Il maschile in Astrologia
inserito il mercoledì 20 giugno 2012
Cari amici del blog,

come da voi richiesto inauguro una nuova discussione sul tema del maschile.

Le energie maschili in astrologia sono evidenziate dai pianeti SOLE, MARTE E PLUTONE, domiciliati tutti insieme nel primo segno dello zodiaco, ovvero l'Ariete quasi a rappresentare il nucleo in nuce di ogni futura identità che, in questa sede si presenta esclusivamente come potenziale che richiederà di essere sviluppato e realizzato. In pratica, Plutone e Marte rappresentano le pulsioni e la forza che dovranno sempre sostenere l'Io Sole affinche sia costantemente motivato, in rapporto con la sua parte più istintuale e in grado di affermarsi nel mondo.

In pratica, per ESSERE bisogna avere la sensazione di POTERE e quella di VOLERE.

Ovviamente, possiamo iniziare a parlare di questo potenziale che esiste nel tema di tutti noi, anche in quelli femminili per poi passare ad analizzare le differenze con i temi maschili e, infine, cercare di individuare le proiezioni che una donna può fare su un uomo reale.

Un saluto Lidia

 
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
I VOSTRI COMMENTI A QUESTO BLOG ( 250 )

 

a cura di Annaclara
inserito venerdì 12 luglio 2013
A Lidia, in particolare, ma tutti gli input sono molto benvenuti. La musica è per me un grande e seducente mistero. Come si spiega la scarsa presenza di donne compositrici nella storia della musica colta occidentale?
La grande triade Sole (Febo Apollo nel mito è un dio musicale) Plutone e Marte in che modo dominano quella sostanza
fluida che ci compone e che "risuona" in noi, come dice Lidia? Perchè le donne non tradussero quel dettato interiore su un pentagramma, così come sembrano fare con più facilità gli uomini?
Non so se si capisca cosa intendo :(
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Monica
inserito mercoledì 8 maggio 2013
Anche se di solito mi piacciono sempre le cose e le persone difficili.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Monica
inserito mercoledì 8 maggio 2013
Mi sa che hai ragione...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito sabato 4 maggio 2013
che si fa prima a fare qualcosa con una persona che ti sta accanto piuttosto che con una che sta dall'altra parte.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Monica
inserito venerdì 3 maggio 2013
Che vuoi dire?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito venerdì 3 maggio 2013
per Monica. Significa che probabilmente l'eventuale persona non acconsentirà a venire insieme a te sul parapendio.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Monica
inserito mercoledì 1 maggio 2013
Cosa significa avere il mio marte di nascita opposto al sole di un'altra persona?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 5 aprile 2013
:) No , non ho visto il film che citi, ho spiegato che era un saluto 'preventivo' in caso per vari motivi non trovassi più il tempo di venirvi a trovare o per sopraggiunti altri impegni o per sopraggiunti altri interessi.
Se non accadrà bene, se accade mi sono già congedata con un saluto.


N.D.R : beh, sai Massi l'evoluzione di queste cose nei decenni è che non stabilisci mai più un bel rapporto con i familiari responsabili di azioni non affettive quando tu sei molto piccola, che in pratica decide la 'freddezza' con cui poi le tratti o anche le ignori o le disprezzi facendo come se non esistessero già più, specialmente per una luna capricorno come me che non dimentica MAI i torti subiti.
Le considero 'vendette' sacre.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di myrta
inserito venerdì 5 aprile 2013
@Enza, questo disagio che manifesti può trovare nell'astrologia un rispecchiamento delle cause che lo hanno portato, ma l'astrologia non può aiutarti a superarlo, inoltre uno spazio come questo non può offrirti molto più di un'occasione di sfogo e qualche consiglio. Ti sarebbero più utili dei colloqui con uno psicologo, nei consultori pubblici questa figura è prevista, ci sono tanti ragazzi proprio della tua fascia d'età che ne fanno ricorso.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito venerdì 5 aprile 2013
Alix ma non ci eravamo salutati?
ce l'hai presente quel film che si chiama Dogma?
Me lo ricordi tanto.
ma un pugno glielo hai restituito almeno?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito venerdì 5 aprile 2013
Enza, quella che tu chiami luce la troverai solo vivendo, come diceva più o meno una canzone. per adesso la tua gioventù rende tutto più romantico e esagerato ed è normale che sia così. andando avanti negli anni si diventa più saggi e emotivamente più distaccati. Lo stesso risultato lo si ottiene diversificando gli interessi, cioè aprendosi a diversi punti di vista. In questo modo si apre la mente e la vita. datti da fare Enza! leggi, studia, fai viaggi,fatti delle opinioni e mettile in discussione con gli altri. Vivi la vita come un viaggio alla scoperta di te stessa. tutto il passato è tuo e non potrai cancellarlo ma questo non deve e non può impedire la tua strada verso il futuro. la luce che non vedi la devi creare tu, giorno dopo giorno. datti da fare. Se nessuno ti dà la luce creala tu! E se ci riesci vedrai quanto bel calore sprigionerà la tua luce.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 5 aprile 2013
Enza, se tu ti sentissi 'finita' come persona a 22 anni la situazione sarebbe gravissima.
E' chiaro che ci sono fatti che hanno condizionato il tuo stato d'animo odierno che vanno capite, analizzate ed elaborate.
A quell'età poi qualunque sensazione è enfatizzata.
Ho anche la sensazione che ci sia un intreccio di questioni, quindi non solo un tuo difficile rapporto con il maschile come avevi detto all'inizio.
Il fatto è che questi processi richiedono il loro tempo, molto tempo, e quindi devi perlomeno predisporti a pensare che le soluzioni o le risposte non ti arriveranno in un istante.
Lidia può senza dubbio chiarirti tutte le dinamiche ma devi anche cominciare a 'focalizzare' un problema alla volta, partendo da quello che senti come più ostacolante o più doloroso al momento per poi andare a dipanare anche tutti gli altri connessi.

un saluto

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Enza
inserito venerdì 5 aprile 2013
Crescere è difficile ma prima o poi tocca a tutti e io lo sto facendo anche se con difficoltà visto che mi è mancata una parte della mia infanzia e non la ricordo più , ho dovuto rimuoverla ho 22 anni non sento di essere finita come persona sento solo di essere una persona che non riesce a trovare un senso,il mio problema non è un capriccio..è una sofferenza che non riesco a colmare è una rabbia che non riesco a gestire non penso di essere infantile anche perché per le esperienze che ho avuto non me lo posso permettere,non ho intenzione di fare dispetti a nessuno,ne faccio capricci,il mio problema non è tanto con gli altri ma è con me stessa,sinceramente non mi interessa se troverò mai un uomo all'altezza,mi interessa sentirmi all'altezza di me stessa,mi interessa trovare una strada e percorrerla avere qualcosa per cui lottare,uscire da un tunnel con in fondo la luce,ma il problema è che io la strada non la vedo e ancora non vedo la luce,non mi interessa affrontare delle grandi prove,dei dolori,mi interessa trovare la strada che non vedo,la luce che non vedo davanti a me.So benissimo che c'è gente che sta peggio di me,le prove più grandi si affrontano sempre con se stessi prima che con gli altri.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 4 aprile 2013
No Massimo, scusa se intervengo....
capisco che tu voglia dire ad Enza che è un pò assurdo 'rifarsi' sostanzialmente 'vendicandosi' con la competitività esasperata su gli uomini che incontra e che ovviamente non centrano nulla con i suoi trascorsi che hanno causato sofferenza, e va bene.
Ma di Enza non sappiamo esattamente l'esperienza, non sappiamo quanti anni abbia, quanto abbia inciso e sia profonda questa ferita di un brutto rapporto con il paterno e sopratutto non ne sappiamo la natura esatta, anche perchè quì è un blog e non è che una poi racconti proprio tutto tutto di tutti i suoi casi per filo e per segno.
Quindi non si possono sottovalutare le cose e dire semplicemente 'non fare la bambina' suvvia.

Le esperienza di violenza infantili e/o adolescenziali 'segnano' tantissimo, poi magari certi caratteri la superano più facilmente, altri 'rimuovono' e dimenticano,in altri restano 'sepolte', altri ricordano le esperienze come fossero state 'ieri'.
Guarda, personalmente ricordo ancora 'benissimo' un episodio che mia sorella non ricorda perchè era troppo piccola, lei aveva 4 anni e io 5, pare che i ricordi si fissino a partire dai 5 anni.
Un giorno di gita, il fratello di mia madre allora 28 enne, che nemmeno chiamo zio come vedi, ci picchiò con cattiveria estrema solo perchè ridevamo divertite per un suo cappellino che probabilmente a noi piccoline sembrava molto buffo.
Invece di ridere con noi con affetto lui 28 enne, ci picchiò duramente e con cattiveria, praticamente senza un motivo che non fosse un suo smisurato ego permaloso.
Perchè io sono persino convinta che i bambini sentano l'immotivazione di un atto scaricato su di loro solo per frustrazioni proprie.
A me viene in mente una sola parola per questi personaggi....... 'vigliacchi'.
Il problema è che queste cose poi si seppelliscono ed emergono a 30 anni di distanza quando i colpevoli poi ti dicono.....no ioooooo???? ma no non ricordo, ti sbagli.
E già, quanto fà comodo a 'loro' non ricordare per non entrare in contatto con la 'coscienza sporca'.
Ma il peggio di quell'episodio fù che 'entrambi' i miei genitori non intervennero per 'difenderci' e sottrarci all'episodio doloroso e traumatizzante.
Me li ricordo sulla strada del ritorno accusarsi a vicenda, sul tipo: dovevi intervenire tu perchè era tuo fratello, no tu perchè sei il maschio toccava a te, fattostà che nessuno lo fermò.
Il che mi fece realizzare a soli 5 anni che ero senza 'protezione', ero troppo piccola però per introiettare una cognizione del genere, sul tipo, mi dovrò difendere da sola perchè non c'è nessuno che lo farà per me.
Il chè mi ha fatto sviluppare al contrario un'ansia di sentirmi 'protetta e in qualche modo tutelata da qualcuno' che non è mai rimasta 'appagata', ha lasciato un 'vuoto' e ancora adesso si fà spesso sentire.
Certo, non ha inciso solo quello, ci sono stati altri fattori accessori, tutto un complesso di situazioni e cose, ma comunque era tanto per dire come certe cose 'rimangano'.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lola
inserito giovedì 4 aprile 2013
Ciao Enza,

capisco il tuo stato d'animo, quando si sono subiti traumi emotivi da piccoli e' difficile crearsi un "centro", una stabilita' interiore che dia fiducia in se stessi.

Massimo ha ragione, da adulti bisogna rompere la dipendenza dai propri genitori che e' spesso piu' forte quando non ci siamo sentiti amati e capiti da loro e si e' sempre alla ricerca di un risarcimento. Ci si prova, ma al minimo ostacolo tornano a galla tutte le nostre fragilita'.

Quello che sento di dirti e' di non pretendere troppo da te stessa. Fai un passo alla volta e guardati intorno: molto spesso le persone che ci sembrano realizzate e felici non lo sono cosi' come tanta gente nasconde problemi e sofferenze.

Da come scrivi si capisce che sei una persona sensibile e intelligente. Ti sembra poco?

Ciao
Lola
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito giovedì 4 aprile 2013
cara Enza, scusa se sono brusco nei giudizi ma il tuo mi sembra il classico capriccio di una bambina che vuole fare un dispetto al padre. il fatto però è che quando siamo adulti i genitori devono perdere il loro ruolo e in qualche modo muoiono. E' un fatto naturale che bisogna capire. Enza se capisci questo cambierà anche il tuo atteggiamento verso la vita e vedrai che i tuoi problemi si affievoliranno sempre più. Ora ci sei solo tu, il resto non conta. Non è vero che gli uomini sono tutti come tuo padre. ce ne sono di tutti i tipi, anche peggiori e anche migliori. Adesso sei grande e pure intelligente da come scrivi. non sei curiosa di indagare la vita? Quando eri piccola tuo padre era grande e ti faceva soggezione. Adesso che sei grande anche tu non devi provare soggezione, non ha senso, anche gli altri ti vedono per quello che sei, grande come loro. ora sei alla pari, nessuno è in assoluto migliore di te. Se cominci a vagliare questa ipotesi vedrai che te ne renderai conto e i fantasmi del passato svaniranno uno dopo l'altro fidati.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di mas
inserito giovedì 4 aprile 2013
cara Enza, non credi di stare esagerando? voglio dire, stai tratteggiando te stessa in una maniera assolutamente catastrofica. ma non può essere così!
Lo testimonia la tua intelligenza nel modo di esprimerti. Ascolta, i problemi li hanno tutti, chi più, chi meno. Se stiamo a quello che dici il tuo problema è con gli uomini. Tu però lo hai sviscerato e hai capito che proviene dall'esperienza negativa avuta con il padre. Bene, ora devi fare un passo successivo e capire che oltre i legami di sangue con i propri genitori c'è un'altra possibilità, il legame con gli esseri umani e con la vita in generale. Probabilmente il concetto di morte è stato fuorviato nella nostra cultura occidentale e questo sta provocando guai seri nella mente delle persone.Enza la morte è una cosa terribile ma allo stesso tempo dà la possibilità di far vivere gli altri. capisci questo? Lo capisci che in un certo senso, quando siamo adulti, noi dobbiamo uccidere i nostri genitori? Se sono vivi o morti non fa differenza. Noi possiamo mantenere con loro il rapporto, quello che sia, ma in definitiva il loro ruolo primario di genitore è morto non c'è più. ora siamo liberi e dobbiamo pensare a noi stessi. Lascia stare la figura paterna e datti da fare. ormai sei cresciuta, solo tu puoi fare qualcosa per te. capisco che vorrest
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 4 aprile 2013
Enza, per le problematiche alimentari se vai alla sezione articoli di questo sito troverai articoli con analisi astropsicologica correlati sia alla bulimia che anoressia.
Tanto da riuscire piano piano a farti un quadro generale e poco a poco superare per quel che si può.
Problemi di violenza da parte di madri o padri o altri familiari che avrebbero il ruolo di 'proteggere', che sono di fatto comunque 'abusi', anche se non superano le 'percosse' o a comportamenti talmente autoritari da risultare in infanzia 'terrorizzanti' senza andare anche su questioni ben peggiori , fanno sempre notevoli danni, dai quali non si viene mai 'risarcite' a sufficienza a mio vedere.
Certi genitori, rovinano la vita ai figli in misure più o meno gravi, c'è poco da starci a girare sopra e 'minimizzare'.
E questi genitori anche se possono tentare in seguito di 'riscattarsi' non si riescono mai ad amare, anche quando elaborate certe cose, magari puoi cercare di comprenderne con una certa compassione gli imperdonabili errori.
La violenza verbale o fisica è come se rubasse qualcosa che niente compenserà più.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Enza
inserito giovedì 4 aprile 2013
Sinceramente non so come fare penso che a parte il fatto che sto male con gli altri e mi sento in competizione con gli uomini in generale , sto male anche con me stessa all'interno ed è la cosa più difficile da risolvere ho una vena molto distruttiva e autodistruttiva verso me stessa oltre che verso gli altri,sono disfattista e non mi sento mai soddisfatta o appagata in tutti i sensi , non mi accontento facilmente molte volte mi sento impotente davanti a determinate situazioni e ho difficoltà a reagire per cui invece di affrontarle mi ritiro e mi isolo , capita di sentirmi poco lucida e di essere frequentemente contraddittoria , sono sempre alla ricerca di qualcosa ma non so neanche io di cosa , ho un grande vuoto interiore che cerco di colmare in tutti i modi ma non ci riesco perché rimane vuoto,in passato ho avuto anche dei problemi di alimentazione.Vi ringrazio per le risposte.Ciao.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Enza
inserito giovedì 4 aprile 2013
Forse ho questo problema per il rapporto burrascoso che ho avuto con mio padre da sempre , da bambina ho sempre ricercato un affetto che non mi è stato mai dato da parte sua anche se penso non dipende solo da un fattore astrologico,in realtà non l'ho mai visto come una figura che mi dava sicurezze,appoggio,non l'ho mai visto come un padre,ma semplicemente con un uomo,un uomo sbagliato,un uomo debole e violento...penso sia dovuto anche a esperienze dolorose di vita che prima o poi ognuno di noi deve affrontare anche se è difficile ammettere certe cose e ci vuole tempo per superarle.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito mercoledì 3 aprile 2013
Per proseguire il discorso. perché nel tuo caso c'è questo problema con il maschile? Voglio dire, dobbiamo comprendere come nasce questo problema. E per farlo dobbiamo analizzare l'intera carta disvelando l'intera tua vita. A partire dalla nascita e volendo anche prima. E' importante vedere ovviamente il rapporto esistente fra i genitori e quello tuo con ognuno di loro. Il mio consiglio comunque è di fare la ricerca con passione e umile amore, verso te stessa e per la vita in generale.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito mercoledì 3 aprile 2013
Euza, queste tue parole sembrano esattamente lo spot dell'opposizione Marte Plutone. C'è evidentemente un problema che causa disagio e determina un distacco con il mondo maschile. E c'è anche il confronto perché mi sembra che questo problema lo affronti. La speranza è che questo confronto porti a una soluzione soddisfacente del problema.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 3 aprile 2013
Ciao Enza,
non essendoci la tua carta completa per capire meglio la situazione, posso consigliarti solo di osservare anche tutti gli aspetti che hai con il sole e tra venere con marte e cercarti articoli relativi.
Nel rapporto con il maschile il ruolo non è solo coinvolgente il marte/plutone a cui accennavi.
Anche la sensibilità Luna può essere coinvolta nel tutto, visto che paiono approcci di 'attrazione mista a repulsione'.
Credo ci sia un coinvolgimento che implichi 'paura' e quindi vada approfondito anche questo aspetto.
Personalmente ho un'opinione tutta personale e cioè che quando succede così la persona da cui si è fortemente attratte non è 'minimamente giusta' per se, come ci fosse un campanello d'allarme che avverte che è meglio lasciare perdere.
Può capitare di subire il fascino di persone sbagliate per ciò che sono le proprie reali preferenze ed esigenze.
Più che altro và capito perchè persone così 'distanti' da ciò che sarebbero i modelli giusti a volte 'attirino' inesorabilmente.
Ci sono tante componenti in un rapporto, il 'disagio' può nascere da mille cose che possono avere cause davvero molto profonde, ma anche solo estetiche o di gusto per esempio, anche di luoghi, di parole, di gesti, di approcci, di atmosfere trasportanti.
Molte donne sentono forte il bisogno anche della 'cornice elaborata' opportuna per riuscire a lasciarsi andare, sono più difficili o esigenti o anche semplicemente più complicate.
Devi un pò cercare quale è la 'radice' del tuo problema per prima cosa, se cioè nasce proprio da tue istanze o sia l'altro inadatto a capire sensibilmente ciò che cerchi.
Ci sono compatibilità e incompatibilità a tutti i livelli, affettivo elettivo fisico e intimo, non sempre, anzi direi per quel che sento, quasi mai, i quattro must sono soddisfatti contemporaneamente.
Bisogna anche vedere a cosa l'acoppiata attribuisce più valore ed importanza basilare.

un saluto

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Enza
inserito mercoledì 3 aprile 2013
Sento di essere attratta da loro ma allo stesso tempo li respingo e sento che non riesco pienamente ad essere a mio agio,parlo anche di cose più intime.Non riesco a lasciarmi andare.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 2 aprile 2013
Enza, Massimo dice una cosa vera, tutti i pianeti e gli aspetti egli stessi vanno sempre comparati all'insieme 'globale' del tema, perchè è vero che anche una stesso identico aspetto può funzionare in maniere diverse caso per caso , seppur in analogia, anche le Case sono rilevanti.
Tuttavia dei significati di base ci sono e nell'opposizione Marte in Toro con Plutone in Scorpione è più facile che emerga la parte plutoniana scorpionica dato che il marte in toro è in esilio, quindi di per se malfunzionante e invece il plutone nel suo domicilio primario con ampie possibilità d'espressione.
Non è esatto che i pianeti in opposizione siano complementari, dipende dai pianeti, sono i segni complementari.
Nell'opposizione si verifica quasi universalmente il fenomeno che emerge una parte che sovrasta l'altra, oppure funzionano bene tutte e due ma nei loro territori senza riuscire ad integrarsi veramente.

Comunque Enza, direi che i rapporti delle femmine con i maschi sono diventati 'difficili' dal femminismo in poi in genere.
Essendo la donna da allora più indipendente in generale, le rimane difficile assogettarsi al 'testosterone' e ai maschietti spesso ancora non và giù.
Fanno finta di essere liberati e avanguardisti ma poi 'sotto sotto' non digeriscono di non poterla più fare da 'padroni' assoluti :)

E molte donne 'anche', fanno finta di essere indipendenti ma poi se guardi i contenuti nella sostanza .......

Insomma, siamo ancora lontani dalla cosiddetta 'parità',certo le cose rispetto ad un tempo sono davvero molto cambiate, ma non sempre così assolutamente realisticamente come si tende a credere.
E infatti mai come ora il fenomeno della violenza sulle donne si stà notando a livelli di emergenza.

Quale è il problema che più senti tu Enza nel rapportarti al maschile???

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito martedì 2 aprile 2013
bene Enza, l'astrologia serve a questo. E' una vera e propria analisi.ci fa conoscere noi stessi. a quel punto se si ha voglia si può tentare di lavorare su se stessi e cercare di superare gli eventuali problemi.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Enza
inserito lunedì 1 aprile 2013
Parlo del mio tema natale , ho marte in toro in undicesima casa opposto a plutone in scorpione posizionato in quinta casa.Ho sempre avuto dei problemi con il mondo maschile forse e anche dovuto al fatto che non ho avuto un padre all'altezza.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito domenica 31 marzo 2013
Enza, prima di tutto in ogni caso la faccenda è personale. Voglio dire che lo stesso aspetto può indicare cose diverse in persone diverse. Perché la vita delle persone è diversa e le problematiche sono diverse. Bisogna sapere il significato dei pianeti coinvolti, le case coinvolte, l'aspetto angolare e poi saper coagulare il tutto. Ma sopratutto bisogna conoscere bene la persona di cui si sta parlando. Marte è l'intraprendenza, la forza, la sessualità, l'imposizione del proprio Io. Plutone è ciò che permette e decide di far uscire tutte queste cose. L'opposizione è un confronto e anche una separazione. Sta al soggetto capire psicologicamente in quale misura questa opposizione lo coinvolge. Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Enza
inserito domenica 31 marzo 2013
Quando due pianeti in un tema natale sono opposti c'è uno scontro ma so anche che le due forze sono complementari,quindi dovrebbero funzionare bene insieme,è vera questa cosa?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Enza
inserito domenica 31 marzo 2013
è vero che in un tema femminile si possono avere problemi con gli uomini?e sentire una certa competizione?ti ringrazio...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 30 marzo 2013
Beh Enza forse una sorta di sentore di non 'potenza' di non potere affermativo o penetrante nella vita, anche in campo femminile può manifestarsi.
Mancanza di 'coraggio' magari.....
Cmq trovi tanto su questa dinamica in questi articoli di Lidia a cui ti rimando, così ti fai da sola tutte le tue valutazioni:

Digita Lidia Fassio seguito da:
"I tre pianeti personali ( una presenza fondamentale seppur discreta) Marte parte 3a"

oppure:
"Rabbia risentimento colpa depressione creatività nelle dinamiche Plutone Saturno Marte".

Le dinamiche possono funzionare in maniere positive o negative indipendentemente dagli aspetti ma gli aspetti tesi in genere denotano la presenza di maggiori difficoltà a dare soluzione a ciò che viene sentito come problematico o ostacolante.

ciao

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Enza
inserito sabato 30 marzo 2013
Significa essere deboli?e avere poco coraggio?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Enza
inserito sabato 30 marzo 2013
cosa significa avere marte e plutone opposti in un tema femminile?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 26 marzo 2013
X Stelline:

Avevo dimenticato una cosa, spesso nei rapporti di lunga durata nei quali c'è qualche particolare feeling più spiccato che in altri, trovi 'connessioni significative'...... anche se diversificate secondo i tipi di rapporti.
Altrimenti probabilmente non diventerebbero di così lunga durata :)
Indipendentemente anche dall'andamento che sia rispondente ai propri desideri o no.
L'amicizia durevole fà parte di questi rapporti, si trasformi o no in una accoppiata.

Ricordo un grande amico dell'acquario, più giovane di me di 10 anni, conosciuto che io ne avevo 35 e lui 25 ( già di per se segno con il quale quasi sistematicamente sviluppo amicizie) Per varie circostanze legate ad un suo trasferimento ho perduto le tracce ma l'amicizia durò credo non meno di 10 anni, ricordo poco dei suoi astri globali e del suo nodo, tuttavia di base lui aveva la venere in capricorno dove io ho la mia Luna.
Fù una simpatia immediata reciproca e insieme ci siamo sempre divertiti molto condividendo teatro e musical, conferenze e feste, cinema e vacanze, anche semplici conversazioni e tante risate.
Me ne è rimasto un piacevole ricordo dunque.

ciao carissima
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 26 marzo 2013
No Stelline, ho detto che non sono molto in forma, il periodo per me è buono comunque :)
Solo non si risolve la problematica funzionalità tiroidea che mi fà sentire organicamente 'stanca'.
L'allontanamento dagli astri è motivato solo dal fatto che per questioni di tempo e di 'tempi' sia più funzionale dedicare spazio a molte informazioni anche di altro tipo per seguire meglio certi andamenti.
Meglio stare 'attenti' e lo consiglierei anche ad altri, non credo che in situazioni limite gli astri tornino utili a qualcosa l'ho sempre sostenuto.
Infatti ho sempre detto che è materia tutto sommato da 'privilegiati' ma se uno finisce in guai seri voglio vedere a che 'cippa' gli serviranno a meno che non ne tragga qualche forma di guadagno .
Per me è una forma di onestà intellettuale tenere questa posizione, anche se pare contraddittoria ;)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito lunedì 25 marzo 2013
Care Myrtha e Alix,

grazie infinitamente per aver dedicato del vostro tempo a rispondere alla mia domanda. Volevo solo specificare uan cosa: non sono una ragazzina che si é innamorata e che a desso a tutti i costi vuole trovare delle connessioni karmiche o destiniche al suo incontro. No. la mia era più una ricerca in un campo (quello dell'astrologia karmica) in espansione, nei confronti di un amico che conosco da molto tempo e che ha ha rappresentato una sorta di guida guand'ero più giovane. Da poco il nostro rapporto, dopo 10 anni di amicizia, si é trasformato in qualcosa di più. Non sò quali saranno i risvolti e se ci sarà un futuro per noi. Ma non era questo che volevo chiedere, é solo che per la prima volta , mi sono accorta che nella carta sinastrica dei nostri due temi c'erano appunto dei contati fra i pianeti di uno ed i nodi lunari dell'altro. Ho cercato , quindi, pdi approfondire di capirne i significati. Ora seguendo i vostri suggerimenti, aggiungerò altre informazioni.
Innanzittutto, la persona in questione ha un sole all'11 grado del leone (8 casa), ascendente a 22 gradi del sagittario.Luna in capricorno in prima casa.

In seguito ho controllato gli aspetti fra i nostri luminari ed altri pianeti: non mi sembrano significativi: La mia luna in sagittario é congiunta al suo ascendente ma non forma altri aspetti con dei suoi pianeti. Il mio sole (in toro nella mia prima casa) é trigono al suo plutone ( che si trova nella sua 9° casa e nella mia 6° casa). La mia venere é congiunta al suo saturno in gemelli (nella mia 2 casa) e sestile al suo sole in leone nella mia 4 casa.

per quanto riguarda i pianeti retrogradi, cara Alix, ho verificato. l'aspetto che forse ha un significato é il trigono fra il suo marte (retrogrado e congiunto al suo nodo nord in acquario - II casa) ed il mio plutone in bilancia , retrogrado e posizionato nella mia sesta casa.Il mio saturno retrogrado in bilancia (6 casa) é sestile alla sua venere in leone (sua ottava casa) e al mio nodo nord.

