natura si ritira sottoterra. I contadini si liberano dalle catene del lavoro e possono dedicarsi ad altro. L'energia del sagittario sveglia il seme sottoterra. Ricomincia a scorrere la vita. Il simbolo dell'acquario è questo. L'acqua come fonte che porta la vita. nell'ultimo mese il seme sacrifica la propria individualità e si trasforma come il bruco in farfalla in una piantina, cioè una nuova individualità. I pesci vivono nel mare dove tutti gli elementi sacrificano la propria individualità e si mescolano e fondono. Il sacrificio della individualità dei pesci a favore del tutto permette la perpetuazione della vita. nelle catacombe cristiane troviamo il simbolo dei pesci e gesù è sceso in terra sacrificandosi per salvare l'umanità. Questo è il ciclo naturale che è stato decodificato e riassunto nei segni zodiacali. Mi sembra comprensibile ed accettabile. Chi nasce in un dato periodo assume psicologicamente quello che la natura sta facendo. Non mi sembra una cosa assurda. Il bello però è quando andiamo a vedere come fanno i pianeti ad influenzarci. Io ci sono arrivato e ovviamente è la mia versione. Adesso non te lo spiego che mi sta facendo male il dito a furia di battere sui tasti. Ciao alla prox
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 12 febbraio 2013
X Massi:

Volevo aggiungere che non credo di ricordare la faccenda della 13a luna, sapevo quella della Luna Blu ( una doppia luna piena nella stesso mese, fenomeno che si verifica ogni 3 anni circa).

Si, in effetti sono spesso sconfortata per come funziona il mondo, non ne posso più , soprattutto questo ultimo ventennio ci ha veramente 'sfrantecato'.
Penso che tanti hanno veramente toccato lo strafondo dello strafondo.
A volte mi chiedo, ma è mai possibile che tutte quelle storie sul Karma negativo debbano funzionare solo per i soliti molti e mai per certe 'caste'.
Possibile che queste non debbano mai pagarli sti debiti karmici???

Inutile dire che conto almeno su prossimi inzi di profondi cambiamenti.......
purtroppo se devo dare retta alle profezie più varie, che hanno ben descritto il 50ennio in cui viviamo e ciò che ancora speriamo 'non' sarà, non direi davvero che le trasfomazioni potranno essere facili e indolori, inoltre richiederanno tempo e una completa ristrutturazione di dinamiche collettive, non solo ovviamente territoriali il che ci tocca da vicino, ma mondiali.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 12 febbraio 2013
@ALIX

Io soffro della manca di poter "spaziare" se non mi è possibile farlo. Tipo quando saturno ha congiunto giove. Credo di non aver mai passato un periodo più duro e difficile in vita mia e si tratta proprio di uno "spaziare" a livello interiore....non fisico.
NOn so nemmeno spiegarlo bene questa cosa, perchè immagino che non sia di facile comprensione per "gli altri da me" eh..eh....
Nello stesso tempo, quella sofferenza mi ha fatto capire che c'è ancora molto da integrare tra giove e saturno, nel senso che so di aver bisogno di dare struttura al mio bisogno di spaziare.

Alix, io credo che ogni tema natale sia un "seme" di perfetta armonia potenziale che noi siamo chiamati a realizzare.

Ogni pianeta è posizionato esattamente nel punto giusto per realizzare la sua natura in quel modo e non in un altro.

Quindi...come poter specializzare il "viaggio" di un sagittario in termini astratti se non piazzando il sole in II che lo rende talmente amante delle comodità da non avere nessuna voglia di andarsene a zonzo per il mondo ??? poi con giove in XII il gioco è fatto eh..eh...

Pensa che mio fratello ha sole sagittario in III opposto a saturno in IX.
Lui non ha mai viaggiato fino ai 38 anni...poi è andato all'estero per lavoro (saturno in IX) e non ha smesso più di viaggiare...(sempre per lavoro).

Per dire che dipende tantissimo dall'insieme del tema. L'essenza di un segno deve essere applicata alla complessità del tema.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 12 febbraio 2013
X Massi:

Approposito di astrologia 'naturalistica', questo blog di astrologia è 'metereopatico'.....chissà dove stà il server, ho spesso notato che quando stà per piovere forte o nevicare l'entrata dei post è sempre 'ritardata' :))))

X Deva:

Ho tempo di continuare, vero che il viaggio può essere inteso in forma astratta, anche chi fà percorsi interiori stà facendo un viaggio come ben diceva Massi, anche i grandi lettori spaziano in viaggi culturali , anche chi fantastica stà viaggiando, ci sono i viaggi mistici e persino le oobe sono da considerarsi viaggi, ma il viaggiare in senso di 'esplorazione' della terra è direi particolarmente legato a valori sagittario, dello 'spazio' per esempio più a valori pesci.
Tanto per ribadire che il viaggio esteriore può regalarti quelle esperienze interiori che in altro modo non si farebbero, anche gli astronauti hanno accennato a 'strane' esperienze paramistiche possibili solo viaggiando 'fisicamente' nello spazio.
Per altro da as. Pesci l'assenza di peso sarebbe proprio una esperienza che mi piacerebbe fare.
Sò che è già possibile per i grandi ricchi ma non alla mia portata sich.... un viaggettino di circa 40 minuti a circa 100.000 km dalla terra, ha un costo stratosferico per uno sfizio, fotunata l'attrice hollywoodiana che lo ha avuto come regalo di fidanzamento!
Della serie c'è chi tutto può :)
Per ironia astrologica parlando di viaggi per terra per mare e per spazio se vi chiedete chi è, mi sfugge il nome, ma era l'attrice principale del notissimo film Titanic.

Tu Deva stai facendo sicuramente un lungo viaggio spirituale ma proprio per via del tuo segno solare mi piacerebbe suggerirti di fare assolutamente l'esperienza di un lungo viaggio fisicamente, quando e se potrai, magari in luoghi orientali o mistici se preferisci, proprio per provare a sentire cosa proveresti 'dentro'.
Non la 'vacanza' intendo, la vacanza può essere anche un'altra cosa, un momento di evasione e relax, divertimento, è anche un lavoro per molti.

Il viaggio, dai veri viaggiatori, è inteso anche come modo di scoprire parti sconosciute di se che altrimenti non scopriresti mai.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 12 febbraio 2013
Certo Deva, giusto, c'è da dire che il tuo Sole sagittario è in casa toro che può annettere caratteristiche più particolareggiate anche rispetto a quello di segno, non è da dimenticare, magari più stanziali :)
Voglio dire che quello che si nota maggiormente è che il Sagittario in genere ha proprio bisogno di spaziare 'anche' in senso fisico, di prendere contatto con i luoghi del mondo proprio per arricchirsi dentro con la multiculturalità.
Perchè l'esperienza fisica del viaggio si trasforma in 'potente esperienza interiore' se lo vivi in una certa maniera.
I grandi viaggiatori raccontano sempre di esperienze 'straordinarie' per quello che sentono dentro oltrechè per quello che hanno attraversato fuori.
Avevo conosciuto tanto tempo fà, durante una vacanza al lago una Sagittaria con cui parlai credo per non più di un pomeriggio piovoso e che non rividi mai più, da li a poco partiva per un viaggio in solitaria per attraversare il 'deserto', mi scrisse una cartolina con una frase intensa e bellissima che le venne in mente nell'oasi tra le dune, di notte, osservando un cielo che quì ce li possiamo solo sognare.
Questo poi tra l'altro non significa che tutti i Sagittari si trovino nelle condizioni di poter sempre viaggiare, anche per ragioni delle più varie, ma se non lo fanno 'soffriranno' di quella mancanza più di altri.
In genere almeno......

X Max:
Agraria eh.....già ne avevo il sospetto che potevi avere un retroterra culturale che ti avesse spinto alle tue associazioni, era inevitabile :)
Capito x i Gemelli tu intendi la linea di mezzeria, ma non ho capito lo stesso perchè attribuisci proprio a questo segno e non a un'altro il valore di ipotetica linea di suddivisione.
Potrei immaginare che abbia a che fare con la presenza nel segno di Y in domicilio base, tempo fà avevo fatto delle considerazioni sul momento della 'scissione' dei cromosomi che prendono vedi un pò esattamente la forma di una Y.
Ma Y stà anche in vergine, in leone e in trasparenza in ariete.
Come legheresti il tutto?
Mi interessa la tua visione Massi , la trovo 'poetica' in un certo senso, e in ogni modo credo che 'Gaia' come organismo vivente sia da tempo un concetto che molti hanno, solo trovo che è più un modo di interpretare globalizzante con un significato molto personale tuo, come la applichi alle diagnosi sui temi soggettivi di altri???
Cioè..... cosa deduci applicando i tuoi concetti della persona???
Ad esempio interpretando 'naturalisticamente' cosa ti dice la mia congiunzione Sole Urano in Leone???
O cosa ti direbbe il mio attuale transito di Plutone su luna???
Per capire meglio se possibile

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 12 febbraio 2013
@ALIX

Alix, ma è ovvio che in me ci sono "evidenze" sagittariane/scorpioniche se no che starei qui a fare se non riconoscessi nell'astrologia una corrispondenza tra dentro e fuori, che è quello che dico da sempre ??

Intendevo una cosa diversa...ritengo che sia importante comprendere "l'essenza" di ogni segno per poi capirne bene la manifestazione perchè se no ci si ferma alla superficie.

Quindi, per esempio perchè si dice che il sagittario è un viaggiatore ?? perchè questo segno ha bisogno di SPAZIARE, di andare lontano, di incorporare esperienze sempre nuove che lo arricchiscono.

Detto questo non significa che il sagittario deve viaggiare fisicamente, perchè il concetto del "viaggio" può essere astratto e non concreto.

Io ho fatto un solo viaggio in aereo, non sono per niente portata per le lingue, ma mi sento sicuramente MOLTO sagittariana.

Ho assoluto bisogno di spaziare....e parlo una "strana" lingua che è l'astrologia ;)

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di mas
inserito sabato 9 febbraio 2013
Alix ma è chiaro vivo in campagna e tra l'altro ho studiato Agraria. Lo vedo con i miei occhi quando le piantine spuntano dal terreno rompendo con la testa la crosta (Ariete) e quando mettono i fiori (Toro) e quando compaiono i frutticini (Gemelli). A proposito i Gemelli non sono gli occhi ma la ipotetica linea che passa in mezzo gli occhi e finisce all'inguine. Questa ipotetica linea unisce le due parti simmetriche del nostro corpo. Queste due parti sono i Gemelli, così come anche i frutticini sono composti di due parti appiccicate insieme. Nel discorso del video, il Capricorno non è l'ovulo ma l'arrivo all'ovulo, la meta in se che in questo caso è l'ovulo. Alix il tutto è un ciclo in perenne movimento, è la vita come funziona. Questo ciclo lo vediamo dappertutto, per esempio nel ciclo del cibo: l'Ariete morde, il Toro ingoia, e così via. Lo possiamo vedere nelle età e segue perfettamente il ciclo di Urano. Ogni 7 anni un segno. da 0 a 7 Ariete, da 7 a 14 Toro, da 14 a 21 Gemelli ecc ecc. Quel ciclo si ripete continuamente perchè è appunto un cerchio. L'Astrologia è stata pensata dopo le grandi estinzioni quando l'asse terrestre era questo. Le piccole variazioni che fanno oscillare attualmente l'asse non influenzano l'equinozio di primavera. Le ore di luce troveranno l'equità con le ore di buio il 21 marzo e dopo cominceranno ad aumentare determinando il risveglio della natura.
Alix prova a prendere un mappamondo e vedrai che in mezzo ai tropici del cancro e del capricorno troverai la linea equatoriale... basta collocare uno zodiaco intorno alla Terra e il risultato viene da se. E' che uno non ci vuole credere che anche la Terra è un essere vivente. Noi viviamo sopra un essere vivente così come innumerevoli forme di vita vivono sopra e dentro di noi. La vita è dappertutto... e nello specifico quella che vive sul pianeta Terra segue il ritmo stagionale che noi abbiamo decodificato con i segni zodiacali. Poi siamo andati oltre ed abbiamo analizzato ed integrato anche i pianeti del sistema solare riuscendo in tal modo a decifrare il meccanismo nella sua totalità. E siccome il processo di conoscenza è in divenire, altre conoscenze si aggiungeranno... Lo sai perché la 13° luna viene considerata magica? Ovviamente il mio modo di pensare materialistico è lontano dal pensiero magico ma tende a spiegare tutto. Anzi vorrei tanto che tu comprendessi il mio modo di vedere l'Astrologia perché ritengo che sia molto molto utile per combattere quello che mi sembra tu abbia a cuore e cioè l'ingiustizia nel mondo. Il fatto è che la mia astrologia contempla e spiega razionalmente come la vita sia duale. E che la dualità non può essere negata senza creare ingiustizia. Ecco perché esiste l'ingiustizia nel mondo, perché esistono uomini e donne che non contemplano la dualità e cioè il rispetto dell'altro.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 9 febbraio 2013
X Deva:

Giusto per dimostrare che quando dò indicazioni parlo per frequenze di comportamenti ed evidenze caratteriali.
Il marito di mia sorella è un Sagittario, anche lui per inciso non farebbe mai vacanze in tenda o camper manco morto, anzi è stato piuttosto 'grandeur' a volte, ma intanto ha un ascendente Cancro.
Perciò nel rispetto dell'amore per i viaggi sagittariano ha sempre fatto vancanze in ogni caso 'comodose', intineranti per vedere quanto più possibile, ma spostandosi con i bimotori o con i taxi piuttosto che con lo zaino, da Sagittariano doc è in grado di imparare lingue a orecchio e parla inglese con accento americano.
Prende aerei come se fossero 'bici' e sicuramente una 'turbolenza' non lo impressiona.
La 'sagittariana' America è il suo continente preferito, ma non si è fatto mancare l'africa e la russia e chiaramente per lui andare in località europee è come fare un salto dietro casa.
Causa recessione di mezzi la sua crisi interiore più grande è proprio in non poter più viaggiare 'alla grande'.
A me per esempio ,che non ho valori sagittariani ,o meglio l'unico è saturnino e cmq non fà parte dei miei assi motivazionali, il viaggio addirittura pesa, ho lo stesso atteggiamento di un gatto messo nel trasportino, mi piacerebbe visitare l'australia, mio marito ha anche li dei parenti che ci hanno già invitato, ma solo il pensiero della durata dei voli mi fà sentire male, fai tu, perciò ho spesso declinato inviti........ anche molto ma molto più vicini.
Avevo un amico con luna sagittario, tour leader, praticamente sempre in giro per il mondo, non c'è luogo della terra visitabile che non conoscesse, il discorso è che eravamo amici si per altri versi carattetriali ( sempre un as. Leone ex art director), ma nonostante i suoi ripetuti inviti io non ho mai voluto partire con i suoi tour.
Altro soggetto Scorpione As. Sagittario possedeva una scuola di equitazione ed era anche sposato con una insegnante di equitazione (Sagittaria), ma il suo pallino sarebbe stato l'allevamento di cavalli ( cavalli sagittario, riproduzione Scorpione).

Perciò Deva sono certa che se ti conoscessi dal vero, e non solo attraverso il blog, se potessi osservare la tua vita ed i tuoi rapporti, sono quasi sicura che troverei molte evidenze Sagittariane e anche Scorpioniche comunque espresse :)

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 9 febbraio 2013
X Massi:

Sai che penso che non tutti sentano il bisogno di questo percorso, per me ho sempre sentito di voler capire delle cose sia di me che del mondo, del perchè dell'esistenza e soprattutto della mia, quindi era inevitabile che mi ci ritrovassi, già da piccola ponevo domande a cui i grandi che avevo intorno non riuscivano a rispondere, ma lo start più consistente è partito verso i 30 anni circa.
Ci vuole anche il 'tempo' per star dietro a queste questioni, come alle tante cose della quotidianità.
Certi soggetti non ne hanno bisogno, o perchè è un percorso che hanno già compiuto in un'altra vita ed è già in loro, quindi devono volgere il loro sguardo su altre cose, oppure perchè la vita gli dice talmente bene che hanno giornate impegnate di esperienze da fare che troverebbero comunque poco tempo per riflettere a fondo ma soprattutto troppo spesso e in continuità su questioni metafisiche.
Altri invece proprio non vogliono farlo anche se ne avrebbero tutto il tempo.
Spesso i 'vecchi' preferiscono rimbambirsi l'intera giornata di spettacoli televisivi scadenti piuttosto che approfittare almeno del loro ultimo tempo per cercare di farsi un'idea di ciò che potrebbe essere o esserci nell'aldilà preparandosi al 'distacco'.
Bisogna riconoscere che tanti altri, non sentono la necessità di queste ricerche interiori e vivono lo stesso benissimo, va detto, anzi a volte molto 'meglio' mi spiace dirlo a chi può essere convinto che sia una necessità improrogabile di tutti.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 9 febbraio 2013
Ecco, vedo che Massi è più in accordo con il discorso motivazioni assiali.
Comunque Deva voglio aggiungere: non mi pare di aver detto che l'asse da considerare è solo quello dove si trova il sole.
Le motivazioni assiali le trovi nell'asse tipico del segno intanto e sull'asse dove stà il sole, va considerato anche l'asse del segno ascendente.
Perciò nel mio caso stanno per forza concentrate tra 5a e 11a per via delle case regolamentari e 6a 12a per via dell'ascendente pescino , nel tuo caso ad esempio coinvolgerebbero 3a e 9a e 'doppiamente' 2a e 8a per il posto sole e as.
Per l'astrologia Karmica comunque sono le motivazioni 'principali' che muovono il soggetto, che lo avverta o no, quelle più profonde, quelle dalle quali non possono prescindere.
Poi ce ne sono altre comunicate dal complesso del tema indipendentemente dagli assi.
Il problema stà a volte nel rintracciarle autenticamente, trovi ad esempio persone che dicono di essere motivate da un qualcosa poi se conosci 'bene' le situazioni puoi eventualmente rilevare che forse la motivazione vera è celata da un'altra parte.

Non occorre credo fare l'esempio ,più tipico in tutto il pianeta, di donne (o anche uomini in taluni casi) che si dicono affascinate da 'vecchiardi' che 'guarda caso' hanno sistematicamente carte di credito iperconsistenti, grande potere derivante o ampio successo e prestigio, non voglio dire che siano persone per forza interessate, troppo facile maliziare.... ma difficile anche far finta di cadere dal melo e dal pero :)
Vogliamo almeno dire che 'forse' la motivazione reale non può essere 'sempre' l'incantamento per quel preciso soggetto ma una ricerca di 'concrete certezze' che invariabilmente il denaro può garantire sicure??? Desiderio per altro lecito di comoda sopravvivenza.
E può esser vero anche il contrario, il vecchiardone o la vecchiardona di parecchi decenni più antica della o del giovanissimo patner è sempre motivato dall'innamoramento o non anche piuttosto dall'illusione 'vana' di regalarsi una sua personale immortale 'giovinezza' ormai da tempo immemore perduta???

Questi sono esempi facili, credo che esistano motivazioni molto più complesse che muovono o non muovono azioni, secondo me per esempio non tutti quelli che hanno figli sono motivati da un'autentica volontà imprescindibile di averli, lo fanno perchè così vuole la società o la famiglia o la loro religione o chissà che altro.
E comunque indipendentemente dal reale desiderio può 'non' esssere la motivazione 'principale' della loro esistenza.
Ad esempio può esserlo invece la 'carriera'.

Mi auguro che così sia più chiaro il tutto.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 9 febbraio 2013
Certo che a te era da pensare non piacesse molto il camper se no sarebbe durato poco il matrimonio con un Cancro As. Leone, mi pare di aver letto in un tuo post che tuo marito ha lo stesso binomio del mio ex compagno giusto :)???

Deva, giusto per capirsi, non ho pregiudizi su un segno o l'altro, ho molto semplicemente notato che le persone molto di frequente sono attratte in rapporti di ogni genere per via di analoghe motivazioni e che analogie non sempre immediatamente palesi sono presenti sugli assi.
Le analogie sai bene che possono essere tante, ma quando si fanno degli esempi non è che si possono elencare tutte tutte, ad esempio per i sagittari ho dimenticato una passione diffusa per sci e grosse moto anche, ma ancora ovviamente non ci potremmo fermare qui, c'è tutto un mondo che appartiene a loro prevalentemente, anche caratterialmente, come altre cose più prevalentemente per altri segni.
Inoltre le motivazioni assiali seguono anche posizioni di ascendente e case, quindi anche questo incide sulle differenziazioni delle persone singole poi chiaramente.
Nell'arco della vita dei segni ci sono sempre rapporti più facili con persone stesso segno o segno opposto ( o valori prevalenti), coi Tori ci sono praticamente sempre rapporti importanti o determinanti con il loro segno e con Scorpioni, in quella dei Leoni e Acquari idem etc.
Per capirci, non è che per esempio non frequento uno perchè è di un segno tot, le frequentazioni non si sviluppano o non ti lasciano buoni ricordi da se, proprio per una frequenza di diversi modi di intendere le cose e di 'sinergie' esistenti o no.
Inoltre incontri proprio più di frequente certi segni piuttosto che altri perchè gli assi portano a lavorare o frequentare, 'gravitare' in analoghi ambienti.
Non a caso ho avuto tantissimi amici dei quali mi è rimasto un ottimo ricordo del Leone ( o con spiccati valori tipo as. o lune) oppure Acquari ( idem) , una vera buona amica è stata una Leone as. Acquario e un Acquario come sai l'ho sposato.
Con chi aveva valori Gemelli ( segno oppure as. o luna) è sempre finita che ho duvuto troncare dopo breve i rapporti, hanno lasciato sistematicamente cattivi ricordi, ho solo un buon ricordo circa un amico as. Gemelli ma era di segno Leone :)
Di Scorpioni e Scorpione ne ho conosciute un'infinità ( fai conto che ne ho attualmente 3 pure per rapporti famigliari) ma non ci lego mai a fondo con loro, ne loro con me, anzi l'attrito è sempre latente.
Però ho lo stesso avuto diversi amici con questo ascendente.
Troppo diversa la 'mentalità' in genere con il sole scorpio, anche il Toro è un segno che ho incontrato spesso ma al pari dello Scorpione non ci lego totalmente a fondo, anche se rispetto allo Scorpione è molto più 'morbido' quindi si riesce a stabilire un rapporto più pacato ( mio padre aveva, mia sorella e mio marito hanno tale ascendente).
E tutto ciò non lo ho notato solo per me, ma nelle vite delle altre persone.
Si parla di 'frequenze' astrologiche, non di 'determinazioni' che devono per forza corrispondere in tutti tutti i casi.




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito venerdì 8 febbraio 2013
per Alix. Il discorso sugli assi e sulle motivazioni non fa una piega. Ci voglio aggiungere però un'altra constatazione e cioè che alla base dei simboli archetipi c'è la vita e la storia personale. A mio parere la lettura di una carta astrale è come un consulto con uno psicologo. Bisogna scavare nelle motivazioni della vita, che derivano da fatti del passato. Quando notiamo ad esempio in un tema natale venere In IX casa o in Sagittario pensiamo alla tendenza a cercare l'affettività lontano dai luoghi d'origine, e anche al modo psicologico in cui viviamo e interpretiamo l'affettività. nel caso del Sagittario avremo entusiasmo, fede, ecc ecc. L'importante però è chiedersi perché. Perché io ad esempio ho bisogno o mi ritrovo nel bisogno di vivere l'affettività in questi termini? Perché sono nato con questa caratteristica?. Quando andiamo a interpretare poi marte e poi ancora mercurio e poi la luna il sole e tutti gli altri pianeti e tutta la carta astrale, piano piano il quadro si svela e ciò che esce fuori è la nostra vita. Lo stato della nostra vita. A cosa serve sapere questo? So che a molti non piace andare troppo in là e un territorio sconosciuto mette paura... ma chi ce la fa a superare questa paura si fa un bel viaggetto,di quelli indimenticabili. Ne vale la pena si.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 8 febbraio 2013
Aggiungo...dipende da tutto il tema e dalla maturità (o immaturità) psicologica e spirituale della persona.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 8 febbraio 2013
@ALIX

Beh...ti dico subito che io in vacanza in campeggio non ci sono mai stata e mai ci andrei...comodità innanzittutto in vacanza...!!! eh...eh...
E sono un sagittario...ma con sole in II che sballa molto le valenze...quindi, non sono molto d'accordo Alix con quanto dici.

Io credo che i "pregiudizi" sui segni siano molto pericolosi e condizionanti e per questo non credo che bisogna ipotizzare quali siano i valori degli altri, perchè NON LO SAPPIAMO.

Per me l'analisi di un tema è dare all'interlocutore gli strumenti per COMPRENDERE se stesso. Non è l'astrologo a dover stabilire CHI è la persona che ha davanti. Intanto, in ogni caso, dipende dal consultante voler VEDERE ciò che ha dentro o non voler vedere. I giudizi dell'astrologo, su chi ha davanti, sono, sostanzialmente, superflui, non servono sicuramente al consultante...quindi, più si cerca di "svuotarsi" dalle idee preconcette sul segno del consultante ...meglio è...più si è obiettivi.

Poi riguardo agli assi...nemmeno qui sono d'accordo...dipende dall'insieme del tema e non dall'asse dove si trova il sole.

ciao

lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 8 febbraio 2013
Ecco Massimo, devo dire che a volte faccio un pò di fatica a seguirti.
Ad esempio perchè attribuisci gli occhi ai Gemelli??? non capisco se è una 'svista' o quale sia la 'tua' ragione di attribuzione.
Con i gemelli sono da sempre in analogia spalle e braccia polsi, gli occhi come la faccia bocca naso e collo sono in analogia con il segno Toro.
Capisci che rispetto alle attribuzioni consuete rimangono un tantino sorprendenti certe cose che dici, mi era già capitato di notare qualcosa del genere anche seguendo il ragionamento di un tuo video, circa un'attribuzione che avevi fatto per il Capricorno associato con l'ovulo ( che è di X Toro).

La terra c'è da dire che non ha corretto il suo asse in proprio, era inclinata diversamente e pare che sia stato l'impatto con un asteroide a modificare durante il corso delle ere una precedente diversa inclinazione.
Credo anche di aver letto che questo asse può subire alterazioni dovuti a potenti teremoti, un leggero spostamento di 5 cm pare sia avvenuto dopo lo Tzunami del 2004 ( forza 9,5)
Un niente rispetto alle dimensioni della terra ma cmq rilevabile sull'asse.
Oltretutto è ipotizzato con notevole dose di certezza che sulla terra siano già avvenute almeno 5 estinzioni di massa e che stessa sorte potrebbe toccare a noi.
La 'vita' insomma non siamo noi, non è la nostra specie o le speci esistenti ora, è una 'forza' esistente nell'universo che si può esprimere in innumerevoli modi con noi o anche 'senza' di noi.

A parte ciò, non voglio dire che tu non possa aver trovato dei fondamenti e collegamenti di un qualche tipo ,innovativi, in fondo ad esempio Morpurgo colloca Giove in trasparenza nel capricorno, solo che per cominciare a capirti meglio forse occorre più tempo.

Ti posso chiedere per curiosità Massi come ti sono nate queste associazioni naturalistiche?
Voglio dire come è che hai conoscenza approfondita dei 'cicli stagionali', ti interessavi di giardinaggio o hai avuto la possibilità di un contatto con la terra e natura molto forte che ti ha dato modo di cominciare a vederci questi nessi, o studi relativi nel settore?
Giusto per conoscerti un minimo....:)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 7 febbraio 2013
Massimo, ti avevo risposto ma non vedo il post, non sò se è saltato o se ci sia il solito 'fermo blog' con ingresso post ritardati.

Avevo anche inserito dei commenti ulteriori circa l'importanza di rintracciare le 'motivazioni' prevalenti degli 'assi'.
Vediamo , attendo, se poi è andato perso vedo cosa mi ricordo di aver commentato :)

Nel frattempo un caro saluto

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito martedì 5 febbraio 2013
per Alix. Ecco cosa penso delle esaltazioni. Cosa sono le esaltazioni? Per arrivare a chiarire questo concetto bisogna capire prima che il pianeta Terra è un essere vivente come noi. Quel cerchio con i segni zodiacali parla della vita che si svolge sul pianeta e precisamente della vita scaturita dai movimenti del pianeta. Quel cerchio è in movimento. A mio avviso, per riprendere un post che tu hai messo precedentemente, la svastica è la stilizzazione del movimento della vita e precisamente del ciclo delle stagioni. Il movimento di rivoluzione intorno al Sole crea le stagioni e i segni zodiacali. Il movimento di rotazione intorno se stessa crea le case. Ciò che vediamo in quel cerchio è la vita che scorre ma per capire cosa è la vita dobbiamo pensare alla dualità. Tutto è duale,Fisicamente la dualità nel corpo umano la vediamo nella linea che passa in mezzo agli occhi ( Gemelli ) e finisce all'inguine ( Scorpione ). La linea che divide la Terra in due parti dove le stagioni sono opposte è l'equatore ( inizio gemelli-fine Scorpione ). Il tropico del Cancro e il tropico del Capricorno sono perfettamente paralleli. I segni paralleli con i quali abbiamo dimestichezza e cioè Gemelli- Vergine, Toro-Bilancia, Ariete-Scorpione, Pesci-Sagittario, Acquario-Capricorno, posseggono la stessa coppia di pianeti e il sapere astrologico ci si è soffermato a lungo decifrandone le analogie e differenze. Ma la Terra per poter garantire il ciclo stagionale ha dovuto piegare il proprio asse di 23° e così abbiamo l'inizio Gemelli e il fine Scorpione come Linea equatoriale, Inizio Vergine e inizio Pesci è l'asse Nord-Sud. I paralleli sono a questo punto: Leone-Vergine, Cancro-Bilancia, Gemelli-Scorpione,Toro-Sagittario, Ariete-Capricorno, Pesci-Acquario. La Terra gira su se stessa e i segni paralleli girando sulla stessa latitudine si rincorrono l'uno con l'altro, un po come fa un cane che si morde la coda. L'esaltazione è una meta un obiettivo. Il pianeta di un segno è l'esaltazione del suo segno parallelo. E' la coda o la bocca del cane. Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 5 febbraio 2013
X Massi:

Non metto in dubbio che tu abbia trovato una tua linea di pensiero che segua delle concettualità che per te 'filano lisce', il problema è che suonano a volte strane rispetto alle concezioni più diffuse.
Tutto quì, quindi se non si conosce globalmente e nella sua totalità il tuo pensiero, il tuo modo di interpretare l'astrologia può risultare a tratti molto diverso.
Come ho detto sono del parere che ognuno può apportare del suo 'arricchendo' in ogni modo la visione.
Più difficile capire invece se le tue intuizioni potrebbero mai avere un seguito imponendosi come sistema di pensiero anche per altri.
Ad ogni modo......ai posteri la sentenza :)

X Deva:
aggiungo una cosa che mi pare importante.
Intanto temo di aver sbagliato un pò l'analisi, l'atteggiamento Uraniano non ha sorretto tanto il mio sole quanto più forse luna in capricorno 10a.
( ho tra i due un quinconce )
E' il capricorno infatti ad avere le maggiori ambizioni costruttive e realizzative, il sole leonino ( asse 5a 11a) è motivato da creatività gioco e divertimento e trova soddisfazione in essi.
In astrologia Karmica avevo imparato una cosa basilare, è 'importante' soprattutto individuare le 'motivazioni base' che muovono il soggetto per poter individuare cosa potrebbe non aver raggiunto o espresso e anche cercare di capire come e quanto può ragionare in modo diverso da noi.
Altrimenti rischiamo di attribuire 'finalità' che un pianeta o soggetto non ha come sua base ( sempre includendo poi tutte le analisi variabili)
Gli 'assi' poi sono molto importanti in quanto portano motivazioni correlate.
Faccio uno dei miei soliti esempi: il motivo per cui non ho mai sviluppato amicizie e frequentazioni con soggetti molto segnati da sagittario e gemelli è che tra le loro file annoverano un'alta frequenza di persone che amano 'viaggiare' e intendono proprio il viaggio 'intinerante' al punto che diversi di loro amano vacanze in tenda o camper o quei viaggi tour dove ogni due notti cambi hotel ( indipendentemente dai mezzi che hanno).
Proporre una cosa così ad un Leone equivale a proporgli la tortura della 'vergine di ferro'.
A parità di spesa, i Leoni preferiscono una sola settimana nell'hotel di lusso piuttosto che un mese e mezzo di vacanza fatto in camper e sono più felici cosi.
Chiaro che dato che le amicizie si sviluppano su basi di interessi, vacanze, piaceri in comune finisce che se non si possono incontrare su un terreno di aspetti misti Leonini e sagittariani, i due segni hanno stili di vita poco compatibili.
Il 'viaggio' e la vita all'aria aperta è spesso una delle 'motivazioni' che muovono i sagittari.
Tra di loro puoi magari trovare guardie forestali, persone che lavorano negli acquari e con gli animali, maneggi, anche per il lavoro preferiscono fare cose che li portino in giro, tipo taxisti o quelli che girano per ragioni aziendali.
Insomma indubbiamente una delle loro 'motivazioni' è finalità 'vitali' c'è incontrare genti e vedere posti meglio ancora se esteri, ampliare il loro raggio, piuttosto che niente scommetto che li trovi in uffici di import/export.
Poi si possono individuare diverse altre motivazioni correlate ovviamente.
Lo scorpione con asse toro ha tra le motivazioni forti la 'riproduzione' sessualità e finanze denaro.
Posso immaginare che in chi è segnato da valori scorpionici o taurini l'idea di non poter avere figli venga sentito più pesantemente che ad esempio da altri segni.
Inutile credo far notare anche come proprio una mentalità Plutonica abbia favorito speculazioni selvagge e facile corruzione per 'interesse'.
Spesso una motivazione astutamente 'nascosta' ma sempre presente visto l'asse delle 'risorse'.
Ho sempre visto le donne Ariete come indipendenti anche un tantino mascoline con una grande capacità di 'sopravvivenza', perciò non mi spiegavo come mai ambissero così tanto a sposarsi piuttosto che rimanere single o convivere.
Pensando all'asse Bilancino di cui fà parte, tutto resta più chiaro.
Il matrimonio è per alcune donne ariete anche un modo per acquisire maggiore incidenza personale e maggiore prestigio posso pensare, quindi nelle donne ariete spuntano motivazioni bilancine.
Nell'Acquario motivazioni anche Leonine, è anche per questo che spesso il possedere dei valori in opposizione 'attrae' facilmente le persone tra di loro.
Infatti è difficile o sicuramente non duratura l'unione tra due persone con progettualità troppo distanti.
Nei cancri le motivazioni capricorniche sono spesso presenti, ne ricordo uno che un gorno mi disse, se entro i 40 anni non ho ancora una famiglia mia mi sentirei un 'fallito'.
Famiglia (motivazione cancerina casa 4a) fallimento ( conseguenza frustrante di un'ambizione non realizzata, motivazione capricornica casa 10a)

Spero si sia capito il concetto, l'importanza nell'analizzare temi altrui è di cercare di intuire la 'motivazione' più forte che potrebbe muovere le loro scelte o azioni a larghe linee almeno.
Evitando di attribuire motivazioni che hanno senso per noi ma potrebbero non averne per maniere di ragionare molto diverse.
Non facile eh, certo.....

:)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito domenica 3 febbraio 2013
per Alix. Per quanto riguarda la luna è che la Morpurgo la conta per dodicesima. Sole1 mercurio2 venere3 ecc ecc.per quanto riguarda pianeti maschili e femminili è meglio lasciar perdere... ci sono molte anomalie matematiche nel normale e solito modo di pensare. il maschio e femmina si alternano sempre oppure no? Altro punto: le esaltazioni. Dunque: le opposizioni dei pianeti nei domicili primari sono quelle. le opposizioni nei domicili base sono sempre quelle. Nelle esaltazioni cambiano, perché?
Nel mio sistema risolvo tutti questi problemi matematici. la teoria naturalistica non fa una piega sotto tutti gli aspetti. Perché la chiamo naturalistica? Ma perché quel cerchio è il percorso che vediamo compiere al sole durante un anno e anche durante un giorno. Ma è anche la rappresentazione del pianeta Terra. Il segno della vergine è il polo nord ed infatti la vergine ferma il tempo e il polo nord è il perno intorno al quale la Terra gira. l'asse equatoriale inizia nei gemelli e finisce nello scorpione e divide la Terra in due parti in cui le stagioni sono opposte. Anche noi siamo due parti unite da una linea che passa in mezzo agli occhi e finisce all'inguine-scorpione. Noi vediamo un cerchio su una superficie piana e lo paragoniamo a un qualsiasi altro cerchio, in realtà quel cerchio è vita fatta di dimensioni e strutture diverse che seguono tutte però un filo comune. Il fatto è che nel pensare non possiamo fare a meno della dualità perché è dappertutto e perfino nella struttura fisica umana e in quella della Terra. Quel cerchio di dodici segni bisogna concepirlo come due semicerchi di sei segni. In uno prevale la luce, nell'altro il buio. la bilancia è aria quindi maschio ma se è l'opposto dell'ariete dovrebbe essere femmina come testimonia la presenza di venere. Gli opposti sono sempre il maschio e la femmina della stessa cosa. Questo accade perché in quel cerchio si accumulano verità che non sono sullo stesso piano. Quando ero bambino facevo un gioco con mio fratello. dovevamo scartare un formaggino senza rompere la carta. Ecco quel cerchio è la struttura della vita che abbiamo scartato. Poi chi vinceva si mangiava il formaggino....
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 3 febbraio 2013
Aggiungo una cosa, il termine 'frustrazione' che hai usato è collegatissimo proprio agli aspetti 'pulsionali' dei quali abbiamo discusso fin quà.

Sarebbe da far seguire un rinnovato confronto dato che è un aspetto molto interessante da valutare dato che comprende aspetti: biologici ambientali e sociali.

Faccio delle considerazioni di connaturata simpatia sugli Acquariani e sugli Uraniani.
Per me è il segno solare con il quale vado più in accordo in assoluto, con il quale lego immediatamente almeno per quello che è stato la mia esperienza 'reale' non astrologica.
Del resto l'Acquario fà parte del mio stesso asse Leonino quindi è come se ci fosse un naturale legame.
I segni che ho meno frequentato personalmente sono arieti, gemelli, vergini, sagittari, naturalmente ho conosciuto persone appartenenti a questi segni ma rispetto ad altri li conosco meno 'dal vero' intendo.
Ora, per quanto è la mia esperienza personale non ho mai incontrato un Acquario afflitto da una qualche frustrazione persistente, proprio perchè il loro muoversi psicologico è veloce e volto a trovare 'soluzioni nuove' e autonome a qualsiasi ostacolo o blocco anche quando sono 'apparentemente' fermi su qualcosa 'vanno avanti da un'altra' dato che sono eclettici di fuori e di dentro.
Inoltre dato che l'Uraniano affronta il cambiamento volentieri quando una finalità non gli dà possibilità di espressione la può cambiare con disinvoltura anche opportunistica.
Sono costantemente in 'movimento'....
Il che secondo me impedisce il crearsi delle frustrazioni persistenti che affliggono altri segni più lenti a cambiare gli obbiettivi interni o esterni.

E' quello che cercavo di dire in un post, non si possono capire davvero fino in fondo i meccanismi Acquariani ragionando da Scorpione o altro segno, come al pari risulta difficile il contrario.

Essendo una Leona Uraniana ragiono con dinamiche anche acquariane inevitabilmente.
L'acquario se ne frega del plauso pubblico non gli importa che la sua genialità abbia riconoscimenti trova soddifazione nell'esprimerla nel fare scoperte che altri non fanno , invenzioni che magari nessuno vedrà anche mai.
Ho un marito Acquario sempre alle prese con qualche ingegnosità tecnico/costruttiva senza altra finalità che il piacere personale di 'riuscire a farlo da solo'.
Inoltre l'uraniano ha spesso 'mille' interessi in costante variabilità quindi non può portarsi dietro il peso di 'frustrazioni' rallentanti, non a caso tende a rimanere costantemente molto 'giovane di spirito'.

Chiaro che poi ci sono tutte le variabili, mi è capitato di conoscerne uno noiosissimo tanto tempo fà, mi pare avesse anche as. gemelli, avrebbe dovuto essere un tipo frizzantissimo invece era un'inquadrato, purtroppo non ricordo il suo tema per fare ipotesi su da dove potesse derivare questa inclinazione, forse era emersa più la parte legata a saturno o il suo urano era in un segno Bilancino tendente al formalismo.

Il mio segno Leone ha faticato a scrollarsi di dosso il peso di un qualcosa che ha interrotto un progetto ambito, perciò dicevo che mi ha sorretta in quel frangente proprio la parte Uraniana che ragiona da acquario e che ha trovato altre dimensioni.





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 3 febbraio 2013
Si, i post si sono accavallati velocemente, difficile ora a memoria venirne a capo :)

Per il tuo ultimo Deva, ci stà quello che dici ma non è un problema solo dell'uraniano in se, quello che segnali è un problema di 'espressione' di tutti i pianeti.

Anche un gioviano, un plutonico, un mercuriano, un nettuniano, un saturniano, un venusiano può non crescere e andare incontro a mancate realizzazioni, e poi c'è sempre il limite di chiedersi chi 'decide' se la tua crescita è avvenuta o no nel modo in cui doveva avvenire, da cosa lo deduci se non conosci a fondo la persona stessa???
Da un 'modello'( ma stabilito da quale 'ente' superiore) a cui tu per forza devi 'aderire'?

E poi la reazione può non essere affatto di 'frustrazione' se certe comprensioni avvengono in te rispetto a certe cose e chiaro intendo per ogni pianeta.

Ad esempio per restare sull'Uraniano ha molta più facilità di adattarsi ai 'mutamenti' anche dei suoi propri obbiettivi e della sua vita, rispetto ad altri per esempio.
Infatti se devo fare un esempio personale è stata proprio la parte Uraniana ( e nettuniana) che ha sorretto il mio Sole Leonino.
Mia madre tanto per dire è una Scorpione superplutonica as. Bilancia Luna cancro, non ha nulla di Uraniano, anzi l'innovazione la diversità, l'ha sempre 'terrorizzata', il risultato è che stata e rimasta 'frustratissima' perchè incastrata nell' incapacità a mutare idee e moduli di pensiero e vita.

Mi pare che in certe visioni senza 'aperture' del tipo 'è così è punto' ci sia sempre una sorta di 'presunzione' di consapevolezze anche un pò troppo 'stereotipate'.
Credo che la multiformità di aspetti consenta tante variabili anche nella tipologie di crescita come di mancata crescita del resto.
Non a caso si dice che il mondo sia bello perchè vario, migliorarsi spero non voglia dire credere illusoriamente di poter diventare 'perfetti' :)!!!

X Massi:
mi pare di aver colto che dicevi di non capire perchè morpurgo mette luna in 12a casa, in effetti la Luna per l'esattezza è esaltata in Pesci ( il segno) ma morpurgo stessa diceva che le analogie di segno e di casa non coincidono sempre ( dunque tecnicamente non è esatto dire luna in 12a).
Lo schema delle attribuzioni Primaria Base ed Esaltazione segue caratteri 'femminili' e 'maschili', in pesci hai Nettuno Giove e Luna ( tutti femminili)
Lo schema ha solo due eccezioni: l'Urano in Vergine con altri due maschili e il Saturno in Bilancia con altri due femminili.
E' significativo probabilmente però che questi siano entrambi 'controluminari' , Urano lo è del Sole, Saturno della Luna.

Già che ci sono per associazione di idee vi segnalo un articolo di Lidia:
"La solitudine della conoscenza" che cita proprio i due pianeti Acquariani 'urano e saturno'.
Ah, x Deva, in effetti in questo articolo sono anche citati i vari indicativi di 'crescita personale' stabiliti come orientamento dalla 'psicologia' sintetizzati in 6 punti.

Continuo x Massi......
L'altra strana eccezione sono i pianeti in 'trasparenza' che paiono non seguire nemmeno logiche inverse, ma la stessa Lisa M. aveva detto che questa era una 'proposta' ( molto uraniana :) di lavoro che poi altri avrebbero benissimo potuto 'perfezionare'.

Per ciò che tu mi hai chiesto Massi, devo dire che a volte non si afferrano le 'associazioni' che stai seguendo che paiono a volte 'anomale' rispetto a certi fondamenti dell'astrologia.
Però, come avevo cercato di far capire, parto dal presupposto che se anche a me o ad altri possono non essere 'chiare' certe associazioni che tu fai, presumo che siano 'funzionanti' rispetto alle 'tue' logiche e impostazioni di pensiero.
Deva ha in genere logiche 'rigorose' tuttavia anche nel suo caso quelle logiche 'funzionano molto bene per lei' nell'ambito della sua impostazione di pensiero e carattere.
Idem per altri si intende :)

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 3 febbraio 2013
@ALIX

Riguardo a quanto ho detto degli uraniani, volevo sottolineare un "limite" che, spesso, gli appartiene. Come ci sono limiti potenziali che appartengono a tutti i segni.

Ma sai che io sono fissata con la crescita. E la crescita parte dalla consapevolezza dei limiti.

L'uraniano che si rende conto che prima di mettere in discussione il sistema bisogna conoscerlo a fondo (e non aderirvi necessariamente) sta realizzando al meglio se stesso e le sue potenzialità sia per sè, che per il mondo se effettivamente ha qualcosa di innovativo da dare.

In caso contrario arriverà al termine della sua vita, senza aver realizzato nulla con gran frustrazione e senso di sconfitta e si senterà pure incompreso e arrabbiato perchè spesso "l'uraniano irrisolto" (chiamiamolo così) è convinto che siano gli altri ad impedirgli quelle grandi imprese che nella sua testa sono già reali.

E' tra realtà e ideli che l'uraniano deve riuscire a trovare il giusto equilibrio.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 2 febbraio 2013
Inserisco l'ultimo e poi vi lascio.

Dove hai trovato i dati di Lidia???? sono sempre stata curiosa di vedere il suo tema ma non li avevo trovati completi di orario.
Sapevo solo qualche suo dato tipo il sole capricorno, luna leone con plutone in 5a, as. ariete se non sbaglio.

Deva quello che dici è vero per chi come Lidia vuole 'insegnare' la materia, farne anche una università del genere.
Chiaro che deve essere se crede innovativa ma avere una 'struttura' che ha radici in una tradizione consolidata e riconosciuta.

Chi scrive un libro può farlo anche solo come 'proposta' se viene accolto bene se no non fà certo grandi danni, anche perchè se la proposta non è accolta da un vasto pubblico finisce per esaurirsi da se.

E' anche vero e da considerare, per altri versi, che certe intuizioni Uraniane sono spesso 'troppo' in anticipo sui tempi.
Guarda il caso di Tesla!!! Piuttosto emblematico, con idee che vengono solo ora rivalutate.

Il che significa che le idee non è che non avessero una loro struttura ( del resto in acquario oltre Urano è presente saturno= struttura) ma che 'i tempi' non erano ancora in gradi di 'accoglierle' in quanto 'strutture diverse'.
A volte se noti vengono proposte anche forme di design o architettura 'troppo innovative' per i tempi, prima di essere 'capite' da tutti, molto dopo.

E che non si possa 'ribaltare' lo status quò prima di averlo trasformato in carne e sangue è una forma mentis che 'non funziona' per certe altre cose, a meno di non voler diventare vittime consenzienti e collaborative di stati di cose in via di degenerazione critica.
Si svegli chi può ;)

Diciamo che Lidia forse è un fortunato mix, non tutti gli Uraniani sono equilibrati come lei certo, ma se non ci fossero anche tutte le altre tipologie il mondo sarebbe ancora più indietro di quanto non sia :D

Gli Uraniani sono sempre quelli in prima fila ad abbracciare il nuovo che emerge, questo comporta anche 'coraggio'non sarebbe da dimenticare.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito sabato 2 febbraio 2013
scusate la ripetizione del post...che stia diventando presenzialista? Deva a proposito della molteplicità della vita profonda che Plutone può tirare fuori. Proprio perché è molteplice è impossibile o quasi, a meno che non si posseggano degli spunti decisivi, prevedere l'esatto effetto materiale del passaggio di Plutone. Possiamo dire: un pò di roba verrà a galla, morirà e darà lo spunto (fecondazione ) a un altro aspetto o visione della vita e cioè quello che si dice trasformazione. A volte la faccenda è così sottile che neanche ce ne accorgiamo. A volte invece il passaggio di Plutone è dirompente e visibilissimo nei suoi effetti. Questo perché? A mio avviso è il gioco Kharma- Dharma a farla da padrone e questo gioco è del tutto personale.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 2 febbraio 2013
per Massimo e Alix...non capisco bene a quale post si riferiscono le vostre risposte...mi sono un po' persa...comunque...

@MASSIMO

No..non centra la vita Karmica...comunque..boh, guarda, mi sa che sei troppo avanti per me...non ti seguo proprio ;)

@ALIX

Alix...nemmeno te riesco a seguirti (ma vi siete messi d'accordo..??...ah...ah..)

Mi fai un sacco di esempi di simboli e poi mi dici (in sostanza, se ho capito) come faccio a sapere se l'attribuzione che faccio ( che faccio io ?? boh) del simbolo abbia validità, non conoscendo l'universo dell'altro ??

L'astrologia, Alix è un SISTEMA simbolico...non sono simboli messi li a casaccio e non sono nemmeno messi li a discrezione dell'astrologo (a parte Massimo :D ) e quindi non certo a discrezione mia;

Alix...scusa, ma che dici ?? non ti seguo proprio.

Il simbolo ha tante sfaccettature che poi ovviamente devono essere calate nella realtà della vita vissuta.

Per esempio il mio plutone quadrato a luna mercurio...per me è stato difficilissimo calarlo nella MIA vita vissuta perchè, ai tempi nel sito di Lidia, mi ricordo che si collegava spesso plutone all'Ade, agli inferi...e io dicevo..."ma santo cielo...sti inferi nella mia infanzia in che modo si sono manifestati ? "

E non capivo...non mi tornava...non riuscivo a collegare sta definizione alla mia esperienza.

E questo proprio perchè plutone è estremamente complesso e ogni definizione non è mai esaustiva (come per tutti i pianeti, in realtà) ...e solo quando ho cominciato ad andare oltre questa definizione...mi si è accesa la scintilla è ho VISTO cosa rappresentava quel plutone.

Quindi...forse intendevi questo ? certo che il simbolo concretamente può manifestarsi in una miriade di forme, e chi ha mai detto il contrario Alix ?? ma è proprio per questo che dobbiamo essere rigorosi nelle attribuzioni se no...ci si perde.

lara







-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 2 febbraio 2013
X Massi:
se non mi giunge un concetto te lo dico, la mia riflessione riguardava esclusivamente il fatto che ognuno ha il suo stile espositivo :)
Il tuo sembra seguire gli eclettismi acquariani.
E infatti è interessante perchè propone una visione non solita dell'astrologia tanto è che ne hai trovato una nuova definizione di 'naturalistica'.
Deva applica logiche ferree di solito, infatti mi stupisco quando sembrano mancare perchè non è nel suo stile.
In quanto a me credo che a volte gli agli altri mi avvertano come 'vagare senza meta' dato che seguo creativamente gli estri ,le ispirazioni e illuminazioni improvvise uraniane :D

Per come la penso io il valore della 'collaborazione' tra persone risiede proprio in questo, avendo caratteristiche diverse che 'partecipano' delle definizioni e rifinuture, il 'risultato' che ne scaturisce diviene più ' ricco e completo'.
:)


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito sabato 2 febbraio 2013
Per Deva. ma io non metto in discussione in toto l'astrologia. Io parlo dei principi sulla quale si fonda. La Morpurgo è una grande, a mio avviso però ha toppato quando ha visto la luna come 12 e da lì parte un casino... Comunque per tornare ai principi mi dici secondo te da dove provengono i segni zodiacali? Chi li ha inventati e perché sono dodici? Tanto per approfondire la conoscenza. per quanto riguarda Plutone i suoi principi sono l'espulsione dal profondo di materiale fecondo che allo stesso tempo è una morte. Quel molto di più che dici tu è la vita Karmica depositata dentro di noi. Nel momento in cui ne tiriamo fuori un pezzo questo muore e feconderà altra vita. Non so se mi capisci. Tanto per continuare a rompere... Le esaltazioni della Morpurgo non rispettano le solite opposizioni, mh mh...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 2 febbraio 2013
Il problema Deva nasce solo dal contesto di conoscenze interiori in cui và a inserirsi una simbologia.

Se per esempio cito la 'svastica' la maggior parte delle persone penseranno al 'nazismo' che la utilizzò.

Ma la svastica non era un simbolo inventato da loro, fu solo utilizzata come loro 'simbolo'.

Chi sà , quindi 'conosce' che la svastica è un simbolo tra i più antichi (come il cerchio con il punto al centro), sà che è la 'rappresentazione simbolica' della 'nostra' galassia che è fatta così : con 4 bracci levogiri uncinati.

Chiaro che se una persona non 'conosce' questa versione del 'simbolo' molto più 'estesa' aggancerà le analogie ad un periodo storico piuttosto che come faccio io all'Universo.

Piuttosto ci sarebbe che le persone comincino a chiedersi più spesso e seriamente come è che simboli precedenti a conoscenze umane su questioni 'cosmiche' scoperte solo millenni e millenni dopo, fossero già noti nella storia veramente più antica....ma questo è altro lungo discorso.

Torniamo al valore del 'simbolo' che può avere similitudini universali ma anche prendere percorsi tutti 'personali' o almeno 'valenze' tutte personali che magari gli 'altri' non sanno interpretare bene perchè sono del tutto proprie.

Questo tra l'altro è uno dei fondamenti della 'psicologia quantistica' che avevo citato già a Kla anni fà, non puoi capire l'interiorità di una persona se prima non ne capti le valenze, proprio perchè gli stessi simboli 'mutano' di sostanza.

Ti faccio un altro esempio più giocoso:
chiudi le dita della mano lasciando tesi pollice e mignoletto.
Ti dice qualcosa a te? Scommetterei di no :)

Questo è un 'simbolo'molto conosciuto lo sapevi???:
se lo mostri a un 'non udente' è una Ypsilon.
Se lo mostri a certe persone sanno che era nato come saluto dei Kiters, gli 'aquilonisti' e non a caso, perchè per tenere le due manettine degli aquiloni la mano assumeva quella posizione, ora ha già conquistato più aree, anche chi kiter non è si saluta così, quindi un 'simbolo' partito da un'area circoscritta un ventennio fà, è già diventato più noto e universale.

Se lo mostri ad un anziano pensa che gli dici di telefonarti, dato che era il gesto per la cornetta del telefono prima dell'avvento dei cellulari.

Capisci dunque come può lo stesso simbolo assumere 'connotati' anche differenti secondo contestualismi?

Se tu Deva non conosci, perchè non l'hai approfondito, come e quale sia l'universo dell'altro come fai a dire che le tue 'attribuzioni' al simbolo abbiano più validità o più 'profondità' o più sostanza ???

Chi ti dice che non sia invece che tu spesso non 'cogli' la profondità di un qualcosa presente negli altri che può andare persino molto oltre quello che tu pensi, se pur 'rappresentato' da qualcosa di semplice per 'farlo arrivare' meglio a più destinazioni ???

Certo che l'astrologia ha dei simboli comuni ma proprio per l'interesse per l'astrologia si conta che la persone appassionate inquadrino più facilmente di altre in un concetto 'base' (come può benissimo essere un esempio facile) un'estensione 'enorme' 'immensa' del concetto stesso.

Inoltre guardacaso plutone/pulsione fa parte di uno degli assi con un simbolo X ancora spesso 'trascurato' e non del tutto metabolizzato, ed è chiaro che la funzioni degli assi abbiano dei collegamenti molto profondi tra i simboli stessi.
Ti faccio notare che infatti io lo sentivo presente con un qualche tipo di ruolo annesso mentre tu non l'hai nemmeno considerato.

L'altro è il vergine/pesci se ci pensi in genere utilizziamo mercurio o urano ma sarebbe Ypsilon Eolo che ha la sua sede primaria da considerare in primis.
Solo che essendo un simbolo ancora del tutto 'estraneo' ignoto, invisibile, non riusciamo a farci sopra tante considerazioni, non lo vediamo.

Comunque Deva queste discussioni sono utili anche per 'autochiarirsi' dei concetti che a volte si 'captano' senza però riuscire a dargli una forma più definita.

:)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito sabato 2 febbraio 2013
Per Deva. ma io non metto in discussione in toto l'astrologia. Io parlo dei principi sulla quale si fonda. La Morpurgo è una grande, a mio avviso però ha toppato quando ha visto la luna come 12 e da lì parte un casino... Comunque per tornare ai principi mi dici secondo te da dove provengono i segni zodiacali? Chi li ha inventati e perché sono dodici? Tanto per approfondire la conoscenza. per quanto riguarda Plutone i suoi principi sono l'espulsione dal profondo di materiale fecondo che allo stesso tempo è una morte. Quel molto di più che dici tu è la vita Karmica depositata dentro di noi. Nel momento in cui ne tiriamo fuori un pezzo questo muore e feconderà altra vita. Non so se mi capisci. Tanto per continuare a rompere... Le esaltazioni della Morpurgo non rispettano le solite opposizioni, mh mh...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 2 febbraio 2013
@MASSIMO

Scusa Massimo, tu mi sei pure simpatico...ma il punto è che non si può insegnare qualcosa che non si conosce (visto che hai scritto un libro...).

Ribadisco che plutone è MOLTO di più del materiale fecondativo...

Se dici...no questo è troppo difficile da capire, stai dicendo "non voglio scendere dove plutone è di casa" visto che questo pianeta va sempre in profondità, non si ferma certo alla superfice….quindi, che conoscenza è questa ??

@ALIX

cara Alix....

Approposito degli aquariani...io ne conosco di diversi (e spero non siano tutti così...eh...eh...). C'è questa tendenza, confermata da Massimo, a mettere sempre in discussione lo status quo. E questo va pure bene. Ben vengano personaggi che ci traghettano in un futuro migliore, con valori diversi e nuovi, certamente.

Il punto è che c'è sempre questa incredibile difficoltà nel gestire quella "struttura" che prima di essere superata deve essere ben introiettata e consapevolizzata altrimenti c'è solo caos e anarchia.

Un uraniana doc è proprio Lidia Fassio. Lei è capricorno (e questo è significativo) ma urano gli tocca tutti i pianeti personali, e quindi lei ha fatto la sua rivoluzione nell'astrologia, ma non prima di aver FATTO SUA l'astrologia proposta dalla Morpurgo, di cui è stata allieva.

Non si può mettere in discussione un sistema, finchè questo sistema non è diventato carne e sangue…solo allora lo puoi smantellare e crearne uno nuovo….altrimenti….sono capaci tutti ;)

@LARA

Sono d'accordo con quanto dici :)

ciao

lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito sabato 2 febbraio 2013
Come si dice, daje e daje la cipolla diventa aglie e cominciamo a capirci. E' giusto quello che dici. tra sapienti basta una formula spiccia per capirsi. Lo sa che la prima volta che andai a lavorare con i muratori mi dovettero spiegare il martello con le stesse parole che hai usato tu? E' che la mia luna in vergine a volte esagera. Ed è anche forse il bisogno di schermare dialetticamente per conoscersi meglio. certo sul blog è un po più lento il processo... Plutone in 11 casa, quadrata a luna e mercurio in seconda, adesso si capisce..... quanto può essere difficile capire il significato di plutone. eh eh eh. bel groviglio da tirare fuori.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di mas
inserito sabato 2 febbraio 2013
per alix. Mi piacerebbe sapere quali cose non condividi dei miei discorsi. Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 2 febbraio 2013
Aggiungo una cosa, proprio sulle 'parole', se uno annette alla parola 'desiderio' un significato su larga scala e l'altro solo su piccola scala è chiaro che poi non ci si capisce.

Il problema infatti stà tutto nelle definizioni personali, per me Venere è l'attrattiva, la forza di attrazione che è legata anche in senso profondo a X Eris( ovaie)
contrapposte a Plutone ( spermatozoi).
La stessa attrazione che esercita su di noi per esempio l'idea di poter colonizzare altri mondi, attrazione che crea la 'spinta desiderio' di conoscere l'universo.
In senso endogeno la pulsione è equiparata anche al 'bisogno' il formarsi di una condizione che crea un desiderio fortissimo, e ciò che elimina il bisogno è il soddisfacimento.
Perchè l'uomo ha un così forte anelito a cercare di penetrare i misteri dell'universo?
Brama/desiderio/pulsione che non può trovare ultima soddisfazione e dunque continua a 'spingere' verso.
A qualunque cosa tu voglia applicare la questione fondamentalmente il 'desiderio' pare una spinta di partenza.

Anche della ricerca spirituale visto che citate entrambe Nettuno, come forma di inequivocabile 'bisogno interiore'.


X Massi:
Aaaahhh un'altro fan Led Zeppeliano.... e bravo...
Visto il concert movie ???
Quello era Rock.....;) Evvai.... Peccato non esista ancora una TIME MACHINE .
Ora i superchitarristi son fin troppo 'tecnici' troppa perfezione....a scapito di Anima ed Emozione pura.

Circa il tuo discorso MAX, c'è infatti da considerare che i molto segnati come noi da Acquario o Pesci e pianeti relativi Urano-Nettuno hanno 'logiche' che a volte agli altri paiono 'illogiche' perchè se devono andare da 1 a 10 non seguono la 'sequenza'.
Saltano 'ecletticamente' da un numero all'altro e dunque risultano più comprensibili solo a chi ha 'funzione allargate' per vedere nella apparente incoerenza il 'disegno totale' del loro pensiero.
Non sò se hai mai visto quelle 'stereografie' che paiono disegni senza senso e che invece se li 'osservi concentrato' improvvisamente emerge un disegno 'perfettamente definito'.
Quì tempo fà c'era anche la Kla a parte me che era così, infatti era Pesci as. Leone con Luna Acquario.
Risultiamo anomali persino tra noi, perchè và osservato per un pò il 'disegno' che per ognuno è ovviamente 'personale unico' prima di comprendersi dato che i balzi 'collegati' di sequenza non sono uguali per tutti.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di mas
inserito sabato 2 febbraio 2013
per Deva. Infatti freud dice verità indiscutibili perché è un essere superiore. peccato che io ritenga i superiori degli esseri incomprensibili. non è colpa di nessuno, è proprio la non comprensione tra le parti a determinare la superiorità. a me piace invece farmi capire e cerco di stare su un piano accessibile a tutti perché credo che l'astrologia dovrebbe essere appannaggio di tutti e senza l'intermediazione dei superiori sapienti. Quando tu mi parli dello scorpione definendolo con " pulsioni dal profondo di noi stessi" mi stai dicendo qualcosa di vago che io non riesco a capire appieno. Se io ti dico che lo scorpione rappresenta il principio maschile che vediamo nell'espulsione dal profondo di noi stessi del materiale fecondativo della vita che è anche collegato alla morte come si capisce benissimo guardando a cosa succede alle piante in natura nel mese di ottobre- novembre, ebbene sto dicendo una cosa che solo un cieco, un sordo o uno che non vuole capire, non capirebbe. E' per questo che a volte mi viene in mente di chiamare l'astrologia come la vedo io, astrologia
materiale. perché l'astrologia non è altro che la vita come la vediamo sotto gli occhi tutti i giorni. Diciamo che c'è chi la vede meglio e chi non la vede e neanche si rende conto di cosa sta passando. e la vita si sa è una perenne scoperta e conquista sennò non esisterebbero gli acquari. Anche a me piace scherzare...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 2 febbraio 2013


"Desiderio" è un sostantivo...accidenti...

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 2 febbraio 2013
@ALIX

Bene...il fatto che ci siamo capite mi conforta :).

NOn vorrei aggiungere altro per non spezzare l'incantesimo eh...eh...

Ma lo aggiungo...

Alix...tutta questa discussione è partita dall'attribuzione di - desiderio - alla motivazione dell'agire di plutone.

Io qui dico NO....se devo dare UN aggettivo ad un pianeta, considerato che gli aggettivi attribuibili ad un pianeta sono tantissimi....a plutone non associo il desiderio...perchè a questo punto che UNICO aggettivo potrei associare alla venere toro ??

Era semplicemente questo, Alix.

Quindi non era una questione di assi. Era una questione di attribuire alle funzioni definizioni il più precise possibili.

@MASSIMO

Ti apprezzo perchè sei, comunque, umile.

Ma non si tratta di superiorità o inferiorità, Massimo...si tratta di comunicare con le parole appropriate nel contesto di un argomento.

Un muratore per dire martello non è che dice "quella cosa con un manico e un pezzo di ferro attaccato sopra"...ed è un muratore non un ingegnere, quindi semplicemente usa i termini appropriati nel contesto della sua attività.

Considera che plutone è stato scoperto proprio nel periodo in cui Freud ha iniziato a praticare la psicanalisi, quindi si è iniziato a scendere nel profondo, nell'inconscio e da qui deriva una delle connessioni plutone - pulsioni...plutone- inconscio.

Io non è che parlo di plutone pulsioni con il mio vicino di casa, con i miei colleghi...e nemmeno con mio marito perchè mi guarderebbero strana...ma in un contesto astrologico, si...e mi aspetto di essere capita da qualsiasi "mente normale" come dici tu. ;)

Poi plutone e lo scorpione sono le valenze in assoluto, più difficili da comprendere dello zodiaco...io ci ho messo mesi, mesi e mesi a interrogarmi continuamente anche perchè io ho un plutone in XI quadrato a luna mercurio in II, di cui, credimi, non avrei colto il significato se definissi plutone come "espulsione di materiale fecondante"...plutone è molto di più e molto altro...

ciao

lara






-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito venerdì 1 febbraio 2013
Le pulsioni appartengono all'inconscio profondo, "spinte" interiori ineludibili che scuotono per imporre un mutamento di condizione. Sono loro che fanno emergere la nostra ombra.
Astrologicamente restano dunque nel territorio di Plutone.

I desideri appartengono all'io conscio come attrazione verso ciò che si ritiene piacevole e gratificante. Astrologicamente sono quindi nel territorio di Venere.

Desiderio: dal latino desiderium: rimpianto, attesa; letteralmente (de-sidera): nostalgia delle stelle.

Pulsione: dal latino pulsus: impulso, spinta; "pulsus venarum": il battere del sangue nelle vene.

Personalmente, ritengo che chi ha vissuto con intensità un transito di Plutone ai propri pianeti personali non dovrebbe avere difficoltà a comprendere la distinzione e la distanza tra le pulsioni plutoniane e tutto il resto.

saluti
Lara


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 1 febbraio 2013
Ho capito Deva, ma in genere sei più tu che segui le logiche.
Vogliamo dire che la parola 'desiderio' può avere 'intensità e livelli' differenti, per me è ok, ci può stare bene.
Ma se dobbiamo fare un ragionamento astro che implica lo stesso asse, X Eris Toro stà in linea con plutone scorpione, Venere Toro con Marte Scorpione.
Non puoi fare un ragionamento sulla pulsione cooinvolgendo Venere con Plutone in maniera diretta secondo me, non stà su una logica di asse.
Vogliamo dire che X abbinato a Venere nello stesso segno toro indichi un tipo di desiderio meno 'forte', ti và bene ???
Mentre plutone marte un desiderio che assume i contorni di 'brama', ok, ma un'asse coinvolge aspetti similari uguali ed opposti.
Secondo me c'è un problema di attribuzione di diverso 'peso' alla parola, credo sia solo una questione di 'intensità' graduali o proprio di attribuzione differente di 'significati profondi' o di definizioni.
Scusa eh ma se consideri le Pulsioni regno di Plutone, indipendentemente se tu vuoi considerarle o definirle desideri o meno, non puoi ignorare il suo vero contraltare che è X Eris e non venere.
Comunque è la psicologia che mi è parso definisce la 'pulsione' una spinta libidica, indipendentemente se poi vuoi annettergli interpretazioni Sessual/freudiane o Spiritual/junghiane.
La 'spinta propulsiva' credo rimanga la stessa, il 'desiderio' o come vuoi chiamarlo a preferenza tua nei suoi vari gradi di intensità.





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di mas
inserito venerdì 1 febbraio 2013
per Deva. Una volta amavo definire una quadratura come un motore sbiellato. E un nettuno particolarmente incisivo tanto da costituire una bella subpersonalità, un nettuno in fuorigioco.
nella mia vita ho letto incommensurabilmente troppo poco rispetto a quello che avrei dovuto fare. Infatti fin da bambino i professori mi catalogavano con un, molto intelligente quanto negligente.
il bello è che mi ritrovo spesso a scoprire verità che poi sono già state ovviamente pensate. ma saltando le tappe della conoacenza si saltano anche le scorie mortali che la cultura ufficiale ha imposto a tutti. discorso complicato ma fa niente. vedi Deva essere ferrati in una materia non significa essere superiori. superiori lo si è solamente quando si è incapaci di trasmettere facilmente i saperi della materia. Questo vale anche nella vita in generale. due si ritengono superiori uno verso l'altro quando non si capiscono. Quando tu dici che plutone sono le pulsioni dal profondo non stai dicendo nulla che sia comprensibile a una mente normale. Se io parto dal concetto base che Plutone è l'espulsione di materiale fecondante che nello stesso tempo è un momento di morte e questo abbinamento lo spiego con ciò che succede in natura e in numerosi aspetti della vita, vediamo che la gente capisce il significato. Io credo in fondo che noi non ci stiamo capendo e probabilmente la colpa è del nostro Nettuno che sta guardando film diversi. Come quello che mi è successo tanti anni fa quando ero ragazzo. Eravamo in vacanza con una bella comitiva e girovagavamo come zingari in giro per l'Italia. Una sera ci accampammo sulle rive di un torrente e tra bevute e fumatine cominciammo a sentire chiaramente la musica del led zeppelin fuoriuscire dall'acqua scrosciante del torrente. Il giorno seguente ci spostammo sulla cima di una
montagna e trovammo una fonte d'acqua. Ci accampammo di nuovo e tirammo fuori un'altra volta l'armamentario con cui ci sollazzavamo. Dopo un pò ricominciò la musica dei led zeppelin. La stessa canzone della sera prima scrosciava nuovamente dai gorghi di questo nuovo torrente. Da quel giorno ho imparato che i torrenti di quella parte d'Italia stanno in fissa con i Led zeppelin.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 1 febbraio 2013
@ALIX

Cosa centra la X come domicilio base del toro se stavamo parlando del desiderio legato alla venere toro.

Alix, stiamo parlando di valenze da attribuire in modo specifico, non si tratta di perdersi sulle parole che, in certi ambiti e contesti, possono essere usate come sinonimi.

Se dico "profondo desiderio" o desiderio irrefrenabile... non mi sto più riferendo alla venere toro...ci siamo ??

E' come se vai a fare shopping. Guardi negli scaffali e desideri acquistare ciò che in quel momento ti colpisce....in questo caso è il desiderio di venere.
Se invece hai bisogno di andare a fare shopping ogni giorno perchè sei spinto da motivazioni profonde che non riesci a controllare...vuoi chiamarlo desiderio..??....va bene, ma qui c'è plutone, direi.

POi, Alix...guarda....non importa...non mi va tanto di stare a puntualizzare su cose che mi sembrano fin troppo evidenti.

per MASSIMO

La pulsione è un concetto Freudiano.

Ma tu i libri li leggi o solo li scrivi.. ;) ..dai, non prendertela....ci schezo un po'


ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 1 febbraio 2013
Intanto un benvenuto a Massimo chiamato di quà :)

Sai Massi che hai un modo di interpretare veramente 'particolare' molto personalizzato, e del resto sei un sole Acquario no, è la tua parte 'innovativa' che si manifesta facendo proposte diversificate, più o meno condivisibili ma cmq 'alternative'.


X Deva:

Il problema è intendersi sulle definioni, se mi parli dell'asse Toro Scorpione intanto per la precisione ,e tu dovresti saperlo, parla di X Eris (istinto della specie) sede primaria x il toro e Plutone pulsione sede primaria in scorpione.

