Le mille facce di Nettuno
inserito il mercoledì 12 settembre 2012
Nettuno governa tutte le arti … anche se poi, altri archetipi possono essere importanti nel dare un contributo a quella che è la capacità di "percepire il mondo sottile" e comunicarlo al mondo attraverso una forma particolare, adatta all'individuo.

In particolare Nettuno è legato alla musica e alla danza (anch'essa bisognosa di musica) giacché, sono discipline che si servono delle onde sonore che si propagano in modo spettacolare all'interno del nostro corpo che, come ben sappiamo, è fatto per il 70% di questo elemento.

Nettuno nel nostro tema natale rappresenta la possibilità di entrare in contatto con l'inconscio, di lasciarsi da esso suggestionare, al punto da riuscire, almeno in alcuni momenti, quelli in cui l'artista è particolarmente ispirato, a intravedere alcuni dei suoi contenuti. E' il grande pozzo in cui l'umanità ha stipato tutte le esperienze, pronte ad essere colte da chi è più incline a entrare in contatto.

Nettuno però rappresenta anche la possibilità di entrare nella nostra coscienza attraverso il sogno con il quale si può avviare un vero e proprio dialogo denso di suggerimenti e di opportunità.

Possiamo cominciare a parlare di questo.

Un saluto Lidia

 
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
I VOSTRI COMMENTI A QUESTO BLOG ( 419 )

 

a cura di stellina blu
inserito mercoledì 10 luglio 2013
Buongiorno a tutti e ben ritrovati! Riporto qui di seguito un sogno fatto questa mattina poco prima del mio risveglio e che mi ha lasciato una bellissima sensazione. Spero di poter avere il vostro parere a riguardo, ci terrei a comprenderne il significato.
Nel sogno andavo a casa di un mio caro amico. lui non c'era ed anche la sua casa era completamente diversa dall'originale. Ricordo che la trovavo bellissima, era grande, con stanze ampie e soffitti altissimi. io mi sentivo completamente a mio agio lì dentro, nonostante lui non ci fosse. Ero contenta, ricordo di aver osservato a lungo ogni angolo della casa. Sono entrata in cucina e ricordo che le pareti erano di un bel rosso tiziano. Era accogliente, generosa, sarei rimasta lì. C'era un gran tavolo ricco di cose da mangiare, ma soprattutto un'enorme porta finestra che aperta dava su un fiume. L'acqua scorreva, ed era pulita e luccicava alla luce del sole. Dall'altra parte del fiume scorgo la figura di una ragazza che nella realtà é un'amica con cui anni fa avevo rotto i rapporti. Sulle sponde del fiume ci siamo abbracciate e riconciliate con affetto, ed io ero estremamente contenta che ciò fosse avvenuto. Poi ricordando che non avevo avvisato il mio amico della mia visita, mi appresto a chiudere le porte che danno sul fiume e mi dirigo verso l'uscita. Mi soffermo però ancora unna volta in ogni stanza. E rimango stupita dalla loro grandezza e dalle tante cose che vi trovo. Ero meravigliata. ricordo in particolare che in una di esse avevo la sensazione di trovarmi al supermercato: c'erano scafali pieni di ogni ben di Dio. lì ricordo di aver sentito tre ragazze litigare fra loro. non le conoscevo, ma sentivo che bisbigliando una di loro imponeva all'altra di non dire niente riguardo a qualcosa che lei stessa aveva fatto. la terza di loro non doveva sapere niente. era una sorta di minaccia, ma non ricordo i particolari, perché qui il sogno ha iniziato a sbiadire....e mi sono svegliata. Aggiungo solo che nel fiume che avevo visto, c'erano anche due cani che nuotavano in pace e gioia.
Ringrazio chiunque abbia voglia di leggere ed interpretare questo sogno.
Grazie in anticipo,

stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Antonella
inserito domenica 28 aprile 2013
Cara Lidia,
Sono a dir poco terrorizzata da questo transito di nettuno. Si trova infatti in quadratura alla mia venere in gemelli in 5 casa.
Sto attraversando una crisi molto profonda con mio marito. E ho paura di perderlo( lui ha nettuno congiunto alla sua venere di nascita in pesci in 12 casa)
Mi sembra abbastanza chiaro... Come si fa ad esorcizzare questo transito e quanto durera'?
Sono abbastanza preoccupata
Ti ringrazio infinitamente se vorrai rispondermi
La mia data di nascita e' 20/04 1967 ore 00.25
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 22 febbraio 2013
ciao SAbina

non so bene quale sia la vostra situazione. Quanti anni ha tua figlia, ecc. ma ti dico in generale cosa penso.