Mi fermo qui, perchè credo di aver già messo parecchia "carne al fuoco". E non vorrei aver reso pesante questa conversazione.

per Alix: mi dispiace che tu non stia passando un bel periodo. A volte ci si può allontanare dall'astrologia, per poi magari rivenirci , se sarà il caso. fa parte di cicli della nostra vita. Anch'io ho avuto un periodo in cui, dopo essere stata assidua frequentatrice di questo forum, e aver iniziato a studiare con determinazione l'astrologia umanistica, ho sentito il bisogno di allontanarmi un pò. per me si trattava della necessità di vivere un pò di più la vita reale, e lasciar riposare "la testa", se così si può dire...

un abbraccio grande, spero di risentirti presto,

stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 24 marzo 2013
Stelline, volevo aggiungerti che in astrologia karmica sarebbe importante indicare anche se c'è qualche pianeta in aspetto che è 'retrogrado'.

Come ho spesso indicato purtroppo 'tutti' i miei libri di astrologia sono andati perduti ormai 6 anni fà, perciò non sempre posso aver conservato in memoria aprprofonditamente tutto ciò che un'aspetto significa, ( a volte qualche riconsultazione è utile a rinfrescare un pò i concetti per poi allargarli :) sai che per me l'astrologia è un campo di ricerca vastissimo e che mi sono interessata e mi interesso a varie correnti interpretative.
Non essendomi mai fermata in specifico su di una sola.

Ti indico due volumi che avevo di astrologia Karmica che potrebbero esserti di riferimento sempre.
Astrologia Karmica di Schulman Martin vol. 1 e 2.
Ora comunque con un pò di pazienza trovi tantissimo anche in rete per autodiagnosi utili visto che tu oltretutto conosci il tema completo del lui.
Basta saper 'cercare' e trovi una marea di spunti che ovviamente vanno un pò riassemblati e rielaborati, operazione che fà nascere intuitive 'idee'.

ciao

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 23 marzo 2013
X Stelline e Myrta.

Ciao Stelline grazie benritrovata :), direi che per tante ragioni non sono molto in forma e stà anche venendo un tanto di meno l'interesse per astri ed affini.
Infatti non sono più molto presente, forse solo un periodo così......mah casomai poi mi esprimerò in tal senso.

Ad ogni modo riferendomi a ciò che dice Myrta dipende anche un pò se si vuol fare un'interpretazione comparativa di astrologia tradizionale oppure più esoterico/karmica.
L'astrologia esoterica da importanza a tutti gli aspetti con il nodo e non solo la congiunzione.
Che poi si veda un pò in quelli che si chiamano incontri Karmici o destinici un 'alone' di romanticismo spesso a torto, ricordo che si era anche già detto in precedenza.
A volte questi aspetti esoterici effettivamente sono caricati di aspettative di Amori Eterni o legami indissilubili che poi alla luce dei fatti non sono realistici, vero.
In ogni modo un incontro Nodo Venere in genere indica un incontro che potrebbe portare nella vita della persona Nodo le simbologie venusiane che non sono legate solo a questioni affettive ma anche cose come legate alla bellezza, al piacere, all'estetica, anche all'interesse, insomma a tutta una serie di componenti legate all'espressione di Venere e di 'quella' Venere.
Dimentichi infatti di indicare i segni e le case Stelline, sempre importanti per azzardare un qualche tipo di lettura più specifica.

Negli incontri pesano i rapporti tra Luminari con Venere e Marte e tra venere e marte sono daccordo Myrta, ma ha peso anche Saturno spesso per la durata e può contare molto anche Giove per la serie di circostanze favorevoli ai connubi.
Nei colpi di fulmine agisce spesso anche Urano.
Includo anche tutto il gioco dei transiti di questi pianeti che può influire sugli sviluppi o meno di un incontro che si presenti o no come promettente.
Anche senza mettere i dati Stelline puoi indicare del soggetto segno, ascendente, luna e cmq tutti i valori pianeta che possono essere di interesse globale per chi vuole darti spunti.

ciao ragazze
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di myrta
inserito giovedì 21 marzo 2013
Un'altra cosa, che avrei dovuto dire, è che questi punti si dimostano significativi in congiunzione, opposizione, e quadratura. Già i trigoni non sono rilevanti, i sestili praticamente trascurabili.
Se questa persona è un interesse amoroso, lascia perdere questi punti, e occupati dei rapporti tra luminari, ascendenti e i pianeti venere e marte di entrambi.
L'astrologia di consumo sta dando spazio ai nodi e ai vertex nelle sinastrie di coppia, perchè sono punti destinici, per cui toccano le aspettative di molto pubblico, soprattutto femminile, a cui non basta l'amore, ma invece un amore sicuro, ovvero durevole, e l'aggettivo destinico sembra prometterlo. In realtà le relazioni amorose marcate da questi punti, spesso non solo non sono eterne, ma possono essere difficili, nei casi migliori pongono molte sfide. Insomma non un amore da fiaba.

Possiamo avere questi punti aspettati anche nelle sinastrie con persone significative, ma non in senso amoroso, a riprova che il destino può essere in molte cose.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito martedì 19 marzo 2013
Grazie Myrta per il tuo intervento . Non ti devi scusare affato,anzi se vuoi partecipare e dire la tua, sei la benvenuta! io non sono un'esperta di astrologia relazionale e karmica. ho chiesto ad Alix perché lei mi da sempre degli spunti interessante su cui riflettere, ed é la prima che ha calcolato ed interpretato il mio punto vertex (19° gradi bilancia in sesta casa, congiunto a plutone e trigono amercurio).

Il calcolo di quanto sritto nel mio precedente post l'ho effettuato nel sito astro.com. La congiunzione fra il mio nodo nord e la sua venere é veramente al grado, così com'è al grado il sestile fra il mio sole ed il suo punto vertex.
le altre kle controllerò con maggiore accuratezza, dopo il tuo suggerimento!
grazie e spero a presto,

stellina blu

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di myrta
inserito lunedì 18 marzo 2013
chiedo scusa per inserirmi in questo discorso. Quando si parla di questi punti l'aspetto deve essere entro i due gradi al massimo per essere valido.
ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu per Alix
inserito domenica 17 marzo 2013
cara Alix, come stai? rieccomi qui dopo qualche mese di assenza ancora per chiedere il tuo sapiente parere su un ramo dell'astrologia che sto iniziando a scoprire. Da non molto ho iniziato ad interessarmi all'astrologia karmica e quindi, ai nodi lunari, al punto vertex (tu sei stata la prima ad interpretare il mio qualche tempo fa)ecc. Tutto soprattutto al fine di cercare di andare più a fondo su un tema di sinastria fatto con il mio tema natale e quello di una persona che mi sta molto a cuore. Non posso scrivere qui i suioi dati , per una questione di privacy, ma ti chiedo se da un punto di vista karmico o sinastrico mi puoi dare il tuo avviso rispetto ad alcuni aspetti che mi sembrano interessanti e ai quali non so dare di preciso un significato.

- Il mio nodo nord congiunto al grado alla sua venere;
- Il suo nodo nord trigono al mio punto vertex;
- il suo punto vertex sestile al mio sole e trigono al mio urano.
A questi aggiungo, ma non so se ha un valore importante a livello sinastrico e karmico, il fatto che il suo chirone sia sestile alla mia venere.

lo so che non è possibile fare un'analisi senza possedere i temi natali di entrame le persone, ma ripeto, preferisco non inoltrare i suoi dati per privacy. So anche che ciò richiede impegno e tempo,e non voglio abusare del tuo, visto anche che da quando ho iniziato il mio lavoro la mia presenza nel blog é sempre ad intermittenza. Spero tu riesca ad indicarmi qualche spunto, se non potrai farlo, non ci sarà alcun problema. So di chiedere molto!
Spero tu stia bene ,
un abbraccio e a presto,

stellina blu

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito domenica 17 marzo 2013
bellissimo questo tuo intervento Massimo.Lo spero anch'io che l'entrata di nettuno in pesci riporti un pò di umanità, in tutti i settori della vita.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito domenica 6 gennaio 2013
per Alix. La dualità la vediamo anche nel comportamento di chi governa, di chi ha il potere economico e in definitiva di chi ha il potere di fare. Se si pensa esclusivamente all'Io eliminando l'Altro, non può uscire nulla di buono. forse con il ritorno di nettuno in pesci l'umanità potrà cogliere questa dimensione di unità. E' una speranza la mia, certo che se uno ci arriva senza l'aiuto dei transiti planetari sarebbe un tantino meglio. per arrivarci però non basta la buona volontà, ci vogliono anche cultura e possibilità intese come strutture. Quando Giorgio Gaber cantava, la libertà è partecipazione, non sono sicuro che l'abbiano capito. Oggi la libertà viene intesa solo come farsi gli affari propri. Non ci siamo, non ci siamo.
Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lola
inserito giovedì 6 dicembre 2012
Ciao Stelline,

il tuo sogno e' un po' curioso, ti dico quello che mi e' venuto immediatamente in mente leggendolo.
Essendo le sopracciglie un elemento importante per dare espressione al viso, non averle potrebbe significare che al momento c'e' qualcosa in te o nella tua vita che non riesce ad 'esprimersi' come vorresti o dovresti, qualcosa che 'manca' e che ti crea un certo disagio.
Nel sogno pensi di ovviare a questa mancanza disegnandole o tatuandole. Forse il tuo inconscio ti spinge a trovare nuove modalita'di espressione che magari non hai ancora preso in considerazione.

Ciao

Lola
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 6 dicembre 2012
Guarda Stelline, ho sempre letto tra tante analisi sogni che ho trovato che perdere i 'peli' che siano ciglia, sopraciglia, capelli e quant'altro ( anche denti in certi casi), si riferisce al timore di 'invecchiare' di perdere attrattive fisiche o di 'avvertire' un calo consistente di 'energie fisiche', che infatti se ci pensi è spesso associato anche questo all'idea o di malattia o di invecchiamento.
Quindi l'ansia di dover 'far qualcosa' è legata al fatto che senti di doverti occupare di più, sia della parte fisica legata alla salute sia della parte fisica legata all'estetica.
Anche queste due cose sono a volte 'legate' perchè una forma non al top, disturbetti di salute spesso 'pesano molto' anche sull'aspetto fisico che non appare in forma splendida ovviamente.
Potrebbe esserci anche solo un calo di energia psicologica per esempio, stanchezza, credo tu abbia bisogno intanto di un periodo di riposo e qualche forma di cura relax in centri benessere se puoi, se ritieni per maggiore sicurezza puoi fare quegli esami di routine di normale controllo sui tuoi valori biologici che siano nella norma, giusto per fugare eventuali ansie in tali sensi e metterti completamente tranquilla.
Anche le forme di ansia se sono forti 'non aiutano' a sentirsi bene.

un abbraccio
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito mercoledì 5 dicembre 2012
Buongiorno a tutti!
visto che si parla di nettuno e sogno, posso descrivere qui di seguito un mio sogno recente e bizzarro sperando di avere la vostra opinione a riguardo? Avevo già messo un post sul forum, ma ho visto che Lidia non ha potuto rispondere. Mi farebbe piacere se qualcuno fra voi potesse dire la sua a rigardo. Mi aveva lasciato molto perplessa al risveglio....

Ho sognato di guardarmi allo specchio e di accorgermi di non avere più sopracciglia. Il fatto mi aveva angosciato e ricordo che nel sogno continuavo a dirmi "devo fare qualcosa, devo trovare una soluzione a questo problema, farmi dipingere o tatuare le sopracciglia". Non ho trovato la soluzione durante il mio sogno, ma al risveglio mi ha lasciato una sensazione poco gradevole, di disagio...

spero a presto,

stelina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX x LIDIA
inserito lunedì 10 settembre 2012
Si Lidia, forse scorrendo in velocità ti sono sfuggiti dei post, avevamo chiesto a più riprese di parlare dei rapporti dell'astrologia con la MUSICA, POESIA, DANZA, ARTE E SOGNO IN GENERALE.

Stavamo aspettando la tua 'introduzione' che dia una 'traccia' di base.

Potremmo iniziare intanto parlando del 'nostro' rapporto con la musica cercando di rintracciare i nessi astrali nei nostri temi personali e poi di tutto quello connesso alle varie espressioni.

GRAZIEEEEEEEEEEE
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito lunedì 10 settembre 2012
care amiche,
visto anche il suggerimento sul sogno.. potremmo inserire anche questo nel nuovo blog.. che ne dite?
Potremmo parlare di tutto ciò che Nettuno può regalarci.. dal sogno, alla fantasia, alla capacità di comunicare ciò che sta nell'animo umano..
Preparo il nuovo blog non appena mi date l'ok
Un bacio a tutte Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito lunedì 10 settembre 2012
cara Alix,
ciò che dici non fa che avvalorare la mia tesi per cui l'Astrologia, come disciplina globale, olistica e, soprattutto, spirituale è Nettuniana e non Uraniana come molti colleghi sostengono..
Personalmente amo tantissimo la musica.. ed ho un figlio musicista.. che, avendo sempre sentito tantissima musica, fin dalla sua gestazione, è stato sicuramente impressionato dalle tante note.

Non so dire se può essere un facile argomento di discussione quello dell'arte.. possiamo però pensare di parlare dei temi degli artisti.
Ditemi voi.
Un bacio Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 10 settembre 2012
X Myrta:

ciao, no, intendevo proprio la 'struttura' completa astrologica che parrebbe avere un nesso con la 'struttura' musicale, in quel senso lì, come se ogni tema astrale avesse una sua particolare 'orchestrazione' più o meno 'armonica'.
Chi conosce la musica può capire più a fondo anche le analogie con le 'ottave superiori' per esempio, il 'ritmo' e il 'tempo'.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di myrta
inserito domenica 9 settembre 2012
Il "nesso" tra la musica e l'astrologia (intesa come astrologia previsionale) è Nettuno. ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX x Lidia
inserito venerdì 7 settembre 2012
Lidia ma...
non ci apri più la nuova discussione su astrologia e musica più sogno danza poesia???

Sai che ho letto che tanti astrologi di professione sono come te figli di musicisti o suonano loro stessi o comunque sono particolarmente interessati alla musica?

Tra la struttura astrologica e la struttura musicale ci deve essere per forza essere un forte 'nesso'.

Un carissimo saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 3 settembre 2012
Intanto che aspettiamo che Lidia inauguri nuova discussione volevo fare un'ultima riflessione su Plutone transitante in Capricorno.
Avete notato che il suo transito è coinciso in perfetta simbologia astrale con la 'moda' in voga da qualche anno dei 'Teschi'???
Teschi dappertutto, su borse, monili, sciarpe, folulard, cinture, magliette.....

Chissà che questa 'esternazione' plutoniana non porti a far uscire nel seguito del suo passaggio tanti 'scheletri' dagli armadi di chi per troppo tempo ha occultato ciò che avrebbe dovuto essere conosciuto.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 1 settembre 2012
Bene, mi pare che l'argomento MUSICA sia aggiudicato, musica e altre arti direi, si potrebbe includere la danza anche.

Vedo che siamo tutte/i perfettamente in 'risonanza' con l'azione di Nettuno transitante in Pesci ;)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 1 settembre 2012
Per me va bene Rouge, includiamo oltre a Musica e Sogni anche la Poesia,possiamo includere tutti gli argomenti Nettuniani.
Del resto, spesso sono argomenti in correlazione inevitabile, ricordo che Jim Morrison era considerato un 'poeta'.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito sabato 1 settembre 2012
Belle, sia la musica che la poesia....
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito venerdì 31 agosto 2012
L'argomento musica mi ispira tantissimo, è una bella idea! Ho due carissimi amici chitarristi per passione (e uno anche per professione) e io stessa adoro la musica. E già che siamo in tema nettuniano, che ne direste di parlare anche di poesia? Qui sono nettamente di parte, lo ammetto!
Aspetto news
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 30 agosto 2012
Ho dovuto interrompere la mia riflessione su sogni e musica..... nel frattempo ho letto post Icaro.

Bene, sono contenta che la proposta musicale potrebbe essere apprezzata, forse ci vorrebbe un argomento che possa essere anche quel tanto di 'evasione' in tempi così critici e pesanti.

Volendo: non si potrebbero affrontare gli argomenti " Music and Dream" anche 'insieme' dando spazio all'una o all'altra discussione secondo partecipazione???

Che dici Lidia si può fare???

Volevo aggiungere che questa idea della musica mi è sorta perchè negli ultimi tempi cercavo di capire quali aspetti erano maggiormente indicativi per i 'chitarristi rock'

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 30 agosto 2012
Condivido Astrologia e Sogno, possibile che offra un campo di discussione più ampio, non che la musica non lo sia, ma forse rispetto a esempi da avere sottomano e portare non sò, se non si ha avuta l'opportunità di conoscere tanti musicisti sarebbe meno animato il confronto.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito giovedì 30 agosto 2012
Ciao a tutte,

Faccio capolino per salutarvi, sperando di avere un po' di tempo per riprendere ad intervenire sul blog, senza limitarmi a leggervi come da qualche anno a questa parte...E poi per dire che trovo la tua proposta, Alix, su " astrologia e musica" molto interessante...

A presto
Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito mercoledì 29 agosto 2012
Bentornata Lidia!
Bello il suggerimento di Alix su astrologia e musica...
A me piacerebbe astrologia e sogno... ma ovviamente ogni spunto di discussione confronto è il benvenuto!!
Buona notte
Verdeviola
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 29 agosto 2012
Bentornata Lidia,
sempre al lavoro.....
un seminario anche in vacanza.....
tipico di quelle persone che sono riuscite a fare proprio ciò che veramente amano!!!

Per me và bene qualsiasi argomento possa interessare alle altre bloggers, mi rimetto alle loro proposte.....tutto è ok.

A me ,in questo momento ultimo ultimo, piacerebbe discutere di astrologia e rapporti con la 'musica'.





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 29 agosto 2012
care amiche,
eccomi di ritorno.. Ho trascorso giorni meravigliosi a Ischia con un tempo straordinario e luoghi incantevoli.. e con un bel seminario sulle fiabe che ha permesso ad ognuno dei partecipanti di elaborare alcune loro potenzialità.

Mi volete dire cosa vorreste trattare?
Aspetto le vostre idee per iniziare.. un nuovo blog..
Un bacio a tutte
Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 23 agosto 2012
Nel frattempo che attendi il libro, se vuoi guardati questo conferenza di nuovi studi digitando sul canale video: "Ricercatore Umanistico Dott. Francesco Facchini".
E' uno psicologo ricercatore che occupandosi di psicologia quantistica ha elaborato con i suoi studenti una teoria scientifica sull'Essenza dell'Essere che ho trovato di grande interesse.

ciao verdeviola
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 23 agosto 2012
Mi sposto su curiosità astrologiche, nel frattempo cerco i dati relativi al mio anno, il 1973.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 23 agosto 2012
X Verdeviola:

Un'altra cosa Verdeviola, senza mettere la tua data se non ti và come a me di inserire i dati completi, potresti informarti nel web se nell'anno della tua nascita o in prossimità della stessa ci sia stato un forte brillamento solare?
Sono informazioni che puoi cercare nei siti di astronomia.
Il sole ha delle 'eruzioni' più intense dello standard a cicli più o meno fissi, se non vado errata di 11/13 anni grosso modo.
Una abbastanza recente ad esempio la ricordo legata al 1989, data che si ritrova spessissimo indicata circa le più varie materie, almeno io lo incontrata con una frequenza assoluta, inoltre era stata piuttosto 'fatidica' anche per me.
Una data che se la citi è passata per molti come 'inosservata', certo non è 'famosa' come il 2012, eppure in quell'anno accaddero una quantità di cose 'nuove' e 'innovative',di tutti i caratteri...... anche di quello 'ufologico' legato al contattismo.
Un'altro brillamento 'enorme' (si pensa talmente intenso come mai registrato di questa portata) è atteso proprio nell'arco di questi tre anni 12-13-14 e quindi influirà sulla biologia di tanti predisposti che nasceranno in questi anni.

Stavo pensando che questa discussione assolutamente fuori tema principale, andrebbe fatta su 'curiosità', non ho chiesto di spostarsi dato che noto che in tempi di vacanze siamo rimaste solo noi tre a discutere.
Casomai continueremo di là.

ciao ragazze
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 23 agosto 2012
Sempre per Alix: ho trovato su IBS il libero che mi avevi citato, l'ho appena ordinato.. mi interessa troppo questa nuova prospettiva.
Grazie
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 23 agosto 2012
Ah, il mio Urano è anche opposto a Chirone, e largamente, ad Eris, entrambi in Ottava ed entrambi opposti pure al Sole... ahimé.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 23 agosto 2012
Grazie Alix per il tuo suggerimento, voglio cercare il testo che mi hai consigliato.
Per quanto riguarda il mio Urano, è a 22 Bilancia, in Terza Casa, forma una congiunzione con il Sole in Seconda (14 Bilancia) e soprattutto un trigono con la Luna a 24 Acquario.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito mercoledì 22 agosto 2012
Cara Alix,
grazie per le tue belle parole!
Anche io, come Verdeviola, mi sento così come tu descrivi. E' da sempre che mi sento così. Una volta, quando ero ragazzina, una compagna di classe mi chiese perché fossi sempre da sola. Fu gentile con me e mi presentò i suoi amici, con la speranza che qualcuno di loro potesse interessarmi. Ma io preferivo starmene per conto mio, a leggere e a scrivere. Per non offenderla, le dissi che i suoi amici erano simpaticissimi, carini e bla bla bla. E aggiunsi che tuttavia non erano loro a non andar bene: era il mio DNA ad essere diverso. Per questo "non ci prendevamo".
Adesso che hai scritto della terza elica, mi è tornata in mente questa vecchia storia.
Morale della favola: la mia compagna di classe si convinse che stavo usando un modo creativo per dirle che ero omosessuale! Le speranze di trovare un fidanzato si azzerarono quella volta lì.
Un delfino in una boccia di vetro. Ecco come ci si sente, e ho idea che sai benissimo di cosa parlo.
Questa diversità che sento sarà per via del mio carattere? Del mio DNA? Chi può dirlo!
E tuttavia io, te e tutti gli altri siamo qui, siamo vivi, adesso. Siamo esseri umani. Qualcosa ci accomuna, noi "viaggiatori delle stelle". Siamo tutti tesi tra la terra e il cielo, in questa pazzesca contraddizione tra il desiderio di trovare un senso al nostro essere qui adesso, e l'altrettanto intenso desiderio di "tornare a casa". Siamo una divina imperfezione.
Siamo con i piedi per terra e lo sguardo verso il cielo, a guardare le stelle. Facciamo tutti questo, chi più chi meno.
In questo spazio mi sento libera di guardare più in alto e di condividere il mio orizzonte con chi sa guardare ancora più lontano. Alix se siamo libere nella mente non esistono barriere che tengano nella "realtà".
Grazie a coloro che hanno avuto pazienza di leggermi fin qui.
Rougemonique

ps: Alix ho inserito un post per te nelle curiosità astrologiche


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 22 agosto 2012
X Verdeviola:

Avevo già indicato questo libro tempo fà, ma forse tu non eri ancora con noi:
"La biologia delle credenze" di Bruce Lipton, nel capitolo intitolato Scienza e Spirito, trovi una, direi geniale intuizione, rispetto al fatto che anche senza discendenti biologici la 'trasmissione' di se stessi o quello che viene definito da altri il ME continua, perchè l'Identità personale' sarebbe come una 'Firma complessa' contenuta nel 'campo quantistico' dell'informazione.
Quello che è definito Anima insomma comincerebbe ad acquistare nelle idee scientifiche in proposito delle 'precise' delineazioni con una specie di 'struttura' forse in un lontano futuro individuabile miratamente.
Trovi simili intuizioni ed elaborazioni anche cercando libri di Psicologia Quantistica.

Se trovi tempo.....

Non credo di avere i tuoi dati.
Come è impegnato il tuo Urano???
Dato che il mio fà congiunzione con il sole, trigono ad eris e saturno ( nonchè quadrati a marte e nettuno e opposizione Kirone)
Potrebbe essere enfatizzato quel modo di 'sentire' particolare che ho citato, mi interesserebbe 'verificare' se dipenda solo da questo o sia anche un qualcosa di indipendente dall'uranizzazione stessa.

alla prox
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito mercoledì 22 agosto 2012
Alix, io mi sento così... da sempre, da quando ero bambina e mi capitava, spesso e volentieri, di sentirmi "estranea".. poi, crescendo, sempre più "prigioniera".... sto pensando alla domanda che ci hai posto, domanda molto complessa. Non so ancora se riesco a trovare una risposta, poiché ultimamente mi è capitato di chiedermi, con sempre maggiore frequenza, quale sia il senso della mia vita, della mia presenza qui ed ora.. DEVE esserci un senso, eppure ancora mi sfugge. Forse può essere nel fatto di aver portato un po' di luce nella vita di alcune persone, anche se non ritengo che si possa identificare soltanto con questo. Non avendo figli, mi resta difficile connettermi con un senso di continuità dell'esistenza: è come se il mio essere fosse "sospeso" e dovesse cercare una via di realizzazione che prescinda dalla riproduzione del sé... sono nel pieno del cammino ma non sono certa di aver trovato la strada!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 22 agosto 2012
X Rouge:

'Curriculum intergalattico' è fantastico!!!

Se posso dirti una cosa, è un peccato che tu non abbia più tempo da passare su questo blog, hai delle 'espressioni' e un modo di scrivere molto scorrevole e divertente, pur dicendo cose importanti e spesso profonde.
Dai l'impressione di essere ,quello che si dice, una persona 'molto vera', non autofalsificata nell'intento di dare l'immagine che pensa 'migliore' di se.
Si capisce anche dal fatto che hai tenuto a dare le due 'versioni', quasi contrapposte.

E così..... sei anche tu una di quelle anime che pensano di non essere 'originarie' di questo pianeta o quantomeno di aver già fatto in qualche punto del tempo 'esperienza di altro'.
Penso in genere che siano quelle davvero più in difficoltà ad 'integrarsi' nei parametri del vissuto della civiltà terrestre e con questo mondo......proprio perchè non ne hanno fatto molta esperienza.
Forse sono quì per la prima volta o hanno solo poche incarnazioni, brevi o molto dilatate nel tempo, a volte ho quasi l'idea che questo tipo di anime sia quì ,per qualche inintelleggibile motivo perchè dovranno vivere ed elaborare, dal loro punto di vista, un fenomeno che si verifica solo ogni 26.000 anni, quindi un qualcosa di epocale che succederà precisamente in questo punto del cosmo, il cui significato potrebbe sfuggire o non essere compreso da tutti gli altri.

Anime che in genere, nonostante l'evoluzione veloce delle tecnologie, percepiscono all'interno di se ,da sempre, quanto sia ancora terribilmente 'arretrata' l'umanità e tutti i suoi più comuni intendimenti.
Anime quindi che non possono per loro estranea natura trovare un 'allineamento totale' con la struttura e l'eredità ,anche spirituale, biologica.
Quasi come se possedessero già o avessero già posseduto l'ipotizzata 'terza elica' del DNA.

Guarda, sono certa di non sbagliare, ma credo siano tutte quelle che a causa di ciò tendono a sentirsi invariabilmente 'più prigioniere' di questa limitata realtà, quasi come 'costrette in uno spazio angusto' perchè portano in se 'ricordi remoti' di strutture biologiche e di coscienza già più avanzate.

Dimmi se ho ragione che a volte ti senti così.....
oppure, quante di voi 'sentono' esattamente così???