Si è abituate a considerare venere per il toro perchè Eris è meno noto , mi pare strano che tu dimentichi che il suo pianeta primario e X, forse perchè è un elemento simbologia che non sei ancora abituata ad usare, quindi sei tu che sembri 'arenata' sul limite di venere :)

La venere in toro stà in domicilio base, ma se mi adoperi il base per il toro, il base per lo scorpione è marte se devo seguire le logiche di asse astrologica.

A me pare più che siano le tue chele scorpioniche a non mollare certe prese, ma credi davvero che una Uraniana abituata ad essere ultraspaziante non riesca ad andare più oltre a volte persino troppo :) ???

Può essere benissimo che a volte non afferri certe cose e ci stà, ma proprio perchè vado a ricercare in caso di dubbio ho poi visto che la stessa psicologia ritiene la pulsione libidica per traduzione esatta dal latino un : desiderio.
Indipendentemente verso cosa sia orientata, se oggetto, persona, finalità realizzativa.

Poi posso solo ipotizzare il caso che tu attribuisca alla parola 'desiderio' una simbologia tutta personalizzata che suddivide i 'livelli' dello stesso, non sò.

Potrebbe anche essere che tu interpreti il desiderio come qualcosa di diverso perchè lo associ ai tui interessi spirituali buddhisti dove magari la parola assume 'connotazioni' assolutamente diverse.

Non sempre l'universo simbologico è identico per le persone, fai conto che per noi il colore associato al lutto è il nero se vai in oriente è il bianco.
Quindi benchè esistano delle simbologie universali
poi le stesse subiscono variazioni secondo gli universi personali.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito venerdì 1 febbraio 2013
per Deva. le pulsioni sono un necessario e meccanico ritmo e movimento escogitato dal corpo umano per espellere qualcosa. Se e pare proprio che sia così, lo Scorpione e quindi anche Plutone sono il grande principio maschile, l'espulsione regina tra tutte le espulsioni è quella che espelle il materiale fecondante della vita. A questo serve il maschio o no? Visto che la vita comporta anche altre problematiche tra cui il ricambio di materiale vivente pena un sovraffollamento mortale, la vita stessa prevede lungimiratamente questo ricambio sempre attraverso l'uso di una espulsione che provocherà meccanicamente delle pulsioni. Quando il cuore batte si dice che pulsa. Quella pulsione è dovuta alle contrazioni del muscolo che permettono lo stantuffamento ed espulsione del sangue dal cuore stesso. Se intendi qualcos'altro per pulsione sarei lieto se me lo dicesti. A mio avviso cosa è lo Scorpione e Plutone e cosa sono le sue es pulsioni è chiaro.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito venerdì 1 febbraio 2013
per Deva. Mi dispiace Deva ma non ti seguo più, non ci riesco. Non riesco a capire ciò che vuoi dire. Dici che semplifico le cose ma me lo devi dimostrare. Sulla religione buddista non si capisce nulla quello che vuoi dire e sul Plutone neanche. L'affermazione che Plutone è associato alle pulsioni profonde non vuole dire nulla. E' come dire che il gioco del calcio è associato a una palla a cui si danno calci.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 1 febbraio 2013
Alix,

Mi riferisco a quanto dici sia qua che di là e ti dico…che gran confusione !!! Scusa ma tu hai veramente la tendenza ad arenarti e ad insistere su cose ovvie, piuttosto che “mollare la presa” e cercare di aprirti ad una verità più vasta che vada oltre la tua opinione (e qui ci vedo sempre l’opposizione marte nettuno… ;) )

E la cosa ovvia è la differenza su ciò che è superficiale ed effimero come il desiderio (venere) e ciò che è profondo e inconsapevole come la pulsione (plutone).

Poi se per te tra il toro e lo scorpione non ci sono sostanziali differenze….va bene, mi sembrano inutili altre considerazioni.

Per MASSIMO

Massimo…che dire….banalizzare il buddismo come hai fatto tu, mi sembra un po’ semplicistico.

Il buddismo non nega il desiderio ma piuttosto si focalizza proprio sulla sua natura effimera e illusoria che ci fa girare all‘infinito alla ricerca del piacere, negando e fuggendo dal dolore quindi dividendo la realtà in modo dualistico.

Anche riguardo a plutone come es-pulsione…Massimo, non focalizzarti sulle definizioni superficiali, perché in questo modo ti sfugge il senso profondo di questo pianeta.

Che plutone sia associato a tutte le espulsioni del nostro corpo, riguarda il fatto che governa tutto ciò che è profondo e che dal profondo emerge.


lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito giovedì 31 gennaio 2013
per Deva. Scusami se c'è un passo incomprensibile e cioè l'accoppiamento giove-x prima e l'accoppiamento venere-x dopo. In questo caso è una sovrapposizione di due discorsi diversi che adesso è lunga da spiegare. per quanto riguarda il riferimento alla fisicità del corpo umano è valido l'accoppiamento venere-x. ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito giovedì 31 gennaio 2013
per Deva. Il fatto è che il semplice termine pulsione non mi dice niente. Se invece ci aggiungiamo davanti la particella es allora la cosa si comincia a capire. Io mi picco di aver capito bene cosa sono i segni zodiacali e i pianeti corrispondenti. probabilmente anzi sicuramente non ne conosco tutte le varie derivazioni che ne scaturiscono, anche perché per capirle tutte ci vuole un immenso studio che io non ho fatto e lo riconosco. Ma cosa sono i segni e i pianeti ci sono arrivato. Anche perché lo vediamo benissimo nei cicli associati a gran parte della vita. La dualità nasce con il sole che è l'Io, il generatore e creatore unico che si unisce alla luna che l'altra parte. la luna è la realtà con l'io dentro. I due sono collegati tramite la comunicazione di mercurio e il risultato è l'unione, Venere. Venere è l'unione tra due e tutto ciò che porta all'unione e cioè bellezza e disponibilità.Ora che le due parti sono unite la vita può cominciare e si comincia ad agire, marte.Cè l'inevitabile aspansione, giove. Ed infine si arriva alla meta, il punto di arrivo, Saturno. Sole e luna sono il principio maschio-femmina. Il principio creatore e la realtà fisica con il principio dentro. I cinque pianeti visibili ad occhio sono collegati alla luna e cioè alla realtà che vediamo. Ed infatti sono principi che capiamo e vediamo facilmente. I cinque pianeti invisibili sono principi collegati al sole e quindi all'Io e sono molto più profondi. Sono come il movente dei rispettivi cinque pianeti visibili. Il movente di Mercurio è urano. Il movente di venere è nettuno. Il movente di marte è plutone. Il movente di giove è X. Il movente di saturno è Y. Hai fatto caso che se noi uniamo con una linea queste coppie uscirà il disegno dell'uomo a braccia e gambe larghe? nel caso di venere Plutone. Sarebbe meglio capire prima la coppia Marte- Plutone e poi la coppia venere-X. Marte è il pene che serve all'azione. Plutone sono i testicoli da cui parte il movente dell'azione e cioè la fecondazione maschile. Nel caso di venere-X, venere è la vagina che serve ad accogliere l'altro, X è l'utero da cui parte il movente della disponibilità per produrre nuova vita. L'utero è il laboratorio della fertilità femminile dove la materia viene incrementata.Due cellule, poi quattro, poi otto... Torniamo a Plutone... Più che pulsione direi espulsione. dello sperma nello specifico. Ma anche la morte è un espulsione dal profondo del corpo di qualcosa chiamata anima. Lo scorpione è ben difficile da capire, un pò come tutti i segni d'acqua daltronde. I silenzi, lo sguardo un pò cupo, il fare segreto e complottardo, poi quando ne cogliete l'attenzione si posa su di voi lo sguardo fisso, conturbante e anche fastidiosamente indagatore.Quello è lo sguardo dell'espulsione, cosa che lo scorpione conosce benissimo. E' il suo mestiere! Io non so se la parola desiderio è esatta. probabilmente no, è solo una parziale definizione, come probabilmente lo è qualsiasi altra definizione. La tua definizione, pulsione, sarebbe stata perfetta se avesse avuta davanti l'aggiunta di es.
Nel caso di venere la definizione giusta è la disponibilità all'altro da cui derivano sentimenti ed atteggiamenti consequenziali, quali il farsi belli, l'essere gentili e sentire attrazione.Esempio pratico di come X sia l'utero: Io ho saturno in capricorno in 2 casa. Saturno come durezza della vita seconda casa toro utero. Il mio sole è in acquario in terza casa. Terza casa gemelli, comunicazione, orecchie. Il sole è quadrato perfettamente a nettuno in 12 casa. Nettuno sacrificio e infezioni. 12 casa sacrificio. Le mie orecchie hanno una infezione dalla nascita che mi da parecchi problemi. Anche un mio fratello dei gemelli di un anno più grande di me aveva lo stesso problema ( ora non c'è più ). Altri fratelli più grandi di parecchio non hanno nessun problema. bene ho fatto le ricerche e ho scoperto che nel periodo in cui io e mio fratello siamo nati nostra madre aveva una grave epatite. Si riconosce in questo caso il mio saturno in seconda casa-utero? Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 31 gennaio 2013
Deva, tu hai perfettamente ragione, certo se lo stesso termine simbolico non è tradotto allo stesso modo non si comunica facilmente come nelle lingue se non le parli esattamente.
Però forse ci sono cose somiglianti che permettono di comprendere lo stesso a meno che non si attribuiscano valori proprio diversi alle questioni.

Ora , vado a vedere come mi interpretano il vocabolo : Desiderio e trovo:
Impulso ( quindi pulsione) volitiva ( volere) diretto ad un qualcosa ( che sia oggetto o persona o caratteristica o quant'altro) nell'intento di 'possederlo' (farlo proprio).
Molto 'simile' a quanto dice la psicologia per 'pulsione' citato di là.

Quindi le traduzioni dei termini Desiderio e Pulsione paiono quantomeno 'equivalersi' molto direi, mgari non lo sono ma sembrano 'gemelle'.
Poi se c'è invece una 'differenziazione' netta che li differenzia in modo 'sostanziale' ne terremo conto meglio.
Da queste due descrizioni da enciclopedia di rete , non vedo differenze 'abissali' tra i due termini.

Magari fai ulteriori esempi che vediamo il punto più a fondo:)

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 31 gennaio 2013
@ALIX

Alix...il punto è che si tratta di fare delle attribuzioni esatte....altrimenti ognuno si fa l'astrologia a suo uso e consumo, ma in questo modo questa disciplina perde il senso di linguaggio universale.

E' come per le lingue straniere. Se si tratta di farsi capire giusto perchè si va all'estero a fare una vacanza...va bene, l'approssimazione ci sta tutta, vanno bene pure i gesti....ma se tu vuoi COMUNICARE con una lingua, ci tieni ad approfondire il significato perchè, a quel punto, una parola non vale l'altra.

Quindi il desiderio è di venere e la pulsione è di plutone.

Se tu mi parli di forte spinta motivazionale non parliamo più di desiderio che è qualcosa di molto più semplice, e superficiale.

In pubblicità, per rimanere sul tuo esempio, il meccanismo è in qualche modo, semplicistico, proprio perchè il desiderio è qualcosa quasi di "meccanico"....tipo, se sei seduto sul divano a guardare la televisione, il tizio che si mangia un bel panino ti fa desiderare di mangiare un panino.

Quindi....non stiamo parlando di "forte spinta motivazionale".

Plutone può essere associato alla passione...che è qualcosa di molto più profondo, non una reazione ad uno stimolo come il desiderio.

Poi se vogliamo andare oltre. Il desiderio/venere di cui ho parlato fino ad ora è legato alla venere toro, mentre il desiderio diventa scelta (quindi c'è consapevolezza e non reazione ad uno stimolo) nella venere bilancia.

ciao

lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 30 gennaio 2013
sempre per MASSIMO

e questo ce lo mostra l'astrologia nella quadratura tra pesci (unità, interezza) e gemelli (pensiero razionale) e sagittario (pensiero analogico).

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 30 gennaio 2013
@MASSIMO

Guarda che è la conoscenza che Dio "condanna" perchè la conoscenza implica la caduta dall' unità al dualismo, quindi la rinuncia a Dio(=unità).

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 30 gennaio 2013
@ALIX

E' mi pareva che mi attribuivi una passione per la psicologia che non c'è e a mio parere non c'è nemmeno tutta questa connessione tra umanistica e psicologia.

Certo che se si guarda dentro di sè si prendono in prestito quegli strumenti che la psicologia ci ha messo a disposizione, ma l'umanistica è altro...è un interezza che va molto oltre la psicologia.


Invece per te e anche per MASSIMO

Alix, un punto importante in astrologia è attribuire le valenze in modo preciso, lo sai che per me questo è molto importane, forse perchè per me è una passione profonda, mentre per te è solo un interesse tra gli altri che ti è da spunto poi per una miriade di connessioni con altre discipline e quindi la precisione non è così fondamentale.

Ma la precisione è necessaria a chi chiede tanto a questa disciplina. Io le chiedo tanto, ma perchè mi dia tanto devo essere rigorosa, altrimenti è caos, approssimazione e non conoscenza.

Ovviamente mi riferivo a plutone e le pulsioni.

ciao

lara








-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 7 gennaio 2013
ciao Greta

sono d'accordo e in linea col tuo approccio all'astrologia.

Quindi, ti direi che è necessaria una certa esperienza e conoscenza tecnica per analizzare una rivoluzione solare. Il semplice fatto che c'è un asc.In XII casa, significa poco.

Quindi, a mio parere, se non conosci bene la tecnica (e nemmeno io la conosco) ti conviene, lasciar perdere la rivoluzione solare, e basarti sui transiti che sono comunque sempre significativi e in termini di crescita personale, sono molto più "rivelatori" perchè ti costringono a guardardi dentro.

Se c'è qualcosa in particolare che vuoi approfondire in termini di transiti in atto, scrivi pure i tuoi dati.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Greta
inserito domenica 6 gennaio 2013
Buongiorno a tutti,
il quesito che vorrei porvi e' su come si concilia l'evoluzione personale/karmica con il calcolo della rivoluzione solare. per essere piu' precisa ho calcolato per me e il mio ragazzo la rivoluzione solare per il 2013 e per entrambi si prospetta un anno con l'ascendente di rivoluzione in XII casa, che a detta di molti e' una posizione da evitare assolutamente. io ho sempre visto l'astrologia come uno strumento per comprendersi meglio e ogni transito difficile come un occasione per crescere e capire/superare qualche aspetto di noi stessi. cercare quindi di scansare attraverso la rivoluzione solare delle prove che in qualche modo ci servono per crescere come individui non rallenta in qualche modo la propria evoluzione personale? conoscete comunque qualche modo per esorcizzare l'asc di RS in XXII casa? grazie mille, Greta
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 12 ottobre 2012
X Rouge:

Meno male se porto fortuna!!! sai..... meglio questa fama che il contrario :)
Bene per questa tua nuova novità, ho detto che trovavo le armoniche interessanti per approfondire le specifiche!
Evidentemente hanno qualche fondamento.
Certo la tua Luna era in 10a anche nel radix e con anche mercurio e sole, ma forse, essendo tutto in Bilancia, sarebbe stato difficile vedere un nesso con un'opportunità di pubblicazioni.
Nell'eleganza di una luna bilancina era possibile individuare piuttosto il genere come inclinazione alla poesia appunto, unendo luna bilancia e luna capricorno tutto si completava.

ciao carissima
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito giovedì 11 ottobre 2012
Alix magari se scrivo qui mi leggi, volevo comunicarti una notizia pazzesca.
Avevi ragione: un editore è interessato a pubblicarmi! Ho preso contatti alla premiazione, e a quanto pare la mia opera è già in esame.
Luna e punto di fortuna in decima, nella quinta armonica (nel tema rx luna sempre in decima ma il punto di fortuna è in prima,in capricorno).
Beh...mi hai portato fortuna!
Ora non so di preciso cosa accadrà, voglio rimanere lucida: in italia è difficilissimo pubblicare poesia, per un esordiente poi ancor di più. In genere le case editrici domandano soldi, ma io non accetterò mai di pagare per vedere la mia opera stampata.
Quindi aspetto, fiduciosa e stupita, ma concentrata e con i piedi ben saldi per terra.
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 29 settembre 2012
Ciao Nannò,
se segui ancora volevo aggiungere che è potenzialmente molto coinvolto con la cucina anche il segno Cancro.
Di frequente gli appartenenti a questo segno ,anche e perfino soprattutto uomini, cucinano davvero benissimo e data la vicinanza con il segno leone anche con molta inventiva.
La vergine credo sia un segno che se è coinvolto con la cucina potrebbe essere connesso con il fatto di farne un business industriale o artigianale.
I vergini hanno spesso tanto il senso degli 'affari', di trasformare un interesse in qualcosa che renda, con l'ausilio della bravura di altri.

ciao ancora
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 27 settembre 2012
Ciao Nannò,

vero va differenziata l'analisi, però la vergine non credo proprio possa avere riferimenti, se non intesa a livello di 'mensa'.
Gli Chef ad alto livello sono persone spesso autenticamente creative, anche se usano alimenti piuttosto che colori e pennelli, forse potrebbe emergere oltrechè il Toro il segno Leone e anche il Sagittario .
Urano Venere Giove Luna ok.
Ho conosciuto un professionista nel settore ristorazione As. Leone e urano in 1a con la 10a professione in Toro, e altra persona stessi dati che possedeva un ristorante.
La vergine nella loro 2a analoga toro.
Forse anche nettuno può incidere per il suo rapporto con i liquidi intesi come vini, immancabili negli accostamenti culinari.
Ci vogliono valori estetici anche, per il decor e la presentazione dei piatti dunque Bilancia.
C'è Cucina con la c maiscula e cucina, la vergine in se, tolto il caso specifico, fà pensare a un tipo di cucina casalinga o da servizio veloce da lavoro appunto, lo snack da bar o cibi 'preconfezionati'.
Conosco anche un Sagittario as. sempre Leone che cucina solo in casa sua e per gli amici o per noi fortunati parenti, ma solo per passione e a livelli assolutamente di un vero Chef professionista di alta qualità.
Cosa che appunto include l'armonia dell'intero menù, l'accostamento dei vini, l'estetica con cui ti viene servito il piatto, il tocco creativo, l'accostamento inaspettato.
Credo che l'alta cucina sia molto simile ad una specie di 'sinfonia' di sapori invece che di suoni.

Un caro saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Nannò
inserito giovedì 27 settembre 2012
Ciao a tutti!
Torno a scrivere su questo blog dopo molti anni, con un una curiosità (dato che questo mi sembra il luogo adatto).
Che cosa è associato, simbolicamente, in astrologia alla cucina?

Pensavo che molto dipende da che cosa si intende con l'attività del cucinare; per esempio, se lo si vive come nutrimento lo collegherei al segno del Toro, alla Luna e a Giove... se invece lo si intende come attività, come passatempo vissuto magari con una certa pignoleria, ad Urano e alla Vergine... si tratta comunque di ipotesi tutte mie, e sarei molto curiosa di sapere come la pensate voi!

A presto,

Nannò
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 26 settembre 2012
Ciao Rouge,
è successo un fatto anomalo, sono improvvisamente 'spariti' dei post, una decina in questa sezione e una quindicina almeno in quella musicale.
perciò chi non si riesce a collegare tutti i giorni si è persa un bel pò.
Ci siamo messi in attesa di vedere se riescono a 'riaggiornare' e anche darci qualche spiegazione!!!

Ti rispondo di là in MUSICA.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito mercoledì 26 settembre 2012
Mi sono persa tra i post!
Alix leggevo del quintile, ma non riesco più a trovare il post nel quale ne hai parlato. Perché dici che nel mio tema ce ne sono tre? Ho visto quello tra saturno e venere, e quello tra giove e plutone. E il terzo dov'è? E soprattutto: cosa significano?
Grazie!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 21 settembre 2012
Deva, non credo sia esatto, io ho un'altra visione rispetto a te anche guardando dentro, e anche estremamente in profondità visto che ho tutti i pianeti personali collegati ai transaturniani in modo armonico, dunque ho anche un accesso istintivo facilitato e forse persino 'ispirato'.
Il mio mondo interiore è proprio diverso, come è diverso il mio giudizio e la mia percezione di quello esteriore.
Quello che sembri non riuscire ad accettare è che chiunque guardi al suo interno, io come altri, non necessariamente giunge alla tua stessa visione delle cose.
Cioè a dire, la tua visione, il tuo sentire, non è un punto dove anche altri devono arrivare per forza perchè se no significa che stanno sbagliando qualcosa o che guardano solo al di fuori e non dentro di se.

Se ti sei sentita di intervenire, hai fatto bene a farlo, non mi aspettavo il tuo post dato che pensavo tu avessi bisogno di un lungo periodo di isolamento, peccato che non partecipi alla discussione sulla Musica, mi spiace anche che non si senta più Kla.

un carissimo saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 21 settembre 2012
Ok, ALIX

va bene, in realtà non avrei nemmeno dovuto intervenire visto che sono cose già dette e ridette e sappiamo le nostre rispettive opinioni, è stato l'impulso del momento.

Tu hai ancora bisogno di guardare fuori, ed è giusto così...

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 20 settembre 2012
Non vedo ancora in questo momento il mio precedente post, comunque volevo aggiungerti Deva che in ciò che avevo indicato non ci vedo affatto i miei contenuti, se calcoli che mia madre è Scorpiona con Luna e Plutone in cancro 10a e Saturno in 4a capricorno con anche Luna quadrata Urano, direi che le analogie calzano più smaccatamente con i suoi di base.
Forse il mio transito attuale di Plutone su Luna in capricorno mi ha solo permesso di coglierli e vederli meglio, più crudamente senza 'sfumature' addolcenti.
Direi che è questa la particolarità dei transiti, non esistono proiezioni, ma l'acquisizione di caratteristiche che ti permettono di vedere cose negli altri che prima non vedevi così 'chiare' e lampanti.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 20 settembre 2012
Odio è una parola che hai usato tu, io l'ho ripetuta ironicamente, ma semplicemente non posso dire che mi è piaciuta perchè non è stata come avrei voluto sin dall'inizio, non c'è altro che debba guardare o riflettere, è una delle tante prese di coscienza e di fatto, la vedo per quel che è, non trasformata dalla fantasia.
Avendo chiara questa cosa sono andata oltre da un bel pò, tu mi hai chiesto se avevo fatto quella riflessione e io ti ho risposto che si l'avevo considerata e analizzata, e come quella ho considerato anche altre cose che riflettono tutt'altre situazioni di altro genere.
Avendo tu l'ascendente Scorpionico temo che sei molto distante dalle mentalità Leonine e anche Capricorniche.
Cosa cambierebbe nel mio passato se io ora improvvisamente amassi strepitosamente la vita?
Niente,tutti i ricordi resterebbero gli stessi, quindi non è nemmeno un punto da perderci tempo.
Così è andata, quindi non faccio che esprimere il mio giudizio o le mie considerazioni se vuoi 'bizzarre'.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 20 settembre 2012
@ALIX

Alix, però vedi che tu rimani bloccata lì...non vai oltre a ciò che "appare", nel senso che non vai oltre ai fatti contingenti, ma allora a cosa serve l'astrologia ??

Quindi...se tua madre ti vedeva senza provare amore nei tuoi confronti era "colpa" (nel senso di responsabilità) tua, perchè eri indegna del suo amore....o sua perchè dentro di sè non c'era amore ??

Prenditi un attimo per rispondere....

Bene...ora fai la stessa analogia con la visione che TU hai della vita.

L'odio dipende dal fatto che la vita (in senso ampio) è indegna di essere amata o perchè c'è dentro di te qualcosa da rivedere ??

Capisci, Alix che noi vediamo fuori ciò che abbiamo dentro.

SE dentro c'è amore, come potremmo odiare qualcosa o qualcuno ??

Quindi, detto ciò, questo non significa che se dentro di te c'è odio bene, sei fatta così e non c'è niente da fare.

Al contrario, riconoscere che è DENTRO la fonte di ogni cosa, cambia totalmente la prospettiva.

Tua madre, Alix, era quella giusta per riflettere i TUOI contenuti, finchè non riconosci questo, continuerai a guardare fuori invece che dentro...e rimarrà tutto uguale...certo, continuerai a trovare conferma alle tue convinzioni, ma è una magra consolazione.

lara


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 20 settembre 2012
Certo che ci ho pensato, ma l'avevo anche già detto in questo senso, anche perchè avevo letto un articolo di Lidia che parlava della 'madre mondo' proprio in quel senso, una madre che non ci fà sentire bene accolti è chiaro che è come se rappresentasse un 'mondo ostile' e di conseguenza tu sentirai il mondo come un posto sgradevole dove stare, così come sgradevole è stata sentita la prima infanzia.
Tra l'altro 'a parole' se sentivi lei non è stato affatto così, ma la realtà vera dei fatti è che lei non ha 'mai' parlato ne della sua attesa ne del suoi parti come ad un qualcosa di 'meraviglioso' che le stava accadendo, tutt'altro, persino ad 'ogni' mio compleanno mi ha ricordato solo le sue sofferenze e disagi vari, quasi mi volesse accusare ripetitivamente del tutto.
Anche nei riguardi di mia sorella idem, anche se nel suo caso i ricordi possono essere andati persi perchè è nata con cesareo, non ricordandosi le doglie perlomeno non gli ha ricordato per tutta la vita i dolori provati e infatti hanno avuto un rapporto migliore.
Guarda che non è un caso che ne io ne mia sorella abbiamo voluto nella maniera più assoluta figli, visto che gravidanze e parti ci sono stati presentati come una cosa brutta ,terrorizzante e esclusivamente 'atroce', per questo ho sempre detto che non è tutto frutto di soggettività.
Se io ho luna capricorno e lei luna ariete, che il materno non fosse proprio aderente alla simbologia più armonica è abbastanza palese e quelle lune sono il simbolo di ciò che già si percepiva nelle acque nel corso delle gravidanze.
Un mancato coinvolgimento emotivo in ciò che le stava accadendo durante tutti quei mesi.
E del resto credo che nostra madre non sia mai riuscita a vedere i figli poeticamente come un qualcosa che contenesse una parte di se, ma piuttosto come un gravoso 'problema' a cui fare fronte.
Il suo attaccamento è sempre stato di tipo plutonicamente scorpionico, possessivo e volto a dominare, spesso ricattante ma generoso e presente in caso di guai.
Purtroppo l'infanzia e direi anche l'adolescenza come è noto sono periodi 'delicati' che fissano per sempre i ricordi che se non eclatanti 'rimangono'.

Per il resto che dici, per quanto sono state tutte le mie esperienze, ti posso assicurare che a volte ho la sensazione che la vita risponda proprio 'a caso' e addirittura a volte inaspettatamente con forme di ricompensa rispetto ai miei 'odi'.
Come detto varie volte ci sono episodi che non voglio raccontare via blog.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 20 settembre 2012
@ALIX

Ancora una cosa...

Ho letto le tue considerazioni sulla tua nascita, su come tua madre ti "vedesse" e ti giudicasse con poco amore.

Non hai mai riflettuto sul fatto che tu vedi la vita allo stesso modo, come lei vedeva te ??

E questo non ti fa pensare alla solita questione per cui le esperienze della nostra vita (nell'infanzia sono inconsapevoli...poi possono diventare consapevoli) sono espressione dei nostri contenuti interiori.

Cioè se tu "odi" la vita è chiaro che ti troverai a sperimentare situazioni che te lo confermano.

lara



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 17 settembre 2012
Grazie Rouge, detto da te, che ti esprimi in campo poetico è un complimento ancora più grande!
Ora Lidia ci ha aperto la nuova sezione, potrai parlare di poesia facendone comprendere l'intima essenza.
Penso si sia dimenticata di citarla nell'introduzione, ma è compresa nelle mille facce di nettuno e dunque sarà interessante discuterne.

Ciao Rouge a presto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito domenica 16 settembre 2012
"Le Terre di Luce che vivono in Te"...il tuo canto sciamanico è bellissimo Alix, grazie per averlo condiviso su questo blog!
E' vero non posso farti leggere ciò che scrivo... ma mi piacerebbe trovare un modo.
Anche io ritengo la poesia un'arte particolarmente complessa e sofisticata. Richiede un'immensa pazienza e un silenzio interiore pressoché assoluto. Perché con la poesia si ritorna al nucleo vitale, alla radice, all'origine della parola per restituirle il suo autentico significato e quindi il suo potere. Si "tocca con mano" la vera essenza delle parole, e quindi della vita.
Almeno, questo è ciò che penso io.
A presto!
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito martedì 11 settembre 2012
Giusto: la mia fa un largo sestile a Giove ed uno ancora più largo a Plutone 8non so neppure se considerarlo tale).. ma soprattutto è congiunta a Nettuno.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 11 settembre 2012
Abbiamo dimenticato entrambe 'venere', importante anche quella.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito martedì 11 settembre 2012
Guarda Alix, ti elenco brevemente gli aspetti che fanno i pianeti da te suggeriti nel mio tema:
SOLE: congiunto a Urano e Plutone, opposto a Eris
LUNA: trigono a Urano
MERCURIO: trigono a Saturno e quadrato a Giove
MARTE: sestile a Saturno e quadrato a Giove

Per il discorso del "senso", devo rifletterci e con calma ti saprò dire, ora purtroppo vado di corsa..
a dopo
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 11 settembre 2012
Guarda me lo aspettavo,
potremmo elencare tante cose che fanno tutte parte di un fenomeno pressochè sconosciuto alla maggioranza delle persone ma nello stesso tempo arcinoto in certi ambienti e studiato da tempo.
Non vorrei entrare troppo in dettaglio.
Tu però, mi pare di capire nel sottofondo, non hai ancora un'idea ,almeno generica, del perchè percepisci queste cose e ti capitano certe sensazioni?
Ti eri mai chiesta se tutte queste cose che provavi erano assemblabili con un significato?
Oppure anche: che significato dai tu a queste cose?
Al momento visto questo breve confronto credo di aver fatto la scoperta, o almeno mi è venuto il forte'sospetto', che almeno di una delle 'costanti' del fenomeno stesso potrebbe proprio essere e riguardare tutti ,o una parte di tutti, i soggetti concepiti o nati in fase di 'picco' di tempeste solari.

Per curiosità , tanto per vedere se ci sono anche altre 'possibili' costanti nelle connessioni astrologiche, i tuoi pianeti personali: sole luna mercurio marte hanno tutti o quasi rapporti di congiunzioni sestili o trigoni con i transpersonali ( dovresti fare una carta includendo anche Eris, purtroppo ci sfugge ancora l'enigmatico Y)
Giusto per controllare, anche se potrebbe 'non' essere incidente.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito lunedì 10 settembre 2012
Quello che scrivi, Alix, è impressionante.. non riesco a dirti altro perché è così, nei miei sogni c'è spesso qualcuno che mi incita a raggiungerlo, mi chiama, MI ASPETTA, sono io che devo andare... è vero....

che bella la definizione "compagna di brillamenti"!!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 10 settembre 2012
Ecco Verdeviola, penso che per chi conosce a fondo i significati di tutti i fiori uno per uno come magari sei tu, sia più difficile scegliere d'istinto a meno di non riuscire a fare un completo vuoto mentale.
Ricordo che la prima volta che mi parlarono dei fiori ero in periodo depressivo, presi un rimedio generale sul tipo Rescue/soccorso e scelsi anche il Mustard.
In questo momento invece, se dovessi scegliere, non c'è ne uno che mi attragga, a meno di non riprendere questi 3 già sperimentati.

Per le frasi, scusa se indago e provo a vedere per curiosità se c'è ne una che hai sentito anche tu nel sogno.
Potrei elencartene diverse ma facciamo questa, ti ricordi se hai mai percepito :

Ti stiamo aspettando.......
o Ti stanno aspettando........????
Di solito poi ci si risveglia sul colpo, subito dopo le frasi stesse come se dovessero essere sicuramente 'memorizzate'.

ciao cara compagna di brillamenti ;)



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito domenica 9 settembre 2012
Bella la combinazione Rock Star.... uno di quei segnali che "illuminano"!!! Il metodo di scelta a cui fai riferimento potrebbe essere certamente valido, soltanto che, nel mio caso, non mi è mai successo di metterlo in pratica..

Per quanto riguarda i sogni sì, ti confermo che uno dei tratti distintivi che li accomunano, a prescindere dalla situazioni, è proprio la presenza di qualcuno che si rivolge a me e mi parla.. e io riesco ad udire perfettamente ciò che mi viene detto. Anzi, a distanza di anni, mi capita ancora di ricordare delle frasi che mi sono state rivolte in sogno. A differenza di quello che hai osservato, però, non mi sembra che nel sogno venga pronunciato il mio nome...

Pure a me è capitato di "perdere" per strada alcune persone con cui avevo condiviso l'interesse per l'astrologia e , più in generale, per una diversa via di conoscenza. Molti di loro hanno proseguito per un cammino diverso, forse più rassicurante, altri invece si sono isolati in una dimensione totalmente individuale, come hai giustamente realizzato anche tu.
Ciao, buona notte e a presto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 9 settembre 2012
Si lo sò, vado spesso su quella sezione in cerca di articoli.
Libri in specifico sui fiori non li ho letti, ad ogni modo l'erborista mi spiegava che se il fiore viene scelto seguendo l'istinto che te lo fà preferire ad altri di quel momento, è come fosse l'anima stessa che indica il rimedio più adatto, perchè se scegli in base a quelli che identifichi come tuoi sintomi puoi essere tratta in inganno dalle considerazioni della mente e da quello che 'credi' ti occorra.
Pensavo dopo averti mandato il post alla combinazione 'strana' che avevo scelto contenenti i termini 'star' e 'rock', come..... 'rockstar'.
Non ci avevo mai fatto caso l'anno passato a questa 'coincidenza'!!!
Ad altri può non dire niente di niente questa cosa, ma alla luce di un'interesse musicale che è esploso improvviso quest'anno, nel mio caso crea uno strano collegamento, tantopiù che stavo esplorando nel frattempo anche tutti i siti che parlavano del potere 'curativo' del suono.
Inoltre, poter avere il talento di una rockstar e saper suonare o cantare da 'Dio' o entrambe le cose, ho sempre detto nella vita che sarebbe stata la mia scelta reincarnativa preferita............ se devo proprio tornare........

Per quanto discutevamo invece, altra domandina:
Ti è mai capitato in sogno di sentire che ti venivano rivolte delle 'frasi', frasi con un senso, magari enigmatico ma comprensibili, percependo con esattezza le parole e il tuo nome?

Concludo.....
Hai ragione, questo blog è un bel punto di 'ritrovo' per chi si è ritrovato a fare un percorso solitario.
In anni passati, soprattutto dal 1992 al 2000 tutti questi interessi li condividevo con diversi amici e amiche con i quali poi, per un motivo o per l'altro, si sono interrotti nel corso del tempo i rapporti.
Ricordo tante serate passate insieme a condividere le proprie esperienze e scoperte, altre frequentando insieme seminari e conferenze, scambiarci titoli di libri o sperimentando pratiche.
Ma 'lasciarsi' alle spalle tutti questi rapporti è anche parte di uno dei 'sintomi' che stiamo elencando.
La via, per un lungo tratto ( per me lo è stata dal 2001) è assolutamente individuale.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito domenica 9 settembre 2012
Sinceramente Alix, questo metodo non l'ho mai provato.... io ho comprato diversi libri e li ho letti per cercare di capire gli stati d'animo collegati ai singoli fiori, da lì poi è partita la scelta.
Comunque, lo Star of Bethlehem è un rimedio che io utilizzo molto spesso, perché aiuta nei blocchi energetici. Rockwater, invece, non l'ho mai provato. Qui sul sito c'è una serie di articoli dedicati ai Fiori di Bach, nella sezione 2Astrologia e Fiori di Bach", se vuoi lì ci sono approfondimenti interessanti.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 9 settembre 2012
X Verdeviola:

Arrivo quanto prima a proseguire nostra discussione.
Approfitto per dire che io conosco i Fiori di Bach e ho provato a utilizzarli in diversi stadi di tempo:
L'anno scorso ho assunto Star of Bethlem e Rockwater, però non sono mai riuscita a capire bene se sortissero un qualche effetto.
L'erborista mi diceva che vanno scelti secondo il nome da cui ti senti più attratta in quel momento......ti risulta???

ciao a dopo




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 9 settembre 2012
X Rouge:

I 'tormenti' fanno parte del processo creativo e penso che la poesia 'vera' in particolare abbia necessità di un'ispirazione sull'onda di intense emozioni, che devono essere comunicate a chi legge, penso sia una delle arti più difficili sai.

Con la musica e pittura ad esempio credo sia più semplice ( tra virgolette) rispetto alla poesia riuscire ad 'arrivare'.
Se hai vinto un concorso devi essere molto brava a esprimere ciò che senti, quindi 'onore' al talento.
Mi è capitato a volte di sentire persone che si 'dilettavano' a sentire loro nella poesia, ma a me le loro 'poesie' sembravano di una sconcertante banalità, per di più con scelte di terminologie vecchie e arretrate sul genere......"il verde arbusto sotto le fronde che stormiscono al vento"

Ricordo invece tempo fà di essermi imbattuta per casualità in un autore , un'immagine/ritratto in bianco e nero di copertina di una rivista specializzata in poesia mi attrasse per la sua intensità e così la comprai.
Era Antonin Artaud e ,considerato l'epoca in cui nacque 1896, trovai le sue poesie, come dire.....particolarmente 'taglienti' quasi delle 'rasoiate' che incidevano la pelle.

C'è stato un periodo in cui ho scritto delle cose nei miei diari segreti, i miei scritti però non li ho 'mai' definiti poesie per rispetto alla nobile arte.
Mi piaceva più pensarli come 'canti sciamanici', infatti li immaginavo come un 'parlato con sottofondo musicale'.
Era uno dei tanti modi di esprimermi, poi alcuni stralci di quegli scritti sono diventati 'quadri dipinti fatti di parole'.

cose di ispirazione 'astrale' tipo questa piccola parte finale di una del (1997):

L'Astrale Simbiosi che Incolla

l'Enigma di una Trasmutazione

è l'Irrinunciabile Attrazione

l'Istinto Indomabile

che scalpita Dentro

che toglie il Respiro

che mette Paura

che invita a Fuggire

che Turba

che Inganna

che non fà Pensare più

Evento Imprevedibile

che segue l'Apparizione

che richiama Laggiù

ai Nuovi Orizzonti

alle Terre di Luce

che Vivono in Te.

Mi piacerebbe tanto leggerne una delle tue, ma se pensi di pubblicare credo sia meglio che non intacchi la 'verginità' dei tuoi scritti.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito domenica 9 settembre 2012
Rouge hai fatto benissimo a "sfogarti" qui con noi... ormai penso che questo blog sia l'unica possibilità per parlare con qualcuno che sia sulla mia stessa lunghezza d'onda!
Credo anche che per te scrivere sia positivo... è bene, secondo me, riuscire ad esternare ciò che si agita dentro di noi, piuttosto che accumularlo e covarlo senza dargli la possibilità di fluire armonicamente.
Per questa sensazione di qualcosa che incombe, hai provato ad assumere il Fiore di Bach Aspen? Non so conosci i rimedi di Bach...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito domenica 9 settembre 2012
Buongiorno a tutte!
In questi giorni intervengo poco ma vi leggo sempre, e trovo molto interessante ciò che dite, mi fate riflettere molto. Purtroppo in questo momento fatico a gestire le mie energie e le mie sensazioni, mi sento come "contaminata" da qualcosa che non so spiegare e ho una sensazione molto forte di qualcosa di imminente che deve accadermi. Onde evitare di incoraggiare queste immotivate paranoie, faccio lunghe passeggiate in un bosco qui vicino, e mi sento meglio. Quanto è difficile tutto questo! Sto scrivendo altre poesie, e mi sembra che riprendere a scrivere amplifichi queste mie sensazioni, eppure se non scrivo sto anche peggio. Insomma, è assurdo!
Scusate questo intervento di puro sfogo!
Un abbraccio
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito sabato 8 settembre 2012
Eccomi Alix, purtroppo in questi giorni riesco a connettermi ad intermittenza e quindi spesso ritardo nel commentare..
Dunque, per quanto riguarda il sintomo di voler andarsene da qualche altra parte, sì, mi ci riconosco benissimo... è qualcosa che credo di aver provato fin da bambina, una sensazione molto intensa di voler scoprire un mondo diverso, altro da questo.. non riesco a spiegarlo bene a parole perché a tratti è uno stato indefinibile, quasi come sentirmi sospesa tra qui e..... chissà?
Per quanto riguarda il sonno, sì, amo dormire e amo la dimensione che il sonno ti offre, quella di esplorare un'altra parte di te, forse un "assaggio" di quell'altro mondo che vorrei conoscere. So poi che questa necessità di dormire molto l'ho avuta fin da neonata, addirittura, fin dai primi giorni di vita, per quanto dormivo non riuscivano nemmeno a svegliarmi per la poppata!

Il fenomeno che ti accennavo, quello della "presenza" che mi spinge a lasciare la luce accesa, è un tratto distintivo che mi porto dietro, anch'esso, dall'infanzia. A volte mi sembrava di percepire "qualcuno" che si muoveva dietro di me, oppure che mi "avvolgeva" ... addirittura, questo mi accade anche di giorno... tendo sempre a guardarmi le spalle, non mi piace lasciare le porte aperte nelle stanze vuote perché mi sembra che ci sia sempre qualcuno in agguato...

Condivido le tue osservazioni sull'influenza degli anni di brillamento: anche per me hanno coinciso con rotture di rapporti importanti, crisi profonde e ricostruzione di un'altra me stessa, lontano da quelle persone a cui avevo fatto riferimento. Pure io potrei pensare a delle date precise che hanno cambiato la mia vita... molto interessante è il discorso a proposito del simbolo che hai incontrato e che poi ha accompagnato il tuo percorso, mi affascina molto questo tipo di osservazione.

Mi spiace solo che ci sia questa lentezza nella pubblicazione dei commenti nel blog, se fosse più scorrevole credo che per noi lo scambio sarebbe molto più agevole!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 7 settembre 2012
Aggiunta al post precedente.
Ecco, mi è venuto in mente che tutte e 3 le date hanno coinciso con 'rotture' di rapporti importanti.
Potrei dire più giustamente che forse si ha un'opportunità di 'sganciarsi' da rapporti karmici che non sempre poi si sfrutta a fondo e a dovere nonostante le sollecitazioni, per le più varie invalidanti paure.
Tutte è 3 le date hanno coinciso negli anni a seguire con quelle che io definisco 'crisi mistiche', l'ultima più che una crisi è stata più esattamente una rimessa in discussione di 'credenze' precedenti, ma tutte in pratica hanno 'rivoluzionato' un qualcosa, un sistema di valori, e di standard di vita, nel giro di brevissimo tempo.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 7 settembre 2012
Oggi volevo prendermi un giorno di rilassante pausa a non far niente, a parte scrivere sul blog, dato che mi aspetta un duro week end di fatiche intense.
Purtroppo vedo che Lidia tarda ad aprire nuova sezione, dunque torno un attimo sul discorso 'date'per una specifica.

Dato che principalmente si potrebbe rintracciare un qualsiasi evento che sembri o sia importante in qualunque data annuale, io mi riferivo in specifico a eventi sia esteriori che interiori di portata 'storica' nella vita del soggetto.
Qualcosa di 'indimenticabile' 'drastico' 'sconvolgente' 'repentino' o di 'profondamente anomalo' qualcosa che portasse o innescasse un cambiamento 'radicale' nel dopo.
Personalmente sono nata sotto gli influssi dell'arco di picco del 56/57/58.
La prima data di altro brillamento intenso è il tuo 1973, ma sinceramente per quel tempo ( arco tra i 15 e 18 anni) non ricordo di preciso al momento un riferimento, ero poco attenta allora agli eventi sia esteriori che interiori, naturalmente accaddero tante cose 'memorabili', andai a vivere da sola appena maggiorenne per esempio, ma al momento non me ne viene in mente una che possa inserirsi nella 'tipologia' che intendo.
Mentre invece ricordo nettamente quello del 1989, potrei citare la data esatta, il giorno in cui incontrai un 'simbolo' (che era allora per me totalmente sconosciuto) e di cui rintracciai gli estremi e il significato 'cercando e cercando' come ossessionata dallo stesso solo 9 mesi dopo, simbolo che diede il via a tutta una serie di interessi ed eventi anche piuttosto particolari.
Nel 2006 ho rotto (per una serie di circostanze indotte) 'definitivamente' il lungo rapporto precedente, cosa che ha dato il via a tutta un'altra serie di 'eventi' clou.
Tutte e 3 le volte ho praticamente 'traslocato'in seguito ai cambiamenti, come ci fosse ogni volta un intenso 'sommovimento terremotante' nel corso della mia vita.
Ecco intenderei proprio un qualcosa che misteriosamente segni un 'giro di boa', ho l'impressione che possano essere date anche relative allo 'sganciarsi karmico' da situazioni precedenti, almeno per chi è stato concepito o nato sotto il bombardamento di tempeste solari.

alla prossima


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 7 settembre 2012
Acc...ho scritto l'ho invece di lo, chissà cosa altro avevo in mente di dire, spiace quando si incorre inavvertitamente in grossi errori negli scritti.
Va beh, spero si capiscano le disattenzioni e le mancate correzioni.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 7 settembre 2012
Grazie per le risposte Verdeviola, interessante e nota la questione dello scoordinamento con la sensazione di essere in una dimensione diversa così come i 'sobbalzi'.

Per i farmaci altro sintomo 'tipico' di una certa situazione, si reagisce meglio a cure più naturali ,olistiche e si guarda ai farmaci come 'veleni' che tolgono si sintomi, ma danneggiano da un'altra parte.
Anche io ho la tendenza a non farne uso, a rifiutarli e comunque al bisogno estremo a dover utilizzare sempre dosaggi più bassi di quelli prescritti, pena il rischio di incorrere in reazioni inattese, causate credo psicosomaticamente anche dalla 'diffidenza' verso il farmaco stesso, cosa che i medici tradizionali non sembrano tenere mai i conto.
Cerco ,se posso, sempre rimedi di altra tipologia.
Se non credi profondamente che un farmaco possa farti davvero 'guarire', anzi pensi che possa farti male, difficilmente il risultato sarà efficace come in altri casi.
Devo dire che a parte la depressione, organicamente io non ho mai avuto grossi problemi, stando alle analisi sono sempre stata in stato perfetto, ho sempre più sofferto di sintomatologie vaghe e strane, difficilmente individuabili e comprensibili, tipo una frequente e diffusa stanchezza fisica che non si sà bene che origine avesse.
Il primo problema di una certa gravità l'ho stò passando solo ora in questi miei anni di blog, neanche a dirlo il farmaco che mi era stato prescritto ,che ho assunto con totale diffidenza, mi è stato poi sospeso dopo pochi mesi per una forte e improvvisa reazione anomala.

Non ho mai provato l'agopuntura, ma ne ho sempre sentito parlare piuttosto bene da chi l'ha provata, certo, inutile dire che l'operatore deve essere sicuramente qualificatissimo.
Per quali problemi vuoi rivolgerti a un agopuntore?

Ti sono capitati altri sintomi??? tipo 'essere stufa della vita' e volere come 'andartene' da qualche altra parte imprecisata, del mondo o chissà dove?
Hai spesso avuto bisogno di dormire molto di più delle classiche 8 ore?
Non ricordi altro del fenomeno notturno che ti fà ancora tenere la luce accesa???

ciao
a risentirci
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 6 settembre 2012
sempre per Alix. la sensazione di "levitare" non mi appartiene particolarmente, anche se devo dire che sono molto scoordinata.. è come se spesso mi trovassi a camminare o muovermi in una dimensione che non è la mia, quindi inciampo, cado, perdo gli oggetti dalle mani... mi capita sovente di sobbalzare nel sonno, questo sì.
I farmaci? Non li amo, cerco di assumerne il meno possibile, spesso trascuro i miei sintomi proprio per evitare di dovervi ricorrere... anche perché, molto spesso, mi è capitato effettivamente di avere delle reazioni non esattamente piacevoli.
Questa tua domanda mi fa riflettere, perché proprio ultimamente sto meditando di provare l'agopuntura.. qualcuna di voi l'ha mai sperimentata? Sapreste dirmi se è un metodo di cura efficace?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 6 settembre 2012
Ciao Alix1 In questi giorni sono stata un po' assente per motivi vari, ora sono tornata!
Dunque, la tua domanda è veramente interessante.. posso dirti innanzitutto che il mio ascendente è a 27 gradi Leone, quindi la mia prima casa è quasi interamente occupata dal segno della Vergine.
Per quanto riguarda gli anni che mi hai segnalato, alla fine del 1987 è nato mio fratello, portandomi una felicità immensa e sconvolgendo (in senso positivo) la mia vita... nei tre anni successivi, trovandomi nel pieno dell'adolescenza, ho vissuto i primi, illusori e sognanti amori, anche se credo che questo non sia un fatto di per sé particolarmente rilevante, data l'età.
Molto più particolari, invece, gli anni 2004- 2005- 2006- Sono stati anni di grandissimi cambiamenti, ho dovuto abbandonare delle amicizie e dei rapporti che credevo indistruttibili, ma che poi si sono rivelati fallaci, menzogneri, fragili. Però, devo dirti che da questa profonda crisi, tra la fine del 2005 e la metà del 2006 ho vissuto una vera rinascita, anche in senso fisico, con una nuova consapevolezza di me stessa ed un incontro che ha segnato la mia vita.
Pensando ai fenomeni di cui parlavi, la sensazione di qualcuno che entra in camera mia, la percezione di una qualche presenza.. sì, è qualcosa di molto familiare, che ricordo di aver provato fin da bambina. Non a caso, difficilmente mi addormento al buoi completo, ho sempre bisogno di uno spiraglio di luce...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 5 settembre 2012
X Verdeviola:

Dato che Lidia non ha ancora inaugurato nuova discussione approfitterei per farti qualche domanda sempre connessa ai brillamenti.
Se vuoi rispondere......
Intanto credo di non ricordare il tuo ascendente anche.
Quindi, stabilito che sei nata in un arco di tempo di brillamento intenso nel 1973, ti ricordi se intorno alle date degli altri brillamenti hai avuto dei 'sostanziali' cambiamenti di vita o hai incontrato 'fenomeni strani'?
Quindi intorno al 1988/89/90 e poi a me risulterebbe 2004/2005/2006 (il prossimo tecnicamente il punto massimo mi risulterebbe più avanti del 13/14.....nel 2020/2021/2022)
Posso chiederti se ti è mai capitato dormendo di avere l'impressione che qualcuno fosse entrato in casa tua o nella tua camera e tu ti sforzavi di accendere la luce ma non ci riuscivi????
Oppure ,camminando, di avere l'impressione che avresti potuto da un momento all'altro 'levitare' da terra perdendo il peso della gravita???
Sò che sono quesiti che suoneranno un pò strani.....
Anche....reagisci di frequente in maniera 'anomala' all'eventuale somministrazione o al comune dosaggio dei farmaci???

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 31 agosto 2012
X Verdeviola:

spero non ti deluda, e che lo troverai illuminante, io l'avevo trovato nei libri citati da leggere nella bibliografia di un'altro autore interessante, Fabio Marchesi di Exotropia ( neologismo da lui coniato per definire un concetto contrario all' Entropia)
Presi quello di Lipton e Il mondo invisibile di Igor Sibaldi.
Se non ricordo male il libro di Lipton ha avuto la particolarità di aver fatto un record di vendite, considerando che, essendo un libro trattante una materia scientifica e ostica come la biologia cellulare, non si pensava diventasse certo una specie di best seller.

Fammi sapere poi se l'argomento ti ha fornito intuizioni anche tue personali.
A me è piaciuto molto perchè per me da sempre, quello che viene definito spiritualità è in realtà l'interpretazione della struttura di una 'scienza antica' evolutissima andata dimenticata e perduta, una diversa scienza, una scienza che conosceva un rapporto con una dimensione invisibile subsubquantistica che forse era in grado persino di 'catturare' o 'individuare' i caratteri dell'Anima e di cui forse stanno lentamente riscoprendo le basi attraverso queste prime forti intuizioni ( probabilmente ancora molto abbozzate rispetto al poi reale di un lontano futuro)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 30 agosto 2012
Alix, oggi è arrivato il libro di Bruce Lipton che mi avevi suggerito!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 30 agosto 2012
Si, ne ero al corrente, infatti facevo riferimento a quelle nell'altro post, nell'ambito del ciclo undecennale che partendo dal minimo di ciclo si riattiverebbe coprendo un'attività dal 2011 al 2020.
Infatti sono già in atto dei brillamenti solari anche se non ancora in fase di picco massimo.
Quello che pare quasi certo è che il prossimo sarà un picco da 'massimi storici', per questo temono tanto per il rischio di black out totale.
Considerando il livello di 'dipendenza' di informatizzazione ed elettrica raggiunta puoi immaginarti lo scenario apocalittico che si creerebbe se si verificasse davvero un'eventualità del genere.
Curiosamente molte profezie per questi 'tempi' parlano dei giorni del 'buio'.
In compenso si dovrebbero anche poter osservare fantastiche 'aurore boreali' in latitudini assolutamente inusuali.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito mercoledì 29 agosto 2012
A proposito di tempeste solari, Alix, ricordo che circa tre anni fa in una trasmissione televisiva si fece riferimento a degli studi della NASA, i quali ipotizzavano il verificarsi di fortissime tempeste solari tra la fine del 2012 e l'inizio del 2013, con importanti conseguenze anche sui nostri sistemi di comunicazione.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 29 agosto 2012
Per coincidenza, ho letto oggi un articolo di lidia che parla di Nettuno in Pesci, guardacaso anche lei ipotizzava l'idea di un 'salto' di coscienza che si dovrà fare durante il corso del transito.

Se vi interessasse su articoli di Eridano lo trovate.

notte
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 29 agosto 2012
X Rougemonique:

Sempre in riferimento al discorso vincita, per come la penso io forse la data e orario più fatale è quando si è riunita la commissione, giorno in cui tu hai virtualmente 'incontrato' altri che si intersecavano con la tua personale 'trama' di vita con le 'loro' scelte.
Perchè, la domanda che mi avevi fatto ci riporta al vecchio discorso: e cioè se la vita sia un 'destino' segnato, con una trama reticolata a ragnatela ,fissa ed immutabile, dove anche il minimo starnuto doveva essere fatto proprio in quel momento lì, quel giorno lì a quell'ora lì e non in altri, e dunque tutti siano 'esattamente' ciò che dovevano essere e stanno dove dovevano stare.
Oppure se sia una 'trama costantemente modificabile' aperta a tante diverse possibilità di eventi e realizzazioni ( e così direbbe la più attuale fisica quantistica) eventualmente anche derivante dalle intersecazioni con le 'incidenze' altrui.
Posso anche pensare e fare l'ipotesi che ci sia chi riesce ad essere più 'incidente' sulla trama sua e altrui e chi invece più ne subisca gli andamenti.
Che cioè questa incidenza al 50% possa essere essa stessa modificabile , magari c'è chi può incidere sul corso della sua vita al 60% o chi più meno incisivamente si inserisce nel tutto solo al 30%.
Le nuove teorie dell'attrazione direbbero che si possa 'apprendere' ad 'incidere' di più e meglio, ma bisogna ancora vedere se non sia vero solo per chi di sua natura può già far funzionare le cose in tal modo o sia portato istintivamente a far sempre le scelte giuste.
Non credo tu ci fossi quando lo dissi, ma per me anche il tema astrale di un eventuale partner fisso si interseca nel proprio e quindi ne muta certi aspetti influenzandone certi aspetti, e al contrario ovviamente e dunque andrebbero sempre considerate anche tutte queste interazioni.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 29 agosto 2012
X Rougemonique e Verdeviola:

sicuramente nei prosimi anni la 'rivoluzionerai' parecchio anche perchè, per riagganciarmi al discorso 'tempeste solari' queste sono sistematicamente legate a qualche cambiamento rivoluzionario che separa nettamente il vivere di 'prima dal dopo', forse è perciò che hanno un simbolismo prettamente 'Uraniano' e gli Uraniani sono anche di conseguenza i più predisposti quindi ad 'avvertirle in anticipo'.

A tal proposito da un minimo di ricerca in rete, ho rilevato che le eruzioni solari indurrebbero 'ampliamenti di coscienza', il che significa che chi nasce nell'anno del picco, anno stesso, anno prima e anno dopo, sarebbe praticamente già più predisposto di suo ai salti di coscienza in quanto nascerebbe già con un tipo di coscienza inevitabilmente più allargato, in grado quindi di captare più facilmente energie 'cosmiche' ad ogni nuova tempesta, nonchè ad 'accogliere il nuovo' sotto ogni sua forma.

Ipotesi molto interessanti su queste influenze solari, legate spesso anche a 'moti rivoluzionari socio-politici, vengono da uno studioso dei 'campi elettromagnetici' Dieter Broers, che se volete potete cercare.
Il ciclo dei picchi confermo è undecennale, tuttavia non sò come viene calcolato astronomicamente di preciso, dato che provando a confrontare le date a me risulterebbero distanti 15 anni, in teoria secondo i miei rudimentali calcoli dal 2011 sarebbe iniziato un ciclo di 'picco' che però dovrebbe essere al suo massimo vetta solo nel 2020 , in rete però si trova l'annuncio del possibile verificarsi di un picco di enorme potenza già per il 2013/2014, quindi al momento non mi torna completamente il grafico.

La sostanza che in ogni modo non muta è che ad ogni vetta di ciclo solare la coscienza, ovviamente nei termini base di stadio diverso di ognuno, viene spinta a fare un balzo in avanti e ad allargarsi, che piaccia o non piaccia nei termini di eventi conseguenti materiali e/o spirituali.

ciao ragazze

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito martedì 28 agosto 2012
Per Alix e Verdeviola:
grazie per le vostre parole!! Ho la connessione che dal mio pc funziona a singhiozzo, mi collego pochissimo.
Vi terrò aggiornate, anche perché manca ancora molto tempo all'evento.
Alix è vero, me lo avevi detto che per me sarebbe iniziato un periodo propizio...spero questo sia solo un assaggio, ho proprio voglia di rivoluzionare tutta la mia vita!
Un abbraccio
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 24 agosto 2012
X Verdeviola:

Ti premetto che non ho la più pallida idea di cosa ciò possa significare ma, in riferimento al discorso che avevamo fatto su certe 'anime' che sentono intensamente in un particolare modo come se non fossero di questa terra, avevo notato la corrispondenza con i brillamenti solari, anch'io sono nata in uno di questi periodi.
Ma come noi.... milioni di persone in quegli anni..... quindi non sò ancora trovarci un nesso che sia poi individuale.
Nel 1973 infatti, vedi che non ho sbagliato a chiedertelo, ci fù una potente eruzione solare che provocò una tempesta magnetica talmente intensa che nel Quebec ,in Canada, fece restare al buio 6 milioni di persone.
Nel 1989 tra le tante altre cose ricordo che cadde il 'muro di berlino'.
Le eruzioni solari inoltre sono legate ad una maggiore 'virulenza' di eventuali epidemie o addirittura allo scoppiare di epidemie.
E che abbiano quindi un particolare, ma ancora non del tutto sondato influsso, sulla biologia umana è noto.
Cosa riporti tutto questo però ad avvenimenti e un modo di vedere e sentire più Uraniano non riesco a spiegarmelo.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito venerdì 24 agosto 2012
Alix, mi è venuto in mente, a proposito dei brillamenti solari, che nel 1973, poco dopo il brillamento del 21 agosto, ci fu il colpo di Stato in Cile con l'instaurazione della dittatura di Pinochet; pochi mesi più tardi, poi, la crisi del petrolio... anche quello fu un periodo carico di avvenimenti!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 23 agosto 2012
Aggiunta per Rougemonique:

La teoria delle rivoluzioni solari la conosco ma non mi riesce proprio di condividerla, personalmente la trovo priva di fondamento, ma tengo a dire di non aver mai approfondito veramente in tal senso, forse perchè d'istinto non mi è piaciuta questa tecnica.
Forse ha più un valore astronomico che astrologico.
Avevo trovato più interessanti le 'progressioni' anche se non sono riuscita ad approfondire molto neanche quelle.
D'altronde l'astrologia è una materia che considero 'multidisciplinare' quindi talmente vasta che non credo si riesca ad approfondire tutto tutto, si sceglie anche secondo attrazione.

Quello che vorrei dire è che un 'evento' non è sempre rintracciabile in una data precisa, perchè bisogna prima stabilire quale peso in quell'evento ha più peso: voglio dire.......
quando tu hai deciso di inviare il manoscritto? oppure quando si è riunita la commissione che li ha giudicati?
oppure quando materialmente hai ricevuto la comunicazione?
oppure invece molto prima, quando quell'idea che solo ti frullava da un pò si è manifestata in un corpo di parole?
Penso che le 'radici' di un qualcosa a volte siano rintracciabili anche molto in là e non ti dimenticare che ,per quanto mi riguarda io non condivido totalmente il pensiero umanistico e quindi considero il 'gioco' di circostanze esterne (quindi non valutabili completamente attraverso la 'tua' di carta) influenti al 50% rispetto all'altro 50% rintracciabile nei tuoi astri come 'potenziali'.
Gli astri del formarsi delle 'circostanze favorevoli' sono irrintracciabili perchè legati alle carte di altri o ad altri fattori componenti.
E' per questo che risulta difficile dire a priori prima 'esattamente' come in una fotografia che ti accadrà proprio quella cosa lì in quel modo lì e non un'altro, ma solo che ci potrà essere un possibile 'potenziale' che accada.
E infatti che ci sarebbero state probabili novità positivizzanti per te era stato detto.
Certo con le 'informazioni del dopo', e cioè che tu hai vinto un concorso, è sempre facile riuscire a trovare una traccia nei simboli che 'rappresenti' l'evento.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 23 agosto 2012
X Rouge:

Ma va che bel notizione!!!

Mi pare comunque di ricordare che tempo addietro mi avevi chiesto di guardare il tuo cielo e mi ricordo che, pur consigliandoti cautela momentanea, si vedevano per te delle possibili 'aperture' nel giro breve di pochi anni, inoltre mi ricordo che anche le tue congiunzioni con le 'stelle fisse' promettevano bene nonchè indicavano potenziali successi.

Intanto hai vinto un concorso ed è già di per se un 'successone', non 2a o 3a posizione che è anche un successo si...ma...... la Prima che sbaraglia ogni concorrenza !!!

Che dire, in questo caso.....è ancora attuale il buon vecchio "in bocca al lupo"?!!! ;)

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 23 agosto 2012
Per Alix: ho controllato, ci fu un eccezionale brillamento solare il 21 agosto 1973, un mese e mezzo prima della mia nascita.

Per Rouge: bravissima, sono davvero felice per te!!!! Quello che hai intrapreso è un cammino meraviglioso.... sarà anche Giove di transito al trigono del Sole a portarti questo risultato?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito mercoledì 22 agosto 2012
Cara Alix,
mi è capitata una cosa pazzesca! Ho aspettato un po' prima di scriverla perché non so come comportarmi, sono confusa.
Ho partecipato a un concorso nazionale per giovani poeti inediti e a quanto pare, oltre ad aver vinto il primo premio, pubblicheranno gratuitamente la mia silloge!! Ovviamente non posso scrivere il mio nome e cognome, ma ci tenevo a dirtelo. Il mio sogno inizia a realizzarsi!! Sei sicuramente più esperta di me in astrologia, e può essere interessante guardare i transiti del giorno in cui l'ho saputo. Era il 22 luglio scorso.
Il premio lo ritirerò il sette ottobre, quattro giorni dopo il mio trentaquattresimo compleanno. Ti intendi di rivoluzioni solari? Può essere questa una lettura del transito di urano al fondo cielo? Oddio sono così confusa, elettrica e...sento che questo è solo l'inizio! Se davvero mi faranno una proposta editoriale decente, allora davvero qualcosa nella mia vita inizia a muoversi. E tuttavia voglio rimanere con i piedi per terra! Do per certa solo la vittoria del concorso, almeno fino a quando non mi presentano l'editore. Però qualcosa mi dice che il mio cielo promette bene!
Un abbraccio
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Alma
inserito venerdì 17 agosto 2012
Ciao Alix,
grazie per la tua disponibilità!
Mi riconosco in quello che scrivi...quante difficoltà...
Grazie ancora per questi preziosissimi spunti riflessivi :)

Alma

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 15 agosto 2012
Ciao Alma,

penso che per dare un senso all'opposizione sole nettuno non devi escludere di considerare e valutare che entrambi i pianeti quadrano Giove, per cui sono coinvolti tutti in un quadrato a T.
A larghe linee si direbbe che ci sia stata presumibilmente una figura maschile, padre o marito o persino fratello che in qualche modo abbia come bloccato una tua emancipazione, una tua evoluzione, tolto o schiacciato una consistente parte di intraprendenza.
Con tali aspetti è possibile che si tenda ad usare la filosofia del "tanto ormai......", come ad escludere l'eventualità di potenzialità nuove, che invece ci sarebbero sorrette dal trigono del tuo sole con urano.
Pare comunque una figura, che individuerai molto meglio tu, che ad ogni modo ti ha lasciato anche forti eredità caratteriali o morali, fisiologiche o materiali.
Una figura dalla quale non hai potuto prescindere e che ha molto condizionato la tua esistenza.
Nettuno ha due quinconce con mercurio e venere che potrebbero evidenziare che in te ci sono parti ancora totalmente 'inespresse' da scoprire ed esplorare.

Ciao, con simpatia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Alma
inserito martedì 14 agosto 2012
Ciao Alix,
sto cercando di dare un senso all'opposizione di nettuno al sole nel mio tema natale.
Potrei chiederti un piccolo contributo?
Nel caso in cui tu avessi il tempo e la voglia ti lascio i miei dati.


05/06/1974 19:10 Rm




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 13 agosto 2012
Chissà se nonostante la decisione di non scrivere più, seguirai lo stesso di tanto in tanto il blog.
Lo inserisco per chi in ogni modo legge.

Riflettevo che la tua decisione di affrontare il tuo cammino in solitudine sembra proprio in linea con il transito Saturnino che si stà approcciando allo Scorpione toccando la fine della tua 12a e poi entrando in ascendente e 1a.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 10 agosto 2012
Allora addio Deva,
è stato carino che tu abbia voluto congedarti con un breve messaggio invece di sparire improvvisamente.

Un caro saluto anche da parte mia.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 10 agosto 2012
@ALIX

Alix, ho deciso di non scrivere più. Le ragioni sono quelle già dette in passato. E' il momento di affrontare la "solitudine" del mio percorso.

un caro saluto

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 8 agosto 2012
Volevo aggiungerti, che il 'proiettare fuori' ciò che abbiamo dentro è un principio spirituale 'identico' a quello della psicologia, che come sai, e ne avevamo discusso a lungo anche con solerossella, non condivido del tutto e non mi interessa che sia stato 'adottato' dalla psicologia universalmente come base fondamentale da un secolo.
Lo considero un principio al minimo da 'rivedere', se non completamente 'fuorviante'.
Del resto qualsiasi diciplina può commettere degli errori, poi riveduti nel tempo, perchè la psicologia dovrebbe esserne 'esente'?
Chiaro dunque che non posso 'abbracciarlo' come 'lettura' universale degli eventi delle persone.

Per tanto si è creduto che la velocità della luce non potesse essere superata, ora si comincia a dubitarne, a pensare che forse potrebbe 'anche' esistere qualcosa che viaggia nello spazio ancora più veloce, e per ora questo 'qualcosa' viene definita 'informazione'.
Tanto che ho persino trovato in una nota e fantastica rivista scientifica, una ipotesi del possibile funzionamento del noto fantascientifico 'teletrasporto'.
Che non sarebbe quindi un trasporto 'reale e materico' degli atomi di una 'persona' ma in potenza una 'trasmissione' di tutte le 'informazioni' contenute nella persona che verrebbe ri-formata 'identica' in altra dimensione.
Certo, per ora...... è ancora fantascienza.

Ma l'esempio calza per dire che tutte le materie sembrano andare in avanti, solo la psicologia a volte mi dà proprio l'impressione che resti ferma granitica su principi che potrebbero essere 'anche' superati ma che non vuole rimettere in discussione.

ciaooooooo
scappo






-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 7 agosto 2012
Sono 'dentro' questa realtà perchè sono come tutti gli altri umani un organismo di materia strutturato e funzionante come sono strutturati tutti biochimicamente cervello compreso (perchè molti sembrano scordarsi o non sapere che anche il cervello quindi la coscienza risponde ad un funzionamento con basi biochimiche) ma sono come al di 'fuori' perchè non me ne sento parte.
E' la mia grande domanda esistenziale praticamente da sempre, se la mia anima non è, non vuole, non si sente parte di questo mondo, che ci fà quì e sopratutto perchè resta quì???
Che possano accadere errori anche in altre dimensioni e che certe anime rimangano come astralmente intrappolate in un corpo fisico? Un esperimento di viaggio della coscienza nelle dimensioni del tempo approdata in quel feto ? Una prova per vedere cosa ne esce in termini di coscienza e risposte da un'abbinamento di un'essenza di un'altro mondo con un organismo formato su questo?
Purtroppo mi tocca fare ipotesi che sembreranno a te e molti fantascientifiche se non completamente deliranti.
Quindi mi astengo dall'approfondimento in tali sensi, dato che pur non sembrandolo sono nel mio piuttosto 'equilibrata'.
Però queste ipotesi che parranno ai confini dell'assurdo ti spiegano bene perchè non mi posso sentire un tutt'uno con questo mondo e con la realtà che viene creata.
La parte materico/organica con tutto il suo bagaglio anche di brutte esperienze ereditate si sente bene nella vita solo se questa risponde alla possibilità di poter sperimentare il meglio.
L'altra parte guarda le galassie come ET, come se là , da qualche parte, ci fosse 'casa'.
Se posso fare una divertente metafora io mi sento spesso come se avessi programmato un bel viaggio in un paese straniero con un tour operator che invece ha programmato male, facendolo andare storto,rovinato, con una meta che non era quella scelta e di cui mi rimarrà alla sua fine solo un brutto ricordo esperienziale.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 6 agosto 2012
@ALIX

si, in generale, sono d'accordo con i confronti che fai, ma non hai commentato una cosa essenziale che ho detto.

Tu che rifiuti questa vita ci sei DENTRO ...totalmente proprio perchè ritieni oggettiva la realtà che vedi.

La mia accettazione parte dalla profonda condapevolezza dell'illusorietà che sta dietro a tutte le manifestazioni.

La realtà che rifiuti, Alix, si fonda sugli OPPOSTI....non c'è bene senza male, non c'è giorno senza notte, non c'è virtù senza vizio, non c'è pace senza guerra.

Ogni concetto è REALE per noi solo perchè ne concepiamo il suo opposto.

Non cogli l'illusorietà su cui si fonda tutto ciò....??

Non vedi come siamo noi che creiamo la realtà...= siamo noi che proiettiamo FUORI ciò che abbiamo dentro.

E' per questo che io amo la vita...perchè ho capito che il mio compito è IMPARARE le lezioni che mi servono per ...andare oltre...non ho niente da rifiutare, perchè ciò che rifiuto non può che essere una parte DI ME che non ho ancora integrato.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 6 agosto 2012
Mmmmhh....direi che la 'risonanza' è fatta di tante 'vibrazioni', di tantissime note e 'tonalità', dunque, facondo un paragone astrologico 'entrambe' abbiamo il giove in bilancia e il nettuno scorpione più plutone in vergine (seppur in case diverse) ma che creano quindi una base di note tonali certamente non 'uguali' ma almeno in parte similari.