Credo che tua figlia ti abbia scelto per vivere dei contenuti che prima di tutto appartengono a lei e aveva bisogno di te, come madre, per VIVERLI in un primo momento,da bambina e poi successivamente rielaborarli da adulta.

Quindi...questo non significa assolutamente che noi come madri siamo assolte dalle nostre responsabilità...assolutamente no. Ognuna di noi deve cercare di essere madre in modo consapevole e il fatto che tu ti poni queste domande mi fa pensare che lo sei o che sei sulla buona strada per esserlo.

Quindi...tua figlia ha questo aspetto, luna nettuno ed è LEI che deve viverlo ed esprimerlo al meglio.

Per viverlo al meglio deve crescere psicologicamente e spiritualmente altrimenti lo subirà in relazioni invischianti, dove sarà lei la vittima o troverà un partner da "salvare" o comunque si troverà in situazioni di dipendenza emotiva.

Quindi come si fa a rendere questo aspetto una risorsa ?? con la consapevolezza Sabina...che è qualcosa di molto soggettivo e personale. E' un intimo OSSERVARSI per capire se stiamo andando in una direzione di crescita o continuiamo ad alimentare i nostri limiti.

Un caro saluto a te e a tua figlia

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 17 febbraio 2013
Sabina ciao,
credo ti covenga postare in sede subpersonalità anche se non è argomento in tema, gli utenti e Lidia tendono a spostarsi sull'ultimo argomento.
Se fai la tua domanda di là è più facile che qualcuno, magari la stessa Lidia, ti risponda.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito domenica 17 febbraio 2013
Per Sabina. L'ho letta e riletta per cercare di capire meglio. L'unica cosa che il mio pensiero è riuscito a quagliare è questa. Se il quadrato Luna Nettuno è visto come un limite, questo limite può venire dalla famiglia o dalla mamma. Se lo stesso quadrato viene visto come risorsa, questa verrà sempre dalla famiglia o dalla mamma.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di sabina
inserito sabato 16 febbraio 2013
Ho bisogno di un consiglio, non riesco a vederci chiaro da sola, sto cercando una soluzione creativa ma mi sfugge.
Questo il caso: io, la mamma, con luna congiunta a giove in scorpione. Conosco e convivo, e certe volte la amo, con la mia emotività estrema. Il sole ariete, talvolta mi divide in due, talvolta mi bilancia. Mia figlia: sole bilancia, luna in scorpione (congiunta alla mia) quadrata a nettuno. Sembra essere tutto determinato. Io non vorrei essere una mamma fagocitante e pervasiva, però sono io, c'è poco da fare, il legame è forte, il sentire è immenso. Hai voglia a dirmi di contenermi, certo che mi contengo, certo che mi disciplino, ma che fatica. Allora mi chiedo c'è un modo di trasformare questa luna nettuno nel destino di mia figlia, senza provare ad impormi una maschera o una catena che farebbero peggio? C'è un modo di renderla una risorsa anziché un limite?
Grazie a chi saprà aprirmi una porta
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 3 febbraio 2013
X Ste:
se vedi il post potrei farti l'ipotesi che il tuo quintile marte saturno possa renderti abile nel 'costruire' qualcosa di possibilmente permanente, resistente anche in senso morale se non pratico.
Il quintile non indica necessariamente un carattere creativo in senso straordinario, a volte indica una 'abilità' particolare che tu hai nel fare bene qualcosa.
Mia sorella non è una creativa in senso tipico, ma è sempre stata abilissima nell'uncinettare in modo perfetto, anche partecipano a cose creative di altri come il farci delle collane di filati per esempio, e nel preparare 'tavole da festa' con maestria e molto gusto e quel tocco personale.
Il quintile 'specifica ulteriori caratteri della creatività' se ampie note creative sono già individuabili nel tema da altri aspetti segni e combinazioni.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste per Icaro
inserito domenica 3 febbraio 2013
Dici che ha a che vedere con qualcosa che faccio? ... con il mio lavoro dei giochi ecologici? ... bho?...
Su questa storia della creatività ci devo riflettere parecchio ... insomma, con almeno tre quintili precisi, dovrei essere molto creativa ... e diciamo che molti me lo dicono, solo che io non mi trovo creativa per nulla e mi fido più del mio giudizio che di quello altrui!