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito martedì 21 agosto 2012
Cara Alix,
che domanda impegnativa la tua! Proverò a risponderti...in effetti mi faccio questa domanda tutti i giorni.
Risposta numero uno: "quando sono di buon umore".
Sono qui per evolvere, come tutti gli altri del resto. Di sicuro il mio passaggio su questa terra è momentaneo e mi occorre per fare determinate esperienze, necessarie per esprimere il mio potenziale e la mia completezza. Sono un essere che proviene da qualche altra parte dell'universo e che momentaneamente è incarnato in un corpo fisico perché in questo preciso momento storico, qui sulla terra ci sono le circostanze giuste- astrologiche, sociali, economiche, politiche ecc- affinché io faccia proprio le esperienze che mi occorrono (per inciso: le esperienze che mi occorrono sono esattamente quelle che mi accadono...chi era a dire che non sono le cose ad accadere a noi, ma noi ad accadere alle cose?). Quando lascerò il mio corpo fisico, la mia anima sarà arricchita dall'immensa scala di esperienze fisiche, emotive e spirituali che questo incredibile luogo mi ha consentito di sperimentare. Nel mio "curriculum intergalattico" verrà segnato che ho fatto una o più incarnazioni umane e ciò mi consentirà di continuare a progredire magari non più su questo pianeta, o forse non più sul piano fisico.
Risposta numero due: "quando sono di cattivo umore".
Non c'è alcun senso. Oppure se c'è, la mia mente razionale di piccolo essere umano è troppo limitata per poterlo cogliere. Quindi o impazzisco nello sterile tentativo di darmi una risposta, o la smetto di farmi questa domanda e semplicemente faccio un bel respiro e vivo. Sono qui perché sono, e perché tutte le cose sono, punto e basta.
In genere oscillo tra la prima e la seconda risposta, da buona, indecisa bilancia. Nessuna delle due mi accontenta del tutto. Ma anche il non esser mai contenti è tipico della bilancia! Basta poco e il proverbiale equilibrio bilancino si altera...come osservava anche Verdeviola.
Un abbraccio!
Rouge


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 21 agosto 2012
Scusate la domanda:
qualcuna di voi mi può dire il 'motivo' preciso che dà alla propria esistenza.
Non alla vita, intendo proprio in specifico al vostro esserci quì, in questo momento, in questo secolo, in questa fase di storia e rispetto ai vostri ambiti più personali e alle vostre storie.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 20 agosto 2012
Ma che combinazione su combinazione :)!!!!!

Non sò di dove sei, ma anche quì, in questo periodo pare abbiano avvistato strani fenomeni, diciamo di 'luci viaggianti' con rotte anomale le famose 'zigzaganti', incuriosita ho fatto un giretto nel web e sembra siano state avvistate in questo periodo in parecchi luoghi della penisola e nelle isole più vicine.
Io ci vado sempre molto cauta a considerarle e pensarle come cose 'aliene', proprio perchè ho fatto parte di un gruppo di appassionati ufologi un 20ennio fà, sò che la maggior parte di questi avvistamenti di solito riguardano palloni sonda, aerei militari 'segreti' dalla forma avveniristica quindi inusitata per il pubblico che testano voli, a volte nubi lenticolari o fenomeni atmosferici di ogni genere curiosissimi e poco noti e chi più ne ha più ne metta.
Io credo più alla teoria degli 'alieni' che contattano attraverso la 4a dimensione, quella del sogno appunto, che porta in luce una 'dimensione' davvero extraterrena , quindi di fatto incontrollabile.
Però si sa mai.....io seguo molto il fenomeno dei Croop Circles, anche perchè mi conquistano tantissimo graficamente e i loro misteriosi e complessi messaggi, sembra che quando si formino, 'piccole luci a palla' di ignota origine, traccino rotte che paiono formare il disegni nel grano, di solito di grandezze sterminate, in poche ore durante la notte.
Ma sai.....che siano effetti di progetti segreti sperimentali con tecnologie futuristiche di cui la massa ignara non conosce minimamente l'esistenza probabilmente è la spiegazione più possibile.
Qualche studio sociologico su grande scala ad esempio.
Teoria del rasoio di Occam, mi pare si dica.
E te lo dice una che è ,in ogni caso, fermamente convinta nell'esistenza di 'altre intelligenze sovraumane'.
Ma dato che si è informati poi su tante cose si diventa in effetti quelli più 'scettici' a considerare 'alieno' anche ciò che 'lo sembra solo'.
E' molto interessante in questo momento tutto quello che si trova nel web su questa orbita di massa 'plasmatica' che dal centro della galassia stà per investire la terra come un'onda che si pensa porterà progressive 'modificazioni' del DNA.
Anche la teoria che il sistema solare si trovi come al centro di un 'crocevia' tra due diverse galassie è da apprfondire anche in relazione al fatto che la 'Croce' sia stato uno dei simboli più antichi in assoluto così come il cerchio con il punto in centro.

Si,credo proprio che in futuro si dovrà essere di base sempre più informati sulle questioni astronomiche.
Mi ha entusiasmato questa tua condivisione di 'osservatrice del cielo' ;)

notte
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito lunedì 20 agosto 2012
Alix, a proposito di sogni.. io, con Plutone di transito alla Luna (sestile) ho avuto parecchi sogni premonitori, spesso di gravidanze, e comunque, in genere, un'attività onirica intensissima- Ora invece, con Saturno in trigono alla Luna, non sogno più.. o meglio, non ricordo i miei sogni. Questo mi dispiace molto, mi manca quella dimensione della vita che fluttua quando chiudiamo gli occhi e scivoliamo nel sonno... spero di poter riprendere al più presto a sognare e a ricordare i miei sogni.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito lunedì 20 agosto 2012
Alix, che coincidenze incredibili leggendo le tue parole.. proprio la scorsa notte, mentre stavo per addormentarmi ed osservavo il cielo dalla mia finestra, pensavo che mi piacerebbe iniziare a studiare astronomia, o quanto meno approfondire tanti aspetti di una disciplina così affascinante.
Ricordi poi il discorso dell'altro ieri, sui gemelli astrali? Oggi, per caso, ho aperto un libro che avevo da tanto tempo e che non avevo mai letto, si tratta di un libero di fiabe irlandesi, il cui autore, James Stephens, si considerò "gemello celeste" di James Joyce... gran parte dell'introduzione al libero tratta di questo argomento e mi ha colpito che sia venuto fuori proprio ora che ne avevo parlato qui nel blog.

Quello che invece hai scritto a proposito dell'attività sismica registrata il 15 agosto, non mi stupisce, poiché ci troviamo davvero in un tempo denso di incertezze, di inquietudine, di energia repressa che non trova il modo di fluire armonicamente.
Forse non c'entra nulla con l'argomento del blog,però ultimamente a me, e ad alcune persone che conosco, è capitato di avvistare oggetti strani in cielo. Si tratta di un fenomeno che ho osservato l'8 luglio, e che molti miei conoscenti, dapprima scettici, hanno poi confermato di aver notato, in giorni successivi, fino all'altra sera. Una luce splendente, grandissima, dapprima immobile e che poi si allontana ad una velocità pazzesca. Non so che cosa pensare, poiché non può trattarsi di un aereo, né di una stella... tutti coloro che lo hanno avvistato, hanno descritto questo oggetto allo stesso modo. L'ultima volta è accaduto due notti fa, sono stati testimoni una quindicina di persone, tra cui mio fratello. Non so davvero che cosa pensare, di qualsiasi cosa si tratti, è al di fuori di quello che siamo abituati a vedere in cielo.. che anche questo sia un messaggio?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 20 agosto 2012
Spero che il nuovo argomento che proporrà Lidia tiri un pò sù le sorti.

Non sò a voi ma a me il transito Plutoniano sulla Luna fà fare spesso brutti sogni, sopratutto frequentemente 'catastrofici'.
Sarà che stò passando un momento 'tribolato' con l'aggravante di preoccupazioni varie.....
Una notte ho sognato un'intero paese devastato dal fuoco, con tanti incendi e fumi neri e densi che salivano da ogni parte, l'altra notte un'intera montagna che 'crollava' da cui si staccavano massi giganteschi che sembravano venirmi addosso e che invece all'ultimo minuto deviavano il corso.
L'ho preso come un segno che qualunque cosa succeda io non ne sarò 'toccata' nemmeno sfiorata.
In un'altro io e mio marito correvamo saltando di terra in terra sconquassata da un terremoto con un'intera popolazione che cadeva in un baratro apertosi alle nostre spalle.

Meno male che questo blog offre quel tanto di evasione.

Plutone su Luna stà avendo anche il profondo e strano effetto di farmi rimettere fortemente in discussione quasi tutte le mie credenze di decenni precedenti, credo che anche l'astrologia finirà sotto questo processo di triturazione per diventare poi qualcosa d'altro, un altro intendimento.
Astronomia e fisica quantistica mi hanno sempre interessata e sono materie di cui di tanto in tanto ho sempre letto ma questo misterioso Y astrologico sembra spingermi verso comprensioni che includono un maggiore approfondimento in tali sensi, almeno per ciò che cerco di capire.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 20 agosto 2012
Sai Verdeviola ho appena letto ieri sul web che il 15 agosto 'tutti' i sismografi dell'intero pianeta hanno registrato una strana attività sismica.
Semprechè non sia una 'bufala' significa che in termini energetici qualcosa di imprecisato stà succedendo e probabilmente le persone più sensibili sentono questi sommovimenti come uno stato di sottofondo di agitazione e 'attesa' che spinge...... non si sà ancora verso dove.
Indubbiamente il periodo è pesante, per chi è costretto a questi caldi 'infernali'e a ridotte possibilità di 'scelta', costretto in situazioni sempre più insopportabili e con sempre meno opportunità di poter vedere la propria vita gradevole e realizzata secondo ambizioni.
Anche le 'idee' su cosa fare o intraprendere sono sempre meno, con il rischio di cadute nello sconforto più totale.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito lunedì 20 agosto 2012
Per Rougemonique:
noi Bilance abbiamo la caratteristica, secondo me, di percepire sempre qualsiasi alterazione dell'ambiente che ci circonda, e questo mina senz'altro il famoso "equilibrio" che cerchiamo ma che il più delle volte non riusciamo a raggiungere. Sinceramente, io sono stanca di dover "navigare a vista", sto cercando nuovi stimoli, nuovi modi di esprimere me stessa, ma è come se tutto intorno a me remasse contro. Ci sono dei giorni in cui davvero sento che mi manca l'aria.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 18 agosto 2012
Lidia, capisco ciò che dici, ma continuo a non vedere nessi 'totali' tra 'potenziali astrali, risposte personali, eventi reali e risposte della vita'.

Van Gogh era un pittore dai grandi potenziali, per di più anche espressi nelle sue tele, ma che rimase lo stesso non compreso in vita, fece una vita poverissima ed enormemente sofferente, mori suicida e non ebbe nemmeno la soddisfazione di poter vedere che le sue opere sarebbero state considerate geniali e note non solo a un ristretto pubblico ma in tutto il globo.
Si può pensare che se le sue 'risposte soggettive' fossero state diverse, sarebbe stata anche diversa la sua vita e dunque dovremmo pensare che avremmo avuto una figura diversa del pittore stesso.
Ma con diverse risposte, diverso sarebbe stato anche il corso biografico e il seguito postumo.
Sarebbe stato meglio quindi o peggio???
E comunque a parte queste considerazioni, a che servirebbe esprimere al meglio i potenziali astrali dei più vari se poi non incidono in effetti sul miglioramento di risposte effettive sul corso delle soddisfazioni di vita che uno poi fà ???


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 18 agosto 2012
X Verdeviola:
Per gemelli astrali perfetti si intendono persone nate stesso giorno mese anno ora e area geografica.
Ma sono gemelli astrali anche tutti coloro che, anche non nati nella stessa area geografica, presentino grafici identici o quasi precisamente simili.
Ho visto in rete che c'è chi considera gemelli astrali anche persone nate ad un giorno di distanza.
Più il grafico è identico e presenta gli stessi aspetti più è interessante vedere quanto, l'ambiente sociale e gli eventi diversi, le diverse relazioni, hanno inciso nell'espressione delle 'stesse' dinamiche.

X Rougemonique:
Certo che potrebbe fare testo anche il radix pensandoci a maggior ragione, Plutone su Luna o Sole forse potrebbe insinuare stati di 'insoddisfazione perenne' che nel positivo forse potrebbero spingere a ricercare esperienze sempre nuove e diverse quantomeno nell'intento di superare lo stato di 'non contentezza' o 'irrequietezza'.
In negativo credo formino quei soggetti che a causa delle loro insoddisfazioni finiscono per rovinare l'esistenza anche a chi hanno intorno.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito sabato 18 agosto 2012
care amiche,
senza dubbio l'ambiente influisce tantissimo sullo sviluppo o meno dei potenziali... tuttavia, la psicologia parla anche di una modalità di "risposta personale" all'ambiente.. che non è così facilmente spiegabile nè con il solo potenziale nè con l'itnerazione ambientale..
Il bambino infatti, mette in atto "risposte assolutamente personali" per evitare di soffrire e, queste senza dubbio sono parte del potenziale ma, bisogna considerare che lo stesso si riferisce alla natura degli archetipi che hanno un'infinita gamma di espressione di cui noi utilizziamo si e no il 20% prova ne è che continuiamo a proiettare parti, sfaccettature dell'archetipo fondamentale poichè questo tende a farci sperimentare proprio i lati che non sono stati per così dire "materializzati".
Qui ci sta anche il grande casino per cui se noi conosciamo solamente una aspetto dell'archetipo, continuiamo a ricercare lo stesso attraverso quell'unica modalità.. trovando risposte più o meno analoghe a ciò che già conosciamo.
Se io ho sperimentato un sole saturano solo attraverso la disciplina e l'autorità inibitoria.. io vedro' sempre quell'archetipo attraverso quella particolare lente.. anche se, lo scopo sarà quello di farmi sperimentare anche i lati di determinazione, di responsabilità, di protezione ecc.. però ciò che ho "visto inizialmente" ha creato uno schema preciso di comportamento che mi fa ripercorrere sempre la stessa strada..
Se non riesco a vedere questo e non riesco a trasformare questa modalità univoca di visione delle cose, continuerò a mettere in atto comportamenti che.. da un lato sono la rappresentazione della ricerca, ma dall'altra mi portano sempre alla stessa risposta frustrante..

Le modalità di risposta sono personali.. e non dipendono dall'ambiente.. tant'è che, ad aspetti uguali e a famiglie simili.. noi troviamo persone che rispondono in modo completamente diverso.. pur simboleggiando in maniera precisa l'archetipo sottostante..

Vi abbraccio e vi mando un saluto grande.. ci ritroviamo qui tra una decina di giorni.
Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito venerdì 17 agosto 2012
Per Verdeviola e Alix:
navigare a vista è un'espressione che mi si addice. Forse il mio caso non fa testo perché ho plutone rx congiunto a entrambi i luminari e a mercurio, ragion per cui fin da piccola ho ampiamente sperimentato un senso di inquietudine, che a volte- come in questo periodo- si è accentuato, altre volte invece è stato silente, ma pur sempre in sotterraneo lavorìo.
Oggi sono inquieta per la quadratura di plutone al mio sole e a mercurio...e ieri? Cos'era a causare dentro di me quell'incessante rumore di fondo che mi impediva di sentirmi serena, appagata, contenta? E domani cosa sarà? Davvero non so, forse è la mia natura ad essere irrequieta quindi i transiti possono solo accendere una miccia già bella e pronta.
Se può aiutarvi mio padre è nativo del cancro e mia madre della bilancia e mia sorella cuspide tra sagittario e capricorno. Tra rispettive opposizioni, congiunzioni e quadrature a casa mia c'è una " mini-guerra cosmica"! La cosa che mi fa più "divertire" è la congiunzione di plutone sulla venere rx di mia sorella...sono mesi che vede tradimenti dovunque e sospetta che tutti abbiano tresche illecite, compresa sua sorella single. Devo dire che è diventata un'ottima detective e temo che, tranne nel mio caso, spesso abbia ragione!
Un saluto
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito venerdì 17 agosto 2012
In effetti Alix, il caso dei due ragazzi cui facevo riferimento è abbastanza particolare. Sono nati dopo tre sorelle femmine, molto più grandi di loro, in un ambiente in cui, per motivi familiari, oltre alla madre e alle figlie, erano presenti anche altre quattro donne.... quindi, per il ragazzo l'unica figura maschile di riferimento è stata il padre, con un attaccamento fortissimo che poi ha subìto il contraccolpo al momento della morte del genitore.
La ragazza, invece, pur soffrendone, probabilmente non è cresciuta con questa necessità di identificarsi nella figura paterna, riuscendo quindi a costruirsi una propria dimensione esistenziale. Certo, il fatto che abbia scelto di sposarsi in età ancora giovane rispetto ai canoni odierni, mi fa pensare che anche lei stia comunque cercando di ricostruire una figura maschile di riferimento. C'è da augurarsi che anche il fratello possa riuscirci.
A proposito dei "gemelli astrali" ho poi una curiosità: per poter considerare tali due persone, è necessario che siano nate in orari estremamente vicini, o può essere sufficiente anche solo la data di nascita coincidente?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 17 agosto 2012
Trovo sempre interessanti e devo dire stranamente poco sondati dall'astrologia i casi dei gemelli da genoma o anche gemelli astrali.
Credo che l'analisi di tali casi potrebbe fornire spiegazioni sull'espressione delle famose 'potenzialità'.
La scienza pensa che sia il genoma a determinare le potenzialità, ma che sia poi l'incidenza dell'ambiente naturale di nascita, sociale o incontrato nel corso del tempo a plasmare, far sviluppare o impedirne lo sviluppo.
E' quello che io penso fondamentalmente, per quante potenzialità possono scoprirsi o essere espresse nei vari quadri astrali, sarà sempre ciò che si andrà ad incontrare che determinerà ciò che si diventerà o si sarà nella vita.
Ecco perchè non è possibile leggere nel tema a monte cosa potrà essere o diventare una persona o chi essa sia, perchè non si può vedere cosa troverà fuori o incontrerà.
Per quanto possano essere soggettive e personali le risposte, le circostanze fatte di eventi o altre persone hanno un ruolo per me determinante, soprattutto e in specie entro i primi 30 anni di vita.
Per questo credo anche, che per quante potenzialità possa avere una persona, se non incontra le 'circostanze' o le 'persone più adatte' a fargliele sviluppare,coltivare, avviare, consolidare, non potrà farci poi più molto per esprimerle totalmente.
Leggendo le biografie di personaggi dei più vari, oltre alla loro caratterialità soggettiva, si nota sempre 'quanto' una serie di eventi 'incontrati' ha inciso profondamente sullo svolgersi delle vite e sull'espressione delle loro personalità.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 17 agosto 2012
Irrequietudine, si, decisamente la trovo parola adatta per indicare una sorta di reazione alla mancanza di stimoli che creino poi uno slancio a guardarsi in giro in qualche direzione di esperienza nuova.
Non penso che questa dinamica sia sempre distruttiva, anzi, trovo che sia un 'lavorio interno' che incita a trovare altre direzioni o soluzioni, in caso contrario se gli eventi poi non sorreggono, può essere giustificata la tua diagnosi di reazione contraria di 'afflosciamento' inerte della serie: 'ma chi me lo fà fare ???', potrebbe funzionare così in effetti.....già.

Plutone in Capricorno a grandi linee credo favorirà l'ascesa in vari settori di personaggi di questo segno sia aspetti della politica che ne rappresenteranno le simbologie.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito venerdì 17 agosto 2012
Proprio ora sto pensando al caso di due gemelli che conosco, un ragazzo ed una ragazza. Hanno Plutone di transito in congiunzione al Sole. Pochi mesi fa hanno perso il loro padre; il ragazzo è caduto in una profonda depressione, lei, invece, è riuscita a reagire e si è appena sposata...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 16 agosto 2012
Comunque anche secondo me il transito di Plutone porta in sé un'irrequietezza difficile da placare, al contrario di Saturno che, come hai giustamente osservato, può essere legato ad un senso di "depressione" più che reazione alla mancanza di stimoli . Plutone è così potente che, se non ben incanalato, può sicuramente rivelarsi distruttivo. Ripensando al transito che sta compiendo attualmente in Capricorno, mi è capitato di vedere sia delle persone che sono rinate con questo passaggio, sia altre che si sono come afflosciate, ma poi in ogni singolo caso entrano in gioco anche i transiti concomitanti.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 16 agosto 2012
Infatti Alix, anche secondo me le Bilance ed i Cancri stanno navigando a vista, a volte sono sommersi da questi transiti così potenti ( e pesanti) che sembrano quasi mandarli alla deriva, mentre gli Arieti sono come dei leoni in gabbia ...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 16 agosto 2012
Sempre x Verdeviola:
volevo precisare che riferivo l'impressione solo relativamente al transito plutoniano di congiunzione su sole luna o ascendente, i 3 punti base.
Gli Ariete, così come le Bilance e Cancri non sò come considerarli circa questa valutazione che stavo facendo perchè plutone starebbe al quadrato e opposizione.
Forse potresti aver ragione che in tali casi si crei un 'blocco' totale che, sia per gli 'stimoli' sia per l'accorgersi di non sentirne nemmeno più, conti.
Forse gli Ariete con il transito Uraniano di congiunzione 'sono più attenti' al problema di una mancanza totale di prospettive esistenziali, che bilance e cancri ancora sembrano non percepire completamente.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 15 agosto 2012
Ecco Verdeviola,
mi è venuto in mente un esempio e nello stesso tempo ho pensato che oltrechè lune e soli possa aggiungersi l'ascendente in questo ragionamento.

L'amica che mi insegno yoga era un'ascendente Sagittario,e in quel periodo stava vivendo in pieno già da anni il transito plutoniano.
Lei aveva una specializzazione non elitaria ma comunque ricercata e ben pagata oltrechè stabile, che le era però venuta a noia da un pò, il suo desiderio sarebbe stato appunto poter trovare un inserimento presso centri benessere o di scienze olistiche, oppure aprire qualcosa lei, per poter trasformare i suoi studi e la sua passione per lo yoga in una professione continuativa e sicura.
Divenne sempre più insofferente verso la sua professione che appunto non le offriva più alcun stimolo, devo dire che il suo sogno non si è potuto poi realizzare, ma lo stato di cose che si creò con quel transitò fù che lei volle fortemente cambiare professione licenziandosi e cercandosi comunque 'altro'.
Tecnicamente (dal mio punto di vista) non le convenne nemmeno questa cosa paragonando i lavori, ma si vede che era così esasperata dalla mancanza di 'novità' o nuove esperienze che volle fare a tutti i costi questo mutamento.
Forse trovò stimolo in un ambiente per lei completamente nuovo o in nuove compagne di lavoro, chissà, non ho mai capito a fondo cosa la mosse, se non appunto, ripensandoci ora, che la sorta di annoiamento la 'spinse' da un'altra parte.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 15 agosto 2012
No, Verdeviola, non parlavo di 'blocchi' precisamente, ma di una sensazione di mancanza di 'stimoli adeguati' a cui i vari soggetti ,secondo la natura del loro segno, reagiscono ,in caso, tentando di 'provocarli' o in caso contrario soffrono di un'assenza di stimoli che posso solo definire come vari strati di annoiamenti.
Ad esempio i soli e le lune scorpione con il transito plutoniano me li ricordo alle prese con 'plurirapporti' relazionali con più partners come se uno mai bastasse, non fosse sufficiente a fornire stimoli adeguati, oppure fossero perennemente alla ricerca di guai e 'sensazioni forti' per 'movimentare' la loro esistenza.
Era più questo che volevo dire, poi chiaro che non tutti reagiscono negli stessi modi o in quel modo lì, credo pesino anche le varie età dei soggetti e tutte le esperienze pregresse.
Ma qualunque sia la maniera rimane il fatto che plutone mi sembrava potesse portare l'accento su un desiderio di movimento vitale, non sò come definire, che si avvertisse come più stimolante.
Poi ognuno può trovare stimoli o assenza degli stessi nelle questioni delle più varie.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito mercoledì 15 agosto 2012
Cara Alix, io ho vissuto il transito di congiunzione di Plutone al mio Sole. Nel mio tema, il Plutone è a 4 Bilancia, mentre il Sole a 14, per cui all'età di 3 anni Plutone è "passato" sul mio Sole. Entrambi i pianeti li ho in Seconda casa, infatti questo transito ha coinciso con l'abbandono dell'ambiente in cui ero nata e vissuta (la casa della mia nonna materna) per trasferirci nella casa in cui vivo tuttora. Inoltre, sempre nello stesso periodo ho iniziato a frequentare l'asilo, che ho sempre odiato e a cui non volevo mai andare.. il buffo è che ho dei ricordi nettissimi di quel periodo, dei dialoghi, delle situazioni che mi sono rimasti profondamente impressi. Ricordo, ad esempio, che mia madre mi faceva indossare sempre i pantaloni, mentre è stato all'asilo che ho preso coscienza, in una particolare situazione, che avrei preferito indossare le gonne...

Comunque, tornando al senso più ampio dei transiti che hai descritto, posso dire che ho notato un grande "blocco" e, con esso, una notevole sofferenza, nei nativi dell'Ariete. Forse ho modo di conoscere più Arieti che Capricorni, quanto meno a livello di segno solare, però ho notato davvero che gli Arieti "vorrebbero ma non possono". E' vero che ci troviamo in un momento storico molto difficile, in cui le difficoltà economiche si avvertono al livello generale....

Ricordo invece, per parecchi Scorpioni e Lune in Scorpione che conosco, che il transito di Plutone fu un'occasione di profonda trasformazione, spesso con irrevocabili scelte di vita, svolte maturate nel tempo, acquisizione di una sicurezza nuova anche a prezzo di crisi tormentate. Ecco, forse assocerei a questo passaggio Plutoniano il concetto di "sicurezza" nata dalla capacità di guardare "oltre", di cogliere il proprio potenziale interiore e viverlo fino in fondo.
Qui non ho visto il blocco che percepisci tu nel segno del Capricorno, mentre devo pensare al transito per i Sagittari...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 15 agosto 2012
Ah...Verdeviola,
nel mio caso il riferimento alla noia/mancanza di stimoli positivi azzera 'creatività' è legato al mio sole leone, per altri capricorni la stessa lettura potrebbe essere riferibile a tutte altre questioni.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 15 agosto 2012
Non so esattamente Verdeviola,
è una riflessione che stavo facendo ultimamente, ragionando su certe cose, quindi è tutta da 'elaborare'.
Avevo sempre ritenuto che il senso di noia potesse essere provocato dai transiti Saturnini in specie su Giove e luminari, invece no, credo che quelli indichino più un senso di 'sfiducia', di fase depressiva.
Ho pensato al transito saturnino che avevo durante i circa 8 anni di depressione forte, che cominciò alla fine del transito sulla luna 10a per poi passare in 11a-12a-1a ( 8 anni circa giusti)
Plutone portò tante altre cose in quel periodo ma non il senso di 'inerzia' tipico della mancanza di stimoli.
Così pensando, mi sono chiesta di quali 'stimoli' sentivo la mancanza nell'infanzia avendo radix mercurio plutone congiunti in vergine 6a e la risposta è stata inequivocabile data la presenza mercuriale per di più enfatizzata dal segno: quelli 'intellettuali' di cui sento la necessità per poter aver quegli slanci creativi che altrimenti in assenza producono noie mortali.
La mia 'salvezza' è stata la passione per i libri di mio padre, altrimenti sarebbe stato come vivere in un'arido deserto da quel punto di vista.
La mia famiglia non faceva obbiettivamente mancare vacanze o gite, festeggiamenti, giochi e abbigliamento, limitatamente a quello che potevano certo, ma in quanto a 'stimoli mentali, culturali' non ne offrivano e ho dovuto poi sempre cercarmeli 'al di fuori'.
Seguendo questa riflessione sono riandata con la memoria a esaminare da questo punto di vista i transiti Plutoniani sulle persone che ho conosciuto dello scorpione , del sagittario e ho avuto l'impressione che i loro atteggiamenti rispondessero di fatto alla necessità di provocare degli 'stimoli' o reagire a stati di fondamentale noia, ovviamente in linea con i loro governatori e immagino aspetti.
L'attuale tranito plutoniano sulla mia luna capricorno con l'azione di un saturno 'recessivo' ha esasperato questo aspetto di sensazione di mancanza totale di 'stimoli'.
Tanto è che la creatività si è praticamente quasi azzerata, perchè la creatività si 'nutre' necessariamente di cose stimolanti: che siano cinema, viaggi, vacanze, la visita di posti e locali inusuali, teatri, concerti,musical, relazioni brillanti,stimoli visivi, sonori, multimediali, novità entusiasmanti e quant'altro.
Tutte cose alle quali ora per ragioni di 'costi' e altre situazioni, non si può più accedere, cosicchè la vita sembra solo più fatta di un'ossessionante 'ripetitività' di faccende 'noiosissime' per le quali non si nutre il minimo interesse, quasi praticamente senza più possibilità di rigeneranti interruzioni.
Le uniche novità nella ripetitività finiscono per essere sistematicamente 'contrarietà' 'contrattempi' brutte notizie, dunque sempre meno sopportabili vista l'impossbilità di 'evadere' periodicamente.
Dato che questa esasperante sensazione l'ho casualmente notata nei luminari capricorno ho voluto evidenziare il dato.
I capricorni sembrano quelli più inferociti per lo stato di crisi che 'limita e riduce' le possibilità vitali di fare esperienze ritenute gratificanti.
Mi chiedevo se non potesse anche esserci in gioco la 'trasparenza gioviana' nel segno.

questo è quanto....
parliamone
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito martedì 14 agosto 2012
cara Alix e amiche tutte,
sono via fino al 28.. poi ci ritroveremo qui con un nuovo blog.
Un saluto a tutte e buone vacanze..
Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito martedì 14 agosto 2012
Alix, ti riferisci in particolare al transito di congiunzione? Oppure secondo te questi effetti possono verificarsi anche con altri transiti significativi?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 13 agosto 2012
Mi è capitato di constatare che quest'anno molte persone abbiano dovuto loro malgrado rinunciare alle vacanze, ma chissà, forse nei pressi ferragostiani siete tutte via.