Comincia a vedere che 'entrambe' infatti, seppur con approcci diversi a volte in antitesi, siamo approdate all'interesse per l'astrologia che è diventata per entrambe un pò il filo conduttore dell'esistenza, quindi non è stato un interesse 'transitorio' ma costante in tutte due i casi.
L'interesse per la 'ricerca' aggiungerei, per dare risposta alle grandi domande esistenziali, seppur anche questa condotta su tracciati personalizzati al carattere e alle esperienze.

La frase come 'il giorno e la notte' rappresenta bene il mio solare leone e il tuo ascendente scorpione!!!
Entrambi parte del 'ciclo' incessante, come vita e morte, veglia e sonno.
Incontriamo gli archetipi immagino......mi vengono in mente anche gli 'opposti' delle 'ecclesiaste', che facevano più o meno:
C'è un tempo per 'ogni cosa':
un tempo per amare e uno per odiare
un tempo per la guerra e uno per la pace
un tempo per lavorare e uno per riposarsi
e via così dicendo.
Come due aspetti degli stessi principi in fondo.

Io difficilmente potrò mai condividere la tua visione che la vita è 'perfetta' per come essa è, tu la vedi come 'ordine' io la vedo come 'caos'.
Tu quindi presumo non la 'cambieresti' perchè ritieni parte di un'ordine ,come hai detto, anche le 'brutture' peggiori incluse le malattie e gli omicidi , la trovi giusta così, io se potessi la ri-crerei perchè il mondo è come un bel quadro 'devastato', che in fondo non è che l'espressione del mio segno Leone poi se ci pensi.
Tu credi nell'umanità e io invece che sia una razza nel suo complesso destinata all'annientamento, non mi resta che pensare che da qualche parte esista un'altra 'specie'ed un'altro mondo verso il quale stranamente ho sempre sentito l'autentica lontanissima stellare appartenenza.

E' una cosa strana ,lo sò, sappi però che non sono l'unica a sentirla così.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Paolo Pedrini
inserito lunedì 6 agosto 2012
marte in scorpione logicamente-mi va opposto a giove...mah ! speriamo bene
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 5 agosto 2012
@PAOLO

In bocca al lupo....!!

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 5 agosto 2012
Beh, adesso che sto leggendo "malattia e destino" posso dire che gli altri libri che hanno trattato successivamente la stessa tematica ispirandosi ad esso, ne sono decisamente "la brutta copia"....non voglio esagerare, ma comunque la "qualità" è decisamente inferiore.

Invece "malattia e destino" si distingue da "malattia linguaggio dell'anima" perchè il primo spiega molto bene la teoria su cui si fonda tutto il pensiero...mentre il secondo scende più nello specifico dei sintomi.

Alix...ogni tanto mi chiedo come mai noi due, diverse come il giorno e la notte, continuamo a proseguire questo "strano" e "infinito" dialogo.

Prima, visto che non resistivo alla voglia di sbirciare anche ne "il destino come scelta" leggevo della legge di risonanza...cosa c'avremmo di risonante noi due ...??? eh...eh...

Per esempio quando leggo di questa tua visione della vita ...quando parli di "insopportabilità" della vita....mi rendo conto dell'abisso che ci divide...che poi è un sottilissimo "filo" in REALTA'.

Perchè ....la cosa strana è che tu, che "non sopporti" la vita....in realtà ci sei dentro fino al collo ritenendo la realtà OGGETTIVA e quindi tu separata da essa.

Al contrario io, che la considero il valore più grande....ne vedo ... l'irrealtà...che nasce dall'illusione degli opposti...e quindi ...riesco a vederla col distacco della consepevolezza che non c'è niente REALMENTE da cambiare per renderla "migliore" di quello che è.

Vedo che il fuori è la proiezione del dentro e quindi...non mi faccio incantare da ciò che vedo.

Ecco forse la nostra risonanza sta proprio nella complementarietà degli opposti.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 5 agosto 2012
Pur trattando stessi argomenti, l'approccio o tante deduzioni possono essere diverse da autore ad autore o magari ampliate, più approfondite.


Anche se non fosse quello il libro dove avevo trovato la diagnosi circa la depressione, penso che possa esserci a larghe linee, il depresso infatti pensa 'ogni giorno' a togliersi la vita che sarebbe la 'soluzione' alla sua insopportabilità, ma raramente mette in atto il gesto, proprio perchè per l'atto in se occorre superare sia un ancestrale 'istinto vitale' probabilmente esistente a 'protezione'della vita stessa, sia la paura del 'totalmente ignoto', del salto in una dimensione in pratica sconosciuta, dato che qualunque ipotesi circa si possa fare non fornisce nessuna 'prova sufficiente' di come sarà realmente e cosa ci si troverà.
Quindi direi che ne esce una sorta di problema irrisolvibile per la psiche.
Credo infatti che dalla tendenza alla depressione vera non si esca veramente/veramente mai, a meno che la vita non diventi finalmente stabilmente 'gradita e gratificante' al soggetto, può latitare silente, sembrare superata se le cose prendono ad andare meglio ma per mio parere è pronta a 'riemergere dal buio' quando ci si troverà per qualche nuovo motivo, di nuovo, per troppi anni di seguito a superare una certa soglia di insopportabilità.
Parlo di depressione vera, il 'mal di vivere' dato che ci sono forme depressive più leggere, transitorie, che possono colpire tutti dopo eventi tragici o luttuosi.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Paolo Pedrini
inserito domenica 5 agosto 2012
allora fissato intervento alla prostata, 10 settembre, marte di transito congiunto al mio marte,la chirurgia,!!!! come vedete l astrologia non e' un opinione,saturno che e' ancora quadrato al mio sole ma allontanatosi di due gradi, stavo fissando l appuntamento col chirurgo, appuntamento col destino, e non ho pensato a farglielo spostare magari un mese dopo, quando saturno sarebbe stato piu' lontano, il destino accade anche se conosciamo l astrologia, ,!!! comunque sono contento, sono mesi e mesi che prendo farmaci, e aspettavo l intervento.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 4 agosto 2012
@ALIX

Si, in effetti probabilmente me li sono procurati adesso proprio per i disturbi di salute.

Poi ne ho diversi sull'argomento e soprattutto ho di Dahlke, "malattia linguaggio dell'anima" quindi temevo di trovare sostanzialmente ripetuti gli stessi concetti.

E invece non è così...tra le altre cose, c'è una bellissima spiegazione del perchè sia fuorviante cercare una motivazione "causale" per le malattie (considerazione che si può allargare a qualsiasi situazione umana) e dell'illusione del tempo lineare... fantastico...!!!

Non sono ancora arrivata alla trattazione delle malattie quindi, non saprei dirti se ricordi bene cosa diceva sulla depressione...ti saprò dire.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 4 agosto 2012
A proposito sempre di OBE credo siano assolutamente una proiezione di coscienza tant'è che inizialmente, essendo molto vicina al campo fisico, riproduce le fattezze di un corpo ma se ti inoltri nei livelli, essendo 'coscienza' non si manifesta più questo parametro.
Per altro questo è 'esattamente' quello che spiega Bulhman nel suo video, non a caso mette l'accento sul fatto che non sarebbe veramente una 'proiezione' verso il fuori ma verso il 'dentro' e anche quando 'vedi' la tua casa non è mai esattamente come essa realmente è perchè (tu non sei in effetti un fantasma che se ne và in giro nell'universo 'fisico') ma sarebbe una 'ricostruzione' della tua memoria che 'inserisce' altri dati, differenze, anomalie.
E' coscienza che si espande in diverse 'dimensioni', ti assicuro che per mia esperienza, aiuta molto a capire meglio questo genere di cose leggere libri di 'fisica quantistica' e su come è 'strutturato' l'universo.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 4 agosto 2012
Si, è probabile visto che prima , mi pare di aver capito che la 'tua' salute non ti avesse mai creato ansie particolari.

Io li avevo letti nell'ambito delle mie ricerche Karmiche, in quel periodo in cui ho sofferto di depressione ( più o meno tra il 92 e il 99), non vorrei sbagliare ma è forse proprio su uno dei due testi che vi era la teoria che la depressione fosse provocata dal fatto che l'anima abbia la stessa paura sia della vita che della morte.
Quindi non vorrebbe nè vivere ma neanche è veramente pronta a morire..... allo stesso tempo, istantaneamente, creandosi una situazione dinamica 'irrisolvibile'.

E' strano effettivamente come ti sei avvicinata tardi a questi famosissimi testi, anche perchè li avevamo già variamente citati nell'ambito delle discussioni.
Beh, meglio tardi che mai, soprattutto se trovi che siano completamente il linea con ciò che pensi già :)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 4 agosto 2012
@ALIX

per me invece l'inferno è un esperienza che si fa qui...sulla terra e accade quando ci si sente separati, divisi e si crede alla separazione come realtà ultima.

Riguardo a quanto si dice sui V.A. nel sito, mi sento più vicina a chi reputa questa esperienza una "proiezione" di coscienza, che a mio parere non è un sminuire il fenomeno...anzi..è un riconoscere le incredibili potenzialità e "misteri" della nostra coscienza. Anzi è meglio dire, della....COSCIENZA...perchè probabilmente la peculiarità di un fenomeno del genere è quello di abbattare i confini dell'individualità da ..ciò che va oltre.

Riguardo ai libri che ti ho detto...adesso sto leggendo "malattia e destino"....ma che meraviglia...!!

Sostanzialmente riguarda esattamente le cose di cui abbiamo parlato ultimamente, solo espresse nel migliore dei modi.

E' incredibile che ci ho messo quarant'anni per procurarmi questi libri, ma tra il momento in cui ho deciso e quello in cui li avevo materialmente a disposizione è passata un po' meno di un ora, cioè il tempo in cui li ho scaricati e considera che ho la connessione lenta... :)

Evidentemente....ora era il momento giusto per leggerli, quello in cui forse ne trarrò maggiore consapevolezza.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 3 agosto 2012
Si, li avevo entrambi, purtroppo non posso più riconsultarli comodamente perchè fanno parte di tutta quella schiera di libri che , mio malgrado, avevo dovuto cedere come tante altre cose a cui ero affezionata.
Una decisione estremamente sofferta, ma in quel momento...... non avevo altra scelta.
L'avevo letto come un insegnamento dell'anima a non restare 'attaccata alle cose' e anche forse come un momento in cui dovevo 'chiudere' un periodo di ricerca spirituale di una certa tipologia o in qualche modo 'alleggerirmi' dei legami con il passato in ogni senso.
Un pò come se dovessi aprirmi ad 'altro' a nuovi percorsi e orizzonti.
Ogni tanto mi dispiace non avere più certi testi che possedevo, alcuni penso ora introvabili, altri potrei ripescarli in biblioteca, ma ho un rapporto un pò speciale con il 'libro mio', sono una che nemmeno li presta.
Piuttosto se ho superato l'interesse per il testo lo regalo.
Una delle poche cose positive che ricordo della mia infanzia e adolescenza era la presenza di una vasta biblioteca in casa, (merito paterno ,era un capricorno).
E' una cosa che mi piace anche visualmente oltre che per il significato di conoscenza.
Tra l'altro mi piace ancora l'idea del libro stampato e rilegato piuttosto che l'E-book.

Non posso condividere i tuoi principi perchè vivo anche un momento di forte 'revisione' di tante questioni, nel senso che non posso ovviamente partecipare di tante tue vedute o sensazioni.
Inoltre abbiamo fatto percorsi ed esperienze molto diverse, trovo naturale che anche la lettura di tanti assunti sia differente.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 3 agosto 2012
Tornando un attimo al discorso sulle malattie, ho avuto modo in questi giorni di scaricarmi "malattia e destino" e "destino come scelta" di Dethlefsen e Dahlke, io avevo invece già letto "malattia linguaggio dell'anima".

A parte che mi chiedo come mai non li abbia già letti prima....!!! mah...e dire che ne ho altri sull'argomento malattia come messaggio della coscienza...eppure questi due capisaldi, mi mancavano.

E non che non sapessi della loro esistenza...

Comunque...adesso che sono in ferie...ho tempo per rimediare...eh..eh..

Li hai letti Alix ??

Se non li hai letti, sono molto interessanti e sostanzialmente sostengono le mia stessa visione della vita...quei principi che qui abbiamo spesso discusso e che non condividi, almeno non nei miei termini.

ciao

lara




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 3 agosto 2012
Capisco, si, la conclusione è quella, già.

Sul paradiso inferno in effetti mi solleverebbe il dubbio che ci siano tracce di vecchi'condizionamenti'cattolici che operano nel profondo, se non altro per la definizione, ma non posso giudicare perchè non ho letto.
Se dovessi dire io una cosa che starebbe per l'inferno penserei che sia il 'freddo assoluto iperspaziale' un'anima che si 'ghiaccia' quindi si 'blocca totalmente'in una dimensione 'non vibrante' dunque come 'morta'.

Quali sono ad ogni modo le cose che ti sono parse significative dai racconti???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 3 agosto 2012
@ALIX

Il fatto che le considerazioni siano discutibili cosa significa per te, Alix..??

tutte le opinioni sono discutibili...dal momento che verità assolute comunicabili a parole non ce ne sono, quindi, dico soltanto che, per quanto Buhlman possa essere l'esperto mondiale, le SUE opinioni su questo argomento, sono le SUE ... come ti ho detto, a me interessa fare esperienza del fenomeno più che sapere cosa se ne dice al riguardo...o per lomeno...per quello che se ne dice al riguardo, a questo punto, credo di essermi documentata sufficientemente.

Certo che si parla di lui nel sito... ma non gli viene attribuita particolare rilevanza...non più di quella che viene attribuita alle esperinze personali dei partecipanti.

Tra l'altro, Alix... rimane il fatto che quello che lui dice, per quegli "spizzichi" che ho letto...non stimola proprio il mio interesse...tipo ho letto che lui spiega bene (perchè li ha visti, immagino) cos'è l'inferno e il paradiso...mah...a me queste certezze assolute non piacciono per niente...appunto mi sanno molto di trovata commerciale...se lui ci deve campare con sta cosa...dovrà pur vendere un sacco di libri...eh..eh...

Questa , Alix...a mio parere non è una disciplina in cui ci può essere un esperto che ti dice "ecco, le cose stanno così" ....qui si tratta di fare esperienza, niente di più....potrei passare la vita a documentarmi sui V.A. ma se non li faccio....quello che SO non è molto di più di ..aria fritta.

Che poi si possano fare considerazioni INTERESSANTI sull'argomento perchè lo si è vissuto, è un un altra cosa...ma per ora ho letto sempre le stesse cose trite e ritrite da questi "espertoni"...cose invece più significative dai forumisti .

Si lo so che l'uscita in astrale può avvenire anche all'interno di un sogo lucido...certo è che PER ME che di sogni lucidi non ne faccio...è la via meno probabile.

Riguardo all'essere sola in casa...è impossibile al momento...quindi speriamo che non sia così essenziale.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 2 agosto 2012
Se ti interessasse ho trovato elencato le tecniche 'Bulhmiane' da un partecipante.
Dimmi tu se devo indicartele.

Ho trovato confermato proprio da lui che il sogno lucido è da considerarsi un 'preludio' in quanto può essere 'convertito' in OBE completa.
Il che significa quindi, e te lo confermo, che l'uscita in astrale non si verifica solamente nel momento 'topico' che indica l'autore che citavi, ma anche 'durante' il sonno.

Tra le cose che potrei dirti io, e che non trovi penso quasi mai sui manuali, penso possa essere favorevole il 'dormire da soli in una stanza' e meglio ancora se completamente sola in casa.
Almeno finchè non inizi a sentire che la 'coscienza' si sveglia durante un sogno che è il primo 'segnale' inequivocabile di sogno lucido.
Se ti 'accorgi di stare sognando' sei 'dentro al sogno' e ragioni come se tu fossi davvero sveglia, pur nelle situazioni estreme oniriche, tipo quella di 'volare' o di 'attraversare' i corpi che percepisci come solidi.

Per cronaca, mi sono ricordata che di OBE, che ancora non venivano definite così, ne parlavano ampiamente i libri di magia che la consideravano una facoltà derivante dalla 'pratica' dei rituali.
Nella magia però o a quel tempo, questo sdoppiamento in astrale non veniva considerato come un processo esplorativo di dimensioni diverse, non si credeva avesse caratteri evolutivi, ma funzionali, un modo che aveva la finalità di 'influenzare e condizionare' le vicende personali di vita.
Per farti un banale esempio: il volatore astrale che visita la persona che l'indomani deve vedere per un colloquio di lavoro, con l'intento di lasciare impressa la propria immagine per 'favorire' la scelta.
Evidentemente la spiritualità new age venuta dopo ha favorito un processo che ha tolto le caratteristiche di presunta 'utilità' per andare in direzioni di sola 'conoscenza'.
Giusto per inserire un pò di storia del fenomeno.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 2 agosto 2012
Solo una curiosità Deva......
se tu non hai mai sperimentato ne 'Sogni Lucidi' ne OBE come fai a dire che le considerazioni fatte su cosa siano i viaggi astrali, sono molto discutibili???


Ad ogni modo, sempre per curiosità ho fatto un giretto in rete, Bulhman pare sia considerato l'esperto mondiale del fenomeno sia per la sua personale lunga esperienza sia perchè ha condotto una ricerca su 16.000 soggetti in ben 32 diversi paesi, questo si dice.
Ha fatto dei workshop anche in Italia, ho letto i commenti delle persone che hanno partecipato e parevano conquistate sia dal suo personaggio che dalle esperienze fatte durante i seminari e a seguire.
Hai chiesto tra le persone con cui interagisci nel sito se ci fosse qualcuna che avesse letto i suoi libri o partecipato ad un seminario, giusto per sondare???
E che ne pensano loro in proposito?


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 2 agosto 2012
@ALIX

Si, sto sperimentando due tecniche che riguardano indistintamente viaggi astrali e sogni lucidi...mi potrei "accontentare" anche di un sogno lucido tanto per cominciare...eh..eh...

La prova di realtà, da fare più volte al giorno domandandosi "sono sveglia o sono in un sogno ? " se deduco che sono sveglia devo avere una prova, tipo cercare di trapassare con un dito la mano, se non è possibile significa che sono sveglia.

Questo, in teoria, indurrebbe a fare la stessa verifica anche durante il sogno e quindi a renderlo lucido.

Poi quando vado a dormire uso la tecnica wild, che consiste nel contare a rovescio da 100 a 0, inspirando quando si nomina il numero.

Questa tecnica è effettivamente valida perchè porta il corpo ad uno stato di profondo rilassamento mentre la testa rimane vigile. Ad un certo punto iniziano le immagini ipnagogiche che sono il preludio al sogno.

Ieri ho ripreso in mano uno dei libri che ti ho citato, quello del diario di un viaggiatore astrale.

Riporta le sue esperienze ad uno studioso, psicologo ...non è male perchè è strutturato come una ricerca seria sull'argomento.

Racconta le sue varie esperienze e mi fa un po' sorridere per la sua delusione nel non riuscire ad avere conferme oggettive (che sono quelle di cui la scienza ha bisogno) .... praticamente ho rilegiucchiato i tratti salienti, e una cosa mi ha colpito.

Le sue "uscite" sono esclusivamente spontanee, dice che ha provato ad esercitarsi con le tecniche di Moore (ai tempi in cui è scritto il libro, Buhlman non c'era ancora) ma non ci riesce (e questo è interessante) ma la cosa che ha capito è che l'uscita avviene in quel fuggevole istante tra la veglia e il sonno....in cui o si esce o ci si addormenta.

Ti dico questo perchè, di fatto, le tecniche mirano proprio a mantenersi vigili in questo momento "topico" tra la veglia e il sonno.

Però, rimane il fatto che sono convinta che non ci sia TECNICA che tenga.

Ieri ho scritto "ora posso solo, lasciare che accada"...

Ecco, credo che il punto sia questo...più che FARE qualcosa...si tratti di ...lasciare andare "qualcosa"....

ciao

lara





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 2 agosto 2012
Ecco ho ritrovato il riferimento post che avevo inserito per Lidia:
giovedi 12 aprile in questa sezione, non mi ricordavo perchè ero andata su quel discorso che ti ho già ripreso, era per i risvegli delle ore 03,00 del mattino, ora conosciuta dalla tradizione magica vedi un pò come 'l'ora delle streghe'.....che infatti come sai sono sempre state associate nel mito ai 'voli notturni'.
Questo per ribadire che il viaggio astrale era un fenomeno certamente noto anche nell'antichità, ma come tutte le cose anomale e per i tempi ancora più inspiegabili di ora, sono stati fatti oggetto con tante altre cose di condanne che li hanno nel tempo relegati nei contesti della follia o peggio della 'possessione demoniaca' (sich).
Per fortuna i tempi cambiano ;)

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 2 agosto 2012
A beh, se stanno così le cose......pensavo potessero esistere nuovi libri diversamente approfonditi.

Del resto forse non c'è ancora la possibilità di fare troppe analisi, più che le 'tecniche induttive' che io definirei più 'suggerimenti', dato che non ci sono garanzie di risultati, che sono in pratica solo una 'raccolta' di dati dei metodi che hanno prodotto l'esperienza almeno per i vari sperimentatori/viaggiatori, e la descrizione dei loro viaggi astrali, che però assumono caratteri sempre troppo soggettivi , forse non rimane molto altro da dire.

Quindi, in conclusione stai provando a sperimentare qualche tecnica che hai trovato sul sito che frequenti per vedere che accade???

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 1 agosto 2012
@ALIX

Ma si che ho letto...anni fa quando ho avuto le vibrazioni spontanee, in libreria ho preso due libri "fuori dal corpo " di Slate e "esperienze fuori dal corpo" di Giorgio di Simone che è una sorta di diario di un viaggiatore astrale.

Poi negli ultimi anni, in libreria ho preso spesso in mano questi manuali (non so dirti gli autori, ma penso siano questi "famosi" che citi tu...Moore e Buhlman) e mi hanno dato l'impressione che ti ho detto...sostanzialmente non ho trovato che valesse la pena leggerli...e guarda che io sono una che si fa conquistare facilmente dai libri (amo i libri).

Alla fin fine ti spiegano le tecniche (e nel sito ce ne sono diverse) e poi si perdono in descrizioni di mirabolanti esperienze astrali o considerazioni personali e molto discutibili su cosa siano i viaggi astrali e "cosa" si incontra in astrale.

In ogni caso, Alix...su questo argomento non si tratta tanto di leggere, informarsi, sapere, conoscere, capire....questo è relativamente importante.....lo è per chi magari è impaurito dalla cosa e ha bisogno di rassicurazioni...o per imparare eventualmente le tecniche... ma oltre a questo...non c'è altro da "capire" con la razionalità che altrimenti può diventare solo un limite.

A questo punto posso solo....lasciare che accada...

ciao

lara


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 1 agosto 2012
Niente, ho cercato, ma non ritrovo il post che avevo inserito tempo fà per Lidia che parlava di questa ipotesi della scienza.
In sostanza comunque la scienza pensa che i cosiddetti viaggi astrali siano frutto di un prodotto 'naturale' che secerne in minima quantità l'ipofisi o la pineale durante uno stadio del sonno.
Tale sostanza completamente 'organica' sarebbe molto simile negli effetti ad una sostanza chimica denominata dimetiltriptamina che produce 'visioni'.
Quindi sarebbe un sogno che prenderebbe caratteri allucinatori.
C'è da dire che questo spiegherebbe eventualmente i viaggi spontanei, ma obbiettivamente molto meno chi dice di riuscire ad ottenerli applicando tecniche di rilassamento e meditazione, a meno di non insinuare un'altra ipotesi e cioè che queste tecniche sollecitino la ghiandolina ad emettere più sostanza rispetto allo standard.
Giusto per dare, oltrechè versioni spiritual/evolutive dell'anima, anche la versione degli studi sul sonno e della chimica biologica.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 1 agosto 2012
Questo è un bel gran complimento per il lavoro da studiosa fatto da Lidia!!!

Ma come fai a fare questa affermazione perentoria se non hai letto nessun autore/viaggiatore/esperto in merito???
Ai tempi in cui mi ero interessata di questi fenomeni, circa 25 anni fà, era molto noto un'altro divulgatore, si chiamava mi pare Robert A. Moonroe.
Credo di poterti spiegare perchè non esiste ancora una Fassio della situazione.
Perchè il fenomeno ha cominciato ad essere dichiarato più diffusamente credo non più di una 30ina di anni fà, perciò non ha una lunga storia centenaria come la psicologia l'osservazione e lo studio dello stesso.
Il fenomeno in se potrebbe esistere da sempre ma penserei che prima del 80 chiunque dicesse cose simili sarebbe stato bollato per 'pazzo' o creduto vittima di allucinogeni.
Di recente invece anche la scienza del sonno comincia ad interessarsene classificandolo per ora nelle 'parasonnie' e cominciando a fare ipotesi, una di queste l'avevo anche segnalata a lidia, se ritrovo il post te lo rimando , ha che ha che fare con un prodotto naturale dell'organismo che secerne l'ipofisi.
Dell'autore che ti ho segnalato io non ho letto il libro, ma ieri, nell'intento di farmi tornare alla mente il nome per segnalartelo, ho trovato una sua lunga intervista (in 6 video) che ho ascoltato.
Le cose che diceva mi sono sembrate interessanti e attendibili, spiegava bene innanzitutto cosa E' un viaggio astrale.
Un'altra cosa che ho condiviso subito, perchè incontrava il mio pensiero, era che l'astrale non è composto da un solo piano, ma sono tanti e solo con il progresso dell'esperienza puoi inoltrarti oltre.
Ad esempio è noto che il vedersi in astrale con lo stesso corpo fisico fatto di testa braccia gambe è solo parte di una prima visione limitata, molto legata a ciò che sei abituata a considerare come tua rappresentazione , più ti inoltri più questa tipologia viene meno.
Conoscere le 'tecniche' credo siano una parte necessaria per chi, come te, vuole forzare l'esperienza, ma è già noto che poi ognuno trova la 'sua' tecnica più idonea.
Forse anche per questo motivo il fenomeno è difficilmente inquadrabile in deduzioni schematiche che te lo presentino, senza contare che si tratta di sondare aspetti dell'inconscio ancora più profondi.
Certo, leggere esperienze di altri è interessante e incuriosisce, utile per confronti, ma se accetti un consiglio, credo che più leggi 'come' l'esperienza è vissuta da altri, prima di farla, più ti 'suggestioni' per le aspettative o per come potresti viverla rendendola sempre meno 'spontanea'.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 1 agosto 2012
ciao Alix

si, si lo conosco l'autore che citi.

Ma sai qual'è la mia sensazione su questo argomento ?? che non sia stato ancora trattato da una "lidia Fassio" della situazione, che porti un po' di ordine e rigore sull'argomento.

Non so...quello che leggo mi dà sempre un po' l'idea dell'americanata...tipo..."ecco 10 tecniche per incredibili esperienze fuori dal corpo "

Mi sembra tutto molto commerciale, quindi preferisco leggere le esperienze personali (nel sito viaggi astrali.it), meno ecclatanti ma più...signficative.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 1 agosto 2012
X Deva:

non sò che tipo di siti consulti per questo tuo interesse, ma per farti un'idea a tutto tondo della cosa, ti segnalo un divulgatore.
Tempo fà nei mei vari giri web avevo incontrato il nome di un 'viaggiatore astrale' con esperienza 35ennale che ha scritto un libro che deve essere molto approfondito, l'ho ricordato:
William Buhlman.
Una delle cose che ho subito condiviso (e che pensavo di mio) è che dice che la definizione di 'uscita fuori dal corpo' non è proprio esatta perchè nella paradossale dimensionalità dei 'piani astrali' è invece da considerarsi come se si entrasse all'interno di se stessi.

Vedrai che è un autore che ti interesserà molto!
Puoi cercare anche sul canale video una sua intervista.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 31 luglio 2012
Questo è un bene Deva, che tu non abbia timore di presenze negative, sono quelli che vengono definiti i 'fantasmi' dell'inconscio, ogni paura può creare forme pensiero che riproducono quel timore nei viaggi astrali.
Essere in pace con se stessi, non aver demoni, come si dice, favorisce esperienze tranquille.

E come mai mi hai sognata??? Mi pensavi :)???

Il sogno è curioso devo dire, di alluce valgo (a destra) soffriva tanto mia nonna, tanto da doversi far fare ,da che me la ricordo, scarpe apposite.
Personalmente no, non ho fastidi del genere, ma un leggero 'deviazione'si vede (alla destra, ereditata) che 'punge' quando stà per 'cambiare il tempo in pioggia', è un meteo infallibile.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 31 luglio 2012
Oddio, Alix

pensa che poco fa leggevo alcuni commenti nel sito dei viaggi astrali e diversi utenti parlando della loro prima esperienza di VA dicevano che credevano di essere morti...leggo il tuo post e dici la stessa cosa...

Prima di leggere il tuo post riflettevo proprio su questa cosa...sul fatto che ritengo che giove in transito in VIII possa essere favorevole a questa esperienza perchè è il settore della "morte" in senso ampio...quindi c'è il desiderio e la fiducia nell'inoltrarsi in un territorio del tutto ...ignoto.

Infatti...si credo certamente che le mie resistenze siano collegabili ai pianeti in II e quindi al bisogno di rimanere all'interno di confini sicuri.

Questo è sicuramente vero per me nel mondo reale, infatti non mi sento tanto a mio agio nei viaggi esotici, molto lontana da casa... mentre questa esperienza dei VA credo di essere pronta a farla...anche perchè io non ho credenze che mi procurino particolari timori in questo senso...tipo la paura di presenze negative e temibili o altro del genere.

Vabeh...ti farò sapere....

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 31 luglio 2012
@ALIX

ho fatto un buffo sogno in cui c'eri tu...

Ci incontravamo e dopo i convenevoli di rito mi mostri il tuo piede (non ricordo se destro e sinistro) e mi fai vedere che hai l'alluce valgo e mi chiedi se so darti una dritta al riguardo.

Io ti dico che purtroppo non saprei aiutarti...

Che cosa strana, non so spiegarmelo...è un disturbo che ti riguarda veramente o non centra nulla ??

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 31 luglio 2012
Ho un pò di tempo prima di uscire, ti aggiungo due cose.

Ci sono due teorie, una è che questa 'potenzialità' sia presente 'latente' in tutti, ma che in genere non si sviluppi per ragioni legate alla struttura della mente nella nostra era culturale che 'nega' tutto ciò che non è facilmente spiegabile ne collocabile.
Per questa ragione le 'resistenze' inconsce di molti all'esperienza sono 'enormi' e 'insuperabili' durante il corso di tutta la vita, tant'è che le fasi preliminari alla 'proiezione' sono sperimentate da tanti che però non riescono poi mai ad andare oltre.
L'altra teoria è che ci siano persone per loro natura 'predisposte' e che la caratteristica si trasmetta, come tutte le altre più 'visibili', con i 'geni' anche se resta 'sopita' o non sperimentata totalmente nelle generazioni precedenti, una specie di schiera di genealogie di 'eletti'.
Rimane il fatto che non si sà bene a cosa sia utile in questa epoca e dimensione avere questa facoltà, se non si è 'scrittori divulgatori' ovviamente, che almeno traggono un indubbio vantaggio dall'esperienza.
Gli altri, vengono sempre visti un pò come 'fuori di testa' se raccontano troppo di tali fenomeni che distraggono anche molto dalla vita quotidiana.


ciaoooooooooooooooooo
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 31 luglio 2012
La 'chiave' è non aver paura, lasciarsi andare, dato che la sensazione può far pensare di stare per morire.
In effetti una piccola morte è come fosse , dato che 'muori' ad una dimensione per 'rinascere' in un'altra.
Si pensa che chi ha difficoltà in queste esperienze abbia una spiccata tendenza al 'controllo' della mente, la sensazione di 'perderlo' unita alla paura crea un forte blocco.
Per quanto mi riguarda, dato che da decenni sperimento sogni lucidi spontanei, come avevo già accennato, ho idea che siano una cosa leggermente diversa dal viaggio astrale vero e proprio.
Dato che la fenomenologia vibrazionale e tutte le sue componenti è la stessa identica c'è chi crede che, in questo caso, semplicemente non rimanga il ricordo della 'transizione' da uno stato all'altro.
Per quanto penso personalmente sono più stati di 'preludio', una 'terra di mezzo' tra una situazione e l'altra in cui solitamente si sogna di 'volare' ma anche lì cogli già e senti il 'contatto' con dimensioni di vita sconosciute.
E' noto infatti che chi dice di sperimentare viaggi astrali vive la piena coscienza di 'tutto' il processo e soprattutto la prima cosa che 'vede' mentre si percepisce come galleggiare sospeso è il proprio corpo reale dormiente, tanto che quasi tutti raccontano che la prima volta che succede, l'agitazione emozionale che crea questa situazione 'anomala' è talmente tanta che si rientra immediatamente.
In genere, anche non sperimentando il processo completo, si possono vedere con facilità 'astralmente' le braccia e soprattutto le 'mani'.
Se posso darti un consiglio, elimina qualsiasi pregiudizio tu possa pensare di avere e nonostante siano note delle 'sequenze' abbastanza tipiche non aspettarti che debba essere tutto 'esattamente' come raccontato da altri, sono convinta che nell'esperienza si inserisce sempre qualcosa di assolutamente individuale.
Anche per questo motivo è difficile 'decodificare' totalmente il fenomeno.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 31 luglio 2012
@ALIX

Mah, Alix...non sono molto d'accordo.

Nel senso che la mia difficoltà sta nel "credere" a ciò che non ho vissuto come esperienza, sta nello sbilanciarmi a fare ipotesi, ma non nego le esperienze....anzi....

Infatti, tu per esempio parli di "presenze" ...di forme di vita spirituale ....

La mia posizione è che NON SO cosa siano i viaggi astrali ...proprio non lo so di cosa si tratti veramente...e non voglio stabilire a priori cosa sia....voglio FARNE ESPERIENZA.

Sono proiezioni di coscienza ?? è realmente l'accesso ad un "piano " diverso ?

Non lo so...e quindi il mio interesse sta proprio nell'esplorare un territorio del tutto nuovo ed estremamente affascinante.

Poi considera che adesso ho giove in transito in VIII casa...quindi...o accade ora...o mai più...eh...eh...

Poi che ci siano in me delle resistenze...si, non c'è dubbio...ma ti ricorderai che una decina di anni fa ci sono andata vicina...ho vissuto spontaneamente le vibrazioni e la sensazione di essere "proiettata" fuori...ma ho bloccato tutto per la paura.

Quindi, mi dico che la potenzialità c'è...si tratta di trovare la "chiave" per aprire la porta.

Adesso mi sto "allenando " seriamente...

Staremo a vedere...

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 30 luglio 2012
L'ascendente è presente dalla nascita, quindi il futuro verso cui vai non esclude ma anzi secondo me indica che l'esperienza viene fatta possibilmente nell'arco della vita stessa.


Viaggi astrali e sogni lucidi sono direttamente connessi e correlati all'apertura verso l'esistenza di piani dimensionali che prevedano forme di vita 'spirituali' nel senso autentico della parola, cioè 'fatti' di 'spirito' e non di 'materia', non composti della nostra stessa sostanza pesante.
Tantopiù che attraverso sogni lucidi e viaggi astrali si entra di frequente in 'contatto' con queste 'presenze'.
Presenze che hanno la facoltà di 'conformarsi' nell'aspetto a ciò che tu stessa potrai accettare.
Fondamentale quindi che sia tu ad 'aprire la porta'.
Mi pare per il momento di aver colto in un tuo post un certo 'scetticismo' verso queste manifestazioni dei tanti campi dell' universo, atteggiamento che potrà presentarsi come un ostacolo per poter fare queste sperimentazioni dirette.
Se ancora ti senti una 'credulona' assecondando tali visioni è difficile che tu riesca a sperimentare viaggi astrali o sogni lucidi ( che si pensano equiparati)
IL sogno lucido si dice sia un viaggio astrale che si ricorda ma di cui non rimane coscienza del momento di 'passaggio' tra le due dimensioni, nel viaggio astrale la 'coscienza' rimane desta anche 'durante' il passaggio ( che ha dei fenomeni piuttosto tipici, come il tremito scossa elettrica, l'impressione di svenimento,il colpo alla base fra nuca e collo etc. oltre a quelli eventualmente 'personalizzati')

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 26 luglio 2012
@ALIX

Si, per l'astrologia esoterica l'asc. è il futuro dell'anima...ma di fatto io lo SPERIMENTO già qui...come tu sperimenti il tuo asc.pesci.

Il punto è questo per me ... ESPERIENZA...

Le ipotesi, la teoria, senza il contraltare dell'esperienza, non sono nulla per me.

Riguardo all'anima...

Fino a poco tempo fa, mi attenevo al buddhismo che non prevede un anima personale dal momento che ritiene l'IO irreale...oggi sono più propensa ad ipotizzare la realtà dell'anima che ha bisogno dell'incarnazione per evolvere, fino a tornare ad uno stato "indifferenziato" ma consapevole.

E qui mi fermo nel teorizzare...

Il mio criterio guida è .... l'esperienza.

Per quello adesso sono interessata ai sogni lucidi e ai viaggi astrali...mi aprirebbero le porte ad un vasto ambito di esperienze non ordinarie.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 25 luglio 2012
Si, ma sempre x l'astrologia transpersonale che citi, l'ascendente è il 'FUTURO', l'obbiettivo spirituale e sentiero da percorrere per sviluppare la coscienza dell'anima.

Per il tuo Scorpione cita:
Battaglia tra anima e personalità, tra bene e male, dove deve avvenire la 'fusione' dopo la 'trasmutazione'.
Mi sembra sia piuttosto esemplare delle tematiche che vivi e senti.

Per il mio Pesci posso trovare altra conferma al mio sentire citato:
Morte della personalità e del desiderio/attaccamento alla 'forma' e alle emozioni.
Processo di 'Rigenerazione'.

Come vedi, non è che sempre si adotta una tesi ma si 'incontra' nell'ipotesi la trascrizione o una sua piccola parte di una sensazione già presente nell'animo stesso.

Poi comunque penso tu ti sarai fatta delle ipotesi anche personalissime su cosa può essere o da dove nasca quello che 'noi' definiamo Anima e come possa evolvere anche se pensi che sia una questione solo 'mentale'.

alla prossima, ciao




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 25 luglio 2012
@ALIX

Non so, Alix...per me le teorie in ambito spirituale mi hanno sempre lasciato un pò perplessa. Mi danno la sensazione che servano alla nostra "mente" più che al nostro "spirito".

E quindi le prendo sempre con le pinze...difficilmente le "sposo" completamente fino a renderle una credenza personale.

Per esempio, riguardo alle incarnazioni future, l'astrologia esoterica condiziona la prossima incarnazione con quella attuale. Ti ricordi le 3 croci ?? ecco ognuno si trova in una di queste croci (mobile, fissa, cardinale).

Ma finchè ci si trova nelle prime due croci la "ruota" zodiacale delle incarnazioni future gira in senso orario (cioè ariete..pesci ..aquario) solo nell'ultima croce si inverte il senso e superata quella termina il ciclo della ruota di nascita-morte perchè non è più necessario.

Questa ipotesi almeno tiene conto dell'evoluzione nella consapevolezza (o regresso o stasi) fatto nell'attuale incarnazione e mi risulta più verosimile.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 24 luglio 2012
Non c'è un problema, ma figurati, erano riflessioni varie, utili.

Mi spiace che passi il discorso Karmico, è sempre funzionale per altre intuizioni flash.
Individuare l'asse sul quale operava l'anima prima confrontandola al durante può crearti una traccia di continuità per capire il percorso che hai fatto.
Almeno limitatamente al rintracciabile.
Lo dico anche per chi possa essere interessata al di là di te.

La mia parte di nettunianità pescina si è trovata molto ad esempio in questa affermazione per il mio attuale asse.
Dato che il nodo sud si riferisce a qualsiasi tipo di materiale che sia: fisico/organico, emotivo/psichico, mentale di cui l'esperienza dell'anima non ha più bisogno.
Io ho il nodo sud in prima e per come è quello che io personalmente invece ho sempre 'sentito' della mia esperienza è che la mia evoluzione non avrà più necessità di un 'corpo' di materia ma è pronta ad adottare altre forme vibrazionali.
Sarà per quello che avverto già così tanto il 'distacco' da questo piano di mondo.

alla prossima
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 24 luglio 2012
@ALIX

Alix, ma non capisco perchè io dovrei sentirmi "responsabile" per chi interpreta in modo errato la spiritualità ?

Sembra che tu intenda questo quando dici " ma sei sicura che chiunque venga attratta o abbracci quel concetto lo viva esattamente nel tuo modo ?"

No, certo che non sono sicura....

Alix, forse è questo il punto (perchè non mi è ancora chiaro qual'è il "problema" per te...)

Il percorso spirituale è un sentiero in cui ognuno deve camminare sulle proprie gambette...e assumersi la totale responsabilità di ciò che ritiene vero o falso...non si può più delegare ad un autorità esterna;, se hai bisogno di farlo, è meglio rimanere all'interno di una religione.

Se interpreti qualcosa in modo sbagliato...vivrai l'errore in prima persona (leggi..crisi)....e imparerai dai tuoi errori. Le crisi in questo ambito sono SANI assestamenti verso una visione sempre più autentica...di solito portano ad una crescita...comunque, sono sempre costruttive.

Alix, è un percorso per persone adulte responsabili di se stesse...nessuno viene obbligato a seguire la spiritualità.

Se lo fai per "fuggire" dalla realtà (quindi interptetando tutto in modo sbagliato perchè non ti appartiene realmente), ti sembra che il problema sia nella spiritualità, o nella persona che sta fuggendo da se stessa ??

Riguardo invece all'astrologia evolutiva...passo :) ...è già tanto per me fare ipotesi sulle mie passate incarnazioni...sul futuro, staremo a vedere.


ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 24 luglio 2012
Termino il precedente post.

Secondo le filosofie di astrologia evolutiva
il Nodo Nord, nel tuo caso in Pesci, stabilisce il Sole dell'incarnazione futura, quindi quello verso cui vai.
Attraverso gli altri dati è possibile a ritroso individuare che avevi potenzialmente un nodo nord in sagittario 8a/9a e un'ascendente possibilmente Ariete ( dato che sei scorpione in questa)in quanto la casa 8a indicherebbe l'ascendente futuro.
Il sole di questa sarebbe la luna futura.
Posto che non si esca dall'incarnazione terrena per altre dimensioni o altri sistemi solari.
Ti interesserà sapere che i Pesci hanno il dono di saper intuire il disegno cosmico, ma questo dono è riservato a loro, se cercheranno di comunicarlo esplicitamente non saranno ascoltati ne creduti.

Ti riporto una frase emblematica del racconto che mi ero trascritta:

Dice l'Universo ai suoi figli:

" Ognuno di voi dodici è perfetto in se, possedete ognuno un dono e una parte della mia Idea, ma non potete scambiare la vostra parte con il 'Tutto'.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 24 luglio 2012
Non ci capiamo , perchè continui ad interpretare quello che dico con le tue modalità.
Dove ho scritto 'o ci si indigna o si cerca significato e senso'??? (così come non ho scritto altre cose che ti sei detta da sola)
Ho capito che nel tuo caso il concetto non separa le due cose, ma sei sicura che chiunque venga attratta o abbracci quel concetto, lo viva esattamente nel tuo stesso modo, senza trascurare poi fatti e cause reali concreti a favore di traduzioni interiori???
Il discorso non riguarda me o il mio rapporto con quel concetto, era una riflessione più generica su questo tipo di filosofie spirituali.

Ritengo comunque che la tua ultima riflessione possa avere fondamento, forse ti era sfuggita l'interessante 'favola' dei 12 segni zodiacali che avevo segnalato tempo fà, che diceva che ognuno di loro aveva in se solo un 'frammento' della verità completa.
Del sagittario inoltre raccontava proprio qualcosa di analogo, più o meno che il suo avanzamento spirituale avveniva solo allorchè la spiritualità diventava qualcosa di 'completamente' interiorizzato.
Espressa quindi più nelle 'azioni' con 'l'esempio' che non con le 'parole' da lui per natura tanto e tanto amate.
Sarebbe stato interessante per te anche leggere la parte relativa al 'frammento' relativo allo scorpione.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 24 luglio 2012
@ALIX

Parlare di questi argomenti per me non è che abbia mai avuto uno "scopo" preciso...

Credo che faccia parte proprio dei condizionamenti sagittariani….L’entusiasmo nel condividere ciò in cui si crede.

Comunque...io ho cominciato a parlare di questi argomenti che poi sono strettamente connessi all'astrologia...da quando sono arrivata nel sito di Lidia, cioè nel 2007....prima la spiritualità la vivevo come un fatto assolutamente privato e intimo ( anche se ai tempi era ancora tutto molto caotico, è l’astrologia che ha portato ordine in questo ambito ).

Questo accadeva con saturno in transito nelle case superiori, sociali. Adesso che sta per passare in prima, è molto probabile che rinizierà una fase di maggiore intimità.

Anche perché, questo nostro ultimo confronto, mi ha fatto riflettere su alcune cose. Il mio nodo nord in pesci in IV casa….ho avuto una specie di flash…..forse in una vita precedente potrei avere abusato del mio potere e della mia autorità spirituale imponendo dogmi, regole, precetti (nodo sud in vergine in X) e in questa vita è necessario che viva la dimensione spirituale come un processo più personale e intimo, cioè devo passare dalla “modalità” sagittario alla modalità pesci, da questo punto di vista.
.
Anche giove in XII opposto a saturno sembrerebbero confermare questo.

E tra l’altro il sole sagittario è in esatta quadratura ai nodi.

Non so…è un idea che mi è passata per la mente….e che sembra dare un senso chiaro ai nodi.

Ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 23 luglio 2012
@ALIX

Alix...rispondo al tuo ultimo intervento...

Mi sembra che continuiamo a dire le stesse cose, Alix....tu continui a fare le stesse obiezioni e io a cercare di spiegare quello che per me è il punto.

Ma Alix, accettiamo che semplicemente non possiamo capirci...prendiamone atto.

Sono piani diversi, Alix...quello della spiritualità e quello della SANA indignazione, sono piani diversi, uno non esclude l'altro.

Tu continui a contrapporli...continui a dire che O ci si indigna...O si cerca significato e senso.

Evidentemente per te le cose stanno così e va bene così, Alix...non è che per forza devi capire o accettare i condividere ciò che ti è estraneo.

Credo che potremmo parlarne tutta la vita...ma rimmarremmo fermi su questi punti...eh..eh..
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 23 luglio 2012
Bene, sono contenta che apprezzi lo scambio più approfondito.
Vorrei che si capisse che quello che dici non lo attribuisco solo a te, si incontra da decenni in tanti libri di spiritualità , non è un concetto dell'ultima ora, può non essere 'sentito' ma si può cogliere il fondamento, anche per chi non lo condivide nella sua 'essenza'.
Chi lo 'sente' come te evidente che non ha bisogno di spiegazioni, ho sempre pensato infatti che facesse parte della comprensione globale tua il tentativo di sollecitare altre anime a capirne il senso 'giusto' con queste discussioni.
Credevo fosse un tuo modo di aiutarle a introiettare qualcosa che ritieni importante per l'evoluzione di quei 'tutti' di cui ti ritieni parte integrante.

notte
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 23 luglio 2012
Un'altra cosa,
giusto per chiarire ancora meglio.

Fatto salvo che tu personalmente abbia ben chiaro il principio dentro di te e che per te sia valido, è la diffusione di questo genere di posizioni che ovviamente non hai solo tu, che mi crea perplessità.
Ho idea che ( ripeto, se non compreso nel proprio profondo ma solo superficialmente) che questo principio possa facilmente caricare di un peso maggiore, persone che sono già alle prese con difficoltà ,magari penose, di malattie gravi.
Inoltre 'concentrate' sui perchè 'personali interiori' delle loro malattie, trascurino il peso 'consistente' che possono avere cause esterne per cui si dovrebbe a ragione 'protestare'.
Infatti il motivo per cui spesso vengono 'minimizzati' e assolti i problemi causati o sospettati di incidere delle più varie cause di potenziali danni alla salute sono a seguire.
Se quella o quell'altra cosa facesse davvero male si ammalerebbero 'tutti'.
Così vedi come, anche non volendo ottenere questo risultato, quanto può far comodo a certi poteri che si 'diffonda' questo pensiero che riporti le cause di danni conseguenti, 'solo' alla responsabilità della psiche o l'anima, delle persone?
Perchè se gli altri non si ammalano e tu si è chiaro che è colpa della tua 'separazione' interiore non del rifiuto tossico ( faccio per dire).
Così ci saranno persone che, invece di farsi sentire a gran voce, staranno a chiedersi e arrovellarsi su che cosa hanno sbagliato 'loro'......
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 23 luglio 2012
@ALIX

Mi fa molto piacere questo confronto, Alix...in realtà amo andare in profondità nelle cose, visti i miei valori scorpionici anche a discapito della "delicatezza" dello scambio.

Però...purtroppo...non riesco a capire esattamente il punto...

FAmmi capire... il "problema" è che tu cogli delle contraddizioni in me tra la sicurezza in un ORDINE più grande e la crisi per i problemi di salute ??

Se è così, Alix...questo dovrebbe, al contrario, farti capire che non sono una fanatica che non vacilla di fronte a niente in nome della sua spiritualità.

Le contraddizioni sono delle persone ... normali, sane, vive, che hanno sentimenti, che hanno pensieri, che hanno paure, che hanno dubbi, che si interrogano, che riconoscono la fragilità della vita.....chi non le ha sta negando la COMPLESSITA' della realtà umana.

Alix, a volte ho l'impressione che tu "proietti" su di me contenuti che non mi appartengono.

Mi dipingi un po' come una "fanatica religiosa senza macchia e senza paura" e in questi termini pure come modello potenzialmente "pericoloso" per gli altri (visto che sottolinei il pericolo di chi potrebbe interpretare le mie parole in modo non consapevole).

Alix...ma sai che non capisco perchè mi vedi in questo modo visto che ormai ci "conosciamo" da mesi ... ?

Comunque...sai cosa sto realizzando da questi scambi...? visto anche che sono in fase di chiusura di un ciclo, sto tirando un po' le fila di questi anni passati nei forum e sto realizzando questa cosa.

La spiritualità è una cosa molto intima che va vissuta in ...silenzio.

Non va condivisa (se non in particolari situazioni), non va discussa...non va esposta se non a rischio di incomprensioni e di interpretazioni distorte.

E' qualcosa di troppo intimo e personale.

ciao

lara



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 23 luglio 2012
Deva no, sei fuori strada completamente.

A me non turba affatto il tuo 'principio', come rispetto i sentire altrui rispetto il tuo, anzi avevo detto già prima di te che per me sei stata fortunata ad avere in questo mondo difficile questa qualità specifica che te lo rende più gradevole.
Per me inoltre è chiaramente relativo alle tue posizioni astrali e se un'altro non le ha identiche è ovvio che non può avere lo stesso sentire.

Ma , ti rimando al tuo post del 18 luglio , se tu dici:
Se la vita è un ordine in cui niente accade per caso, la malattia non può essere che parte di questo ordine e non può essere esclusa.
Non dici, io ho realizzato che la vita è un'ordine e per me stessa funziona così.
Vero che metti il 'se', ma appunto perchè metti il sè, perchè poi dire che per te è senza 'dubbio' così???
Non sò, sbaglierò, ma ci colgo da sempre delle contraddizioni, non dichiarate apertamente, in quello che dici.

Come ammetti poi la conseguenza è 'sei tu' in crisi per tua la malattia a causa di questo principio, per via della 'coerente' sensazione di separazione.
Per questo avevo anche detto che trovo questo modo di interpretare la spiritualità pericoloso.
Perchè se in te il principio è chiaro e compreso và tutto ok, ma se dovesse essere introiettato da una persona che non lo intende consapevolmente come te, le crisi potrebbero diventare controproducenti oltrechè insanabili.
Che è poi il concetto che avevamo anche toccato con Rouge.
Personalmente non sono andata in crisi 'con me stessa' per una diagnosi preoccupante.

Vedila soltanto come una prova per le tue vedute!

Mi spiace se la chiarezza di espressione non consente sempre di andarci delicatamente.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 22 luglio 2012
Aggiungo....

Anche perchè Alix...cosa dovrei imporre ? come si fa ad imporre ciò che si SENTE ??

Come potrei dire, non so, ai miei figli...vi ORDINO di SENTIRE l'unità ??

eh...eh... mi sembra poco verosimile, che dici ??

Io mi sento fortunata per ciò che sento... lo ritengo un dono.

E ti dirò che il transito di saturno su giove in XII mi ha fatto proprio sperimentare la terribile (per me) sensazione di ...separatezza dall'unità.

Ho temuto di averla persa.

Ma non si può perderla.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 22 luglio 2012
@ALIX

Alix, ..io accetto appunti e critiche perchè apprezzo la sincerità anche se "brutale"...quindi, per favore, non dire che non ti infastidisce questa mia posizione, perchè SI VEDE che è così (infatti non è la prima volta che tiri in ballo l'argomento)...

Rimane il fatto che non capisco cosa ti "turba" ...

Credo che il punto sia sempre lo stesso, Alix...guardiamo le cose da prospettive diverse.

Io SENTO un unità che tu non senti.

E l'unità è per natura...onnicomprensiva. Come potrei ipotizzare un unità in cui però...alcune parti...sono escluse...mentre altre hanno una modalità involutiva.

Ti sembra che non regge ??

Poi, Alix, in realtà, come ho detto veramente tante volte, questo mio è un SENTIRE...non ha niente di razionale o logico.

Fa parte di me da sempre, fin da bambina.

Quindi, di cosa esattamente dovrei dubitare...di ciò che sento ??

Se poi ciò che sento è un illusione lo scoprirò alla fine dei miei giorni...e così sia...qual'è il problema ?

Ma ti sembra che lo sto imponendo a qualcuno ??

Tra l'altro, Alix...io non ho sostanziali teorie sull'evoluzione dell'anima...sinceramente non mi sono mai messa a fare riflessioni su questo argomento troppo astratto, proprio perchè le mie non sono teorie o congetture.

Io semplicemente sento l'unità. Tutto qui.

In ogni caso, Alix...guarda che la tua difficoltà ad accettare questo mio sentire, a mio avviso è la stessa che ho provato io a leggere le tue parole " non avrei voluto nascere" .... o il rifiuto totale per la maternità.

Io mi sento totalmente estranea e turbata da questo come tu ti senti estranea al mio modo di essere.

Siamo diverse. E' un fatto.

ciao

lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 22 luglio 2012
:) ma nulla, ma perchè mai dovrebbe infastidirmi la tua posizione ???

La cosa è che mi sembra che, partendo da questo presupposto di convinzione assoluta tu tendi ad applicare questa idea evolutiva alle evoluzioni altrui, proprio perchè senti tutti parte di un tutto, che evolve tutto nella stessa unica direzione.
Perciò così 'essendo' non potrebbe essere altrimenti, e infatti non immetti nemmeno lontanamente il concetto anche di possibili direzioni 'involutive', nemmeno come piccolo dubbio a latere.
Ho capito che per te è fortemente così ma è come se io, dato che ho altri tipi di sentire in tema di rapporto con il Tutto (che come avevo già spiegato è un'ordine che 'non ha' le stesse leggi fisiche tra ciò che è materiale e ciò che è immateriale) e altre idee in tema di potenziali evolutivi, dicessi a te o altre che il progresso dell'anima ,per essere tale, deve procedere per forza attraverso quell'assunto lì che propongo.
Per me l'universo ha un carattere multidimensionale e quindi le evoluzioni o involuzioni sopratutto partendo da un'essere materializzato sono multidirezionali.
L'umanità per me non stà evolvendo 'tutta' nella stessa direzione, ma accederà a piani dimensionali diversi secondo le evoluzioni scelte.
Ma 'includo' di tanto in tanto la dicitura che potrei sbagliarmi, che questo fà parte di una mia convinzione personale che una può cogliere se vuole, così come può essere colta e accolta quella che hai scelto tu.
A me non sembra che tu abbia mai avanzato il 'minimo' dubbio che la tua visione possa essere anche errata.
Diciamo che questa potrebbe essere la parte che personalmente non approvo , forse è frutto della mia personale 'avversione' per le religioni, dato che l'assenza di un residuo di 'dubbio' è quella parte che più assomiglia ad un credo totalitario.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di sara
inserito sabato 21 luglio 2012
Crepi il lupo Deva!
Grazie Alix..
Un saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 21 luglio 2012
@ALIX

Mi sembra che non ci capiamo proprio...eh..eh...

Sarò schematica...

Io sento di essere parte di un UNITA'

Di questa unità considero parte TUTTI quindi anche tu, anche mio marito, i miei figli...ma anche gli assassini, i ladri, insomma...tutti.

E', dunque, chiaro che ritengo l'evoluzione di ogni essere vivente UNIVOCA...

Infatti, Alix, nell'altro post, ho scritto, "come potrei pensare che lo scopo ultimo di ogni anima non sia il medesimo ?? "

Quindi se la tua domanda è...."Lara, pensi che prima o poi tutti sentiremo di essere parte della stessa unità ? "

La mia risposta è ....SI...!!!

Ora io ti chiedo....posto che non mi sento arrogante nè presuntuosa per come esprimo le mie idee, e non mi sembra di avere l'atteggiamento di chi vuole imporre qualcosa.

Ti chiedo....

Cosa ti infastidisce nella mia posizione ?? mi piacerebbe che mi dessi una risposta chiara e sincera.

Lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 21 luglio 2012
Aggiungo delle riflessioni, non in merito alla discussione ma forse molto alla lontana anche connesse.

A me è arrivata l'idea che non sempre certe consapevolezze possono essere utili a certi 'progetti' dell'Anima dei soggetti, nel senso che ho il dubbio che l'Io abbia la facoltà di ribellarsi a un 'programma' che non piace rifiutandosi anche di portarlo a termine, se programma esiste naturalmente.
A volte mi dico tra me e me che forse la mia Anima è stata contentissima di certi passaggi, ma come IO non posso condividere il suo possibile entusiasmo, in caso.
Personalmente come 'organismo vivente' avrei preferito un'altro tipo di vita, ma non posso escludere che l'anima sia stata felice del percorso compiuto....... quasi come a dire....contenta lei!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 21 luglio 2012
E' molto semplice: perchè sarebbe 'limitante' un percorso a tappe 'obbligate'.
Ma naturalmente è parte della libertà dell'anima stabilire, se crede, tappe che ritiene dei punti di arrivo.

Va bene Deva, prendiamo atto, ma non è quello che a volte arriva dalle tue espressioni, per altro ricordo di non essere stata l'unica nel corso di quasi due anni che ti ha fatto questa obiezione.

La 'sensazione' che si coglie, a volte da certi tuoi discorsi, è quella che tu ritenga questo tipo di consapevolezza un punto di arrivo sostanziale 'per tutti' che sia in questa vita o nelle prossime.

Ora chiarisci che non è affatto così, benissimo, vedremo di tenere presente che, anche se l'impressione a volte arriva diversa, non è parte del tuo pensiero.
Ma è proprio per questo motivo che ipotizzavo che in quel quadrato mercurio plutone potesse esserci un fondo di 'trasmissione'che parte in un modo e giunge talvolta in un altro.

Sai anche perchè dico così, perchè penso che le problematiche sulle interpretazioni del 'male' e l'elaborazione conseguente necessaria interiore riguardi particolarmente i percorsi di chi ha valori spiccati Scorpione.

Tu hai questo ascendente e dunque è possibile che sia un punto importante e fondamentale appunto per la tua anima realizzare questa consapevolezza della 'responsabilità personale'.

Notavo anche solo oggi per caso che tra i Sagittari o in chi ha ascendenti o lune, c'è una spiccata tendenza ad abbracciare la filosofia Buddhista, filosofia di origini per noi 'esotiche' in piena analogia con i simbolismi del segno.
Può essere perchè in loro esiste già un pensiero vagamente similare nei riguardi della vita.

Infatti ho la sensazione che poi fondamentalmente ci si avvicini nel pensiero a ciò che è già per qualche verso parte di componenti di noi.

Tu hai anche spesso citato questo sentirsi un tutt'uno con l'ordine dell'universo, noi abbiamo entrambi Giove in Bilancia, quindi c'è una ricerca di 'armonia' ma il tuo è in 12a sede pescina dunque cosmica diciamo, il mio è in 7a è infatti questa particolare 'tematica' in me è più sentita con un volermi sentire un tutt'uno con il partner.
Non ho la necessità interiore di sentirmi parte di un'ordine universale, è una necessità tua specifica.
Io ho l'ascendente in pesci non dimenticare, è come se interpretassi già questo( entropico) ordine cosmico, non ho la necessità di 'incontrare la tematica' per percepirmi dentro o fuori o parte.
Non riveste importanza.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 21 luglio 2012
@SARA

In bocca al lupo.

un bacio

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 21 luglio 2012
@ALIX

E come puoi dirlo con certezza che il percorso evolutivo non è fatto di tappe precise attraverso cui tutte le "anime" devono passare ??

Questa è semplicemente la tua convinzione, Alix. Niente di più.

Non ci sono certezze, in un senso o nell'altro, su questi argomenti.

Quindi, ribadisco....io SENTO veri dei principi, perchè li SPERIMENTO come veri, ma non mi aspetto che riguardino Tizio, Caio e Sempronio....perchè il loro attuale percorso è in un altra direzione, ha altri scopi, altre priorità.

Ma, Alix, per il semplice fatto che io sento come vero il principio UNITARIO....come potrei pensare che lo "scopo ultimo" di ogni anima non sia il medesimo ??

Sarebbe contraddittorio credere il contrario per me, non ti pare ??

Tu, Alix, sei liberissima di pensare che siano tutte sciocchezze, ci mancherebbe altro...

Io non ho nessuna presunzione di imporre le mie idee agli altri, Alix...quindi qual'è il problema per te ??

Il fatto che credo che Tizio sia in un percorso diverso dal mio, mica me lo fa giudicare inferiore o "lontano dalla verità"....ma ti pare che sia ridotta così male ??

Il mio è in assoluto, un percorso PERSONALE...non sono qui a giudicare o a biasimare chi non la pensa come me, perchè sostanzialmente, non mi interessa entrare nel merito delle convinzioni altrui, che rispetto in modo totale.

La mia non è una religione che ha bisogno di adepti, Alix...il mio è SOLO un percorso personale, che è comunque SENTITO in modo univoco da tante altre persone.

E infine, sono in un luogo dove mi sento libera di esprimere le mie idee, perchè sono sostanzialmente quelle su cui si fonda l'umanistica.

Tutto qui.

lara


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 20 luglio 2012
Ma è quello che dico e volevo dire Deva, ognuno traccia e segue evolutivamente il suo sentiero e dunque verosimilmente, incontra anche quelle letture , quegli autori , quelle conoscenze, quelle esperienze, tutti quelle piccole o grandi indicazioni e anche tante intuizioni personali che più si avvicinano a confermarlo.
Ma il sentiero evolutivo ,anche se considerassimo numerose vite, non è fatto di 'tappe' precise per le quali ogni singola anima deve passare realizzando e intuendo quello stesso concetto lì... prima o poi.
Questo concetto ha valore e sostanza soprattutto per te e in questa tua epoca di vita, includendo tutti coloro che, dato che sentono simile, puoi considerare anime gemelle, tue compagne di viaggio.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 20 luglio 2012
X Sara:

ma probabilmente in qualche modo ti stà aiutando anche se non è così palese la cosa.
In ogni modo quando giove transiterà sul cancro, dall'estate del 2013 in poi, toccherà anche la tua Venere ed è possibile che possano quindi crearsi situazioni idonee per incontrare qualcuno.
In pratica l'arco di tempo da ora al 2015 può suggerirne la potenzialità, più avanti si potrà valutare se potrebbe essere duraturo.
A volte urano in 5a suggerisce l'eventualità di flirts estemporanei, quindi anche felici o utili per qualche verso, ma che non si stabilizzano.
Metti la possibilità di un aiuto morale o un sostegno, la possibilità che attraverso di essi tu abbia contatti o impari nuove cose che possano servirti.
Forse in questo momento essendo coinvolta emotivamente e impegnata su altri fronti, non hai veramente il tempo da poter dedicare alla nascita di un Amore, potrebbe anche esserci e tu non riesci a vederlo, per questo dicevo che gli astri danno la sensazione che stiano prepararandosi delle situazioni, circostanze, che solo in un secondo tempo tu potrai vedere come favorevoli in questo specifico senso.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di sara
inserito giovedì 19 luglio 2012
P.S. Sara è il mio secondo nome e poichè mi piace tanto, per chi non mi conosce mi faccio chiamare Sara!! A volte mi sbaglio e firmo con il mio vero Nome che è Marta!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Sara
inserito giovedì 19 luglio 2012
Ciao Alix e Deva,grazie per i vostri suggerimenti.Capisco che non è facile interpretare i transiti senza conoscere il vissuto di una persona anche perchè come avete già scritto i significati possono essere molteplici...
La mia cmq non era la classica domanda da adolescente del tipo "..quando arriverà l'amore".??
Purtroppo da due anni a qesta parte io e la mia famiglia stiamo vivendo un calvario poichè mia madre è malata e non ha più alcuna speranza di guarigione e da gennaio scorso sto vivendo veramente un periodo molto faticoso e doloroso...che deve ancora finire... Inoltre sono single da diversi anni e la solitudine specialmente in queste situazioni pesa tanto...
Si dice che la vita è una ruota, a volte si scende, altre si sale e questo vale anche per l'astrologia, i transiti negativi non durano per sempre....
Io pensavo che il transito di giove sulla mia luna mi aiutasse un po' invece......
Io spero che prima o poi la ruota giri...e spero tanto di vivere un po' perchè ultimamente non riesco più a farlo..Spero di avere una famiglia un giorno...nonostante i miei 40 anni...il mio nettuno mi fa sognare tanto e forse mi fa anche illudere.....E poi è appena entrato Urano nella mia V casa, un po' mi spaventa perchè Lui è il Signore delle sorprese e delle cose alternative...speriamo bene!!!!!
Grazie......
Un saluto Marta
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di sara
inserito giovedì 19 luglio 2012
Ciao Alix e Deva,grazie per i vostri suggerimenti.Capisco che non è facile interpretare i transiti senza conoscere il vissuto di una persona anche perchè come avete già scritto i significati possono essere molteplici...
La mia cmq non era la classica domanda da adolescente del tipo "..quando arriverà l'amore".??
Purtroppo da due anni a qesta parte io e la mia famiglia stiamo vivendo un calvario poichè mia madre è malata e non ha più alcuna speranza di guarigione e da gennaio scorso sto vivendo veramente un periodo molto faticoso e doloroso...che deve ancora finire... Inoltre sono single da diversi anni e la solitudine specialmente in queste situazioni pesa tanto...
Si dice che la vita è una ruota, a volte si scende, altre si sale e questo vale anche per l'astrologia, i transiti negativi non durano per sempre....
Io pensavo che il transito di giove sulla mia luna mi aiutasse un po' invece......
Io spero che prima o poi la ruota giri...e spero tanto di vivere un po' perchè ultimamente non riesco più a farlo..Spero di avere una famiglia un giorno...nonostante i miei 40 anni...il mio nettuno mi fa sognare tanto e forse mi fa anche illudere.....E poi è appena entrato Urano nella mia V casa, un po' mi spaventa perchè Lui è il Signore delle sorprese e delle cose alternative...speriamo bene!!!!!
Grazie......
Un saluto Marta
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 19 luglio 2012
Ho raccolto il tuo post 'accavallamento' mentre controllavo l'uscita del mio.
Il precedente era in relazione al tuo precedente.

Certo che ti spieghi bene e con proprietà di termini, questo non è mai stato in discussione, anzi tutt'altro, la mia era una riflessione nata dai tuoi dati e da altre cose.
L'esempio pubblicitario era solo un esempio,ovvio che la pubblicità ha altre finalità, ma quello che cercavo di dire era che, nonostante l'espressione chiara e corretta, non sempre il concetto che si ha in testa arriva uguale a come la si ha, e credo che questo possa dipendere da dinamiche dei dati astrali.
Quindi se ci tenevi a farlo arrivare forse erano riflessioni utili, se non ci tieni non servono.
Posso farti un'altro esempio, non tutti gli insegnanti ,pur preparati, hanno il dono di saper insegnare bene, perchè ciò dipende da altre cose e non dalla preparazione in se.
Così come la tua idea/sentimento di 'unità' con il tutto ,di non separazione 'duale', credo dipenda molto dalla tua posizione di bilancia in 12a, tenuto conto naturalmente di tutto il resto del tuo complesso.
Così come la mia di vite extraterrestri è potenzialmente molto legata a quel Sole Urano e as. Pesci ( tra l'altro se diamo affidabilità alle teorie astrologiche meno note la mia Luna di concepimento è sempre Pesci e incarnazione dopo 3 mesi 'anima' presenta sempre sole Pesci).

Si intuisce dove vorrei arrivare???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 19 luglio 2012
@ALIX

Certamente questo mio sentire riguarda ME, certi aspetti del mio tema e una mia personale realizzazione personale.

Infatti sono del tutto consapevole che non può riguardare te, Alix...o la mia collega...o mio marito...o mia suocera...ecc...ecc...

Ma coincide, con il sentire di una mia amica, con il sentire di diversi autori di cui ho letto....

E' molto semplice per me accettare questa realtà, Alix...non so perchè tu ciclicamente mi attribuisci di sostenere verità ASSOLUTE a cui tutti dovrebbero credere.

Certamente per me certi concetti sono VERI ma il fatto che siano veri (perchè io li sento tali) non significa che debbano interessare o riguardare chiunque.

Alix, l'altro giorno dicevo di come ognuno di noi sia condizionato dai suoi valori zodiacali...quindi...come potrei aspettarmi ...non so, da un toro asc.capricorno...di disquisire di spiritualità ?? lui mi liquiderebbe certamente con..."senti, c'è da lavorare, dai, su... che si fa notte"....e per la sua natura, è, giustamente, ciò che conta.

L'astrologia è una grande maestra nel mostrarci la pluralità di possibili manifestazioni dell'essere umano e io credo proprio di aver imparato questa lezione.

Se poi a te arriva un cosa diversa....che ti devo dire, me ne farò una ragione...eh..eh...

ciao

lara


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 19 luglio 2012
No Deva, non è così esattamente, tu sembri aver stabilito che questa cosa che tu senti è una verità assoluta che gli altri 'devono'o 'dovranno' certamente prima o poi comprendere intimamente, probabilmente perchè la ritieni una verità assoluta e così quindi deve essere, tant'è che indichi la necessità di tempi diversi per ognuno per questa comprensione.

Io penso invece sia la risposta ad una tua personale realizzazione interiore, importante per te, dovuta agli aspetti del tuo tema, così come possono essercene altre, altrettanto valide, di tutt' altro tipo in altri individui.

E' questa la differenza.

Non ti accorgi che è proprio questa convinzione di avere tu accesso all'unica verità che potrebbe far percepire questa posizione come quasi simile ad un 'dogma'?

Certo che non condivido, ma non condivido che si possa pensare di avere una verità che possa essere l'unica da ritenere valida e quindi l'unica da considerarsi una 'tappa' evolutiva per tutti.

E' più in quel senso che ho sempre contestato.

:) :) :)

buonanotte
e meno male che a volte non ci capiamo, visto che siamo state tra le animatrici più attive dei blog, altrimenti dopo pochi post erano fermi!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 19 luglio 2012
@ALIX

Adesso gli interventi si stanno acavallando e le cose si complicano ulteriormente.

Comunque, Alix...

Riguardo a quanto dici dell'ambiente pubblicitario ... Alix...scusa ma siamo veramente su ambiti molto diversi.

La comunicazione nella pubblicità mira a far arrivare un idea molto semplice e studiata per essere efficacie alla MASSA...o comunque ad un target ben definito...l'obiettivo è proprio quello di ARRIVARE, non c'è qualcosa da capire, o da approfondire o da rielaborare (anzi, meno l'utente capisce e si interroga, meglio è...)...la pubblicità direi che è gemellare per l'immediatezza e la semplicità dell'informazione.