Ci studierò un po' su, intanto grazie mille per le dritte e alla prossima amico ritrovato!

Un abbraccio virtuale!
Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro per Ste
inserito martedì 29 gennaio 2013
Si' Stefania,

In effetti anche a me non risulta facile distinguere la specificità del quintile.
In generale é considerato come un aspetto dinamico...
Per rispondere alla tua domanda non riconosco qualcosa del quintile nel mio universo relazionale, in cui vedo piuttosto l'impronta di altri pianeti (Marte in Bilancia per esempio o Giove in XI). Considera poi che nel mio tema Venere é un pianeta abbastanza penalizzato, per cui tante possibili chiavi di lettura del mio quintile vengono un po' "fagocitate" da altri aspetti ben più pesanti che gravano sulla mia Venere...

Se non ricordo male nel tuo tema Luna Mercurio (Plutone??) e i valori Saturno-Capricorno sono molto importanti, per cui quel quintile arricchisce in qualche modo dei pianeti o delle energie che sono già "protagonisti" nel tuo tema. Per distinguere le specificità di questo aspetto, bisognerebbe avere delle informazioni molto più precise di quelle (piuttosto vaghe e generiche) che sono disponibili in rete...

Ricordo che pero' un'altra chiave di lettura che avevo trovato riguardava la creatività: i pianeti toccati da quest'aspetto rappresenterebbero le aree in cui tendenzialmente esprimiamo la nostra creatività.
Ti dice qualcosa? :-)

Un saluto,

Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste x Icaro
inserito lunedì 28 gennaio 2013
...ahahahhahahha!!!
Bellissimo! L'EFFETTO EUREKA!!!
... magari fosse vero!
Ho trovato scritto che il quintile dovrebbe essere collegato a queste illuminazioni, ispirazioni improvvise ... che meraviglia!

Io non ho 'ste manifestazioni così vistose a dire il vero... mi lascia un po' perplessa l'analisi.
Secondo me c'è qualche fattore assai frenante nel quintile che potrebbe liberare l'energia tutta di un botto.

Lo pensavo in relazione al mio quintile Marte (Cancro in sesta) - Saturno (Ariete in terza): ho degli scoppi d'ira proverbiali e incontrollabili, momenti in cui avrei la forza di scoperchiare la casa se potessi liberare l'energia dall'alto, come si vede nei cartoni animati!
In ogni caso la relazione marte-saturno si manifesta anche in positivo come resistenza agli sforzi prolungati e capacità di dar fondo alle energie quando ce n'è bisogno, ma anche il mio ascendente Capricorno parla di questo ...
Insomma non riesco a ricondurre nulla di preciso ed inequivocabile a questo aspetto ...

In ogni caso ... di illuminazioni e intuizioni ne ho avute tantissime nella vita, piccole cose ... molte lavorative, altre diciamo più teoriche ... cose che ho pensato e che ho visto dopo anni realizzate da altri, magari dall'altra parte del mondo, ma non mi sembra nulla di eccezionale .... insomma, credo capiti a molti, no?

Il tuo aspetto di quintile Venere - Nettuno secondo te come ha agito e come agisce nella tua vita? È responsabile della tua passione e vocazione musicale, che non riesci a ricondurre ad altri aspetti astrologici, ma lo senti agire .. non so, anche a livello estetico o relazionale?