Se c'è qualcuna all'appello, mi sapreste dire se avete mai notato un rapporto tra i transiti plutoniani sui luminari e un legame con la 'noia' e gli 'stimoli'.
L'assenza di 'stimoli' adeguati alla persona è legato al senso di noia, di esaurimenti motivazionali, forse anche sul radix le posizioni di plutone potrebbero indicare dove la persona ha necessità di 'provocare' degli stimoli o dove maggiormente sente la 'carenza' degli stessi cercando forme di 'impulso' che creino una sorta di potente slancio.

Mi è venuto in mente ripensando ai transiti Plutoniani in Scorpione Sagittario e ora in Capricorno.
Ho ricordato che durante il transito Plutoniano in Scorpione molti soli e lune in tale segno è come se cercassero stimoli 'forti', rischiosi, pericolosi, ognuno a diversi livelli chiaramente e in linea con i suggerimenti dei governatori stessi.
In sagittario avevo notato una specie di stimolo alla 'fame' legata al governatore gioviano che si esplicava in mangiate pantagrueliche, e infatti diversi esponenti del segno sono 'lievitati' come torte .
Nella tipologia nettuniana del segno probabilmente lo stimolo è andato in direzioni di fame di spiritualità o di musica eventualmente, e penso che possano anche esistere tipologie miste gioviano nettuniane.
I capricorni sembrano molto infastiditi da un senso di noia legato alle 'privazioni', in linea con i messaggi saturnini, molto legati credo all'attuale 'crisi' che depriva così anche di tanti 'stimoli'legati alla possibilità di poter avere una vita ricca, piena ,gratificante e non sistematicamente legata a rinunce e 'contrarietà'.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 11 agosto 2012
Ciao Ibiscus,
io penso che non si debbano considerare solo le congiunzioni nette ma anche le condizioni 'preparatorie' di avvicinamento a quelle congiunzioni e inoltre se il tuo Sole fà anche congiunzione al Nettuno, per me il Nettuno rimane comunque 'coinvolto' nelle considerazioni da farsi.
Plutone sul tuo Sole porta in risalto tutto ciò che è connesso alla simbologia solare.
Dunque il tuo rapporto con il tuo lato maschile e con tutte le figure maschili passate e presenti della tua vita.
Padre, nonno, amante, compagno o marito, amico, fratello, anche il capo nel campo del lavoro.
Tutti gli eventuali 'rancori' o 'non detti' o 'non risolti' verso una o più di queste figure potrebbero essere riportati in luce da plutone.
Essendo tutto anche nella tua 1a sarà coinvolta dai rimestaggi plutoniani anche l'immagine che hai di te, la tua personalità, le identificazioni che fai per 'definirti' tutte quelle questioni relative al senso di tua 'realizzazione' soprattutto professionale credo visto il coinvolgimento capricornico, ma anche come individuo nella sua totalità.

a risentirci
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito giovedì 9 agosto 2012
Ciao Alix

in merito al fiore sì, l'avevo letto già da qualche parte grazie :)
Al di là di tutto, è semplicemente troppo bello. tendo ad amare i fiori da paesi caldi comunque.

Plutone su Nettuno? Devo recuperare i sogni di un paio di anni fa...Nel senso, Nettuno e Sole nel mio TN stanno a tre gradi, quindi Plutone è già da un pò che bazzica addosso ad entrambi. Però adesso è secco sul Sole, era più su Nettuno un paio d'anni fa...

Devo dire che ultimamente mi è più facile cogliere i segnali notturni...non ho ancora deciso se è perchè sono un pò più chiari, o se li capisco meglio io, o entrambe le cose probabilmente

E' un bel macello. Vorrei comprendere meglio il mio Sole, ma con i transiti attuali mi pare ancora più difficile. Soprattutto Pluto che dalla posizione attuale fa pure sestile a sè stesso radix...

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito giovedì 9 agosto 2012
x Alix:

Concordo con l'insofferenza, anche se nel mio caso Plutone è sul mio Sole...e pure sestile a sè stesso...

Credo per me, come per chiunque sia interessato da transiti così forti, che ne capiremo bene qualcosa solo tra qualche anno.

ora siamo nel calderone...



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 9 agosto 2012
Ciao Ibiscus,

per quanto riguarda plutone sul tuo nettuno hai considerato i 'Sogni', hai notato qualcosa di 'diverso' rispetto a tempi prima???
Come sono i tuoi sogni notturni? Disturbati o tranquilli?

Immagino che tu sapppia tutto del fiore che hai scelto come nick ma forse le ragazze no.
Avevo letto una cosa curiosa: nel paese di origine un tempo, portato ad un'orecchio ( non mi ricordo se destro o sinistro) significava che una era libera di 'cuore', sull'altro che era fidanzata o sposata e se si indossano gli Ibiscus su entrambe le orecchie significava che c'era qualcuno si, ma di non importante, quello che noi definiamo un piccolo flirt transitorio.
Conoscevi questa storia???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 9 agosto 2012
X Rouge:
sempre a proposito di Nibiru.
I sostenitori della sua 'esistenza' affermano che
se le teorie e i calcoli sono giusti, tecnicamente alla fine del 2012 dovrebbe rendersi visibile dato che l'orbita attraverserà il punto più vicino al sole.
Se è vero, sarà visibile come un astro di colore rosso fuoco più grande della luna.
Affascinante direi, mi ricorda quell'immagine di Luke Skywalker che guarda l'orizzonte con il tramonto dei due Soli, se non fosse che a causa dell'attrazione gravitazionale in qualche parte del mondo produrrebbe quasi inevitabilmente qualche evento 'catastrofico'.
Sembra un tantino impossibile possa comparire quasi all'improvviso.....ma staremo a vedere.
Sinceramente non sò se l'astronomia 'ufficiale' conferma questa eventualità.
Viene chiamato anche il 'pianeta alato' o 'il pianeta dell'attraversamento o dell'incrocio'.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 9 agosto 2012
Ciao Alma,

Plutone è senza dubbio sempre un transito importante e che non passa 'inosservato'.
Per quanto mi riguarda ho il transito di congiunzione sulla Luna come anche mio marito e caso vuole che anche le altre due donne di famiglia, madre e sorella abbiano la luna impegnata da questo transito, madre in opposizione, sorella in quadratura.
Il primo effetto è stato per me un cambio di compagno, di residenza, e di tipo di vita in totale, persino di vestire dato che, per questioni di comodità legate ai diversi impegni, ha dovuto necessariamente diventare pratico ed essenziale.
Ora che si è inoltrato noto di più un'insofferenza che comincia a esprimersi ogniqualvolta c'è qualcosa che per me non và nei modi giusti.
Meno capacità di 'sopportazione'in educato e compassato silenzio, che dal mio punto di vista è spesso un gran bene.
Così tendo a non lasciar correre troppo, ma ad andare a fare almeno minime rimostranze con chiunque.
Stò riflettendo per questo, che con Plutone,forse è meglio 'esprimere' il malcontento eventuale che 'reprimerlo', per non lasciarlo sedimentare e incancrenire e invelenire e dunque rischiare di farlo scoppiare o introvertirlo.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito giovedì 9 agosto 2012
Buongiorno ragazze!

eccomi a voi:

Sole Capricorno congiunto a Nettuno I casa, entrambi sestile a Plutone in Scorpione X casa

Marte in Pesci in III, quadrato da Urano-Luna-Saturno in Sagittario XII e dall'ASC Sagittario, trigono Venere in Scorpione XI

Chi di voi sospetta problemi con la mia femminilità? ;) Di certo non proprio classica!

Ma qui parliamo di MASCHILE...di VOLERE...di POTERE

Volere...so cosa mi piace, so cosa NON voglio...ma su quello che voglio qui sono guai...una volta lo sapevo credo, ma ora che i giochi si fanno duri e concreti, è ben altra storia.
Tutta l'aggressività però sbuca nella relazione. ogni tanto perdo il controllo e mi sconvolgo. Sono sempre stata calma, detesto le urla e gli scontri. Ma tant'è...

Nettuno e Plutone sul mio Sole ancora devo capire che mi fanno fino in fondo









-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Alma
inserito mercoledì 8 agosto 2012
Ciao Micol, ho mercurio e saturno congiunti(v grado) in ottava cancro e da due anni e mezzo Plutone dal capricorno mi sta mettendo a dura prova.
Ho duvuto lasciare modi di essere, schemi mentali e relazioni che forse non erano più attuali e non funzionavano più. Davvero potente questo pianeta in grado di sprigionare una energia fortissima e lacerante.
Difficile descrivere il grigiore e la solitudine che ho sperimentato in questi anni...Spero di poter testimoniare presto una bella rinascita, dopo questo lungo inverno...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 8 agosto 2012
Ciao cara Micol,
non ne farei una questione singolarmente di chi se la passa peggio o meglio, ma solo di soggetti in generale che saranno inevitabilmente più 'toccati' da questi transiti.
Io ho l'ascendente in Pesci al 29° per cui ho tutta la 1a in ariete con la sequenza del tuo primo caso citato.
Urano che transita nella 1a e Plutone in capricorno 10a sulla mia luna e opposto a venere 4a cancro.
Saturno è praticamente quasi in uscita dalla bilancia, già a ottobre entrerà in Scorpione e 'progressivamente' rispetto al suo passo dovrebbe andare da trigono a 'sostenere' i Soli o Lune o pianeti in Cancro, quindi 'rinforzarli' di suo.

Certo rimarranno quell'urano e il plutone che essendo di passo lento......si faranno sentire.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 8 agosto 2012
Si, curiosa coincidenza Rouge, ad ogni modo in rete se ne parla tantissimo di Nibiru, trovi anche i grafici della potenziale orbita di avvicinamento.
Personalmente stò facendo delle ricerche per capire se potrebbe trattarsi di Y (come sospetto) pare che abbia anche un'orbita molto eccentrica, qualcuno esaminando lo zodiaco di Dendera a perfino ipotizzato che disegni un 8 molto allungato (che come sai messo 'coricato' è anche il simbolo dell'Infinito) cambiando traiettoria orbitale quando entra nel sistema solare per continuare a fare il suo giro rovesciato e poi ritornare, con un giro orbitale di 26.000 anni quindi scanditi in due tempi da 13.000 circa.
L'altro pianeta già scoperto che qualcuno suppone Y ha già le coordinate e nome Sedna come una divinità simbolo Inuit popolo dei ghiacci, anche lui, guarda caso con un orbita molto ellittica, ora starebbe in Toro, ma su questo ci sono più dubbi che possa trattarsi di Y.
Però non capisco come mai Sedna sarebbe stato rifiutato dagli astrologi come pianeta visto che è più grande di plutone ,che per altro tutti sanno che l'astronomia in pratica ha declassato dal ruolo di pianeta.
Forse perchè altrimenti ne dovremmo calcolare poi 13 se si includesse ;)
Mah.....come si dice: ai posteri l'ardua sentenza!


Per ciò che dici carissima Rougemonique, speriamo che la rottura della tua diga emotiva sia 'controllata' e fertilizzante in senso creativo per tutto ciò che fino ad ora non hai utilizzato come potenzialità, dunque in ultima istanza 'produttiva'anzichè distruttiva!!!

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Micol_
inserito mercoledì 8 agosto 2012
@ Alix:
riguardo alla tua riflessione su Plutone, penso che attualmente quelli che se la passano peggio sono i nativi con sole/luna o forti valori Cancro, che stanno subendo l'opposizione di Plutone in transito in Capricorno e le quadrature di Saturno in Bilancia e Urano in Ariete.
Pensa ad es. un Cancro asc. Ariete o asc. Bilancia.
Nel primo caso, Urano sull'ascendente, Saturno sul discendente e Plutone al MC opposto al sole.
Nel secondo caso, Saturno sull'ascendente, Urano sul discendente e Plutone a fondo cielo opposto al sole.
:(
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito martedì 7 agosto 2012
Che curiosa sincronicità! Proprio in questi giorni un caro amico mi parlava dell'ipotesi di Nibiru e della sua vicinanza al nostro sistema solare, e la cosa mi ha davvero affascinata e incuriosita.
Sai, desidero fortemente che questa sia la "calma prima della tempesta". Ho necessità di rompere i vecchi schemi, devo crescere prima o poi.
A presto!
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 6 agosto 2012
Ciao cara Rouge,
avevo notato in particolare stà cosa nelle persone con i luminari in capricorno ma forse non sono escluse le bilance che vedono il transito in quadratura di plutone e di opposizione con urano, forse anche i cancri potrebbero risentirne nello stesso modo.
Anche mia sorella è bilancia e per ora sembra tranquilla solo molto preoccupata per questioni di incertezze di durata del lavoro ( bilancia 6a)
I capricorni, in specie donne, con i loro sfoghi emotivi, sembrano rappresentare l'archetipo di un'odio feroce, una nuvola nera che stà metaforicamente formandosi e salendo e che grida la necessità che cominci ad abbattersi una specie di 'giusta e sacrosanta' vendetta divina priva di sconti di pena su chiunque abbia compiuto errori causando danni ad altri.

Non vorrei che la tua, nei tui ambiti, sia solo la cosiddetta 'calma prima della tempesta'.

In rete poi c'è chi attribuisce questa sensazione di 'attesa' di qualche prossimo 'scatenamento di forze' energetiche al possibile transito dell'orbita ravvicinata di Nibiru, oggetto astronomico ancora indecifrato.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito lunedì 6 agosto 2012
Buongiorno a tutte-i e ciao cara Alix!
Come sai sono bilancia ma posso garantirti che anche io mi sento esattamente come hai descritto tu. Mi sento rimescolare e ribollire come se dentro di me stesse per avvenire una reazione nucleare e ho la sensazione che tutto, ma proprio tutto cambierà. Al momento sono inavvicinabile! Passo la maggior parte del mio tempo da sola, ma stranamente questo non mi pesa, anzi. Qualcosa dentro di me mi ripete di star ferma e di rimanere concentrata ma rilassata. Non mi era mai accaduto di sentirmi così! E' bizzarro, ma quasi tutto quello che desideravo fino a qualche mese fa, adesso non mi interessa più. Mi sento un po' "fuori dal mondo" e al momento mi limito a prendere atto di questa sensazione e di questi cambiamenti per vedere dove mi porteranno. Nel mio caso ho saturno sulla luna, e il sole e mercurio rimescolati dall'opposizione di urano e dalla quadratura di plutone. Particolare interessante: le pochissime persone che ancora frequento sono quasi tutte native del capricorno o con forti valori capricorno.
A presto!
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 5 agosto 2012
Una piccola riflessione che riguarda Plutone.

Visitando il forum ho notato quanto il transito stia sottoponendo ad una fortissima 'compressione' i nativi con sole in capricorno e le lune in capricorno.
Ho come l'impressione che stiano come emettendo 'fumi' di avvisaglie come se stesse per risvegliarsi un 'drago' interiore, per una forte non lontana 'esplosione'.
Quasi sembrerebbero canalizzare o rappresentare le vibrazioni di una potente energia , per ora 'ribollente' solo nel fondo, che stà per farsi sentire con clamore.
Ho notato negli sfoghi di soli e lune capricorno come una esasperazione che sembra stia per raggiungere il 'punto limite' e che potrebbe far saltare il 'coperchio' emotivo.

L'esplosione di un vulcano con tutto il suo carico distruttivo credo rappresenti bene il transito plutoniano e contemporaneamente di urano in ariete sulle simbologie capricorniane.
Geologicamente potrebbe essere una delle eventualità che le simbologie del transito rappresentano.
Soggettivamente tutto ciò che stava sul fondo o tutte quelle questioni che fino ad ora sembravano tenute a bada si direbbero spinte dal basso ad 'emergere' dal profondo, ad 'uscire' dalla pressione in rivolta che preme.

Lidia, tu sei una Capricorno, come lo stai vivendo questo transito???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 4 agosto 2012
Ancora per Eunice:
non avevo riletto il tuo post, se la figura paterna non era 'presente' perche deceduta spiegherebbe ancor di più le carenze di una identificazione per la parte di maschile che era veramente 'mancante'.

Si verifica anche quando il padre pur essendo vivo è in qualche modo 'assente' sul piano morale, trasparente come figura, abdicante al potere materno.
Guarda, mio padre è morto ad una età regolare, tuttavia 'tutte' e dico 'tutte' le astrologhe che mi avevano guardato il quadro quando lui era ancora in vita, facevano riferimenti alla possibilità che mio padre fosse morto, che non ci fosse mai stato o al limite che fosse sempre 'lontano' per lavoro.
Dunque, a meno di non 'sospettare' che ci fosse un padre vero morto e che io debba ancora 'scoprire' qualche verità mai rivelata, è evidente che la sua figura fosse come 'annullata' ( e così era) quindi in ogni modo 'mancante di sostanza'.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 4 agosto 2012
Ciao Eunice,
ho la quadratura sole marte, penso che certe insicurezze personali dipendano tanto da quella.
Saturno al mediocielo non credo incida in tal senso, anzi rafforza certi lati di durezza.
Invece la quadratura marte plutone potrebbe si, anche lei, togliere supporti a certi tipi di maggiori sicurezze nella propria forza.
Probabilmente però è la quadratura sole marte a incidere di più perchè rimane coinvolto il luminare.
Bisogna poi vedere dove ti si presentano più evidenti.
Inoltre resta evidente che con gli aspetti che hai citato è coinvolto il lato 'maschile' della tua personalità, forse potrebbe rifarsi a una figura paterna 'carente' sotto certi aspetti e con alcuni caratteri di evidente 'debolezza'.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 3 agosto 2012
Si Lidia, infatti, quello che pensavo, è una energia non facile da 'canalizzare' bene.

Io ho marte toro trigono a plutone vergine, entrambi i genitori avevano l'aspetto, uno tra cancro pesci l'altra cancro sagittario, perciò è anche un aspetto ereditato.
Per quanto è il mio caso, sarà l'esilio di marte toro afflitto per di più da nettuno e sole e plutone 'stretto' in vergine per di più in una casa 6a non congeniale, in senso di 'energia' è sempre stato un disastro, sembra essere a 'intermittenza'.
In certi momenti pare essercene molta ma poi periodicamente, a giornate, improvvisamente è come se 'sparisse' e mi sento tipo 'pila scarica', non funzionante.
E' proprio come se mi venisse 'staccato' un alimentatore, perciò devo necessariamente fermarmi per poter riprendere, perchè in quei momenti nessuna volontà, nessun allettamento, nessuna utilità, potrebbe riavviarmi.

Tutti con questo aspetto tra me e genitori è sempre stato 'scontro', in specie con mia madre.
Mia madre era quella più distruttiva caratterialmente ma tuttavia credo che entrambi, con tale aspetto, credessero intimamente che i figli si dovessero 'comandare'.
Non ci sono riusciti minimamente, il chè ha esacerbato i disaccordi ai tempi lasciando strascichi di rancori, ma credo che, anche se ad un certo punto rassegnati, continuassero a pensare che il ruolo di genitori fosse quello di 'ambire' a rendere i figli docili ai loro voleri.
Mia sorella che non ha l'aspetto ,quindi è stata sempre più morbida e 'assecondante', ha avuto di conseguenza un rapporto migliore.
A me il trigono marte plutone dà quella che si definisce 'aggressività di ritorsione', cioè tendo a 'rivoltarmi' non per natura costituita ma se qualcuno tenta di dominarmi e costringermi.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di lidia
inserito giovedì 2 agosto 2012
cara Alix,
il punto con aspetti di Plutone Marte è quello di non lasciarsi sedurre dai vari deliri di onnipotenza.. ovviamente molto dipende dalla persona.. dalla sua storia ed anche dalle ambizioni che ha e dal modo in cui vuole realizzarle..
Tuttavia, ti assicuro che conosco molte persone con questo aspetto che sono solide, hanno un potere personale che è visibile e che esprimono nel carisma e in una forte capacità di motivare gli altri.. senza per questo essere distruttivi..
Come sempre, per ogni aspetto, una parte della gente riesce a gestire le energie ed un'altra no.. perchè appunto è inflazionata, mossa di desideri di rivendicazione (che sono i più terribili con questo aspetto.. soprattutto dinamico) e dal continuo bisogno di farsi valere per compensare una sensazione di impotenza interna.. ma non è per tutti così.
Certo, queste energie bisogna trasformarle.. rendere chiare le motivazioni che spingono dall'interno che spesso sono "negative" e che portano, pertanto, a comportamenti autodistruttivi o distruttivi.
Un bacio Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Eunice
inserito giovedì 2 agosto 2012
Ciao a tutti!
E' la prima volta che posto su questo blog e i vostri commenti mi hanno incuriosito molto.
Non avevo mai notato l'effetto del marte in pesci e mi ero sempre chiesta che effetti potesse portare.
In effetti mia madre ha Marte in Pesci in 7a -opposto a Plutone in Vergine a cavallo tra la 12a e la 1a - ed ha perso mio padre da un giorno all'altro per un attacco di cuore. L'ho sempre vista affannarsi per gli altri e svolgere montagne di lavoro routinario per placarsi.

Per quanto riguarda me:
plutone in scorpione in 8a, congiunto a venere cuspide tra 8a-9a, congiunto al sole in 9a.
Marte in 1a casa congiunto all'ascendente in acquario che fa un quadrato con sole venere e plutone.
Ho sempre mostrato un carattere aggressivo e originale anche se fondamentalmente introverso.
Non sono sempre stata cosciente del forte magnetismo che posso esercitare sugli altri.
Per quanto so di avere un altissimo potenziale ho sempre faticato a mettermi in gioco a "mostrarmi" e ho patito molto la competizione professionale.
Non so se questa quadratura sole/plutone -marte sia un sintomo della mia profonda insicurezza o se invece ne sia responsabile il saturno congiunto al MC in sagittario.

(Ah interessante anch'io ho la luna in capricorno -congiunta a nettuno in 11a-)

Eunice (6/6/1986)
mia madre (6/6/1956)






-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 31 luglio 2012
Aggiungo un'altra cosa,
probabilmente la congiunzione Marte Plutone significa anche che la persona sà 'prendere in mano le situazioni', non si fà spaventare dagli ostacoli, sà stare 'sotto pressione' come si dice, tende a risolvere i problemi che si presentano anche se complessi, regge lo stress, non và nel panico se si trova in situazioni critiche o sotto minaccia di qualunque tipo.
Putroppo, secondo me, quando vanno molto in negativo, proprio per il loro potere energetico, tendono a 'travolgere' anche le persone che hanno intorno, a trascinarle nel 'gorghi' che creano.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 31 luglio 2012
Capisco Lidia, ma mi riferivo ad ambiti più comuni di 'gestione' di dette energie.
Dato che la maggior parte non sono Lama Tibetani che 'domano' istinti, pensavo che chi indirizzava queste energie in senso di 'azione costruttiva' potesse (in genere) esprimere più positivamente l'energia che non chi la utilizzi mentalmente per dominare seguaci, quasi sempre poi totalmente acritici.
Vero che ci sono Leader che sanno con la loro energia essere positivamente 'trainanti' e 'motivanti' o che capita di incontrare nei più vari campi persone di cui si percepisce la forte 'carica'.
Diciamo che penso che per la maggioranza questi aspetti prendano direzioni più o meno negative.
La persona che citavo, rovinatasi con il gioco,era comunque ,nei suoi ambiti, un leader naturale che appena entrato in un qualsiasi 'gruppo' ne diventava un punto di riferimento e nell'attività, anche che fosse subordinata, gli veniva ceduto il comando, la direzione nel suo ruolo.
Purtroppo questa grande qualità è stata 'sabotata' dalle direzioni distruttive dello stesso aspetto astrologico che garantiva la dote di autorevolezza.
Questo , per dire, che marte plutone non deve essere una dinamica facile da 'controllare' senza un forte impegno 'volontario' in quel senso.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito martedì 31 luglio 2012
cara Alix,
il potere non necessariamente si deve esprimere in qualcosa di fisico.. Plutone è anche e soprattutto una potenzialità interiore che può esprimersi in qualcosa di carismatico.. nell'essere leader ad un livello spirituale.. non è che Marte si esprime solamente sul piano fisico.. i leader sono personaggi di grande energia.. ma non necessariamente fisica.
I guru ad esempio utilizzano tutta la loro energia nella meditazione per "domare" l'istinto con la forza psichica mostrando poi una tranquillità che non è rintracciabile nelle persone comuni.
Ricordo di aver avuto la fortuna di stare accanto ad alcuni LAMA TIBETANI e di aver avvertito la loro "energia" in maniera fortissima: in un convegno in cui, durante una tavola rotonda, ero seduta accanto ad uno di loro, mi sembrava di non poter reggere la sua grande carica energetica.. come se la sua AURA schiacciasse inevitabilmente la mia.. però sentivo anche la sua carica positiva, il suo enorme carisma e la tranquillità che emanava dalla sua stessa essenza presenza.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 30 luglio 2012
Certo Lidia, perciò evidenziavo anche la possibilità che marte plutone si esprima in modi anche costruttivi.
Non che se una incontrava un possessore di aspetti marte plutone cominciasse a sospettare di aver davanti invariabilmente dei 'mostri'.
Trovo però sia una carica energetica che rimedi la sua migliore espressione in qualche impegno di tipo molto fisico, anche per scaricarne tutta la latente potenza aggressiva, altrimenti la vedo sempre un pò rischiosa da esprimersi tranquillamente come configurazione.
Personalmente devo dire che non amo per niente la figura del GURU in nessuna delle sue variegate espressioni, a parte che molti di costoro sono ispiratori di organizzazioni che diventano vere e proprie sette da cui spesso è difficile persino allontanarsi, guardo sempre con un certo sospetto in genere chi si ritiene come a 'capo' di un modo di pensare o di sentire spirituali, lo ritengo una 'deviazione', un cedere alla 'tentazione', un allettamento del 'potere', sul loro percorso.