Mentre io esprimo delle idee personali che se arrivano bene, se no fa lo stesso, non è che devo vendere un prodotto o conquistare consensi.

E sinceramente credo di spiegarmi anche piuttosto bene (scusa la modestia..eh...eh...) poi è l'argomento in sè che è complesso e quindi di interesse limitato...e questo lo capisco e lo accetto.

ciao lara




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 19 luglio 2012
@ALIX

Oddio che teoria complicata per spiegare perchè il mio pensiero può non essere facilmente capito.

Io credo che non sia facile ciò che dico semplicemente perchè...non lo è...eh..eh...

Infatti, non ne parlo di queste cose liberamente perchè è chiaro che non sarei capita dalla "massa", e quindi prima di espormi dovrei sondare il terreno per indagare un po' gli interessi generali, le sensibilità, ecc....infatti, in fondo, esistono i forum tematici proprio per questo.

Ma Alix...qui noi ne parliamo da mesi...

Forse semplicemente certi concetti non ti arrivano perchè non li condividi e quindi non riesci a guardare le cose dalla mia prospettiva, come io facevo con te riguardo alla frase "non avrei voluto nascere".

Ok...va bene...facciamocene una ragione...pur parlando da mesi....non ci capiamo proprio...!!!...eh..eh..eh..


:) ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 19 luglio 2012
L'ho detto per come potrebbero essere intese, appunto perchè si prestano, secondo me, a grandi fraintendimenti.

Consideriamo sempre che siamo su un blog e che la discussione non può dirsi tra me e te!!!
Anche se effettivamente avviene prevalentemente tra noi (forse perchè siamo quelle con più tempo da dedicare e con più cose da voler dire) mi chiedevo se il concetto ultimo che vuoi esprimere arrivi 'davvero' come tu lo senti e intendi anche ad altre/i.

Ho notato sulle carte che ho sottomano che il trigono o la congiunzione mercurio saturno ,che tu hai, sono piuttosto rare, in genere non ci sono rapporti o ci sono rapporti di aspetto dinamico.
L'unica che ho con una congiunzione mercurio saturno è quella di mio cognato ( sagittario come te vedi mai) non interessato a questioni spiritualistiche ma forse in grado, per aspetto similare, a comprendere l'anima fondamentale del tuo concetto.
Ho trovato il trigono anche nella carta di una cantante che guarda caso ha sempre una Luna in Sagittario.

Per quanto riguarda gli altri aspetti che citavo che possono impedire una inequivocabile 'trasmissione netta' dei concetti, mercurio quadrato urano e mercurio opposto a plutone sono presenti nel tema di Crowley ( noto come il 'Mago Nero' e 'La Bestia') che è stata una delle figure più 'fraintese' del secolo scorso, basta leggerne la tormentata biografia per farsene un'idea.
Più che altro era un personaggio direi solo 'troppo esagerato ed eccentrico' per l'epoca e infatti ha l'Urano in 1a.

Avendo lavorato in passato a stretto contatto con l'ambiente pubblicitario, sò che l'espressione anche ottimale di un concetto non è sufficiente per arrivare a segno, occorre un veicolo comunicativo appropriato che si adatti alla 'captazione' e l'intendimento comune.

Quindi pensavo solo di evidenziarti la faccenda, articolando altri pareri a seguito.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 19 luglio 2012
@ALIX

Ma per ora, fino a prova contraria, siamo io e te a discutere, quindi conta che ci capiamo noi due, non posso preocccuparmi di cosa può capire o non capire chi non interagisce con noi, al massimo se è interessato, chiede, si esprime, contraddice...(posto che a mio parere nessuno sta seguendo queste "farneticazioni" eh..eh...e se c'è, si palesi e dica la sua...!!! :) )

Quindi...va bene che mi solleciti a spiegare bene, bene il concetto, ma se poi finisci il post dicendo...."a volte ho l'impressione che queste filosofie abbiamo fatto comodo ai potententi...ecc, ecc," facendo di tutta l'erba un fascio.... rimango perplessa.


ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 19 luglio 2012
Ecco Deva, ora ho un pò più di tempo.

Potrei ancora sbagliarmi ma credo che quella tua quadratura mercurio plutone ( e credo anche quella che tu escludi mercurio urano) ti penalizzi per l'efficacia della 'ricezione' comunicazione.
Nel senso che penserei possibile che certi concetti arrivino 'diversi' da quello che vuoi intendere più profondamente tu, come se dall'emissione il messaggio radio subisse una 'distorsione', un disturbo di campo, che non lo fà arrivare agli altri con quella 'chiarezza' interpretativa che credi possibile.
Pur con un'emissione forte e impeccabile le onde è come se poi nel raggiungere gli altri completamente si siano in parte già disperse nell'etere.
Secondo me a te è capitato spesso di non essere capita davvero a fondo.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 19 luglio 2012
Un'altra precisazione Deva, personalmente sono irrimediabilmente 'atea', quindi è molto lontano dal mio pensiero personale quello delle 'croci' da sopportare.
Quello che intendevo era che secondo me, se non fai delle specifiche, il concetto che esprimi con quello può essere facilmente confuso.
Parere mio naturalmente!
Era per dirti che ,secondo me, potrei sbagliarmi, ma questo pensiero non arriva a tutti così facilmente come pensi tu.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 19 luglio 2012
Deva, il pensiero del 'male necessario' secondo me è potenzialmente travisabile proprio perchè assomiglia molto d'acchito a un credo religioso, poi non è detto che tutti o tutte esprimano pareri in merito specifico, io mi esprimo di più.

Ho specificato infatti se non lo hai notato "se non lo si comprende bene/bene"!!!
Intendendo 'a fondo'



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 19 luglio 2012
@ALIX

Aggiungo...

Quello di cui parli tu, il male come fardello da portare senza lamentarsi per guadagnarsi il paradiso...è un delegare all'esterno la responsabilità della propria vita.

Quello di cui parlo io è la posizione contraria. E' l'assumersene la responsabilità senza più delegare.

Non ti pare sia completamente diverso ?

magari non sarai d'accordo che ci si possa assumere la responabilità della propria vita in questo senso, visto che non ti senti parte di un ordine più grande...ma la differenza tra le due posizioni, la coglierai...o no ??

Capisco che non potremmo mai pensarla allo stesso modo...ma almeno ...cerchiamo di capirci...eh..eh..altrimenti le nostre sono parole, parole, parole, parole...e basta.. ;)

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 19 luglio 2012
@ALIX

Il punto è Alix, che nonostante siano mesi e mesi che parliamo di queste cose, TU (e non altri) continui ancora a "travisare" il mio pensiero eh..eh......mi riferisco a quanto dici riguardo al "male da sopportare" ?? Il concetto di male da sopportare...tipo croce da portare sulle spalle è cattolico...e non riguarda proprio ciò che dico io, Alix.

Sicuramente questo concetto è legato a dinamiche di potere dei governi sui popoli.

Ciò a cui mi riferisco io è il male di cui diventare consapevoli per liberarsene e andare oltre.

Il fatto poi di potersene liberare in un mese, in un anno o nella prossima vita...fa parte della realtà dei fatti ma se l'alternativa è NON ASSUMERSENE LA RESPONSABILITA' negandolo e proiettandolo fuori...credo, semplicemente, che non ce ne libereremo ... mai.

lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 18 luglio 2012
ciao Sara

Io posso dirti che è importante che tu stessa nutra la parte profonda della tua anima, senza aspettarti che sia un uomo a farlo o, ancora peggio, senza negarla per adattarti alle presunte aspettative che incontri all'esterno.

L'opposizione profondità-leggerezza, appartiene prima di tutto a te ma necessariamente la vivi anche attraverso l'altro, nelle relazioni visto che la luna è in VII.

Trova il modo di soddisfare entrambe le esigenze. Questa deve essere la tua priorità perchè solo se vai nella direzione dell'integrazione dentro di te, non vivrai questo conflitto all'esterno.

Adesso hai anche il transito di saturno quadrato a venere, prima non l'avevo notato, e forse è, in particolare questo aspetto che ti rende sfiduciata riguardo all'amore.

Un transito importante per te adesso è anche plutone in trigono al sole, che ti farà capire meglio chi sei e cosa vuoi veramente.

Saturno in trigono a venere (consolidamento) si verificherà solo nel 2014, ma nel frattempo....punta su di te...e vedrai che miglioreranno le cose anche a livello affettivo :)

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 18 luglio 2012
X Deva:

intendevo unicamente consigliarti che è meglio che tu faccia questa precisazione nell'ambito dei tuoi post, perchè altrimenti si può cogliere vagamente come una deresponsabilizzazione altrui e sopratutto che la persona/soggetto, dato che, secondo 'ordine' così come dici il male è necessario, possa pensare di non dover far niente 'contro' queste cose.

Sai a volte ho l'impressione che queste filosofie abbiano fatto molto ma molto comodo ai potenti e ai poteri, della serie: diffondiamo il credo che il male è necessario per la crescita spirituale così se ne stanno buoni e zitti a sopportare di tutto.......eh!!!


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 18 luglio 2012
X Sara:

Ciao Sara, sono concorde con Deva nel dirti che è indispensabile per diagnosi più mirate conoscere il contesto vitale e il momento che stà passando la persona.
Perchè le interpretazioni possono essere davvero innumerevoli e dunque avere un quadro utile di dove inserire le simbologie degli aspetti è basilare.
Giove su Luna per esempio può anche significare l'arrivo di gravidanze desiderate o indesiderate.
Se tu fossi una in procinto di divorziare per ipotesi quel giove su luna in 7a potrebbe stare a significare che potresti spuntare condizioni a te favorevoli, capisci dunque che una visione complessiva migliora la 'specificità' delle risposte che se no devono generalizzarsi.
Ad ogni modo ho notato che probabilmente non riesci a sentire gli effetti di Giove sul luminare perchè il tuo giove radix ha un'opposizione a saturno, un quadrato plutone, un'opposizione al vertex che possono renderti complicato avvertire gli effetti ora.
Forse è più probabile che li avvertirai di più quando transiterà sul tuo saturno.
E' però sostenuto da un trigono al medio cielo.
Direi che così al buio sembrerebbe poterti favorire sul lato relazionale, per emancipazioni personali, per nuove conoscenze, per incontri importanti e utili con figure maschili sia nella vita privata che per obbiettivi vitali.
Sembrano 'prepararsi' delle cose 'positive' di cui però vedrai gli effetti solo più in là.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di sara
inserito mercoledì 18 luglio 2012
Cara Deva,prima di tutto GRAZIE!
Quello che scrivi non fà una piega!!
La mia profondità e ipersensibilità non mi fà godere a pieno la vita creandomi tanti problemi. A volte provo ad essere piu'"leggera", ma è come se la mia natura mi si rivoltasse contro!!
Nei rapporti sentimentali mi unisco e sono attratta sempre da persone piuttosto leggere (es. gemelli)con le quali poi non costruisco mai un rapporto profondo..Mi piacerebbe tanto incontrare una persona che abbia un po' di spessore in questo senso. Ho sempre sofferto tanto in amore perchè gli uomini non nutrono quella mia parte profonda.
Ma sarò destinta a rimanere sola????
Pensavo che un transito del genere potesse in qualche modo aiutare ad incontrare una persona..Tu mi parli di conflitti interiori...Ne ho gi tanti!!!!
Cmq le esperienze del passato mi hanno insegnato tanto...ed ora ho capito che devo assolutamente prendere la vita con un po' più di leggerezza, altrimenti faccio fuggire chiunque...
Ci saranno prossimamente transiti positivi per la mia vita affettiva Deva????considerando naturalmente i limiti delle previsioni...
Grazie di nuovo..
Un saluto..Sara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 18 luglio 2012
ciao SAra

Non so quanto tu conosca la disciplina astrologica e se tu abbia mai visto il tuo grafico.

La luna di nascita è in gemelli VII casa, opposta a nettuno e quadrata a sole marte.

Dire cosa significa tutto ciò non è semplice perchè bisognerebbe parlare con te per capire come vivi questi aspetti e questa non è la sede adatta.

Anche perchè ogni aspetto del tema ha un senso all'interno di tutto il complesso del tema.

Comunque, posso provare a dirti alcune cose.

Tu sei asc. scorpione con nettuno in prima (proprio come me... :) ) ma hai la luna in gemelli in VII. C'è un "conflitto" tra la tua natura più istintiva che è complessa, profonda e intensa che si contrappone al bisogno degli altri che sembrano chiederti..maggiore leggerezza e disimpegno.

L'opposizione luna nettuno potresti viverla come la difficoltà nel rivelare aspetti più complessi / profondi/spirituali della tua natura per vergogna o pudore.

La luna e nettuno poi formano un quadrato a T con sole marte che evidenzia un ulteriore conflitto perchè il sole vergine che poi è il "direttore d'orchestra" di tutto il tema, vuole sostanzialmente ordine e disciplina, ma chiaramente, sia la luna che nettuno gli rendono questi obiettivi ....più complicati (ma ti rendono sicuramente più interessante e complessa ;) )

Il transito di giove, probabilmente sta enfatizzando i conflitti che ti porti dentro, rendendoti frustrata e insoddisfatta.

Poi considera che plutone è in trigono al sole e questo transito è sempre molto significativo (tra l'altro è sig.dell'ascendente) perchè sta facendo emergere aspetti profondi di te stessa e delle tue motivazioni.

ciao

lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Sara
inserito mercoledì 18 luglio 2012
Grazie Alix e Deva, vi invio in miei dati: 31.08.72 - ore 12.45 - Ancona -
Se riusciste a dirmi qualcosa in più....ve ne sarei veramente grata!!!

Un saluto..Sara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 18 luglio 2012
Vorrei aggiungere che , nonostante il mio pensiero tenda ad essere 'nichilista', mi sforzo sempre di essere abbastanza 'incoraggiante' per chi stà passando momenti difficili nell'ambito delle discussioni tra persone.
Ma il mio pensiero ultimo privato sulle grandi distanze è che l'umanità come forma di vita non sopravviverà a se stessa e anche questo può essere parte di un ordine.
Questo pensiero è anche condiviso da chi ha persino dato una probabile data di decadenza della specie che inizierà dal 2050 a causa dei troppi errori commessi e perpetrati che arriveranno al punto da non essere più rimediabili.
Ho l'impressione che l'umanità abbia spesso l'arroganza di pensare di essere al centro di una speciale attenzione dell'Universo e di non pensare che può essere da esso e da forze più grandi 'sacrificabile' come qualunque altra forma di vita animata e non.
Io invece credo che l'Anima possa 'esistere' prendendo diverse 'forme' e che l'umanità è o sarà stata alla sua fine solo una di queste.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 18 luglio 2012
@ALIX

Le mie considerazioni non escludono che chi ha causato danni alla salute e all'ambiente non debba giustamente pagare.

L'ordine di cui parlo io è spirituale mentre da un punto di vista sociale, certo che vige il disordine e quindi è necessario che gli organismi preposti vigilino e puniscano chi non rispetta le regole.

Siamo su due piani molto diversi, Alix, che non possono essere confusi e mischiati.

Se io mi assumo la responsabilità della mia malattia e cerco di comprenderne le motivazioni profonde, non sto negando nessuna responsabilità oggettiva esterna...semplicemente lo faccio perchè mi ritengo parte di qualcosa di più grande che è UNO con me.

Solo se mi sento SEPARATO dalla vita...le cose possono accadere per caso.

Ma è il solito discorso già fatto e sappiamo che abbiamo posizioni diverse...


ciao

lara












-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 18 luglio 2012
Sai Deva che se il tuo pensiero non riesce ad essere interpretato bene/bene può sembrare anche pericoloso in un certo senso, perchè sembra far ricadere 'tutte' le responsabilità su chi si ammala sgravando o assolvendo di responsabilità chi 'tace' o su chi 'copre' o su chi 'minimizza',ovviamente sempre per interessi personali, analisi e sospetti che potrebbero impedire tanti danni alla salute.
L'Ordine c'è ma non c'è a mio parere, questo è un mondo 'squilibrato', basti dire che ci sono da una parte milioni a soffrire la fame e dall'altra il problema dell'obesità in crescita, che già da se rappresenta benissimo la totale mancanza di 'equilibrio' esistente in questa dimensione e in questo tempo.
Non può esserci un ordine nel caos, posso comprendere l'ordine totale a cui ti riferisci ma più l'uomo mette mano 'senza coscienza annessa' più, nella dimensione dell'uomo l'ordine si traduce sul nostro piano in un processo inarrestabile di 'disordine'.
Mi ricordo di aver letto che l'ordine poteva essere rappresentato da palline colorate in un vaso disposte con un certo accurato senso ma andando a scuotere il vaso le palline si mischiavano e nessuna altra scuotitura, anche di miliardi di volte, avrebbe più potuto ritrovare e ristabilire l'ordine iniziale.
Le palline avrebbero sempre presentato un assembramento caotico e 'casuale'.
Può essere che ci sia un'ordine inafferrabile nello schema del caos, certamente,ma questo riguarda i grandi numeri e le grandi dimensioni, l'immenso su scale universali.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 18 luglio 2012
@ALIX

Sul fatto che l'astrologia non sia una scienza...certo...ma non lo ritengo un limite, solo un dato di fatto dal momento che si occupa dell'essere umano nella sua interezza ed infinita complessità.

Mi auguro che non sarà mai ricondotta a scienza perchè in tal caso avremmo perso...qualcosa di ..essenziale.

Riguardo alle malattie, Alix...qui emergono le nostre divergenze nel vedere la vita.

Se la vita ha un ordine di cui siamo parte, NIENTE accade per caso.

Tutto qui, la malattia non può essere esclusa da questo ordine.

Il fatto di dire che persone che vivono con uno stile di vita sano si ammalano comunque...eh, certo, Alix...sarebbe strano il contrario, perchè basterebbe seguire delle semplici regolette per essere esenti dalle malattie e avere il controllo della vita.

Sarebbe come a dire, " io ho sempre amato mio marito, sono strata una brava moglie, madre e donna.." eppure mi ha tradito.

Eh, purtroppo accade anche questo...non esistono regole per "proteggersi" dal male necessario per la nostra crescita e consapevolezza.


ciao lara




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 17 luglio 2012
Deva, sicuramente il discorso sulle malattie sarebbe lungo , complesso e molto articolato.

Malattie ci sono sempre state nel corso dei secoli, il discorso è che una civiltà che sà o dovrebbe sapere tante cose, dicesi 'avanzata', dovrebbe già offrire anche una qualità di 'salute' migliore e più statisticamente diffusa e non si può negare che il 'peso' degli inquinanti di ogni genere è da tempo arcinoto.

L'ossigenazione è indispensabile per la rigenerazione delle cellule e sicuramente devi ammettere che c'è chi è più resistente e chi lo è meno e parlo prettamente organicamente.

Molte cose sono 'sospettate' di gravare sulla salute ma prima che arrivino i 'provvedimenti'ci sono sempre i lunghi periodi in cui qualcuno deve impegnarsi in estenuanti battaglie per dimostrare con 'certezza'l'implicazione prima che arrivino i divieti.
Nemmeno puoi negare che ci sono persone che si sono ammalate anche perchè sono rimaste vittime del lavoro svolto, trattando certi materiali.

Le malattie e i malati sembrano in aumento invece che diminuzione e l'invecchiamento sembra più garantito dalle dipendenze da multifarmaci che da vere 'guarigioni'.
Aggiungi le predisposizioni genetiche e tanti altri fattori.
Se togli chi ha stili di vita discutibili in senso di favore per la salute, si ammalano spesso anche persone che adottano stili 'corretti' proprio perchè pare diventata una lotta senza quartiere.

Poi c'è sicuramente la componente psicosomatica degli atteggiamenti di pensiero, ma secondo me, se non ci fosse tutto il resto la 'gravità' di certi percorsi sarebbe minore.
Secondo me il fattore psicosomatico e genetico incide di più sul tipo di 'organo' che si rende più facile 'bersaglio'.
Ma è chiaro che esiste qualcosa che lo prende di 'mira' e lo 'bersaglia'.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 17 luglio 2012
X Deva:

Vero, ma l'astrologia è una di quelle materie che presta particolarmente il fianco ai detrattori secondo me( come tutta la branca cosiddetta paranormale).
La scienza in effetti ha bisogno delle 'prove' una teoria viene accettata solo se l'esperimento ripetuto dà gli stessi risultati, che 'convalidano' dunque la teoria.
Poi succede che 'genialissimi' scienziati abbiano intuizioni troppo avanti rispetto alle 'strumentazioni' disponibili per le verifiche e si vedano comprovate le loro teorie solo dopo 50 anni.
Ciò che ora è paranormale in futuro potrà essere qualche forma di nuova scienza noetica con le strumentazioni idonee.
Quello che voglio dire è che l'astrologia sottoposta a verifiche difficilmente riesce a dare gli stessi risultati, per questo ancora non può essere considerata scienza ed è andata a far parte delle materie umanistiche come psicologia e filosofia.
Principalmente perchè lo stesso tema sottoposto a due diversi astrologi anche con le stesse informazioni accessorie, non darà facilmente esito a diagnosi identiche e a volte neppure similari.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 17 luglio 2012
X Rouge:

Spero di poter ritrovare un ricordo ,anche se chissà quando, di dove ho trovato la teoria.
Comunque in sostanza questa teoria vibrazionale presupponeva anche che un'anima evoluta non possa per sua natura consapevole sentire il timore della morte, che quindi vedrebbe come uno dei tanti suoi passaggi previsti nel suo lungo sentiero.
Questo ovviamente non implica ,in caso, che non possa o non intenda voler comunque lottare per continuare a restare, cosa che potrebbe far parte di una sua prova, di una sua comprensione, come indicava Deva.
C'è chi pensa che tutto il pensiero filosofico o spiritualistiche non sia altro che il modo che ha l'Uomo di superare l'origine più profondamente inconscia di tutte le angosce:
la Paura della Morte,
per tentare di dare risposta a che cosa verrà dopo, al come sarà quel transito, a come potrà essere, per superare il timore del completamente 'ignoto'.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 17 luglio 2012
Ciao Sara,
nelle interpretazioni generali il transito di Giove su Luna può far pensare a effetti positivi, tuttavia quando poi si và nello specifico del soggetto, è importante sapere gli aspetti radix che fà la luna stessa e le posizioni di giove radix, che possono dare indicazioni più dettagliate a volte un pò contrastanti con gli effetti in genere ritenuti positivi.
Ad esempio in certi casi può fare semplicemente ingrassare, fenomeno che non sempre è accolto con gran gioia ne da donne ne da uomini.
Inoltre hanno peso tutti gli aspetti per determinare gli andamenti di un tuo periodo, cosicchè eventuali effetti benefici di giove possono, anche essendoci, passare 'inosservati'.
E' che pare che dai transiti gioviani sui luminari tutti si attendano fortune eclatanti e assolutamente visibili ma a volte il beneficio si esprime in altri modi.
Così come invece può esprimersi a volte con il passaggio in una abitazione più grande ( ricordo che il transito gioviano di congiunzione aggiungerà un semisestile e un sestile nell'arco di 3 anni circa)
Se ti và lascia i tuoi dati.
Un caro saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 17 luglio 2012
ciao a tutte

io, devo dire, che non sono molto d'accordo nell'imputare le cause delle malattie all'inquinamento perchè questo significhirebbe che ci ammaliamo....per caso.

Io al caso, non ci credo. Certo, l'inquinamento avrà il suo ruolo ma in un contesto, a mio avviso, più ampio.

Per Sara

Il transito di giove alla luna dipende molto dall'insieme del tuo tema. Nel fare delle considerazioni generiche si rischia di rimanere molto sul vago.

Comunque, in generale, dovrebbe essere una fase di serenità emotiva, di appagamento, come se i tuoi bisogni fossero colmati e tu sentissi "piena e sazia"....spesso con questo transito si tende ad ingrassare perchè si trova molto gratificante il cibo e non ci si sente in colpa nello sgarrare....si dice, "ma si,si, penserò più avanti alla linea, tra l'altro mi sento propria in forma anche con qualche chiletto in più"...eh..eh

Se non lo vivi in modo sostanzialmente positivo, probabilmente dipende da altri transiti concomitanti.

ciao lara





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di sara
inserito martedì 17 luglio 2012
Salve, mi chiamo Sara, mi interesso da poco di astrologia....leggo tanto e tante interpretazioni diverse tra loro... Mi piacerebbe sapere, se qualcuno può gentilmente aiutarmi, il significato che potrebbe avere il transito di giove sulla luna di nascita, visto che lo sto vivendo in maniera un po' diversa da quello che ho letto in cui viene descritto come un momento idilliaco di vera felicità...

Grazie a chi saprà darmi una delucidazione al riguardo.........

Un saluto
Sara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito martedì 17 luglio 2012
Alix grazie mille per le tue informazioni! Sto riflettendo molto sul significato delle malattie perché purtroppo dovunque mi giri vedo dolore e sofferenza e la cosa che mi fa ancora più male è che spesso si tratta di persone giovani se non giovanissime. Proprio stamattina ho appreso di un altro ragazzo, mio conoscente, con un male feroce e incurabile...e mi domando perché. Viviamo in un mondo contaminato ed avvelenato, mi guardo intorno e c' è una pandemia. Ad ogni modo mi piace la spiegazione della "vibrazioni raffinate"...spero di continuare a raffinare le mie e avere la fortuna di restare qui, su questa terra, in salute ed armonia.
Un saluto a tutte!
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 17 luglio 2012
@ALIX

Perchè conosci una materia, una "dottrina" o una qualsiasi disciplina che sia inoppugnabile ?? Nemmeno la scienza lo è ....

L'astrologia, in questo senso, è come qualsiasi altra disciplina...non dà certezze.

Infatti, ti dirò che per anni ho perseguito i miei studi astrologici con l'obiettivo di carpire certezze, stabili e assolute...ma poi mi rendevo conto che non appena arrivavo vicino, vicino alla "verità"....oppsss...i contorni si facevano meno chiari...le sicurezze iniziavano a vacillare...e tutto si confondeva...eh..eh..

Questa cosa per me è sempre stata molto affascinante...il fatto che più ti avvicini ad una cosa per comprenderla e meno sei in grado di afferrarla, perchè invece di svelarsi ai tuoi occhi, ne riconosci la complessità che implica la necessità di un approfondimento, che di fatto...non può avere mai fine (che in sostanza è ciò che fa la scienza).

E' questa constatazione che mi aveva portato allo Zen...che infatti riconosce la vacuità (cioè la mancanza di realtà sostanziale) come un aspetto della realtà.

C'è chi invece va nella direzione opposta...stabilendo una verità assoluta (le religioni, per esempio..ma anche il nazismo) incontestabile, pena il peccato o la morte, dove non c'è alcun margine al dubbio, all'approfondimento, alla ricerca....perchè ovviamente tutto ciò manderebbe a monte ogni certezza.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 16 luglio 2012
Non lo metto in dubbio, dicevo quello che dicevi tu.
Il quid inafferrabile fa si che ogni essere sia differente, quindi unico nella sua espressione, nel meglio e nel peggio.
Poi ho divagato sul tema nel mentre, come mi capita di fare.
In sostanza l'anima di ognuno può liberamente rispondere a istinti oscuri o luminosi a vari livelli.
Purtroppo l'astrologia ha questo grande difetto: dà la sensazione che quel qualcosa per renderla una materia di individuazione inoppugnabile dei caratteri manifesti di un soggetto 'sfugga sempre' e risulti inafferrabile.
Sai comunque che pressochè tutte le discipline esoteriche sono concordi nel dire che l'anima non si unisce al feto che dopo il terzo mese di gravidanza, e che solo alla nascita diventa completamente connessa?
Probabilmente poter indagare sui cieli di concepimento e quindi sui cieli presumibili della prima unione anima potrebbe fare rivelazioni interessanti accumulando dati per un futuro.
Sono certa che l'astrologia stessa avrà anche altre evoluzioni.
Comunque una componente 'evolutiva' della coscienza umana c'è, perchè un tipo di coscienza di grado più elevato comincia a manifestarsi solo quando inizia a nascere nel soggetto il senso del 'collettivo', solo quando ogni tipo di progresso comincerà ad essere utilizzato non solo per i propri interessi, non per danneggiare, ma solo per migliorare le condizioni di tutti i suoi componenti.
Ma esistono anche altre visioni esoteriche estreme che ritengono che solo i 'mondi di fuoco' siano luoghi di spiriti e anime 'pure', tutto ciò che è fisico animato invece è ritenuto marcescente e 'corrotto'.
In pratica gli esseri umani non sono ritenuti che 'parassiti', il prodotto di mondi solidificati in basse energie quindi morenti.
Giusto per cronaca....


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 16 luglio 2012
@ALIX

Non ti ho capito molto nell'ultimo intervernto...

Rispetto al fatto che ogni essere umano è unico in termini astrologici, mi riferisco al fatto che pari aspetti in temi diversi, verranno "incarnati" con le stesse valenze simboliche .... ma nel vissuto c'è sempre qualcosa che non è rintracciabile nel tema e che rende, quindi, la persona ...unica.

Per quello ti ho fatto l'esempio di Mengele. VAlenze legate alla devozione per un ideale. Così è stato....ma in che termini ha incarnato queste valenze....?? cosa ci ha messo di SUO...???!!! la follia, direi...anzi...forse non è follia ma proprio assenza di coscienza....come scrive la medium del libro che ho appena finito di leggere...era un anima oscura.
(...non ne facevo una questione evoluzionistica)

Il sole è in X...ma la sostanza è che questo era uno sociopatico.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 16 luglio 2012
E di che 'specie' pensi sia stato il soggetto in questione???
Diciamo piuttosto allora meglio che il 'quid' che indichi si pone come un forte 'differenziale' degli esseri umani tra di loro.
Ad ogni modo, sul caso specifico per fare un commento astrologico, penso che se il sole pesci cadeva nella 9a puoi benissimo leggerci una componente di distorto 'fanatismo' scientifico.

Sono meno propensa a considerare l'essere umano 'unico' e 'speciale', è certamente unico sul pianeta terra essendo l'unica specie che ha sviluppato la coscienza e il senso di essere.
Personalmente credo da sempre nelle ipotesi che l'essere umano sia una specie 'ibrida' manipolata geneticamente da altri esseri senzienti più evoluti ma biologicamente 'compatibili'.
Questo ovviamente non spiegherebbe l'origine della vita ne la vita cosciente ma solo 'sposterebbe' il problema.
Tuttavia nell'evoluzione umana è noto che esiste un 'salto' qualitativo che gli evoluzionisti non sono ancora riusciti a spiegarsi e che invece queste teorie spiegano benissimo.
Non solo , si spiegherebbe anche questa strana e 'doppia natura' che si manifesta oscillando tra la 'bestia e l'angelo'.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 15 luglio 2012
@ALIX

Sai che però non credo che questo "sentire" di cui parlavamo di là, rientri nei condizionamenti zodiacali.

Certo, si rimane sempre nel campo delle ipotesi...ma a mio parere fa parte di quel "quid" che non è rintracciabile nel tema e rende l'essere umano unico.

Ho visto il tema di Mengele, il medico nazista che faceva gli esperimenti sui deportati ad Auschwitz. Pensa.... è un pesci asc.cancro. Il sole fa un grande trigono con giove in V e nettuno in I.

Il suo affidamento a qualcosa di più grande era ... il regime nazista e il perfezionamento della razza ariana.

Terribile è dire poco.

Notte

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 14 luglio 2012
Ancora x Rouge:

Per la teoria energetico/spiritualistica, per ora ancora niente, non rammento.
Però ti ho ritrovato l'articolo di Lidia che citava quel particolare del sentirsi in colpa indotto da teorie new age che negativizzano la questione.
" Perchè ci si ammala"

ciao cara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 14 luglio 2012
X Rouge:

Volevo aggiungerti, anche se non in tema specifico, che è interessante anche un'altro articolo di Lidia
( scrivi sempre Lidia Fassio accanto ai titoli che trovi subito)
Titolo: I trapianti.
Anche lì ci sono cenni di psicosomatica delle malattie che possono essere importanti.

Credo che nessuno possa mai e poi mai sentirsi in colpa per essersi ammalato, per di più in un mondo del genere, dove l'organismo è costantemente sottoposto alle aggressioni di un costante pesante inquinamento in ogni dove e sopratutto per chi non avendo i mezzi per detossinarsi periodicamente con lunghe vacanze nei pochi posti meno ambientalmente sporchi per 'rigenerarsi' quel tanto, è costretto alla continua esposizione a sostanze potenzialmente tossiche di tutti i tipi.
Chiaro che a un certo punto, nonostante le tante attenzioni in cui ci si può prodigare, l'organismo di molti 'cede'.
E' come una battaglia di uno contro mille.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 13 luglio 2012
Carissima Rouge:

se non mi torna sottomano per coincidenza, dubito di ritrovare dove avevo letto in merito.
Leggo molto: sul web principalmente, ma anche tanto da libri comprati o trovati in biblioteca, riviste, in questo caso non ricordo da dove viene l'informazione.

Posso dirti però che il concetto era più o meno, che quando si fà un percorso spirituale, soprattutto in caso di evoluzione veloce, è come se 'raffinassi' sempre più le le tue vibrazioni, come se da pietra ti trasformassi progressivamente in un puro 'cristallo', di conseguenza se l'ambiente intorno non è più adeguato alle nuove 'sottili' vibrazioni si innescherebbe un forte contrasto.
Il soggetto diventerebbe troppo etereo energeticamente rispetto a un mondo di energie grossolane e pesanti.
La natura del mondo o del luogo dove si vive quindi non sarebbe più o sarebbe sempre meno idonea al se.
E' come se il cristallo si trovasse a vivere in un posto fatto di rinoceronti e bisonti invece che in un mondo di leggere farfalle che non ne potrebbero compromettere l'integrità.

Ad ogni modo, se vuoi c'è anche un interessante testo di Lidia che riporta un'analisi dal punto di vista psicosomatico che potrebbe interessarti ugualmente.
Si intitola: " La malattia del cancro"
Altre indicazioni sempre di linea psicosomatica direbbero che la malattia si manifesta quando esiste una forte 'necessità' interiore da troppo tempo disattesa, trascurata o dimenticata.
L'organo colpito dovrebbe dare indicazioni più specifiche in merito.

Avevo trovato anche un'articolo di Lidia che citava proprio questa problematica in più aggiuntiva che citi, innescata dalle visioni new age, di finire per far sentire in colpa le persone che si ammalano.
Ma anche di quello non ricordo al momento il riferimento.

un saluto

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 13 luglio 2012
ciao Rouge

penso che chi si permette di esprimere giudizi su chi è malato, non meriti nemmeno una replica.

Evidentemente ha talmente poca "consapevolezza" che non comprenderebbe nemmeno.

Tempo perso con certi individui ... :)

Credo che qualsiasi "teoria" spirituale sulle malattie, vada esclusivamente applicata su di sè, mai sugli altri, se non viene espressamente richiesto come aiuto per la ricerca di una maggiore consapevolezza.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 13 luglio 2012
Così si pensa, se uno è attratto in particolar modo da epoche storiche o luoghi geografici o stellari è possibile che potenzialmente porti ancora scritti nel suo DNA o nelle particelle atomiche che lo compongono tracce di vaghi ricordi ,anche lontanissimi nelle dimensioni del tempo, che si sono incisi in relazione.
Questo appunto spiegherebbe l'attrazione innata per certe cose come in una dimensione di appartenenza che 'ritorna'.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito venerdì 13 luglio 2012
Alix buongiorno,
l'argomento cancro mi interessa molto in questo periodo perché una mia carissima amica sta combattendo con tutte le sue forze...e la moglie di un altro mio carissimo amico invece due mesi fa ha smesso di combattere.
Da appassionata di discipline olistiche mi sono sentita ripetere da più parti che il cancro è uno dei sistemi che usa la nostra anima per "farsi sentire", perché i conflitti interiori che si è vissuti in maniera più o meno consapevole fino a quel momento a un certo punto sono diventati insostenibili e hanno avuto la necessità di venire alla luce manifestandosi nel corpo fisico, nell'organo energeticamente legato a quel conflitto, a quel vissuto. A me questa teoria comincia a starmi stretta, soprattutto quando vedo persone (è il caso della mia amica) che fanno un enorme lavoro su se stesse e che si domandano continuamente cosa la loro anima voglia realizzare in questa vita. Il cancro per la mia amica è stato una doccia fredda! Lei lavora su se stessa tramite psicoterapia, discipline bioenergetiche, meditazione, reiki...e si sente in colpa perché tutto questo non le ha evitato la malattia e sente di aver fallito. E se invece avesse fatto una tale evoluzione interiore da non riuscire più a sostenere certi schemi, certe situazioni...fosse anche la vita fisica qui su questo pianeta (quest'ultima ipotesi per fortuna non è il caso della mia amica che al momento è in vita e ancora combatte, ma è il caso della moglie del mio amico)? La spiegazione mi interessa molto. Alix non ricordi dove l'hai trovata? Posto che il dolore e la morte sono il mistero più grande che l'umanità è chiamata ad affrontare, e che non esistono spiegazioni valide per tutti, mi piacerebbe tuttavia ribattere, argomenti alla mano, ai molti che si sentono in diritto di giudicare i malati di cancro come "persone che non sono state in ascolto della loro anima", cercando una spiegazione "razionale" che per me comunque sia fa acqua da tutte le parti. A parer mio può esserci un'altra spiegazione, e comunque la conosce solo l'anima nel silenzio e nel segreto dei suoi misteri...perché per noi sono e rimangono pur sempre teorie.
La mia amica è un uraniana, è dell'acquario con urano trigono al sole e a mercurio. L'altra ragazza invece era del toro.
Grazie molte!
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 13 luglio 2012
@ALIX

Riguardo al tuo ultimo post...non so...ci sono cose su cui non mi sbilancio più di tanto e tra queste ci sono le malattie.

Io da una parte sono convinta che le malattie come dice un famoso libro sono "messaggi dell'anima" e quindi per quanto mi riguarda, le guardo sempre in questo senso, cerco sempre di capire COSA devo comprendere da un certo disturbo, anche perchè, si sa, che la mente - mente- mentre il corpo non lo fa...anzi è proprio chiaro e diretto...SEMPRE.

Ma nello stesso tempo, sono anche convinta che le malattie per certe persone e in determinate situazioni possono rappresentare ALTRO ...possono essere una prova spirituale, per esempio...o il "dharma" di questa esistenza...al pari di un altro che è "destinato" all'infelicità in amore.

Insomma....è un argomento molto, molto delicato.

Per esempio, la mia collega soffre di psoriasi. Ho letto il significato simbolico e le calza a pennello, ma lei non ha mai manifestato l'interesse a conoscerlo, pur sapendo che io mi interesso di queste cose e giustamente io non intendo dirglielo...perchè evidentemente, anche se lo sapesse non potrebbe farsene niente di questa informazione se non è SENTITA.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 13 luglio 2012
@ALIX

Mah, no, non direi che la coesione che intendo io riguardi una particolare connessione alla Terra.

Io parlo del senso di coesione gioviano che tende a porre una serie di elementi che per altri potrebbero risultare "casuali" o caotici...in un INSIEME unitario.

Questa è semplicemente la natura di giove, quindi, evidentemente chi ha un giove forte nel tema, ha questa propensione.

Riguardo a questo, mi era venuta in mente una riflessione l'altro giorno, mentre facevo la spesa..eh..eh..

Sai quando vai in supermercato e cerchi un prodotto tra gli scaffali. Se sei troppo vicino ai vari prodotti, noterai molte cose che si possono cogliere solo da vicino, ma rischi di non trovare proprio ciò che stai cercando. Per avere uno sguardo di insieme, devi...allontanarti.

E' questo che succede ai due segni sagittario/gemelli...uno guarda le cose da una certa distanza e quindi ha una visione d'insieme, mentre il secondo è più interessato ai singoli elementi e quindi guarda le cose da vicino.

Però...è curioso quanto hai detto riguardo alla connessione "selvaggia ancestrale" al pianeta terra, perchè ...adesso mi starò suggestionando dalla lettura di cui ti parlavo...ma, come ti dicevo, riguardo alla reincarnazione, spiega come ricordarsi delle vite passate. Tra le altre cose, dice che molto spesso, strane sintonie/antipatie con luoghi o situazioni o altri elementi con cui ci relazioniamo, potrebbero rappresentare dei "segni" di una vita precedente.

Così...ho realizzato che quando sono al cospetto di foreste, boschi, o zone comunque dove la vegetazione è selvaggia e allo stato brado, sento una particolare sintonia e una sorta di nostalgia...come di qualcosa che ad un livello profondo, conosco molto bene.

Ma forse è solo la natura più selvaggia del sagittario che non esprimo per nulla nella mia vita.

Devo dire che questi argomenti (reincarnazione, spiriti guida, viaggi astrale e altro del genere) mi affascinano da sempre e vorrei dispormi in una condizione di apertura. Ma c'è una parte di me, immagino mercurio capricorno trigono a saturno, che non fa che sghignazzare alle mie spalle, dandomi dell'ingenua credulona, non appena comincio a sbilanciarmi un po' troppo in loro favore.

Beh...immagino di dover riuscire a trovare il giusto equilibrio tra apertura e scetticismo.

ciao lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 13 luglio 2012
Ti aggiungo una cosa, tanto per ribadire che poi ognuno 'formula' o 'abbraccia' i concetti che più gli sono vicini.

Al di là del giudizio in merito che ognuno può dare, è interessante per conoscenza questa strana teoria.

Avevo letto di una concezione spiritualistica che riteneva il cancro o almeno alcuni tipi, in relazione ad una evoluzione dell'anima avvenuta troppo velocemente in quel dato corpo.
Cosicchè l'anima stessa sentirebbe la necessità di abbandonare al più presto quel modello di corpo fisico che ha e quell'ambiente dove vive, quei rapporti che ha, per 'accedere' ad un'altra situazione che le consentirebbe quella 'crescita' che sarebbe ormai impossibile oltre, nella situazione fisica e ambientale in cui si trova.

Per esempio, io sono stata colpita da questa teoria, tanto che l'ho memorizzata, anche se ancora devo dire che non sò che pensarne.
Ho conosciuto 3 persone morte in breve tempo e tutte ancora piuttosto giovani di cancro, ma risalgono all'epoca prima di interessarmi a fondo di astrologia e dunque ne ricordo solo il segno: una pesci, un toro e un leone.
Nessuna di loro tre sembrava impegnata in una qualche minima ricerca interiore, ma ritengo spesso impossibile giudicare da fuori e soggettivamente il percorso e i modi scelti da altre anime per raggiungere il loro personale fine evolutivo.
Perciò non sò che dire, forse potrebbe esserci un nesso, forse no.

Ad ogni modo era solo un esempio per dire che in ultima sostanza è 'vero' per ognuno ciò in cui crede.

ciao Deva e ciao chi altro segue.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 13 luglio 2012
Si, partendo dal presupposto che chiunque cominci a farsi domanda sulla vita ha necessità di trovare risposte, il 'senso' deve avere 'senso' per la persona stessa sono daccordo, per questo si incontrano spesso i messaggi o le strade più 'affini' a se, sincronicamente.

Solo una cosa, forse non è la stesso tipo di senso di coesione che senti o cerchi tu, ma io vedo eccome collegamenti a rete tra le cose anche molto distanti tra loro, proprio perchè spazio tra una materia e l'altra come interessi, tant'è che ho sempre individuato gli stretti legami tra scienza e spiritualità, chimica biologia e alchimia, fisica quantistica e magia, astrologia e astronomia, aggiungerei 'alieni e terrestri' e così via.

Penso che quello che cerchi di esprimere tu sia più una costante 'connessione armonica' con il 'Mondo' inteso come pianeta Terra un senso selvaggio ancestrale vitale particolare che ti unisce in coesione ad essa, il chè potrebbe essere molto in analogia sia con il Sagittario che con lo Scorpione.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 12 luglio 2012
In genere si pensa che nell'aldilà o sul piano di uscita astrale si abbia la 'forma' che si preferisce......anche di una nuvola o di occhi!
Poi sai, tutti gli autori hanno le loro preferenze!
Il fatto però è che per molti l'identificazione dello spirito avverrebbe ancora in una forma 'simile' a quella terrestre per una sorta di abitudine a 'concepirsi' così che rimarrebbe come impressa anche una volta superato il piano fisico.
Quella dei 30 anni mi ricorda qualcosa, devo averlo letto anch'io da qualche parte ma lo associavo al fatto che la, diciamo così, maggiore età dell'Anima nel corpo fisico non si raggiunge a 18 anni ma si raggiunge solo proprio verso quell'età 28/30 anni.
Quindi sarebbe un pò come un 'punto focale', una traccia significativa forse per tanti, che rimane come una 'fotografia'.
C'è da dire che molto di ciò che viene riportato canalizza anche credenze della persona stessa che riporta le esperienze.
Nel senso che l'aldilà come le uscite astrali si conformano a quello che credi di poterci trovare.
E' abbastanza curioso che nelle esperienze di morte (rientrate) tutti raccontino del lungo tunnel a vortice spiralato con una luce abbagliante in fondo che secondo me ricorda tantissimo le impressioni della nascita.
Ho letto infatti che il bambino tecnicamente 'ruota' nella sua discesa e immagino che il primo impatto con il mondo sia spesso con una luce abbagliante che colpisce i suoi occhi che escono da un posto buio.

ciao, alla prossima, buonanotte
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 12 luglio 2012
@ALIX

Si, diciamo che a te piace spaziare da uraniana a me da gioviana.

Alla fine non si può che essere d'accordo con la Morpurgo che sosteneva che non si possa prescindere dai propri condizionamenti astrologici.

Ne puoi diventare consapevole e quindi avere più "spazio" nel definire la "qualità" della manifestazione....ma ci si muove comunque sempre all'interno di quei condizionamenti.

Per dire che tu hai una visione più distaccata e direi...scientifica della vita come un insieme di elementi non necessariamente collegati fra loro...anzi, per te è quasi un imperativo sentirti libera di passare da un aspetto della realtà...ad uno completamente diverso e lontanissimo dal primo ...io non posso che cercare e scorgere un SENSO...e quindi una coesione nelle cose.

Ma sai cosa penso....?? che alla fin della fiera...non è più "vera" la mia visione...della la tua...o di quella di chi spazia non oltre l'orizzonte di casa sua.

Semplicemente ognuno ha il suo percorso che ha senso (ecco, appunto..eh..eh....) per lui....e tra l'altro....proprio per i condizionamenti di cui parlavo...non potrebbe nemmeno fare altrimenti.

Riguardo ai 7 raggi...devo dire che mi sono arenata dal momento che è un argomento che non offre l'opportunità di verifiche o applicazioni concrete. Ho approfondito i chakra che sono stretamente collegati e finalmente credo di averli capiti bene. Comunque, penso che sia un argomento da trattare così...approfondire e poi elaborare...poi a distanza di qualche mese di nuovo approfondire e rielaborare. Mi sono accorta che questa volta comprendevo meglio cose che in passato erano ostiche.

Invece adesso sto leggendo un libro curioso...di una medium americana, piuttosto controversa ...Sylvia Browne.

Spazia dal come contattare lo spirito guida, a come ricordarsi le passate incarnazioni...a come farsi fare un trattamento "curativo" dalle forze " dell'aldilà"; ci sono delle cose che mi fanno un po' sorridere (come che nell'aldilà tutti hanno l'aspetto di quando avevano o avrebbero avuto, 30 anni...) altre, di carattere più generale sull'ambito spirituale, che tutto sommato, condivido.

Insomma...è un libro da prendere un po' con le pinze, ma è comunque un una lettura ...rasserenante...di cui il mio giove un po' "segnato" dal transito di saturno, aveva proprio bisogno... :)

ciao

lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 12 luglio 2012
X Deva:
volevo aggiungerti che sono nata con Luna capricorno ma la Luna di concepimento era in Pesci.
Durante la gravidanza era questa la Luna che caratterizzava l'organismo in formazione.
Non sò se sai che una teoria dice che l'ascendente che uno ha corrisponde alla Luna di concepimento.
Perciò la tua era Scorpione durante la tua formazione.
Se la gravidanza è stata normale rintracciare il giorno di concepimento si fà con semplice calcolo e con le lune che trovi puoi vedere la corrispondenza all'ascendente per essere in grado di stabilire il giorno esatto.
Più difficile rintracciare la data certa se la nascita è avvenuta prematura.

Tutto stò discorso anche per dire che queste inclinazioni di natura 'cosmica' e il fatto di avere più sensibilità per lo spazio nella sua vastissima complessità forse è dovuta alla mia 'originaria' Luna Pesci, dato non trascurabile.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 12 luglio 2012
Si, diciamo che la mia visione della vita ha più una componente universale che non ristretta alla vita in senso umano che oltretutto credo potrà estinguersi esattamente come i dinosauri, basterebbe un'impatto cometale o l'esplosione di un supervulcano e addio 'genere' umano.......
E comunque quando la nostra stella 'Sole' si esaurirà quì non ci potrebbe essere più alcun genere di vita.
L'intelligenza o l'anima si potrebbero sviluppare in altre 'forme' e sentimenti, in altri spazi e luoghi, su altri piani dimensionali.

Ritornando sulla terra e al nostro tempo, si, direi che la luna capricorno avverte poco le 'emozioni' soprattutto la gioiosità.
Avverte il dolore come tutte, l'ansia, il nervoso, la rabbia, cose così, ma l'intensità emozionale nel senso di sentirsi proprio intimamente 'emozionata' da un evento in senso entusiastico è piuttosto raro.
Succede ma ci vuole qualcosa di avvertito come veramente particolare.

Stai continuando con le tue ricerche di astrologia dei sette raggi? non ne hai più parlato!

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 10 luglio 2012
@ALIX

Si, si, effettivamente ci può stare l'aggettivo "sconcertante", proprio perchè è una luna che non "sente" secondo i canoni consueti della luna cancro.

Effettivamente tu hai il sole cong.ad urano che è il suo opposto e la luna capricorno che è in esilio...chiaro che la tua visione della vita non sia tradizionale.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 10 luglio 2012
Ecco Deva, condivisibile o meno, Morpurgo attribuiva il fatto di avere di tanto in tanto uscite avvertibili come sconcertanti, anche per chi pensa di conoscerle bene, proprio alle Lune Capricorno.
Lo associava al fatto che sono lune emotivamente un tantino aride rispetto ad altre, aggiungerei forse con un chè di spietato o impietoso di fondo, sempre diceva Morpurgo, se non compensate da certe posizioni di sole venere e nettuno.
Nel mio caso la luna è anche molto compensata dal sole leone e dalla venere nettuniana per trigono ma è probabile che di quando in quando emergano lati che paiono poco misericordiosi, verso qualcosa o qualcuno.
Di fatto è una Luna che non dimentica mai, ed è questo probabilmente che non le consente di reagire come altre posizioni lunari più morbide o che riescono a cancellare beatamente ricordi ritenuti sgradevoli e penso valga anche per questioni del tutto soggettive, sono così anche verso se stesse intendo.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 10 luglio 2012
Si, Urano è sicuramente una componente forte che può inclinare in quel senso, però ricordo che Morpurgo indicava anche per il capricorno o lune capricorniane il fatto di esprimere cose che agli altri potevano risultare sconcertanti.
Se ritrovo il passo te lo cito.
Per il Leone non mi riferivo alla libertà di pensiero, ma al fatto che non tende a 'far finta' di essere stracontento della sua vita se non lo è, ti dirà sempre sinceramente quali sono le cose che non ha sopportato e non sopporta, così come potrebbe dirti cosa gli piace o piacerebbe, sempre schiettamente.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 10 luglio 2012
@ALIX

Sai che non sono molto d'accordo che il dire cose "sconcertanti" sia legato alla luna capricorno e nemmeno che la libertà di espressione sia leonina.

A mio parere sono entrambe valenze uraniane.


ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 10 luglio 2012
Eh....credo che la tua ultima frase possa essere intuitivamente giusta.
In ogni caso non dimenticarti la mia Luna capricorniana che spesso può far dire cose che agli altri risultano come molto sconcertanti.
Spesso infatti mi autolimito perchè potrei anche esprimere diversi altri concetti che non sarebbero facilmente capiti.
Dichiararlo apertamente fà parte del non infigimento che ho spesso indicato come una caratteristica Leonina.
L'adenoma è benigno, ha creato dei disturbi per la sede critica e un periodo tribolato per alcune sintomatologie fastidiose, ma il fatto che non abbia voluto sentirmi minimamente come una malata probabilmente ha favorito un progressivo naturale miglioramento, non ho voluto farmi spaventare dalla diagnosi.
Non credo di aver paura di morire se fosse una cosa veloce, come tutti i Leoni temo di più la decadenza fisica, le malattie che possono debilitare molto, le ospedalizzazioni, tutte quelle cose di cui non mi piace neanche sentir parlare, e infatti non stò per nulla volentieri in compagnia di persone anziane perchè il più delle volte non fanno altro che parlare dei loro malanni, di visite, di farmaci, tutte cose che detesto.
Preferisco stare in compagnia di giovani che oltretutto hanno più cose da insegnarti per rimanere sempre aggiornati.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 9 luglio 2012
@ALIX

Non credo di essermi mai sentita arrabbiata e furente con la vita, deve essere brutto...mi dispiace che possa essere uno stato d'animo che ti appartiene, tal volta.

Ma, scusa se te lo chiedo... la malattia di cui ci hai parlato non ti ha fatto rivalutare la vita...?? il temere di perderla non la rende ancora più preziosa ??

Quando io ho passato quel mesetto di puro terrore (ecco saturno...ma solo adesso realizzo) nell'attesa di sapere se quello che si era visto in ecografia fosse solamente un angioma o invece qualcosa di peggio, credo di aver SENTITO la vita come mai prima.

All'improvviso tutte le congetture zen sulla realtà o meno dell'io sono andate a farsi friggere eh....eh...volevo solo stare bene e vivere..vivere...vivere....

Sai cos'è Alix...mi "sconvolge" un pò questo tuo scarso amore per la vita, forse perchè sei l'unica persona che conosco che lo dichiara apertamente e con naturalezza.

Ma forse per i valori uraniani/nettuniani...la vita "solare" non è così assoluta, unica e imprescindibile come si ritiene comunemente....è solo una possibilità tra tante altre potenziali alternative...

Credo di averti capita meglio.


ciao lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 9 luglio 2012
E si, guarda che del resto più aumenta la conoscenza e le varie comprensioni, più le prove a cui sei o sarai sottoposta saranno di grado più intenso come nelle classi scolastiche.
Un pò come se quello che hai assimilato venga sottoposto periodicamente a controllo, esame, testato per verificarne la consistenza in te.

Ricordo sempre una frase di Lovercraft che recitava:
"Quanto poco l'Io terreno conosce della sua estensione, quanto poco, in verità, è bene che conosca per conservare la pace".

Oggi và meglio , grazie Deva, sarà stata una reazione al meteo ventoso, più che giù di morale direi che quando mi sento così sono arrabbiata 'nera', fin da piccola ho sempre pensato di non aver chiesto io di essere messa al mondo, quindi ci sono momenti in cui non mi sento 'risarcita' a sufficienza dalla sorte per quello che considero un 'torto' che mi è stato fatto.
E per quanto possa impegnarmi consapevolmente per vedere tutto ciò che ho di buono arrivano di tanto in tanto quei giorni che si avrebbe voglia di poter decidere di andarsene da un mondo che di fatto si detesta.

Poi passa......e si ricomincia.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 9 luglio 2012
@ALIX

Mi dispiace saperti giù di morale...

Riguardo a saturno...sai cosa ho realizzato in questi giorni...?? che saturno è per me la PAURA (contrazione) che si contrappone alla FIDUCIA (espansione) gioviana.

Anche rispetto ai problemi di salute emersi, i calcoli, a mio avviso, anche se ho trovato delle interpretazioni diverse, che vertono sull'aggressività repressa, a mio parere sono legati alla paura.

I calcoli effettivamente essendo "sassolini" sono saturniani. Si dice anche... pietrificato dalla paura.

Invece le coliche sono "marziane" eventualmente, ma non ne ho mai avute.

Comunque...credo proprio che sia questa emozione che saturno adesso mi stia facendo esplorare...nel senso che lo ha fatto anche nelle altre case, ma adesso le due funzioni si sono congiunte e stanno emergendo tutte le difficoltà e le questioni irrisolte, che ne derivano.

Sinceramente non credo che sia giove a dover "imparare" qualcosa...la fiducia da casa XII è un affidamento che reputo comunque, sano...non cieco o fanatico.

Ecco, forse questo transito effettivamente sta testando giove...sta verificando quanto la fiducia gioviana sia in grado di gestire la paura senza farsene sopraffare.

Ma immagino che altre elaborazioni dovranno essere fatte...


ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 8 luglio 2012
Devo fare una piccola correzione Deva:
intendevo i veri e propri attacchi di 'panico'
se con attacco d'ansia intendi quello rimane valido.
Se è solo un'ansia generalizzata forse la diagnosi psicosomatica potrebbe essere un pò diversa.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 8 luglio 2012
Felice di averti dato uno spunto, tantopiù che da qualche giorno per motivi miei sono proprio giù affossata, in crisi con il mondo intero.

Credo di aver letto che Giove in 12a consente una visione più che delle cose esterne 'interiore' come se la vista, i tuoi occhi, anzichè guardare la realtà esterna guardassero solo quella interna, quindi tecnicamente Saturno dovrebbe 'rafforzarti' la vista interiore rispetto a quello che sono le questioni esteriori che gravano sull'interiorità.
Gli attacchi d'ansia, come avevo già avuto modo di dire, vengono definiti dalla psicosomatica come 'l'urlo dell'anima' dunque ti segnalano che in qualche modo avevi o avresti imboccato una via o uno stile di vita o di orientamento di pensiero che sarebbe fortemente non in linea con il tuo vero progetto vitale.
Questo almeno è quanto avevo letto, poi vedi tu se tenerne conto.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 7 luglio 2012
@ALIX

Si, sono d'accordo con quanto scrivi.

La presa di coscienza del significato di questo transito è in continua evoluzione.

Per esempio oggi ho compreso che ciò che me l'ho fa vivere così male e che mi dà proprio la sensazione di "cacciata dall'eden" è il fatto che giove in XII era il sentirmi parte di qualcosa di più grande a cui mi affidavo in totale fiducia e in modo anche irrazionale nel senso di "non razionale" per la natura stessa della casa (nettuniana). Mentre il saturno in VI si occupava di gestire l'imperfetta REALTA' quotidiana, razionalmente.

Ora saturno in XII ha "rotto " questo equilibrio perchè si comporta "da casa VI" in una casa dove il ...controllo... non ci sta...non è più possibile....da qui, per esempio, gli attacchi di ansia.

Questa è la situazione attuale di consapevolezza.

Come ti ho detto, non riesco ancora a vedere COSA mi stia insegnando saturno...per ora lo SENTO come un invasore sgradito eh..eh...

Ma immagino di avere ancora molte cose da comprendere soprattutto a livello "emotivo" perchè credo che alla fine in questa casa si tratti di elaborare il vissuto soprattutto in questo senso.

ciao e grazie per gli spunti

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 7 luglio 2012
Per Deva:

La sensazione di cacciata dall'eden probabilmente è perchè ,per risolvere l'opposizione, ti eri rifugiata in uno dei 2 poli, ovviamente il gioviano più gratificante per te.
Si è detto spesso che l'opposizione produce questo effetto, dando anche una sensazione risolutiva, ora tu con la vicinanza di saturno a giove invece stai integrando tutte le questioni del polo opposto (saturno 6a) che probabilmente hai trascurato o volontariamente 'ignorato' e che ti si palesano o paleseranno.
Quindi la visione tenderebbe ad essere più chiara sebbene possa sembrarti inizialmente più offuscata data la perdita del luogo interiore idilliaco.

Guarda anche io rispetto alla mia opposizione Luna 10a Venere tendo ad andare più facilmente verso la più gratificante venere 4a, tanto che questa questione si è spesso manifestata letteralmente 'materialmente' con la preferenza a stare 'bene in casa mia' piuttosto che avventurarmi nel mondo, a volte persino rinunciando a uscite pur avendone le possibilità e persino a occasioni di vacanza.

Circa il resto, tieni presente che il materiale inconscio è in continua 'formazione' rispetto alle esperienze che si accumulano, non è che sei dotata di quello e risolto quello non ti si ripresenterà altro, quindi quando si parla di integrazione comprensione soluzione, penso si debba pensare sempre a un processo in divenire incessante.
Inoltre comunque nessuna cura dà le stesse garanzie a tutti dato che poi ognuno reagisce a modo suo e reagisce alla stessa dinamica anche diversamente rispetto ai maturati tempi.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 7 luglio 2012
ciao Margherita

benvenuta !!

Questo è un sito di astrologia umanistica, e le rivoluzioni solari non sono comunemente usate come strumento di analisi perchè prevedono una "previsione pura" al contrario dell'analisi del tema natale e dei transiti, che verte più su considerazioni psicologiche che mirano a comprendere i propri contenuti interiori, rappresentati dagli aspetti.

Io personalmente non so leggere le rivoluzioni solari...per casualità ho saputo che la rivoluzione dell'anno che sto vivendo presenta sole in XII casa, considerato generalmente negativo, ed effettivamente è un anno pesante sotto molto punti di vista.

Ma già i transiti me lo segnalavano visto che ho il transito di saturno in XII che cong.giove in opposizione rdx a saturno.

Quindi, in sostanza, una approfondita analisi del tema e dei transiti, è sicuramente più utile e significativa in termini di consapevolezza, della rivoluzione solare, che, in caso di posizioni "negative" lascerebbe pieni di paure e insicurezze sul futuro.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 7 luglio 2012
Ciao Margherita.
temo tu sia entrata nel blog sbagliato,
quì l'approccio è prettamente di astrologia umanistica, poi in realtà si parla di tutto e di più e anche di altri tipi di approcci astrologici come la Karmica, la previsionale o tanti altri argomenti, ma la 'rivoluzione solare' in se non credo sia uno dei metodi molto condivisi dalle bloggers da queste parti.
O almeno nessuna ne ha fatto mai cenno e pare attratta da questa metodica.
Se ti va puoi provare a lasciare i dati e vedere se qualcuna può risponderti ma attraverso l'analisi psicologica.

ciao



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Margherita
inserito sabato 7 luglio 2012
Buongiorno!
E' la prima volta che partecipo a questo blog e spero tanto che qualcuno mi possa essere di aiuto nella comprensione e nel significato delle rivoluzioni solari.
Quanto sono importanti i pianeti che troviamo nelle case di rivoluzione solare??
Nella mia rivoluzione solare 2011-2012 (che finirà ad agosto)ho venere congiunta al sole nella mia quinta casa: in campo sentimentale è stato un anno di solitudine!!Invece mi era stato detto che ci sarebbe stato sicuramente un nuovo amore!
Per i prossimi due anni avrò venere in dodicesima casa con saturno di transito: che mi devo aspettare, una relazione "nascosta" o due anni di solitudine? Sono anni che aspetto una relazione decente!!
Oltre ad avere venere congiunta al sole in quinta casa avevo saturno congiunto con la luna in sesta casa: è stato e ancora lo è un anno durissimo sotto il profilo della salute e delle cose quotidiane che sono state di una pesantezza incredibile!!!!
L'anno prossimo avrò il sole in prima casa di rivoluzione solare, ho letto che si parla di intervento chirurgico, ma è vero????
Credetemi sono veramente spaventata!!!!
Qualcuno mi puo'aiutare???
Grazie!!!!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 7 luglio 2012
@ALIX

Chiaramente nei due esempi che ho portato (higgs e il Dalai Lama) la dinamica che ha condizionato la vita, espressa dall'opposizione è ecclatante, quindi permette di fare delle riflessioni altrimenti molto meno evidenti, certamente.

Certo che, in generale, se il conflitto espresso dall'asepetto (sia opposizione che quadrato) perdura nella vita dell'individuo, evidentemente l'integrazione non c'è stata.

Io credo, comunque, che l'integrazione assoluta, non esista....esiste, appunto, un processo di integrazione, dove la consapevolezza ti può portare ad ... imparare ... certe lezioni, per trovare, via, via, un equilibrio migliore.

Il problema spesso è che noi esseri umani preferiamo ..avere ragione e quindi trovare conferma alle nostre convinzioni distorte, piuttosto che...cambiare.

Sai, riguardo al mio attuale transito di saturno su giove, che, come ho detto spesso, sto vivendo malissimo, ho trovato un immagine che lo definisce alla perfezione....cacciata dall'eden....!!! :) e l'eden ovviamente è rappresentato da giove in XII.

E' così che mi sento, e questo la dice lunga su quanto materiale rimosso contenesse questa opposizione radix.

Non sono ancora arrivata a comprendere gli aspetti positivi e costruttivi di questa "cacciata"....sono ancora in una fase di "lutto" e di perdita...ma immagino che prima della fine del transito...li comprenderò. ;)

ciao lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 6 luglio 2012
Sai cosa non penso Deva, che sia sempre e sistematicamente comprensibile per un'altro capire se l'integrazione o la comprensione necessaria è avvenuta e come, perchè l'analisi sarebbe spesso dipendente da un proprio personale giudizio delle situazioni.
A volte si potrà capire a volte no secondo quello che cerchi....
Inoltre è certamente possibile che la 'funzione' di un aspetto sia anche quella di indurre comprensioni più profonde che tu negli eventi di fuori, non conoscendo tutto tutto della vita di un soggetto, non potresti rintracciare con facilità.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 6 luglio 2012
@ALIX

In base a ciò che dice l'umanistica...l'integrazione, certo implica comprendere qualcosa per far collaborare delle funzioni che alla nascita sono scisse, divise, separate, negate...ma allo stesso tempo, questa intima comprensione dovrebbe corrispondere a dei FATTI esterni in analogia con l'elaborazione che è avvenuta all'interno.

Questo nel caso di Higgs, seppur a tarda età è avvenuto...

Nel caso del Dalai Lama, non possiamo dire lo stesso...anche se forse potremmo ipotizzare che la vita dell'esilio fosse proprio, necessaria al processo di integrazione tra saturno (IX) luna nettuno(III) a livelli molto più profondi...anche se poi non arriverà mai all'integrazione coincidente con il rientro in patria...poi, chissà, magari le cose possono cambiare...

Alla fine è questo il punto, secondo me. Io non condivido l'approccio umanistico nell'attribuire troppo potere all'individuo.

L'integrazione è un processo scandito dai tempi giusti, come dici anche tu, e non c'è nessuna garanzia di risultato...eh...eh...

ciao lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 6 luglio 2012
Ancora un aggiunta:
penserei anche che ci sono opposizioni che hanno scarsa probabilità di essere risolte, cioè comprese a fondo nella loro interezza nella stessa vita.
Proprio perchè la possibilità di una congiunzione di un pianeta a transito molto lento sull'altro pianeta sono impossibili per la durata della vita.
Ad esempio il mio marte opposto a nettuno per me resterà una ferita aperta o quantomeno una cicatrice sempre dolorante.
Sarebbe stato prezioso il transito di nettuno in capricorno trigono marte toro ma all'inizio di quell'epoca ancora non mi interessavo di astrologia e tantomeno delle sue connessioni con archetipi della psicologia.
Durante il transito dal 1989 in poi uno degli effetti fu anche quello di una più intensa ricerca spirituale connessa al mondo fenomenico, ma essendo per me ancora ad uno stadio iniziale non avevo certo la possibilità di capire a fondo tante dinamiche.
Forse se fossi stata 'pronta' con le conoscenze idonee sarebbe stato diverso.
E infatti è quello che mi chiedo sempre, se avessi conosciuto bene l'astrologia prima di tanti eventi sarebbe andata sempre così come è andata o le cose si sarebbero sviluppate diversamente???
Il transito di quadratura in acquario credo abbia esacerbato certe questioni in cui non voglio addentrarmi, senza che io riuscissi a giungere a una soluzione definitiva di certi fatti.
Sicuramente ci sarà una progressiva possibilità di intuire questioni riguardanti questa opposizione ora che nettuno ha iniziato il suo percorso in pesci però ci vorrà il suo tempo e forse potrei non averne abbastanza.
Quindi qualcosa rischia sempre di rimanere 'irrisolta'.
Posso pensare che ogni volta che marte nel suo giro più veloce tocca nettuno, un piccolo messaggio di qualche tipo in relazione possa arrivare, ma che si riesca ad inserire in un contesto comprensibile di risoluzione dinamica non sò.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 6 luglio 2012
Volevo aggiungerti una cosa inerente che probabilmente ti interesserà.
Quando ci siamo sposati, saturno transitava in vergine, dunque sull'urano di mio marito in 5a, producendo l'effetto di congiunzione.
Probabilmente in quel periodo di tempo lui integrava cioè 'comprendeva' o superava la problematica di pensare che un legame vincolante avrebbe limitato le sue libertà o tolto il tempo a passioni e divertimenti tanto da essere lui stesso a proporre con forza il legame definitivo.
Molto in precedenza invece, per quello che so, aveva rotto lui un legame di lunga data quando questo aveva cominciato a prospettare l'idea che fosse ora di rinunciare alle sue passioni per matrimonio e figli.
Ora c'è da contare che questa comprensione,integrazione e dunque soluzione dinamica, abbia messo radici nel profondo e non entri quindi in troppo forte crisi quando saturno dal sagittario quadrerà urano rinforzando la sua opposizione urano saturno.
Ma appunto, a conferma di ciò che avanzavo prima, per la comprensione, ci sono voluti i tempi giusti di 'decantazione' nel giro dei transiti.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 6 luglio 2012
Ma l'integrazione dell'aspetto o almeno di parti di esso non dovrebbe avvenire proprio quando saturno fà il suo transito sul pianeta d'opposizione?
Quindi in pratica tu hai avuto la possibilità proprio in questo arco di tempo di integrarlo e di capire delle cose.
Non può essere che l'integrazione stessa non sia nient'altro che la 'comprensione'di un qualcosa ?
Per me 'integrazioni' e 'risoluzioni' sono fondamentalmente delle 'comprensioni' che possono portarti ad assumere atteggiamenti o modi di pensare diversi che 'colorano' in altro modo le reazioni più istintive a opposizioni o quadrature rimediandone degli effetti.
Saturno in transito su Giove ti ha offerto il modo di viverti un effetto relativo 'da congiunzione' ma non è che integrare possa trasformare una opposizione in congiunzione se questa non c'è radix.
Tuttavia quella comprensione poi rimarrà nella gestione futura della tua opposizione giove saturno.
Tieni presente che ci sono tante persone che anche avendo queste opportunità di capire le ignorano e quindi non risolvono e non integrano, nel senso che continuano a 'non comprendere' e a perpetrare dunque gli errori di prima.
L'astrologia psicologica è certamente uno dei mezzi per capire a fondo tante cose di se ma forse non hai torto a pensare che proclami con un pò troppo entusiasmo la possibilità di risolvere gli aspetti tesi anche prima o senza il verificarsi di un transito opportuno che ne faciliti certi esiti in certe direzioni e produca giuste comprensioni.
Bisogna anche vedere le aspettative che si hanno nei confronti della possibilità offerte dalla stessa astrologia dato che, finchè non sarà completata di tutti gli archetipi, avrà sempre dei lati come un pò 'sfuggenti' e non inseribili nell'analisi del contesto complessivo.
Inoltre è possibile che i 2 transplutoniani siano anche già molto 'oltre' le dinamiche analizzabili con i metodi della psicologia.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 6 luglio 2012
@ALIX

Scusa, rettifico. Nel 1950, con saturno che cong.la luna, avviene l'invasione della Cina...in perfetta analogia perchè saturno in IX INVADE il suo territorio circostante, III casa.

In esilio andrà nel 1959 con saturno in capricorno.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 6 luglio 2012
@ALIX

Ah, non ho idea se avere queste opposizioni di saturno rdx sia indice di lunga vita, forse è più verosimile che se si arriva a tarda età si possa vivere meglio l'opposizone di nascita o addirittura integrarla.