Resto qui ... perplessa ... e attendo un "eureka!" che mi illumini su questo quintile che mi incuriosisce tanto!
A presto.
Stefania
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ste per Icaro
inserito venerdì 25 gennaio 2013
Esattamente!!!
Sono davvero stupita di non aver mai preso in considerazione questo aspetto in tutti questi anni!!!
Anche io mi ero chiesta se fossero da considerare anche i quintili con il mediocielo e vedo che anche tu li hai notati ...
Ora mi rileggerò con calma cosa avevi scritto qui e anche qualche commento di Alix che è sempre una fonte super inesauribile di notizie (in cui spesso,lei lo sa) mi perdo!
Grazie mille per ora!
Un abbraccio!
Stefania
P.S. ... anche il quintile Sole-Plutone ci voleva!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro per Ste
inserito giovedì 24 gennaio 2013
Ciao Stefania,

Ho recuperato i tuoi dati in un vecchio post e ho ricavato il tuo tema su un sito francese in cui ti riportano anche la lista degli aspetti minori.

Effettivamente hai almeno quattro quintili con orbite precisissime (due o tre decimi...):


Marte Saturno

Luna Mercurio

Sole Plutone (!!)

Luna Medium Coeli (se vogliamo considerare anche gli aspetti con le cuspidi delle case)

E un Biquintile Mercurio Medium Coeli (anche questo precisissimo)

La tolleranza per le orbite del quintile é piuttosto severa (non più di due gradi...), ma nel tuo casi ti ripeto almeno questi quattro quintili (e il biquintile) sono precisissimi.

Per il momento (tempo limitato, tanto per cambiare...) non saprei dirti di più...

Abbraccio

Icaro

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito mercoledì 9 gennaio 2013
Buongiorno e buon 2013!!
Voto per il progetto sole: so che ne avete già parlato ma per me che sono alle prime armi con l'astrologia quello delle subpersonalità è argomento troppo complesso.
Un saluto a tutti!
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 9 gennaio 2013
Lidia, basterebbe che tu ci sia almeno 'abbastanza' per farci capire bene come si analizzano, a parte gli imput iniziali particolareggiati.
Anche perchè c'è il problema di una scarsa partecipazione di utenza.

grazie a nome di tutte

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 9 gennaio 2013
Cara Lidia

per me va bene.

ciao lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito martedì 8 gennaio 2013
Ciao Lidia

Io sono favorevole :)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito martedì 8 gennaio 2013
care amiche,
siete d'accordo se faccio un blog sulle sub personalità.. tenendo presente che io non ci posso essere sempre, ma posso sicuramente darvi degli imput per procedere..
Aspetto un vostro parere.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 8 gennaio 2013
Bene Lidia,
ti riepilogo il tutto condensato:

le proposte sarebbero favorevoli per discussioni astrologiche circa:

SUBPERSONALITA'
PROGETTO SOLE
ANALISI DI UN TEMA DI PERSONAGGIO DA SCEGLIERE

Per mia parte ero molto interessata e incuriosita alle subpersonalità.


grazie
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito lunedì 7 gennaio 2013
cari amici,
sono riuscita finalmente a capire come entrare per leggere i vostri commenti..
Adesso cercherò di mettermi in pari e poi vediamo come procedere..
Un bacio, buon 2013 a tutti.
Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 7 gennaio 2013
Deva, nonostante il mio catastrofismo, quello che dici del potere del singolo ripete il concetto della frase che ho segnalato proprio come buon augurio di inizio d'anno della Pinkola Estès, la stessa scrittrice di : Donne che corrono con i lupi (libro molto interessante con un'analisi psicologica dei contenuti delle fiabe)
La teoria della 100 scimmia è di Sheldrake giusto per ricordarlo, si ne avevo io parlato a Solerossella per precisione, pensa che memoria.....:)
Il catastrofismo ha un suo perchè, serve a svegliare un pò alcune coscienze che preferiscono 'ignorare' tante cose, non guardarle e non vederle, dato che senza informazioni poi difficilmente il singolo si 'muove' anche solo per quel pò che può fare.
Basta vedere la 'sorpresa' con cui tante persone hanno accolto questo lungo periodo di 'crisi' di cui evidentemente non avevano minimamente colto i segnali in tempo.
Pensa cara amica che un 'imprenditore', soggettini in genere dotati di ottimo 'fiuto' per i loro interessi, già nel 2003 mi disse: ' quì non c'è più trippa per gatti', 5 anni prima delll'ormai noto a tutti anno critico 2008.
Giusto per ribadire anche che non occorre essere astrologi per 'captare' dove tira il vento, basta l'attenzione.