Sempre a proposito di marte plutone ho pensato possa essere come l'espressione di una specie di 'demone' turbolento, esistente nella persona.
Mi è venuto in mente un caso as. leone, con marte e plutone entrambi in leone, non in aspetto, tuttavia sufficienti, con saturno 5a sagittario, a insinuare l'inclinazione a rovinarsi con il 'gioco'.
E a proposito di 'tentazioni' forse marte plutone è un'aspetto che indica anche la facilità a farsi coinvolgere dal lato oscuro della vita, dall'aspetto macabro o dalle situazioni 'marce' di cui tanti subiscono il velenoso 'fascino'.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito giovedì 26 luglio 2012
Ragazze,
proprio ai fini del nostro approfondimento, se può essere utile. Il mio unico ex aveva plutone-marte congiunti in scorpione in prima casa, il tutto rafforzato da un ascendente scorpione. C'è da dire che all'epoca dei fatti non sapevo assolutamente nulla di astrologia. E' proprio vero che io e lui ci siamo "incastrati" alla perfezione, anche se questo mi ha causato un'estrema sofferenza. Per fortuna di lui ho perso le tracce perché all'epoca dei fatti si dileguò (probabilmente all'estero) per evitare le conseguenze delle sue azioni. Lui, almeno in apparenza, non era un mostro, eppure ha fatto a me una cosa mostruosa. Non mi stupirebbe affatto sapere che magari adesso è in carcere. La cosa più assurda era che in apparenza questa persona si mostrava amabile, simpatica e affidabile. Era un leader naturale e si muoveva con disinvoltura negl'ambienti più diversi. Ho poi scoperto, a causa di una sua disattenzione, che frequentava di nascosto ambienti malfamati ed era coinvolto in un brutto giro. In quel momento sono cominciati i miei guai.
Continuo a ripetermi che il problema non era solo lui, ma io. Perché ho avuto necessità di passare per questa "scuola di fuoco"? Possibile che dentro di me ci siano tali mostri? Spero di curare e far guarire il mio lato maschile (ammesso che sia malato, perché confesso che non ci sto capendo niente) non voglio tirarmi addosso un altro tsunami.
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito giovedì 26 luglio 2012
cara Alix,
in effetti la congiunzione si trova anche nei temi di grandi personaggi molto carismatici e positivi quali molti guru...
Quindi, non è mai l'aspetto in sè.. che rappresenta solamente una carica energetica che poi trova la sua materializzazione diversa nell'individuo.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 25 luglio 2012
Grazie Micol,
conferma interessante per le dinamiche dell'aspetto nel peggio.
Credo possa prendere anche caratteri diversi e più costruttivi in altri casi.
Mi è venuto in mente che congiunzioni marte plutone potreste trovarle nel tema di chi svolge quei lavori ad 'alto rischio' per i quali ovviamente occorrono doti speciali di coraggio estremo tipo i vigili del fuoco, tutte quelle squadre impegnate nel salvataggio di vite e che mettono dunque a rischio la loro,in chi disinnesca bombe o in chi lavora in miniera.
Tutte quelle attività insomma dove il personale rischio di morte o incidenti correlati è elevato.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 25 luglio 2012
cara Micol,
in effetti Marte Plutone è un grande potenziale che dà forza, determinazione, potere e varie altre cose.. tuttavia, se nell'animo c'è distruttività. i risultati possono essere del tutto infelici.
Anche nei serial killer si trova spesso questo aspetto.. in genere sono violenze subite che vengono rimosse e che possono scatenare il rancore e l'odio.. non dimentichiamoci poi che questo aspetto può dare ossessione e paranoia se non è incanalto in qualcosa di creativo..
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Micol_
inserito mercoledì 25 luglio 2012
Ciao a tutte, è la prima volta che scrivo su questo blog, anche se lo seguo da parecchio con molto interesse; a proposito della congiunzione Marte e Plutone, il pazzo criminale che ha sparato al cinema di Denver pochi giorni fa aveva questo aspetto nel suo TN: Marte e Plutone congiunti in Scorpione (dati di nascita: James Holmes 13.12.1987 Aurora CA USA).
ciao a tutte
Micol
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 22 luglio 2012
Rouge sei forte!!!

Per ciò che chiedi alla fine, mio padre aveva Marte in Pesci, senza aspetti con venere e plutone, direi che mia madre non ha mai goduto di splendida salute
(anche per non essersi mai imposta nessuna disciplina salutare nemmeno dopo che fù estremamente consigliabile) ma comunque a parte ciò, per un motivo o per l'altro, ha subito nella vita credo almeno una decina di operazioni chirurgiche ed ha sempre avuto dunque una scarsa salute che si è cronicizzata.
E' un solo caso, fà poco testo, ma mi è venuto il dubbio che il Marte in Pesci pesi in questi incontri.

ciao


X tutte e Lidia:

A qualcuna di voi è mai capitato un tema quasi praticamente 'senza aspetti', solo qualcuno minore, che pensare di tali stranissimi temi???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 22 luglio 2012
Ancora x Verdeviola:

Se interessa per chi segue astrologia karmica, stretti rapporti e aspetti tra marte plutone nei temi di donne, indicherebbero , che nella o nelle incarnazioni precedenti erano uomini e questi aspetti starebbero ad significare ed evidenziare la difficoltà che hanno ad adattarsi profondamente al genere femminile.

Volevo aggiungerti che marte plutone congiunto può dare delle caratteristiche di 'prepotenza' a vari livelli e sono quasi certa di averlo visto in qualche tema di casi di cronaca nei 'sospettati' di qualche omicidio.
Prova a cercare anche tra quei temi eventualmente.

In positivo penso possa inclinare, forse se sostenuto da nettuno forte, a sostenere battaglie per qualche Ideale di radicale trasformazione.

ciao di nuovo
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito domenica 22 luglio 2012
Ragazze buondì!
Mio fratello ha una congiunzione marte plutone in bilancia tra la quinta e la sesta casa. E' una persona di impetuose energie fisiche e psichiche, ha sempre dormito pochissimo e ha praticato molti sport, tra i quali anche il judo e il motociclismo. Avendo una degna sorella con stellium di marte, venere e urano in scorpione, vi lascio immaginare le numerose liti d'infanzia tra noi quale esito potevano avere! Nasi sanguinanti, capelli strappati e promesse di vendetta infinita. Poi siamo cresciuti e per fortuna adesso ne ridiamo, ma per la mia povera mamma gestire due vulcani litigiosi dev'essere stato un dramma!
Mio padre ha un sestile plutone marte, e nel suo lavoro ricopre un ruolo di potere.
Invece la quadratura marte plutone ce l'ha un mio amico che insegna arti marziali...è un gemelli con scorpione all'ascendente, e questa sua energia è talmente forte (o quantomeno io ne sono così consapevole forse perché viaggio su simile lunghezza d'onda)che all'inizio, quando lo conobbi, ero convinta che fosse dello scorpione. Quest'uomo ha una sorta di "campo elettromagnetico" intorno a sé, non so come spiegarlo, e ho la sensazione che abbia una sessualità "ingombrante". Non fraintendetemi, non lo dico perché ho provato!! E' solo una sensazione a livello epidermico, come se questa persona avesse grandi energie sessuali a disposizione e uno spiccato ma sotterraneo interesse per l'argomento. Così come mio fratello, anche lui è molto "maschile" del tipo "uomo che non deve chiedere mai". E' molto a disagio con il suo lato femminile...spaventato da qualsiasi reazione emotiva o di accudimento.
Notavo un'altra cosa, ma non c'entra molto con l'argomento. Un amico mio che di recente ha perduto la sua compagna, ha un marte pesci e una quadratura venere plutone. L'ho visto pochi giorni fa e mi raccontava che anni prima di sposarsi aveva avuto una lunga storia con un'altra ragazza anch'essa ammalata...dalla quale poi fu lui ad allontanarsi. Questa cosa mi ha colpito moltissimo, perché lui sosteneva che "le donne ammalate" fossero una costante nella sua vita (in effetti,ha anche una adorata nipote disabile). Può essere per via della combinazione marte pesci e quadratura venere plutone? Più vado avanti, e più mi rendo conto che nella vita nulla è un caso. Ma questo a volte, non mi conforta affatto.
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 22 luglio 2012
X Verdeviola:

Il problema cara Verdeviola è la reperibilità di certi temi.
Potrei fare l'ipotesi che la congiunzione potresti trovarla esaminando temi di generali d'armata, di persone che praticano la caccia, di militari, magari anche di persone che trattano la macellazione delle carni, di chi produce armi, chi lavora nel campo dell'estrazione del petrolio, insomma non proprio il tipo di conoscenze che possono essere vicine a chi si occupa di astrologia spiritualità ed ecologia.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito domenica 22 luglio 2012
Grazie Alix e grazie Lidia, effettivamente abbiamo postato i nostri commenti simultaneamente...ora sto cercando nei temi che conosco degli aspetti di questo tipo tra Marte e Plutone, ma la congiunzione non mi sembra molto diffusa....
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 21 luglio 2012
Ecco Verdeviola, mi pareva di ricordare vagamente, un opposizione marte plutone figura nientemeno che nel maestro della 'non violenza' Gandhi che tuttavia e nonostante la sublimazione in vita dell'aspetto, morì di morte violenta per un atto compiuto da un fanatico.
Non ho il tema sottomano, mi pare che l'opposizione fosse tra scorpione toro, alcuni ritengono anche che il suo ascendente non fosse bilancia ma scorpione, cosa che riproporrebbe i due simboli.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 21 luglio 2012
X Verdeviola:

Si, è possibile, del resto in sincronicità era già entrato sia il mio post aggiuntivo che quello di Lidia.
Penso che di base, crei caratteri tendenzialmente 'dominanti', magari anche non violenti ma poco disposti a farsi 'comandare' o sottomettere facilmente da altri.
Credo anche sia presente sia in negativo che positivo in persone che hanno incontrato le manifestazioni 'violente' di altri, quindi in persone che 'conoscono' la violenza per averla vista o subita.
E' possibile dunque che in date occasioni con aspetti cattivi, ciò sfoci in altrettante similari manifestazioni.
In altri è anche possibile che le manifestazioni violente non siano mai dirette verso persone ma figurino nel tema di chi, quando è arrabbiato, tende a tirare o spaccare gli oggetti per 'esaurire' in quel gesto ( costoso ma innocuo) un raptus di collera.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito sabato 21 luglio 2012
grazie Alix, in effetti anche io ho presente un uomo con la congiunzione in Vergine, per di più con Urano, persona molto buona ed onesta che dà il meglio di sé in ambito sportivo: qui emerge il suo spirito combattivo e la sua grinta. Sinceramente non mi sono capitati altri casi, credo infatti che sia un blocco di energie molto compatto e no so nemmeno come potrebbe reagire a transiti negativi... nel caso di aspetti negativi con altri pianeti nel tema natale, secondo te è questa congiunzione a prevalere, spegnendo il pianeta in quadratura od opposizione, o sono invece le altre forze a soffocarla? Con aspetti negativi, non potrebbe esserci il rischio che questa congiunzione cerchi dei recuperi manifestando un'aggressività e una violenza latenti?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 21 luglio 2012
X Verdeviola:

volevo aggiungere che è possibile che le manifestazioni più negative si verifichino più facilmente con aspetti di quadrato o di opposizione tra i due pianeti.
Però la congiunzione di marte plutone ha caratteri così forti che forse potrebbe prendere entrambi le direzioni.
E' possibile che abbiano particolare peso gli altri aspetti che fà la congiunzione e con quali altri pianeti annessi.
Ad esempio nel maestro di arti marziali la congiunzione è sostenuta da un sestile a nettuno e un trigono giove.
Ci fossero stati dei quadrati, magari con il coinvolgimento di saturno forse le manifestazioni avrebbero potuto prendere caratteri più turbolenti.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito sabato 21 luglio 2012
cari amici,
Marte Putone è semplicemetne un potenziale che poi noi possiamo utilizzare a seconda della nostra cultura, della nostra morale e della capacità di riconoscere che ci sono dei limiti.
Marte Plutone lo troviamo infatti nelle persone più disparate.. dal serial killer, al prevaricatore ma lo troviamo anche nei guru.. nelle persone che hanno trasformato questo potere personale in qualcosa di creativo ed utile al cammino altrui..
Certo, molto dipende dall'esperienza personale che il soggetto ha fatto nell'incontro con il potere altrui.. se lo ha incontrato sotto forma "distruttiva" è probabile che impari ad usarlo nello stesso identico modo.. almeno fino a quando non comprenderà qualcosa di più importante da fare con questo potenziale.
Di certo lo si vede nelle persone.. e lo si percepisce intensamente.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 19 luglio 2012
X Verdeviola:

Dipende da come è interpretato l'aspetto, ho presente una congiunzione marte plutone in vergine nel tema di un maestro di Arti Marziali.
Persona tranquillissima e pacifica nella vita, è anche Buddhista, capace comunque sempre di reagire anche moralmente in difesa delle persone care.
La trovi anche di frequente nei tutori dell'ordine e presumo ,nel peggio contraltare nei malavitosi.
Certo, credo che sia un nucleo di capacità aggressiva e combattiva notevole, che può essere diretta per scopi positivi o molto molto negativi.
Sicuramente infonderà coraggio, sprezzo del pericolo ma anche arroganza, prevaricazione,inclinazione alla violenza o a essere in contatto professionalmente con ambienti violenti seppur nella parte dei buoni.
Al minimo credo sia un fattore di affermatività forte, di penetrazione decisa nella vita.
Può essere anche presente nel tema di personaggi 'mitissimi' ma con imperiosi bisogni sessuali.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 19 luglio 2012
Domanda rapidissima: come vedete l'aspetto di congiunzione Marte-Plutone in un uomo? Punto di forza o fusione eccessiva?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 15 luglio 2012
@ALIX

ti rispondo di là.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 15 luglio 2012
Infatti, non avevo difficoltà a capire o almeno a intuire il senso tuo, solo che non lo 'sento'.

Ma del resto questo fà parte del discorso che si faceva rispetto ai condizionamenti zodiacali.

Mi fà piacere che hai afferrato i contorni della prospettiva, capisco che suoni 'stonata' per te.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 15 luglio 2012
@ALIX

Alix, si, evidentemente per te la vita corrisponde all'analogia che hai fatto col film "si può capirne il senso pur non apprezzando la storia".

Se la vita è qualcosa da "fruire", deve essere soddisfacente....appunto, come un film.

Ma scorgere il senso che intendo io è ritenersi PARTE di "qella cosa" a cui stai dando un senso.

Il punto è sentirsene parte...non sentirsi spettatori o fruitori di qualcosa che a quel punto ha VALORE solo se soddisfa le nostre aspettative.

Certo che ora comprendo molto meglio la tua posizione.

Credimi che prima non la capivo perchè non riuscivo a vedere le cose dalla tua prospettiva.

Certo che se tu non riesci a sentirti PARTE della vita e quindi fatta della sua stessa "sostanza " non puoi che aspettarti che almeno...ti soddisfi, ti dia ciò che ti aspetti e se così non è, ovviamente ....non ha alcun valore...e la frase "non avrei voluto nascere" è la logica conseguenza.

lara


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 15 luglio 2012
Mi spiace per l'inserimento a contagocce, ma ogni tanto stacco, faccio cose che devo fare e poi ritorno.
Quindi.... (premesso che se vogliamo continuare questa discussione sarebbe meglio spostarsi in 'curiosità' dato il fuori tema)
tenevo a dire che, se il tema astrale fornisce un quadro totale dell'individuo è improbabile che non vi si possa leggere anche il suo tipo di rapporto con la vita.
Le case trigonanti sono sempre in relazione, dunque se la 12a è l'attimo/tempo prima della nascita, questo attimo è rappresentato anche da 4a e 8a.
E rappresentano a ritroso a spirale (sempre 12a 4a e 8a) l'attimo prima del concepimento (8a) e nella reincarnazione.
Non sò se sapete che in astrologia Karmica rappresentano il tipo di morte della vita precedente che si incide nel tipo di caratteristiche di inizio vita poi.
Mi pare che avessi già detto che durante le doglie materne non volevo saperne di nascere, forse perchè stavo molto bene dove ero, così come ancor prima del concepimento forse stavo bene nell'aldilà in qualche potenziale forma.
E infatti quando approfondivo astrologia Karmica ho sempre avuto il dubbio che non sia vero che tutte le anime sentano questa forte necessità di reincarnarsi nel mondo fisico.
Ma può essere che questa sensazione sia dovuta al fatto che stando particolarmente a mio agio dove stavo, in un luogo che trovavo accogliente e che l'impatto con il mondo esterno sia potuto essere eccessivamente sgradevole.
Credo anche sia possibile abbiano dovuto tirarmi fuori a forza.
Perciò può essere benissimo che venga da quell'esperienza lì questa idea che avrei preferito non nascere.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 15 luglio 2012
Ancora per Deva:
In riferimento anche al discorso che avevamo fatto di là, la tua visione della vita è prodotta anche dalle tue dinamiche giove 12a marte 4a e mercurio governatore di 8a.
La mia è una 12a pesci nettuno gioviana per governatori, ora anche transitata da nettuno che trigona una 4a con venere e 8a nettuno, non pensi che la mia visione vitale specifica è legata moltissimo al benessere che posso sentire o meno?
Devo dire che la tua può considerarsi una fortuna ( è hai anche il punto fortuna in 12a per coincidenza) se riesci a sentirti bene e felice della vita in ogni condizione, in ogni luogo anche scomodo e con ogni tempo.
Ma non tutti siamo uguali no....
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 15 luglio 2012
Deva, capire il senso di un film non vuol dire che poi il film ti piaccia per forza.

La mia natura Leonina mi porta a considerare vita (vitale) ciò che soddisfa le migliori aspettative, tutto il resto lo vedo e lo sento come mera sopravvivenza.

Se si parla di senso della vita come ' potente forza' dell'universo primeva che nasce e rinasce anche dalla distruzione.... da ragazza avevo creato un quadro che rappresentava un'insieme di tronchi bruciati e devastati tutti sui toni grigi e neri lugubri, ma al centro si vedeva spuntare e attorcigliarsi e crescere un esile ma rigoglioso, colorato, rametto di foglie e fiori che lasciava intendere e presagire che tutto sarebbe 'rinato'.

Ma questa è filosofia della vita, poesia del senso di vita, non la vita vera.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 15 luglio 2012
ciao Lara

si, certo, ora infatti ho capito.

Intendo dire che ho capito in che contesti si può dire "non vorrei essere nato".

Lo si può dire quando non si scorge un "senso" nella vita e quindi il metro di giudizio nei suoi confronti può riguardare solo il grado di soddisfazione o insoddisfazione che ce ne deriva.

Infatti tu dici proprio questo...quando hai cominciato a trovare un senso le cose sono cambiate.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 14 luglio 2012
@ALIX

Alix, credimi, anche se mi sforzo di venirti incontro per capirti .... per me una frase del genere, per quanto puoi motivarla, è una radicale negazione della vita.

La vita è la base di tutto...il fatto stesso che sei qui a dire "non avrei voluto nascere" è possibile sono perchè HAI la vita....o come preferisco pensare io...SEI la Vita.

Per questo, a mio parere negare la vita è negare se stessi.

Poi...mi sconcerta ancora di più la considerazione che fai, di poter dire "ah, bene la vita è così ...torno quando troverà le circostanze che più mi aggradano..."

Cos'è la vita ideale per te?, un luogo dove tutte le migliori aspettative possano essere soddisfatte, altrimenti...no grazie.

Ah, beh...allora si capisco perchè non avresti voluto nascere.

ciao lara


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito sabato 14 luglio 2012
per Deva: forse la sintesi non ha reso il mio pensiero.

Dicevo che non possiedo una generale tendenza alla felicità, pur avendo vissuto nella mia vita alcuni momenti di felicità intensa.

Dicevo anche di aver vissuto fino all'adolescenza il desiderio di non essere venuta al mondo e poi, con il tempo, di aver apprezzato il fatto di esserci, soprattutto dopo la nascita dei miei figli, e anche di essere riuscita a concepire la mia vita come parte di un ordine.

Un film che mi colpì da adolescente fu "la vita è meravigliosa" di Frank Capra in cui al protagonista - che appunto vorrebbe non essere mai nato - viene data la possibilità di vedere il mondo cosa sarebbe stato senza di lui. Forse proprio allora cominciai a modificare il mio modo di vedere la mia venuta al mondo.

Ora, credo che il mio Saturno in dodicesima, in trigono alla congiunzione mercurio-plutone in quinta casa siano assolutamente parlanti rispetto a quanto ho raccontato. Saturno in dodicesima racconta di una sorta di "resistenza" in fase di gestazione: non ero propriamente attesa dai miei genitori e mia madre ebbe una seria minaccia d'aborto al quarto-quinto mese di gravidanza, dopo la quale, sembra, i miei avrebbero (...pentiti, immagino) rivisto il loro pensiero sul mio arrivo.

Questa "resistenza" si deve essere riflessa sulla mia idea adolescenziale del "meglio se non nascevo" superata in età adulta con la costruzione di un modello di pensiero sulla vita e sull'ordine universale (sempre Saturno in dodicesima)al quale ovviamente ha contribuito in massima parte l'astrologia di cui qui discutiamo.

Ciao, Lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 14 luglio 2012
Deva, ovviamente non posso parlare per Lara, ma guarda che questa frase non ha carattere personale verso l'individuo stesso come entità, ma è una frase che rispecchia l'insoddisfazione per l'ambiente e la qualità della vita trovata, incontrata e le esperienze fatte, che non avrebbero avuto caratteristiche e parametri ritenuti necessari dal soggetto per considerare la vita del tutto piacevole per essere vissuta e il mondo un bel posto dove stare.
E' un pò come dire, ah bene la vita è così, avremmo preferito poter dire arrivederci e grazie, torno quando e se sarà meglio o quando troverò le circostanze che più mi aggradano.
Detto a un'altra persona è chiaro che avrebbe carattere personale per come è l'individuo stesso.
Io non ho nulla contro di me, solo non posso dire che mi piace questa civiltà ne gli standard a cui obbliga la maggioranza, non trovo spesso piacevole vivere.
Forse perchè personalmente credo che valga la pena vivere solo se si può star bene.
Chiaro che poi se una c'è si adatta appunto cercando di stare meglio che può lo stesso, cerca di trovare in quel che può o nei rapporti che ha motivi di soddisfazione, di vedere il bello anche dove non c'è, visto che non c'è modo di prendere porta e andarsene, ma se vuole essere schietta non potrebbe dire che è entusiasta di come è conformata la vita.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 14 luglio 2012
X Vedrdeviola:

quello che dici non è sbagliato infatti, il transito di un pianeta agisce anche secondo come è disposto nel radix.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito sabato 14 luglio 2012
Il mio Giove in Acquario è abbastanza spento, forma sì un trigono a Plutone ed un largo sestile a Venere, ma è anche quadrato a Marte e Mercurio, per cui risulta privo di mordente, annaspa in sesta casa senza riuscire a trovare intensità.
Urano invece è bello, congiunto al Sole e trigono alla Luna, però la predisposizione alla felicità non mi accompagna di certo.
Diciamo che, caratterialmente, sarei anche portata a "sentire2 la felicità, ma le circostanza della vita , da vent'anni a questa parte, hanno smorzato il mio istinto. Ogni volta che mi è sembrato di raggiungere la vetta, poi sono caduta e il risveglio è stato brusco e doloroso... potrebbe essere anche paura della felicità?
Comunque, su di me i transiti positivi di Giove non hanno alcun effetto, purtroppo.. è una cosa che osservato nel corso degli anni. Ora, per esempio, è in Gemelli e forma un trigono al mio Plutone, nonché a Giove natale, poi pian piano farà trigono al Sole, alla Luna e ad Urano.... ma per il momento, non posso certo dire di vivere un periodo positivo, anzi! E' vero che si sta opponendo a Nettuno, ma in ogni caso credo che il Giove debole che ho nel mio tema si riveli anche nella "sordità" del tema stesso ai suoi transiti benefici...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 14 luglio 2012
ciao Alix e Lara

Lara, di questo argomento "non avrei voluto nascere" ne abbiamo parlato io e Alix, dal momento che appartiene anche a lei questa affermazione.

Io pur capendo le vostre ragioni, ragazze, pur ammettendo che la visione della vita è molto personale e soggettiva...la sento come una "bestemmia" questa cosa, non nei termini della fede cattolica, che non mi appartiene, ma di una spiritualità più ampia dove il fondamento E' la vita stessa.

Pensate un attimo se foste voi a dire ad una persona..."non avrei voluto che fossi nato" come potrebbe sentirsi ??

Voi lo dite a voi stesse.

Il detto "tratta gli altri come vorresti essere trattato"...a mio parere si può estendere anche alla vita...se alla vita diciamo..."non vorrei essere nato" come ci potrà mai ricambiare la vita ??

Detto ciò...rispetto il vostro sentire...sarebbe peggio negare ciò che si sente, sicuramente....quindi...è giusto che lo esprimiate.

E già che ci siamo....è così diffuso questo sentire ?? ci sono altri forumisti che potrebbero affermare che non vorrebbereo essere nati ??

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX x Lidia
inserito venerdì 13 luglio 2012
Ciao Lidia,
se è per vacanza: Buona Vacanza!!!