Casualmente ho guardato il tema del Dalai Lama, di cui oggi è il compleanno e pensa un po' la coincidenza...lui è cancro con luna opposta a saturno.

Anche qui è lampante l'analogia. Luna cong.a nettuno in III opposta a saturno in IX, all'eta di 15 (con saturno in transito cong.alla luna) l'invasione del Tibet da parte della Cina determina l'esilio dalla sua patria e quindi dalla sua "casa reale e spirituale" per fuggire in India....mmmhhhh...qui dubito che le cose possano cambiare e lui possa rientrare in tempi per lui favorevoli.

Però, incredibili queste perfette analogie. La cosa che mi pensare, però...è la questione "integrazione degli aspetti tesi" di cui l'umanistica si fa grande sostenitrice.

Alla prova dei fatti, sembrerebbe che la realtà di vite vissute, ci mostri una situazione diversa.

E si sa, la realtà supera sempre le teorie.

E' interessante anche il fatto che adesso che ho saturno su giove scopra così tanti personaggi con l'opposizione rdx tra saturno e il governatore del segno solare...mi sa che non è casuale....eh...eh....

Riguardo alle tue altre riflessioni, purtroppo voli troppo in alto per me...non riesco a starti dietro... :)

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 5 luglio 2012
Ecco, ora ho più chiaro che pensiero seguivi.

Mi è venuto in mente una cosa.....e se avere l'opposizione con saturno nei termini di governanti di segno indicati fosse anche un'indicativo di possibile o potenziale lunga vita???
Mi balena in mente il caso di uno scorpione, opposizione plutone-saturno che ha superato gli 80anni.
Io non ho nessuna opposizione con saturno (ne quadrature) e ho sempre pensato che sarei morta piuttosto giovane e che non sarei arrivata nemmeno a superare i 60, a dire la verità mi capitò anche che un santone, una specie di sensitivo profeta conosciuto da un'amico in India, a domanda confermò questa cosa.

In questi giorni più che sugli astri meditavo sulla data di fine Kali Yuga il famoso 21/12/2012, così ho fatto ricerche in merito dato che in genere leggevo che molti pensano che dovrebbe già seguire la trasformazione aurea dell'età dell'Oro.
Ho trovato che non sarebbe così dato che si dovrebbero attraversare ancora 2 ere pari a circa 2.000.000 di anni, non poca cosa, prima di entrare nel Satya Yuga.

Cercavo anche spunti su Y, l'ultimo e probabilmente il più enigmatico simbolo archetipo, che mi interessa ancor più di X.
Alcuni pensano possa corrispondere a Sedna di cui esisterebbero già le effemeridi ( archetipo di una Dea Inuit), con un passo di 11.000 e qualcosa, circa 900 anni per segno.
Che ora transiterebbe in Toro.
Pianeta con un'orbita stranamente e fortemente ellittica.

Io come altri penso all'associazione con Nibiru, pianeta o persino intero 'sistema'viaggiante, di cui si pensa abbia un'orbita anche esso fortemente ellittica oltrechè quasi verticale rispetto al nostro sistema solare.
Con la particolarità quindi che si intersecherebbe nelle orbite di tutti gli altri quasi con direzione 'contraria'.
Ho trovato che qualcuno lo assocerebbe già all'archetipo del MAGO.

Ragionavo sul fatto che potrebbe rappresentare tra le altre cose i 'campi magnetici', il senso di eternità,'la potenziale inversione della freccia del temporale' così come nella metereologia è noto un fenomeno detto di 'inversione termica'.






-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 5 luglio 2012
@ALIX

Si, anche io sono elettrizzata dalle scoperte scientifiche...mi sembra sempre di essere testimone di un piccolo passo avanti dell'umanità nello svelare il mistero della vita... :-)

Mi ha colpito l'opposizione rdx tra mercurio saturno di Higgs e te l'ho segnalata, visto che avevamo appena finito di parlare di opposizioni sia nel tema di tuo marito e sia, indirettamente, nel mio.

Tra l'altro, sono in stretta analogia, perchè Higgs è un gemelli e ha l'opposizione tra mercurio (sig.re del segno solare) e saturno, tuo marito è aquario con urano opposto a saturno, io sono sagittario con giove opposto a saturno.

Quindi, evidentemente sono aspetti "cardine" dell'individuo.

Vedendo quell'opposizione nel tema di Higgs subito mi è balenata l'analogia con il fulcro su cui ha girato tutta la sua vita...cioè trovare una dimostrazione scientifica (saturno) di un ipotesi/teoria/idea a cui evidentemente credeva totalmente (mercurio).

Mi sembra un ennesima conferma di come gli aspetti del tema natale corrispondano fedelmente alle esperienze esistenziali.

Quindi, mi sono detta...vedi, vedi...basta avere mooooolta pazienza, superare gli 80 anni e anche le opposizioni dove è coinvolto saturno, si integrano....ah..ah...ah..

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 5 luglio 2012
Oh grazie, grazie Deva, era un'informazione che non mi era ancora arrivata.
Sono sempre contenta quando vengono fatte scoperte scientifiche importanti.
A dispetto del nome ridondante sò che non è l'ultima particella da scoprire.
Ho trovato molto interessante (sebbene contestata nell'ambiente) la teoria di Lisi Garrett che ne prevede all'appello, se non ricordo male, almeno altre 11 prima di riuscire a comprendere del tutto lo schema dell'Universo.
Sai anche a me piacerebbe essere ancora in vita per poter dire: " Io lo sapevo" dato che sono praticamente nata con la convinzione che esistessero altre forme e sicuramente molto più avanzate di intelligenza.
A chi mi diceva spocchioso che se esistessero altre forme di vita, avrebbero già preso contatto con noi ho sempre risposto se per caso loro sentissero la necessità di 'comunicare' con un termitaio, dato che presumibilmente l'umanità non sarebbe vista molto diversamente da chi già ha una visione 'galattico/eonica' e di altre 'dimensioni del tempo', diciamo così.
Dubito fortemente perciò che la questione si riesca a risolvere in questo secolo, quindi mi sà che porterò con me questa certezza nell'aldilà!

Forse oggi sono un tantino stanca, ma non ho afferrato però perchè mi hai portato questo esempio di opposizioni radicali, cosa volevi dirmi più nello specifico?





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 5 luglio 2012
@ALIX

Approposito di opposizioni radicali, ho visto un tema interessante da questo punto di vista.

Immagino che avrai sentito che è stata confermata l'esistenza del bosone di Higgs...guarda il tema di Peter Higgs...29/05/29 ore 9,29 a Newcastle (UK).

E' un gemelli cone mercurio gemelli opposto a saturno.

In questa opposizione ci vedo il conflitto di una vita...esattamente 48 anni, tra la consapevolezza che la sua idea, teoria, ipotesi (mercurio) fosse giusta contro la necessità di una prova e conferma scientifica (saturno) che tardava ad arrivare.

Pensa che nel '64 quando lui ebbe questa intuizione saturno era in aquario in trigono a mercurio....e ieri, data della conferma ufficiale del bosone, saturno in bilancia è in perfetto trigono a mercurio.

La cosa bella è che lui è in vita è può godersi questa grande soddisfazione.

ciao lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 1 luglio 2012
@ALIX

Ma si, Alix...mica che il conflitto espresso da un opposizione, debba manifestarsi con chissà quali blocchi estremi...

Ciò che mi dici, cioè che si può dedicare agli ineteressi che veramente l'apassionano solo nel tempo libero, è esattamente e semplicemente la manifestazione dell'opposizione...

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 1 luglio 2012
Non mi dà l'impressione di essere bloccato in un conflitto estremo di qualche tipo per ora.
Sono certamente si le solite insofferenze che prendono a qualunque persona ideativa che sia costretta a lavorare per vivere.
Diciamo che tende senza dubbio ad avvicinarsi il più possibile all'ideale che lo appassiona, da me anche incoraggiato e non certo ostacolato.
Nel suo tempo libero può dedicarsi all'interesse coinvolgente che ora lo stà prendendo senza problemi.
Lo trasformerebbe anche in una attività se ve ne fossero le condizioni agevoli.

Non considero i transiti sventure a priori no, ma sai, avendo fatto tanta previsionale, e materialmente visto una quantità rilevante di eventi di certi tipi a seguito di certe posizioni, di alcuni passaggi mi chiedo sempre se non provocheranno qualche problema che si preferirebbe, e quanto, poter evitare :)

Tantopiù che già i tempi costringono a rimandare o bloccare tante iniziative a cui piacerebbe dar seguito e perciò uno ha già di per se l'impressione di essere costantemente 'trattenuto'.
Tecnicamente saremmo una coppia piuttosto dinamica e soffriamo entrambi dell'impossibilità di poter fare tante cose che vorremmo.
Quel soffrire non significa che ci danniamo particolarmente, ma che appunto abbiamo di sottofondo questa sensazione di doverla prendere con una certa filosofia, tantopiù che siamo in una situazione tutto sommato distante da chi ha forti ragioni di aperta lamentela con la sorte.

alla prossima
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 1 luglio 2012
@ALIX

Si, immagino che gli entusiasmi siano trattenuti anche per giove leso da urano-plutone e saturno.

Riguardo a quanto dicevo sulla struttura che diventa perno su cui fondare la libertà...certo, certo, questo può riguardare anche il vostro matrimonio, ma mi riferivo più specificatamente ad un processo interiore che deve accadere in lui.

Mi spiego meglio.... trovo delle affinità tra l'opposizione di tuo marito (urano saturno) e la mia (saturno giove)...e di fatto vivo lo stesso conflitto tra necessità e doveri che tolgo il tempo ad interessi più coinvolgenti e sentiti.

Ma questa è L'ESPRESSIONE del conflitto che è prima di tutto dentro di noi e quindi, si manifesta in questa ambivalenza.

L'ideale a cui tendere è ...mi impegno a fare ciò che mi gratifica profondamente.

Certo è un IDEALE...ma l'importante è avvicinarsi almeno, a questo idale, piuttosto che rimanere bloccati nei due estremi del conflitto.

Riguardo alle simbologie che può toccare il transito, Alix...io posso ragionare solo in termini di umanistica e quindi, qualsiasi evento riguarderà questioni che tuo marito sarà chiamato a rielaborare, comprendere, integrare al fine di crescere come persona, di testare la sua struttura....visto che il transito è teso, non sono escluse le difficoltà, ma le difficoltà non sono mai fini a se stesse.

Chiaro che se per te i transiti sono "sventure" che chi capitano addosso, c'è poco da discutere...puoi solo incrociare le dita e aspettare che passi...eh...eh...

Il fatto che saturno toccherà funzioni analoghe del vostro tema evidentemente dipende dal fatto che avete i pianeti negli stessi gradi... :-)

Comunque, tornando seria...il fatto che il tuo saturno passerà in VII probabilmente significa che gli eventi che toccheranno tuo marito, condizioneranno anche te.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 1 luglio 2012
La ricostruzione dovrebbe essere piuttosto valida, il quadrato a T è presente.
Spero solo che non debbano emergere in futuro problematiche di lavoro, dato che di questi tempi ormai questa parola è diventata esclusivamente fonte di 'preoccupazioni' per la maggioranza, non più di 'sicurezze' e non si sà bene fino a 'quando' e 'quanto' ci si potrà fare conto.
Tanto che bisogna valutare e soppesare ogni minimo progetto molto 'cautamente'.
Soddisfazioni il lavoro non ne dà, in quanto sembrano non esistere più orientamenti meritocratici che facciano intravedere prospettive di miglioramenti, perciò il tuo riferimento a 'realtà incombenti' ci auguriamo non coinvolga la professione.
Mio marito ha un carattere concreto e fiducioso di grandi capacità pratiche, ma direi che gli entusiasmi sono piuttosto trattenuti dato che avendo mercurio e luna in capricorno ha caratteristiche anche piuttosto spiccate di questo segno.
Non è uno che si scatena mai in esultamenti per qualsivoglia motivo per esempio.
La libertà o il senso di libertà certo, essendo acquario sono punti cardine, non ne potrebbe fare a meno, diciamo che le limitazioni provengono esclusivamente da responsabilità a cui non ci si può sottrarre se non si è tanto fortunati da poter vivere di 'rendite'.
Cioè a dire: tutto quel tempo materiale che la necessità e gli impegni di lavoro tolgono ad altri interessi coinvolgenti che si vorrebbero poter approfondire e che invece rimangono relegati in ridotti spazi di tempo davvero libero.
La struttura che è diventata perno su cui fondare la sua libertà credo sia stato il nostro matrimonio, dato che i suoi spazi di libertà sono garantiti dal fatto che mi occupo di tutte quelle cose che graverebbero su di lui oltre il lavoro se non ci fossi.....quindi ci conterei che riesca a riconoscerne sempre la 'validità' si ;)
Non è un'idealista direi, se all'idealismo tu dai il significato di qualcuno che si metterebbe a combattere in nome di qualche 'principio'.
Negli acquari per la verità è una caratteristica che non ho mai visto così spiccata.
Dato che è il segno di uomini e donne con cui lego di più (e dunque forse era destino che finissi per sposarne uno!) ho sempre notato in loro invece una sanissima tendenza all'opportunismo, nel senso di fare ciò che è più 'opportuno' in quel momento o per loro.
Infatti una delle caratteristiche che ho notato in tutti è che sono sempre disponibili a macinare anche molto lavoro, perchè ciò tutela quell'indipendenza e quell'autonomia che per loro è vitale e che consente poi libertà di azione e di 'fare' o di 'andare'.

Io avevo pensato più alla possibilità che questo transito saturnino su sole marte urano potesse coinvolgerlo in questioni riguardanti il padre o eventualmente il fratello maggiore.
Non mi dici però cosa ne pensi del fatto che avremo 'entrambi' sia lui che io, più o meno nello stesso arco di tempo il saturno che tocca gli stessi simboli.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 30 giugno 2012
@ALIX

Dunque, Alix, se la mia ricostruzione è esatta, tuo marito dovrebbe avere l'opposizione rdx di saturno a plutone e urano...quadrati a T con giove.

Essendo un aquario, la "scissione" tra saturno e urano, immagino lo "tocchi" particolarmente.

Comunque, il transito di saturno, nel suo caso, coinvolge la VI e la X casa, quindi, molto probabilmente andrà ad esprimersi nel settore lavorativo.

Il transito riporta in ballo l'opposizione saturno urano e quindi tuo marito potrà verificare a che punto sia l'elaborazione di questo modello dentro di lui.

Non so come lui lo possa vivere...ma sostanzialmente rappresenta il conflitto tra libertà (e potere, vista la cong.a plutone) e struttura, ordine, disciplina e visto che è un opposizione, c'è difficoltà a fare convivere e integrare queste funzioni.

Quindi, può essere che il transito di saturno al sole ripropongano la necessità di porsi dei limiti magari adattarsi a situazioni poco gradite, dove non può gestirsi liberamente.

Avendo lui il sole in X...vedi che c'è sempre questo binomio aquario capricorno (X)...che corrisponde a urano - saturno.

Quindi, lui per vivere bene, cioè per realizzare al meglio il suo sole aquario in X, deve riuscire a far collaborere urano e saturno.

Cioè deve riuscire a sentirsi "libero" riconoscendo la validità e la necessità della struttura che non lo limita più, ma addirittura "sostiene" la sua libertà...diventa il perno su cui può fondare la sua libertà.

Riguardo al transito di saturno a marte...corrisponde esattamente al mio stesso aspetto, quindi lo vivremo contemporanemamente...ma fra circa due anni...

Come vive marte nettuno ?? è un idealista..?? ma è anche fiducioso ed entusiasta (giove trigono a marte) in modo sicuramente più concreto di me visto che il trigono è in case di terra.

Il quadrato di saturno potrebbe rappresentare la necessità di occuparsi di questioni concrete e pratiche, magari noiose e frustranti, limitanti ma a cui non può sottrarsi.

Saturno su nettuno in VI sembra rappresentare la "realtà" che incombe e che non può essere più negata o aggirata, o rimandata...è necessario affrontare la situazione ...di petto.

Spero di non aver sbagliato i dati perchè in questo caso sarebbe...tutto da rifare....eh..eh..

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 30 giugno 2012
Urano 19° vergine
Nettuno 21° scorpione
Plutone 18° vergine
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 30 giugno 2012
@ALIX

Per tuo marito, avrei bisogno almeno di conoscere i gradi di urano nettuno e plutone.

Se te la senti, altrimenti, pazienza...ma io senza poter guardare a grandi linee un tema, non ce la faccio.

Il tuo, anche senza i dati, l'ho impostato...non sarà esatto, ma mi dà il senso della situazione astrale.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 29 giugno 2012
Peccato non si senta da molto la nostra amica Solerossella.
Avrei un quesito che potrebbe interessarla!

Ho letto di recente una teoria astrologica sulle parti 'ombra'.
Secondo questa visione, l'ombra, ciò che di meno è accettato nell'inconscio è riferibile alle caratteristiche del segno opposto, in pratica dove è situato il punto 'terra' di ciascuno.

Voi cosa ne pensate di questa lettura???

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 29 giugno 2012
Non preoccuparti Deva, capisco benissimo che non volendo immettere i dati esatti creo delle ovvie difficoltà.
E' che anche volendo essere propositivi, questo transito dal punto di vista previsionale non mi ispira molto di buono in termini di eventi pratici, tantopiù che coinvolgendoci in coppia ......capirai che.... perciò volevo sentire quale poteva essere la diagnosi più dal punto di vista umanistico psicologico.
Non inserirò nemmeno i dati di mio marito, in ogni modo lui è acquario as. toro.
giove 2a, plutone urano 5a, nettuno 6a, mercurio luna 9a, sole venere marte 10a, saturno 11a, X eris 12a.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 29 giugno 2012
@ALIX

In realtà non ti avevo risposto perchè non mi ci trovo a fare analisi senza guardare il tema natale.

Comunque...ci provo...più che altro riguardo al tuo tema che quello di tuo marito di cui conosco troppo pochi dati.

Saturno che quadra il sole e oppone marte evidenzia una fase di blocco, di fermo, di frustrazione riguardo la tua affermazione e la libera espressione di te stessa.

Probabilmente nell'ambito della tua coppia o nell'ambito più ampio delle relazioni, ti verranno posti dei limiti, dei vincoli delle condizioni con cui dovrai scendere a patti, dovrai trovare una mediazione.

In senso generale, avendo tu sole urano e marte urano, un aspetto teso di saturno dovrebbe essere pesante perchè ti chiede di ...fermarti...di rallentare...vedi un po' proprio gli aspetti che dicevo di coltivare alcuni post fa... :)

Più nel dettaglio, ti chiede di scendere a patti con l'altro, di mettere un attimo da parte le tue esigenze e le tue priorità per esigenze o necessità della coppia o di un altro tipo di relazione che ti riguarda....potrebbe chiederti di non arroccarti nelle tue posizioni ...

Sostanzialmente questo transito gioca su queste simbologie.

Riguardo all'incidente di cui parlavi sempre legato al transito di saturno su marte...come puoi vedere ti ha costretto a ...fermarti...o comunque, rallentare...

Alla fine se si guarda "dietro le apparenze" degli eventi legati ai transiti, si comprende bene la "lezione" che siamo chiamati ad apprendere.

Per tuo marito...dovresti darmi maggiori informazioni...

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 29 giugno 2012
Deva, dato che ti interessi di umanistica da tanto tempo più di me, avrei bisogno che mi dessi un'idea delle implicazioni psicologiche di un transito di saturno con certi aspetti.
Te lo avevo già chiesto ma forse non hai avuto tempo di rispondere.
Il transito saturniano in scorpione farà più o meno gli stessi aspetti dinamici sia a me che a mio marito, più o meno contemporaneamente in un certo arco di tempo.
Saturno opporrà e quadrerà i marte.
quadrerà entrambi i nostri soli.
quadrerà i valori uraniani x lui dato che è acquario x me per via dell'urano in leone.
Perciò saturno sarà coinvolto con aspetti a sole marte e urano.
Avendo fatto molta previsionale, tendo ad accostare ancora più spontaneamente i transiti ad eventi.
Per esempio il transito saturniano sul mio marte ai tempi costò una 'frattura ossea' piccola, ma che x via di un'errata diagnosi si complicò, richiese un'operazione e mi tenne con un braccio bloccato fra una ingessatura e l'altra per quasi 8 mesi, praticamente un'eternità visto che si era rotto solo un dito.
Che analisi faresti dal punto di vista 'prettamente' umanistico del quadro citato sopra?
A larghe linee si intende, grosso modo, e che opinione avresti del fatto che saremo 'entrambi' coinvolti in dinamiche 'similari'.

ciao grazieeeeeeeee!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 28 giugno 2012
Beh non proprio, la perdita del lavoro di nostro padre costò almeno 3 anni di clima cupo e disastroso in casa e il trasferimento in un'altra regione quandò ne trovò un'altro, lontani dal resto della nostro già ridotto nucleo familiare, praticamente come esiliati.
Può darsi però che noi, all'epoca cosi piccoline, non afferrassimo le dimensioni reali dei problemi questo si, tu eri già grandicella e magari anche più matura della tua età.
Noi credo che sentimmo più il problema di un padre come se si fosse 'ammalato' perchè dall'evento fece un grosso esaurimento nervoso e una madre diventata ancora più ' nervosa e scostante' di prima.
Infatti chi ha 4 pianeti come te in 2a scorpione nel suo caso, è mia madre ( sole mercurio venere marte) che all'epoca poteva avere più o meno 35 anni e dunque sentì gravemente e 'chiaramente' le dimensioni della problematica di mancanza di mezzi finanziari con tutte le frustrazioni e angosce conseguenti, avendo anche la responsabilità di due figlie piccole.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 28 giugno 2012
ciao Alix

Considera che l'attività che avevano i miei era connessa all'abitazione quindi, lavoro e vita quotidiana erano tutt'uno. Di conseguenza prima la fase di sostanziale benessere e poi il lento declino io e mio fratello li abbiamo vissuti quotidianamente.

Poi, per motivi legati evidentemente al MIO progetto esistenziale...io ho vissuto con più ansia e inquietudine questa situazione, che di fatto è segnalata con tutti quei pianeti in II, rispetto a mio fratello che in seconda ha solo urano che fa tra l'altro solo aspetti positivi.

Poi Alix...chiaro che un bambino molto piccolo (anche dell'età che avevate tu e tua sorella) non ha la cognizione del senso del denaro...e che quindi le difficoltà in questo senso le assimila dal vissuto dei genitori...ma la sostanza è la stessa...si coglie un senso di precarietà e instabilità...che sono le valenze "in negativo " della II casa.

Il fatto che nè tu, nè tua sorella non abbiate valori II casa deriva evidentemente dal fatto che quell'episodio di cui parli è stato temporaneo e non rappresenta un "tema" particolarmente significativo della vostra vita.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 28 giugno 2012
Ciao Deva:
ti rispondo di quà.

Non si tratta tanto di una mia particolare convinzione ma di un articolo che avevo letto circa il fatto che i bambini in genere non hanno ancora la percezione del 'valore' del denaro.
Che avvertano un disagio in casi di instabilità e precarietà sarebbe dovuto più al clima di nervosismo, malumore, preoccupazione o comportamenti dei genitori che si creano in casa in caso di peggioramenti della condizione finanziaria, ma di solito non legano questa percezione alla mancanza di 'denaro' proprio perchè questo non ha ancora assunto una connotazione particolare in un contesto comprensibile di cause ed effetti.
Può essere però che non ricordi bene fino a che età questo succederebbe, può essere che all'età che avevi tu già si sia in grado di legare le cose, tuttavia e indubbio che il tuo stellium in casa 2a forse anche pesi in tal senso.
La mia famiglia ha vissuto una condizione gravissima in tali sensi quando io e mia sorella avevamo circa 7 e 6 anni, noi però anche non abbiamo entrambe pianeti in 2a e non legavamo assolutamente le difficili problematiche che si erano create alle condizioni finanziarie e di cui ancora ignoravamo totalmente i 'rapporti' con le espressioni genitoriali conseguenti.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 26 giugno 2012
@ALIX

Ma magari non sento il quadrato mercurio urano semplicemente perchè ...non c'è. :)

Altrimenti potrei ipotizzare anche una cong.di sole luna che superano di qualche decimo di grado l'orbita massima.

L'astrologia è precisissima...se gli aspetti ci sono, nel senso che riflettono una realtà esterna/interiore....rientrano nelle orbite giuste...salvo rare eccezioni.

Il sole isolato, per esempio, riflette perfettamente la figura di mio padre...per certi versi...irragiungibile...inacessibile.

ciao lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 26 giugno 2012
Aggiungo una cosetta Stelline che magari ti servirà per qualche comprensione:

La luna opposta a venere crea una dinamica difficile tra quello che viene visto come 'ideale' luna e quello che 'piace' venere.
Sembrerebbe che queste cose vadano 'insieme' ma non è sempre così se c'è un'opposizione o peggio quadratura.
Si potrebbe dire che la sua donna ideale non sono quelle da cui è più facilmente 'attratto' e gratificato.
Perciò potrebbe dover imparare a scoprire l'ideale i una persona che non è esattamente il 'tipo' che gli piace di più.
Almeno fino a che non ci sarà un certo grado di integrazione della dinamica e comprensione dell'aspetto.
A volte poi sopratutto i maschi risolvono questa difficile integrazione mantenendo una comoda 'separazione' per loro, una donna che scelgono come donna ideale e stabile e l'altra o le altre come amanti transitorie.
Un soggetto manager 45enne con Luna vergine e Venere Gemelli aveva tranquillamente risolto così, da una parte la donna anche 'utile', composta, ufficiale non bella e coetanea e dall'altra la scanzonata frequentazione di amanti carine e più giovani, c'è da dire che aveva anche la quadratura venere marte che è talvolta un induttore di infedeltà cronica.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 26 giugno 2012
X Stelline:
una luna isolata e lesa certo pesa, la mancanza del tema totale rende più azzardate le diagnosi.
Voglio però inserirti un parere semplicemente derivante dall'esperienza di tante storie di vita che ho osservato e sentito dati i miei over/over 50.
Bisogna vedere anche quanti anni ha questo ragazzo, da giovani e spesso anche piuttosto in là con gli anni è difficile avere già un'idea 'chiara' del tipo di persona che si vorrebbe a fianco per sempre.
A volte l'idea 'chiara' viene dopo varie esperienze soprattutto quando capisci bene cosa è che assolutamente NON vuoi.
Aggiungiamo che ai maschi in particolare ma anche a tante donne, non dispiace, se ne hanno l'opportunità, fare tante esperienze diverse prima di cominciare a pensare ad un rapporto continuativo o 'definitivo'.
C'è piuttosto qualcosa d'altro che noti nella storia di questo ragazzo, le lascia tutte lui?
Viene lasciato oppure siamo alla pari tra chi decide di rompere?
Sono tutte 'eccessivamente' diverse caratterialmente o fisicamente???
Aggiungiamo che a certi maschi capita molto più che alle donne che 'mammina' metta becco nello loro scelte, tienine conto, capita molto più spesso di quanto puoi immaginare.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 26 giugno 2012
Non ho un software personale ma controllerò se è possibile la regolazione di orbite.
Per il 'realistico' diciamo che dipende sempre dalle idee che uno abbraccia, ma comunque daccordo.

So che tu sei particolarmente impegnata in indagini introspettive e quindi posso prenderti in parola x mercurio urano dato che avrai già più che valutato tu.
Tuttavia permettimi di dire che il fatto che tu non 'senta' questa quadratura non significherebbe che non si manifesti in qualche modo in analogia ma magari in maniere anomale rispetto alla 'tipicità' delle letture.
Oppure di 'riflesso' di eventi o persone intorno.

Quando lessi le diagnosi per mercurio plutone della morpurgo, a parte un aneddoto che sembra tratto dritto/dritto da un'esperienza personale infantile, non trovavo nulla di corrispondente, in primis le inclinazioni alle spiccate capacità commerciali non parliamo del resto.
Poi però indagando più a fondo su questa congiunzione ho trovato tante altri tipi di diagnosi che la morpurgo non avrà nominato, anche per ridurre l'analisi a quelle che avrà notato lei come più tipiche e diffuse, pur affermando come sappiamo che le sue erano sole 'tracce' che avrebbero dovuto esclusivamente 'stimolare' l'indagine poi personale di ogni astrologo, presumo anche in altre direzioni rispetto le sue.

Alla fine per varie analogie ho riscontrato nel tempo e anche poi nell'umanistica di Lidia parecchie altre corrispondenze.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 26 giugno 2012
Cara Ste,
il mio saturno è in sagittario 9a e giove in bilancia 7a ( fà anche tutti aspetti positivi tra l'altro)
No, ero molto giovane quando cavalcavo, dai 12 ai 20 anni circa, perciò ho smesso che plutone transitava ancora in bilancia 7a.
Mi è capitato poi di 'risalire a cavallo' molto più avanti in qualche occasione di vacanza ma, come si dice in gergo nell'ambiente, poi 'perdi le gambe', nel senso che il cavallo si guida sostanzialmente con la 'stretta' delle ginocchia e gambe, quando queste sono doverosamente allenate devi poter star su anche senza la sella.
Inoltre i 'colpi' che ti prendi, se non sei allenata, alla 'schiena' sono micidiali e se già di per se sei sofferente vieni giù che per una settimana non cammini più.
Ho 'interrotto' non solo perchè mi sono psicologicamente creata una 'paranoia',ma anche perchè verso i 18 anni avevo iniziato a lavorare come indossatrice/modella e 'le gambe' erano essenziali anche lì per far su è giù a sfilare, dunque si era enfatizzato il timore di un'eventuale caduta.
Da cavallo capita a tutti di cadere, come in moto, finchè non ci si fà nulla tutto ok, a me è successo 3 volte da cavallo e 1 dalla moto, per fortuna senza danni, ma sai anche lì quando a un pilota prende la paura non può correre più, si sà.
Mettiamoci che è senz'altro possibile che in concomitanza in quel periodo a partire dai 16 anni, anche tanti altri interessi avevano preso il sopravvento a discapito della passione per i cavalli che erano il mio sogno di bambina.
Da piccolina infatti il mio desiderio per il futuro sarebbe stato avere un allevamento e vivere in un grande tenuta in campagna.
Purtroppo poi dopo i 20 invece di incontrare un 'sagittario' che forse era un segno potenzialmente idoneo a supportare la stessa idea ho 'incocciato' in un cancro as. leone che è stato equivalente ne più ne meno che a una 'sciagura' nella mia vita.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 26 giugno 2012
@ALIX

A mio parere, se vuoi schemi astrologici realistici devi attenerti a queste orbite.

Di solito i programmi prevedono la possibilità di regolare le orbite in modo personale rispetto a quelli impostati in automatico.

Di fatto io decisamente non mi "sento" la quadratura mercurio urano.

@STE

Non mi ricordavo questa considerazione della MOrpurgo riguardo alle corse ma è decisamente azzeccata...!!

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu x tutte
inserito lunedì 25 giugno 2012
Ciao ragazze,
inserisco qui di seguito il post che ho messo anche nel forum. Spero qualcuno abbia voglia di discuterne.

a presto,

stellina blu

"ho appena dato uno sguardo al tema di un amico e la prima cosa che mi balza all'occhio è una luna isolata in vergine completamente lesa. opposta al suo sole-venere-mercurio in pesci esenza alcun appeggio. non conosco l'ora della sua nascita, quindi non posso sapere e discutere sulgli assi in cui si gioca quest'opposizione, ma volevo comunque un tuo pare od uno spunto su cui riflettere. una luna lesa in un tema maschile, rapopresenta un archetipo del femminile "difficile da definire" da gestire? lo chiedo perché il ragazzo in questione ha continuamente qualcuno al suo fianco, ma questo qualcuno cambia regolarmente...come se non sapesse veramente che tipo di dfonna vuole al suo fianco...

è una mia ipotesi..tu come inerpreteresti una luna così lesa in un tema maschile? grazie e spero a presto,"
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste
inserito lunedì 25 giugno 2012
Ragazze ... sono stata "catturata" dal vostro discorso sulle quadrature radicali...

Per quella che è la mia esperienza le energie espresse dai due pianeti in quadratura si esprimono semplicemente in maniera SQUILIBRATA, cioè eccedono o si inceppano, magari contemporaneamente su simbologie diverse.

Sono d'accordo con Lara che Valentino Rossi sia il pilota eccezionale che è, NON nonostante la quadratura Marte-Urano, ma PROPRIO per quello: infondo correre in moto o in auto, come diceva Lisa Morpurgo, presuppone il tentativo di recupero di una "potenza maschile-sessuale" che si sente inconsciamente "lesa".

Sarei curiosa di sapere da Alix, a proposito della rinuncia all'equitazione per paura di incidenti, se è accaduto con il transito di Plutone in Sagittario (8^o 9^ casa?) e sarebbe interessante per me sapere dove hai Giove e Saturno (nelle ultime conversazioni nn ho trovato accenni).

Ciao!
Stefania



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 25 giugno 2012
Intendevo quello appunto, posto la range discriminante, mi chiedevo se l'umanistica desse più peso ad una congiunzione di grado netto o ravvicinato piuttosto che più larga.
Mi sembrava di aver letto da qualche parte che alcuni astrologi ad esempio considerano le congiunzioni solo fino a 3 max 4 gradi e dunque mi chiedevo se l'umanistica rientrasse in tale visione.
Per le stelle fisse per esempio, come avevo detto, è considerata solo la congiunzione e solo 'spaccata' o max di 1 grado.
Era giusto per approfondire, grazie.
Per non controllare ogni singola cosa io devo comunque tener fede alle carte che crea il software che ho a disposizione e che mi è sempre parso piuttosto preciso.
Però tu mi hai detto che a te non ti risulta di avere il quadrato mercurio urano, che invece queste carte mi danno, e dunque era sorta la necessità di capire più a fondo.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 25 giugno 2012
@ALIX

Le orbite sono

trigono 8°

quadrato 7°

congiunzione e opposizione 10°

quinconce 4°

sestile 5°

semisestile 1°

Sono scritti nel forum di Lidia, nella sezione "a scuola di astrologia.

Cosa vuol dire come farebbero gli aspetti a finire in quel grado netto ?? evidentemente bisogna porsi un range discriminante, non credi ??

Poi diventa soggettivo se un aspetto a qualche decimo dopo il "range" è sentito o meno. Questo magari può succedere negli aspetti con la luna che è veloce.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 25 giugno 2012
Si, infatti temo che giriamo spesso intorno ad un diversa maniera di 'esporre' i concetti.


Mi premeva chiederti:
mi daresti le 'orbite' per ogni aspetto considerate accettabili per l'umanistica???

Avevo letto una risposta di Lidia nel forum che mi pare non fosse così 'rigida' su certe questioni di grado, perchè in effetti, se ci pensi, come farebbe un aspetto a 'finire' esattamente a quel grado di netto, è più probabile che 'sfumi' secondo vicinanza e allontanandosene posto che stia nell'orbita indicata.
Perchè anche questo è un punto di possibile discussione, le mie carte danno orbite fino a 8 gradi anche per le congiunzioni per esempio.
E infatti la congiunzione luna plutone di Jung è tra luna 15° e plutone 23°.
Questo significa che una buona parte del mondo astrologico accetta certi dati rispetto ai gradi e un'altra ha una diversa opinione secondo aspetti.
Il che presume anche una inevitabile diversa lettura delle carte che inserirebbero aspetti da altri trascurati.
Mi dai questa informazione precisa dicendomi anche se è un dato che hai letto in uno schema di Lidia visto che mi hai detto che x i quadrati si accetterebbe solo fino al 7° grado???

grazieeeeeee
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 24 giugno 2012
@ALIX

Infatti un quadrato non funziona allo stesso modo di un trigono, non ho mai detto il contrario.

L'ho spiegato nel mio vissuto del quadrato plutone mercurio. Alix...NON l'ho vissuto bene, sicuramente non l'ho vissuto come se fosse stato un trigono.

Però, appunto .... il vissuto personale di un aspetto e gli effetti che ne derivano nel mondo esterno, spesso non sono allineati, come dici anche tu.

Penso a un sole quadrato a saturno che può benissimo arrivare a grandi traguardi nel lavoro ma magari lavorando dodici ore al giorno, senza mai essere soddisfatto dei suoi sforzi.

Nel mio caso i risultati non sono stati "esterni"...magari con un sole più ambizioso sarei potuta essere una buona psicologa...ma mi ritengo soddisfatta del percorso che quel mercurio plutone mi hanno fatto fare a beneficio della ricerca di senso del sole sagittario.

Alix...se penso alla mia adolescenza...alla confusione che avevo e alle mille domande che affollavano la mia mente e a cui nessuno intorno a me era in grado di dare risposta....oggi mi sento veramente "realizzata" da questo punto di vista.

Forse anche perchè, come ho detto di là, con saturno in transito in XII...quel ciclo iniziato proprio nell'adolescenza è arrivato alla fine...e sento che ho fatto tutto ciò che dovevo fare...non c'è niente di irrisolto rispetto alle "tormentate domande" da cui sono partita.

Questo non significa, Alix, che il quadrato plutone mercurio sia "risolto"...non credo molto a questa possibilità. SE per risolto intendiamo letteralmente qualcosa di definitivo....credo che l'elaborazione degli aspetti sia un processo che riguardi la vita intera.

Un caro saluto

lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 24 giugno 2012
X Deva:
il mio discorso era molto semplice sostanzialmente ala fine, un quadrato ( a meno che non sia completamente risolto) non può manifestarsi negli stessi modi di un trigono, altrimenti sarebbe un trigono , idem per congiunzioni e opposizioni.
Altrimenti perchè si parlerebbe di 'risoluzione dinamiche' con il supporto del 'trigono' o del 'sestile' sul valore di quadrato o opposizione e non anche il contrario.
Ma anche se fosse il contrario, ci starebbe, dato che un quadrato potrebbe benissimo avere la 'funzione' di 'trattenere' un'enfasi troppo spiccata in una direzione data dal trigono.
Che poi la 'tensione sottostante' ad un aspetto di quadrato od opposizione produca ,a volte, risultati migliori di un trigono penso sia noto quì e non occorra ribadirlo ogni volta.
Credo che si sappia che anche la 'congiunzione' in qualche caso è ritenuta un aspetto 'dinamico'.
Personalmente la ritengo generalmente molto positiva ma può sicuramente 'enfatizzare' e dunque 'estremizzare' troppo certi valori e potenziali.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 24 giugno 2012
Si, certo, tutti gli aspetti inerenti sono coinvolti chiaro.


Ho fatto una scoperta che forse potrebbe interessarti, non sò se 2 soli casi possano essere rilevanti ma in 2 straordinari studiosi di Anima e Psiche come furono Jung e il recentemente scomparso Hillman ( Freud non l'ho guardato perchè pur essendo il padre della psicanalisi il suo approccio non mi è mai piaciuto, troppo legato al suo tempo) ho trovato un aspetto in comune che non ha affatto a che vedere 'solo' con plutone ( entrambi hanno una dinamica luna plutone, uno la congiunzione'larghetta' l'altro il quadrato) ma con Eris X, il primo transplutoniano, entrambi hanno un aspetto Jung il trigono l'altro la congiunzione.
Che ci sia qualcosa da sondare in questa faccenda???

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 23 giugno 2012
Alix

in riferimento all'ultimo intervento...e io ti rispondo...ricordati che hai mercurio vergine cong. a plutone in VI...cioè POTENZIALMENTE la l' apoteosi della precisione e della puntigliosità..sei tu che dovresti fare le pulci a me ...!!! eh..eh...

Sto scherzando....!!!

Ma in riferimento a cosa hai voluto sottolineare questo ?? per il termine blocco invece di stallo ??

Ma in ogni caso, Alix...lo stallo ci può stare nel tuo aspetto, ma non renderlo un principio valido per tutti i quadrati.

Comunque, tornando al tuo marte urano.

Sai che credo che la paura che ti ha spinto a smettere l'equitazione derivi in particolare dall'opposizione a nettuno.

E' nettuno che instilla inquietudini striscanti che fanno perdere motivazione e poi certo la quadratura ha fatto il resto.

La quadratura, nel tuo caso con marte toro, può rappresentare effettivamente degli "sbalzi" energetici..e quindi da un attività intensa all'inattività, per esempio..perchè da una parte il marte toro è placido e calmo ma gli arrivano sollecitazioni intense da urano che quindi lui cerca di gestire resistendo...finchè molla.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 23 giugno 2012
Volevo aggiungere Deva di non scordarti che ho pur sempre un ascendente Pesci, perciò tendo a volte ad essere distratta, confusionaria, caotica anche nell'espressione, non stò sempre 'attentissima' e 'concentrata'.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 23 giugno 2012
Ho capito l'inghippo Deva, tu dai alla parola 'blocco' il significato che ha esattamente, del resto sei una precisa e giustamente.....
quindi ho sbagliato ad usarla, ma visualizzo più in realtà inceppature nelle dinamiche delle correnti a cui uno poi può reagire anche inversamente tentando di superare il problema ( come avevo detto comunque forse ti è sfuggito), del resto se avevi notato ho usato anche 'stallo' che invece è un termine aereo che non presuppone un 'fermo totale' anzi è causato da un 'errore nel movimento'.
Infatti , giusto per la cronaca, il mio marte quadrato urano non mi ha impedito di praticare per 8 anni equitazione , mi sono però fermata di botto allorchè qualcuno mi prospettò il pericolo di poter rimanere paralizzata se fossi incorsa in una brutta caduta, finchè non ci avevo minimamente pensato tutto ok, il pensiero di ciò è però bastato a 'inceppare' la questione.
A volte proprio il desiderio di sbloccare queste inceppature che si creavano mi ha spinta a superare i timori di fare esperienze che giudicavo piuttosto pericolose, tipo volare su un deltaplano, tuttavia non sono mai diventate cose 'continuative' proprio perchè la presenza della quadratura tra marte toro esilio con urano leone esilio mi insinuava ad un certo punto l'angoscia del brutto incidente.
Forse così ti arriverà più chiaro come vedo la questione dunque.
Ritenevo quindi che un rapporto più armonico tra i 2 pianeti potesse 'favorire'l'annullamento dell'insorgere degli 'stalli'.
Fondamentalmente infatti la presenza dell'aspetto tra i 2 pianeti incentiva comunque il desiderio di
provare a far cose 'dinamiche' ma, sarà per il coinvolgimento del traquillo toro il dinamismo subisce fatali fermi di funzionamento.
Ciò non mi impedisce di guardare con estasiata ammirazione (cercando di immedesimarmi) chi pratica con maestria sport estremi che mi attraggono molto tipo il Kitesurf di cui ho seguito con divertimento tantissimi video e che mio marito mi ha fatto conoscere anni fà, dato che lo ha praticato per almeno 15 anni dotato di un bel marte acquario trigono giove gemelli senza aspetti con urano e dunque così anche fortunatamente 'senza' incidenti.
Certo, adesso, anche per ragioni di età non potrei tentare senza che aumentino i 'rischi' e dunque....sarà per un'altra vita!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Deva
inserito sabato 23 giugno 2012
Mi sono accorta di non aver inserito la risposta alle ultime considerazioni scritte da te sulla poca efficacia della VOLONTA' nel risolvere i blocchi del nostro progetto solare!
Scusami!

Ormai è passato del tempo, ma volevo dirti che condivido tutto e che, anche nel mio caso, lo "scetticismo" si è accentuato con il passaggio di Saturno (in IX quadrato ai miei pianeti in Cancro).

Un ultimo accenno al sogno sulle gravidanze: per me e molte altre persone che conosco questi sogni ricorrenti segnano sempre dei cambiamenti, delle vere e proprie "rinascite".

Un abbraccio
Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 23 giugno 2012
ciao Alix

ciò che io sottolineo è che i quadrati, di per sè, non rappresentano BLOCCHI.

Se pensi al concetto di blocco, implica una chiusura, un limiti invalicabile.

Chiaro invece che l'energia in un quadrato non scorre fluida come in un trigono.

Tu dici "VAlentino corre e rischia NONOSTANTE marte urano"...io al contrario penso che lo fa PROPRIO per marte quadrato a urano.

Chi ha un trigono marte urano è molto probabile che non abbia bisogno di cercare la scarica di adrenalina continuamente.

Una mia amica con marte gemelli trigono a urano bilancia è pranoterapeuta.

La stessa amica asc.scorpione con mercurio trigono a plutone.

Siamo MOLTO simili per quanto riguarda il bisogno di sondare in profondità...comprendere...andare a fondo...solo che per me è sempre stato un processo più "tormentato" mentre per lei molto meno.

FAi conto che io ho vissuto molto male l'adolescenza in questo senso, perchè ero tormentata da domande esistenziali (valori sagittario) a cui dovevo trovare risposta (nella modalità di mercurio plutone)....e così ero estremamente chiusa e inquieta. E' stato un processo molto pesante e doloroso.

Poi chiaro che adesso a 42 anni non è più così "drammatico" questo aspetto.

I valori plutoniani inevitabilmente ti spingono GIU' in profondità...ma se poi riesci a discricarti nell'oscurità... ne hai meno paura perchè l'hai affrontata e in parte l'hai dissolta...adesso non c'è più il "tormento" di sondare in profondità, di capire...di sviscerare questioni irrisolte...pur restando un attitudine verso l'approfondimento.

Come vedi Alix...sia per il quadrato marte urano di VAlentino che per il mio quadrato mercurio plutone...è proprio il contrario di blocco...c'è un intensità maggiore...in Valentino è come se la corrente elettrica fosse al massimo e quindi lui ha bisogno di scaricarla correndo e vincendo...nel mio caso è la tensione "verso l'oscurità" ad essere molto forte e condizionante.

Quindi Alix...i quadrati rappresentano un "rapporto" difficile, conflittuale, frustrante, inquieto, instabile ....ma non direi proprio un blocco.

Ma se tu continui ad essere convinta che sia un BLOCCO (nonostante l'evidenza del contrario)....non saprei cosa altro aggiungere...eh...eh..

Anzi...una cosa l'aggiungo...il tuo marte toro quadrato a urano che rappresenti una certa ...ostinazione...?? :)


ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Paolo Pedrini
inserito venerdì 22 giugno 2012
Siamo d accordo, ho marte in scorpione in X casa, sole in cancro, quindi sono suscettibile, mi piace essere sarcastico, cioe' parto e non mi fermo, c 'e' sempre un po' di scansonato humour sotto, riguardo al blog, l ho capito, certo io ho studiato il mio tema, non sono un astrologo, d altronde i vostri consigli sono stati molto utili.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 22 giugno 2012
Cara Deva, ci tenevo a precisare che le mie analisi o impressioni non sfociano in convinzioni 'granitiche'.
Le comunico volentieri per lo scambio e perchè credo che a volte potrebbero essere utili anche ad altre per un'evoluzione delle proprie riflessioni anche indipendentemente dalla persona con cui interloquisco.
Poi ognuna segue il corso che preferisce, se vuole 'prende' se non condivide ciò che dico 'lascia' o 'commenta';).


Mi dai l'opportunità quindi di tornare un attimo sulla carta di Valentino, vero, ha il quadrato marte urano e perfino il trigono di marte con plutone come me (anche se in tutt'altri segni), ma io nell'analisi del mio marte urano infatti lo consideravo che il mio marte fosse in Toro e che, come ha detto simpaticamente Lidia di là 'non è un fulmine di guerra' :)
Quando ho detto che marte e urano non comunicando non favorivano in particolare l'azione spericolata non intendevo mica dire che questo tipo di scarsa interazione tra i pianeti si manifestasse inequivocabilmente così sempre.
Valentino corre e rischia, nonostante il marte e urano ma i suoi sono tra scorpione e acquario quindi i 'potenziali' blocchi del quadrato potrebbero evidenziarsi in tutt'altre maniere, non è affatto detto che non si evidenzino da un'altra parte.
Le possibili sfere di influenza degli aspetti sono innumerevoli.
Resta il fatto per esempio che i quadrati marte urano possano predisporre ad 'incidenti' e con un'attività come quella si sà che sono un pò all'ordine del giorno e anche a me 'nonostante' la moderazione ne sono accaduti diversi ( di altro genere appunto).
In ogni modo è considerato un pilota molto 'tecnico' dotato di un talento strepitoso unito ad un istinto formidabile che gli permette prestazioni straordinarie meno 'arrischiate' in realtà di ciò che a noi sembra, e poi, quì ci stà a pennello, sarà una di quelle anime con 'una marcia in più' rispetto ai comuni mortali!!!
Forse, come vedi dico solo 'forse', marte e urano gli renderanno più complesse e meno fluide le azioni in altre situazioni.
Se tu per esempio non ritieni che mercurio plutone ti crei dei blocchi nell'approfondimento è possibile che hai vissuto o vivrai il problema riflettuto in altro, con altre manifestazioni che potrebbero riguardare, considerando in rapporto 'vergine salute' le 'ossa' o la colonna vertebrale tue o di chi ti è caro, visto che è coinvolto il 'retro' capricorno.
Possibile per esempio che tuo fratello abbia sofferto di problemi non sò, di qualche problematica alla schiena che ti abbia creato un rapporto conflittuale con il tuo profondo 'sentire' scorpionico o da cui derivava qualche tipo di 'ostacolo' emotivo profondo???
Fermo restando che avendo il transito plutoniano ora in capricorno in realtà è come se adesso fosse all'opera in te anche una congiunzione mercurio plutone, dunque l'amplificazione che il radix di suo non favorisce.

ciao scappo
un grande saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 22 giugno 2012
X Paolo:

Mi spiace Paolo, si coglieva del sarcasmo un pò facilino nel tuo precedente post, devi tener presente che questo è un blog di scambio e di confronto tra i bloggers, non di 'consulenza' tantomeno completa e incentrata sui problemi di una sola persona.
Lidia è un'ottima astrologa professionista ed è competente in psicologia con un'esperienza di tantissimi anni, poi vedi tu.
E la Morpurgo se mi permetti è stata una delle astrologhe e studiose che hanno completamente rivoluzionato l'approccio, praticamente di tutta l'astrologia contemporanea, non certo una che ha scritto 'manualetti'.
E infatti hai detto bene, gli astri ti mostrano solo un potenziale in essere per quel tempo, poi tocca a te l'azione, chiaro che non scendono loro a risolverti le grane......si, magari!!!
Ad esempio il 'potenziale' del transito Giove in Gemelli che citavi più il transito di Saturno su Marte nell'arco dunque di 2/3 anni totali dovresti considerare, favorirebbe (in potenziale ripetiamo) il 'dimagramento' che auspicheresti, certo che se poi tu non farai niente in proposito, potrebbe essere minimo o scaricarsi 'simbologicamente' su altre analogie tipo quella ,solo, di dover 'tirar la cinghia' economicamente.
Potrebbe esserti utile una lettura dell'esorcizzazione del simboli credo.
Quì però ricordati che non è luogo di consulenze specifiche ma di 'partecipazione' con le proprie esperienze di vita e le proprie analisi.

un saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 22 giugno 2012
scusa Alix

mi dimenticavo di dirti che riguardo al tuo sole urano in V credo che si, ti uranizza...ma allo stesso tempo le valenze solari (enfatizzate dalla V) "solarizzino" urano ... conferendoti questa intensa frenesia nel cercare sempre nuovi stimoli (uraniani).

cia lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 22 giugno 2012
Ciao Alix

Eh lo so che ognuno di noi va nella direzione che procura più “piacere” ma in realtà per stare veramente BENE bisogna tendere all’equilibrio.

Nel mio caso l’ equilibrio è rappresentato da saturno che da una parte modera la tendenziale indulgenza passiva ed evasiva di giove….e dall’altra tiene a bada la natura di mercurio plutone che tende ad eccedere nell’approfondimento speculativo che a volte sfocia in eccessivo lavorio mentale, che mi porta tra le altre cose all‘insonnia.

Beh, direi che questa lucidità di analisi, derivi proprio dal transito di saturno su giove eh..eh…

Comunque, non mi è certo naturale andare verso saturno…ma so che DEVO farlo.

Ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Paolo Pedrini
inserito venerdì 22 giugno 2012
Ti ringrazio del gentile interesse, vi terro' informati degli sviluppi in futuro. adesso sia io che mia moglie abbiamo le mani legate in molti aspetti, e a 60 anni di certo non troviamo un lavoro, per di piu' abbiamo problemi di salute, abbiamo della carte da gioucare, devono maturare i tempi, vedremo, logico la sola astrologia da manuale, fa poco in situazioni limite, se mai esistessero delle risposte te le da, un forte intuito,un ottava casa con plutone e mercurio, un sole in cancro....forse : una chiaroveggenza, di cui erano dotati grandi astrologi, non si cerca cosa mi succede domani, ma sapere il colore dell orizzonte e se le chances sono possibili. La capacita' dello studioso e' di fare una sintesi, se ci si limita a risposte da manuale, siamo a terra, ecco perche' esistono tanti astrologi dell ultima ora che non valgono assolutamente niente, manualetti morpurghiani li definirei, ci vuole un esperienza di anni, di casi....allora forse si possono avere minime risposte, ma le stelle poi 'indicano ' e basta siamo noi a decidere.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 21 giugno 2012
Grazie Deva, apprezzo la tua analisi.... ed è vero, la novità mi sembra sempre più stimolante, approfondisco ma sono distratta da ciò che di nuovo mi attrae perchè seguo più il filo delle 'intuizioni' che di un 'sistema'.
Poi mi capita di ritornare dopo tempo a riprendere un'altro capo di filo che avevo lasciato in sospeso per seguirne quello nuovo,ma tutto poi mi torna intrecciato e collegato.
Da te in questo tempo ho cercato però di imparare di essere più attenta all'osservazione del 'rigore' dei dati , certo io tenderò sempre a 'spaziare' un pò di più nell'osservazione delle carte è inevitabile.
E' che poi vedi a me affascinano anche tanto queste 'dimensioni' alternative di ricerca, quelle più legate a manifestazione della psiche, quindi non necessariamente legate all'analisi delle mie dinamiche personali.
Quello che mi 'conferma' Rouge mi attrae e mi sorprende sempre!
Non capisco ancora la natura ma sopratutto la ragione di questi fenomeni.
Potrei immaginare per esempio che in questo caso, l'impressione che avevo tratto è servita allo 'scopo' di far conoscere a Rouge i 'significati simbolici dei fiori' e che questo potrebbe avere un significato ulteriore poi per lei nell'ambito della sua esistenza.

ora chiudo
ciao ragazze
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito giovedì 21 giugno 2012
Alix quello che scrivi è straordinario: adoro i fiori e mi piace indossare accessori per capelli e indovina un po'! Spesso indosso fermagli a forma di fiore e uno dei miei preferiti è proprio una peonia, che a suo tempo scelsi perché mi piaceva il suo colore, ovviamente rosso. Non avevo mai pensato di documentarmi sul significato dei fiori, leggendo la pagina da te indicatami sono rimasta senza parole! Indosso a seconda del mio umore fermagli a forma di gigli, ibiscus, margherite, piccole rose...e la peonia è uno di quelli che indosso più spesso! Li indosso uno alla volta eh, altrimenti sembra di avere un vivaio in testa! Allora mi hai davvero "vista"...e che belle cose ho trovato sul significato alla peonia! La mitologia racconta di un guaritore allievo di Asclepio...e io mi occupo di medicina olistica. Per non parlare poi di tutti gli altri significati, molto belli e molto interessanti. Per me si è aperta una porta su un mondo che non conoscevo. Grazie!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 21 giugno 2012
@ALIX

Mi permetto anche io di dirti alcune mie impressioni su di te, sempre in un ottica costruttiva, come sono sicura sia la tua.

Posto che io credo che il proprio tema contenga in sè un perfetto equilibrio a cui dobbiamo tendere, l'impressione che mi arriva di te è una grande enfatizzazione della dimensione uraniana a discapito del potenziale di discriminazione profonda a cui ti potrebbe portare il mercurio plutone.

Cioè tu mi sembri fin troppo aperta ad una miriade di stimoli di qualsiasi genere (o quasi) mentre manca o c'è poco approfondimento.

E' come se l'apertura a stimoli sempre nuovi fosse di gran lunga più "eccitante" rispetto all'esigenza di comprendere più profondamente e quindi "collocare" quell'informazione (dato, concetto, idea, )nella sede adatta per essere elaborata, assimilata e digerita.

Mi verrebbe da dirti...calmati, fermati, rallenta...approfondisci...assimila...

Senza negare la tua natura uraniana...che è tua e nessuno te la toglie...ma per trovare una via di maggiore equilibrio.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 21 giugno 2012
Ecco, Alix

ti confermo che Valentino Rossi ha marte aquario quadrato da urano scorpione, nonchè sole quadrato ad urano mi sembra giusto giusto entro i 7° di orbita.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 21 giugno 2012
@ALIX

Ovviamente non intendo farti cambiare le tue convinzioni su di me (e sull'astrologia) perchè la mia sensazione invece è che quando tu ti metti in testa una cosa...non c'è verso che la cambi...nemmeno a prova contraria...eh..eh...

Riguardo al tuo marte quadrato a urano che ti fa essere cauta e non spericolata...Alix..hai un marte toro.

Se non ricordo male, magari se vuoi verifica, Valentino Rossi ha proprio una quadratura marte urano ma non mi ricordo in che segni.

Le generalizzazioni in astrologia (in questo caso che i quadrati blocchino)...rischiano di incanalare l'analisi nella direzione sbagliata.

Tornando ai miei ipotetici blocchi plutoniani.

Ho già detto e ribadito che per me i quadrati non bloccano alcunchè...più in generale, però, vorrei dirti che credo che quello che imputi a me...cioè di accogliere selettivamente solo ciò che conferma le mie ipotesi...credo che appartenga un po' a tutti.

Nessuno è TOTALMENTE libero nel guardare dentro se stesso...tutti siamo condizionati (e noi appassionate di astrologia dovremmo saperlo bene) da ...noi stessi.

E' la vita che ci mette di fronte alla VERITA' prima o poi...ed è lì che è importante comprendere la lezione....e la grande opportunità che ci viene offerta per crescere... :)

Poi, Alix...non so cosa tu intenda esattamente per indagare l'inconscio...anche perchè sono convinta che non sia una cosa fattibile...se non con tecniche particolare.

Io credo di avere un attitudine a scendere in profondità...ma non nel senso di addentrarmi nell'inconscio...quanto nel non fermarmi sulla superficie della cose, delle impressioni, dei concetti, dei principi...o di altre cose che mi interessa approfondire.

Io non dico mai...sta cosa è così perchè è così...io parto già con il dubbio (questo è molto plutoniano)...e dal dubbio scendo giù finchè i dubbi si esauriscono.

Non so...per esempio quando ho studiato astrologia c'erano dei concetti dati per assodati...tipo.. per farti un esempio banale...la II casa è legata al denaro. Perchè..?? e trovavo delle risposte che mi proponevano ulteriori domande a cui io cercavo risposte e non mi fermavao finchè non ritenevo di avere esaurito le domande.

Quindi...è questo il senso della mia natura "plutoniana" (in particolare del quadrato mercurio plutone) ...non certo indagare l'inconscio che non so nemmeno come si potrebbe fare.

Anche perchè quando guardo dentro me stessa ovviamente posso vedere ciò che NON e' inconscio...altrimenti non lo vedrei.

ciao

lara



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 21 giugno 2012
Ecco, aggiungo un post x Rougemonique.

Per mia curiosità sono andata a cercare la foto del fiore e il suo significato, giusto per capire.
Quelle che vedo sul tuo capo sembrano proprio 'peonie'e ho scoperto che hanno un significato incredibilmente bello e pare molto favorevole.
Vallo a cercare ti piacerà:
digita: significato peonie
ti uscirà: peonia-fiori-significato dei fiori
c'è tutto il simbolismo associato, ti conquisterà!!!
poi mi dici
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 21 giugno 2012
Sempre x Deva,
continuo.....

quello che di base volevo dirti è che credo che Ste abbia fatto un'analisi acutissima nel dirti che tu sicuramente lasci lì 'astutamente' parecchio materiale inconscio.
Infatti l'intelligenza brillante a volte si pone come tenace 'barriera' a raccogliere 'imput' che non rientrano nelle proprie cognizioni.
Avendo tu il trigono mercurio saturno con il contemporaneo quadrato a plutone è possibile che non ti arrivino molte delle 'suggestioni' plutoniane ( oppure ti arrivano ma tu le scarti).
Ho l'impressione ( sempre questa parola che dopo commenterò) che tu sia più che una autentica ricercatrice dell'inconscio una 'specialista' che come certi archeologi accumulano tutti i reperti che 'confermano' gli schemi delle proprie visioni e teorie, scartando l'eventuale emersione del 'reperto anomalo' invece di dire....hoibò e questa cosa quì da dove arriva??? preferiscono 'nasconderla' o 'risotterrrarla' ( ed è tipicamente scorpionico lo devi riconoscere)

L'impressione stà tra il ricevere contemporaneamente un impulso sensorio e visivo, un flash....
E' qualcosa di profondamente 'illogico' a cui si deve trovare definizione e spiegazione.
A volte possono anche essere 'errate' e depistanti si intende, ma spesso possono avere una loro validità!
Per cercare di spiegare è stata un'impressione a farmi visualizzare Kla con un caschetto nero, ora non è detto che lei porti i capelli così, potrebbe essere che lei usi abitualmente un casco da moto o un cappello anche, chissà cosa diavolo potrebbe voler dire nella realtà delle cose, a volte anche niente.
A te ti ho sempre ricevuta come una persona formosa o sovrappeso, questo non vuol dire che tu debba essere necessariamente cosi, può significare anche ,come ti avevo già detto in passato, una sorta di 'abbondanza' che ti circonda.
Stelline, sarà per il nome scelto non saprei dirti, nonostante i suoi 32 anni circa mi è sempre arrivata visualizzata come una 'bambina'.
Rouge la vedo come se avesse in capo dei grandi fiori che focalizzo ma di cui non sò il nome, forse tipo peonie.

Se però, Deva, io dovessi analizzare 'sensatamente' tali impressioni è ovvio che annasperei, le stesse 'impressioni' a flash mi arrivano visualizzando i grafici ma li è più facile trovare poi dei 'rapporti' di genere tra l'impressione e i dati.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 21 giugno 2012
Quando gli scambi sono così veloci finisce che si 'accavallano' tra loro risposte e quesiti dei vari post.

Ma vediamo, dunque.......
posto che sia congiunzioni e trigoni sia quadrati e opposizioni hanno 'entrambi' il lato più positivo e il lato più negativo nella loro manifestazione effettiva.
Considero in genere la parola interscambio come un qualcosa di 'armonico', nel senso che i due pianeti comunicano senza ostacoli, nel quadrato la difficoltà stà proprio nel far comunicare le due 'forze' e le due potenzialità, con il verificarsi spesso di una 'congestione' uno 'stallo' e nell'opposizione' di solito o prevale uno o prevale l'altro, oppure funzionano anche bene tutte e due nelle rispettive aree di competenza ma senza riuscire a integrarsi bene (completamente almeno).
Posto che a volte proprio la 'reazione' del soggetto alla presenza di un effetto di quadrato o di opposizione può produrre anche cose estremamente 'valide' nella sua vita (e non dimentichiamo sempre anche gli effetti differenzianti sul radix di partenza dell' influenza dei transiti), un quadrato o un'opposizione rappresentano comunque 'nuclei' che non potranno mai 'funzionare' come trigoni o congiunzioni, altrimenti perchè differenziarli???
E precisiamo subito che non è detto che sia un male nel contesto generale del tema.
Il mio marte quadra con sole e urano, a me piacerebbe moltissimo essere una persona spericolata 'adrenalinica' di quelle che fanno sport estremi , sempre in sfida con se stessi, che fanno tantissimo movimento fisico, che si lanciano con il paracadute, ma il mio quadrato con la presenza di altri aspetti 'trattenenti' mi rende 'prudente' timorosa, inoltre mi stanco facilmente, senza contare che ho paura di farmi male nell'esercizio di certe attività, e dunque non è una cosa che in questa vita si potrà esprimere 'amplificatamente' come se avessi una esplosiva congiunzione o un trigono urano marte sole.
Il quadrato non mi impedirà di provare ogni tanto qualcosa che a me sembrerà abbastanza spericolato ma ne 'limiterà'di molto le espressioni possibili.

Per il resto che mi chiedevi, si, certo, tengo conto un pò di tutto, di quello che dite, dei parziali dati che ho o della carta intera quando è disponibile,ma soprattutto delle mie 'impressioni sensorie' che è un qualcosa di più difficile da tradurre in parole.
Avendo avuto modo ora di 'visualizzare' il grafico della tua carta, la cosa che mi era balzata all'occhio piuttosto repentinamente era appunto che avevi scarsi rapporti 'armonici' con i transaturniani.
Sapendo che sei particolarmente impegnata nell'analisi del tuo inconscio pensavo che evidenziarti questo aspetto ti avrebbe offerto l'opportunità di continuare a fare riflessioni utili al tuo percorso.
Inoltre ricordavo che eri interessata alle esperienze 'astrali' che però necessitano di un collegamento molto forte e armonico con le profondità abissali inconsce e invece meno emotività o emozione che sia, altrimenti non riusciresti a condurre l'esperienza che per l'anomalia del fenomeno potrebbe produrti molto spavento.

Concludo con 'leggerezza':
Mi pare che hai detto che ti piacerebbe avere caratteristiche Gemellari, beh se vogliamo assecondare le teorie reincanatorie potrebbe essere il tuo ascendente futuro su segno solare Pesci con Luna ancora sagittariana.




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 20 giugno 2012
Ah, si Alix...

abbiamo decisamenti "ottiche" molto diverse nel vedere le cose...ma ci sta, è il bello della diversità... ;)

Alix... la luna in generale "sente" le emozioni...dato che le emozioni per essere "colte" devono essere...sentite.

Se le "cogli" con la funzione mercuriale...non le stai più "sentendo" ma le stai ...analizzando.

Posto questo, l'incapacità di gestire e contenere le emozioni, si chiama emotività...ma è cosa diversa rispetto alla funzione lunare naturale che è il SENTIRE.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 20 giugno 2012
@ALIX

Ho riletto con più attenzione le prime righe del tuo ultimo post.

Ma certo che tu hai un concetto strano riguardo agli aspeti.

Perchè i quadrati e le opposizioni non dovrebbero essere di forte "intersacambio"...??

Anzi...l'interscambio che io intendo come "intensità " è ancora più forte, perchè sono più "sentiti" proprio perchè creano maggiori tensioni e frustrazioni.

Pensavo in questi giorni al mio trigono giove marte che teoricamente è uno splendido aspetto ma che io non vivo per niente ad un livello consapevole ma oltre al fatto che avviene in case d'acque e quindi inconscie credo che derivi anche dal fatto che è un trigono quindi le energie vanno lisce come l'olio non ci sono tensioni, frizioni, frustrazioni e questo lo rende ancora più...inconsapevole.

Io, tra l'altro, non sono per niente dell'avviso che aspetti positivi collaterali ad aspetti tesi, siano una gran fortuna, perchè invece di costringerti a "risolvere" l'aspetto teso...deviano, fanno defluire la tensione verso altri lidi compensatori.

Come ho potuto verificare con l'attuale transito di saturno su giove, dove l'opposizone rdx giove saturno è addolcita dal trigono e dal sestile a luna mercurio.

Questo transito mi sta rivelando cose molto interessanti da questo punto di vista.

lara



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 20 giugno 2012
X Deva:

Temo che questo del 'sentire' è un punto che valutiamo o consideriamo in modo diverso sai.....tanto x cambiare se mi consenti :)
Il tipo di 'sentire' che intendo io non è necessariamente legato alle 'emozioni lunari', anzi è possibile che troppa emozione 'confonda' o possa impedire in certi casi o inizialmente l'ascolto di certe dimensioni e manifestazioni o la loro decodifica.
Ricordo vagamente un articolo scientifico che avrebbe spiegato molto bene quello che intendo, ma accidenti non ricordo dove l'ho messo.
Rispunterà a tempo debito immagino....
Il 'sentire' 'avvertire' 'percepire il clima' infatti non è legato solo all'orecchio come udito o alla luna come 'emozione' pare abbia a che fare anche con i 'pori' della pelle e le strutture cerebrali connesse, probabilmente potrebbe esserci attivo anche Y, solo che non avremmo gli aspetti per verificare.

Ah, pensando per analogia anche agli 'emisferi cerebrali' avete mai fatto il test della ballerina che gira???
E' divertente, lo trovate sui canali video,
provate.....

Comunico che Lidia di là, stà aprendo discussione sui simboli maschili.

ciao Deva e ciao ragazze
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 20 giugno 2012
@ALIX

E chi conosce gli abissi del subconscio ??!! ;)

Credo che proprio perchè sono abissi, siano inacessibili sostanzialmente a tutti se non vengono sondati con tecniche particolari come l'ipnosi.

E poi perchè dovrei addirittura inabissarmi...eh..eh..

Mi accontento dei fondali profondi...dove quello che è "giusto" che conosca (sia per contenuto che per tempi maturati) potrà essere integrato alla mia consapevolezza.

Però, Alix...mi incuriosiscono queste tue analisi perchè mi chiedo da quali considerazioni derivino...nel senso...ti basi sull'analisi simbolica del mio tema...o invece sono deduzioni rispetto a ciò che dico nei miei interventi ?? o l'insieme dei due ??

ciao
lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 20 giugno 2012
X Paolo:

Guarda che quì tante e tanti hanno passato momenti piuttosto 'tragici' e particolarmente 'critici', forse non tutte/i ma in molti hanno passato il loro momento 'difficile'.
Se provi interesse per gli astri ma questo per te è un momento di 'revisione' di tali cose, inutile stare a chiedere cose non credi???
Se pensi non ti siano assolutamente di aiuto, di sostegno o di incoraggiamento, meglio concentrarsi su questioni di più pratica e immediata utilità.

un saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 20 giugno 2012
@ALIX

Ma certo Alix che non è da tutti scendere in profondità. Mica penso che i miei valori siano migliori di altri. Figurati...

Mi piacerebbe molto avere un po' di leggerezza gemellare...ma aimè, non c'è...però devo dire che il sagittario ha i suoi lati goliardici...che escono soprattutto con i miei figli, con cui mi faccio delle sonore risate :)

Simpatico il fraintendimento sulle persone "iniziate"...fanno ridere queste situazioni, si...

Per concludere su mercurio plutone...Alix...in realtà il "clima" che si percepisce in un ambiente è legato alle emozioni e quindi sarà luna plutone che ha una spiccata sensibilità nel cogliere emozioni celate ma profonde.

Mercurio plutone nella comunicazione coglie le incongruenze, le menzogne, la doppiezza, quindi coglie tutto ciò che non è coerente, chiaro, esplicito...ciò che vuole essere nascosto magari pure nell'inconsapevolezza di chi parla.

Questo in particolar modo per me è molto forte (ho meno sensibilità lunare...o perlomeno, quello che colgo a livello emotivo ho sempre la sensanzione che sia evidente per tutti, anche se non ho mai avuto la riprova che sia così) e mi risultano chiarissimi ed evidenti questi "camuffamenti" queste "finzioni" che tra l'altro mi creano molto disagio perchè poi non so bene come comportarmi....dal momento che non penso certo che sia il caso di "smascherare" l'interlocutere...eh...eh...

I quadrati e le opposizioni, Alix...non necessariamente bloccano (il concetto di blocco potrebbe essere al massimo associato a saturno, ma anche qui bisogna capire COSA blocca, magari alcuni aspetti della simbologia di mercurio ma non altri) piuttosto rendono la dinamica più complicata, contorta, magari inconsapevole.

ciao lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 20 giugno 2012
Deva, per gli aspetti mi riferivo solo ad aspetti di forte 'interscambio' quindi NON a quadrati e opposizioni dove c'è meno fluidità.
Per mercurio urano, sulle carta che mi ha dato il software c'è l'aspetto di quadrato, se l'umanistica tiene orbite più strette dovrò considerarlo.