Per la lettura del personaggio noto, c'è sempre il problema che tutti i partecipanti dovrebbero aver letto una biografia, personalmente credo di averla letta almeno 10 anni fà, quindi persino io dovrei avere il tempo di rileggerla.
Non si trova poi l'orario di nascita per essere certi dell'ascendente ( forse in bilancia).
Il Sole con Mercurio Venere e Plutone erano in Cancro, Luna Pesci Urano in Ariete, Marte gemelli,Giove leone, Nettuno vergine, Saturno Acquario, giusto per cronaca astrologica.
La biografia è trattata nel libro:
"Il guerriero del pianeta" ( storia dell'uomo che ha reso grande Greenpeace) non ricordo le edizioni.

Insomma ho l'impressione che risulti complicato logisticamente inaugurare questo tipo di argomento astrologico su un personaggio singolo.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 6 gennaio 2013
@ALIX


Non sono così "catastrofica" come appari tu... a parte che credo che non serva a niente esserlo, ma ho comunque, nonostante tutto....fiducia ..nella Vita.

Poi io mi ispiro alla teoria del "fenomeno della centesima scimmia" ...che sicuramente conosci (anzi forse ne hai parlato proprio tu in qualche altro contesto che non ricordo)....per cui un certo contenuto di coscienza in un numero singificativo di persone determina un acquisizione generale di quel contenuto.

Quindi...visto che non possiamo sapere a quale livello del processo ci si trovi (cioè a che distanza dal raggiungimento della massa critica), ciò che conta è VIVERE come se fossimo la ...99 scimmia....

In sostanza credo che si tratti sempre di partire da noi stessi....piuttosto che lamentarsi di ciò che ci circonda.

La scimmia che ha lavato le patate ha fatto la differenza .... rispetto a quella che si lamentava di essere circondata da suoi simili che mangiavano schifose patate piene di sabbia (per assurdo, ovviamente).

Certo tu dirai...ma noi non possiamo fare niente contro i potenti che ci costruiscono le centrali nucleari sotto casa....esatto...non possiamo fare niente, ma OGNUNO può fare, nel suo piccolo...del suo meglio. La civiltà è formata da singoli...è la coscienza individuale che fa quella collettiva. NOn possiamo influire personalmente su quella collettiva, quindi...occupiamoci di quella personale.

Riguardo al tema da analizzare....se tu hai i dati certi di Mc Taggart, per me va bene.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 6 gennaio 2013
X Deva:

ho più la sensazione che la partecipazione si sia affievolita negli anni perchè i problemi 'veri' di sopravvivenza sono aumentati parecchio.

Che personaggi avevi in mente?
Bisognerebbe anche trovarne uno o una che interessi tutti!!!
Ribadisco che ,secondo me, non si può fare una analisi senza aver letto una biografia dettagliata, e anche di recente se no poi và nel dimenticatoio, per capire dove possa corrispondere, ad esempio ho letto quella di Steve Jobs e carta astrale alla mano si trovavano parecchie corrispondenze.

A me sarebbe piaciuto un personaggio che vorrei ricordare, scommetto che tanti non sanno nemmeno più chi è ,anzi chi era, dato che è deceduto nel 2001.
David Mc Taggart l'ideologo e cofondatore della più nota e grande associazione ambientalista :'Greenpeace'.
Uno che era stato capace di farci sperare e 'sognare' che un mondo migliore si sarebbe potuto costruire.....dicono che le 'Idee' restino anche se gli uomini muoiono.
Con il suo veliero Vega e i suoi Raimbow Warriors aveva segnato un'epoca di battaglie in favore del nostro 'futuro'.
Mi deprime anche parecchio pensare che ora ci ritroviamo ,non solo con ancora gravi problemi ambientali ma si sono aggiunti quelli nel sistema economico, mi chiedo cosa si aggiungerà ancora, prima che necessarie trasformazioni del mondo vengano decise.
A volte penso che abbiano ragione certi scienziati che dicono che questa civiltà sarà già 'autodistrutta' nel 2060 circa.
Con i trend attuali e quelli che inevitabilmente si aggiungeranno, mi sembra che l'umanità sia sulla strada giusta...... per arrivarci senza meno.