Un grazie rinnovato per l'opportunità di questo spazio.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 13 luglio 2012
Grazie Lara per la precisazione, e grazie anche di aver portato un'altra voce di testimonianza per Deva.
In effetti secondo me è una sensazione molto più diffusa di quanto si possa credere, solo non sempre dichiarata apertamente.
Avrei detto che aspetti radix positivi tra giove urano, venere urano, giove luna, giove venere, potessero favorire il sentirsi in genere più felici e soddisfatti di altri.
Devo dire che per me fondamentalmente ,come concetto, la felicità è difficilmente qualcosa che possa essere invariabilmente presente.
I transiti gioviani sulla mia Luna di solito sono risultati favorevoli in questo senso, mia sorella ha un trigono ed ha una felice disposizione naturale verso l'esistenza.
Ho notato anche a favore nei temi il trigono Venere Saturno, quasi l'aspetto rendesse più stabile l'eventuale inclinazione a sentirsi soddisfatti.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito venerdì 13 luglio 2012
per Alix : giorni fa avevo inviato un post sui rapporti giove-urano e la felicità che però poi non ho visto pubblicato. Ti dicevo che, almeno per quanto riguardo me, che ho Luna-Giove-Urano congiunti (e anche in quinta casa)la congiunzione non ha mai favorito il sentirmi felice. Sicuramente ci sono stati alcuni momenti della mia vita in cui ho toccato la felicità, ma in generale io ho sempre fatto molta fatica a vivere. Ricordo che tempo fa, in una conversazione con Deva, hai toccato un argomento a me noto: il desiderio di non essere mai venuta al mondo. E' lo stesso pensiero che ha accompagnato tutta la mia adolescenza. Con il tempo e soprattutto con la nascita dei miei figli ho imparato ad apprezzare il fatto di esserci e a riconoscere l'esistenza di un ordine che va oltre la nostra stessa vita, ma una particolare propensione alla felicità...no, non ce l'ho.
Un saluto caro
Lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito venerdì 13 luglio 2012
cari amici,
sono via 5 giorni ma vi leggerò al mio ritorno.
Un caro saluto a tutti.
Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 13 luglio 2012
X Stefano:

Conosco la depressione, molto bene, nel mio corso di vita mi è stata compagna per 7 anni, periodo che corrispose al transito plutoniano in 7a e 8a che oppose marte e ai transiti di saturno urano nettuno in 10a in opposizione su venere 4a ( che colpirono anche la posizione di Giove in 7a).
Nel mio caso fù di un certo aiuto l'astrologia Karmica, dato che riusciva a creare una spiegazione a tutta una serie di dinamiche di eventi e di rapporti, quindi riuscì a darmi 'in quel momento' quel tanto di risposte che furono fondamentali per dare un significato di 'utilità' a quel periodo.
Diciamo che dopo, grazie a questa filosofia e alla pratica dello yoga, ho vissuto un periodo che non definirei felice per come intenderei io, ma piuttosto stabilmente sereno.
Ecco, spero che non si confonda la serenità con la felicità.
Di recente ho letto un autore che considera la serenità una forma di rassegnazione, e infatti dopo altre esperienze venute dopo, quella serenità di quel tipo, durata altri 7 anni, non sarebbe bastata più.
Forse che avendo Urano congiunto al mio Sole sono particolarmente reattiva ai cicli uraniani.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Stefano Baldazzi
inserito giovedì 12 luglio 2012
Per Alix

Secondo me la felicita' e' innanzitutto qualcosa di interiore che nasce dall'accettazione di se' e degli altri e dalla consapevolezza che dentro di noi esiste la soluzione a ogni problema, anche io che ho sofferto di depressione fino al primo transito di Saturno sul Saturno natale e che non ho mai creduto in me stesso ( Saturno in 2 casa quadrato a Venere ), sono riuscito piano piano a riemergere , sono 24 anni che pratico il Buddismo e sono convinto sia la strada giusta per risalire la china e non piegarsi alle sconfitte.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 12 luglio 2012
Alix è vero, la similitudine con la lumachina è proprio calzante.. pensa che da sempre il mio animale preferito è la tartaruga, con quel guscio protettivo che mi ispira sicurezza!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 12 luglio 2012
X Celeste:

si, potrebbe essere, ora che ti eri decisa a entrare non puoi farlo, forse perchè il tempo ti deve dare modo di comunicare riflettendo quel tanto in più piuttosto che sull'onda di un'emozione subitanea.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 12 luglio 2012
E' vero, io associo l'autorità all'ombra... (Saturno quadrato secco a Plutone)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 12 luglio 2012
X Celeste:

Vorrei chiederti avendo tu il Marte in 12a, per caso se sei nata 'podalica' o se eri ancora girata poco prima del parto.
Solo una curiosità per raffronto.
Come vivi la posizione di questo Marte che è spesso considerata particolarmente difficile da gestire???

ciao,grazie
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Celeste
inserito giovedì 12 luglio 2012
Ciao Alix e Verdeviola,
ho letto ora i vostri interventi, molto riflessivi e veri; certo che situazioni pesanti famigliari ce ne sono purtoppo tante, molto pesanti.
Purtroppo il mio p.c. di casa ha dei problemi, l'altro ieri portato al tecnico che, sigh, dice che è da formattare e lo tratterrà qualche giorno. Questo per dirvi che per qualche giorno leggero' col contagocce il blog dall'ufficio come ora ma difficilmente potrò partecipare. Appena avro' il p.c. sistemato postero' dei dati anche delle mie sorelle e vi diro' come secondo la mia visuale hanno assorbito le mie sorelle la famiglia d'origine.
Cosa strana...ho iniziato a partecipare al blog...2 giorni dopo computer casa ko...ieri avevo già preso un giorno di permesso da lavoro per impegni, quindi niente pc neanche veloce, oggi torno in ufficio e...non funzionava internet sino a tarda mattinata! "non posso comunicare" è il primo pensiero di questa coincidenza... come insegna la sincronicità :-)
Ciao ancora a tutte intanto
Celeste
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 12 luglio 2012
X Verdeviola:

sai, ho l'impressione che in merito a quello che dici possa svilupparsi quello che chiamo l'istinto 'lumachina'.
Sai quando le lumachette tirano fuori le antennine/occhi e qualcuno le tocca anche leggermente e loro immediatamente 'rientrano'???
Ecco, credo che l'affermatività, bloccata in fase di esplorazione da un assalto doloroso, tenda poi a 'ritrarsi' persino in anticipo ogni volta che poi qualcosa possa vedersi e leggersi come un gesto o un urto sgradevole.

Un saluto per Celeste
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 12 luglio 2012
Voglio aggiungere che sono del parere che le loro sofferenze non giustificano in alcun modo il fatto che ne abbiano fatte patire altre ai loro diretti discendenti, che per il loro 'primo ruolo' dovevano proteggere e non assalire.
Una volta ritenevano queste aggressioni supposti metodi educativi, ma se una persona ha già provato di suo nel suo passato infantile una cosa che faceva male, se la riapplica per me rimane come 'doppiamente' reo e totalmente privo di autentico spirito e istinto genitoriale.
Dopo, temo che qualunque cosa farà ,anche di buono,non potrà essere vista dai figli che come un ripagamento danni, dovuto.
Non è difficile quindi capire come può essere estremamente doloroso e complesso per te ora riuscire ad esprimere il tuo spirito di affermazione che sarà anche inconsciamente terrorizzato da qualsiasi simbolo di supposta autorità.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito mercoledì 11 luglio 2012
E' vero Alix, si dovrebbe avere la forza e la consapevolezza di non ripetere certi schemi comportamentali... con gli anni, io sono arrivata a provare una grande pena per mio padre, poiché immagino quanto debba aver sofferto da piccolo. Ma ne provo altresì per mio fratello, che ha dovuto subire tanta violenza. Per molto tempo ho provato soltanto rabbia, una tremenda rabbia repressa che non poteva sfogarsi in alcun modo. Ora sto cercando di lavorare su me stessa per venirne fuori in qualche modo, ma non è facile anche perché non riesco a confidare a nessuno il mio dolore. Troppi genitori non si rendono conto del danno che provocano schiaffeggiando o picchiando un bambino, umiliandolo di fronte ad altre persone....
Comunque, tornando al discorso più puramente astrologico, credo che il quinconce che nel mio tema c'è tra Marte e Plutone indichi un'energia irrisolta, una volontà che stenta ad esprimersi e che teme di valicare gli argini...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 11 luglio 2012
Ecco Vederviola, hai focalizzato, purtroppo per la tua pesante esperienza personale, quello che volevo dire.
Indipendentemente da tutto ciò che possono aver subito nel loro passato tanti genitori e pur 'tentando' di comprendere questa dinamica psicologica della coazione a ripetere schemi vissuti perchè non conoscevano altro ne la psicologia, questi tipi di figure genitoriali 'manesche' per me perdono il diritto all'amore che avrebbero potuto avere dai figli, e la loro prima condanna e non riuscire a riconquistarlo più, anche se dovessero far cose per rimediare.
Del resto come dici in ultimo Verdeviola il danni di azioni simili più o meno gravi, possono scardinare un'intera vita quindi non possono non essere sottoposti a giudizi se pur attenuati da pietosa comprensione.
Ho sempre ritenuto un comportamento da 'vigliacchi' fare i grandi e grossi con figli piccoli o adolescenti, perchè queste figure poi erano spesso le stesse che non si confrontavano con adulti di potere o almeno a dimensioni pari loro.
Credo ritenessero loro diritto sfogare materialmente su chi in quel momento era molto più debole di loro tutte le loro rabbie e frustrazioni, azione sia come sia, non certo degna di 'onori'.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito martedì 10 luglio 2012
Cara Celeste, benvenuta! Capisco benissimo il discorso che hai fatto a proposito di certe dinamiche.. anche mio padre ha Marte in Vergine, congiunto a Venere e quadrato ad Urano. Ha vissuto un'infanzia povera e con molte privazioni, ma soprattutto segnata dalla violenza fisica di suo padre, che era solito picchiare i figli per qualsiasi minimo errore o sospetto di indipendenza. Anche mio padre ha riproposto questo schema nella nostra educazione; io e mio fratello abbiamo subìto le sue botte spesso e volentieri, mio fratello più di me, calci, pugni, schiaffi... per fortuna, a mio fratello minore questo è stato risparmiato, perché credo che nostro padre, con gli anni, si sia reso conto dell'errore che ha commesso. Mio fratello praticamente non gli rivolge la parola; a me è rimasta dentro una paura che non riesco a vincere, soprattutto paura di esprimermi (Marte è opposto a Mercurio e quadrato a Giove)..
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 10 luglio 2012
O grazie Celeste, meno male che avendo anche tu Luna Capricornica......
Ho appena detto di là che le Lune capricorniche hanno la caratteristica di non dimenticare e questo può farle sembrare soggetti non disposti a scontare niente agli altri.
Temo a volte che certe frasi sembrino un trinciare giudizi duri.
In effetti Lidia non escludevo la comprensione per le esperienze tragiche altrui, ne che tutti possiamo sbagliare, è che la comprensione, per quanto credo, non fà purtroppo lo stesso migliorare un rapporto rovinato, ne i ricordi che ti porterai per sempre dentro di un rapporto o di legami che sono stati a suo tempo rovinati, anche perchè per comprendere la dimensione di alcune cose non credo occorresse allora ne occorra oggi conoscere la psicologia.
La sostanza era quella, semplicemente un constatare una 'cruda' realtà, un dato di fatto.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Celeste
inserito martedì 10 luglio 2012
Cara Lidia, ho inviato il mio ultimo messaggio e subito ho visto è stato inserito il tuo.
Come sempre, una lezione di fiducia, molto su cui lavorare e riflettere.
Grazie, ciao,Celeste
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Celeste
inserito martedì 10 luglio 2012
Ciao Alix, piacere di conoscerti, leggo spesso i tuoi interventi :-)
La penso esattamente come te. Per mio padre sto imparando ora a ricordare anche i suoi lati positivi ma se fosse qui ora (è mancato nel 2005) la quotidianità con lui sarebbe sempre centrata sul suo carattere difficile. Riesco ad elaborare altro appunto perchè non c'è piu' il problema quotidiano dei suoi scoppi, dei suoi sbalzi di umore, ecc.
Ha fatto vivere una vita tribulata a mia madre, che si è separata dalla disperazione nel 1975 (una delle prime coppie che si separava all'epoca) nonostante l'enorme difficoltà economica, non ce la faceva più con lui.
Non capiro' mai perchè non se ne rendeva conto di questo suo essere "troppo".
p.s. anche io ho la luna in capricorno come te

Devo finire di leggere i tanti interventi su questo blog che ancora non ho seguito, poi torno.
Ciao,Celeste
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito martedì 10 luglio 2012
care Celeste ed Alix,
purtroppo i comportamenti dei nostri genitori erano dettati anche dalla loro vita, dalla inconsapevolezza.. Noi oggi siamo fortunati.. moltissime cose si conoscono, tutti hanno rudimenti di psicologia.. queste persone nate in quegli anni. cosa avevano dalla loro parte? Spesso, fame, guerra, violenza che veniva richiesta dagli stati, dai governi.. io credo che chi ha fatto la guerra sia stato segnato in profondità.. e, sicuramente, possono aver fatto grandi drammi, però bisogna pensare anche alle possibilità che hanno avuto.. e quindi, meritano di non essere giudicati..
Non è facile risolvere le tematiche Plutoniane oggi.. figurarsi un tempo che dovevi lottare per sopravvivere e, spesso, dovevi uccidere per evitare di essere ucciso.-

Cara Celeste, hai fatto bene a fare questa revisione.. tu hai sicuramente quei tratti essendo sua figlia, ma hai anche tutto il potenziale che lui, magari non ha potuto utilizzare.. perchè non ne ha avuto la possibilità.. E' una grande forza.. usata bene, un potere personale a cui puoi attingere anche grazie a lui.
Un abbraccio Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 10 luglio 2012
Ciao Celeste,

se posso dire un parere generico ispirandomi a ciò che hai espresso...... vero, scoprire le ragioni di certi comportamenti genitoriali dà spiegazioni, fà capire tante cose più profondamente, però per come la penso io non 'scusa' lo stesso.
Permette di capire una causa, ed è già tanto sicuramente, ma non il fatto che poi qualcuno 'venuto dopo', che con quella causa nemmeno entrava lontanamente, ci ha potuto rimettere come conseguenza.
Diciamo che personalmente, sarà la mia luna capricornica, non lo trovo perdonabile, forse però risulta molto utile a cercare di non entrare nello schema che fà ripetere comportamenti che sono stati giudicati come 'non auspicabili'.

un saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Celeste
inserito lunedì 9 luglio 2012
errata corrige mio plutone in I casa ma bilancia non avevo completato la frase.
quel mio marte in XII casa, la lotta per qualche cosa di piu' che se stessi, per gli altri, quante volte ho cercato di capire cosa fosse, ed in me ancora lo sto cercando, ora rendermi conto di cio' che ha significato per mio padre ha cambiato la visuale della vita di mio padre.
Ora mi leggo bene i commenti di questo blog
Ciao
Celeste
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Celeste
inserito lunedì 9 luglio 2012
Ciao a tutti voi, interessantissime le discussioni!
Vorrei condividere con voi una mia personale scoperta sul mio tema natale riguardo marte-plutone-sole che ho realizzato solo recentissimamente (ho quasi 40 anni)un mesetto fa, come un "flash" a cui subito dopo ho pensato "come ho fatto a non realizzarlo prima": mio papà, nato nel 1922, temperamento "troppo" forte, problematico per tutta la famiglia, noi figlie e nostra mamma.
essendo del 1922 ha purtroppo vissuto in prima persona la seconda guerra mondiale (spesso mi raccontava vicende di guerra), è stato partigiano

il flash è stato questo: nel mio tema natale è rappresentata la sua paura dell'epoca (da cui io penso nonostante la sua tempra forte apparente in realtà non si sia mai ripreso)

nel mio tema:

marte in XII casa, vergine. la lotta per la patria

sole e plutone in I casa, vergine . la paura per la guerra

marte-sole-plutone tutti congiunti; idem

saturno al medio cielo, gemelli, saturno quadrato a sole e marte (saturno quadrato anche a giove in IV casa ultimo grado sagittario)

il fatto è che con lui noi figlie e nostra madre ci siamo sempre sentite in guerra: aveva un carattere molto autoritario, urlava sempre e si imponeva per banalità in modi esagerati.

ora per me realizzare che questa paura risale a lui per i motivi di cui sopra è triste ma ... liberalizzante il sapere il perchè

Un caro saluto a tutte, piacere di conoscervi

Celeste


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 8 luglio 2012
Ecco perchè la discussione in corso di là tempo fà si era improvvisamente troncata ....hai sentito il 'richiamo della foresta'( giustamente in analogia con as. sagittario :)

Vorrei fare un commento sulla definizione di lotta per la 'felicità'.
I dizionari definiscono la felicità una 'riuscita' un esito 'fortunato' di un qualcosa, la qualità di ciò che risulti come più 'adatto' a se, conveniente o opportuno, una condizione più o meno stabile di soddisfazione totale.
A me sembra corrispondere a chi ha congiunzioni o trigoni giove urano e che possa essere quasi preclusa o solo molto transitoriamente avvertita a tutti gli altri.
Interiore o eteriore che sia, questa condizione di sensazione di soddisfazione o appagamento per un raggiungimento, pare indispensabile e fondamentale per essere o sentirsi davvero felici.
In altro caso uno può 'sforzarsi' di sentirsi felice anche se non lo è davvero, sembrare felice, dirsi felice a paragone di condizioni peggiori, ma non poterlo essere autenticamente nell'intimo .
La felicità corrisponde al sentirsi pienamente soddisfatti e appagati e piuttosto continuativamente da persone o eventi o cose e dalle proprie condizioni vitali, e ovviamente inutile dire che è cosa 'rara' da trovarsi per molti.

ciao

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Stefano Baldazzi
inserito domenica 8 luglio 2012
Ciao a tutte , anche se in forte ritardo causa incontro con un Ariete Asc. Leone a cui una Bilancia Asc. Sagittario come me fatica a resistere , cerco di dare il mio contributo sul tema.
Io ho il Sole in Bilancia in X casa , Marte in Scorpione in XII casa semisestile al Sole, Plutone in Vergine in 9 casa semiquadrato al Sole e quadrato all'Ascendente . Ho sempre avuto problemi con la mia parte maschile complicati da una Luna in Sagittario congiunta all'Ascendente in XII casa.
Esprimere la collera marziana di un Marte annacquato nell'oceano della XII casa e' impresa titanica, quel Plutone quadrato all'ascendente testimonia della mia paura di esprimere me stesso, ben confermata dalla quadratura Venere Saturno radix.
Non ho ancora avuto figli e continuo a essere attratto da donne impegnate e frustrate come vuole la mia Luna in XII quadrata a Plutone. In tutto questo guazzabuglio sentimentale, resto a galla per i miei trigoni Luna Giove e Giove Ascendente che sono la fotografia della mia voglia di vivere e di gioire della vita, la mia congiunzione Venere Nettuno che applico sul posto di lavoro dove mi occupo di assistere minori devianti, ho provato con la politica ma Marte e Plutone sono troppo deboli per sostenermi nel mondo capovolto della politica italiana.
Comunque nonostante tutte le quadrature vale la pena lottare ogni giorno per essere un po' più felici del giorno precedente.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 7 luglio 2012
Una piccola rettifica x Verdeviola:
per mercurio e urano avevamo stabilito l'assegnazione rispettivamente di maschile e femminile nella sequenza ma allo stesso tempo sarebbero anche 'indifferenziati'.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 7 luglio 2012
Ciao Lara:

interessante questo discorso dell'acqua pacificatrice che tuttavia se fosse 'troppa' credo potrebbe 'spegnere' il Leone in termini relazionali o personali anche.
A questo proposito ho sempre avuto la generica idea che i segni di fuoco si abbinino meglio con segni d'aria e quelli di terra con i segni d'acqua.
Posto che l'intarsio a 'combinazione' e dosaggi ottimali totali possano trovarsi.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 7 luglio 2012
Ciao Verdeviola:

penso che i 3 principi maschili e femminili elencati siano quelli 'fondamentali' sopratutto in relazione ai 'principi' elencati sopra,
ma avevamo discusso sulle assegnazione di pianeta maschili e femminili, quindi , almeno per quello che è il mio pensiero anche gli altri, che sono mercurio,saturno e y ( di cui si conosce ancor meno che di x), incidono nella globalità.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito venerdì 6 luglio 2012
Mi chiedo quanto possa incidere Saturno nell'espressione del principio maschile. Secondo voi, il suo ruolo può essere parificato a quello di Sole-Marte-Plutone, o riveste un valore secondario?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito venerdì 6 luglio 2012
A proposito dei rapporti marte-chirone, riflettevo sulle illuminanti parole di Lidia : "chi non sa far uso della propria aggressività, l'attrae nella propria vita".

Io, in effetti, ho spesso problemi di comunicazione: in terza casa ho venere-cancro; in settima ho invece marte-sagittario che è in trigono con chirone-ariete in undicesima e quadrato a mercurio-vergine in quinta.

Venere Cancro in terza chiaramente comunica in modo sempre gentile, premuroso, accorto anche un po' sottomesso. Marte Sagittario in settima ... tutt'altro, il rapporto con Chirone e il quadrato con mercurio fanno il resto.

Tutto questo porta come conseguenza che quando ad attivarsi è la sola venere finisco inevitabilmente per trovarmi in situazioni paradossali in cui la persona cui ho elargito attenzione e partecipazione si relaziona invece con me in termini di tentativi sopraffazione: a questo punto normalmente Marte-Chirone decolla e non lo si ferma più....le mie reazioni a quel punto sono molto più cattive dei comportamenti che le hanno provocate.

Alla fine del discorso, sulla scorta proprio dell'analisi di Lidia, tenderei a leggere queste reazioni proprio come il prodotto di una mia forza in qualche modo repressa. Indubbiamente quando mantengo un maggiore distacco evitando atteggiamenti "cancerini" questo tipo di problematiche non si verificano.

saluti cari

p.s. per Alix : sì, sapevo di jung, delle torri e dell'idea di casa come castello...ti confermo che è anche la mia. Trovo che però sia fondamentale anche la presenza dell'elemento acqua, in qualche modo pacificatore per il fuoco del leone

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito giovedì 5 luglio 2012
Stavo facendo caso adesso: ho un'opposizione di chirone sia a marte che a urano tra la quinta e l'undicesima. Confermo la questione della violenza: purtroppo mi sono trovata ad attrarre questa circostanza nella mia vita più di una volta e sempre inaspettatamente e improvvisamente, a causa o di "amici" o del mio partner. Una sola volta l'ho vissuta "in veste attiva" ma per legittima difesa, quando ho reagito in modo fulmineo e violento a una molestia fatta a me e a una mia amica. A volte, quando rifletto su queste cose, mi domando cosa c'è dentro di me che mi fa così paura. Confermo anche di essere terribilmente a disagio nell'esprimere la mia rabbia perché sento di essere "troppo infiammabile", e spesso non sapendo esternare nel modo giusto ciò che ho dentro preferisco mille volte tacere perché temo di perdere il controllo. Non oso immaginare quali conseguenze avrebbe portato un'opposizione di chirone alla già di suo tormentata venere scorpionica, ma per fortuna questo aspetto mi è stato risparmiato coinvolgendo l'opposizione in questione "solo" marte e urano.
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito giovedì 5 luglio 2012
carissima,
intendevo scrivere Marte Chirone..
Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito mercoledì 4 luglio 2012
cara Lidia, la congiunzione che é presente nel mio tema é fra marte e chirone, non fra sole e chirone....

per Alix, ti scrivo con calma stasera, perché per molti versi ci hai azzeccato!

intanto grazie mille ad entrambe,

stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di lidia
inserito mercoledì 4 luglio 2012
care amiche,
la congiunzione o i rapporti di Sole Chirone sono molto particolari e devono essere analizzati con attenzione.
In effetti, la natura di Chirone nella sua parte centaurica è molto, ma molto marziana. I centauri erano dei razziatori, violentatori e stupratori.. l'unico che si è elevato al di sopra di questa violenza è stato Chirone che, a mio avviso, ha però rinnegato la sua natura imprevedibile e centaurica.. pur mantenendo costanti rapporti con i fratelli.
Il fatto che sia proprio un eroe marziano Ercole a ferirlo da un punto di vista psicologico è molto interessante perchè riporta al dover fare i conti con certe sue proiezioni della parte aggressiva, imprevedibile e violenta.. tutta spostata sui fratelli.
Questo aspetto può avere quindi due modalità.. diversissime: da persone che sono inclini a sporadiche rabbie incontenibili ed anche a gesti di aggressività.. a persone che, ovviamente, non sanno usarla e l'attraggono nella loro vita.
Chirone nel caso sottolinea che c'è una profonda ferita nell'identità maschile.. ed è quella che va risanata.. in modo da utilizzare questa forza che, altrimenti non si trova.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 3 luglio 2012
X Stelline:

Cara Stelline ti ho fatto una piccola ricerca sulla congiunzione marte kirone.

Teoricamente legherebbe la ferita ad una incapacità di riuscire ad esprimere la rabbia e la frustrazione per desideri inespressi o insoddisfatti.
Sarebbe importante approfondire le tematiche relative all'energia della 'Libido' ( sia in senso freudiano che junghiano)
Indurrebbe un avversione per la violenza tale che si avrebbe timore dei propri sentimenti e dell'impulsività conseguente relativa.
Potrebbe esserci in te un senso di profondo disagio nell'esternare moti di arrabbiatura o emotivi anche piacevoli, quasi si avesse timore di poter eccedere.
Pare anche che i 'confronti' tra te e gli altri o altre possano costituire un problema.
La guarigione starebbe nell'imparare a esprimere senza timore i sentimenti, i desideri, le emozioni, non solo nella vita o professione o nell'amore ma anche in riferimento alla sessualità pura e semplice.

Spero siano informazioni valide e per te di qualche interesse.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito martedì 3 luglio 2012
Grazie per l'articolo Alix, l'ho trovato molto interessante e pienamente in linea con quanto accadutomi!
Grazie Deva per le tue parole.
Un saluto a voi tutte/i!
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 2 luglio 2012
X Verdeviola e Stelline:

Io credo non si debba guardare solo quando si forma esattamente l'aspetto esatto di trigono, già quando i pianeti stanno per entrare o entrano in un segno 'simpatico' e non 'avverso' alla posizione dell'altro pianeta in questione già iniziano a farsi sentire e produrre effetti.
In questo caso il plutone in capricorno sui marte toro 'esalta' la potenzialità di incontri che possono facilmente avere una grossa componente di attrazione e assoluto feeling fisico.
Altri aspetti planetari diranno il resto e le altre particolarità.

X stelline: il matrimonio in se infatti non credo sia un prodotto del plutone in se , avevo anche saturno in posizione di segno sestile alla mia venere.
Anche io ho il marte in 1a come te anche se non così vicino all'ascendente, e anch'io ho un aspetto dissonante marte urano, una quadratura tra 1a e 5a.
Sulla dissonanze marte urano abbiamo discusso io e deva su curiosità astrologiche abbastanza di recente, non ti sarà difficile ritrovare i post per trovare spunti eventuali di riflessione.
Il marte in toro l'ho ritengo un marte in genere abbastanza passivo che funziona come se fosse uno 'scudo' difensivo, il plutone è come se aggiungesse un arma in più che prima non si aveva a disposizione.
Non credo gli dia potenziale d'attacco ma sicuramente reagisce più prontamente o più efficacemente se viene attaccato.
Mi sono ricordata ora che nel periodo in cui non avevo reagito il plutone transitava in scorpione avverso al marte era quindi come se si fossero ulteriormente indebolite le capacità di reazione.

Purtroppo non ho mai approfondito moltissimo i significati di Kirone per dirti con sicurezza cosa possa significare la congiunzione con marte 1a.
Potrei supporre che sia coinvolta una profonda problematica di 'identificazione' che riguarda aspetti della personalità e dell'immagine fisica di se.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito lunedì 2 luglio 2012
Alix se il trigono di plutone in capricorno a marte in toro portasse anche a me le stesse cose che ha portato a te, allora non vedrei l'ora che arrivi!!!!
ma, ahimé, é ancora lontano...

invece, visto che non ho avuto alcun riscontro dal mio ultimo post, come interpreteresti il mio marte, quindi la mia volontà? è in toro, come il tuo, ma è opposto ad urano e congiunto a chirone (in prima casa). quando c'è chirone, si parla sempre di una ferita...c'è sempre qualcosa che necessita di essere guarito...

aspetto i tuoi suggerimenti se ne avrai voglia, grazie,

stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito lunedì 2 luglio 2012
Cara Alix, sono andata a leggere il tuo commento del 24 giugno, e mi è subito venuto in mente il caso di un uomo che conosco. Questa persona è nata nel 1945, è del segno dei Pesci, anche se purtroppo non ricordo la data esatta e quindi so soltanto che il suo Marte è in Acquario. Figlio unico, da quando si è sposato ha vissuto in una dimensione matriarcale: madre, suocera, moglie, tre figlie femmine ed un'amica carissima di famiglia, nubile, che praticamente è stata ed è tuttora una seconda madre per le tre ragazze. Anch'egli, come hai giustamente osservato, non dà l'idea di una virilità forte, sembra quasi che la sua energia si esplichi a livello intellettuale, al di fuori delle consuete modalità maschili. Come ti dicevo, è il primo caso che mi torna in mente; potrebbero essercene altri ma al momento non ne ricordo di specifici.
Per quanto riguarda la mia situazione, invece, posso dirti che dopo sei anni di una storia con una persona impegnata, qualcosa dentro di me si sta sfaldando, forse perché ho incontrato un uomo che, dopo tanto tanto tempo, ha saputo risvegliare delle emozioni che credevo perdute. Quello che vorrei dire è che tra me e lui non c'è nulla, però è stato come un fulmine e mi ha fatto capire, a prescindere di come potrà evolvere la cosa, che non posso continuare a sminuirmi, che non posso soffocare me stessa e la vera libertà per una finta libertà.. lo so, è un discorso un po' complicato, ma è come se riuscissi a vedere al di là dell'orizzonte, è come se per la prima volta mi sentissi abbastanza forte da lasciar andare quello che non va più bene per me. Forse l'incontro con questa persona è destinato a rimanere incompiuto, però è stato il segnale che dentro di me qualcosa sta cambiando, anche con molto dolore ma senza dubbio con una grande consapevolezza. Quello che poi mi ha scioccato, è che questa persona di cui vi parlo ha perso la moglie da qualche anno (lei era molto giovane) e mi è subito tornato in mente il discorso che avevamo fatto a proposito della mia Eris in Ottava, ma questa è un'altra storia...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 2 luglio 2012
Sempre x Verdeviola:

Penso che possa interessarti sapere che questo transito di plutone in avvicinamento ad una posizione di trigono di segno con marte e direi già prima che entrasse in capricorno, credo mi abbia dato il potere di reagire ad una certa situazione che si era 'ricreata' nella mia vita.
Invece di cadere in depressione e farmi prendere da sconforti abissali come mi era successo tanti anni prima ho reagito forte o almeno ci ho provato, 'svarionando' parecchio come è nel mio carattere, ma almeno 'tentando' di risolvere le varie cose a cui ho dovuto far fronte.
Non credo profondamente che ne sarei uscita viva se non fossero intervenute tutta una serie di circostanze favorevoli a supporto, ma posso pensare che però tali circostanze siano state l'effetto creato di ritorno del fatto di aver appreso qualche lezione nel passato e quindi a seguito di un 'mutamento' di atteggiamento mentale.
Invece della passività del marte taurino ho avuto come un incremento di coraggio combattivo.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 2 luglio 2012
Ciao Verdeviola:

Spero non ti sia sfuggito un messaggio x te che avevo lasciato il 24 giugno.