Poi precisiamo bene per non creare confusioni, che x me Mercurio Plutone congiunzione e trigono favoriscono eccome certe 'potenti intuizioni ' ma che considero la possibilità che quadrati e opposizioni non accedano alla stessa 'potenza'di 'ricezione' delle stesse.

E non ho detto che non hai intuizioni, ma più precisamente che temo che non 'oltrepassino' facilmente gli aspetti di 'ponte' per l'esattezza.
Ricordi quella descrizione simbolica dell'iceberg del subconscio che aveva fuori i pianeti personali, giove e saturno erano appena sotto la superficie e poi sempre più ti inabissavi nell'oscurità.
Ecco la mia analisi tendeva a evidenziare che sembri conoscere benissimo le profondità dei fondali poco distanti dalla superficie e meno gli abissi del subconscio.
Se non ritieni valida questa interpretazione non importa, mi pareva un'ottica interessante da proporre alla tua considerazione in alternativa alla tua personale se volevi pensarci sopra.

Piuttosto, volevo tornare sull'Urano in Toro di cui giustamente avevi detto che consideri 'ogni' transito 'rivelatorio' (quando ti ho detto che sarebbe stato per te 'rivelatorio').
Volevo far presente che questo transito sarà molto particolare per tutta la generazione che ha Nettuno in Scorpione come la nostra.
Per ognuno nelle 'sue aree' dove si creerà l'opposizione dato che per definizione costringerà a 'riscoprire sotto una luce del tutto nuova' ciò che avevamo già visto centinaia di volte.
Quindi sarà chiaramente un transito di 'scoperta'!

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 20 giugno 2012
@ALIX

Aggiungo al mio post sul blocco di intuizione che attribuisci a mercurio plutone.

In realtà io comunque non mi sento per niente bloccata in questo senso...tra l'altro il pianeta dell'intuizione è proprio giove (e urano) sig.re del mio segno con giove in XII la casa dell'assenza di confini.

Certamente le mi intuizioni sono gioviane...quindi simboliche legate al senso, al significato...quindi diverse dalla tue uraniane.

Ma evidentemene io avendo un urano molto debole, non fa parte mel mio percorso aprirmi a scenari alternativi.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 20 giugno 2012
@ALIX

Ancora una cosa del tuo post del 19/06 dove dici che con mercurio saturno in buon aspetto deriva una facoltà logica spiccata.

Alix...non è così...se generalizzi poi rischi di rendere un concetto che è valido in certe circostanze come assoluto.

Un trigono mercurio ariete a saturno non credo possa definirsi come "spiccata facoltà logica", piuttosto saturno modererà, calibrerà renderà più riflessiva una tendenziale superficialità e istintività mercuriale.

Al contrario un quadrato mercurio aquario a saturno credo proprio che possa garantire una "spiccata facoltà logica" ma ci saranno degli aspetti collaterali, come l'ostinzione nel proporre le proprie idee magari per un insicurezza di fondo.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 20 giugno 2012
@ALIX

Prima di tutto il quadrato urano mercurio non c'è, l'ampiezza massima dell'orbita per i quadrati è di 7°.

Poi, Alix... tu con sole-urano evidentemente sei particolarmente sintonizzata e aperta alle "intuizioni " e a stimoli continuamente nuovi, vari e diversi...ma questo, come potrai immaginare, non è il "progetto" di tutti i segni.

Sicuramente non il mio...le mie "indagini" non vertono in questo senso....io tendo più alla profondità che ...all'apertura a ipotesi alternative e inconsuete.

Detto questo, tu continui a sostenere che plutone mercurio blocchi l'intuizione...io ribadisco che non centra l'intuzione con questo aspetto quindi non mi sto a ripetere...al massimo sarà mercurio capricorno in aspetto a saturno che tende ad inquadrare su binari "rigidi".

In ogni caso, Alix, credo che ogni tema abbia in sè un perfetto equilibrio, è al massimo il nostro vissuto che può generare degli squilibri.

Quindi con un nettuno in I e un giove in XII, il trigono saturno mercurio è il necessario bilanciamento.

Come non ho aspetti con i transaturniani...?? mercurio luna e marte sono in aspetto con plutone.

Marte e venere con nettuno e urano solo con venere.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 20 giugno 2012
Comunque Deva aggiungo, seguendo il discorso che facevo, sulla 'percettività', ci stava comunque dire 'l'ampiezza dei dati raccolti' perchè può essere considerata anche come un 'sonar subacqueo' che lavora in profondità, cioè al di là.
E' di Plutone l'approfondire ma di 'mercurio' il raccogliere l'informazione, se collaborano 'insieme' non credi che arrivino inevitabilmente più dati dalle profondità ???
Da cosa credi dipenda il fatto di avvertire ' il 'clima' mentale che aleggia in una stanza in cui entrano persone provviste di questa congiunzione o del trigono, avvertendo la 'disposizione psicologica sottostante' prima che le persone parlino?
Così come anche l'avvertire 'palpabilmente' non solo intellettualmente 'dimensioni' oltre il visibile'?
Mercurio Plutone molto attivi sono tipici anche dei 'medium' o dei 'channels', che poi riescano e sappiano utilizzare senza problemi questa caratteristica è altra faccenda ancora.
Il discorso in sostanza era che, secondo me, i quadrati e le opposizioni al contrario è come se chiudessero invece di favorire gli 'accessi' a queste dimensioni o non le volessero 'sondare' escludendole come 'inesistenti' vuoi per celato terrore, vuoi per troppa razionalità, vuoi perchè nel percorso personale dell'Anima potrebbe essere disturbante l'apertura in questi sensi.

Dato che bisogna considerare sempre che 'ogni' caratteristica che si ha o non si ha, possiede nel contesto globale del tema il suo scopo quindi ha una sua 'validità' in ogni caso.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 20 giugno 2012
Capito ok, mi sarà arrivata diversa e ho frainteso quello che volevi dire, a volte si legge di 'corsa' e magari non si focalizza bene, mi dispiace.

Simpatico tuo figlio :) un mito!

c'è da dire una cosa Deva che non 'tutti' hanno bisogno o sentono la necessità di calarsi in profondità...... tienine conto.
A me infatti piacciono molto le persone che non avendo questa necessità mi 'divertono' con le loro battute, primo perchè prendersi troppo sul serio può essere rischioso a volte, secondo perchè 'smitizzano' certe cose e non è affatto detto che sempre non le conoscano a fondo o non le capiscano, magari hanno già fatto incarnazioni con questo percorso se vogliamo buttarla sul Karmico, e poi è interessante anche parlare di altro.

Un giorno mi ricordo che parlavo di persone 'Iniziate' e qualcuno (intendendo lo stesso bene il riferimento all'Illuminazione) mi disse:
" Bene, e quando sono state finite???" ;)

A me certi commenti fanno sempre catapultare dal ridere, credo che non mi manchi il senso dell'umorismo!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Paolo Pedrini
inserito mercoledì 20 giugno 2012
Ciao a tutte/i-!! Con l ingresso di Giove in Gemelli, perdero' qualche chilo?? mi sono ulteriormente ingrassato, devo operarmi alla prostata, e il chirurgo mi ha detto di dimagrire, ora sto un po' meglio, oggi, la luna in cancro, eh eh, devo pagare IMU 1022 euro e non ho un centesimo, ma sono ottimista ! Oggi ! ah ah ah
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 20 giugno 2012
X Rougemonique:

Volevo già dirti, poi avevo scordato, che per l'olfatto devi approfondire e considerare i valori della tua posizione TORO che rappresenta occhi naso bocca, elementi tutti collegati.
Tra l'altro sappi che l'odore in realtà è un 'retrogusto' nel senso che, in pratica, di ogni cosa di cui tu senti l'odore ne stai ingerendo delle molecole.
Tipico del forte raffreddore è che lacrimino gli occhi, e si starnutisca con la bocca, giusto per ribadire che sono particolari tutti collegati per farci delle analisi astro.
Il collegamento poi prosegue dritto e connesso con orecchie mercurio gemelli.
Fai e conosci l'aromoterapia percaso nell'ambito dei tuoi interessi ???
A me piace tantissimo e sono certa che abbia influssi sull'umore, adoro gli oli essenziali e spesso li uso in casa, tantopiù che vivendo malauguratamente in una città delle peggio inquinate ho sempre l'impressione che l'aria sia fetida, al punto che a volte mi accorgo di trattenere quasi il respiro nell'intento 'vano' di non far entrare in me molecole tossiche.
Ciao carissima

X Deva:
Mi sono ricordata che avevi inserito i tuoi dati, ho finalmente anche la tua carta da aggiungere e di cui conoscevo solo qualche aspetto che avevi evidenziato quì e là.
Beh, a questo punto credo che quel trigono mercurio saturno con valori tra capricorno mercurio e saturno toro portino la razionalità 'logica' dell'intelletto a livelli elevati di lucidità, al punto che credo spieghino la conseguenza di quel quadrato mercurio urano e mercurio plutone che paiono come bloccare un processo più ampio di intuizione.
E' probabile che tutto ciò che dovesse anche raggiungerti, ma non si inserisca in una 'logica di schema' inoppugnabile, venga da te fermato o non accolto ed è noto che l'intuizione o la percezione viaggiano con connessioni bizzarre che il più delle volte non seguono logiche.
Perciò rischi di 'scartare' cose che invece sarebbero 'preziose' per le tue indagini.
Vedo anche che il tuo nettuno è al famoso 29° grado che come avevamo detto in passato è un grado che enfatizza la potenza dei valori che porta,
nel tuo caso essendo scorpionici fortemente 'introspettivi'.

Hai pochi 'contatti' radix con i transaturniani però l'hai mai considerato nelle tue analisi???
A parte la congiunzione di venere con nettuno e il trigono di venere con il transplutoniano Eris tutto il resto arriva al massimo ai 'ponti' giove e saturno.
Ti sei mai soffermata sul fatto che hai fondamentalmente poco 'contatto' effettivo di base quindi con le 'dimensioni' sommerse dell'iceberg diciamo così???
Considerà tu, se vuoi, ho pensato che offrirti questa prospettiva che uranianamente osserva lo 'schema' in modo sicuramente diverso, possa darti l'opportunità di approfondire con la tua brillante intelligenza calandoti ancora più a fondo.

un caro saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 20 giugno 2012
@ALIX

Alix, guarda che non sto cavillando, sto proprio dicendo una cosa diversa rispetto a ciò che dici tu.

Quindi, visto che hai precisato meglio il tuo pensiero, ribadisco che, per citare una tua frase "l'ampiezza dimensionale dei dati raccolti" non riguarda aspetti mercurio plutone.

Plutone mercurio riguarda la propensione ad andare a fondo, a sviscerare.

E il fatto che qui tanti abbiamo questi aspetti conferma proprio questo, perchè c'è un attitudine ad approfondire, a scendere in profondità, a voler comprendere le cose al di là dell’apparenza.

Riguardo a mio figlio (ha 16 anni)….in questi giorni forse perché ho tirato in ballo questo aspetto, l’ho compreso meglio.

Chiaramente lui è un toro che vive con una madre “plutoniana” e quindi è “costretto” ad affrontare contenuti che non le sono spontanei e naturali.

Fai conto che io spesso lo “costringo” ad approfondire, ad interrogarsi, a non fermarsi alle apparenze…e lui mi dice “ ma perché io non ho una madre come tutti gli altri che si interessano solo se il figlio ha mangiato o si è messo la maglia di lana ?”

Chiaramente me lo dice con il sorriso, non ci sono da parte mia certo forzature eccessive ….quel suo aspetto riguarda prima di tutto un contenuto che appartiene a lui e che ha trovato le condizioni ambientali per manifestarsi.

Fai conto che invece mia figlia che ha valenze più affini alle mie non ha rapporti tra mercurio e plutone ma “solo” un mercurio scorpione.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 19 giugno 2012
Deva, nell'analisi dell'opposizione di tuo figlio hai provato a considerare che essendo mercurio in toro e plutone in sagittario è come se riproponesse una dinamica di opposizione tra 'stabilità protetta' X taurina e 'nomadismo esplorativo' giove sagittariano.
Potrebbe essere che i viaggi a largo raggio lo intrighino ma ancora tema di 'staccarsi' veramente da te o di allontanarsi troppo???
Non sò quanti anni abbia e non ne ricordo il segno ma probabilmente essendo la personalità ancora in formazione, può essere che ancora non si sia 'affrancato' del tutto dalla 'mamma' o che questo possa creargli opposte sensazioni tra il voler restare con l'andare, un pò di conflitto insomma.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 19 giugno 2012
Deva, non 'cavilliamo' sui termini, il succo del discorso completo non stava analizzando quello, ho detto 'stimoli' perchè è la prima parola che in quel momento mi è sopraggiunta, forse poteva essere più esatta 'elementi',ampiezze dimensionali di raccolta dati, intuizioni che si colgono 'oltre', ad ogni modo il 'senso' si capiva nell'ambito di quello che intendevo rappresentare sul mercurio plutone e la 'captazione' che stavo trattando.
Tantopiù che poi era implicito che poi mercurio con plutone poteva essere interessato anche da altri aspetti, che ne 'definiscono' e raffinano od ostacolano sempre di più il tipo e le varie differenze e qualità di funzionamento.
Se a congiunzioni e trigoni ,mettiamo Mercurio Saturno, si attribuisce una facoltà 'logica spiccata' chi non ha l'aspetto o ha il contrario aspetto dinamico di quadrato o opposizione non credo potrebbe avere 'simile' capacità 'logica'.
Poi va bene che in particolare per gli 'stimoli' arrivino in modi diversi e si sia anche sensibili allo stimolo stesso in maniere diverse secondo i mediatori.
Piuttosto ho notato che molte carte di quì hanno la congiunzione mercurio plutone o il trigono o anche rapporti di trigono di solo mercurio con il MC.
L'ho trovato anche su quella di Fabiana con MC, Rougemonique ha sia la congiunzione che la congiunzione con MC, Kla ha il trigono così come Mariposa e Stelline Blu.
Configurazione molto presente da queste parti insomma.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 19 giugno 2012
@ALIX

Beh, si, certamente il pessimista si fa il classico "film" delle possibili sventure andando bel oltre al "fatto in sè".

Ma succede più o meno a tutti che quando un familiare è in ritardo, passino per la mente scenari inquietanti che potrebbero giustificare tale ritardo.

Ma pensa, mia madre nell'apoteosi del suo pessimismo croninco, quando mio fratello adolescente era in ritardo (ai tempi non c'era il telefonino) telefonava al pronto soccorso !!!


ciao lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 19 giugno 2012
Carissime e carissimi,
a me succede spessissimo che per sincronicità mi arrivino delle cose.

Oggi , sfogliando delle riviste, ho trovato ben 2 articoli che parlavano di ottimismo e pessimismo.

Le cognizioni scientifico/psicologico esposte erano che il tendenziale 'pessimista' vedrebbe negli imprevisti e nei contrattempi non il 'fatto' in se avulso da altro, quindi da 'risolvere per quel che è' ma ci vedrebbe insieme tutta la possibile catena di collegamenti che da lì potrebbero partire con la conseguenza di 'aumentare' la portata dell'imprevisto da sistemare con irritazione e sfiducia aumentati.
Faccio un esempio, il tizio che buca una ruota non ci vede solo la ruota da mettere a posto e basta, ma il fatto che la perdita di tempo per risolvere il problema lo farà arrivare 'tardissimo' all'appuntamento di lavoro e che quindi il cliente stufo di aspettare o se ne sarà andato o sarà nelle peggiori disposizioni per firmare il suo contratto e che poi di conseguenza un contratto in meno significherà un'entrata in meno e per cui non potrà più fare la vacanza che sognava.
Un pò come nella 'filastrocca' cantata......e venne il cane che morse il gatto che si mangiò il topo che al mercato mio padre comprò.....non sò se avete presente.
Un'altra diagnosi faceva invece riferimento al fatto che l'ottimismo e il pessimismo siano condizionati dalla 'consistenza' della capacità di 'ricordare a medio e lungo termine', chi tenderebbe a 'ricordare di meno' tenderebbe a 'scegliere di tenere' di più i ricordi 'positivi' e quindi a crearsi un circuito di potenziale 'ottimismo' basato su esperienze nella maggior parte positive, perchè la scarsa memoria ha eliminato 'moltissimo' di quelle più negative.
Insomma il pessimista 'tratterrebbe' più i ricordi in genere, fra i quali spesso se ne annoverano tantissimi negativi.

Mi sono sembrate analisi interessanti da 'girarvi' da valutare.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 19 giugno 2012
@ALIX

Io credo che la propensione a cogliere più o meno stimoli dipenda dal segno di mercurio, nel senso che un mercurio toro, per esempio, sarà meno aperto agli stimoli che un mercurio acquario o pesci e in ogni caso gli stimoli che "filtrano" sono diversi, ovviamente quelli più funzionali al segno solare.

Posto questo, è con aspetti ad urano che ci sarà un apertura più ampia a stimoli di vario genere...con plutone ci sarà maggiore approfondimento, con nettuno un apertura a suggestioni mutevoli e insolite.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 19 giugno 2012
X Tutti:

Girando in rete in questi giorni cercando cose sulla 'respirazione olotropica' mi sono casualmente imbattuta un bel racconto sui 'doni' che l'universo avrebbe fatto ad ognuno dei 12 segni zodiacali.

Cercate su siti di 'astrologia esperienziale'
"I 12 Segni Zodiacali" di autore anonimo.

E' molto interessante x tutti, raccontato come una piccola fiaba.

a risentirci
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 19 giugno 2012
Pensavo ad una possibilità di cogliere molto meno stimoli per la differenza di 'raggio d'ampiezza'.
Se una 'ricevente' è più potente è abbastanza ovvio che ha il potenziale per 'raccogliere' molti più dati/messaggi (come le mega-antenne paraboliche di Arecibo alla ricerca di segni extraterrestri)
Non a caso mercurio udito è connesso per estensione anche alla capacità di 'percepire'.
Dunque la stessa differenza che passerebbe tra un sordo e uno con l'udito di superman x fare un esempio al limite, stando sul 'sonoro'.
Purtroppo Deva io non ho esempi di rapporti disarmonici, le carte che ho o che ricordo o non hanno rapporti tra i pianeti o hanno la congiunzione o il trigono.
Poi è probabile che nell'ambito delle capacità di 'percezione' che siano limitate o che siano molto estese, in un soggetto ci sia migliore o minore capacità di 'gestire' ciò che arriva percettivamente, ma comunque rimarrebbe limitata o più estesa la quantità di ciò a cui può accedere.
Daccordo sul fatto che sia congiunzione che trigono, sia quadrato od opposizione, diano manifestazioni, nel simbolismo medesimo, sempre un tantino differenti.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 18 giugno 2012
Ripensandoci,

ho qualche dubbio sull'opposizone, dove i pianeti hanno difficoltà a "convivere" e c'è l'alternanza di una funzione o dell'altra.

In questo caso, potrebbe accadere che da una parte plutone esaspera l'istintualità irragionevole e dall'altra parte, l'attitudine mentale rimane superficiale, non scende mai in profondità.

Mio figlio ha questa opposizione, mercurio toro opposto a plutone sagittario, ma ancora non riesco a vedere bene come si manifesta in lui.

Posso immaginare che lui da toro, abbia "paura" della profondità a cui potrebbe portarlo quel plutone.

Ma dovrà comunque farci i conti.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 18 giugno 2012
Si, Alix

infatti sono d'accordo con quanto dici del "pensiero che prende forma" negli aspetti mercurio plutone, con le mie parole non intendevo mettere in discussione questo.

Ma, a mio parere, questa attitudine deriva dalla propensione alla focalizzazione intensa di un idea, di un pensiero che danno gli aspetti tra plutone e mercurio (appunto, plutone, non lascia andare, insiste, vuole scendere sempre più in profondità).

Non sono invece d'accordo che le opposizioni e i quadrati minino questa possibilità, dal momento che l'intensa focalizzazione c'è comunque.

Perchè poi si dovrebbero cogliere meno stimoli ??

A mio parere negli aspetti positivi e armoniosi di plutone a mercurio (e non sono se la congiunzione sia proprio del tutto armonioso come aspetto) c'è meno "travaglio" o come dici tu meno "tribolazione"....ma per il resto, la sostanza è la stessa...le diversità più specifiche dipenderanno dal segno di mercurio, dalle case coinvolte e dall'insieme del tema.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 18 giugno 2012
X Paolo:

Scusa Paolo ma ho proprio l'impressione che vuoi vedere posizioni critiche anche quando queste non sono 'tutte' critiche.
Giove in congiunzione Luna e Trigono Saturno con in più il Sestile di Urano alla Luna potrebbero essere punti da leggere come l'eventualità di qualche 'opportunità' se riuscirai a 'scorgerle'nella visione 'nera' del tutto che sembri voler rafforzare.

Poi per quanto ne sappia io di Karma ( posto di avvalorare le teorie in merito) il tuo segno futuro sarebbe l'Acquario perchè si dice che sia in relazione alla posizione del Nodo Nord.
L'ascendente sarebbe relativo alla casa 8a per cui nel tuo caso sarebbe o Leone o Vergine.
Mentre la Luna sarebbe il segno solare di ora, perciò in Cancro.
Fatto salvo che dette teorie che delineano i segni base dell'incarnazione futura possano essere abbracciate ( e ognuno decide come vuole!) i tuoi dati, secondo mie letture in tema diventerebbero quelli che ti ho espresso.

un saluto


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 18 giugno 2012
X Rougemonique:

Sono andata a vedere i Gradi Tebaici, avevo letto in proposito ma non ricordavo bene, direi che ricordano molto i 360 Simboli Sabiani, come tipo di impostazione e analisi connessa a 'frasi' da reinterpretare per stimolare l'intuitività, anche se gli aforismi collegati sono diversi.
In caso se ti interessa ti direi anche di fare ricerche sui Sabiani che sono davvero molto interessanti, trovi molto su siti esteri che devi tradurre.
Trova i tuoi simboli più significativi legati ai gradi dell'ascendente, sole, pianeti,vertex,nodo nord etc.
D'acchito li troverai estremamente 'enigmatici' ma hanno dei 'curiosi' riscontri.

X Deva:
Per facoltà di pensiero intenso, intendo quello che ha detto Rougemonique, i rapporti armonici mercurio plutone, come anche trovai detto e confermato da Lidia sul forum in una sua risposta, sono quelli più propensi ad attivare il 'pensiero che diventa 'forma'.
Per questo l'addestramento alle modalità di pensiero più costruttive che distruttive diventano così 'essenziali' per chi detiene tale conigurazione.
Con il rapporto dinamico, d'opposizione o di quadrato questa inclinazione non c'è o non è così 'densa' proprio perchè come 'bloccata', in compenso appunto, avvertendo molto meno 'stimoli' che provengono dalle più svariate direzioni si è più propensi a 'trovare' i messaggi positivi.
La facoltà 'amplificata' determina più difficoltà a 'trovare' i messaggi positivi perchè ne arrivano e se ne 'colgono'in quantità spropositata.
Proprio di recente ho scoperto che la parola 'tribolazione' era originariamente riferita ad una operazione di 'setacciatura' per dividere la semenza produttiva dalla parte da eliminare.
Ecco, diciamo che la configurazione mercurio plutone congiunta o trigonante obbliga a 'setacciare' molto più materiale entrante, quindi il 'lavorio' da eseguire è sistemicamente molto maggiorato, con l'opportunità però di conservare dopo più grani di semente.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Paolo Pedrini
inserito lunedì 18 giugno 2012
Ecco i miei transiti futuri e in atto/ Saturno Quadratura Sole
Urano Quadratura Ascendente--- Urano Sestile Luna:
Urano Opposizione Saturno--
Giove Congiunzione Luna
Giove Trigono Saturno e Plutone quadrato a Saturno---che ne dite??? c'e' poco da stare ottimisti---una volta lo ero, ora dopo le bastonate non piu', mi sto avvicinando al capricorno, in vecchiaia mi avvicino al mio ascendente, segno della mia re-incarnazione, FORSE !!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 18 giugno 2012
ciao Rouge

anche io medito regolarmente.

E ne riconosco il valor soprattutto in questo periodo in cui stanno emergendo i "limiti" dei miei valori scorpionici, forse proprio perchè saturno in transito nella sede di giove rdx, mi ha tolto momentaneamente il sostegno gioviano.

Il fatto di osservare i pensieri e lasciarli andare mi fa decisamente bene :)

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 18 giugno 2012
ciao Alix

riguardo al pessimismo...diciamo che questo atteggiamento può partire da motivazioni diverse e riguarda tutto il tema nel suo complesso perchè determinati aspetti che tendono in questo senso, possono essere compensati da altri di segno contrario.

Dunque...io ho mia madre asc.capricorno con saturno in cancro e devo dire che lei è pessimista, decisamente, nel senso che lei vede comunque limiti, impedimenti e difficoltà, mai opportunità.

Direi, in termini generali, che il capricono, si, vede il limiti, gli ostacoli (questo fa parte della sua natura), ma è anche determinato a superarli, da qui l'analogia con l'alpinismo e con la vetta casa X.

Però chiaro che un asc.capricorno non è un "entusiasta" come atteggiamento di primo acchito. NOn so...in una situazione nuova comunque tenderà ad essere pacato, a valutare bene tutti gli elementi, a ponderare e appunto, in questo senso...vede, coglie i limiti della situazione, certo che dire che questo è pessimismo, non è corretto se non ci sono altri elementi che lo sostengono.

Nel caso specifico di mia madre (ma chiaramente tutto il tema mira in una certa direzione) lei vede il limite, ma poi ha la sensazione di non farcela a superarlo (saturno in cancro) e cerca sempre l'appoggio degli altri (saturno in VII).

Riguardo a Paolo lui ha comunque saturno in IX trigono alla luna quindi, effettivamente il suo "pessimismo" (che emergeva dalle sue parole) è forse più legato ai transiti del momento che un fatto caratteriale. Il sole in VII cancro potrebbe rappresentare il bisogno di integrare il binomio dipendenza/indipendeza.

Riguardo a mercurio plutone...come sai io ho il quadrato.

Nel mio caso devo dire che i valori scorpionici sono compensati dai valori sagittario...quindi, difficilmente "vedo nero" (a parte in questo periodo..con SATURNO e i suoi "limiti"..eh...eh...)

Ma immagino che in un tema diverso, possano portare anche a questo, sicuramente.

In mercurio plutone quella che tu definisci "facoltà di pensiero molto intensa" riguarda la difficoltà di plutone a lasciare andare del tutto....c'è una tensione che costringe a tornare e ritornare su una determinata questione finchè non la si padroneggia, non si è fatta propria, non si è sviscerata completamente.

Nel mio caso, questa attitudine sostiene l'amore per la conoscenza del sagittario e mi spinge all'approfondimento, smorzando la "faciloneria" tipica del segno.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito lunedì 18 giugno 2012
Buondì!
Anche io ho una congiunzione mercurio plutone (in realtà nel mio caso plutone è congiunto anche ai luminari) e confermo quanto scritto da Alix. Ho un bisogno quasi ossessivo di "andare a fondo" nelle cose, nei pensieri, nella mente...mia e altrui. Inoltre, sono fermamente convinta del potere creativo dei nostri pensieri e delle nostre convinzioni profonde. Per questo già da qualche anno pratico la meditazione, per conoscere me stessa e gestire l'enorme carico emotivo che mi porto dentro, per orientare la mia mente e i miei pensieri verso una direzione consapevole e costruttiva. Confermo anche la questione dell'udito ipersensibile e mi domando a cosa sia legato astrologicamente l'olfatto, anch'esso ipersensibile (contrariamente alla vista). Inoltre, avendo uno stellium in decima casa con sole, luna, mercurio e plutone, mi sento molto in sintonia con le energie del capricorno. Anche io mi rendo conto delle difficoltà alle quali vado incontro facendo certe scelte fondamentali ma ciò - almeno quando la mia mente è centrata- non mi impedisce, anzi mi motiva, ad andare avanti da sola per la mia strada e a "scalare la vetta".
Ho letto qualcosa dei "gradi tebaici". E' giusto una curiosità, non so neppure io come sono approdata su questo lido. Qualcuno sa dirmi qualcosa in merito?
Grazie
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 17 giugno 2012
Si, avevo già i tuoi dati Stelline:

Congiunzioni o trigoni mercurio plutone conferiscono solitamente una capacità di 'percezione' talmente intensa che può capitare che diventi difficile selezionare i messaggi negativi.
Ma non solo in senso di 'sensazioni',a volte può persino dare anche iperacusie, cioè la tendenza ad avere un 'udito' particolarmente sensibile che 'capta' a distanza o tende ad essere 'infastidito' dal rumore.
Così in tutti i sensi si 'capta' di più, come radio a più ampio spettro di frequenza.
Il contrario succede con quadrati e opposizioni ovviamente, che in compenso saranno meno sensibilizzati in questi sensi e quindi meno impegnati a dover selezionare messaggi di ogni tipo dall'ambiente oltrechè suppongo a poter avere problemi di scarso udito.
Ho spesso notato che le persone con congiunzioni o trigoni mercurio plutone sono quelle più inclini a depressioni o ad avere almeno un episodio despressivo, probabilmente anche a causa del fatto che quando si insinua il pessimismo o un brutto periodo tendono ad 'amplificarlo' a 'ingigantirlo' a dismisura.
Così può succedere che nelle nubi di un temporale ci vedano già l'arrivo di un tornado per fare una metafora e pensino così di essere senza scampo.
Evidente che questa facoltà e inclinazione vada un pò 'controllata'.
Se non prende queste manifestazioni mercurio e plutone congiunti o in trigono danno un ottimo senso dell'acustica e del 'suono'.
Mio marito che ha il trigono tra la 5a e la 9a ha lavorato negli impianti audio per i palcoscenici per esempio e l'udito 'fine' è indispensabile anche per cogliere in una 'profusione di suoni' quale cassa di un'impianto non stà funzionando nel modo adeguato e dunque altera la 'dinamica' totale delle risonanze.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu per Alix
inserito domenica 17 giugno 2012
accidenti Alix, interessantissimo ciò che dici sulla congiunzione o trigono mercurio-plutone....anch'io presento quest'aspetto di trigono ma non lo avevo mai collegato a pensieri "negativi o neri". I limiti che mi pongo vengono spesso da mie insicurezze interne che ritroviamo nella mia opposizione II-VIII casa...

ma se vogliamo parlarne, allora vorrei bene approfondire se ti va. Il mio trigono è fra mercurio in gemelli (2 casa) e plutone in bilancia (6) casa... avevo sempre pensato che quel trigono portasse profondità al mio mercurio cosi frizzante e senpre in cerca di novità, non avevo mai pensato ai suoi risvolti negativi...

ti posto comunque i miei dati,

a presto,

stellina blu

21.05.1981 , ore 4.53 PN
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 17 giugno 2012
Mi sono dimenticata di dire che ho fatto la precedente riflessione perchè Paolo presenta una congiunzione stretta mercurio plutone in leone perdipiù in 8a.


Aggiungo e ricordo che conosco molto bene gli effetti di questa congiunzione dato che io l'ho in 6a vergine.
Avendo poi Luna Capricorno posso assicurare che ogni limite che io abbia mai visto è stato prodotto, senza meno, più da certi aspetti a volte molto pavidi dell'Ascendente Pesci, che ha spesso creato timori e 'trattenuto' l'intraprendenza Capricornica e direi anche dall'opposta Venere Cancerina, troppo amante del 'morbido relax'.
Da piccola questa 'intraprendenza' alle scalate e alle arrampicate si esprimeva nella mania di arrivare sempre in cima all'albero più alto e a volermi fare a tutti i costi da sola, senza essere presa in braccio, le camminate per le salite di montagna.
Penso dunque che il Capricorno in se o chi dovesse avere molto forti e naturalmente molto sorretti valori nel segno, limiti non ne veda e non ne metta e tenda a continuare il suo percorso qualunque sia il tipo di cammino.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 17 giugno 2012
X Paolo e Deva:

A proposito del commento sui Capricorni che tenderebbero a vedere limiti e difficoltà.

Sai Deva che non credo sia assolutamente così, il Capricorno è un segno che può rappresentare benissimo gli 'scalatori' di montagne, persone stoiche che pur vedendo e conoscendo bene l'impervio, trovano vie per 'accedere' alle 'vette', sfidando a volte l'impossibile, o persino cercando di proposito di avventurarsi sui 'tratti più tremendi' per riuscire a scavalcarli, andando anche dove nessuno andrebbe mai.
Certo che questa caratteristica non è particolarmente evidente in tutti e, secondo altri aspetti etc., può essere anche di molto ridotta.
Forse casomai è più del Cancro suo opposto il vedere o mettere limiti e difficoltà.

Il pessimismo come tendenza credo sia più prodotto dalla congiunzione mercurio/plutone che ho spesso notato con il trigono, induce la facoltà di vedere o percepire nell'etere i risvolti oscuri delle cose e dunque di avere ,per fatale conseguenza, una tendenza non controllata ( finchè non si esercita la volontà) ad inclinare in 'pensieri molto cupi'.
Del resto c'è da dire che anche il 'pessimismo' ha una sua utile funzione se non finisce per essere troppo esagerato , esattamente come al contrario un dissennato 'ottimismo' può produrre a volte più guai che altro e non far vedere i 'pericoli', quando ai pessimisti detti pericoli sono già più che lampanti.
E' detto che aspetti di congiunzione o trigono mercurio plutone sono manifestazione di una facoltà di 'pensiero talmente intensa' che può come 'far accadere le cose'.
Per questa motivazione è importante molto più che ad altri, per chi detiene tali aspetti imparare a 'controllare' la 'qualità' dei pensieri, a ripulirli diciamo così dalla visione incline 'al nero'.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu per Alix
inserito sabato 16 giugno 2012
grazie Alix per aver letto il mio sogno e per avermi dato dei consigli! ho guardato il significato del samgue nei sogni. secondo jung rappresentava una sofferenza vissuta magari inconsciamente. il sangue mestrale ouò essere sia una preoccupazione riguardo alla propria fertilità (ma non è il mio caso almeno per ora), sia una mancanza di energia o la presenza di imbarazzo. credo che fra tutte, oltre alle spiegazioni che ho dato a Lidia. nel mio caso la mancanza di energia ci sta, causa troppo lavoro e fatica ad addormentarsi... ma ci sta anche un altro significato. il sangue è creativo, passionale. ed io sento molto nel mio presente la mancanza del teatro e della musica. delle attività attraverso le quali esprimevo la parte più intima di me stessa e la mia creatività...credo , dopo aver letto le varie opzioni, che queste siano le due più azzeccate...
grazie Alix!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 15 giugno 2012
X Stelline:

ho trovato il tuo sogno, se Lidia non riesce a risponderti se digiti su un motore di ricerca 'sangue in sogno' tra i primi esce sempre un famoso sito di 'analisi sogni' molto interessante e completo, anche dal punto di vista dell'analisi psicologica, dove trovi anche tantissimi altri 'simboli' per le letture dei tuoi sogni.
E' utilissimo!
Cerca tutti gli 'elementi' più caratterizzanti del tuo sogno o dei tuoi sogni, vedrai che aiuterà a far delle approfondite letture chiarificanti.

Tempo fà avevo fatto anch'io un sogno (anche se diverso) con la presenza di 'tanto sangue' e sò che è un tipo di sogno piuttosto angosciante.
Credo però che non bisogna allarmarsi più di tanto se non diventa un simbolo che diventa 'ricorrente'.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito venerdì 15 giugno 2012
Ciao Cara Alix,

il post si intitola "sogno, per Lidia o chi desidera" è nel forum e l'ho postato ieri...spero tu partecipi, mi piacerebbe avere il tuo riscontro sempre interessante per me!
a presto!

stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 15 giugno 2012
ciao Paolo

tu hai l'asc.capricorno che ti rende un po' pessimista di natura, cioè tendi a cogliere più i limiti e le difficoltà delle situazioni, soprattuto in un primo momento...poi ti ammorbidisci come vuole il tuo sole cancro. Ma comunque saturno in IX fa un bel trigono con la luna sig.ra del sole quindi c'è un sostanziale equilibrio.
Adesso hai plutone che quadra saturno e saturno che quadra il sole, quindi è un periodo sicuramente faticoso e pesante, ma sfruttalo per comprenderti meglio.

Riguardo alla seconda casa aquario più che spingerti allo sperpero, evidenzia una propensione all'instabilità finanziaria perchè tu hai anche urano quadrato a saturno che rappresenta una tensione tra il bisogno di sicurezza e il desiderio di novità e libertà, evidentemente, quando hai lasciato il tuo posto in banca, urano ha avuto il sopravvento.

L'opposizione marte giove, invece, la legherei sempre al quadrato saturno urano, perchè evidenzia un insofferenza, un senso di insoddisfazione tra dimensione privata e ambito lavorativo che poi probabilmente ti ha portato a fare una scelta avventata.

Riguardo al quadrato venere marte, non c'è l'orbita è troppo ampia.

VErso dicembre saturno su marte potrebbe rappresentare un occasione in ambito lavorativo,magari consulenze o qualcosa del genere (marte governa la III casa), che forse, però ti costringerà a rinunciare ad alcune comodità e piaceri della vita familiare (opposizione a giove) ma a tutto vantaggio della tua linea... :)

Ricordati però, che l'astrologia non può essere usata per giustificare le nostre difficoltà, ma piuttosto per comprenderle.

ciao lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 15 giugno 2012
X Paolo:

il transito saturnino è un 'rafforzativo' delle caratteristiche del tuo marte, quindi tecnicamente un supporto e aiuto a tutta la simbologia marziana.
Potrebbe anche esserti utile ,volendo, per iniziare a far palestra o una qualche minima attività fisica per rimetterti in forma.


Per quanto riguarda le problematiche legate agli aspetti finanziari, forse come ex bancario ti potrebbero interessare e ti risulteranno più che comprensibili, le analisi di un economista indipendente che viene definito 'Il profeta' o il 'predicatore finanziario' perchè previde già molti anni prima la forte crisi delle banche del 2008.
Al popolo del web è noto da tempo ed è molto seguito.
Se già non lo conosci , dacci un'occhiata, poi vedrai con la tua testa come giudicare ciò che esprime.

un saluto

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 15 giugno 2012
Ciao Stelline, è tanto che non ti si sente qui!

Forse sarebbe meglio che tu indichi il titolo esatto del post x trovare quello giusto, ho visto che ne hai inseriti diversi e che x alcuni ti era arrivata la risposta di Lidia.
Oppure riracconta il tuo sogno quì.

ciao carissima

X Paolo:

Vero,vero, positivizzare non pare bastare per condizionare in meglio certi eventi, ma l'atteggiamento negativo sicuramente, per quanto se ne dice, tende a 'peggiorare' le prove, a farle sentire ancora più pesanti e gravose.
Sono daccordo che non sia facile mettere in pratica l'atteggiamento.
E per quanto riguarda il conoscere l'astrologia, spesso il corso degli eventi viene condizionato lo stesso da persone vicine che non ti danno minimamente retta quando li avverti di certe possibili evoluzioni, perchè loro non ti vogliono credere, perciò finiscono per coinvolgere inevitabilmente anche te in problemi che, non dico si sarebbero potuti evitare, ma quantomeno 'fronteggiare' al meglio se, ne sò qualcosa.......

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito venerdì 15 giugno 2012
Ciao a tutti,
ho inserito un post sul forum di eridano school sulla sezione sogni. Vorrei avere il vostro parere se vi interessa il tema. Ve lo segnalo, perché per me é stato un sogo stranissimo e mi ha lasciato una brutta sensazione per tutto il giorno dopo...grazie a chi parteciperà....

stellina blu


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Paolo Pedrini
inserito venerdì 15 giugno 2012
In ogni caso vorrei sapere una cosa, avro' piu' in avanti mil transito di saturno congiunto al mio marte radix, gia' lo ebbi circa nel 1983-84, che cosa significa di preciso>???? grazie
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Paolo Pedrini
inserito venerdì 15 giugno 2012
x Alix---grazie, della tua risposta, siamo d accordo, focalizzare gli aspetti positivi, pero' esistono momenti : sappiamo benissimo della sinusoide karmica, gli alti e bassi della vita, gli alti andavano sfruttati al momento giusto, avessi conosciuto l astrologia a 20 anni certo avrei fatto scelte differenti, ci sono cose al di sopra di noi, che ci cadono addosso, la malattia mentale di mio fratello molto grave, gia' dal 1961, vedi transito di urano sul mio sole, questa malattia ha condizionato tantissimo la mia vita, la mia famiglia, voglio dire, ok pensiamo positivo, ma certe tegole ci cascano addosso lo stesso !
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 14 giugno 2012
X Paolo:

Ascolta Paolo, dimenticati ciò che ti dissero rispetto al tuo quadro.
Quanto più ti fai convinzioni negative quanto più te ne tiri addosso, e te lo dico da tendenziale 'pessimista'.
Ho veramente notato nella vita che se si riesce a costruire un costante pensiero costruttivo e positivizzante meglio si stà.
C'è da dire che non è sempre facile mantenersi 'costanti in questo orientamento se non lo si ha di 'natura' a volte devo 'forzarmi' in questa direzione perchè se dessi retta ai miei pensieri in formazione spontanea sarei una specie di Cassandra all'ennesima potenza.
Certi giorni non ci riesco proprio, anche perchè il 'clima' di questi tempi di certo non aiuta si sà.

Posso solo dirti di provare a guardare il tuo tema solo per gli aspetti che vedi come positivi, trascurando di soffermarti su altro.
La congiunzione sole/venere per esempio, il trigono luna/saturno, il trigono marte/urano hai anche un trigono Giove/Kirone, insomma analizza quelli piuttosto che focalizzarti sugli altri.

Un saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 14 giugno 2012
Ancora x Ste:

Credo di averti quasi risposto a tutto, dunque credo ci sia ancora il discorso che facevi di supposta 'lesa maestà'.
Non credo di risentirmi, nel senso di prendermela, quando non si abbracciano le mie 'proposte', anzi credo non lo facciano i Leoni in genere che tendono un pò a dire: "Chi mi ama mi segua"....e chi non segue vada pure dove vuole.
Non sò se è una mia prerogativa dato che con l'Urano congiunto ho il Leone come Acquarianizzato dunque molto libertario, ma credo di averlo notato in tanti esponenti o con ascendente o forti valori nel segno.
Non ci sono molti 'no' e 'forse' nella vita dei Leoni, perchè solitamente non chiedono (per via dell'orgoglioso manto) e se lo fanno chiedono preferibilmente alla 'sorte' più che alle persone.
E comunque tra i due credo preferiscano un aperto 'no' che un 'forse'.
Vero che però ,in caso, chi risponde no o anche solo forse non li vedrà più tornare a ripetere l'invito o la proposta per la seconda volta.
In genere direi che sono, siamo, tutti più 'gatti e gattini' che ruggenti grandi felini.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Paolo Pedrini
inserito giovedì 14 giugno 2012
x Alix--grazie !!!! sei molto gentile- avendo marte opposto a giove radix, logico che ho un po' le mani bucate. Non ho mai pensato un attimo nella vita, ho sempre agito d istinto,il marte in scorpione in x e' acqua bollente...e ho preso decisioni: sbagliando, infatti nel 2007 ad aprile ho lasciato il lavoro che avevo in banca, e con la buona uscita ho fatto degli investimenti all estero che sono stati un fallimento, anche mia moglie ha lasciato il lavoro nel 2006, ambedue prima della pensione, per cui ora ci troviamo molto male. Nel 2008 ho avuto un certo rientro di danaro, ma logicamente, piano piano li abbiamo spesi per vivere, di questi tempi e' molto dura, poi ho il transito di saturno quadrato al mio sole che mi ha tolto vitalita', tanto mal di schiena, privazioni, si mi ha fatto maturare !!!! adesso prima di spendere ci penso 1000 volte !!! poi il transito di giove in toro mi ha fatto ingrassare tanto, il cio' peggiora le mie articolazioni, non vedo al momento vie ' d uscita, solo l uscita di saturno dalla quadratura, certo 2011 e 2012 finora anni pessimi, sono giu' giu' giu' di spirito, di morale , deluso dalla vita, una volta ero tanto ottimista....purtroppo la quadratura urano nettuno del mio tema radix mi ha fatto sempre scegliere persone sbagliate, nel lavoro non sono stato fortunato vedi opposizione marte in x con giove in iv radix, la vita sentimentale un niente, per via di venere quadrato a marte radix....c'e' poco da essere ottimisti con un tema come il suo mi disse linda wolf nel 1990, ah avessi saputo !!!! adesso iniziano pure i problemi di salute, devo operarmi di prostata, pancia sempre gonfia, ecc ecc e chissa' quanti ne verranno,
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 14 giugno 2012
X Paolo:

Non voglio farti una diagnosi, del resto impossibile senza dati essenziali che riguarderebbero tanti aspetti della tua vita.
Solo indicarti due dati tecnici perche la tua 2a casa è solo in parte in acquario per il resto copre tutti i 30 gradi dei Pesci, dove al momento stà transitando Nettuno.
Nell'acquario 2a hai il Nodo Nord.
In ogni caso più che certe 'consistenze'di denaro o meno o i loro vari andamenti, nella carta si vede più come la persona si mette in rapporto ad essi sia che ci siano sia che no.
Ho trovato in temi di persone con patrimoni rilevanti il famigerato Saturno in 2a, che potrebbe per altri versi indicare 'privazioni' dei beni, ma solo perchè detti patrimoni erano stati creati in età matura oltrechè da costante lavoro precedente da una inguaribile 'tirchieria' o meticolosa parsimonia.
L'ho trovato in chi ha creato piccoli imperi da povere origini per esempio, nei self made man.
Altri con minori disponibilità effettive potrebbero tendere ad essere invece superprodighi e quindi a dilapidare allegramente, altri ancora con qualunque mezzo a disposizione che sia poco o che sia tanto possono avere l'impressione che ne manchino sempre rispetto alle esigenze..... come succede ai 'giocatori'.
Ho trovato questa tendenza a iperspendere in chi ha al contrario di prima Giove in 2a per esempio, e intendo qualunque siano i mezzi posseduti.
Perciò le considerazioni da fare sono tante.....

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 14 giugno 2012
Ecco Ste, continuo.....

circa quello che hai detto circa alcuni miei commenti sul maschile è anche perchè non faccio considerazioni solo e sempre riferibili al vissuto personale ma spesso tengo conto di cose che sò, leggo, vedo, sento, osservo, guardo......

Personalmente di fondo ho un'ottimo rapporto con il maschile, anzi ti dirò che ho sempre avuto migliori amicizie con i maschi che con le donne, inoltre qualche amico di lunga data gay, per cui ho un'esperienza di 'confidenze e pareri' di tutti i 'generi'.
Ho trascorso un rapporto lungo e disastrato con un ex che ha avuto comunque componenti di 'forte amicizia'.
In effetti come dici io non mi metto mai in competizione con gli uomini data la mia Venere Cancerina e loro probabilmente apprezzano questa rilassante componente.

Credo di avere anche un buon rapporto tra le mie componenti femminili e maschili tutto sommmato sono più le componenti 'femminili' in se che con il quadrato a T di XEris venere e luna non si accordano molto.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 14 giugno 2012
Scusa Ste, mi era sfuggito il tuo post con l'analisi, l'ho letto ora.....
arrivo con i riscontri...

Ho trovato molto divertente la tua ultima frase sui 'borbottamenti a mezzavoce'......mio marito a volte commenta con toni bassissimi, quasi impercettibilmente ed è una cosa che mi 'urta'.

Vero, mi ero identificata tantissimo con la mia professione, una professione che mi ero 'creata' su misura che poteva assecondare i miei tempi e le mie energie che avevano da sempre 'picchi' di alti e bassi, tanto che la psicologa che mi seguì quando tutto saltò ( per eventi che non mi và di raccontare che includono l'ex partner), la definì con un quadro di 'iperinvestimento psicologico'.
E del resto, dato che non mi vedevo in ruoli di madre, era chiaro che puntassi 'tutto' sulla realizzazione professionale e che non fosse da dipendente chiaro ( da Leone eh), anche perchè non riuscivo proprio per tante ragioni ad adattarmi a 'orari fissi' standard.
Purtroppo da quell'evento per me catastrofico al pari di un terremoto del 9/10° grado o di uno schianto aereo proprio nel momento del 'decollo', non mi rialzai più, soffrii persino per un certo tempo con gli stessi effetti sintomatologici da 'choc postraumatico'.
Rimasi talmente 'annichilita' che il rapporto con l'idea di professione si alterò al punto che non volli più occuparmene, la professione diventò solo più un hobby e chiaramente inflisse un duro colpo alla possibilità di indipendenza pratica.
Nel tempo la cosa non si è mai più risolta e dunque la mia vita ha richiesto un forte adattamento in tutt'altre direzioni.
Il mio errore grandissimo fù di non cercare di 'rialzarmi' subito e sopratutto di non riuscire a credere che avrei potuto farcela anche da sola, ma del resto, ricordo bene come mi sentivo, 'privata' perfino della volontà di 'ricostruire' così poi nel troppo tempo a seguire la questione si è come 'bloccata'.
Ho dovuto ,come si usa dire, cercare di farmene ragione, anche dei miei personali limiti ovviamente, con cui in quel momento mi 'scontrai' duramente.
Adesso potrei dirti che la mia vita di ora ha sviluppato in ogni modo delle componenti molto felici anche 'senza' professione, ma non sarei sincera se dicessi che mi sento 'realizzata' come avrei voluto.
Realizzarsi per definizione significa 'portare nella realtà concreta' i propri sogni, quando non si riesce non c'è 'reale' realizzazione.

Ora però mi sono dimenticata il resto della tua diagnosi, ora rileggo e torno.....


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Paolo Pedrini
inserito giovedì 14 giugno 2012
nato 17 07 1952----perugia ore 18,29---ho seconda casa in acquario----tanti soldi che escono---ma da dove entrano????
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 13 giugno 2012
Ste, hai pensato che forse le cose che 'hai' non sono quelle che 'vuoi' volevi o vorresti e che potrebbe risiedere lì il fatto di non sentirti contenta nonostante.....?
Ad ogni modo cara Ste, tante persone non riescono ad 'sentirsi' soddisfatte, è un male diffuso che spesso ha radici molto lontane, per alcuni indefinibili.
Credo che tanti non riescano nemmeno a identificare bene 'cosa' vorrebbero esattamente per essere completamente appagati.
Se vai in rete trovi anche chi pensa che questa sensazione (con diverse altre) se è persistente, sia sintomo di grandi 'mutamenti'che stanno avvenendo in te.
E ogni trasformazione profonda richiede sempre un particolare 'travaglio'.

ciao, a risentirci
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 13 giugno 2012
Deva, forse sei tu che filtri le cose secondo tuoi contenuti e a modo tuo.
Forse potrei aver capito male, ma Ste riferendosi al fatto che non notava particolarmente l'espressione della natura in questo periodo per via di altri assilli, mi pare abbia detto: "sembra brutto dirlo!"
Quindi è come ci fosse in lei una constatazione di fatto che riteneva 'brutta' questa disposizione.
Io volevo quindi solo 'rimarcarle' che non c'era niente di male in questa sua constatazione, ne nel sentimento ispirante che faceva passare davanti altre questioni di più immediata utilità.
Sull'onda del concetto poi ne ho espressi altri nel mentre.
Ho usato il plurale per riferirmi a ogni eventuale bloggers che potesse mai pensarla così, dato che ricordavo di aver già notato qualcuna, ma non ricordo chi, che aveva fatto un riferimento similare.
E quello che ho detto esprime proprio il fatto che le questioni non costituiscano 2 percorsi divergenti ( dov'è la divisione che vedi???) ma vadano il più possibile integrati,basandomi anche sull'esperienza di osservazione di tante altre persone e delle loro espressioni.
Se poi tu non senti di aver mai avuto in vita tua questi 'conflitto di interesse' tra certe valutazioni e altre considerazioni, tra natura materiale e spirituale, che dire....meglio, sarai più serena si spera.
Il mio messaggio era più rivolto in sostanza a chi invece 'potenzialmente' potrebbe avere o aver avuto momenti di scontro tra le valutazioni di due orientamenti 'apparentemente' di opposta natura, come la frase di Ste sembrava evidenziare.
Per quello chiedevo come mai ritenessero etc. etc.
Deva, ho l'impressione che ogni tanto sembri dimenticare che il blog è seguito anche da tante altre persone che non sempre partecipano ma che magari all'occasione possono sentirsi di intervenire.

con simpatia :)
un saluto a te e tutte/i
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Alix
inserito mercoledì 13 giugno 2012
Alix, il mio rammarico è puramente personale, non filosofico: rimprovero a me stessa di non riuscire a godere di nulla perchè la mia mente è ossessiva. Quando ho un problema (spirituale o materiale poco importa) la mia attenzione si focalizza su quello e non riesce a trarre piacere da nulla.

Se potessi cambiare il mio carattere, vorrei essere capace di "staccare" e di godere di ciò che ho, senza farmi ossessionare da ciò che non ho. Mi aiuterebbe anche dal punto di vista delle risorse materiali, che sono indispensabili per vivere.

Ho scritto che la bellezza che mi circonda mi ripaga solo in parte perchè sono preoccupata per questioni materiali e che ritengo brutto dirlo ... è vero... infondo ho molto più di tante altre persone nel mondo e mi sento male a dire certe cose.
Lo trovo inopportuno e offensivo. Inoltre la capacità di essere felici non è necessariamente legata a ciò che si ha, altrimenti sarebbero felici solo gli straricchi, mentre sappiamo che spesso accade il contrario.

Si tratta di una dote interiore che vorrei avere: essere capace di dare valore a tutto ciò che ho...
Come vedi il problema non è quello di non accettare i bisogni materiali.
Però capisco che sia irritante per una Luna Capricorno/10^ che uno si scusi per questo...

Un abbraccio
Stefania




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 13 giugno 2012
@ALIX

Visto che parli al plurale, ti rispondo anche io.

Ho l'impressione che spesso tu tenda ad attribuire a ciò che leggi contenuti tuoi personali ...diciamo che tendi a filtrare le cose un po' a modo tuo.

Non credo in alcun modo che qui si consideri la dimensione materiale....i soldi, la sicurezza secondari o non importanti.

Poi, figurati io che ho lo stellium in II...e la precarietà, nella vita, ha costellato tutta la mia infanzia e oltre.

Ciò che io non faccio, Alix, a differenza tua, è separare, dividere come fossero cose in antitesi, ciò che tu definisci la vita REALE (cioè il contingente, a volte difficile) con la vita interiore, spirituale, chiamala come vuoi.

Io non ci colgo nessuna separazione....è reale il tangibile, quanto è reale la mia intangibile vita interiore....una è lo specchio dell'altra.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 13 giugno 2012
Stefano, ho da farti un'altra domanda, dove hai trovato i significativi dei pianeti e delle case per letture sulle nazioni???
Io avevo un piccolo schemino , molto ridotto e perciò troppo parziale, mi interesserebbe sapere se hai un sito da indicarmi che descrive più largamente i significativi.
Ad esempio per la 10a casa avrei che rappresenterebbe i governi,i capi di stato,le aristocrazie e le classi dominanti, le aspirazioni delle nazioni stesse.
In 7a ci sarebbero gli affari esteri, i trattati internazionali ed eventuali conflitti, mentre alla 9a sono attribuite le credenze religiose,le istituzioni religiose, le leggi, le università, i commerci internazionali import/export e l'editoria libraria ( giornalistica è in 3a).
In 1a i 'miti' che sono presenti nel collettivo e l'immagine che la nazione nel suo complesso ha di se.
Ti tornano anche a te questi o tu hai altri tipi di indicazioni?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 13 giugno 2012
@STE

Fantastica l'analogia con la gravidanza, Ste...!!!

E' perfetta, mi ci riconosco appieno...però devo dire che le gravidanze "reali" le ho vissute meglio; c'era una fiducia e una gioia di fondo che mi sosteneva anche nei momenti più faticosi. Adesso incombe un senso di smarrimento, di "fine", di "morte", ....tutti archetipi della XII (e di saturno) con cui devo fare i conti.

Il fatto che, per le questioni di salute di cui ho parlato, sto frequentando spesso ospedali...mi fa percepire queste sensazioni non solo a livello personale, ma a livello universale...sento il dolore degli altri come fosse il mio.

Wow, mi faccio tristezza da sola...ah..ah..ah...

Dai...non voglio esagerare, sono comunque consapevole che è una fase che va vissuta per andare oltre...e certamente anche in questo momento sto imparando tantissimo. La vita ha sempre qualcosa da insegnarci, questo è sempre ben presente in me.

Ecco, infatti se devo dire cosa sto imparando, tra le altre cose, mi ricollego proprio alle tue parole... "purtroppo credo non sia sufficiente la VOLONTA' di seguire il mio progetto".

Sai che a questa conclusione ero giunta anche io, ma a livello razionale in seguito al transito prima di nettuno su marte e poi di urano quadrato a luna mercurio. Ero andata in crisi alla grande con l 'astrologia umanistica, e non mi riconoscevo più nel gran "potere" personale che si attribuisce alla persona, per cui sembra che con la VOLONTA' sia tutto possibile (integrare aspetti tesi, risolvere difficoltà relazionali, superare blocchi ecc.).

Ai tempi saturno transitava tra la X e l'XI casa...ora che è approdato in XII, questa consapevolezza è scesa ad un livello molto più profondo, ora SENTO che la volontà non basta. La consapevolezza è una gran cosa, fondamentale, ma la vita la sa sempre più lunga di noi e a volte non abbiamo modo (o non è il momento) di cambiare le cose.... di risolvere situazioni o di fare la cosa più appropriata...ci sentiamo solo smarriti e impotenti.

Sai che è da mesi che sogno neonati o donne incinte o io stessa incinta....non me li spiego più questi sogni così ripetuti, ma mi hai fatto riflettere...che rappresentino proprio la "nuova" vita in gestazione ?

ciao cara

bacione

lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 13 giugno 2012
Ste, ma mi dite perchè ritenete sempre che preoccuparsi di cose 'materiali' sia come 'disdicevole' per chi si interessa di spiritualità e affini.
In un mondo che su queste basi è fondato, che piaccia o no,tutto quello che è materiale è quello che garantisce la 'vita' o la sopravvivenza.
Fà dunque parte del 'complesso' di cose di cui 'tocca' interessarsi o di cui perlomeno qualcuno vicino si deve interessare, pur integrando la materialità, per quanto possibile, con il percorso spirituale e le scelte interiori.
Come quando per esempio si ha la forza di rinunciare a un lavoro ben pagato perchè non se ne condividono più certe estremi che non rientrano più negli ideali evolutivi subentrati.
A me hanno sempre dato un pò sui nervi quelli che dichiarano: oh i soldi non sono importanti!!!
Peccato che questa frase sia 'sempre' e dico 'sempre' pronunciata da soggetti che vivono con 'solitamente piuttosto cospicui' patrimoni.
Non sono 'Tutto' certamente e su questo non si discute, ma per come è 'questo' mondo hanno la loro parte di importanza e soprattutto fanno o possono fare la 'differenza' per tante cose.
Quindi è anche giusto e più che comprensibile, che in un momento magari di difficoltà, pensieri più 'pressanti' impediscano di notare le 'meraviglie della natura' che forse sono in grado di rinfrancare ma non sono di aiuto nel risolvere i problemi 'reali'.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Alix
inserito mercoledì 13 giugno 2012
Eccoci al tuo Marte!

Scusami se non dirò cose geniali, ma sono un po' arrugginita e le mie interpretazioni del TN comunque sono sempre abbastanza pratiche, perchè non mi sento molto ferrata dal punto di vista dell'analisi psicologica e dei suoi risvolti.

La prima cosa che noto è il triplo trigono di Terra che dalla prima casa rimanda nei settori lavorativi e della realizzazione pratica, quindi deduco che questa energia, per quanto intermittente, si sia espressa magnificamente nella tua professione. Inoltre credo che tu ti possa essere identificata molto con il tuo lavoro, sia per la tua Luna, sia perchè Marte brilla in prima casa.

Il fatto che Marte sia in aspetto di quadratura con Sole e Urano in Leone mi spiega il tuo fastidio "acquariano" per chi non coglie al volo ciò che proponi, ma mi fa anche pensare che tu possa prenderla un po' troppo sul personale, a volte, perchè il Leone tende a considerare ogni "no" o "forse" un reato di lesa maestà! ;)

Sole e Urano nella casa degli eccessi (5^) in quadratura con un Marte Toro, mi parla anche di "ritmi sfasati": i tuoi progetti sono rapidi e al limite dell'impossibilità, imprese eccezionali, che però devono servirsi di un Marte Toro, lento, metodico, che va in tilt solo quando è messo sotto pressione da ritmi accelerati. Il problema è che una parte di te spinge per la rapidità, mentre il tuo Marte è un ottimo maratoneta!

Il sestile con Venere, nonostante alcune cose che hai scritto sulla crisi di mezza età degli uomini ;) mi farebbe pensare che tu non vedi il maschile e il femminile in conflitto; poi un sestile prima/quarta non è frequente ... non so come leggerlo ... ma direi che la tua propensione ad affermarti sia stata ben accetta in famiglia, mentre potrebbe averti creato conflitti nella coppia (quadratura a Nettuno in settima).

In ogni caso, con un Marte così importante, in prima casa, avrei escluso abbstanza le esplosioni di rabbia, perchè ha molti canali per esprimersi. L'unica tensione che avrei considerato (dopo lo sfasamento di ritmi della quinta) sarebbe stata quella con Nettuno (che potrebbe essere accentuato dal trigono con la Luna) ... non so ... ti vedrei esplodere di fronte a qualcuno che attua comportamenti "nettuniani": che crea caos, sussurra e borbotta tra di sè qualcosa senza dirti direttamente ciò che pensa, sfugge, evita i confronti, etc...

Sono curiosa di avere un tuo riscontro!

A presto.
Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Deva
inserito mercoledì 13 giugno 2012
Carissima, purtroppo il fatto che la natura qui sia spettacolare in questa stagione, riesce a ripagarmi solo in parte, perchè sono troppo preoccupata per faccende materiali (so che è brutto dirlo, ma è così).
Però in alcuni istanti di serenità mi sono accorta che infondo, quello che mi manca per essere felice è solo un lavoro, un reddito personale ... perchè se mi guardo intorno, nonostante la fatica, ho davvero TUTTO: una bella famiglia, una casa che potrebbe diventare meravigliosa (investendo un po'), vicini gentili e non invadenti, cane, gatti, orto, forse un po' troppo vento, ma ... vabbhè! ;)

Le tue considerazioni sulla 12^ sono lo specchio di ciò che anch'io provo.
E voglio aggiungere una cosa.

Quando "si va in dodicesima" (coerentemente con i suoi significati) è come entrare nell'ultima fase della gravidanza: inizi un percorso di trasformazione dopo il quale non potrai più essere la stessa persona, ti isoli, hai poche energie da spendere in altre faccende, hai bisogno di calma, di ritirarti nel tuo mondo, non riesci più a tenere i ritmi precedenti, devi per forza "mollare le redini" e adattarti alla lentezza, al fatto che non riesci più a fare le stesse cose di prima.
Tutto ciò, senza sapere cosa ne sarà di te e del tuo "bambino", senza capire davvero che vita ti si aprirà davanti fra poco (o tanto).

Il tempo scorre lento, sembra che non passi mai, che non arrivi mai il momento del "parto". Ma prima che arrivi ... il tuo travaglio, lungo o breve, te lo devi gestire e spesso è davvero "al limite", ma poi...!!!!!
Poi vedi la tua creatura ... immaginata e inimmaginabile prima e dimentichi tutto.

Mi piace vederla così. Mi dà forza e mi chiarisce che non è tutta sofferenza. E ciò che non vedo, non è necessario che lo veda ora, tanto la situazione (il "bambino") probabilmente si sta sviluppando proprio come dovrebbe.

Non è possibile controllare e determinare la crescita di un figlio in gravidanza, puoi solo cercare di rispettare il nuovo stato delle cose ... rassegnandoti o, se sei saggio, godendoti questa pausa.
Forse sarebbe possibile vivere così i transiti in 12^ ... anche se magari la gravidanza è a rischio e il parto si concluderà con un cesareo d'urgenza!

Un abbraccio grande!
Stefania

P.S. non so bene cosa ho imparato dai miei disturbi fisici ... forse che le esplosioni di rabbia fanno male anche a me e non solo a chi mi vive accanto ... purtroppo credo che non sia sufficiente la VOLONTÁ di seguire il mio progetto Cancro, per seguirlo davvero.
Il problema è che non mi piace molto essere un Cancro... mi piacerebbe avere un'energia più di fuoco... devo ancora dare un valore positivo al mio segno solare di cui non approvo la tendenza a non prendersi responsabilità e l'incapacità di dire dei bei "no!" chiaramente e senza rimorsi.

Plutone dal Capricorno mi fa sentire così: cerca di distruggere il Cancro, forse per farmi capire che invece anche il mio segno ha delle grandi potenzialità e una forza pari a quella del Capricorno...
... sensazioni...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 13 giugno 2012
Aggiungo una cosa Stefano:
Ti interesserà sicuramente l'articolo e profonda analisi di Lidia:
" Quando il futuro diventa incerto"


A questo proposito volevo dirti, in merito all'argomento, che trattavamo, forse quelle tendenze in aumento non vanno lette tra 12a e 9a in realtà, ma sull'asse 2a 8a della carta nazionale che, essendo impegnato dal transito Plutoniano in capricorno 2a, si oppone virtualmente al governatore Luna del Cancro in 8a dove c'è anche la emotiva venere.
Anche in considerazione che sono episodi evidenziatisi di recente con dolorose motivazioni di dissesti economici che coinvolgono molto di più che il denaro stesso e che stanno proprio in analogia con quell'asse.
Sono dunque più da riferirsi al potente 'transito' su un punto di opposizione ultrasensibile che non agli aspetti radix di base probabilmente.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 13 giugno 2012
X Stefano:

Volevo aggiungere che presa a se, l'analisi che tu hai fatto è interessante, che ci possa essere un coinvolgimento forte di Plutone negli atti suicidari in genere è possibile, in quanto pare esserci una componente 'fortemente vendicativa' secondo le letture psicologiche più recenti.
Si è sempre creduto che il suicidio fosse un atto di disperazione, mentre invece ho letto e sentito detto da un noto psichiatra che il suicidio è spesso un atto di accusa e vendetta 'contro' qualcuno.
Ti dirò poi che mi ha interessata la questione perchè potrebbe indicare eventi anche di 'riflesso' nei quadri dei soggetti singoli.
Mia sorella ha una luna ariete 12a e plutone in transito in capricorno 9a ed era stata molto scossa tempo fà dal venire a sapere del suicidio per impiccagione di un vicino di via, una persona che lei non conosceva personalmente ma che gli era nota e che gli capitava di incontrare uscendo.
Mi chiedevo dunque se nell'ambito dei temi astrali singolari le componenti dinamiche in generale Luna Plutone potessero essere da considerare come un aspetto che, con altre componenti indicatorie, inclinino ad atti drastici o estremi o che ne portino le valenze negli eventi di vita anche senza azione diretta.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 12 giugno 2012
X Stefano:

Si, capisco, ma quì non stavi parlando di un singolo soggetto, ma di una carta nazionale che riguarda milioni di persone, dunque in caso, avrebbe dovuto evidenziare questa tendenza suicidaria che interpreti, in maniera diciamo 'statisticamente' anomala un pò da sempre, tecnicamente se ti basi sull'aspetto radix.
Per attenerci ad una interpretazione astrologica, allontanandoci dalle opinioni sul momento, cercavo di capire se non c'era un condizionamento 'del dopo evidenza' nella tua interpretazione.
Cioè a dire, avresti fatto questa stessa analisi, anche molto prima di venire a conoscenza degli episodi a cui hai fatto riferimento???

Vedi, ho l'impressione che un pò per tutti noi a 'cose fatte' il rintracciare tante cose in una carta astrale sia molto più semplice che non 'prevedere prima al buio completo'.
Ad esempio, sappiamo che la carta rappresenta gli astri di 'nascita', quella Luna riportata all'anno 46 cosa ti suggerirebbe invece di altro per esempio.
O anche, cosa potrebbe indicarti per un poi non ancora vissuto???

Era solo un voler confrontarsi su un approfondimento ecco......

se non ti dispiace eh....:)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Stefano Baldazzi
inserito martedì 12 giugno 2012
Ciao Alix,
Personalmente una Luna in Scorpione in 12 la intendo come una emotività estremizzata nel bene e nel male e tendente in negativo alla vendetta o allla autodistruzione, con Plutone quadrato si rafforza la tendenza autodistruttiva visto che Plutone simboleggia in positivo creatività e pertanto in negativo distruttivita', poi la 9 può essere intesa come la casa degli estremismi ideologici e religiosi, non estranei alle tendenze al suicidio .
Questo e' il mio punto di vista che mi fa piacere essere arricchito dalla tua competenza astrologica.
A presto.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 12 giugno 2012
X Stefano:

Domanda di carattere prettamente astrologico:

Perchè unisci le tendenze suicidarie al quadrato Luna Plutone 9a 12a ?
Ricordo che Morpurgo individuava le possibili tendenze suicidarie in particolare nell'esistenza di rapporti dinamici radix o di transito Urano Mercurio, ok per il coinvolgimento di 12a e possibilmente anche della Luna.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 12 giugno 2012
X Ste:

Grazie, mi interesserebbero le tue deduzioni sul mio Marte.


A proposito di quel che dici, penso che il 'progetto' di base di ognuno sia vivere come ci potrebbe fare stare meglio secondo nostre preferenze e inclinazioni individuali, cosa che spesso si va a scontrare con l'ambiente che troviamo e i personali 'progetti' altrui o con tante 'impossibilità' di realizzazione.
Spero che poi, dopotutto, tu ti sia riuscita a trovare bene ed essere stata contenta della scelta o è chiaro che si potranno presentare altri piccoli o grandi problemi stavolta di 'ambientazione'.
Certo che hai affrontato una superiperfaticata a traslocare con una gravidanza in corso, può essere che quella identificazione con le definizioni cancerine ti ha fatto anche 'forzare' oltre, molto di più, nell'intento di dimostrare qualcosa a te stessa o al tuo compagno.
Comunque ce l'hai fatta no, anche se il prezzo è stato alto, ora che tutto è risolto puoi andare anche fiera, stando solo più attenta in futuro a 'sentire' di più i tuoi personali limiti di resistenza 'cancerina' che ha bisogno di ampie parti di giusto riposo.
Personalmente ho una Venere Cancro che si fà sentire parecchio, il più dei giorni sono iperattiva ma poi ho dei 'crolli' improvvisi, giornate in cui mi sento stanchissima, che sento proprio un gran bisogno di riposarmi, di staccare da tutto, di dormire o stare in completo relax.
Se forzo, e accade che si debba fare, divento nervosissima e quindi aggressiva.

alla prossima




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 11 giugno 2012
ciao Ste

Caspita, Ste, ti sei ritrovata in una situzione che avrebbe mandato in tilt chiunque...credimi. Poi tu da cancro, probabilmente, ti sei "sobbarcata" tutta una serie di pesi emotivi che evidentemente ti hanno schiacciato ben, bene.

Ma a parte tutte queste difficoltà adesso che è passato un pò di tempo ritieni che questa nuova vita abbia i suoi vantaggi ?? vivere in mezzo alla natura in questo perido di boccioli in fiore ti sta un pò ripagando ??

Non ho ben capito quali insegnamenti hai tratto dai tuoi disturbi fisici. Intendevi dire che hai deciso di smettere di forzare (e snaturare) la tua natura di cancro ??

Io ti posso dire, in base alla mia attuale esperienza, che i transiti in XII casa hanno una valenza "doppia"...sia per la natura del pianeta in transito sia perchè la XII casa è una casa "difficile".