Spero tanto non vi interessiate solo di spiritualità e astrologie.
Vi è mai venuta la curiosità di conoscere ad esempio, giusto per vostra informazione, quante centrali nucleari sono attive su questo pianeta???
433 pare..... e numerose altre ho letto sono in costruzione.
La gravità degli incidenti è classificata su una scala da 0 a 7, ci sono stati già due incidenti dal 1952 nella nostra 'brevissima storia' quindi, classificati con il livello 7 : Cernobyl e la recentissima Fukushima.

Mi chiedo se ogni tanto vi viene da pensare, anche solo vagamente, a come stiamo messi globalmente.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 4 gennaio 2013
Ah bene Massimo, infatti benchè quello di Bryson sia comunque un libro di scienza, in certi punti ho dovuto fermarmi perchè 'schiantavo' dal ridere.
Se tu li hai tutti, sarà comunque un bell'imput per tanti altri che non lo conoscono.

Per il resto che dici delle questione 'olografica' penso che tu ti possa riferire al libro : " Tutto è uno" di Michael Talbot.
Ricordo perfettamente che ne parlava molto diffusamente spiegando benissimo queste interessanti teorie.
Non dimenticatevi che è 'speculazione' scientifica finchè non ci sono mezzi per convaliderla.
Di teorie del 'tutto' ne esistono almeno 5 diverse 'versioni', .
E non dimenticarti comunque che anche chi scrive libri o anche un uomo di scienza, può essere inflenzato da sue credenze spiritualistiche o parareligiose, è abbastanza inevitabile immagino.

Interessanti sono anche le teorie del 'biologo' Bruce Lipton.
Tanto per fare un esempio, visto che quì si parla di psicologia, ha accertato che le 'cellule' ,di cui noi siamo composti, possono avere solo due modalità di espressione 'crescita' e 'protezione'.
Se l'ambiente è favorevole la cellula si apre se non lo è si chiude.
Perciò molto di tutto quello che è interpretato come reazione psicologica non è altro che un naturale 'istinto di sopravvivenza della specie' dettato da reazioni biochimiche.
E anche proprio Bryson fà notare come:
" Pensare che l'evoluzione sia un processo programmato appositamente per produrre noi fà parte della nostra 'vanità' umana.

Mi viene in mente 'ironicamente' una frase di quel film con Al Pacino: L'avvocato del Diavolo in cui al Demone in chiusura fà dire:

" Vanità.......decisamente il mio peccato preferito" ;)


Fare l'analisi del tema di un personaggio noto è senzadubbio interessante ma come fare poi a 'verificare' che ciò che si delinea ha reali corrispondenze ???
Potremmo basarci su una 'biografia autorizzata' ma ciò presuppone che tutti l'abbiano letta.





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito venerdì 4 gennaio 2013
Per Deva. E' proprio così,la vita è duale, lo vediamo dappertutto. Anche lo zodiaco è duale. Una parte che va dall'Ariete alla Vergine, dove predomina la luce ed è attinente all'Io, ed una parte che va dalla Bilancia ai Pesci, dove predomina il buio ed è attinente all'altro dall'Io. Per questo al primo segno di questa parte è stato dato il nome Bilancia. Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lola
inserito giovedì 3 gennaio 2013
Ciao e buon 2013 a tutti!
A me piacerebbe discutere del progetto del sole.
So che ne avete gia' parlato, ma troverei interessante approfondire l'argomento soprattutto in relazione alla posizione del nodo nord che dovrebbe indicare "la via" da seguire per raggiungerlo (ho il sole in sagittario 2a casa e nodo nord in cancro 8a).
L'argomento sulle subpersonalita' e'interessantissimo ma concordo anch'io che ci vuole la guida di Lidia altrimenti diventa troppo complesso da affrontare.
Analizzare un tema "vip" come suggerisce Deva puo' essere anche divertente.

Ciao

Lola
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 3 gennaio 2013
ciao Massimo

molto bello quello che hai detto nel tuo ultimo post. Sono d'accordo.