Per quello che dici è difficile comprendere la tua situazione non indicando la scelta che hai rimesso in discussione.
Avendo il marte in toro ho il transito plutoniano di trigono dal capricorno.
Ti posso dire che l'effetto più eclatante è stato che proprio con questo transito al suo inizio io e mio marito ci siamo sposati.
L'incontro è avvenuto che il transito era ancora alla fine del sagittario ma ti posso dire che è stato reciprocamente un colpo di fulmine e una passione fortissima, coinvolgente, una grande attrazione sul piano fisico oltrechè elettivo, che è nata e si è sviluppata e consolidata in tempi brevissimi con i favori anche degli eventi esterni.
Posso dirti che, per come erano certe situazioni, è sembrato tutto un 'concerto' diretto dal destino, come se fosse intervenuta qualche strana e potente forza occulta.
Ho delle conoscenti che ancora non riescono a credere a quello che è successo per come è successo.
Su altri piani ha favorito il 'fare', progettare, costruire e intendo letteralmente 'materialmente' con il nostro personale apporto manuale.
Se riuscissi a capire quali sono i termini della tua situazione potrei avere lo spunto per una migliore osservazione anche di altre dimensioni che ha avuto il transito.
Che poi essendo lungi dall'essere finito coinvolgerà ancora tanti altri significativi.
Posso aggiungere che essendoci molta passione è presente anche molto 'litigio' di contraltare dato che entrambi abbiamo la luna capricornica sollecitata dal plutone e quindi l'intensità emotiva è innalzata.

ciao

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito lunedì 2 luglio 2012
Ciao a tutte, sono di nuovo qui dopo un mese molto complicato.... ho avuto degli impegni che hanno assorbito tutte le mie energie; oltre a questo, è accaduta una cosa che a livello interiore mi sta scombussolando. Non ne ho parlato con nessuno; diciamo che sto mettendo in discussione una scelta importante che ho fatto alcuni anni fa e che davo ormai per insindacabile. Qualcosa dentro di me si sta risvegliando, certamente il transito che Plutone dal Capricorno sta facendo al mio Marte in Toro mi ha portato a tante domande, tani dubbi e, soprattutto, all'affermazione, senza se e senza ma, di quello che desidero.
Non mi vergogno più di ammettere con me stessa il mio bisogno di un amore limpido, forte, sincero, con tutto ciò che ne potrebbe conseguire....
Ora devo soltanto cercare di indirizzare la mia volontà nel giusto senso, ma non è facile comprendere la direzione, a volte gli stimoli che mi arrivano sono così contraddittori...
Qualcuna di voi sta vivendo questo transito, o lo ha già vissuto?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di dev a
inserito sabato 30 giugno 2012
@ROUGEMOMIQUE

Bello, bello, bello il tuo intervento...!!!

Complimenti per la consapevolezza che certo non cambia le cose come una bacchetta magica ma ci fa sentire almeno...capitani della nostra anima...!!!

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 30 giugno 2012
Eccoci Rouge:

Lidia ha scritto diversi articoli sul tema che ti ho detto, il primo che sono riuscita a ritrovare è questo:

"Saturno e il complesso del capro espiatorio"
( conferenza di Lidia Fassio)
ti interesserà molto

Se re-incrocio gli altri ti segnalo anche quelli

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 30 giugno 2012
Cara Rougmonique,
io direi che non sei affatto pazza ne sfortunata ma invece una 'tipina bella tosta' che ha sicuramente i potenziali e la grinta per fare grandi cose se trova la propria direzione e dimensione giusta.
Non è certo facile fare quello che hai fatto tu, voltando le spalle a tutti e pagandone il prezzo, pur di non tradire te stessa.
Se lo ritrovo ti segnalo un articolo di Lidia che parla proprio della 'necessità' di 'tradire' (tra virgolette) gli schemi familiari per riuscire a trovare la propria individuazione.

Un saluto e a risentirci
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito venerdì 29 giugno 2012
Buonasera a tutte/i!
Ho un sole bilancia congiunto a plutone in decima e un marte scorpione abbracciato a venere e a urano in undicesima. Fin'ora il maschile l'ho vissuto di riflesso...almeno credo. Mio padre è un uomo che amo e ammiro molto, è carismatico e intelligente, capace di grande equilibrio e di grande empatia e nel suo lavoro ricopre un incarico di prestigio. E tuttavia pur volendogli bene ho cominciato a entrare in grave conflitto con lui dopo i 24 anni quando ho capito che stavo facendo qualsiasi cosa per farlo felice, dimenticandomi di chi sono io e cosa voglio. Dopo una laurea in giovanissima età conquistatami a costo di rinunce indicibili (per me non esisteva dormire più di cinque ore a notte e uscivo con gli amici solo una volta al mese per non spezzare il ritmo delle mie giornate di studio e di lavoro)mi sono ammalata e nel giro di un paio di anni dopo terribili ripensamenti, sensi di colpa e indecisioni ho deciso di cambiare completamente percorso. Ho regalato i miei vecchi libri, strappato la pergamena della mia laurea e chiuso i rapporti con quasi tutti gli amici e i parenti che mi hanno "giudicata pazza" senza neppure ascoltarmi e rispettare il mio dolore. Mi sono ritrovata praticamente sola, con un lavoro tenuto giusto per tirare a campare e una marea di sogni infranti. Con mio padre ho ripreso a parlare da qualche anno: prima tra noi c'erano solo silenzi, diffidenza e una reciproca, abissale incomprensione. Ora sto ricostruendo un buon rapporto con lui, consapevole che non ho più bisogno della sua approvazione nelle mie scelte, nonostante lui quasi mai le approvi e continui a giudicarmi (lo so che in fin dei conti mi vuole molto bene...è che non riusciamo a viaggiare sulla stessa lunghezza d'onda).
Quanto ai miei partners...beh, non mi è andata meglio, almeno fino a questo momento. Sul punto preferirei sorvolare perché davvero non ho niente di bello o di piacevole da raccontare: si vede che non ho correttamente elaborato lo scorpione che è in me e ho delegato "il lavoro sporco" al mio partner di allora, rimanendone ustionata e spaventata al punto tale da non essermi più innamorata di nessun altro. L'astrologia fin'ora è stato l'unico strumento di indagine interiore capace di rivelarmi certe dinamiche presenti nella mia anima. Almeno, non mi ha raccontato la fandonia che mi sono sentita raccontare a destra e a manca, e cioè che sono sfortunata. Ho capito che è tutto dentro di me, e gli altri sono uno specchio. Se e quando imparerò a diventare consapevole del mio potenziale, allora userò la mia enorme energia e la mia intensa forza di volontà per le cose giuste, per fare del bene a me stessa e agl'altri. Altrimenti sarò solo una sprovveduta in balìa delle mie emozioni e rischierò di giocare tutta la vita a rimpiattino con una bomba al plutonio tra le mani.
Non voglio più delegare all'esterno: voglio vivere in prima persona il mio potenziale, e nel modo migliore e più sano possibile. C'è una bellissima poesia di Henley che rileggo spesso, e che si chiude con questi versi: non importa quanto stretta sia la porta, quanto piena di castighi la vita: io sono il capitano della mia anima, io sono il padrone del mio destino.
Me lo ripeto tutti i giorni, perché voglio essere padrona della mia vita...è così che intendo il mio lato maschile.
Rougemonique
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 29 giugno 2012
X Lara:
su mercurio plutone e la sua capacità di 'percepire' abbiamo parlato tanto io e deva in "curiosità astrologiche", se non avevi seguito di là e trovi il tempo di guardare sono state fatte parecchie riflessioni.
Sono daccordo sulle analisi 'impietose' dei Leoni su se stessi, era quello che dicevo, infatti l'impietosità senza sconti è garantita dal senso di grande sincerità con se stessi.
Chiaro poi ci sono Leoni e Leoni, come per tutti, ascendenti e vari aspetti, dominanti etc, cambiano tante cose da soggetto a soggetto con tante 'sfumature' differenziate.

Una nota su Jung, lo sapevi che era particolarmente amante delle 'torri', la sua casa di Bollingen sul lago dicono apparisse come un 'piccolo castello'.
Che è un pò il sogno segreto di tutti i Leoni,
evidentemente anche di quelli più 'introspettivi';)




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito giovedì 28 giugno 2012
Ringrazio Alix per le sue osservazioni su mercurio plutone: in effetti negli ultimi anni ne ho constatato anche io la potenza però in termini di "captazione" di ciò che è occulto, più che di capacità di ottenere ciò che si è desiderato. D'altra parte, nel mio caso marte quadra mercurio e quindi potrebbe esserci una sorta di autolimitazione.
Quanto ai Leoni penso che ne esistono due tipi, quello che ritiene per tutta la vita di essere "luminoso" per nascita e discendenza divina diretta e quello che invece, una volta realizzato che la luce deve ricercarla al suo interno, intraprende un'analisi di sé, anche impietosa, ma che il più delle volte porta a spogliarsi delle presunzioni e a irradiare all'esterno una luce vera. Direi che Jung sia proprio l'emblema di questa tipologia di Leone "compensato" o "apollineo".
In questa situazione, io credo che passi un po' di tempo prima di potersi "inquadrare".
Ciao, spero di riuscire ad intervenire di nuovo
Lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 28 giugno 2012
X Paola:
Credo che la posizione di un Marte in Leone e per di più 10a sede capricornica, faccia tendere molti esponenti ad essere apertamente 'maschilisti', anche per 'ereditarietà' paterne.
Cioè tendono a 'replicare' il comportamento dei maschi di 'riferimento'.
Aggiungiamo che a volte pesa anche l'ereditarietà culturale in cui si è sempre vissuti e che può enfatizzare certi atteggiamenti, perchè non sono pochi quelli che pensano che un uomo 'debba' mostrarsi autoritario.

X Citty:
Direi che con mercurio in 6a sagittario e giove opposto in gemelli, forse il problema stà nel tuo modo di 'esporre' le cose, intanto perchè fai uso della parola 'imporre' che già di per se potrebbe far scattare reazioni contestanti?
Può essere che tu debba lavorare in particolare sul modo verbale di presentare le tue proposte perchè siano più facilmente accolte.
Usare certe parole piuttosto che altre, anche il tono con cui si dicono può essere utile.
Anche se non ho i tuoi aspetti, a me ha fatto presente a volte la mia stessa sorella, che quando mi arrabbio dico le cose in un modo talmente duro da offendere e dunque provocare immediate reazioni 'contro'.
Mio marito viene infastidito già dalla 'tonalità' che assume la voce in certi casi ( ha un giove gemelli).
Perciò è molto importante l'aspetto di saper controllare ,adeguare e magari correggere le proprie capacità di 'comunicazione'.
Specialmente se con un'opposizione come la tua potrebbero evidenziarsi particolari dinamiche interne coinvolte da risolvere.

Spero comunque riesca a risponderti anche Lidia con la sua maggiore esperienza.
ciao





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Citty per Lidia
inserito giovedì 28 giugno 2012
Buon giorno Lidia,

del mio marte incastrato in congiunzione con nettuno da una parte in bilancia e saturno in scorpione dall´altra ne abbiamo gia´parlato!
Il tema della mia "aggressivita`"oggi ben controllata e poi una settimana dopo esplosiva e´tuttora attuale. Io non sono riuscita a regolare in modo ottimale questa energia positiva che e´in me.Certe volte non riesco ad impormi od imporre una idea od opinione agli altri in maniera plausile cosi´che venga accettata, senza arrabbiarmi. Il mio sole in capricorno e´in sestile con marte-saturno. Vengo spesso messa in questione, anche se quello che dico e´assolutamente provato o semplicemente accettato all´unanimita´.
Ho sempre l´impressione di dover combattere o lottare per farmi rispettare o far rispettare il mio punto di vista.
***il mio mercurio in sagittario in 6. casa ha una opposizione a giove in gemelli in 12.
Cari saluti
Citty
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di paola
inserito giovedì 28 giugno 2012
ps : marte è in leone nella 10 casa
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu x Lidia
inserito mercoledì 27 giugno 2012
Ciao lidia, hai dato una bella definizione del marte in toro congiunto a saturno in toro di Chiara Inesia. ...cosa nepensi del mio sempre in toro ma congiunto a chirone ee opposto ad urano?...

un abbraccio,

stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di paola
inserito mercoledì 27 giugno 2012
cara Lidia ti chiedo uno spunto nell'analizzare un marte (appartiene a mio marito) opposto ad un saturno luna in quarta casa (luna in cuspide con la 5) acquario e quadrato al sole congiunto mercurio in 8 casa toro.
il sole congiunto mercurio in 8 toro quadra anche la luna saturno.
è una persona con una forte carica vitale su questo non c'è dubbio , ma quali possono essere gli effetti dell'opposizione con saturno luna?
perde la pazienza facilmente per piccole cose e spesso non è consapevole delle proprie emozioni che tiene segregrate nel proprio intimo nè tanto meno gli interessa comprenderle ( è molto materialista) ma vuole essere compreso da me per la sua rabbia, inoltre non ama essere contraddetto.
Plutone invece è in 11 casa vergine quasi congiuto urano e non fa altri aspetti a parte ilquiconce con giove .
Venere in 7 ariete trigona il suo marte e urano la luna saturno
grazie
cari saluti
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di lidia
inserito mercoledì 27 giugno 2012
cara Alix,
in effetti, i maschi Cancro, Bilancia e Pesci trovano un sacco di difficoltà a gestire un femminile strabordante al loro interno..
Ho visto di tutto tra cui, facendo una ricerca sugli uomini violenti, mi sono spesso trovata di fronte a Cancri e Bilance che, non odiando il loro femminile interno tentavano di compensarlo con un vero e proprio disprezzo per il femminile esterno giungendo a combatterlo in molti modi.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 27 giugno 2012
Scusate ragazze l'inserimento di post a ' rate' ma di frequente mi sovviene un aggiunta in proposito solo 'dopo'.
Sempre a proposito della capacità di 'simulazione' dei Cancri maschi.
Avendo una venere cancerina tutta la mia vita di prima è stata 'costellata' da frequentazioni amichevoli quasi parentali con esponenti sia maschi che femmine nati sotto il segno del cancro, anche per via di amicizie della mia stessa famiglia.
Più alle spalle ho un rapporto durato fin troppo, con un cancro as. leone.
Diciamo che ho avuto modo di 'osservarli' a fondo.
Sempre relativamente alla capacità di 'immedesimarsi' anche in emozioni che non stanno provando davvero sul momento, sono gli unici che ho visto dare dimostrazione di 'pianto con rigagnoli di lacrime vere' a comando.
Senza uso di limoni o cipolle!
A loro basta pensare o ripensare ad una emozione per 'richiamarla' come se la stessero vivendo, esattamente come fanno i più scafati attori in scena.
Personalmente sia il mio ex compagno che uno zio acquisito che un amico, tutti segno cancro avevano questa capacità.
Con altri amici abbiamo a volte provato a fare la stessa cosa ma essendo di altri segni non ci siamo mai riusciti.
Abbiamo pensato alle situazioni più da 'piangere' di ogni genere, ma niente, non c'era verso.
Quindi se non sono loro a confessarvi di avere questo talento di richiamare le emozioni è qualcosa che difficilmente si riesce ad individuare con facilità, perchè uno tende a pensare che le loro emozioni siano 'sempre' autentiche.
Molte volte lo saranno si intende, si spera almeno :)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 27 giugno 2012
Dato che si parla tanto di segno del Cancro anche, vorrei inserire un commentino sui cancri solari maschi.
Associato a questo segno si parla molto di 'emozioni lunari' dolcezza e via dicendo, morbidezza di carattere, io credo che proprio perchè il mondo delle emozioni è il loro terreno diventino spesso degli strepitosi e bravissimi 'simulatori' di emozioni.
Nel senso che le usano e le usano enfatizzandole perchè le conoscono intimamente, per ottenere tutto quello che vogliono, facendo leva sulla tenerezza o commozione dell'altro.
Nella realtà spesso sono dei ben nascosti gran 'menefreghisti'.
In compenso in genere è un segno dotato di forte 'simpatia' che entra subito in empatia con gli altri e spessissimo hanno un eccezionale talento per cucinare, accostare bene i vini alle portate, inventare cocktails e quant'altro relativo al mondo gastronomico.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 27 giugno 2012
Sempre x Lara:

voglio aggiungere x essere più completa che quell'OSARE presuppone l'intervento anche di un Urano ben messo, perchè a supporto della focalizzazione su un'obbiettivo e dell'intensità del desiderio e quindi del volere e potere occorrono anche:
iniziativa, azione, capacità di cogliere al volo le opportunità che traducono in reale l'immaginato.
Il 'tacere' è aggiunto perchè si dice che di un proprio progetto o volontà è sempre meglio parlarne il 'meno' possibile per non disperdere l'energia in 'parole' inutili, meglio limitare esclusivamente alle persone eventualmente coinvolte nella realizzazione.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 27 giugno 2012
X Lara:

sai abbiamo degli aspetti in comune, il sole leone ( io 5a) e mercurio plutone vergine ( io 6a).
Per quella sensazione di 'non potere' che dicevi, l'ho provata anch'io spesso, specialmente di non poter avere cose per me ritenute molto ambite, desiderate o realizzare certi progetti per mancanza di disponibilità e di 'mezzi adeguati' ai voleri.
Anche perchè il Leone non tende ad accontentarsi, diciamolo!!!
Ed è vero come dici che a volte però arrivano anche da sole o si sistemano d'incanto, non si sà come...... materializzandosi.
Forse non proprio nell'esatta forma immaginata ma comunque almeno sul genere.
E' una mia ipotesi ma credo che mercurio plutone congiunti siano un nucleo di 'potente forza mentale' quella di cui si parlava spesso nei libri 'magici' di una volta chiamandola 'il potere del serpente' e che adesso è stata tradotta come potere di attrazione.
Era parte del famoso detto esoterico: potere volere osare, tacere o del 'voglio comando e posso' della 'magia operativa'.
E' qualcosa di non facile da gestire del tutto 'consapevolmente', credo sia coinvolta assolutamente la capacità di 'concentrazione' su un determinato obbiettivo o su un desiderio e occorre di supporto molta forza di 'volere' perciò la 'determinazione' su un obbiettivo da centrare con in più la capacità di 'visualizzare'.
E' probabile che se non è particolarmente rinforzato da un marte potentemente dotato di volontà e capacità di volere, funziona meno e in maniera molto più ridotta.
La stessa differenza che potrebbe esserci tra una piccola e una enorme 'calamita'.
Piuttosto direi invece che il Leone in genere detesta dover far 'fatica' per raggiungere i suoi obbiettivi e non riesce facilmente ad arrendersi al fatto che le cose vadano raggiunte a gradini e non con un 'balzo' unico.

Sono un pò meno in linea con il fatto che il sole in Leone non favorirebbe la comprensione di se, perchè parto dal presupposto che il segno solare leone è un segno fondamentalmente 'onesto' perciò lo è anche di conseguenza nel non mentire o nascondere cose a se stesso, visto che non è abile a farlo nemmeno con gli altri.
E l'onestà con se stessi è la base indispensabile per la conoscenza di se altrimenti rischi di incontrare o identificarti in un'immagine fasulla creata dall'inconscio.
Il segno solare Leone credo sia quello meno disposto a 'cantarsi le canzoni' in genere.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 27 giugno 2012
Dai, Alix

pensi veramente che un bambino non percepisca la situazione di instabilità e precarietà di una pessima condizione finanziaria ??

Magari non è una valutazione razionale, ma ad un livello profondo il disagio viene colto certamente.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 26 giugno 2012
X Deva:
in riferimento al mio precedente post.....
mi spiace per la mia solita disattenzione, rispondendo ai vari post solo dopo averli letti tutti insieme, avevo dimenticato che nel tuo ti riferivi ad un periodo in cui avevi solo 12 anni e dunque.....
Chissà perchè davo per scontato che fossi giovane si, ma già maggiorenne x esempio.
Il fatto è che arriva come strano che una bambina avesse già tutta quella percezione di situazioni finanziarie in sfacelo, vero però che avendo tu tutti quei quattro pianeti in 2a, sei stata sicuramente più sensibilizzata.
Di solito si dice che i bambini ancora non percepiscono queste tematiche comprendendone veramente la portata.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito martedì 26 giugno 2012
cara Chiara Inesia,
il Marte congiunto a Saturno è di tutto rispetto.. indica che, nel tempo, imparerai a utilizzare bene la forza.. non sempre come combattimento e conquista ma anche come capacità di trattenere e di resistere laddove le condizioni non sono favorevoli.. E' un Marte che deve diventare adulto e che deve diventare più determinato che forte nel senso classico.
In effetti il tuo tema è impetuoso e quel Marte Saturno insegna a conquistare lentamente con i giusti mezzi le cose e, soprattutto, con i giusti tempi.
Un abbraccio Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 26 giugno 2012
@ALIX

Si, vedendola più nei termini dell'umanistica, direi che più che pigrizia "cancerina" c'è stata incapacità di prendere delle decisioni, di fare delle scelte, di rinunciare al noto incerto per l'ignoto pur di favorire un miglioramento.

E' proprio la decisione, la grinta, la determinazione che erano del tutto assenti in mio padre è che si riflettono bene in un sole isolato e in marte nettuno.

Aspetti, che ovviamente, scarseggiano in me...ma ci sto lavorando...eh...eh...

Però devo dire che evidentemente vivo queste carenze in prima persona perchè mio marito è un uomo deciso e determinato.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 26 giugno 2012
X Deva:
forse la sostanziale apatia è derivata dal fatto che il tuo 'tecnicamente dinamico' marte acquario è in 4a sede cancerina per cui avrà assorbito da qualche lato le tendenze alla pigrizia, forse appunto nel volersi disinteressare di questioni economiche od opportunistiche dunque.

X Ste:
vero Ste, del mio marte toro ne avevamo discusso di là, ovviamente relativamente ai miei aspetti, tuttavia se verdeviola, stelline, chiara inesia e chi altra abbia Marte in Toro, ha pazienza di cercare, in curiosità astrologiche c'è stata una analisi di Ste sul mio marte e le mie risposte di confronto.

saluti alle nuove inserite
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 26 giugno 2012
Ciao a tutti

la difficoltà che io ho colto in particolare nella mia giovinezza, riguardo ai valori "maschili" è stata una sostanziale apatia nel non reagire ad una situazione economica che stava andando verso lo sfacelo.

Non si è fatto niente in attesa di un miracoloso evento che cambiasse le cose, che non c'è mai stato.

Questo per me è stata fonte di grande ansia e insicurezza perchè vivevo la precarietà quotidiana e non vedevo interventi risolutori di nessun genere.

Adesso con il transito di saturno su giove (opposti rdx) ho avuto un intuizione al riguardo che mi sembrerebbe verosimile.

Trent’anni fa saturno era esattamente in questa posizione, ha cong.per la prima volta giove in XII e io ho avuto un notevole calo della vista.

Bene, credo che ai tempi, l’unica soluzione che ho trovato (avevo 12 anni) sia stata quella di “non vedere”….perché ciò che vedevo mi faceva male e non avevo alcun modo per intervenire.

Metto i miei dati

10/12/69 4.15 ud

lara






-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 26 giugno 2012
Cara Ste,
i Leoni maschi più che suscettibili sono 'smargiassi' spendaccioni all'inverosimile amanti della 'dolce vita', sono tra i segni più divertenti da avere solo come 'amici', come partner ci sarebbe da augurarsi che appartengano ad una famiglia molto ricca e con enormi disponibilità anche ereditarie poi.
Quasi come punizione del destino non è quasi mai così in realtà, il Leone ho notato nasce quasi sempre in famiglie senza grandi risorse.
Oppure c'è da augurarsi che abbiano redditi super, perchè in ogni modo, sia come sia, riescono sempre a trovare il modo di spendere sempre di più di quanto entri loro, diciamo che sono i migliori a 'far girare l'economia' come si dice.
Una tragedia come partner dunque sul lungo termine e per le eventuali 'pianificazioni' familiari.
A meno che non ci siano dati nel tema che 'trattengano' un tantino queste tendenze ovvio.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di lidia
inserito martedì 26 giugno 2012
cara Stefania,
il Marte che esplode è perchè è sollecitato da una difficile gestione emozionale. In effeti il Marte in cancro può essere isterico quando viene "ferito" e le ferite sono tantissime dato che c'è un'esagerato sentire rivolto verso sè stessi..
Però, in questo caso, mi riferisco proprio alle lesioni di Marte che rendono impacciata la sua espressione e, di conseguenza, portano la persona ad una iperdifesa non appena si sente "toccata"; però dietro c'è una insicurezza rispetto al chi si è e al cosa si sente..
Un abbraccio Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia
inserito martedì 26 giugno 2012
Ciao a tutte!!!!
Bell'argomento, complimenti ...mi sento coinvolta in prima persona ...avendo sole in Ariete opposto a Plutone.... il mio Marte però è in Toro congiunto a Saturno, trigono a Plutone e opposto a Nettuno ....e quello che posso dirvi per mia esperienza è che nonostante il sole Ariete voglia conquistare sempre tutto con determinazione e volontà ....il mio marte mi lascia a piedi ...o meglio ....mi insegna a ottenere in altro modo ...cioè fluendo e non opponendomi a quello che viene!!!!
Lezione molto dura per i miei luminari di fuoco ma .....l'unica possibile, a quanto pare.
Più desidero qualcosa e ho una certa urgenza di ottenerlo, più questo mi sfugge e non riesco ad afferrarlo ....più mi libero dal bisogno e dall'urgenza più questa cosa con i suoi tempi e le sue giuste modalità mi arriva.
Come ripeto, è una lezione dura per chi ha sempre voluto tutto e subito ....prima ci rimanevo molto male se non ottenevo tutto e immediatamente ....poi ho imparato la differenza dei tempi, ho conosciuto cosa sia la pazienza anche se ancora non è che ne abbia molta ...ma la cosa più difficile è FLUIRE senza opporsi e senza pretendere (la mia Luna Leone e il mio asc Leone soffrono anche loro per questo) ....ma il Nettuno che tocca tutti i miei luminari, Marte compreso ....credo proprio abbia in serbo per me questo tipo di lezione.
Quindi vorrei dire, per mia esperienza, proprio come spiega bene Lidia, che non è che in un segno come il Pesci o il Cancro Marte sia afflitto ...ma che semplicemente si comporta in modo differente dal marte in ariete, ha in serbo un altro progetto per l'individuo che lo possiede che assumerà colori e sfumature differenti a seconda del segno in cui sarà e dei pianeti che lo toccheranno.
Le lezioni non sono facili per nessuno e per un'arietaccia come me assumere i toni del nettuno che mi colora e che marca così stretto il mio marte eh..... è davvero difficile ....ma siamo qui per assecondare la nostra natura e il nostro progetto che scopriamo mano a mano, con la vita e con gli eventi che ci accadono!!!!!
Un caro saluto a tutti, in particolare a Lidia!!!!