E' l' archetipo della "fine" di un ciclo e deve essere vissuto in tutta la sua valenza e più si cerca di trovare delle soluzioni "fuori" più sembra di scivolare sempre un po' più giù, sembra di stare nelle sabbie mobili e non trovare nessun appiglio. Ma è così...in XII appigli non ce ne sono. E' il momento di volgere lo sguardo all'interno, lasciando andare la mente (che "mente", hai ragione !!)

E' necessario accettare l'inevitabile solitudine(indipendentemente da chi ci sta intorno) che questo transito porta con sè e porsi in ascolto, affidandoci all'intangibile che ci abita e che ci sostiene, comunque.

Queste sono considerazioni che faccio prima di tutto a me con il transito di saturno in XII, tra l'altro molto meno pesante del tuo "sulla carta", ma che sto vivendo con non poche difficoltà psicologiche/emotive/fisiche.

Ma tant'è...ricordiamoci che adesso, stiamo gettando i semini del futuro, quindi cerchiamo, per quel che ci è possibile, di vivere con consapevolezza questo momento.

Ciao cara, un abbraccio

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Alix e Deva
inserito lunedì 11 giugno 2012
Scusate: fine settimana stressante!
Non ho trovato il tempo per rispondere, ma posso confermare assolutamente sia l'analisi di Lara (Plutone mi ha sollecitata a "tirare fuori le palle" ... ma il Cancro non è munito di quel genere di attributi!) sia i riferimenti psicosomatici di cui parlava Alix.

Tanto per la cronaca: ho iniziato ad avere le coliche (senza saperlo perchè il medico le aveva liquidate come sintomi di ernia iatale) molti anni fa.
Ciò che non ero riuscita ad accettare era, probabilmente, la mia prima relazione che mi aveva lasciata a pezzi dal punto di vista dell'autostima.
Le coliche negli anni successivi, sono apparse nei momenti di maggiore stress, quando cercavo di trattenere la rabbia causata da questioni su cui non avevo controllo, sia di lavoro che di vita privata.

Per anni sono state sopportabili.

Dopo il trasferimento (nel giugno 2010 ho lasciato lavoro,casa,famiglia per seguire il mio compagno in una cascina a fare vita agreste,con un bimbo di 6 anni e una bimba nel pancione ... senza che questo fosse il mio personale progetto) mi sono trovata in una situazione molto difficile.

Totalmente isolata, con tutta la mia vita racchiusa in cartoni, una neonata da accudire, una casa da mettere in piedi, un lavoro da ricostruire, un marito "creativo" che incarna il caos e che lo riflette in ogni piccolo gesto o spazio (un Sagittario che occupa tutti gli spazi disponibili in casa e fuori!)

Come vedi Alix, la forzatura è stata eccessiva per un Cancro/Capricorno/Vergine ... così a dicembre 2010 ho avuto un paio di coliche mostruose, finalmente diagnosticate come tali, che hanno evidenziato calcoli alla cistifellea e hanno portato all'intervento a fine 2011.

Tutto il periodo post trasferimento è stato costellato da esplosioni di rabbia e impotenza che non riuscivo a controllare. Quando ho saputo cosa stava accadendo al mio corpo, ho capito che la rabbia mi stava divorando e che facevo male solo a me stessa, così ho cercato di lavorare su di me per trovare modalità nuove di espressione della frustrazione.

In conclusione ora rifletto sul fatto che la buona volontà di migliorare se stessi, a volte porta a risultati opposti rispetto a quelli che si dovrebbero raggiungere.
Questo accade perchè è difficile vedere chiaramente la nostra strada, identificare davvero, nei dettagli concreti, il nostro personale progetto.

Quando credevo di dover imparare a "lasciar andare" ho forzato me stessa a farlo, ripetendomi che il Cancro è pigro e privo di iniziativa, e che solo per quello sentivo il mio stomaco contrarsi rispetto ai nuovi progetti.
Sbagliavo.

Pensavo di dover ascoltare le "sollecitazioni" di Plutone ... e quelle di Urano e di Nettuno...

Ora credo che il mio stomaco sia più in gamba del mio cervello, quindi cerco di ascoltare lui, prima di usare la mente razionale, perchè la mente ... "mente"!

Un abbraccio
Stefania

P.S. appena ho un attimo libero riprenderò il discorso sul Marte di Alix... mi interessa molto!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Stefano Baldazzi
inserito domenica 10 giugno 2012
Cara Alix,
Io credo che ogni italiano ha dentro di se' la tendenza a pensare prima al proprio interesse che a quello generale, siamo incapaci di pensare al futuro presi come siamo del desiderio di divertirci e di scacciare pensieri oscuri.
Siamo il paese di Pulcinella e cioe' di una maschera che nasconde la tristezza dietro un sorriso apparente.
Siamo un Asc. Scorpione che non si fida ne' di se' ne' degli altri, abbiamo creatività , inventiva , genio, senso di solidarietà ma manchiamo di capacita' organizzativa e di rispetto delle regole.
Siamo troppo aria e acqua cioè ideali e sentimenti ma manchiamo di concretizzare e di programmare, le tendenze suicidarie sempre piu diffuse fanno di nuovo riferimento a Luna in Scorpione in 12 quadrata a Plutone in 9, i tanti morti sul lavoro si rilevano da una 6 casa molto debole opposta alla Luna in 12 e quadrata a Plutone in 9, incidenti mortali appunto...
Antidoto a tutto ciò cercare ciò che unisce rispetto a ciò che divide e pensare al futuro invece che al passato, altrimenti torneremo a essere un popolo incapace di gestire la libertà e quindi sempre a rischio di tirannide.
Un abbraccio a presto.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 10 giugno 2012
Ciao Stefano,

penso che per quello che rappresenta ogni genere di cosa 'nascosta' sia più rilevante quella casa 8a in cancro con ben 3 pianeti più il Vertex.
Ho anche idea che il transito Plutoniano in opposizione in Capricorno (per ora che sarà finito) farà 'emergere' come in uno scavo archeologico, molto di tutto quello che in tanti e tanti decenni prima era riuscito a rimanere più o meno ben 'occultato' nei più vari settori.
Mentre la Luna in 12a ( che in astrologia x nazioni rappresenta proprio il popolo, le masse,il senso di comunità) indichi di più la tendenza a non riuscire ad avere una visione chiara e realistica e non 'confusa' non 'inquinata' non 'oscura' di tutte le questioni che lo riguarderebbero.
Come in una sorta di percezione 'alterata', forse anche perchè all'impegno si preferiva il tranquillo 'bel vivere' di quella contrastante e rassicurante 6a Toro.
Indubbiamente ci sono tanti astri che potrebbero annunciare anche notevoli cambiamenti e il Nettuno in transito Pesci conferma una Grande Onda in 'movimento' nella carta astrale in casa 4a( che ho letto rappresenti fra le altre cose proprio l'opposizione), ma potrebbe avere ragione Lidia quando dice che il 'cambiamento uraniano proiettato nel futuro' che i più attenti avvertono sempre troppo in anticipo, ha spesso poi bisogno nel 'concreto' e nei fatti dei suoi tempi per raggiungere tutti, e mettersi in moto come 'reale' sensazione che le cose possano essere davvero mutate 'dalle radici' e dunque ricreate su altre basi.
Chissà.....
A volte ho una brutta sensazione, data dalle tendenze catastrofiste del mio as. Pesci, che mi fà pensare che, per come si è messi, finirà che il territorio si troverà a dover attraversare, per qualche drammatico evento geofisico, il suo 'momento peggiore' proprio nelle 'condizioni peggiori' prima che possa essere totalmente compresa l'importanza e la non improrogabilità di avviare trasformazioni radicali opportune.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Stefano Baldazzi
inserito sabato 9 giugno 2012
Ciao Alix,

Nettuno in X mi fa pensare alla fuga dalla realtà di tanti italiani che si rifugiano nel privato familiare invece di occuparsi della cosa pubblica. Posizione do Nettuno infelice.
Mentre la Luna in 12 in Scorpione quadrata a Plutone e' l'espressione di mafie , P2, Gladio, terrorismo, Ustica e via dicendo.
Sole congiunto a Urano in positivo concordo con te fa pensare che vi sarà un cambiamento drastico della leadership,vedi Parma conquistata da Grillo, in negativo e' l'espressione dell'individualismo italico, di un concetto di libertà svincolato dalla responsabilità ( Saturno in esilio in Cancro ).
Adesso siamo governati da un Pesci e abbiamo un Capo dello Stato Cancro, mi sembra vi sia troppa acqua mentre servirebbe più terra e anche aria , cioè realismo ma anche concretizzazione di ideali di giustizia sociale.
Un caro saluto, buona domenica.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 8 giugno 2012
X Stefano:

Volevo aggiungerti che a me quella Luna in scorpione 12a suggerisce tanto l'idea di un popolo in 'coma profondo' indotto, che non tendeva ad avere la percezione di ciò che gli è accaduto e che gli accade da più di mezzo secolo, il trigono con mercurio cancro fà pensare ad un addormentamento derivante dal rapporto 'troppo stretto' con il più comune e diffuso, 'casalingo' e familiare, dei mezzi mass mediatici, lo schermo TV.
Ho tanto l'idea che il transito Uraniano che passerà in opposizione a questa Luna nei primi tempi del suo passaggio in Toro nel 2018 circa, sarà percepito come un forte trillo di 'sveglia' più generale e diffuso che farà comprendere molto più 'chiaramente' tante dinamiche che prima risultavano come oscure ,incomprensibili e troppo complesse alla maggioranza dei singoli soggetti.
Anche perchè, tutto sommato, in realtà, e vista dalla parte in positivo, quel Sole congiunto a Urano fà sembrare persino strano che questo non possa essere o diventare un luogo con leaders ed idee veramente innovative, 'giovani' e all'avanguardia, proiettato in futuro illuminato.
Non ti sembra???
E' come se l'anima gemellare fosse stata sempre espressa nei suoi significati meno attraenti.


ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 8 giugno 2012
X Ste e Deva:

Ho riletto per sicurezza, ma velocemente i post.
Ho visto nominati sia 'calcoli' che 'coliche', quindi non mi ero sbagliata......

Ma .....hai o hai avuto entrambi le problematiche Ste?
Non stavo troppo dietro allo scambio, quindi forse mi è sfuggito qualcosetta.


Comunque x i 'calcoli' avrei ritrovato che significano:
Un accumulo di 'paure' e pensieri 'duri e rigidi' giudicanti e critici nei confronti di se stessi e/o di altri.
Ci sarebbe una difficoltà netta a sganciarsi da pensieri 'amari' e lasciarsi definitivamente alle spalle un'esperienza negativa imparando così la lezione impartita dalla vita.
Corrisponderebbe ad una 'pietrificazione' di una problematica di natura psichica che si è inchiodata lì e che non si riesce ne ad 'accettare' ne a 'risolvere' ne a 'comprendere' pienamente.
Qualcosa di 'inaccettato' o 'inaccettabile' per il soggetto.
Un qualcosa rimasto indigerito e indigesto che come un 'blocco pesante' non si riesce a mandare giù, qualcosa che ha fortemente colpito il senso di 'identità' facendo sentire delle nullità.

spero sia di interesse per completare e allargare le vostre analisi astrali
ciao



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 8 giugno 2012
Si, Stefano, ho visto,
effettivamente la 'carta astrale' calza a pennello per tantissime diagnosi applicabili ai trend italici e non solo per il Sole Gemelli ( in cui ci vedo tanto anche la definizione ironica di 'paesi dei campanelli' che usano in tanti) e l'ascendente Scorpione.
Mi sfugge un tantino quel Mediocielo in Vergine con il Nettuno Bilancia in 10a , potrebbe essere la 'facciata bigotta' quella tendenza alla spiritualità spicciola più 'formalista' che di pratica e interpretazione 'effettiva' e 'coerente' dei dettami religiosi???
Di diagnosi potrebbero essercene molte altre.....
Che interpretazioni daresti tu a quella posizione?
Mancanza di 'alti ideali' visione 'piccola e limitata' o 'frammentata' come lo sminuzzamento virgineo vuole delle cose, senza che esista una 'idea'del progetto finale che si vorrebbe ottenere?
Mancanza di una visione globale nella sua interezza più nobile ed elevata?

a dopo





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 8 giugno 2012
X Ste:

Scusa Ste, credo di aver fatto un errore, ricordavo 'coliche' invece di 'calcoli' accidenti!


Mi ricordavo di aver letto delle cose in merito a coliche perchè ne aveva sofferto un paio di volte una mia amica che lavorava in campo moda durante le più note manifestazioni ( infatti era sempre stressatissima in quelle settimane per dover correre da una sfilata all'altra con tempi strettissimi e orari protratti al limite della sua resistenza fisica)di solito sosteneva bene l'impegno ma si vede che quelle volte non era in perfetta forma ed è crollata evidenziando in quel modo, stroncata tanto da doversi giocoforza fermare.

Ora vedrò se ti trovo anche qualche spiegazione per i 'calcoli'.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Stefano Baldazzi
inserito giovedì 7 giugno 2012
Ciao Alix,
L'Italia dovrebbe equilibrare la sua passione per il piacere con quella per lo studio e allora non sarebbe piu' manipolabile dai populisti che hanno governato a lungo nel nostro paese.
A cominciare dai giovani che sono cellularidipendenti e che vedono lo studio come un fastidio o un obbligo.
Stupisce che un paese così cattolico sia allo stesso tempo superficiale ed edonista e brilli per il primato mondiale di telefonini e lotterie.
Come vedi i Gemelli ben si adattano al tema natale del nostro paese e anche l'ascendente Scorpione visti gli intrighi, le logge segrete, le stragi senza colpevoli che hanno infestato la storia dell'Italia repubblicana.
Due segni con Plutone e Mercurio in comune e non e' un caso se uno spregiudicato imprenditore abbia detenuto il potere così a lungo.
Ora mi auguro che dal basso l'indignazione della gente comune si concretizzi in un cambiamento della classe dirigente che deve essere rinnovata sia come genere che come generazione e non godere più degli enormi privilegi economici che le ha fatto giustamente guadagnare l'epiteto di casta.
Un caro saluto, a presto.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 7 giugno 2012
Un'aggiuntina x Stefano Baldazzi:

Ti dò due dritte anche io che potrebbero servire alla tua ricerca storica se già non li conosci.
Sono testi di Pasolini, autore all'epoca ( anni 60) ritenuto estremamente 'scandaloso' provocatorio e quindi molto 'avversato' e discusso ma evidentemente piuttosto lungimirante nell'intuizione visto che già allora 'metteva in guardia' contro i pericoli del 'consumismo'.
Avesse visto che è successo dopo negli anni 80/90.....figurati!!!
Certo ormai 'datati' x noi i testi ma forse ancora interessanti per il tuo excursus.
Non sono testi che ho letto ma li ho trovati indicati perchè l'autore parlò già in quegli anni di 'mutazione antropologica' degli italiani in un testo chiamato: Cosa è successo agli italiani.

Pare inoltre che sua fosse la frase:

Gli Uomini sono TUTTI uguali
......secondo 'CLASSI' sociali.

Acuta definizione!

ciao alla prossima
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 7 giugno 2012
Volevo aggiungere al mio 'utopico'precedente elenco:
Università e campus universitari prestigiosi nel mondo che avrebbero attratto studenti stranieri, di tutte le possibili materie......anche di Astrologia Umanistica perchè no???
Accademie musicali, teatri all'aperto e luoghi per concerti piccoli e grandi dappertutto......



X Ste e la discussione in corso circa 'coliche':

Non sò sai se hanno a che fare con i moti di 'rabbia'.
La rabbia provoca diffusamente 'reflusso esofageo' e parecchi disturbi connessi.
Le coliche in psicosomatica sono associate ad un difetto maturativo legato alle primissime esperienze sensoriali emotive che hanno incontrato 'carenza' di contenimento.
Per cui gli ingredienti psicofisici delle esperienze non riescono ad essere metabolizzate in prodotti psichici utili al soggetto.
Pare ci sia una iperincidenza dei fattori 'stressanti e ansiogeni', l'avvertire un 'clima' insicuro o destabilizzante che non ha punti di riferimento certi e affidabili.
In aggiunta ci possono essere aggravanti legate al non rispetto proprio o da parte di altri dei personali 'ritmi', come se la persona fosse stata costretta a forzare in stato debilitato.

ciao ancora
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 7 giugno 2012
X Stefano:

Grazie x le indicazioni librarie.

Dato che hai sollevato questo impegnativo argomento, ho fatto ancora qualche ricerchina, perchè sono sempre interessata ad approfondire minimamente anche ciò che non stà nell'immediata area dei miei interessi più consueti.

Ho trovato 'confermata' da fonti più autorevoli la mia ipotesi etnica, in quanto il 'popolo italiano' non è associabile ad un'unica stirpe originaria.

Ti dirò che leggo a volte libri di giornalismo d'inchiesta, dato che il transito Plutoniano nella mia 10a capricorno ha sollecitato interessi verso le dinamiche economico/finanziarie nonchè socio/politiche.

Spesso li devo interrompere e riprendere 'rateizzati' in piccolissime dosi, perchè mi creano un certo voltastomaco e cattivo umore.

Tantopiù che sono da sempre convinta che un 'istmo' di terra così minuscolo non dovrebbe essere così 'ingestibile' rispetto ad altre aree territoriali del mondo e dunque avrebbe dovuto 'funzionare' come un 'piccolo paradiso' in terra, come un gioiello incastonato nel mondo.

Un luogo che avrebbe potuto vivere solo di turismo, gastronomia, artigianato, arte e cultura, ricerca, perfezione, tutto ad altissimi livelli ed essere quindi anche e di conseguenza in 'prima fila' nel globo per la tutela del patrimonio ed ecologica.

Con un'occhio di riguardo particolare e attentissimo dunque anche alla 'manutenzione' e alla 'prevenzione' di tutta questa 'ricchezza'.

lasciamo perdere và........
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 7 giugno 2012
ciao Ste

dunque, si nel tuo caso immagino che ci sia una problematica con la rabbia, perchè un sole cancro cong.a marte cancro sestile alla luna per certi versi "si nutre" di rabbia...cioè invece di incanalarla fuori, rischia di incamerarla all'interno soprattutto in un momento di grande tensione e difficoltà.

L'opposizione di plutone in transito precisa a marte in aspetto a luna giove, lo scorso anno è sfociata nelle coliche che hanno portato, alla fine, all'operazione.

E' come se plutone, con le vicende e le difficoltà che ti sei trovata ad affrontare, ti sfidasse e ti dicesse..."dai, su fammi vedere chi sei...dai, tira fuori le palle " (si può dire..??!! :) )

Ma evidentemente la sfida è stata troppo pesante ed è passata ad un livello fisico e non più solo psicologico.

Di fatto le "palle"(= calcoli)...sono uscite....ma dalla parte sbagliata...eh..eh..

Che dici dell'analogia (spero che sia chiara)...può avere un senso...??

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 7 giugno 2012
X Ste:

Il mio Marte fà un sacco di aspetti:

E' nell'ampia 1a che include il Marte Toro.
Quadra Sole e Urano in 5a.
Fà sestile a Venere in 4a.
Trigona Luna in 10a e Mercurio e Plutone in 6a.
Fà oppozione con Nettuno 7a.
Quintile con Kirone e trigono al Medio Cielo in Sagittario.
Per essere debole è parecchio impegnato su più fronti.
La mia 11a in effetti è in Capricorno/Acquario ( nel radix vuota)
Se hai commenti sono sempre di interesse.

Ciao cara, grazie
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Deva
inserito giovedì 7 giugno 2012
Confermo ora di nascita 21.50.

(Accidenti alla cistifellea!!!)

Un abbraccio!
Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Alix
inserito giovedì 7 giugno 2012
Bella la descrizione del tuo Marte/Toro.
Hai voglia di dirmi anche in che casa cade e che aspetti fa?
Quando accenni all'inutile perdita di tempo nello spiegare a chi non vuol capire mi balenano nella mente l'Acquario/11^/Urano con la loro necessità di riparmiare le energie (che il Toro ha invece in abbondanza) e con la tensione a finalizzare l'azione ad uno scopo concreto.

Ciao!
Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito giovedì 7 giugno 2012
Grazie Alix per la tua risposta: hai colto esattamente nel segno, perché al momento non posso consentirmi di lasciare un lavoro che se pure del tutto insoddisfacente e fortemente stressante, almeno mi consente di coltivare nel tempo libero i miei reali interessi. Ormai non perdo più tempo ed energie in inutili litigi lavorativi. Mi limito ad osservare e a stare a distanza, intervengo solo quando "si passa la misura" cioè quando i "capi" insultano le persone e pretendono cose illegali. In tali casi reagire è obbligatorio, e io divento un mastino feroce.
Vivo il presente godendo del poco che ho, coltivando le mie passioni e tentando di costruire il mio futuro passo per passo, puntando sulla mia formazione continua, sullo studio e sulla pratica delle discipline che amo e che ho scelto come mia professione del domani. Per il resto, non posso che aspettare tempi migliori: aspetto il mio momento.
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Stefano Baldazzi
inserito mercoledì 6 giugno 2012
Ciao Alix,
Non preoccuparti il senso era chiaro, io credo che l'Italia sia malata da tempo di un eccesso di individualismo che non può che creare seri problemi alla società.
Quando prevale l'interesse personale o professionale su quello generale , si creano gravi fratture che minano la coesione sociale con grave danno per i più deboli.
Si e' creata una voragine tra i ricchi e i poveri che non depone certo a favore delle nostre classi dirigenti .
Mi permetto di consigliarti due libri che sono stati per me fonte di ispirazione sul tema : il primo e' stato scritto nel 1986 dal grande antropologo Carlo Tullio Altan il padre del famoso fumettista , si chiama La nostra Italia edito da Feltrinelli, appare profetico rispetto alla realtà attuale e analizza la storia d'Italia mirando a comprendere i costumi e i modi di pensare che si sono tramandati nel tempo.
Il secondo si chiama Il paese del pressapoco l'autore e' Raffaele Simone editore Garzanti e tratteggia anche con ironia le tragicomiche esperienze che ognuno di noi fa vivendo in Italia . Giacomo Leopardi nel 1824 quasi due secoli fa amaramente osserva la superficialità e l'ignoranza del popolo italiana che indulgeva troppo in piaceri e troppo poco in studi ... Una realtà che
Ern
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 6 giugno 2012
X Stefano:

scrivere in fretta ,senza rileggere attentamente, fà lasciare spesso nella battitura una manciata di errori......quando ci sono, spero che si intuiscano lo stesso i significati nel contesto della frase..... ho scritto 'danno' invece di 'dato'.

ciao


A proposito sempre di Marte deboli, credo anche si possa aggiungere che forse hanno la tendenza a non 'intraprendere' le cose a non 'battersi' per portarle a compimento, perchè hanno la sensazione che l'impeto del momento non abbia in seguito riserve di energie sufficienti ad arrivare poi fino alla fine, sostenendo l'eventualità di 'carichi e di prove' impegnative sul lungo termine.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 6 giugno 2012
ciao Ste

sai che dalle analisi di questo periodo ho scoperto anche io di avere i calcoli alla cistifellea, ma per ora sono...silenti...sssshhhhh, non disturbiamoli...eh..eh..

Comunque...la cistifellea è sempre collegata simbolicamente al fegato e quindi a giove...

Prima di fare delle considerazioni, però, confermami la tua ora di nascita...21,50 ??

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Deva
inserito mercoledì 6 giugno 2012
L'immagine di Saturno che scopre Giove e Marte a "gozzovigliare" è impagabile!!!

Mi convinci senz'altro Lara. Ipotizzavo giusto per capire, perchè in effetti un Marte in Acquario non riuscivo molto a focalizzarlo nelle sue manifestazioni pratiche.

Sono un po' arrugginita e il tuo racconto mi ha stimolata a riprendere in mano gli strumenti astrologici in maniera un po' "chirurgica", ma non sono in forma... ;)
Devo riprendere gli esercizi mentali!!! hop! hop!

Molto illuminante la definizione di Marte come "volontà poco focalizzata". Perfetta per definire il suo rapporto con Nettuno e anche il contesto del tuo essere Sagittario con Giove in 12^, che non soffre di questo.


A proposito di salute, io lo scorso ottobre (dopo mesi di coliche) ho dovuto togliere la cistifellea, che pare associata spesso al Cancro e in particolare a rapporti Giove-Luna!!!
Nel mio caso a scoperchiare la pentola è stato Plutone in trigono alla mia congiunzione radicale Luna-Giove.
Ma Saturno ha avuto anch'esso la sua parte ... probabilmente con il passaggio in Vergine ha aggravato la sitazione della cistifellea aumentando o smuovendo i calcoli...

Non oso pensare a cosa può accadere ora a quella povera congiunzione, con Nettuno opposto dai Pesci e Giove quadrato dai Gemelli ...


P.S. Scusa se mi sono confusa con i transiti "idraulici": era Plutone, è vero ... se ne parlava a proposito del passaggio sulla tua Luna e, in previsione, sul mio stellium in Cancro.

Ciao!!!
Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 6 giugno 2012
X Stefano:

Per le caratteristiche 'antropologiche' credo che questo paese soffra di mancanza di un 'unica identità nazionale', credo sia spiccatissimo l'individualismo e penso ve ne sia una ragione.
Non ho mai avuto la passione della storia, o di certi tipi di storie per meglio dire, però da quello che sò la posizione geografica e la presenza di così tanta 'costa' ha fatto si che fosse continuamente meta di 'invasioni' o di 'attraversamenti' che arrivavano e passavano da ogni lato, dal nord, dal sud, da ogni dove nei vari corsi storici.
Il che significa che il 'gruppo etnico' a cui appartiene l'italiano ha 'raccolto' il sangue e dunque la 'memoria', il 'sentimento' per così dire di varie e forse troppe diverse culture nel corso dei secoli.
Da un lato questo ha conferito, credo, proprio quella tipica e incredibile capacità di essere così tanto 'fantasiosi' e 'creativi' dall'altro non ha creato un cuore 'unico' collettivamente.
Perciò le singole parti non hanno mai danno vita ad una condivisa 'anima' nazionale.
E' come se fosse 'spezzettata' in tante piccole diverse parti..... molto variopinte aggiungerei!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 5 giugno 2012
Ste


volevo dire..."sia giove che MARTE sono lesi"

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 5 giugno 2012
X Stefano:

Si, l'ho già trovato, e in effetti fà un'interessante analisi delle virtù e dei vizi insiti in questo luogo geografico, molto corrispondenti alle simbologie astrali della carta di questa signora di 66 anni.
Ho anche trovato affermato e confermato infatti che l'annuncio del 10 dei risultati del referendum, indipendentemente dai moti di protesta, fu presa come una 'proclamazione de facto'.
Perciò è per quello che risulta essere la data 'prescelta' dagli astrologi.
Per fare una ricerca 'antropologica' vedo necessario conoscere approfonditamente la Storia anche antica e precedente sulla quale non tutti sono ferrati, ma si possono però intuire bene le cause 'mediche' se vogliamo chiamarle così di un paese affetto da vari mali cronici e a quanto pare inesterpabili.
Se si permette alle 'metastasi' di proliferare in ogni direzione in un organismo, senza mai intervenire, con cure forti e radicali che avvengano in tempi utili l'organismo deperisce ed è 'inevitabilmente' destinato a morire prima o poi.
Parlando in maniera previsionale si direbbe quasi una nascita avvenuta sotto cattive Stelle.
Ho pensato quindi fosse interessante vedere quali Stelle Fisse fossero implicate.
Sembra esserci una prevalenza di natura marte mercurio.
In congiunzione all'ascendente ho trovato Arcturus
di natura marte giove che indicherebbe una generale fortuna ma non senza 'gravi' momenti di apprensione dovuti sempre a decisioni sbagliate e intempestive, tantopiù che era una stella 'temuta' da chi lavorava la 'Terra' e nota anche come 'stella delle tempeste' che mi sembrano definizioni piuttosto emblematiche e molto significative.
Anche alla luce del tuo commento sulla mancanza di 'valori di terra'.
E poi Bellatrix congiunta a Sole Gemelli natura marte mercurio, pare che la tradizione le affidi un effetto 'improvvisamente distruttivo' legato a eventi devastanti di varia possibile identificazione.
Era una stella legata ,sempre secondo molto antica tradizione, a contese e dispute insanabili, frodi e abusi, tendenza ad arricchirsi rapidamente.
Insomma, a quanto pare..... "niente di NUOVO sotto il sole".
Questa stella è davvero particolare perchè ha anche significati legati ad 'eccelse' capacità artigianali, a un potenziale in fieri di grandi ricchezze e benessere diffusi, ma conferirebbe davvero scarsissima 'lungimiranza' e pericolo di 'cecità' cioè l'incapacità di vedere 'in tempo' quello che non giova sul più lungo percorso.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 5 giugno 2012
Ste,

prima non avevo tempo di approfondire le tue considerazioni da un punto di vista astrologico.

Quindi...il mio marte è sicuramente "debole" come in generale è debole il "maschile"....ma la debolezza di marte, a mio parere, non deve sfociare per forza in rabbia repressa.

Nel mio caso è più che altro una "volontà" poco focalizzata, come ti dicevo in un marte nettuno la difficoltà è focalizzare l'obiettivo perchè non è chiaro e netto, i contorni sono sfumati..confusi.

Ma questo nell'insieme del mio tema, non è mai stato un gran problema, sostenendo, di fatto, le "mete" poco tangibili e concrete di un sole sagittario con giove in XII.

Immagino che con un sole capricorno che ha bisogno di risultati tangibili, ci sarebbero state più frustrazioni, sicuramente.

Poi il trigono di giove è di per se un bell'aspetto...c'è un intima sicurezza nei propri propositi che non ha bisogno di conferme esterne il problema è che si gioca in case d'acqua e quindi inconsce (e poi chiaramente sia giove che saturno sono lesi).

Quindi, visto ciò che è emerso, quel marte giove non li ho saputi vivere in modo più consapevole, non abbastanza da rendere quel saturno meno rigido, rigoroso e rompiballe...affinchè giove e marte fossero meno bisognosi di godersela in modo sfrenato per compensare.

un caro saluto
lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Stefano Baldazzi
inserito martedì 5 giugno 2012
Ciao Alix,
Andando su Internet ho trovato un altro tema natale dell'Italia che fissa la nascita della repubblica per il 18 giugno 1946 alle 18...guarda caso sempre Gemelli Asc.Scorpione con Luna opposta a Plutone ...
E' difficile datare esattamente la nascita dell'Italia io utilizzerei la prima seduta del Parlamento repubblicano pero' sulla data del 10 giugno 1946 alle 18 c'e" su internet un'analisi del tema natale dell'Italia che ben corrisponde alle caratteristiche del nostro paese.
Il mio interesse rispetto al tema nasce dal fatto che una delle mie più forti passioni e' quella per la politica e per la storia del nostro paese.
Sono molto interessato a comprendere le cause dell'attuale situazione sulla base delle nostre caratteristiche antropologiche.
La mia casa X in Bilancia con Sole e Mercurio,Saturno in Aquario,Marte in Scorpione e una forte 11 casa penso depongano a favore di una inclinazione potente alla cosa pubblica, oltre al senso religioso visualizzato da Urano e Plutone in 9 casa, Nettuno in 11 e Luna Marte in 12. Sono un mistico ma anche un idealista che desidera un mondo in pace e senza armi sia nucleari che convenzionali.
Un caro saluto, a presto!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 5 giugno 2012
Ciao Ste:

interessante la tua analisi dei Marte deboli e forti.
Il mio è in Toro quindi esilio, dunque debolissimo e confermo alti e bassi a 'montagne russe' di energia, la tendenza a 'lasciar perdere', anche perchè non mi piace perdere il mio preziosissimo tempo in discussioni ,litigi e sterilissimi battibecchi, dal mio punto di vista del tutto inutili.
Ho il motto che 'non si può cavar sangue dalle rape'.....amen
Credo di essere dotata di estrema 'pazienza' ma effettivamente questo fà accumulare a volte tensioni che spesso non sfociano per la sensazione che finiscano per essere troppo drastiche.
Ho la sensazione che certe persone stiano al mondo con l'unico scopo di rendere la vita più difficile agli altri, dove annovero anche quelli che non capiscono o fanno finta di non capire per non pagare il dazio, come si suol dire.
O quelli che cadono dal pero o fanno finta perennemente di caderci.
Un Marte che di frequente non 'combatte' perchè preferisce alla lotta il riposo del guerriero.

un saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 5 giugno 2012
X Stefano:

Sai Stefano che non sono per niente convinta???

Sono andata su una nota enciclopedia di rete e la data del 10 pare che rendesse noti solo i voti provvisori, non l'esito definitivo a causa dei vari 'ricorsi' che vennero sottoposti, solo il 18 giugno 46 la Cassazione sancì 'inequivocabilmente' a notevole maggioranza la vittoria Repubblicana.
Quindi a mio parere 'quella' è la data esatta, solo che non viene riportata ne l'ora ne il luogo preciso dove questo avvenne.

La data del Regno la escluderei decisamente ( vero, mi ricordavo vagamente di aver letto che la capitale di prima fosse Torino per questo te l'ho chiesto!!!) ma visto che bisogna considerare la 'nascita della repubblica' astrologicamente direi che il Regno è capitolo chiuso, anche se viene omaggiato con festeggiamenti.

Il mondo astrologico condivide e accetta 'globalmente' la data del 10 o ci sono dubbi e perplessità quì e là così come penserei io???

Come mai fai questa ricerca se posso???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 5 giugno 2012
Ciao Ste

Guarda, ti dico la verità mi sento abbastanza sicura di escludere la rabbia….non perché non mi arrabbio eh…ma perché quando accade la esprimo e finisce lì… non mi è mai successo di trattenerla e di esplodere……e poi tendo anche molto ad elaborare le mie emozioni scrivendo…buttandole fuori in questo modo.

Non sono rancorosa…anche perché sono proiettata in avanti, difficilmente guardo indietro, poi, da sagittario, sono presa più dai “massimi sistemi” e gli screzi quotidiani mi scivolano abbastanza addosso o perlomeno tendo sempre a collocarli in un contesto più ampio, trovano sempre il loro senso nell’ordine delle cose.

Che dici, ti ho convinta…???.eh…eh…

Riguardo al transito di nettuno su marte. E’ un transito lentissimo, Ste, che ho iniziato a sentire già da 4 gradi prima dell’aspetto esatto fino a due gradi dopo poi non lo sentivo più…aveva fatto il suo bel lavoro.

Sai, mi è venuta in mente un immagine legata agli aspetti coinvolti in questa “faccenda”.

Diciamo che saturno rappresenta la parte di me seria, rigorosa, disciplinata, sempre preoccupata di fare la cosa giusta e di non commettere errori, piuttosto rigida e ansiosa (è la parte che vivo "nel mondo"). Adesso succede che “mister saturno” apre una porta da sempre inaccessibile, segreta e chi ti trova ?? Giove e marte a gozzovigliare e a godersela, senza regole, limiti e alcuna disciplina. Beh…non si fa così…!!

n.b. Ti ricordavi del mio transito di plutone su mercurio luna in cui ho vissuto, non un allagamento ma un blocco alle tubature, poi per fortuna risolto senza complicazioni.

Ciao e grazie mille perché mi hai fatto riflettere ulteriormente.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste
inserito martedì 5 giugno 2012
Cara Lara, pensavo a rabbia repressa per questi motivi:

- ho capito nel tempo che un Marte forte (in domicilio, esaltazione e con aspetti "positivi") non accumula rabbia, mentre un Marte "debole" sì e usa le energie proprio in modo "disordinato"; si sta calmi, si hanno alti e bassi di energia, si lascia perdere poi le energie sfociano in esplosioni fuori luogo (parlo di me con un Marte Cancro sestile alla Luna); il tuo Marte, per la posizione in quarta, in Acquario, in aspetto con Nettuno e Luna lo consideravo "debole", cioè non sorretto da energie che ne permettessero l'espressione fisica libera;

- sempre Marte è in aspetto con i due signori del Sagittario, dove hai entrambi i luminari, di conseguenza il tema della "rabbia" è strano che non ci sia (sono ipotesi, eh! Solo teoria!)

- per aver conosciuto molto bene i Sagittari, osservo che riescono a convivere con quantità incredibile di "irrisolti".
Certo non si può dire questo di te, come persona, ma sempre un Sagittario sei e il tuo inconscio è... intelligente quanto te! Senz'altro avrà cercato di "lasciare lì" parecchia roba che era difficile da sbrogliare...

Poi un dubbio sui tempi: quel Nettuno di transito su Marte nel 2009-10 ... è rimasto intorno ai 28 -29 gradi dell'Acquario (quadrato al tuo Nettuno radicale e trigono a Giove) fino a gennaio 2012 cioè ... sei mesi fa.

Senz'altro Saturno su Giove diciamo che "scioglie" l'opposizione di nascita e si sente moltissimo, ma per l'importanza che ha Nettuno nel tuo TN, proverei a capire come ha interagito in questo processo, perchè è stato proprio contemporaneo.

... mi viene in mente quando avevi scritto di un allagamento in casa qualche anno fa, ma non riesco a collocarlo temporalmente, però... dovrebbe coincidere con l'inizio del transito di Nettuno... ricordo che mi avevi fatto ridere molto, interpretando acutamente, come qualcosa che premeva dall'inconscio per emergere... e ti costringeva a tirare su fisicamente i pavimenti di casa! Spero di ricordare bene...

Comunque Lara ... tutta teoria, la mia. Solo tu sai cosa succede alla fine, cosa è già stato risolto e su cosa stai "lavorando" (e per fortuna lo fai sempre)

Un abbraccio grande.
Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Stefano Baldazzi
inserito lunedì 4 giugno 2012
Ciao Alix,

Per quanto riguarda la data del 17 marzo 1861 e' la
Proclamazione del Regno d'Italia con capitale Torino e si e' festeggiato l'anno scorso il 150 anniversario con il 17 marzo festa nazionale.
In merito alla data del 10 giugno , me l'ha fornita Tiziana Ghirardini la responsabile del Centro Astrologico di Bologna che considera come momento fondativo della Repubblica la comunicazione ufficiale dei risultati del referendum del 2 giugno avvenuta a Roma tra le 18 20 e 18 30 del 10 giugno 1946.
Su internet vi sono anche spiegazioni del tema natale dell'Italia basato sulla data predetta del 10 giugno 1946.
Saremmo Gemelli Asc.Scorpione con Luna in Scorpione in 12 casa e nessun pianeta in segni di terra...mi sembra confacente alle nostre caratteristiche...
Buonanotte a presto!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 4 giugno 2012
Rouge, capisco l'esasperazione al limite delle resistenze umane quando non si trovano lavori soddisfacenti e che fanno sentire solo ingabbiati e insofferenti.
Tuttavia se è un lavoro per te abbastanza stabile, certo e per te utile, non ti consiglierei in questo momento di mordere troppo il freno.
Hai Giove favorevole alla tua 6a del lavoro da 2 anni, il prossimo transiterà ancora precisamente 'nella'tua 6a gemelli e ti accompagnerà per altri 2 anni ancora.
Urano anche in ariete in segno di sestile alla tua 6a gemelli farebbero pensare quindi alla 'potenzialità' di opportunità, tuttavia sarebbe meglio andare con assennata cautela, cioè non lasciando un lavoro per avventurarti alla sprovvista se già non sarai sicura di avere un'altro contatto valido.
Giove e Urano il prossimo anno potrebbero 'sostenere' la tua ricerca di altre alternative purchè tu lo voglia fortemente.
Invece di sprecare energie litigando indirizza la tua carica altrove, verso ricerche di altri ruoli, chissà che non ne possa venire del nuovo per te nei prossimi 3 anni.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 4 giugno 2012
Ancora x Stefano:
Ti ho risposto troppo precipitosamente , ho fatto una brevissima indagine, che avrei dovuto fare prima e ho scoperto che la data che hai fornito del 10 tecnicamente non è esatta secondo ciò che ho trovato.
Chi ti ha fornito questi dati???
Perchè se lavoriamo su con date non certe andiamo fuori strada, già vedere gli astri di un'intera nazione è complicato......
Io avrei trovato che avrebbe dovuto essere proclamata per l'esattezza il 18 giugno 1946 ma che fù anticipata di 5 giorni un'elezione a presidente che daterebbe quindi il 13.
Inoltre l'entrata in vigore della 'costituzione' era del 1 gennaio 1948.
Con che metro valutare dunque con più esattezza se dal punto di vista astrologico è più significativa quella o quell'altra o quell'altra ancora data???

Come notizia informazionale: le donne votavano per la 'prima' volta.

Prima di partire per ricerche sul campo dobbiamo avere informazioni inequivocabilmente attendibili.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 4 giugno 2012
Stefano, devo confessare che ricordo poco della storia d'Italia antica, mi diresti su che base era stabilita la data del marzo e che capitale ci fosse allora???

A occhio, secondo ciò che dici, credo sia più valida la proclamazione della Repubblica, come data della 'nascente' Nuova Italia da quel momento.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito lunedì 4 giugno 2012
Per Alix:
inserisco su questo blog una domanda per te altrimenti dall'altro lato esco fuori tema. Mi hai suggerito che un transito di saturno sulla mia venere natale, siccome avverrà in undicesima, potrebbe anche dar luogo al consolidamento di un'amicizia bella e profonda. Siccome adesso saturno è ancora in decima casa, e ha toccato in sequenza il mio sole, poi mercurio, plutone e adesso è sulla mia luna, cosa devo aspettarmi? Consolidare il mio attuale lavoro per me equivale a una condanna all'ergastolo visto che dove sono adesso non ho alcuna possibilità di crescita professionale e non ne sono per nulla contenta (lo tengo solo perché mi consente di sopravvivere in una città difficilissima del sud italia e mi da la possibilità di coltivare i miei interessi principali, che sono la scrittura e la medicina olistica). Purtroppo lavoro in un call center e in quel posto ogni giorno è un massacro, credimi! Sono stressata fin sopra i capelli e da qualche tempo dati i ritmi folli che dobbiamo tenere e i continui e spesso violenti alterchi con i "capi", ho cominciato a soffrire di ansia. Cos'altro potrebbe portarmi questo transito? Sento molto la questione del lavoro.
Grazie mille
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 4 giugno 2012
Mi sono imbattuta casualmente in un'informazione accessoria che forse potrebbe esserti utile per le tue analisi e considerazioni.

In astrologia medica gli angiomi sono considerati 'proliferazione cellulare' e come tali associati al segno del Toro dove stava transitando e ancora per poco transiterà proprio Giove.

In caso ti serva per rielaborare e completare le tue riflessioni.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Stefano Baldazzi
inserito lunedì 4 giugno 2012
Cara Lidia e care compagne di viaggio,
Un mio interesse astrologico sarebbe legato al tema natale dell'Italia che alcuni datano al 17 marzo 1861 ora 0 e molti altri al 10 giugno 1946 alle 18 30 quando venne proclamata la Repubblica in base all'esito del referendum del 2 giugno.
I due temi natali sono in qualche modo collegati vista la IV casa in Pesci dell'Italia repubblicana.
Secondo voi quale e' il tema natale da valutare e poi apriamo una discussione rispetto al carattere italiano che traspare dal tema prescelto?
Grazie !
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 4 giugno 2012

Per il Karma puoi intenderlo anche in senso transgenerazionale, cioè la possibilità di qualche dinamica ereditata da avi vicini o molto lontani nel tempo.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 4 giugno 2012
ciao Ste

in effetti nettuno è stato su marte intorno al 2008-2009 e chissà cosa succedeva "la dentro"...eh..eh...

Riguardo all'insorgenza degli angiomi, in linea di massima sono congeniti, cioè si nasce con loro...ma possono anche comparire dopo.

Riguardo alla tua ipotesi, di cui ti ringrazio...mi fai riflettere, ma non so, non credo sia rabbia repressa...è più un energia debole e dispersiva (quadrato con nettuno), la rabbia implica una concentrazione dell'energia su un "oggetto"....che a me manca per indole...c'è più una dissoluzione in tanti rivoli in marte nettuno, soprattutto in un marte aquario.

Piuttosto in marte giove c'è qualcosa di "represso" per le case coinvolte...ma nei termini di non consapevole...cioè di energie che operano più "sotto" nel segreto, che in modo manifesto.

Spero che questo transito di saturno rappresenti un cambiamento in questo senso.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 4 giugno 2012
@ALIX

Ancora una cosa. Credo comunque, che in questo momento, con questo transito di saturno, ciò che è in primo piano è legato alla simbologia giove -saturno e quindi riguarda l'eccesso di crescita e la necessità di portare a livello di coscienza un dis-ordine da questo punto di vista.

Mentre fra due anni, saturno sarà su nettuno e quindi qudrerà marte e lì sarà in primo piano la problematica psicologica/emotiva correlata all'angioma e quindi avrò modo di comprenderne meglio le implicazioni interiori.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 4 giugno 2012
@ALIX

Ma cosa intendi per un transito rivelatorio di urano in toro ??

Io reputo tutti i transiti rivelatori...vedi un pò cosa mi ha portato questo transito di saturno..eh..eh...

Riguardo a questioni karmiche...non so...non ho modo di verificare quindi non approfondisco.

Riguardo al fatto che l'angioma è nel fegato e non nel volto, è in perfetta correlazione ai mie aspetti, Alix....una mia amica che ha una piccola macchia al volto ha marte cong.a venere.

Comunque, ciò che mi hai detto legato alle forti emozioni e ai conflitti relzionali ha un senso...

grazie

ciao lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste
inserito lunedì 4 giugno 2012
Cara Lara, immagino che angoscia ti abbia provocato quell'ecografia. E sono contenta per te che si tratti "solo" di angiomi.
La tua analisi è perfetta astrologicamente.
A proposito del corrispondente emergere di contenuti inconsci, notavo che (oltre ai transiti da te evidenziati) c'è anche Nettuno che, da non molto ti è passato in congiunzione proprio su Marte natale in quarta casa, attivando la quadratura con Nettuno e il trigono con Giove radicali ...

Non ho avuto tempo di controllare i tempi, ma a questo punto potrebbe essere un fenomeno abbastanza recente quello della formazione degli angiomi, per quanto la presenza in IV casa mi induca a pensare ad una predisposizione ereditaria.

Io non sono la persona più adatta a parlare di psicosomatica, ma tutto questo mi sembra figlio di un ... "rimandare" l'espressione della rabbia ... è lì accumulata in "sacchettini" in attesa di trovare le parole giuste (Giove) per dire quello che non si riesce a definire precisamente (Nettuno).

Un abbraccio grande.
Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 4 giugno 2012
Ancora x Deva:

Ho provato a farti una piccola ricerchina in rete ed effettivamente hai ragione, non si trova molto sui significati psicosomatici dell'angioma in se, ma mi è sembrato essere perchè è totalmente equiparato agli stessi simbolismi delle 'malattie della pelle' anche qualora stia in sedi interne piuttosto che esterne.
Se vuoi fare degli approfondimenti sui simbolismi psicosomatici ,secondo quanto hai espresso, credo sia comunque importante lo stesso valutare anche i significati simbolici della sede implicata 'fegato' e come indichi del 'sangue'.

In ogni modo qualcosetta te l'ho trovata espressa da altre persone con analogo problema con interessi spirituali come te che hanno fatto approfondimenti sui significati simbolici.
Ti riferisco:
Dal punto di vista Karmico lo ritengono legato a 'ferimenti' fisici gravi avvenuti in passate esistenze o traumi derivanti da effetti di 'incidenti mostruosi'.
In genere l'angioma è ritenuto legato ad un 'conflitto' di sentita separazione emotiva dagli altri con conseguenza sensazione di autosvalutazione.
Hanno a che fare sembra con 'fortissime emozioni' legate ai mancati o 'mancanti' rapporti sociali e relazionali.
Questa definizione tra l'altro calzerebbe a pennello guarda caso con il fatto della mia sensazione di un futuro transito rivelatorio di Urano toro che a te dovrebbe cadere proprio nella 7a.
Ti farei notare anche che è molto significativo a mio parere anche il fatto che in te, così rivolta ai percorsi di comprensione interiore, la problamatica ti si sia manifestata preferenzialmente 'dentro' piuttosto che 'fuori'.

Spero ti sia di aiuto.
un saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 4 giugno 2012
@ALIX

Riguardo agli angiomi ho solo spiegato cosa sono e che possono comparire anche sul volto ma in quel caso sono "piani".

Riguardo a me, Alix...ritengo la consapevolezza un processo in divenire. Si vede ciò che si è pronti a vedere, ne più nè meno. E questo vale per me come per tutti.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 3 giugno 2012
Mi riferivo alle descrizioni di tipi di angiomi che hai fatto tu stessa nel precedente post.

Per il resto non saprei dirti con precisione Deva anche perchè sei più tu a conoscere il tuo mondo interiore, la mia è più una di quelle impressioni di evoluzioni future che potrai verificare solo in seguito, quando appunto avvertirai gli estremi del transito di urano in toro che allarga il potere della scoperta di cose che sfuggono alla 'vista'.

Se senti che non è così non cambia niente per me, ti ho unicamente comunicato una sensazione.

Notte
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 3 giugno 2012
@ALIX

Non ho capito bene cosa intendi, riguardo a "sacca" o "macchia"...

E cos'è che non voglio vedere ?? non ti seguo.

Se ti riferisci al possibile significato psicosomatico...forse non mi sono spiegata bene.

Ho scritto che non si trovano informazioni riguardo al significato psicosomatico degli angiomi (ho diversi libri a casa della correlazione simbolica delle malattie, e non c'è niente al riguardo e nemmeno in intenet) perchè non sono una vera e propria malattia, ma certamente che CI SONO delle motivazioni psicosomatiche e sono quelle che ho detto.

Marte e nettuno, manifestandosi nei capillari che si dilatano evidenziano una difficoltà nell'energia (sangue), nell'affermazione che è debole e dispersiva, direi.

Il trigono di giove a marte riguarda l' esagerata crescita che corrisponde ad un desiderio di espansione (tipico del sagittario) ma che nel mio caso è disordinato e senza regole, soprattutto a livello inconscio (giove in XII casa opposto a saturno).

Nello stesso tempo, Alix, credo che il fatto che adesso questo problema sia emerso implica che le cose stanno cambiando. Ciò che prima poteva accadere nel segreto dell'inconsapevolezza (espansione selvaggia, chiamiamola), adesso è stato portato alla coscienza e questo è già di per se un limite....questo leggilo sia in termini fisici, che in termini psicologici.

Considera che inevitabilmente, questo angioma adesso dovrà essere costantemente monitorato e/o addirittura tolto chirurgicamente...quindi su vari livelli (appunto, fisico ed emotivo psicologico) la pacchia di giove in XII...è finita...da ora in poi, giove e saturno devono collaborare...eh..eh...

Cos'è che non ti torna...?? cos'è che non voglio vedere ??

per ROUGEMONIQUE...tranquilla, non è niente di grave.

ciao lara



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 3 giugno 2012
X Deva:

Si, ho avuto anche in passato l'impressione che i Sagittari o chi ha valori importanti sagittario godano in genere di ottima salute, sarà il loro atteggiamento sempre fortemente ottimista, tuttavia andando avanti con l'età qualche problema si presenta anche a loro, forse proprio perchè 'fidandosi' del loro senso di benessere non 'raccolgono' i segnali in tempo.

Non voglio spaccare il capello in 4, ma Deva posso farti notare che, se un angioma si definisce così sia che sia una 'macchia' sia che sia una 'sacca', significa che la 'natura' dell'anomalia anche dal punto di vista psicosomatico è 'identica'.
Indipendentemente se è una malattia o meno.
Altrimenti se fossero due cose diverse avrebbero 'diverse' definizioni.
Poi vedi tu se ti và di prendere in considerazione la cosa in questi termini.

Non conoscendoti di persona non posso essere certa che la sensazione sia affidabile, ma a volte ho la forte impressione che tu non voglia 'vedere' qualcosa del tuo sentitissimo percorso che probabilmente ti si paleserà invece molto chiaro quando Urano transiterà in Toro.

Potrebbe essere che trascuri qualche aspetto più che fondamentale perchè più concentrata su altre linee di analisi che stai seguendo.....accade.

Sopratutto in periodi come hai descritto, emotivamente alterati per i forti aspetti 'ansiogeni'.

Un caro saluto e buone stelle sul tuo cammino

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito domenica 3 giugno 2012
Per Deva:
non so quasi nulla di simbologia medico-astrologica, ma la cosa mi interessa moltissimo dato che mi occupo di terapie olistiche (shiatsu e riflessologia plantare). Ciò che hai scritto mi ha lasciata senza parole, e davvero spero con tutto il cuore che tu possa risolvere al più presto il tuo problema e che ci dia buone notizie.
Un forte abbraccio!
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 2 giugno 2012
ciao Alix

ti dirò che non sto trovando nessuna informazione a livello psicosomatico, perchè, di fatto non è una "malattia" vera è propria, infatti non prevede nessuna cura e nessun trattamento (il problema, eventualmente, è legato solo all'eccesso di crescita). Considera che gli angiomi possono venire al volto, per esempio, e sono quelle chiazze violacee di sangue, solo che sulla cute sono piani, mentre nel fegato sono detti cavernosi, cioè formano una sacca.

Quindi, il problema, più che al fegato è legato proprio ai capillari che, credo, si rompano e questo è collegabile, verosimilmente, al quadrato marte nettuno.

Il fatto che è nel fegato è legato a giove, pianeta del sagittario, trigono a marte.

L'articolo che citi, l'ho letto prima, durante una mia ricerca di approfondimento, ma parla proprio di angiomi cutanei.

Il motivo per cui rimandavo gli esami era che sono sempre stata più che bene di salute e quindi...la davo per scontata....chiaramente anche questo atteggiamento è legato a saturno opposto a giove rdx e adesso saturno su giove mi ha fatto capire che devo essere un po' più disciplinata.

Ma ci sono ancora cose che devo comprendere di questo transito...per esempio mi chiedevo prima, come vivo io a livello manifesto l'aspetto marte giove e non ho trovato risposta...forse è per questo che "lavorava" di nascosto...?? questa è una delle domande a cui devo dare risposta...ma chiaramente, adesso che è emerso ciò che prima era celato ...la consapevolezza sta già "illuminando" certi contenuti...e immagino che questo faccia già la differenza.

Per VERDEVIOLA...Grazie..

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 2 giugno 2012
X Deva:

Immagino tu stia facendo ricerche di psicosomatica a riguardo del tutto, il fegato poi è un organo considerato 'nobile' e significativamente altra sede dell'anima x certe culture.
Ti segnalo un'articolo che credo potrebbe interessarti molto, dove anche in un piccolo punto si parla di angiomi.
Da quello che descrivi credo siano esplosi diversi stati emozionali che probabilmente 'reprimevi' da troppo tempo.

Astrologia e riflessologia psicosomatica:
Ruoli maschili e femminili dalla gravidanza ai primi mesi di vita.
Di Lorella Malavasi

Forse ti potrà suggerire qualche spunto utile.

Non trascurarti,
ti sei domandata la motivazione per cui continuavi a 'rimandare'i controlli?

Un caro saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito sabato 2 giugno 2012
Deva, è impressionante quello che hai scritto. Sono felice che non si tratti di qualcosa di grave, spero che tutto si risolva nel migliore dei modi... davvero è come se tu avessi "sentito" che qualcosa non andava!
Non avrei mai pensato che Marte si potesse ricollegare agli angiomi, ma devo ammettere che dal punto di vista della correlazione astrologia- salute non sono molto ferrata..
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 2 giugno 2012
ciao ragazze

ora posso raccontarvi cosa mi è capitato nelle ultime settimane.
Vi rilascio i miei dati, così, se volete, potete fare delle verifiche...10/12/69 4.15 ud
Dunque...considerate che ho saturno (rdx in VI) in transito in XII e in analogia con questo transito, decido che è ora di fare una serie di analisi mediche che rimandavo da tempo...tipo la mammografia, visita ginecologica e in particolare un ecografia all'aorta per escludere la possibilità di una patologia di carattere ereditario.

Il 20/04 faccio questa ecografia addominale con cui si escludono problemi all'aorta ma l'ecografista mi dice che vede delle masse nel fegato che potrebbero essere angiomi ma essendo uno piuttosto grosso potrebbe essere anche qualcosa di diverso.

Chiaramente è stato un colpo pazzesco...primo perchè non sapevo nemmeno cosa fossero gli angiomi, che poi ho scoperto essere tumori benigni innocui, e poi perchè la possibilità di un eventuale "altro " ha tormentato i miei giorni.

Fatto sta che lunedì ho fatto una tac che ha confermato che sono angiomi, di cui uno piuttosto grosso che forse è da togliere chirurgicamente...ma è ancora tutto da valutare.

Credo di non avere avuto mai tanta paura in vita mia.

Comunque...dal punto di vista astrologico, direi che gli angiomi sono collegabili a marte quadrato a nettuno, visto che derivano da una malformazioni dei vasi sanguigni che creano delle sacche di sangue nel fegato, probabilmente congenite, ciò potrei essere nata con questi angiomi.
Sono innocui, ma è chiaro che se invadono troppo il fegato, possono creare dei problemi o l'altra eventualità è che si rompano provocando emorragie molto dolorose.
Nel mio caso, la crescita esagerata è legata al trigono di marte a giove in XII....un giove con difficoltà nei limiti (opposizione a saturno) e nella casa dell'assenza di confini.

Come potete vedere, il 20/04 saturno era in perfetto trigono a marte....giorno in cui gli angiomi sono stati visti e definiti per la prima volta (anche se poi è stato necessario un ulteriore accertamento, saturno in transito era retrogrado).

Considerate che queste conclusioni astrologiche sono emerse piano piano nei giorni che precedevano la diagnosi, perchè all'inizio mi ero fissata su giove= fegato, organo collegato al sagittario e solo più tardi sono arrivata a marte= angiomi.

Una cosa curiosa è che quando saturno in transito ha congiunto giove, in febbraio, per tutto il periodo della congiunzione, io sono stata malissimo. Attacchi d'ansia pazzeschi.....avevo difficoltà ad uscire da sola e ad andare al lavoro anche se mi sono fatta forza e ho cercato di continuare la mia vita di sempre. Ciò che sentivo era la sensazione di essere invasa e travolta da qualcosa che non potevo controllare. Nel cercare di comprendere il mio stato d'animo, mi dicevo che probabilmente, stavano emergendo contenuti inconsci. E ora posso dire che è proprio così....evidentemente a qualche livello, sapevo che sarebbe emerso qualcosa che è stato nascosto per tanti anni e che probabilmente "si nutriva" di inconsapevolezza, perchè la consapevolezza è di per se un "limite".

Mi fermo qui...

lara
















-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 1 giugno 2012
Sarebbe ORA, un'energia 'bianca',
tranne che i tempi profetici non sono mai immediati.

Credo che un nuovo tipo di energia potrebbe avere a che vedere con il transito Plutoniano in Acquario Nettuno in Ariete e Urano Gemelli, perciò ci vorrà ancora un pò temo, prima che siano avviate trasformazioni delle dinamiche mondiali su larga scala.

Anche l'organizzazione dei minimi 'cambiamenti' stenta a prendere avvio, abbiamo già diversi modelli di auto elettriche per esempio, ma non 'già' a disposizione e installate capillarmente le colonnine distributrici, ti sembra che sia corrispondente a 'logiche' incentivanti ???

Mah.......
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 1 giugno 2012
Interessante, Alix.

Sai che in A.esoterica, si dice che Vulcano sarà scoperto quando l'uomo sarà pronto a passare da un energia sporca e distruttiva come la fissione, legata a plutone, ad una pulita come la fusione.

Chissà se l'uomo è veramente pronto...??!!

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 1 giugno 2012
Diciamo che ho un 'doppio' spirito!
Una parte credo sia molto materialistica che si sente amante della vita solo se può essere 'comoda', l'altra è più che astratta, assolutamente aliena, cosmica, mistica, più su una remota galassia che quì......una contraddizione 'unica' e chissà come 'unita'.


Ho una notizia interessante per te, fresca fresca, scoperta ieri.
Hai presente i riferimenti a Vulcano dell'astrologia esoterica sconosciuto fino ad ora agli astronomi che si sarebbe dovuto trovare tra sole e mercurio???
Beh....pare che delle sonde chiamate Stereo A e B mandate in esplorazione spaziale con aggiornatissime fotocamere all'infrarosso nel 2006 abbiano rilevato nel dicembre 2011 un 'corpo' sconosciuto che parrebbe in orbita fissa intorno al sole.
Talmente vicino che non si riesce a capire come non faccia ad essere incenerito dal plasma solare.
E infatti qualcuno ha già azzardato un'ipotesi che sia dotato di una barriera magnetica in grado di proteggerlo.
E' tre volte la terra , non hanno la minima idea assolutamente di che tipo di corpo sia, la sua denominazione per ora infatti è 'Sconosciuto'(Unknown)

Entusiasmante no???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito giovedì 31 maggio 2012
Alix sei una miniera di informazioni!!
Grazie mille...ovviamente sono molto felice di avere Spica congiunta alla luna!! :))
Buona serata a te e a tutte
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 31 maggio 2012
Alix...

ma io non ho una fiducia incrollabile nella bontà della vita quanto piuttosto, nell'ordine della vita.

Non succedono solo cose belle e positive, è chiaro e sotto gli occhi di tutti, e la fiducia nella vita non risparmia dalle difficoltà, dall'ansia, dalle incomprensioni, dalle frustrazioni, dai periodi difficili, ecc.

Io semplicemente riconosco un ordine, ma ordine non vuol dire che la vita è buona, amorevole e giusta a livello di esperienza individuale....ma l'esperienza individuale è legata ai nostri contenuti interiori, quindi...se ho una venere opposta a saturno, per esempio ...vivrò difficoltà nelle relazioni, ma questo non perchè "la vita è cattiva e vuole farmi soffrire", quanto perchè c'è dentro di me un modello che non può far altro che esprimersi (è mio questo modello...è mio), sta a me portarlo alla coscienza, comprenderlo ed elaborarlo.

Poi, Alix...è chiaro che la mia fortuna è questa consapevolezza...c'è chi rimane fermo a "la vita è cattiva e vuole farmi soffrire"....e quindi, purtroppo, continuerà a soffrire, perchè continuerà a ripetere sempre gli stessi schemi inconsapevolmente.

Non vedo Alix, in questa mia posizione una fuga dalla realtà quindi non mi sono mai fatta la fatidica domanda che mi proponi....la mia vita esteriore e la mia vita interiore si integrano vicendevolmente....tra intuizioni, scoraggiamenti, prese di coscienza, gioie e frustrazioni è un percorso, è un processo in continuo divenire.

Alix...guarda che sono fin troppo consapevole dei miei limiti....e molto "agganciata" alla terra....forse tra noi due, la più astratta sei proprio tu... ;)

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 31 maggio 2012
Deva c'è una domanda che si fanno prima o poi tutti quelli che seguono vie interiori, e che immagino ad un certo punto del tuo percorso ti sei posta e che andrebbe continuamente testata.
Se questa via è seguita per una mancata 'realizzazione esteriore' che fà rivolgere all'interno e alla spiritualità come mezzo per recuperare una realizzazione che non è avvenuta 'fuori nel mondo' tanto lì non ci sono confronti o se è l'aspetto proprio più autentico dell'Essere.
E' una porta e prova iniziatica a cui non ci si può sottrarre, ti ricordi quando hai vissuto questa verifica dato che in te l'identificazione con questo aspetto è da sempre molto sentito?
E come si inserisce nella 'trama' reale della tua esistenza? Voglio dire quando esprimi fiducia nella vita la vita esprime fiducia in te rispondendoti armoniosamente.... è così che va?
Sai.... non si conoscono molte persone che hanno questa fiducia 'incrollabile' nella bontà della vita o sarà che non conosco Sagittari nettuniani e persone con Giove 12a.
Sarà il tuo ascendente Scorpionico ma è che della tua esistenza racconti poco, è qualcosa che ti avevo già detto, i fatti, le vicende reali, 'spiegherebbero' meglio di tante parole anche il tuo percorso e tutti i tuoi atteggiamenti vitali.

Si avevi già detto che era 'personalissimo e individuale' e non condiviso con 'identici' familiari, ma sai che credo che questo sia un bene, che ci siano persone accanto che si occupino di altre cose dell'esistenza quanto il tuo essere lì per manifestare loro altri aspetti.

In ogni caso ho notato che difficilmente nei 'nuclei' c'è più di una sola persona orientata su cammini 'invisibili'.
Ci sarà una motivazione, forse così si crea un'Ancora che tenga un aggancio con la terra, forse si evita l'instaurarsi di fanatismi, forse è semplicemente così che meglio che sia.

ciao sagittaria :)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 31 maggio 2012
@ALIX

Forse è meglio che chiarisca la mia posizione.

Forse tu hai colto nelle mie parole una generalizzazione che magari io tendo a fare perchè mi piacerebbe infondere fiducia, una certa fiducia che io ho nel cogliere il collegamento tra dentro e fuori, ma sono consapevole, ALIX, che questa consapevolezza non appartiene a tutti. Come ho detto altre volte, nelle persone che mi sono accanto, non c'è, per esempio ....i miei familiari sorridono delle mie "connessioni", non le vedono...ma va bene, Alix...non è un problema...però poi ci sono state occasioni di piccoli disturbi sintomatici che si sono risolti con l'attenzione alle motivazioni interiori, e questo mi basta, non mi interessa certo imporre le mie idee o le mie convinzioni...tra l'altro è impossibile, come potrei farlo ?? io ho la mia strada e loro la loro...l'importante è camminare accanto :)

Quindi...certo che la mia visione delle cose è personale...lo so.

Una altra cosa è questa....non è detto assolutamente che vedere le connessioni significhi risolverle...o risolverle adesso, subito. Magari è tardi, ormai...magari non si è voluto guardare per anni o è necessario fare una rivoluzione dentro di sè per cambiare o i tempi non sono maturi, o è necessario vivere questa situazione in tutta la sua gravità per comprendere delle cose.

Ecco, Alix..quindi...io non credo assolutamente di avere risposte o soluzioni, in particolar modo, per gli altri...il mio è innanzitutto un percorso personale...un desiderio di crescita personale.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 31 maggio 2012
Deva, quello che intendo è più drasticamente terreno, permettetemi di fare un pò l'Avvocata del Diavolo, per non dimenticarsi che quì viviamo e con le dinamiche terrene ci dobbiamo avere a che fare.
Svelare l'ordine e sentire di comprendere le cose non credo aiuti sempre a 'risolvere i guai' a tante e tante persone.
Tu hai un pò la tendenza a 'personalizzare' per quello che è la tua 'specificità nettuniano/gioviale secondo quello che dicevo di là, ed effettivamente se spiegassi più apertamente le 'prove' che vivi sarebbe più comprensibile la misura del 'quanto' ti sostenga e ti sia di aiuto l'afflato spirituale, per ciò che è il 'tuo' vissuto però.
Ma non era nemmeno quello che vorrei evidenziare di più, è la 'concretezza risolutoria' che dovrebbe manifestarsi che vorrei capire da dove credi possa arrivare se uno, non TU, si dovesse trovare ad essere in condizioni disastrose e non sapere ,come si dice, a che Santo votarsi.
Inoltre le 'prove' non sono percepite allo stesso modo da tutti, ciò che per uno è un'ostacolo minimo per un'altro è una montagna.
Ho sentito una volta delle persone dire che erano rimaste 'senza niente di niente' e che erano ripartiti facendo quì e facendo là di su e di giù, e a te viene bene chiederti come hanno fatto, poi scopri che 'la definizione del loro niente' erano fondi e proprietà che un'altro considererebbe 'consistenti' e che quindi non era difficile immaginare che potessero costituire una base utile per 'riprendersi'.
Le misure di 'valutazione' sono molto diverse anche per i problemi.
Che la fede nella spiritualità possa sostenere alcuni va bene ma nel 'pratico' come consiglieresti Deva una persona che vive una situazione davvero gravosa, cosa gli diresti di fare, come anche ti prodigheresti tu, che consigli ti sentiresti di dare???
Calcola appunto che tanti non sono gioviani/nettuniani e che quindi non potrebbero percepire una tranquillità di spirito come dici di percepire tu.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 31 maggio 2012
X Rouge:
In merito allo YOD se vai sul Forum di Lidia e digiti LO YOD ti esce una discussione relativa che spiega.

Per Spica:
è una stella situata sulla spiga di grano della costellazione della vergine...ti piacerà questo, è identificata anche con il nome di 'Artista'.
Ha una natura Venere Marte Giove, fondamentalmente è molto positiva e potrebbe comportare un qualche tipo di notorietà e successo, anche durevoli ma soprattutto meritati.
Secondo tradizione da animo nobile e carino, amore per arti e scienze, grinta e determinazione, voglia di 'affermarsi' nella vita a tutti i costi e possibilmente 'velocemente', grande impazienza dunque.

Mi ero dimenticata di dire a Verdeviola che anche la congiunzione al SOLE di eventuali stelle è ovviamente importantissima, l'avevo data per dato 'scontato'.
Altre notizie su DIRAH:
La letteratura delle stelle fisse purtroppo da anche adito a molta confusione perchè le stelle non sono sempre conosciute con lo stesso nome e alcuni cataloghi non ne riportano alcune.
DIRAH è anche conosciuta come TEJAT e la traduzione in questo caso è il TALLONE, perchè è situata sul piede posteriore sinistro di uno dei gemelli.
Viene chiamata anche NUHATAI , CALX e con diversi altri nomi.
Si dice anche conferisca forza, energia, potenza, protezioni, capacità di esprimere le idee in maniera 'ragionevole' e dunque più accettabili dagli altri tanto da risultare infine vincenti per l'intelligenza cauta con la quale vengono proposte.


X entrambi segnalo una autrice che ha scritto diversi volumi su Stelle Fisse, nessuno però credo sia stato tradotto nella nostra lingua.
Bernardette Brady, se digitate sui motori di ricerca trovate i nomi dei testi.

buone stelle ragazze
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Alix
inserito mercoledì 30 maggio 2012
La vita vera tende a travolgerci.
Nonostante questo però credo che alcune modalità di leggere quello che ci accade non stacchi mai del tutto.
Ad esempio, in questi due anni in cui sono stata costretta ad occuparmi solo di faccende pratiche, di figli, coppia e "sopravvivenza", il sollievo che mi dava cercare (purtroppo non riconoscere) il disegno che stava dietro alle mie scelte, a queste crisi interiori, ma anche alle vicende mondiali, non è mai venuto a mancare.
L'Astrologia ormai è per me un modo di leggere la realtà e devo ammettere che non ho mai avuto una predisposizione per l'esoterico anche quando il mio umore era migliore di ora!
Forse è il tempo che puoi dedicare a questi studi che manca, non il senso profondo del linguaggio astrologico... almeno per me.
Io, ma forse per i pianeti e le case coinvolte in questi pesantissimi transiti, ne ho risentito molto di più a livello spirituale... e devo dire che ne soffro abbastanza ... scoprirsi potenzialmente atea dopo una vita di fede, non è bello. Poi magari è un periodo... cambierà ancora...

Allora sei una leonessa, eh!
Mia madre è un super-Leone... conosco il tipo di energia... sofferenza, sensibilità, grandissimo cuore ... ma sempre centratissimi! ... dài un po' di invidia un Cancerino può averla!

Un abbraccio!
Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Deva
inserito mercoledì 30 maggio 2012
Mi dai sollievo ... non so come, ma ci riesci...

Leggo quello che scrivi, capisco che capisci, sento la tua forte razionalità, ma anche quella fiammella che ti dicevo lo scorso post e, nonostante il mio "broncio" interiore, mi sale un sorriso e mi sento più leggera.

Grazie Lara, davvero tanto.
Un abbraccio.

Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito mercoledì 30 maggio 2012
Per Alix e Ste. anch'io ho i segni cardinali sottoposti a delle turbolenze: Sole- Urano-Plutone in Bilancia, Saturno in Cancro. Da due anni a questa parte la mia vita mi ha messo di fronte ad ostacoli di tutti i tipi, ma se c'è una cosa che mi ha insegnato, è che affondare la testa nella sabbia non serve proprio a nulla. L'astrologia e questo blog mi stanno aiutando tantissimo, mi spingono a lavorare su me stessa e a non affossare nel quotidiano, a cercare di vedere "oltre" l'immediato.
Grazie ancora
Verdeviola
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito mercoledì 30 maggio 2012
grazie davvero Alix, sei stata preziosissima.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 30 maggio 2012
ciao Alix

in merito alla risposta che hai dato a Ste, posso dire che adesso, in questo momento che la vita mi sta mettendo alla prova (forse più avanti, spiegherò meglio) non mi sono allontanata per niente dal mio "percorso" anzi...per fortuna che ho l'astrologia che è un faro nel buio.

Le elucubrazioni sono costruttive se diventano il filo che unisce la realtà interiore con quella manifesta e ne svela l'ordine.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito mercoledì 30 maggio 2012
Domanda per Alix:
cos'è uno yod? E come faccio a capire se ne ho uno nel mio t.n.?
E ancora, ma a proposito di stelle fisse: facendo un calcolo su un sito ho scoperto di avere la luna in congiunzione con spica della vergine. Cosa comporta questo aspetto? Potresti darmi qualche dritta in merito?
Grazie mille!
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 30 maggio 2012
Cara Ste,

credo di capire molto bene il tuo stato d'animo rispetto all'irrazionalità 'impratica' di certe visioni.
Questo discorso è intercorso tempo fà tra me e qualcuna delle blogger, dato che avevo fatto la riflessione che finchè stiamo quà a parlare di dinamiche e lavoro su aspetti vorrebbe dire che si è ancora 'fortunate'.
Si ha tempo e voglia di farlo.
Mi domandavo invece quanta 'presa' potessero avere queste materie allorchè un certo momento vitale si faccia 'realmente e materialmente' difficile da non saper come risolverlo.
Perchè elucubrare è facile e credo soddisfi anche quella parte intellettiva a cui piace 'pensare', ma la vita richiede anche ben altro si sà.
In molti casi 'mezzi economici' anche se noto che si tende a evitare l'argomento come se si trattasse del fardello 'scomodo'.
Mi ero chiesta anche se improvvisamente ci cominciasse a spaccare la terra sotto i piedi e si perdesse ogni cosa, quanto e in che misura ci 'fregherebbe' più del lavoro su di se e delle disposizioni degli aspetti astrali.
Questo per essere molto prosaicamente 'realisti' e onesti.
Sono Leone non tendo a 'raccontarmela' ne a volerla veder 'raccontata'.
Ho 3 segni di terra con ben 4 pianeti, quindi anche se mi piace l'idea di altri mondi e altri esseri, la materialità ha un grande peso e credo 'giustamente' significativo.
Come te ho tutti i segni cardinali impegnati:
Eris Ariete, Cancro venere,Bilancia giove,Capricorno Luna.
Guarda , avevo anche notato una cosa emblematica, tempo fà quando ancora sembrava che le cose 'funzionassero' un sacco di persone si interessavano da vicino a tutta una serie di cognizioni 'astratte' diciamo così, arrivati i problemi 'materiali gravi' hanno avuto ben altro a cui dedicarsi.

Per la mia 'resistenza'...... non credo di averne tanta , anzi....... mi considero una fortunata 'soppravvissuta' a certi eventi della mia esistenza.
Ma non penso di aver le proverbiali 9 vite dei gatti!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 30 maggio 2012
Carissima Verdeviola:

Posizioni essenziali sarebbero l'Ascendente, Mediocielo e Vertex in caso volessimo proseguire.
Congiunzioni all'ascendente sopratutto sono assolutamente importanti.

Rispetto ai gradi che mi hai fornito
Una congiunzione netta c'è l'hai solo con il 4° grado Cancro e la stella è DIRAH costellazione mi Geminorum di natura positiva 'mercurio venere'.
Se vuoi riflettere sul nome significa IL SEME.
Secondo tradizione conferisce notevoli doti di forza e resistenza fisica e psicologica anche in caso di difficoltà.
Faciliterebbe amicizie importanti e realizzazioni economiche attraverso attività commerciali o artistiche.

In genere si tollera la congiunzione solo strettissima come ho detto, ma alcuni accettano congiunzioni fino a 8 gradi , non ha alcun valore qualsiasi altro aspetto.

Quindi, con congiunzione più larga secondo i gradi indicati hai KHAMBALIA ( lambda virginis) natura mercurio marte, su Scorpione.
DENEB ALGEDI ( delta capricornis) di natura saturno mercurio giove, su Acquario.
La prima indurrebbe un carattere mutevole, permaloso e critico nei confronti altrui.
La seconda su Luna indicherebbe la possibilità di notevoli difficoltà da superare nel 'quotidiano'.
Successi e stabilità economiche solo dopo lunghi e soprattutto 'pazienti' sforzi.
Prepararsi anche a lottare per rendere durevoli e stabili tutti i risultati conseguiti.

Questi i significati di base.
Purtroppo con le stelle fisse sul totale completo del proprio tema si ha spesso l'impressione che siano sempre più malauguranti che beneauguranti, questo perchè appunto i significati dati e riportati sono 'antichissimi' poco ampliati e mai rivisti, modificati, approfonditi.
Il materiale è davvero scarsino dunque, anche perchè la maggior parte degli astrologi, bisogna dirlo, le considerano totalmente ininfluenti.

Ora vedo se tra le mie cose ti posso dire di più su DIRAH che è quella con congiunzione quasi spaccata ( la stella stà al grado 4.32)

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 30 maggio 2012
@ALIX

eh, si certamente la consapevolezza non è di tutti.

Sai, nell'esoteria si dice che l'individuo si può trovare in questi tre sentieri...il sentiero del dolore, in cui è totalmente inconsapevoli...il sentiero della prova, in qui c'è la consapevolezza ma ancora conflitti e sofferenza e il sentiero del discepolato.

E' un ipotesi verosimile per me anche se rimane ovviamente nell'ambito delle credenze non verificabili.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito martedì 29 maggio 2012
per Alix. eccomi qua.. grazie innanzitutto per i tuoi consigli, vorrei cercare qualche testo per approfondire l'argomento delle stelle fisse, anche se mi rendo conto che non sarà semplice rielaborare le teorie a cui hai accennato.
Sei stata davvero gentilissima a chiedermi di alcuni miei gradi precisi.. potrei dirti 7 Scorpione per il mio Mercurio, 4 Cancro per Saturno e 24 Acquario per la Luna. Questo, anche perché nella mia vita le "rivali" che ho incontrato sono tutte dell'Acquario!
Grazie ancora!
Verdeviola
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 29 maggio 2012
Vorrei farti una domanda Deva.

Tu pensi che la consapevolezza possa essere appannaggio di 'ogni' essere umano da sostenitrice dell'umanistica quale sei o non pensi mai minimamente invece che solo una 'parte' dell'umanità ha in sè questa potenzialità, 'Divina' chiamiamola così.
Il senso di 'coscienza' infatti nasce solo quando 'nasce' il senso del 'collettivo', prima 'non esiste', tu pensi che siano tante le persone ad avere questa coscienza al mondo o non solo una parte limitata o limitatissima ???
Non ti sembra che l'umanità in forti masse di esponenti non possegga un reale 'criterio' e quindi non abbia e non avrà possibilità di 'accesso' ad una comprensione cosmica???
Lascia un momento da parte il senso di spiritualità che ognuno intende a modo suo, parlo proprio della 'visione' di dinamiche globali in cui il 'singolo' si inserisce e di cui fà parte senza averne minimamente 'percezione'.





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 29 maggio 2012
Ciao Ste

che confusione ho fatto. Sai cosa è successo.??..avevo una stampa del tuo tema di qualche anno fa relativo ad un vecchio programma, così l'ho inserito in Astro.com ma ho selezionato l'ora sbagliata, senza nemmeno ricontrollare....ah, che sbadata...!!!

Comunque...si, certo allora il quadro mi è più chiaro...plutone in XII, urano in II, riflettono più chiaramente la tua sfiducia e il senso di impotenza.

eh che sai cos'è..??...che la consapevolezza che ci portano certi transiti prima o poi arriva (per chi la cerca, ovviamente)...ma quando ci si è in mezzo si brancola nel buio, si deve procedere a tastoni, bisogna scovare dentro di sè quel centro immobile su cui radicarsi...e non è facile.

Ma noi che abbiamo questo meraviglioso strumento che è l'astrologia, non siamo completamente al buio.

Per me Ste, in questo momento, guardare il mio tema astrale e scorgere piano piano un senso a ciò che sta accadendo è fondamentale.... ed è questo ciò che conta...la consapevolezza che un ordine c'è....eventualmente siamo noi dis-ordinati...e allora dobbiamo darci da fare per riallinearci con la vita...per correggere il tiro.

Accettando i tempi necessari che spesso sono lunghi.

Un abbraccio forte, forte

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Alix
inserito martedì 29 maggio 2012
Grazie Alix, è vero quello che dici ... e la cosa terribile è che lo so.
So che la direzione è quella e so che non dovrei fare resistenza, ma sono divorata dalla rabbia per aver fatto un sacco di errori di valutazione e non è nella mia natura accettare gli errori, con un bell'ascendente Capricorno e tutto quel carico in Vergine e in sesta casa!
Purtroppo Plutone me li mette di fronte ogni giorno e mi dice che, se continuo a considerarli errori ... continuerò a farli...
Pensieri assurdi, eh?!

La metamorfosi che più mi si addice è purtroppo quella scorpionica, non quella pescina che sarebbe più indolore, confortata dalla fede, dalla speranza, dalla visione, da un ideale... sono a terra proprio in senso letterale: non vedo oltre al visibile.

L'astrologia fa così parte di me che ancora mi permette una parentesi metafisica, ma è l'unica. Per il resto mi corre un brivido di fastidio lungo la schiena se sono costretta a conversare con persone entusiaste per l'esoterico o per l'irrazionale ... ovviamente non ce l'ho con loro. Ho solo a nausea qualcosa che non so definire e ... ho bisogno di imparare a prendermi responsabilità pratiche davvero, da persona adulta. (Plutone mi transita in Capricorno/12^, opponendosi a Marte+Sole+Venere in Cancro)

Sono disposta ad accettare i cambiamenti e li affronto anche con molto impegno e anche quando non ne ho proprio voglia ... ma a volte penso che sia questo il problema.

Lo stato d'animo generale che cogli, forse è dovuto al fatto che molte di noi hanno valori nei quattro segni cardinali e una certa rilevanza dello Scorpione ... siamo sottoposte a transiti pesanti, anche volendo lavorare su di sè restano tali!
... Tu sembri resistere bene! ;)

Stefania



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 29 maggio 2012
Un'altra cosa Ste.
Mi è venuto in mente il termine 'esatto' della psicologia che unifica resistenza e flessibilità.

RESILIENZA

é una capacità dell'uomo di far fronte alle avversità della vita, superarle e uscirne persino 'rinforzato' e positivamente trasformato.

C'è da chiedersi se questa qualità sia in 'dotazione' di serie assolutamente a tutti o meno....... oppure se esista anche non avvertita, come cellula 'dormiente' in molti, per uscire fuori all'improvviso quando meno se lo aspetterebbero allorchè si presenti una gravissima necessità.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 29 maggio 2012
I profeti o qualsiasi intuizione lungimirante rimane sempre inascoltata, è la 'sofferenza e rabbia' più grande e condanna di chi 'vede'.

Non mi metto a parlare di 'profezie varie' dato che da As. Pesci sono state per me un pò una mania, perchè noto che siete tutte molto giù e forse non è il momento più adatto per discuterne.

Ste, forse potrai trovare con il tempo un altro 'ruolo', diverso da prima, non necessariamente professionale, che ti potrà dare la sensazione di essere un elemento 'importante' in una nuova dimensione dell'esistere.
Credo che in momenti come questi è necessario abbandonare repentinamente le 'identificazioni' di prima per seguire meglio le correnti.
Quando Nettuno quadrò il mio Giove, tanti e tanti anni fà, mi trovai in una situazione simile e peggiorai le cose proprio per non volermi 'staccare' da una certa visione di me stessa che avevo avuto fino a quel momento.
Se fossi stata più 'duttile' come poi ho provato a diventare ne sarei uscita meglio e più in fretta.
Mi pare che gli orientali dicano filosoficamente che bisogna essere come 'canne di bambù al vento'.
Estremamente 'resistenti' ma 'flessibili'.

un caro incoraggiamento
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Deva
inserito lunedì 28 maggio 2012
Carissima Lara, grazie mille per la tua risposta e non preoccuparti di non potermi dare energia ... in questo momento non ci riuscirebbe nessuno, neanche il grande Zeus in persona! (... e aggiungo: è giusto così!)

Tutto ciò che dici è verissimo, anche se le case coinvolte nel mio caso non sono I, VII e 3^, ma (ahimè)12^, 6^ e 2^, cosa che mi ha portato negli ultimi due anni ad un intervento chirurgico, un grande desiderio di chiusura e ovviamente, problemi economici.

Visto che anche tu stai vivendo un transito pesante in 12^ capisco meglio questa tua sensazione di ... mancanza di carburante.
Ieri stavo per scriverti proprio questo: ho finito la benzina!
Mi dispiace che anche tu debba sentire questo.
La fede messa alla prova dalla razionalità! E con una testa "fine" come la tua, la battaglia interiore la immagino cruenta. Spero che tu non abbia vissuto anche eventi spiacevoli o dolorosi ...

È vero che tutta la situazione mondiale non fa che aggiungere angoscia. Se da una parte mi dico "Ecco, accade ciò che prevedevamo in molti, inascoltati!" dall'altra ne traggo solo sofferenza.

È molto bello ciò che hai scritto sul senso profondo di ciò che ti accade: la nostra fiducia interna che viene messa alla prova e, fammelo dire, il Sagittario, anche super-scarico, ha sempre una piccola scintilla che brilla nel buio ... In questo siete dei buoni compagni di viaggio che difficilmente si riescono a ricambiare.

Mi hai fatto tornare in mente l'unico pensiero che mi è giunto dall'Anima in questi tre anni; è stata una voce che mi ha parlato nella mente, mentre mi toglievo gli abiti per entrare in doccia (gesto significativo!):
"... rifletti... tutti sono bravi e forti quando hanno un lavoro e un reddito ... è facile andare avanti quando puoi identificarti con un lavoro, con un ruolo... Ma quando il lavoro non ce l'hai? ... Tu non smetti di esistere. Tu esisti, al di là di questo..."
Pensieri che scritti risultano banali, ma quando sono emersi non erano parole, ma sentimenti, concetti ... difficili da trasmettere.
In quel momento ho proprio immaginato che fosse la "voce" di Plutone che mi parlava dalla 12^, ricordandomi che esistiamo anche "al di là" della 6^. E il discorso lo sentivo sulla mia pelle, ma contemporaneamente universale.
Per me, che ho quei tre pianeti in sesta e altri 4 in Vergine, non è facile vedere un'alternativa ... eppure Nettuno è al mezzogiorno nel mio TN e mi indicherebbe la via.
Ma io sinceramente quella via non la voglio più percorrere. Sono stata troppo "nettuniana" e sono nei guai ... come potrei dare ancora retta all'ideale? Mi ha solo creato delle paure tali da esasperare il mio bisogno di controllo...

Sugli Yod anche io ci ho capito sempre poco, anche se il fatto di averne due (uno con vertice Nettuno e l'altro, nn ricordo ... forse Saturno!!!) dovrebbe stimolarmi a capire.

Mammamia! Scusa!
Ho scritto come una pazza!
Riflettevo mentre digitavo sulla tastiera.
Spero di riuscire a riprendere le fila di tutte queste meravigliose riflessioni in cui hai dato tanti contributi, per riempire un po' la distanza temporale (quella filosofica è ormai impossibile :) !), e anche per aggiornare un sacco di "dati" che ho perso traslocando!

Un abbraccio grande e grazie ancora Lara.

Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 28 maggio 2012
ciao Stefania

beh, vorrei poterti dare un iniezione di fiducia, ma momentaneamente, ho finito anche io le riserve...eh..eh..eh...

Nel mio caso ho saturno in XII che congiungendosi al grado a giove (adesso è in fase retrograda, ma lo sento comunque) ha causato una sorta di eclisse, i cui effetti sono riflessi in questioni poco piacevoli che sono emerse e che devo affrontare.

Comuque, Ste, credo che a peggiorare le cose sia la percezione dell'ansia e della sofferenza che dilagano nel mondo intorno a noi e sembra che quest'anno si siano esasperate al massimo...quanto avevano ragione i Maya....!!!

Venendo a te....Ste, certo che i transiti non sono all'acqua di rose, quindi è comprensibile il momento di sfiducia.

Nettuno che oppone giove evidenzia il tuo smarrimento...probabilmente le sicurezze del passato, non ci sono più e tu brancoli un po' bel buio, giove opponendo nettuno, potrebbe non essere particolarmente rilevante, ma essendo nettuno il vertice di uno yod (ne hai due, lo sapevi ??) di rilevanza potrebbe averne, ma io di yod, non ne so molto.

La tua nuova vita (nuovo lavoro, nuova dimora, la famiglia che si allarga) è stato un terremoto a cui ancora stai cercando di riprenderti, sei in una fase di grande travaglio esistenziale...plutone che oppone i tuoi pianeti in VII, urano che li quadra. Plutone in I, urano in III...evidenziano bene un nuovo inizio e una apertura a nuovi contatti, ma che non sono certo una passeggiata, devi sperimentarti in modo nuovo, e non è facile.

Devi far emergere la nuova te stessa come vuole quel plutone rdx in VIII (insieme a ad urano)...devi spogliarti della vecchia pelle, affinchè quella nuova possa emergere.

Poi, Ste, per quanto riguarda la fiducia....quello che sta succedendo a me io la reputo una prova, una verifica di quanto la fiducia sia radicata dentro di me, e non abbia bisogno di conferme esterne...in fondo, è facile avere fede, quando va tutto bene...ma se crediamo che la vita non sia un caos senza senso, ma piuttosto un ordine intelligente, ciò che accade è sempre a favore di una consapevolezza più ampia. Ricordiamocelo.

un bacione

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 28 maggio 2012
Si, grazie Rouge, sarebbe interessante indagare un pò.
E così sei ambidestra... è comodo direi!!!

Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito lunedì 28 maggio 2012
Rispondo al volo tra un impegno e l'altro!
Non sono mancina ma uso tranquillamente la sinistra per tantissime cose (tra cui tenere le posate e scrivere in stampatello). Ho due amici mancini 100% (nel senso che non riescono ad usare proprio per nulla la destra) e nessuno di loro ha valori acquario nel tema natale, ma se siete interessate posso comunque indicarvi precisamente data e ora di nascita. Sarebbe curioso capire se astrologicamente esiste una predisposizione al mancinismo.
Un saluto
R. M.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 27 maggio 2012
X Verdeviola:

Dato che sei mancina, volevo sapere se avevi fatto delle ricerche astrologiche approfondite in merito agli aspetti presenti nei mancini.
Tanto tempo fà avevo provato già a fare questa domanda perchè mio marito è prevalentemente mancino dato che in realtà è ambidestro ( scrive con la sinistra, suona la chitarra tenendola per il verso dei destri )
Anche una mia cara amica è mancina.
Tra di loro hanno in comune solo il fatto che uno è Acquario e l'altra ha l'Acquario in ascendente.
Mi incuriosiva capire se ci fossero aspetti più definiti per questa particolarità.
Forse ti interesserà sapere che una volta avevo letto un articolo scientifico riguardo ai mancini dove facevano l'ipotesi che fossero mediamente più 'intelligenti' nel senso di più svelti e veloci ad apprendere cose.
Per esempio seguendo un corso di loro interesse tendevano a produrre risultati prima degli altri.
Purtroppo non mi ricordo le considerazioni sul perchè, immagino si trattasse della posizione di certe connessioni cerebrali.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 19 maggio 2012
Cara Deva,
probabilmente è una cosa che potresti sapere già, in caso contrario spero possa interessarti.
Stavo cercando delle cose sul concetto di 'ombelico del mondo'per seguire una analogia che stavo facendo con Eris.
Sapevi che in molte culture la 'pancia' perciò il punto interno all'ombelico è considerato la sede 'fisica' dell'Anima???
Una sorta di luogo non luogo , Stargate iniziatico che connette la dimensione terrena a quella cosmica.
Un 'centro sacro' che si dice possegga anche la stessa Terra, benchè i punti in essa siano identificati come più di 'uno' sparsi per tutto il globo, secondo le diverse culture spirituali, uno dei quali è il notissimo Shangri-la o Shamba-la in Tibet.
Nel caso pensavo potesse prendere un particolare significato per te che dovresti avere proprio la 5a in Pesci o con X in Ariete.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 18 maggio 2012
ciao Alix

credo che chirone lo assimilino al segno del sagittario che, infatti è un segno di IV raggio.

Grazie

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 17 maggio 2012
Ciao Deva,
girando in rete x altre ricerche mi è caduto l'occhio per caso su una considerazione su Chirone che verrebbe considerato un pianeta di 4° Raggio.
Ho pensato poteva interessarti.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 13 maggio 2012
Dimenticato...ho detto tutto meno il titolo, che distratta!!!:

" Nettuno e L'Isola che non c'è "

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 13 maggio 2012
ciao Alix

e il titolo dell'articolo ?? se me lo indichi vado a leggerlo sicuramente.

Riguardo ai miei studi, procedono. Tra l'altro ho coinvolto una mia cara amica che ho conosciuto proprio nel sito di Lidia nel 2007. Anche lei quindi conosce bene l'astrologia tradizionale, ed è rimasta conquistata dall'astrologia esoterica (asc.scorpione come me).

Certamente, Alix, non è uno studio facile, perchè è uno studio estremamente vasto e sembra sempre che manchi uno o più tasselli alla comprensione di qualsiasi concetto e questo costringe ad ampliare e ampliare il raggio di approfondimento.

Infatti adesso mi sono scaricata il "trattato di magia bianca" della Bailey ed effettivamente mi sembra di entrare meglio su questioni di carattere esoterico che nei libri di astrologia su cui sto studiando, sembravano date per scontate.

Ma in fondo, il bello è proprio questo, per me...da sagittario apprezzo proprio questa organicità della materia...questa connessione unitaria che coglievo già nell'astrologia tradizionale e che in questa astrologia si "raffina" dal momento che si occupa di piani più "sottili".

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 12 maggio 2012
X Deva:

Ho incrociato un bell'articolo di Lidia sui Nettuniani, in particolare su chi possiede aspetti venere/nettuno (come entrambe noi mi pare, io trigono tu congiunzione).
Se non l'hai ancora letto, potrebbe offrirti ancora una visione in più delle sensazioni legate alla Nettunianità.

Ciao
P.S. Come procedono i tuoi studi di astrologia esoterica?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 6 maggio 2012
Certo Fabiana, verissimo, conoscere più a fondo nel particolare gli eventi che hanno caratterizzato la vita di una persona consente di analizzare sicuramente meglio e in maniera più 'personalizzata' il tutto complessivo.
Personalmente ho sempre sostenuto che l'ambiente in cui ci si viene a trovare incide e condiziona almeno per la metà le risposte che uno tende a dare, a parità di dati astrali intendo.

Comunque sappi che lo Scorpione è un segno molto 'forte', associato alla capacità di 'resurrezione', e di reagire agli eventi, anzi, si dice che proprio nella difficoltà emerga tutto il suo 'potenziale'.
Il tuo desiderio di 'stabilità' e certezze, continuità è legato senza dubbio a un segno di terra dove tu hai la Venere che è il Capricorno.
Se però vuoi andare ad analizzare per nuovi Amori incontri e legami non è nettuno che devi guardare ma le posizioni dei transiti di Urano, Giove, Saturno che formano con la tua Venere.
Nettuno è troppo legato al rischio di 'illusioni'.
Tu hai un Nettuno Sagittario radix in 2a dove hai anche Sole e Mercurio, attualmente Nettuno transita in Pesci 5a, mi viene in mente che questi dati potrebbero significare che per cercare di mantenere i tuoi equilibri e controllare le angosce potrebbe funzionare bene l'ascolto di Musica e se ti piace anche qualche forma di movimento o danza.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Fabiana
inserito sabato 5 maggio 2012
ancora per Alix

Scusa ho dimenticato che volevo confermarti che chiaramente puoi guardare la mia carta. Ho sempre avuto la sensazione d'avere un TN impegnativo; ripeto sensazione! e mi preoccupava nettuno..ma sulla differenza di una congiunzione e un trigono..so che entrambi son "positivi"..che nettuno in pesci amplifica ecc....ma all'epoca del mio post, volevo solo sapere di cosa si trattava, "cosa toccava" se fosse un bene o un male per prepararmi a gestirlo nel migliore dei modi..come dicevo: odio i cambiamenti! essendo inevitabili, preferisco prepararmi: li accetto meglio.
Alix davvero grazie di cuore.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Fabiana
inserito sabato 5 maggio 2012
Cara Alix,

Grazie per le tue risposte e suggerimenti.
Ho perso il mio migliore amico due giorni fa e non ti dico come mi sento frastornata, quindi accetto volentieri di descrivere la mia luna gemelli (sperando di esserne in grado), lo prendo come stimolo per risalire.
In risposta invece a quanto mi hai gentilmente riportato:
Sono nata in auto (per fortuna in prossimità dell'ospedale altimenti non stavo qui nemmeno io)quindi di parto più che naturale ma, effettivamente, una separazione c'è stata: tra me e i miei genitori, all'età di 2 mesi e mezzo allorquando sono stata ricoverata in ospedale per un periodo di circa tre mesi..
Per la personalità uraniana, è più complicato, (dovrei spiegarti tanti eventi ..), quindi superficialmente ti dico che: ti confermo appieno la grande, ma credimi proprio grande, indipendenza; per contro, a questa però e purtroppo, non mi corrisponde una "facilità nei cambiamenti", che invece mal tollero in generale e che sul piano affettivo e dei legami sono proprio il mio punto debole.
E' come se ci fosse qualche connotazione di "terra" che mi fa desiderare di mantenere la stabilità delle cose(ma ho solo Lilith e venere opposta a saturno e plutone,entrambi in III, in capricorno=IV, possibile?? o ancora non ci capisco niente e toro in VII a cui non corrisponderebbe nessun pianeta..) però poi davanti all'"impossibile", anzicchè ammansirmi o cercare compromessi (in modo da mantener questa stabilità di cui avevoi bisogno, avevo perchè dopo l'ultima "separazione" sento che comincio a "guarire") vado sì, verso il cambiamento..e ci metto una tale forza da superare il tunnel di sofferenze in cui mi butto mal volentieri, ma che necessita per liberarmi di ciò che sento non starmi bene e che (solo) alla fine mi fa rinascere, permettendomi di tornare ad essere me stessa!! Insomma è come se cambiassi per non cambiare mai..ma per essere "finalmente".. sempre io! Questo però, l'ho sempre attribuito al fatto che sono solo Sole Scorpione e che, nella fattispecie degli eventi, che non sai, ho solo fatto scelte condizionate dal pregresso familiare d'origine a cui sono conseguite cose che per me, senza questi condizionamenti, poi non andavano tanto bene.
Ciò riporta alla tua ultima considerazione: effettivamente oggi concepisco un legame non legante, come un "viversi affianco" più che fondersi insieme, come invece ESIGEVO giovanissima, è come se volessi rimanere comunque io, sembrerebbe una difesa, invece io la vivo come un maturare, accettare che esista una "separazione" e che nulla (purtroppo!!!) sia permanente.
Un caro saluto e grazie!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 5 maggio 2012
X Fabiana: Oooops errata corridge: intendevo scrivere SOLE scorpione non solo scorpione, spero si intuisse comunque!!!


X Deva:
Molto interessante la decodifica dei 3 raggi, maschile, femminile, intelletto.....significativo anche dal punto di vista scientifico sai.
Beh, se diventerai un'esperta di tale indirizzo astrologico ci farai qualche analisi.
Di là ho inserito una domanda circa le motivazioni che spingono le donne ( o gli uomini) a desiderare figli, se puoi rispondere anche tu, nonostante al momento tu sia più interessata a seguire questo nuovo campo, mi interesserebbe.

grazie
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 5 maggio 2012
ciao Alix

credo che anche in astrologia esoterica (come in quella tradizionale), il metodo per l'interpretazione si fonda sulla conoscenza approfondita della materia, per cui si sono assimilati e metabolizzati governatori dei segni e raggi e si riesce ad avere una visione d'insieme del tema, sia in termini di personalità sia in termini di "finalità dell'anima", posto che, in teoria, non è un astrologia applicabile a chi è ancora immerso totalmente nella dimensione della personalità...nemmeno gli interesserebbe.

Comunque, piano, piano sto procedendo nello studio e ci sto pure capendo...eh...eh....

Alla fine non è così difficile, perchè poi ci sono dei principi universali, nelle discipline astratte che evidentemente sono le fondamenta per tutto...per esempio i primi tre raggi (che per ora ho studiato) si fondano sempre sul principio maschile (I raggio) il principio femminile (II raggio) e il principio dell'intelligenza (attiva) III raggio.

Come vedi c'è un analogia tra i primi tre segni dello zodiaco ariete, toro e gemelli.

Continuo lo studio...

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 5 maggio 2012
Ancora x Fabiana:

Scorrendo i post alla ricerca di una cosa, mi sono accorta solo ora che avevi inserito i tuoi dati, in modo da poter dar modo di vedere la tua carta....... evidentemente mi era sfuggito uno dei tuoi primi post, mi spiace, ora si spiega perchè non ci si era capite!!!

Ricordavo invece solo che eri interessata al grado di nettuno al sole, dunque avevo dato per scontato che eri una Pesci perchè pensavo intendessi al grado di congiunzione.
Beh, cmq ora con i tuoi dati completi tutto è più chiaro, sei solo Scorpione e nettuno interessa il tuo segno ma da lato trigonante per il transito nella tua 5a.
Ok ora ci siamo giuste.

Vedo che hai Luna Gemelli, dato che di là non ne abbiamo parlato ancora, forse puoi raccontarci come vivi la tua femminilità, ricorda solo di non inserire il post in questa sezione.

ciao

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 4 maggio 2012
X Fabiana:

Ti rispondo di quà , in quanto la tua domanda esula dal tema femminile che stiamo trattando di là.
Dunque, Urano in 1a Bilancia anche se non è direttamente collegato all'ascendente oppure a maggior ragione se lo è, ti dà riferimenti circa la tua nascita.
In genere è connesso ad una nascita con parto cesareo, ma anche qualora così non fosse stato, se pensi alle simbologie Uraniane troverai sicuramente degli spunti da analizzare che si rifaranno a qualcosa che successe nei tuoi primi attimi o mesi di vita (faccio per esempio un'inattesa separazione anzichè unione dei genitori).
Per la personalità Urano in ascendente spinge ad una grande indipendenza, a cavalcare facilmente il 'cambiamento', penso però possa dare qualche difficoltà a sentirsi mai veramente in profondità in 'comunione d'anima' con altri o il partner per esempio.
Come se si sentisse o si ricercasse sempre una sorta di 'separazione' o di legame non legante, non vincolante, un pò come se si preferisse rimanere un pò per conto proprio.
Anche solo transitante spinge al 'rinnovamento' a non rimanere mai attaccate al passato, a guardare con maggiore interesse al futuro.

Ciao cara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 3 maggio 2012
X Deva:

Ho dimenticato di dirti una cosa,
se riesci a comprendere totalmente lo schema da utilizzare per le analisi di astrologia esoterica sarebbe interessante ricostruirne semplificatamente le basi per chi fosse interessata a capirne di più.
Dato che io non mi ero addentrata particolarmente pur leggendone a titolo informazionale, non ho mai afferrato del tutto il modo 'completo' di procedere per analizzare il proprio 'tema esoterico'.
Mi era sembrato che i dati 'più importanti' fossero solo e in ultima analisi la posizione d'ascendente e solare con ovviamente segni pianeti e raggi relativi connessi a questi dati, ma poi mi è venuto il dubbio che non fossero gli unici da valutare e ci fosse da fare una 'comparazione' anche con i dati del tema tradizionale.

Fammi sapere


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Fabiana
inserito mercoledì 2 maggio 2012
X Alix e tutte

Concondo appieno e in toto, ormai quando me ne fanno in pubblico,non so più che atteggiamento assumere, nonostante abbia mantenuto o meglio abbia sviluppato, la sensibilità atta a distinguere i veri complimenti dalle adulazioni, riesco meglio con quest'ultime...non facendo una piega. Nell'uno e nell'altro caso, personalmente riconosco il contributo paterno nell'infanzia che è stato un lotta (sono convinta involontaria) all'autostima della mia persona quotidiana e su tutti i fronti; se dapprima non me ne importava, senza accorgermene mi trovai ad accondiscendere, ma alla fine dell'adolescenza iniziai a "dire" basta e, seppur con delle "ricadute" per eventi sopraggiunti, dopo anni, me ne andai per la mia faticosissima strada, anche grazie alle conseguenze di questo mobbing!
In fondo una ..IV casa in Capricorno, doveva dire qualcosa!!..
A Presto!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 2 maggio 2012
X FABIANA:

Ma grazie Fabiana, molto graditi i tuoi inattesi complimenti!!!

E grazie anche a Deva x aver carinamente contribuito a sistemare questo piccolo malinteso.


Cara Fabiana,
mi dai l'opportunità di toccare proprio l'argomento dei 'complimenti' perchè a volte le persone crescono perdendo, o senza avere più, la capacità semplicemente di accettarli godendoseli, in quanto non sono state abituate in tempi infantili o adolescenziali ad averne mai 'troppi'.

Oppure sono vittime di figure genitoriali che intaccando ripetitivamente l'autostima hanno indotto a pensare di non poterseli meritare mai o mai che fossero davvero sinceri.

Così finiscono per accoglierli quasi con imbarazzo, timore, come se fossero dei 'regali' indebiti da nascondere.

Inutile dire che, anche se non si vanno cercando apposta, se arrivano sono sempre un 'toccasana' per sentirsi meglio.
Perciò grazie

A risentirci

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Fabiana
inserito martedì 1 maggio 2012
Care Alix e Deva,

rientro solo ora nel blog.
Son contenta di essermi sbagliata, in tal senso ti chiedo scusa Alix, ma DETESTO arrecare fastidio e per delicatezza (da non confondere con permalosità o arrendevolezza) ho preferito desistere.
Ringrazio te Deva, per aver aggiunto del tuo su Alix e consigliatami, ma leggendo Alix vieni permeata da una tale persona che non so definire se non come già fatto e cioè "densa", in un senso di profondità e ricchezza interiore, di una persona che ha da dare saggiamente e lo fa "leggermente"...quindi non faccio difficoltà a crederti.
Ad entrambe grazie ed a presto!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 1 maggio 2012
Bene, piacere di averti dato dritte illuminanti, quindi non c'è più bisogno che aggiunga altre cose per il tema Venere Terra che intendevo postarti ancora.
A meno che non ci siano altre bloggers interessate alla cosa.


Il tuo ultimo post poi ha già preceduto un'altra cosa che volevo aggiungerti oggi, proprio sulle 'triangolazioni', quindi hai già capito e trovato da te lo schema di partenza.
Dato che può esserti d'aiuto per approfondire ulteriormente però ti indico un articolo che mi è sembrato molto interessante e che potrà fartene trovare a seguito altri connessi.
Cerca 'Le tre croci' di Maria Grazia Barbieri.
Sono certa che partendo da li troverai anche tanto altro materiale chiarificante.

Intanto persino l'impostazione grafica di questa astrologia esoterica che ti interessa andrebbe fatta diversamente.
I settori si eliminano a favore appunto di 'croci' che riprodurrebbero nella loro totalità una 'STELLA' a 12 raggi.
( del resto più in sintonia con l'aura esoterica della materia)
Questo ti darebbe modo di 'visualizzare' meglio i punti 'cardine' sullo schema delle croci.
Pianeti e Raggi relativi li scrivi sopra ogni raggio della stella.
Se ti aiuti con un colore diverso per ogni croce forse l'entrata visivo/intuitiva 'nello schema' potrebbe essere rivelatoria proprio di quelle 'basi' che andavi cercando per iniziare ad approfondirla in maniera 'sistematica' seppur intuitiva.

Non mi resta che augurarti Buon Viaggio in questo nuovo 'universo'di conoscenza!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 1 maggio 2012
@ALIX

Ho trovato una cosa interessante che dà un senso e una spiegazione più precisa, dei vari livelli di astrologia che mi hai indicato.

E' legato alla "scienza dei triangoli" che sostiene che QUALSIASI manifestazione è di natura triuna.

Per esempio abbiamo...il cosmo - il sistema solare - la terra che per analogia con l'uomo avremmo lo spirito - l'anima - la personalità, in questo modo è chiaro perchè la terra è un pianeta non sacro perchè corrisponde alla nostra dimensione di personalità (quindi la parte non evoluta dell'essere umano).

In base al principio dei triangoli, come dicevo qualsiasi manifestazione è triuna, quindi, per esempio, i segni sono triuni...e quindi avrannno un reggente della personalità, un reggente dell'anima e un reggente dello spirito o monade.

Quindi per fare un esempio, venere governa la bilancia e il toro per la personalità, i gemelli per l'anima e il capricorno per la monade.

In questo senso avremmo tre astrologie, ma di fatto si occupano di livelli diversi di evoluzione.

Poi, ho capito perchè il sagittario è governato dalla terra, tu mi hai dato lo spunto...effettivamente venere viene ritenuto il "sè superiore" della terra.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 29 aprile 2012
ciao Alix

eh lo so che è una astrologia molto complessa, ma ti dirò che era da un po' che mi stavo guardando in giro in cerca di un "nuovo percorso" e questo sembra interessarmi parecchio.

Come ti ho detto, non è la prima volta che me ne occupo e forse proprio per questo, a forza di tornarci e ritornarci, adesso mi sembra meno ostico, anzi...ho imparato ormai a memoria tutte le assegnazioni. Per quanto riguarda i raggi...sarà il passo successivo (anche se so che sono strettamente collegati), per ora voglio concentrarmi un attimo sui segni e i pianeti. Un passo alla volta...in modo da elaborare le informazioni e assimilarle. Grazie sempre per i tuoi spunti.

Per FABIANA

Ti posso dire che hai frainteso le parole di Alix...se c'è una cosa che posso dire di lei è che è estremamente disponibile nello scambio.

Allo stesso modo, però voglio anche io dirti che non devi farti scoraggiare se non ottieni subito risposte...qui tutte noi scriviamo nel nostro tempo libero, e c'è chi ne ha di più, chi di meno...poi magari c'è chi è preso da un certo argomento e meno da altri, o semplicemente, in quel momento non ha voglia di rispondere.

In generale tutte noi tendiamo più a dare che a chiedere, non perchè non sia giusto e ammissibile chiedere ma in un forum è particolarmente importante l'apporto che ognuno dà, liberamente, nelle sue possibilità e conoscenze, piccole o grandi che siano.

E' in questo modo che si crea la confidenza che favorisce il vicendevole scambio.

ciao
lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 29 aprile 2012
X Deva:

Credo che per darti risposta a questo quesito Terra Sagittario - Gemelli Venere dovresti approfondire i significati mitologici del pianeta Venere dalla Mesopotomia in poi, eventualmente anche della cultura Maya.
Vedrai che ci trovi spunti.
E credo ti aiuterebbe anche una ricerca degli aspetti cosmologici relativi al movimento del pianeta, perchè Venere essendo il corpo più luminoso in cielo dopo sole e luna è quello che più di altri rappresentava il 'cielo' con tutti i suoi annessi e connessi spiritualistici e ultradimensionali visto dalla 'Terra' quindi animicamente 'dalla dimensione terrestre'.

Credo di aver trovato infatti tempo fa che Venere è identificato come lo 'specchio' della Terra, un suo riflesso o il suo gemello bipolare se vuoi, in quanto il suo glifo assume l'aspetto di uno specchio nelle mani della Dea Madre che dà vita a seguire ( Venere gemelli e poi vedi cancro nettuno/ riconducibile all'acqua e persino alla 'rottura delle acque' 6° raggio dunque) alla 'nascita' della dimensione fisica.

Non sò invece se fai bene a fare considerazioni rispetto alla posizione Terra nei radix consueto che forse non ha implicazioni.

Se scopri cose interessanti o ti vengono delle riflessioni tienimi aggiornata se ti và.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 29 aprile 2012
X Deva

Credo che hai scelto un settore astrologico effettivamente molto complesso e 'vastissimo' da approfondire anche perchè c'è da capire tutto lo schema dei 'triangoli' e devi tenere conto anche di tutte le associazioni dei 'raggi' relativi.
Io memorizzo sempre tutti i siti che visito per ricerche varie e ne avevo diversi anche di questo tipo di astrologia.
Sono tornata a rivederli quà e là.
Il Sagittario ne canalizza ben 4 o 5 di questi Raggi e non è poco.
Se cerchi c'è un'articolo interessante e molto chiaro sul 'convivio' intitolato 'Astrologia Transpersonale' di Errol Weiner.
Cerca anche cose del maestro tibetano Djwal Khul.
Ti consiglierei anche di dare un'occhiata all'Astrologia dei 7 chakras' visto che le energie hanno collegamenti diretti.
Prova a digitare anche ' Esempio di interpretazione tema natale secondo astrologia transpersonale' chissà che non ti dia indirizzi di riflessione utili.

Credo che il Sagittario sia associato alla Terra intanto perchè avevo letto che è collegato all'apparizione dell'homo sapiens.
Inoltre perchè si troverebbe secondo lo schema 'orizzonte' cancro capricorno che ti ho suggerito a canalizzare energie spirituali ripulite e alleggerite ma che ancora 'attraversano' la dimensione fisica.
Invece di fare lo schema orizzonte Ariete a sinistra e giro antiorario, fai lo schema orizzonte Cancro a destra e separa i settori.
Il settore che entra nella dimensione più fisica si trova a destra in basso ( cancro leone vergine dove il raggio probabilmente re-inizia sempre in progress da a ripulirsi) segue settore (bilancia scorpione sagittario in progress che stà ultimando la 'raffinazione') prima di entrare nella porta spirito ( capricorno acquario pesci) dove la raffinazione del raggio raggiunge la cuspide vetta all'apice quindi al posto del nostro mediocielo troveresti i Pesci il chè tornerebbe mi pare no???
Ogni apice o vetta presume la seguente 'riaddensazione' che prosegue progressivamente da Ariete Toro Gemelli prima della porta Cancro.

Secondo me questo schema potrebbe portarti a comprensioni illuminanti.

Intanto ho trovato la 'giustificazione' che danno per Vulcano, pare che la luce troppo intensa e vicina del Sole ne impedisca l'individuazione con i telescopi perciò ne danno per certa l'esistenza unicamente per 'FEDE' e perchè dicono che finchè non si sarà pronti per questa energia non si potrà 'rilevare' la sua presenza.....

alla prossima





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 29 aprile 2012
X Fabiana:

Ma no no Fabiana, perchè hai interpretato il mio post con il tono di un infastidito disappunto!!!
Macchè ma ti pare......dai

Il mio era un semplicissimo consiglio in quanto 'chiunque' voglia e possa risponderti e che segue il blog avrebbe bisogno di quelle informazioni base, anche perchè non sempre chi ti dà la risposta è quella a cui tu fai specificatamente la domanda, ne devi tenere conto.

Inserendo più indicazioi faciliti l'interazione con tutte.
E non prendertela mai se non ottieni risposte o da Lidia o da altre bloggers, capita a ognuna di noi anche piuttosto spesso, quando succede o si riprova o si passa ad altri quesiti senza risentirsi.

A volte secondo i 'tempi' che ognuna quì ha a disposizione sceglie di rispondere piuttosto all'una che all'altra ma credimi, nessuna penso faccia preferenze.
Mi spiace tanto che tu abbia avuto questa strana impressione di 'indisponibilità'.

un salutone

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Fabiana
inserito domenica 29 aprile 2012
Ciao Alix,
mi dispiace averti tediata con le mie domande; infatti, se la volta scorsa con la tua celerità avevo dubbi in merito, con le tue "..a chi trova il tempo per risponderti" sei stata efficace ..e posso anche rendermi conto del perchè..
Se le mie domande sono state indirizzate a te è perchè, non solo, sei stata gentile nel rispondermi la prima volta, ho quindi creduto in una tua disponibilità anche dinanzi a domande, per te, banali, ma soprattutto in quanto ammirata dalla tua conoscenza e, non essendo in cerca di santoni o interpretazioni "compiuterizzate" nel web, mi avrebbe fatto piacere avere una mano da una persona "acculturata" in merito per passione e non per profitto ed in tal senso disinteressata.
Infatti, per me profanissima, già le tue indicazioni su case e aspetti costituiscono un indirizzo..ma "capita l'antifona", non te li menzionerò, proprio per non "costringerti" a rispondere..anche se dispiaciuta molto (avrei avuto piacere a scambiare idee ed elaborare considerazioni con una persona densa come te), ti ringrazio, comunque, sempre e ti saluto cordialmente.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 28 aprile 2012
@Alix

si,hanno senso le tue considerazioni, ma perchè il governatore del sagittario è la terra, questo non capisco. Terra in sagittario che si contrappone a venere gemelli.

Poi sai che la terra corrisponde al grado opposto alla posizione del nostro sole ?? quindi io ce l'ho in gemelli in VIII casa.

Comunque, devo approfondire, altrimenti riesco a fare solo considerazioni superficiali.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 28 aprile 2012
X Deva:
ho notato una cosa forse ti potrebbe aiutare a comprendere il significato per il sagittario.

Rivedi la sequenza in circolare ma così:

Cancro - porta d'accesso alla 'materia'
quindi lo spirito espresso si cala nella materia che ricomincia il 'ciclo' di raffinazione vibrazionale via via fino all'ultimo stadio sagittariano prima dell'ingresso dall'altra porta d'accesso
quindi
leone
vergine
bilancia
scorpione
sagittario
Capricorno - porta d'accesso allo 'spirito' che vibrazionalmente tende a riaddensarsi in materia
acquario
pesci
ariete
toro
gemelli ( venere ) prima di 'rimanifestarsi' in materia dalla porta cancro.

pensaci eventualmente rielaborando ma sicuramente queste 2 porte opposte con i conseguenti 2 semicerchi settoriali hanno in se qualche 'Chiave' interpretativa

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 28 aprile 2012
ciao Alix

grazie per i tuoi spunti.

Si, è vero, forse ho trovato un nuovo sentiero di ricerca e questa cosa mi piace...adesso però vorrei cominciare a studiare con criterio, fino ad ora ho legiucchiato di qua e di là senza soffermarmi ad approfondire seriamente termini specifici della materia.

Riguardo all'intuizione, certamente è un elemento fondamentale in tutte le discipline simboliche, ma in particolar modo in questa astrologia, dove il tema in oggetto è estremamente astratto e indefinibile come l'anima e la coscienza e quindi è particolarmente difficile (se non impossibilile) trovare riscontri verificabili.

un caro saluto

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 28 aprile 2012
X Deva:

Tutti gli universi 'simbolici' sono universi 'intuitivi' ma il 'simbolo' o l'associazione con dati 'simboli' nascono da 'fondamenti'persi nella storia dei tempi, nella storia delle astrologie stesse e nella storia del sapere, insomma sono 'rintracciabili' sia per una sorta di 'istinto' che ti guida da dentro come un 'faro' come se portasse i ricordi di altre ere, sia per 'associazioni' stesse che vanno poi a 'ricollegare' il tutto.

Forse potrebbe interessarti sapere che viene attribuita una specie di 'scala' concentrica allargata per i diversi approcci astrologici come fossero diversi livelli:

Astrologia classica ( quella tradizionale)
Astrologia della persona (umanistica)
Astrologia dell'Anima ( Karmica ed Evolutiva)
Astrologia dei Sette Raggi ( Esoterica)
Astrologia Monadica ( Cosmica??? )
E pare ve ne sia un'altra praticamente sconosciuta che forse è proprio quella 'siderale' che dicono di origine Atlatidea che ha perfino diversi i glifi ed è divisa in 36 settori come l'astrologia Celtica del resto.
C'è poi l'approccio dell'Esoastrologia di cui avevo già parlato ( direi definibile scientifico/ astronomica)

Nella Monadica comunque le attribuzioni sono ancora diverse
e comprendeno 2 costellazioni in più che sono L'Ofiuco e Orione.

Te le elenco:

Artete-Urano
Toro- Vulcano
Orione
Gemelli-Terra
Cancro-Nettuno
Leone-Sole Urano
Vergine-Giove
Bilancia-Saturno
Scorpione-Mercurio
Ofiuco
Sagittario-Marte
Capricorno-Venere
Acquario-Luna Urano Vulcano
Pesci-Plutone

Forse puoi fare dei confronti per stimolare altre 'intuizioni' personali visto che quì nella monadica la Terra è attribuita ai Gemelli, stesso asse Terra in Sagittario della Esoterica.

Vulcano cosmologicamente praticamente non ha senso a meno di non considerarlo un'emanazione di energia tipo un 'flaire' solare( eruzione solare).
O pensare che sia la Terra che Vulcano fossero stati introdotti come definizioni perchè erano ancora del tutto ignoti X e Y da chi stese le basi di queste astrologie.

Se i testi sono recenti potrebbe interessare se li indichi precisamente , certo.

In certa astrologia definita sempre esoterica si usano interpretare anche tutta la simbolgia dei 360 Simboli Sabiani che sono delle 'enigmatiche definizioni' che servirebbero proprio allo scopo di esercitare e allargare l'intuizione.

a risentirci....
vedo che hai riaperto un tuo sentiero di ricerca!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 28 aprile 2012
Ancora x Deva:

Avendo percorso le strade dell'ermetismo e dell'esoterismo a lungo ti potrei dare delle minime 'letture' del perchè nell'astrologia esoterica la Luna è affidata al segno Vergine.

Cerca nella simbologia relativa ai significato storico occulto che è poi sfociato nei culti 'mariani', la Vergine è sempre associata alle 'Fonti' d'acqua dunque 'fonti' come 'laghi' luna cancro quì messa in virgo per il significato correlato al principio 'fonte della Vita'.

Urano in Libra lo trovi spiegato nella filosofia della 'magia alchemica' la cui base per ottenere la perfetta 'integrazione' era il detto più noto a tutti che è il 'coagula et solve' che per altro ritrovi anche ripetuto nell'iconografia del Baphomet, per l'integrità del 'Tutto' (che veniva rappresentato nella 'monade hyerogliphica' un simbolo particolare che non ho modo di riportarti)si diceva:
'Divider devi e poscia Unire' .

Gli altri per ora mi giungono più ostici da interpretare.

Ad ogni modo l'astrologia esoterica di 7 raggi non è l'ultima tappa, pare esista anche l'astrologia appunto definita della 'Monade' che, tanto per creare ancora più sconcerto tra le assegnazioni le ha ancora 'diverse' da quella esoterica.
Credo di aver trovato una volta anche le basi di una cosiddetta astrologia 'siderale'.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 28 aprile 2012
Ciao Fabiana, la tua domanda chiedeva se c'era relazione tra il significato di nettuno in una data casa del tema natale e il suo transito sul tuo sole.

Hai indicato si dei dati, ma non hai mai messo 'segni zodiacali relativi' e 'case astrologiche' in nessun caso mi pare.
Se anche tu non vuoi inserire i dati completi è comunque necessario quando fai domande indicare le posizioni altrimenti mancano dati 'utili'.

Quindi indica 'sempre' dove hai nettuno RADIX in che casa e segno e in che segno e casa hai il tuo Sole, idem x gli 'aspetti'.

Anche se li avevi già messi da qualche parte possono essere sfuggiti è bene quindi ripetere sempre le posizioni x ricordarle a chi trova tempo di risponderti.

Se hai nettuno in transito al grado solare sei una Pesci, quindi il transito 'enfatizzerà ulteriormente' i significati simbolici nettuniani dato che il pesci è governato da nettuno, ma se non si sà dove hai precisamente il tuo nettuno radix ne in che casa hai il tuo Sole non sono intuibili le 'correlazioni' relative ad uno specifico 'effetto'.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 28 aprile 2012
ciao Alix

in merito all'astrologia esoterica sia nel libro (anzi ne ho due) sia nel web, leggo che è un astrologia di carattere intuitivo, nel senso che chi è "avanti" nel processo evolutivo può comprenderla, può svelarne gli arcani per gli altri rimmarrà più o meno oscura, come tutti gli insegnamenti iniziatici. Questo è ciò che ho letto, non esprimo mie opinioni personali sull'argomento, che in questo momento, non ci sono...mi sto limitando ad osservare, a leggere, ad approfondire.

Riguardo alle assegnazioni, hanno un loro senso se guardate nell'ottica spirituale e non della personalità, ciò che mi risulta più difficile è comprendere le assegnazioni in termini di assi delle case, resa più complessa certamente dalla presenza di un "pianeta" come vulcano che non riesco a definire del tutto, come del pianeta terra.

Nel senso che nell'astrologia tradizionale gli assi sono complementari tipo casa terza "il circostante" casa IX "il lontano", ma in questa astrologia questa corrispondenza non riesco ancora a padroneggiarla.

Comunque, se vuoi ti indico le assegnazioni con i significati relativi (molto sintetizzati).

ariete mercurio - impulso creativo (piano mentale)
toro vulcano - manifestazione (piano astrale ed emotivo)
gemelli venere - unione delle polarità (piano eterico)
cancro nettuno - porta di accesso della materia, incarnazione fisica della coscienza (piano fisico)
leone sole - individualizzazione
vergine luna - integrazione anima e personalità
bilancia urano - equilibrio degli opposti
scorpione marte - iniziazione, trasformazione profonda
sagittario terra - questa assegnazione non la capisco, per ora, credo che riguardi l'imparare a "raffinare la materia" in generale il sagittario è il sentiero spirituale verso il regno dello spirito.
capricorno saturno - porta di accesso allo spirito
aquario giove - gruppo, coscienza collettiva
pesci plutone - trasmutazione della materia nello spirito

Certo è che se vuoi approfondire meglio non ti resta che acquistare un libro sull'argomento che è molto, molto complesso come vedi e per entrare nel merito bisogna approfondire molto...per esempio bisognerebbe capire bene i termini che usano come coscienza, spirito, anima...che hanno dei significati ben precisi.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Fabiana
inserito venerdì 27 aprile 2012
x Alix


Grazie per la tua risposta..effettivamente vorrei venire a capo del mio TN ma in particolare mi interessava questa "cosa" di nettuno(i cui aspetti sono quelli che già ti avevo menzionato).
Ad ogni modo ho trovato interessante quanto dicevi di urano in bilancia, mi piacerebbe dicessi di più....e se poi fosse in ascendente???.....:))grazie Alix!

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 27 aprile 2012
X Deva:

intanto ti annuncio che finalmente sono riuscita a capire 'bene' il 'meccanismo matematico' delle attribuzioni che dal domicilio si spostano per l'esaltazione al grado trigonante.

Sarà che ragionandoci sopra meglio in questi giorni cercando 'altri schemi' sono riuscita ad arrivare a comprenderne davvero l'impostazione ( invece di utilizzarlo e basta).

Mi rimangono delle perplessità però proprio relative all'utilizzo di uno schema a 'gradi decani' per una questione 'complessiva' che dovrebbe includere anche lo spazio gradi di esilio e caduta, che sarebbe troppo lungo cercare di spiegare ora.

Quindi tralascio e passo al tuo argomento.



Davvero molto interessante la 'citazione' e ho qualcosa x te e questa tua attuale ricerca.

Se vuoi capire perchè la tradizione esoterica ed ermetica associa Venere ai Gemelli cerca informazioni relative alla simbologia della 'figura' del Bhafomet e le troverai tutte raggruppate in essa.

Il Caduceo Di Hermes ( mercurio gemelli)che tra l'altro come 'verga eretta' spiega lampantemente l'assegnazione di plutone ai gemelli nell'astrologia tradizionale, nonchè i principi dei chakras dell'energia Kundalini simboleggiati dai 2 serpenti etc. etc.

Praticamente questa figura spesso 'travisata'e 'distorta' da chi ha scarse e rudimentali conoscenze è sempre stato il simbolo 'occulto'e quindi reso 'inquietante' di 'tutto' ciò che hai riportato.

Mi è tornata in mente perchè dopo il tuo post avevo fatto una minima ricerchina su questo allineamento sole venere terra e per coincidenza ho trovato subito una spiegazione dei cicli a 'ottave' che pare 'disegnino' virtualmente in cielo nel loro progressivo moto una 'stella' a cinque punte che fa parte sempre dell'iconografia ermetica relativa.

Non saprei dirti però il perchè delle altre strane assegnazioni pianeta, tra l'altro 2 condivise con i loro posti tradizionali.

In più Vulcano è un pianeta che forse pensavano potesse esistere ai tempi della Bailey ma che l'astronomia con i mezzi ben più avanzati e ben più recenti ne esclude assolutamente l'esistenza.
In teoria doveva stare tra sole e mercurio.

L'astronomia condivide invece la divisione per 5 + 7 restanti pianeti ma i pianeti scelti dall'esoterismo e divisi in 'sacri 7' e non sacri 5' non sarebbero quelli giusti i sequenza reale.

Frutto probabilmente delle 'lacunose' conoscenze del passato quando scrissero i trattato dei 'raggi' e del 'fuoco cosmico' etc.......

Il motivo della divisione astronomica è molto semplice dopo sole mercurio venere terra e marte c'è una fascia di asteroidi che separa questi pianeti dagli altri sette giove saturno urano nettno plutone x e y che sarebbero da considerare quelli più giustamente 'Divini'.

Personalmente ho sempre avuto l'impressione che l'astrologia esoterica, pur indicando cose assolutamente interessanti, i colori dei 7 raggi tra l'altro sono gli stessi dei chakras e dunque è possibile che ci sia una 'correlazione' con l'apertura o la non apertura degli stessi, sia confusionaria, del resto è noto che arrivi da tradizioni che hanno miscelato filosofie del buddhismo tibetano, occultismo occidentale e tradizione ermetica, purtroppo penalizzate dalle 'scadenti' conoscenze scientifiche, cosmologiche o della fisica di quel tempo.

Non sò se tu sei riuscita a trovare studiosi più recenti che come ha fatto Morpurgo con l'astrologia tradizionale hanno 'attualizzato' e 'reimpostato' in maniere più attendibili le 'concezioni' magari anche 'spiegando' le ragioni e tutti i perchè delle diverse 'attribuzioni' planetarie.

Conosco poi un'altra branca dell'astrologia esoterica ancora diversa, che pur interpretando in termini di effetti 'astrali' utilizzava le stesse assegnazioni dell'astrologia consueta se non sbaglio, tanti e tanti anni fà avevo scovato un libro di Alan Leo.

Se riesci a trovare spiegazioni circa le 'assegnazioni' dei pianeti e se considerino ancora come valido un pianeta 'inesistente' mi interesserebbe.

ciao











-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 26 aprile 2012
Aggiungo, giusto per allargare il concetto delle 'ipotesi' attribuzioni Urano Saturno che Saturno 'Tempo' è perfetto anche con Y 'Spazio' (lo spazio-tempo della fisica delle particelle).
Tra l'altro proprio su quell'asse Terra ( vergine) Cielo o Cosmo (pesci) avverrebbe anche la sola sequenza alterata di tutto lo schema maschile/femminile perche si ripete a seguire un principo maschile dopo Sole Leone e quindi si ripete il femminile dopo femminile Acquario in Pesci, il chè proprio su quell'asse 6a/12a e non un altro per me starebbe a significare 'qualcosa' di importante.
Faccio solo per chiarire e nel caso interessasse ad altre, non ho intenzione di 'convincere'.
Sai perchè Urano esaltato in Bilancia è complicato da 'vedere', perchè nel segno che rappresenta l'Unione è difficile da affiancare una simbologia che rappresenta 'tagli'e 'divisioni' ma se pensi che ad esempio la Giustizia , simbolo sempre Bilancino 7a ha in mano una 'spada' già potrebbe indicare una via......


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 26 aprile 2012
ciao Alix

riguardo alla tua ricerca...si, ha senso quello che dici...ma l'astrologia tradizionale è un SISTEMA che mi sembra funzionare molto bene per come lo conosciamo, proprio perchè ci vedo una logica sensata che regge molto bene alle verifiche.

Riguardo all'allineamento terra venere sole, ti riporto pari, pari un intervento che ho inserito nel sito dei viaggi astrali.

E' tratto dal libro "astrologia centrata sull'anima" di Alan Oken

"Nell’astrologia tradizionale i gemelli, segno in cui avverrà la congiunzione sono governati da mercurio, mentre nell’astrologia esoterica sono proprio governati da venere.

La simbologia di questo allineamento è particolarmente significativa, perché venere, come governatore dei gemelli è un agente di sintesi dal momento che la sua funzione è fondere e armonizzare gli opposti in totalità più evolute creativamente.

I Gemelli cambiano, mutano, riadattano tutto quanto è necessario all’evoluzione dell’Anima, sia nelle nostre vite individuali, che nella nostra vita collettiva come umanità.

Una delle polarità terrestri di fondamentale importanza è quella esistente tra il maschile e il femminile (venere/sole). Quando queste polarità trovano l’unione armoniosa tramite l’influsso positivo di venere, la razza umana progredisce (in questo senso è molto significativo questo allineamento dal punto di vista simbolico).

Venere ha la funzione di trasformare la conoscenza in saggezza. Essa collega armoniosamente le facoltà mentali inferiori e quelle superiori attraverso il ritmo relazionale caratteristico del suo segno, Gemelli. Il suo punto focale nell’organismo è il centro “Ajna - il terzo occhio, l’occhio del Toro, il Corno dell’unicorno” .Questo è la sede della saggezza e la lente attraverso cui l’essere umano evoluto, percepisce il mondo. Venere è perciò il punto di sintesi, la risoluzione della polarità (cioè l’occhio sinistro e destro), e la qualità unificante che aiuta a risolvere la dualità.

Un altro aspetto che potrebbe interessarvi e questo….la connessione di venere con il doppio eterico. E’ da ricordare che il doppio eterico si colloca tra il piano astrale e il corpo fisico denso. Qui si trovano i chakra ed è per mezzo del doppio eterico e dei suoi vari componenti che l’energia della vita (prana solare) viene distribuita, attraverso la rete eterica, nel sistema nervoso del veicolo fisico. Questi sistemi che hanno la funzione di collegare sono sotto la direzione dei Gemelli. Venere contribuisce a farli funzionare, in modo da favorire una connessione armoniosa tra i corpi visibili ed invisibili ed i veicoli della coscienza che costituiscono il vero “corpo umano”.


ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 26 aprile 2012
Ma guarda che 'combinazione'...siamo tutte due alle prese con approfondimenti su 'assegnazioni' sebbene indirizzate come di consueto su percorsi diversi.

Si, conosco l'astrologia esoterica anche se non l'ho mai approfondita, nel senso che non sono proprio riuscita a leggermi tutto il trattato dei 'Sette Raggi' della Bailey, sinceramente 'non ho retto', ho letto e leggo cose quà e là ogni tanto sul web.

Una bella complicazione rivederti tutto l'universo simbolico a cui sei abituata, ma è proprio lì il punto anche della mia ricerchina, se un'attribuzione fosse 'sbagliata' una interpreta comunque attraverso un simbolo che pare lo stesso prendere 'forma' adeguata secondo le 'prospettive' che assumi.
Non trovi che il 'concettone' sia interessante?

Mi hai ricordato che considerano Venere un pianeta importantissimo forse il PIU' importante, simbolo per loro dell'Intelletto più elevato secondo le loro interpretazioni.

Non ero al corrente però di questo allineamento, certo che può interessarmi che ne parli, assolutamente!

Mi pare di ricordare che per l'astrologia esoterica anche le polarità maschile-femminile assumano un'importanza particolare quando si 'muove dell'energia', vedo che l'allineamento è vicinissimo, vuoi vedere che tutto stò improvviso mio interesse per 'assegnazioni' coerenti a principi polari è derivato da lì......guarda guarda....

grazie carissima
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 26 aprile 2012
ciao Alix

non riesco a starti dietro su questa cosa dei domicili base, primari ed esaltazioni....nel senso che avevo approfondito tanto quando studiavo astrologia e mi tornava.

Poi che ci possano essere delle obiezioni su queste attribuzioni, certamente ci sono ma per me va bene così.

Su urano saturno, per esempio, io non sono d'accordo nell'invertire le posizioni, per quanto questo possa avere una logica anche secondo i tuoi ragionamenti in base a suddivisione tra maschile e femminile, ma per me urano in bilancia al posto di saturno, non ci sta dal punto di vista simbolico.

Tra l'altro, in questo momento sono presa anche io da attribuzioni di pianeti ai segni ma non dell'astrologia tradizionale ma di quella esoterica.

Non so se hai presente di cosa parlo..?...trattato dei 7 raggi e compagnia bella...un caos pazzesco perchè i sig.ri dei segni sono completamente diversi. Per ora non ci sto capendo niente, nel senso che non ci trovo un filo logico...ma vediamo un pò se continuo o desisto come ho già fatto parecchie volte su questo ostico (ma interessante) argomento.

Sto approfondendo perchè ho letto qualcosa riguardo all'allineamento sole venere terra del 6 giugno. Ne sai qualcosa ?? è un evento raro che avviene a coppie di 8 anni (nel senso che è già avvenuto nel 2004 e il prossimo accadrà nel 2117) ed è molto significativo in relazione all'astrologia esoterica.

Se vuoi ti dico qualcosa in più.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 26 aprile 2012
Ciao Fabiana,
ora sono in velocità quindi ti dico solo che RADIX indica semplicemente la posizione che occupa un pianeta nella tua carta natale.
La sua collocazione base dunque.
Non tutte se hai seguito inseriamo i nostri dati , ognuna per i suoi motivi, se per te non fosse un problema la 'visualizzazione' dell'intero complesso delle posizioni rende più precisa qualunque indicazione.

Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Fabiana
inserito mercoledì 25 aprile 2012
Ciao Alix, grazie mille per le tue considerazioni, però non so cosa voglia dire RADIX..il mio Nettuno è in sestile con Plutone, ma ci sono anche la mia Luna opposta a Nettuno e il mio Giove in sestile con Nettuno..immaginando che io debba riferirmi al primo aspetto, per caso sai dirmi anche qualcosa in merito?
Ciao e grazie ancora.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 25 aprile 2012
Ecco Deva,
ora riesco ad essere più chiara.

Ho fatto uno schemino per visualizzare cosa 'nel complesso' non mi tornava.

Stabilito che ci sono pianeti e segni di caratteri più maschili che femminili ho attribuito un 'carattere' anche agli 'indifferenziati' (come ho detto di là) mercurio e urano sulla base del resto dello schema maschile/femminile.

Se Saturno maschile è controluminare Luna femminile,
Urano controluminare di sole/maschile è di carattere più femminile, dunque Mercurio è un maschile.

Stabilito questo ho messo per ora solo Segno e Domicili Primari ed Esaltazioni per fare un controllo.

Ogni segno maschile è accompagnato da domicilio ed esaltazione di genere maschile.
Ogni segno femminile è accompagnato da domicili e esaltazioni con pianeti femminili.
Invariabilmente......

Eccetto Urano esaltato in Vergine e Saturno esaltato in Bilancia che guarda caso, che io sappia, hanno sempre creato notevoli 'perplessità' nel mondo astrologico, seppur poi universalmente accettati come anche lo stradiscusso Plutone in Gemelli.

Invertendone la posizione tutto tornerebbe più coerente senza 'eccezioni' di sorta, inoltre Saturno 'Tempo' esaltato in vergine legherebbe molto bene con il domicilio primario in Vergine di Y 'Ritmo' mi pare e a mio parere anche con tante altre cose.
Rimarrebbe da valutare che tipo di associazioni si potrebbero fare per l'Urano esaltato in Bilancia.


Se giri in rete ad ogni modo capita di incontrare altre appassionate di astrologia che non condividono l'assegnazione di questo o quell'altro pianeta, non è che lo schema sia sempre condiviso, inoltre la stessa Morpurgo univa a certe posizioni dei 'punti interrogativi'.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 25 aprile 2012
Ciao Fabiana,
posso dirti come la penso io.
Io credo che qualsiasi pianeta in movimento transitante mantenga un 'filo conduttore' con i simbolismi della posizione Radix del pianeta stesso, come se in qualche modo se li portasse dietro attraverso lo zodiaco 'evolvendo' però 'modificazioni' rispetto ai settori transitati e ai pianeti 'toccati' nel contempo ma in relazione sempre ai significati della posizione occupata di base e agli aspetti radix che fà di base.
Un collegamento sottile lo penso presente.
Un nettuno trigonante venere come il mio, manterrà sempre anche in moto transitante un 'influenza dei suoi caratteri di base 'nettuno/venusiani'.

ciao cara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 25 aprile 2012
O bene bene Deva, con il tuo potenziale logico/matematico, forse sei la persona più adatta dopo Lidia per darmi chiarimenti.
Dunque se per te tutto torna 'impeccabilmente' è probabile che la mia sia solo un'impressione sbagliata, e infatti si tratta solo di una mera 'impressione' che colgo 'visualmente' di cui ancora non saprei darti le esatte 'coordinate' per discuterne più precisamente.
Tieni presente che personalmente non sono mai riuscita a seguire con 'lucida perfezione' la logica degli schemi del 'Convitato', quelli che riportano quei grafici con tutte quelle linee di connessioni intersecate, hai presente?
Dunque può essere benissimo che a me non arrivino con la dovuta chiarezza queste logiche che per te sono 'lampanti'.
Intanto riconsultandolo un attimo mi sono ricordata che la questione che i luminari Sole Luna abbiano una sola posizione primaria senza quella base è questione a cui la Morpurgo aveva dato spiegazione proprio attraverso questi schemi, considerando la faccenda come un'apertura di uscita verso i sistemi dello zodiaco B.
Tuttavia rimaneva supposizione..... a cui altri astrologi avevano tentato di avanzare diversi tipi di spiegazioni tentando di assegnare delle posizioni che riempissero quei supposti 'vuoti'.
Per esempio tu concordi con questa spiegazione astrologica della Morpurgo?

E comunque mi resta da comprendere la 'differenza' ESATTA tra domicilio primario e base, la RAGIONE effettiva per cui si attribuisce più incidenza dell'una piuttosto che all'altra.

Una delle possibili ragioni della mia perplessità è che mi era venuto in mente che se lo zodiaco B era uno zodiaco 'alternativo' cioè 'rovesciato' i pianeti in 'trasparenza' dovrebbero portare principi 'rovesciati' rispetto alle altre 3 posizioni ( primaria base ed esaltazione) e dunque dove vi erano tutti pianeti portanti principi maschili, diciamo così, ci doveva stare una 'trasparenza' con un pianeta portante principi più femminili.....era un'idea molto vaga in cui però mi perdo totalmente se dovessi tentare di ricreare uno schema per verificare se fosse possibile ricostruirlo diversamente.

Inutile far notare che è 'tipicamente' da 'Uraniana' voler 'rompere' gli schemi....persino quelli tutto sommato più recenti!!!

Siamo decisamente 'irrecuperabili'.........



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Fabiana
inserito mercoledì 25 aprile 2012
per favore visto che Lidia non mi ha risposto, qualcuno saprebbe dare una risposta al mio ultimo post?...ringrazio sin d'ora chiunque volesse farlo.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 24 aprile 2012
ciao Alix

si, io sono d'accordo sulle assegnazioni dei pianeti ai segni, la logica mi torna, non ho particolari perplessità.

Riguardo al domicilio base e primario...sono il pianeta governatore, quindi più importante e quello molto affine ma secondario....come per il sagittario dove ha domicilio primario giove e base nettuno, che si invertono in pesci.
Cos'è che non ti torna ??

Io tengo conto certamente di queste assegnazioni.

Per esempio io sono asc.scorpione