Chiara Inesia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito martedì 26 giugno 2012
Ben ritrovati, a tutti.
Mi piace questo studio del proprio maschile attraverso lo schema Essere- Potere- Volere. Cerco di portare il mio contributo alla discussione.
"Essere": Sole-Leone in IV casa, quadrato a Nettuno-Scorpione in sesta: non è facile con questa configurazione capire chi si è: il Sole Leone chiede visibilità, centralità ma non favorisce certo la comprensione di sé: Nettuno confonde ulteriormente e così l’ambizione non trova dove mettere radici.
Guardando al Sole-padre, non posso dire che il mio fosse un padre debole, non lo era: in più mi appariva centrato, equilibrato e lo sentivo presente. Con il tempo, con la maturità, e soprattutto con il transito di opposizione di Nettuno al mio Sole, un paio di anni fa, ho cominciato però a vedere che il padre giusto, infallibile, maestoso e generoso che pensavo di avere, in realtà, aveva, anche lui, i suoi limiti. Corrisponde a quel periodo anche l'inizio della presa di coscienza di me: credo di aver già scritto che durante il transito di Nettuno opposto al Sole ho cominciato a guardarmi dal di fuori, a capire che la mia immagine interiore non aveva molto a che vedere con quella esteriore.

“Volere”: Marte -Sagittario in settima casa, quadrato Mercurio-Vergine in quinta casa, trigono Chirone-Ariete in undicesima casa. Funziona in modo anomalo: è capace di grandi cose quando si tratta di volere per una certa causa, resta per lo più inattivo quando si tratta di raggiungere un obbiettivo personalistico. In realtà, penso che spesso non sappia neanche cosa voglia, per sé. Tra l’altro, per molti anni (... un paio di decenni, tra i venti e i quarant’anni) l'ho anche vissuto poco, proiettandolo molto sulla persona che mi era accanto. Ma, alla fine dei conti, se consideriamo ciò che dice Lidia, che ognuno ha il Marte necessario per il raggiungimento del proprio progetto solare….forse ci sta pure che il mio Marte non abbia obiettivi propri.

“Potere”: Plutone – Vergine in quinta casa, congiunto Mercurio, sestile nettuno. Forse questa è la parte più problematica del mio maschile: c’è una sensazione costante di non potere, di non avere strumenti per “fare”. Invece, alla fine, quegli strumenti in qualche modo si materializzano (mercurio trigono saturno in dodicesima?) e negli anni ho imparato a convivere con la necessità di “dovermi lanciare”. Ma il senso e la forza del mio Plutone, e del mio potere, mi resta oscuro.
Saluti cari
Lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu x tutte
inserito lunedì 25 giugno 2012
care ragazze,
bellissima la definizione di Lidia di marte in toro!

è una posizione che ondivido anch'io con te cara Alix.

Il mio marte, la mia volontà di affermarmi è marcata dai colori del toro ed è in prima casa, congiunto all'ascendete e a chirone. è leso da un'opposizione con urano in scorpione settima casa. questo fa sì che spesso nelle relazioni che ho avuto o primeggiavo in assoluto o, al contrario mi sentivo costretta, imbrigiata, troppo sottomessa...non è un marte arietino certo, ma da quanto dicono gli altri, si fa sentire. Se sono in forma, non mi arrendo facilmente difronte alle difficoltà. combnatto, amche se il mio modo di combattere può sembrare pacato rispetto ad un marte in fuoco. mi piacerebbe saperne di più su quella congiunzione con chirone...e su quell'opposizione con urano che lo marca sempre stretto!

a presto a tutte,

stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste
inserito lunedì 25 giugno 2012
A proposito di Marte forte/debole, introvertito/estrovertito volevo portare l'esperienza dei TN mio, di mio fratello e mia sorella: abbiamo tutti e tre Marte in Cancro.

Io e mio fratello abbiamo Sole in Cancro (io in 6^ lui in 9^) e Marte in aspetto con Luna (io) e Nettuno (lui): le nostre esplosioni sono proverbiali.
Se ci mettiamo a discutere facciamo scintille! Poi siamo molto permalosi e soggetti ad esplosioni.
Il più del tempo, in pubblico, tratteniamo parole, tensione, rabbia.
Credo che Marte in aspetto con pianeti acquatici tenda ad introvertire le energie (tanto più quando il Sole è in acqua) forse perchè, come diceva Lidia, Marte-Cancro usa sistemi "soft". Ma spesso non c'è tempo e modo di agire in maniera soft e ci si sente in pericolo oppure non riconosciuti, così si esplode.

Nostra sorella, Pesci con Marte in Cancro trigono al Sole, ha avuto pochissimi episodi di rabbia, anzi dopo un'adolescenza conflittuale, non riesce a tollerare neppure che si alzi la voce. In compenso sul lavoro utilizza questo Marte in maniera molto morbida ed efficace, spiritosa e flessibile, come vuole il suo stellium in 12^.

Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Alix
inserito lunedì 25 giugno 2012
Vero ciò che dici della casa sesta in relazione ad un Sole Cancro o Leone! Il Leone ci starebbe proprio stretto!
... se potessi scegliere di sistemare il mio Sole in un segno di fuoco, il mio preferito sarebbe però il Sagittario! Non per niente la maggior parte dei miei innamoramenti hanno avuto come oggetto uomini del Sagittario e il mio attuale compagno appartiene a questo segno.

Il Leone mi piace, ma essendo mia madre una super Leonessa.. sai c'è sempre l'identificazione che poi deve preludere al differenziarsi... il Leone è ancora troppo suscettibile per i miei gusti (con le dovute differenze individuali!).

Grazie per il tuo spunto sulla creatività! Magari più avanti aprrofondiremo.

Peccato aver già postato tutte le considerazioni possibili sul tuo Marte nella sezione "libera" e non qui!

Ciao.
Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito lunedì 25 giugno 2012
cara Alix,
certo che è così ma questo dipende dal tema natale e da quello che è più importante per la persona..
Per un cancro, una Bilancia.. ecc. è sicuramente più importante il restare in contatto con gli altri che non l'affermazione personale.. per cui, Marte in qeusti segni si "adegua" e cambia certe modalità di azione..
Ma se tu noti.. il funzionamento di Marte è sempre legato alla sicurezza o all'insicurezza del soggetto. Chi è sicuro di sè non ha bisogno di mostrare aggressività o eccessiva affermatività.. chi, invece, è debole o non mostra e trattiene la sua carica aggressiva oppure, la mostra in eccesso..
Però, ho visto spesso Marte in Bilancia in persone solide.. che sanno benissimo affermarsi anche se non lo faranno mai "a tamburo battente" ma in maniera soft perchè conoscono il loro diritto ma anche quello altrui.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 25 giugno 2012
Grazie Lidia, allora parleremo di marte introvertiti ed estrovertiti.
Anche se a me è sempre sembrato che certi marte tendano ad esseri più 'aggressivi' di altri, ad agire grintosamente all'esterno o più visibilmente allora diciamo.
Mentre altri sono per loro natura meno 'guerrafondai' più amanti del quieto vivere.
Mio padre ad esempio aveva un marte in pesci ed era un cultore della tranquillità , mia madre invece con marte in sagittario era sistematicamente la più aggredente.




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Citty per Alix
inserito lunedì 25 giugno 2012
Sicuramente per il mio sole, la sesta casa anche se in sagittario e capricorno non e´consona con quelle che sono le mie aspirazioni.
Grazie Alix
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 25 giugno 2012
X CITTY:

Sai citty che penserei che il problema più grande è dato da quel tuo Sole in 6a capricorno.
Perchè il capricorno, come vuole la sua posizione regolamentare in 10a , è il segno dei leaders, dei capi, di chi 'comanda' e 'dirige', di chi stà ai vertici, in alto sulla scala, in via simbologica.
Quì invece ,per l'analogia di Vergine 'lavoro dipendente', è messo come in una posizione quasi obbligata di 'sudditanza', sottomesso dunque ai voleri altrui, quasi sentendo che non è il suo posto giusto.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di lidia
inserito lunedì 25 giugno 2012
care amiche,
a mio avviso, non esiste il Marte debole.. perchè ogni Marte è per così dire, integrato perfettamente nel progetto della persona.. E' vero però che Marte può essere inibito e bloccato, oppure completamente introvertito con gravi problemi per la persona che si trova ad avere delle bombettine chimiche sparate all'interno anzichè all'esterno.
Per sua natura Marte dovrebbe essere estrovertito ma, quando non può affermarsi e esprimersi, finisce per sparare le sue cartucce all'interno.. con grandi problemi sul piano psicosomatico.
Se Marte non è bloccato o inibito tuttavia, la sua forza è sempre presente.. cambierà di molto la modalità attraverso la quale si esprime... può essere resistente, oppure invadente, può essere persuasivo oppure più o meno sotterraneo, reattivo o attivo.. ma sempre di Marte si tratta..
Non pensate che un Marte in Cancro sia debole, semplicemente non VUOLE affermarsi direttamente e preferisce persuadere gli altri a fare ciò che desidera.. confondendoli e utilizzando la dolcezza per ottenere..
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 24 giugno 2012
Ciao Verdeviola:
effettivamente questi Marte deboli sembrano evidenziare vistose 'carenze' nell'espressione dei principi del maschile delle figure paterne.
Personalmente ho anche il quadrato di Sole Nettuno e la figura paterna è stata completamente 'schiacciata' e direi anche 'moralmente castrata' dalla personalità prevaricante della mia genitrice che oltretutto non tendeva a 'valorizzarne e metterne in luce le qualità'.
Tendenzialmente mio padre era un succubo che molto raramente 'reagiva',ho stranamente notato che succede spesso dove le famiglie sono composte da padre madre e figlie 'solo' femmine di 2 o più, perciò questi uomini si trovano quasi come 'isolati e annegati' in un mondo di principi femminili a cui non riescono a far fronte e che li mette in secondo piano o li rende 'invisibili'.
Hai dei casi Verdeviola che ti possono far riscontrare questa cosa???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 24 giugno 2012
X Citty:
ok allora ti fà congiunzione sia con saturno che nettuno, va bene, capito.

Vero che il comportamento aggressivo 'competitivo' è tipico anche delle donne ormai ( per via del transito di Eris X in Ariete associato dunque ,vedi caso, a marte sole e plutone come indica Lidia in introduzione, ne avevamo parlato).
Per la violenza vera e propria, vero anche che in occidente sono in aumento casi di 'teppismo' e prevaricazione dura anche al femminile, anche se, almeno per il momento e per fortuna non sono ancora a livelli degli esponenti maschili 'globalmente', anzi in diversi luoghi del mondo le donne subiscono ancora affronti da 'caccia alle streghe' tipo la sfregiatura del viso o l'infibulazione o altre torture.
Ho perfino scoperto che persino quì fino al 1968 esisteva 'ancora' una legge che prevedeva delle pene 'solo' per l'adulterio femminile.

Sul lavoro certe donne sono anche più 'sgomitanti' degli uomini per me, magari non in generale ma comunque, direi che forse dipende più dal carattere e dagli aspetti del tema che non dall'essere donne o uomini.
Esistono tanti uomini 'deboli'che anzi 'delegano' volentieri la loro componente maschile alle compagne.
Credo di aver letto un articolo che diceva che le donne in carriera, essendo fondamentalmente 'cooptate' dagli uomini, cioè scelte da loro, mostrano 'tutte' le caratteristiche tipiche degli 'uomini' cioè finiscono per 'difendere' ciò che è importante per gli uomini.

Un caro saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito domenica 24 giugno 2012
Sole- Plutone in Bilancia, Seconda Casa, Marte in Toro, in Nona. I miei pianeti maschili si trovano in segni femminili (senza considerare poi Saturno in Cancro ed Urano in Bilancia) ed infatti anch'io, da bambina, ho subìto l'affossamento della volontà. I miei genitori erano molto rigidi su questo, secondo loro (soprattutto per mio padre) un bambino non avevo diritto di esprimere un'opinione o di volere qualcosa, e purtroppo questo aspetto della mia educazione ha condizionato in modo irreversibile alcune scelte di vita. Sto lavorando proprio sulla capacità di dire "no", di affermare una MIA volontà, ma è molto difficile, questo Marte in Toro effettivamente manca di quello slancio che lo renderebbe più efficace e combattivo. Certo, il sestile che forma con Saturno aiuta, ma è un Marte che preferisce portare avanti le sue battaglie con la logica e la tenacia, piuttosto che con l'energia e la grinta.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Citty
inserito sabato 23 giugno 2012
Ciao cara Alix!

intendevo marte incastrato in congiunzione tra nettuno e saturno. Proprio li´in mezzo, senza potersi svincolare in 5.casa nella bilancia-scorpione.

Intendo che volere-potere per molti uomini viene vissuto in modo automatico senza mezzi termini e grossi pensieri riguardo le consequenze. Io lo noto molto nel mondo del lavoro.

Il problema della violenza e aggressivita´della donna e´aumentato in Europa e le statistiche dimostrano che molte giovani usano modi di rapportarsi duri, violenti nel parlare e comportarsi fino ad arrivare alla violenza fisica.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 23 giugno 2012
X Citty:

cara citty, credo di non aver mai visto i tuoi dati x fare il grafico e dunque devo chiederti:
cosa significa che il tuo marte è incastrato tra nettuno e saturno, fanno aspetti di un qualche tipo o semplicemente il tuo marte stà in mezzo???

Per quello che dici alla fine, non è molto vero che agli uomini riesce più naturale far funzionare 'bene' questi valori sole marte plutone.
Anzi proprio perchè per loro sono quelli che assumono connotazioni più importanti nel tema come per noi i valori femminili, sono quelli che potenzialmente causano a loro, dai loro punti di vista, più problematiche forse.

Oltretutto secondo me sono anche 'energie' molto più difficili da 'gestire' se non combinano, molto più di luna venere e eris.
Non a caso se non si esprimono bene gli effetti di conseguenza sono molto peggiori.
E' più raro sentire di donne 'violente' mentre tutte sappiamo che il contrario è molto più diffuso per esempio.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 23 giugno 2012
Ciao Ste,
mi ricordo che avevi scritto che avresti preferito essere una Leone piuttosto che Cancro, ma un Leone avrebbe sofferto tantissimo di quella posizione in 6a non avrebbe mai accettato di dire con l'estrema naturalezza che hai tu di dire: sono una qualunque, come poi la maggior parte delle persone sono in sostanza essendo i posti riservati agli 'speciali' limitatissimi.
Solo un appunto, la 'creatività' invece ti garantisce una sorta di 'eternità', perchè tu producendo un qualcosa con la tua creatività o la tua fantasia, che possa piacere ad un altro puoi stimolare in esso una 'ispirazione' una 'idea' e le 'idee' non muoiono.
Pensaci......
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Paolo Pedrini
inserito sabato 23 giugno 2012
Il mio maschile e'il mio marte in scorpione in x alto nel cielo, plutone in leone in viii, il mio femminile la luna in gemelli in v, di aspetto non sono una 'checca' di certo, con ascendente in capricorno, fisico possente 1,80, anche il membro come dice marte e' ben messo, ho qualche mossettina e nel parlare si puo' lievemente notare un 'andamento' gay, di fatto se c e' da combattere non mi piego, di certo. anche l eccessivo secrezione di testosterone mi mha provocato ingrossamento della prostata in eta' giovanile, per cui di fatto esiste una forte pressione pscicologica sulla zona genitale-anale, data dai valori scorpionici appunto.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste
inserito sabato 23 giugno 2012
Questa discussione mi interessa moltissimo, perchè verte su ciò che ho sviluppato meno (o con più fatica) del mio TN.

Sole-Essere in Cancro/6^: sono una qualunque, e non mi dispiace, anzi, quando ho scoperto i significati della sesta casa ho sentito un moto di sollievo per non dover essere per forza "eccezionale"; ho sofferto un po', soprattutto da bambina e adolescente, le chiusure e le montagne russe emotive del mio segno, perchè mi impedivano di sentirmi "normale". Ovvio che nel frattempo, capivo anche l'eccezionale valore dell'essere empatica e protettiva con gli altri, perchè veniva vissuta da fuori come una grande solidità, fin dai primi anni della mia vita.

Sole-Volere in Cancro/6^: che dire ... come già scritto da Alix, l'educazione ricevuta non è stata molto attenta a sostenere questo Marte già poco efficace, anzi! Tutt'ora la mia famiglia mi descrive come un'intemperante isterica(prendo fuoco molto facilmente); apprezzano la mia capacità di lavoro e se ne stupiscono, avendo fissato nella mente il lato pigro del Cancro che in passato ha caratterizzato i miei momenti di depressione.
Comunque tecnicamente Marte è in armonia con il mio Sole: stesso segno, stessa casa, in congiunzione tra loro. Riesco a sostenere periodi di grandissima fatica, ma per breve tempo. La volontà, quando è mossa da qualcosa di emotivamente profondo, è inarrestabile.

Plutone-Potere in Vergine/8^: ecco il punto dolente.
Questo Plutone, che sarebbe anche in armonia con Sole e Marte, non funziona. Ho passato la vita a sentirmi incapace, impotente, inutile, vuota.
Faccio, agisco, vivo, vado avanti, anche con enorme energia, ma solo negli ultimi anni ho iniziato a capire cos'è il potere.
Il mio Plutone è congiunto a Urano e quadrato a Mercurio/Gemelli/5^.
Per me il problema è stato a lungo la creatività, il progettare, il desiderio profondo di qualcosa e la fiducia nel fatto che si possa realizzare come l'ho immaginato.
Da giovane il fatto che qualcosa di bello e amato (5^) potesse finire (8^) mi paralizzava: non iniziavo neppure (a disegnare, ad amare, a scrivere...) perchè sapevo che sarebbe stato inutile, in quanto non eterno (Vergine).

Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di citty
inserito sabato 23 giugno 2012
Buon giorno!

osservando la posizione del mio sole, marte e plutone arrivo alla deduzione di avere un grande potenziale di potere e volere, bloccato ed inibito.
Il mio sole si trova nel capricorno, ma in 6.casa.
Il mio plutone in congiunzione con la luna nel leone in 3.casa (posizione fortissima)
Il marte e´nello scorpione in 5.casa.
Gli ultimi due pianeti ben posizionati!
Marte pero´e´incastrato tra nettuno e saturno.
Inoltre e´in posizione non proprio libera dall´influsso di plutone nel leone.
In me c´e´ sempre stata una grande carica quasi esplosiva di energia tendente ad avanzare e forse dominare, ma sempre e comunque inibita da paure di perdite e di sofferenze.
Ho incontrato continuamente persone che mi hanno messo ostacoli nel mio cammino. Il piu´grande inibitore e´stato mio padre, che forse per proteggermi o per mancanza di potere personale, ha fatto sempre di tutto per farmi sentire incapace.
Cara Lidia, qual´e´nel tema di una donna il pianeta che rende possibile l´attuazione del potere/volere, che nel maschile si realizza in maniera quasi automatica....mentre nella donna deve essere realizzato ad un altro livello???
Carissimi saluti
Citty
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 23 giugno 2012
ciao ragazzi

dunque...il mio "maschile" non è decisamente forte.

Sole sagittario isolato in II, marte aquario in IV quadrato a nettuno in I quinconce a plutone in XI, trigono a giove in XII

E plutone che quadra luna e mercurio.

E' un maschile sostanzialmente più debole che frustrato... che rischia di scivolare verso una placida passività indulgente e autosufficiente (sole sagittario isolato, marte quadrato a nettuno e trigono a giove in XII).

Viene, per fortuna, ridestato dai "tormenti" plutoniani (asc.scorpione) che però nel tempo si sono fatti meno laceranti.

Devo dire che adesso mi trovo in un momento di FERMO...perchè il sostanziale equilibrio compensativo tra i valori sagittario e i valori scorpionici in passato mi hanno portato a scendere in profondità nella mia ricerca spirituale/esistenziale (quindi, in sostanza il mio maschile "debole" è però "funzionale" ad una espressione legata alla dimensione di ricerca spirituale).

Adesso con saturno in transito in XII su giove mi sembra di essere veramente arrivata al capolinea...un nuovo ciclo sta per iniziare e non so proprio quale sarà la direzione.

ciao lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Paolo Pedrini
inserito sabato 23 giugno 2012
Buon Giorno, sono nato 17 07 1952 a perugia ore 18.30, ho marte in scorpione, sono bisex, con l eta'avanzata omosessuale del tutto, dato che di donne in gioventu' ne ho avute poche, in vecchiajia, dai 40 anni in su, mi sono scatenato ed ho avuto tantissimi amanti, anche amore a 3 o 4 uomini assieme (orge), mi piace anche indossare intimo femminile, solo intimo, calze nylon nero, e slip o mutande. L evento 'focalizzante' fu il transito di urano opposto a urano nel giugno 1992-fino ad allora ero stato indeciso ed avevo avuto due tre incontri con uomini.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 22 giugno 2012
Grazie Lidia, il marte che non sia un 'fulmine di guerra' è stata bellissima!!!
Me ne ero accorta.... in genere lo ritengo un marte più da 'resistenza passiva'.
Conquistatore a volte lo è stato si, è che da Leone forse gli obbiettivi erano troppo alti e dunque non l'ho ritenuto un supporto sufficientemente efficace per quello che sarebbero state le mie aspirazioni.
Forse che il mio Sole non è molto sorretto, a parte la congiunzione con Urano ( che peraltro è anche in sede di esilio) ha solo un trigono con Eris e Ascendente ed è colpito da 2 quadrati.
Interpretare il trigono con Eris è ancora un pò difficile per capire esattamente il punto di forza effettiva di un sole acquarianizzato che io interpreto quasi come se fosse una 'stella' raffreddata o morente.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito venerdì 22 giugno 2012
cara Alix,
in effetti un tempo i genitori premevano molto sul fatto che non si può "volere".. perchè è egoistico per cui insegnavano che non si ha aveva nessun diritto nel volere qualcosa per se'.

In questo modo, molte persone pur se adulte in un certo senso hanno la sensazione di non "avere diritto" a volere delle cose da sè stessi e, a volte dagli altri.. La volontà si impara ad utilizzare da piccoli il che significa che i genitori dovrebbero apprezzarla trovando altre modalità per suggerire che, tuttavia, non tutto è possibile e che, soprattutto, le cose vanno conquistate con coraggio, determinazione e strumenti validi.
E' in questo modo che Marte impara che ha il potere di volere anche se non tutto è facile e, soprattutto, non è gratuito ma va conquistato.
Schiacciare la volontà ad un bambino è pericoloso in quanto, da adulto, non saprà trovarla dentro di sè e, soprattutto, si sentirà fragile e impotente di fronte alle difficoltà della vita.
Un bacio Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di paola
inserito giovedì 21 giugno 2012
volevo ringraziare Lidia per la risposta chiarificatrice e illuminante...in effetti sono alla ricerca di persone che riconoscano la parte più profonda e matura di me..l'ascendente gemelli non mi aiuta e il sole è congiunto a troppi pianeti venere urano e plutone.
Le relazione prima o poi mi deludono sempre, forse per le alte aspettative..ricerco l'integrita', la coerenza, la maturita', la profondita'..caratteristiche che ricerco anche in me stessa e che so di possederle ma non riesco ad esternarle forse per la mia personalita fragile .

per alix grazie ...non ce l'ho fatta a leggere gli articoli sulla venere luciferina che io ho come radix ,tu dici che porta luce ..mi auguro che riuscira a farmi vedere chiaro.

Sulle energie maschili, lo stellium sole urano venere e plutone in vergine e marte in bilancia non mi sono affermata come avrei voluto in effetti ho l'opposizione dello stellium al medio cielo dove c'è un chirone retrogrado in pesci.
Sto imparando a riconoscere e accettare la mia fragilita, la mia debolezza, la mia sensibilita solo cosi potro riscattare me stessa per conoscere la mia vera identita' senza cercare negli altri cio che ho gia dentro di me.
un caro saluto a tutti e grazie!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito giovedì 21 giugno 2012
cara Alix,
il Marte in Toro è un Marte efficace anche se non è un fulmine di guerra.. tuttavia, gli aspetti dinamici con Urano e Nettuno indicano che è fondamentale per te allineare il tuo Volere ad un progetto nobile, ad una causa importante.. solo questo potrà motivarti a fondo e garantirti di esprimere appieno il tuo potere personale.
Mart è un pianeta complesso da studiare poichè, si avventura bene solo se è in linea con Plutone ma anche se è supportato da una buona capacità di Mercurio e di Venere che lo "dirigono" discrimimando e scegliendo.. poi lui sarà in grado di conquistare.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 21 giugno 2012
Volevo fare la considerazione che, come sempre, il tipo di educazione ricevuta che stronca sul nascere ogni 'volontà' incide purtroppo tantissimo.
Mi è venuto in mente che quando ero piccola i miei solevano ripetermi: "L'erba voglio cresce solo nel giardino del Re"
Non sò se fosse una loro specifica tendenza o un qualcosa che a quell'epoca era visto da tutti così, ma il 'volere' qualcosa, qualunque essa fosse, era un pò come 'demonizzato', considerato una cosa da 'presuntuosi', visto come una 'pretenziosità' e che invece sarebbe stata cosa buona e utile non tanto accontentarsi quanto 'non desiderare' esercitando il volere o la volontà esclusivamente per compiere dei 'doveri'.
Ora le nuove teorie dell'attrazione hanno riportato nella sua giusta luce l'importanza dell'intensità del 'volere' dunque anche della 'volontà' che può creare e del desiderio che prende forma.
Mi sono imbattuta in un video che spiegava che spesso certi genitori sono 'mortificanti' cioè, operando stroncature è come se rendessero un pò più 'morta' la vitalità e l'espressione nascente.
Come se ne volessero 'spegnere' l'intensità.
Chiaro che poi diventi difficoltoso per tanti recuperare ciò che non era stato incentivato.

saluti ragazze
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 21 giugno 2012
Scusa Lidia se pongo la domanda in questo settore ma vedo che non segui in curiosità astrologiche che è diventato uno spazio riservato alle nostre 'divagazioni' (come desideravamo in fondo e ti ringraziamo).

Però te la devo proprio fare ora:
ho appena letto sul forum che consideri il matrimonio una faccenda da casa 6a dato che è un contratto, mentre nella 7a si vedrebbero le specifiche della natura relazionale.
Ma il matrimonio pur essendo un 'contratto' presuppone una 'indispensabile' natura relazionale come anche i rapporti societari di condivisione di una professione, mentre un contratto in se non sempre.
Se uno compra una casa o un auto fà un contratto che non prevede nessuna natura relazionale con l'altro, ma il matrimonio che è l'incontro con l'altro per eccellenza anche in senso simbolico alchemico di 'unione' può davvero spostarsi in 6a credi???
No, perchè sarebbe un pò una 'rivoluzione' nella lettura della 7a e dunque sarebbe interessante una tua più estesa e approfondita chiarificazione.......

sono certa che l'argomento drizzerà le antenne di tutte!!!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 21 giugno 2012
Si, hai ragione Stelline, questa questione del Volere e Potere è interessantissima da sondare a fondo.
Quindi Essere Sole
Potere Plutone
Volere Marte
il mio marte in esilio toro afflitto da urano in quadratura e nettuno in opposizione, diciamo che non è messo bene, temo abbia sempre intaccato proprio la capacità di 'intensamente volere'.
Cioè a parole ho sempre voluto ma credo di non sentire la cosa come un motore attivo nel profondo, anche forse per mancanza di motivazioni costanti indirizzate verso un solo obbiettivo alla volta.
Peccato perchè un grosso potenziale forse c'era dato che il mio marte pur in sordina fà aspetto di trigono con plutone con la Luna in 10a e mercurio più un sestile anche con venere.

Indagheremo sul perchè non abbia funzionato a dovere.....
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito giovedì 21 giugno 2012
interessantissimo il percorso che ci proponi di fare in questa discusione, come in tutte le precedenti del resto, Lidia!

scrivero' non appena avro' un p' piu' di tempo,

a presto,

stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 

 

 

                           Il Blog di Astrologia in Linea a cura di Lidia Fassio - Pensieri d'autore