Il nostro nemico è quella parte di noi in cui non ci identifichiamo, la neghiamo e, inevitabilmente, la "viviamo" fuori di noi dal momento che ognuno di noi è TUTTO, è intero....ma viviamo in una dimensione dualistica e quindi dividiamo la realtà in IO e non io.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito giovedì 3 gennaio 2013
Ce li ho tutti i libri di Bryson, mi diverte troppo.
E' proprio quel discorso sul "tutto" e sull'intero che ci porta a capire le cose come stanno e di conseguenza capire anche cosa è il Kharma. C'è un altro libro di cui non ricordo il titolo, purtroppo l'ho prestato, che parla di queste cose e fa un esempio brillante. L'immagine olografica. Detto in soldoni e non so quanto quello che dico sia corretto scientificamente ma il concetto è comunque quello.L'immagine olografica viene creata colpendo un oggetto con la luce. Questa luce viene poi divisa e la parte che è stata divisa andrà a creare l'immagine olografica che sarà identica all'oggetto colpito. perché questo è possibile? Perché la luce anche se divisa manterrà il ricordo dell'intero originario. Altro esempio. Dividiamo un fotone in due, adesso non ricordo esattamente se è così ma il concetto comunque è sempre quello, dicevo dividiamo un fotone in due allontaniamo le due parti e se colpiamo una delle due parti anche l'altra risponderà allo stesso modo, esattamente come se fossero ancora una cosa sola. Non solo, ma se noi rompiamo l'immagine olografica in mille pezzi, anche il pezzo più piccolo conterrà ancora l'immagine intera. Questo a che pensiero ci porta?
Al fatto che la luce e quindi l'energia in qualche modo partecipa dell'intero. E se quello che qualcuno chiama mente o coscienza e i cattolici chiamano anima o spirito è fatto di energia, hai presente l'immagine sulla cappella Sistina in cui Dio tocca con il proprio dito il dito dell'uomo dandogli la vita? Non è una candela di un motorino quell'immagine? Manca solo la scintilla!Dicevo se quella cosa che ci dà la vita e che sentiamo dentro di noi al di là della materialità del corpo è fatta di energia vuole dire che partecipa dell'intero e del tutto. Questo vuol dire anche che se sappiamo vedere bene oltre la materialità della vita che divide tutti e tutto in qualcosa di circostanziato, possiamo vedere come tutti e tutto sia la stessa cosa. Purtroppo anche il nostro peggior nemico è la stessa cosa di noi. Se inoltre guardiamo bene all'intero e al tutto, proprio perché è intero non può esistere la nostra usuale percezione del tempo, perché il tempo non è altro che vita vissuta. Senza tempo non c'è la divisione in passato presente e futuro perché siamo nel tutto. Qui entra in gioco il Kharma e il Dharma. Due concetti legati alla nostra vita materiale e temporale. Ma se il Kharma è legato alle reincarnazioni e quindi al passato e ad altre vite ciò vuole dire che fa parte di quell'intero, mentre il Dharma lo sentiamo come il libero arbitrio che esercitiamo nella nostra vita materiale. Il fatto essenziale da capire e che noi viviamo la nostra vita materiale e quindi facciamo Dharma, ma abbiamo dentro anche quell'energia che partecipa del tutto e dell'intero e che è carica di Kharma. Ritorniamo sempre al discorso della dualità. Ci accorgiamo del Kharma quando ci concentriamo su di esso e sul Dharma quando facciamo altrettanto. In realtà le due cose sono indissolubilmente legate tra di loro in una lotta chiamata vita. Ciao.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 3 gennaio 2013
ciao a tutti, ciao Lidia

auguri per un sereno 2013.

pensavo, come nuovo argomento, che ne dite di analizzare insieme il tema di un personaggio famoso a scelta ?

Ho la sensazione che argomenti più specifici siano stati tutti approfonditi più e più volte quindi la partecipazione si è affievolita.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 2 gennaio 2013
Ho 'ravanato' nei miei ricordi ma non mi viene in mente cosa volevo segnalarti esattamente Massimo........ ad ogni modo di recente ho letto due testi, quindi la questione interessante per te e le tue considerazioni naturalistiche stava in uno di loro, sono due libri che parlano di 'scienza'.

Uno è : "Breve storia di (quasi) tutto" di Bill Bryson, un libro scorrevole e a tratti anche ironico.
L'altro più specialistico è : I numeri dell'universo ( Le costanti di natura e la teoria del tutto) di Jhon D.Barrow


Sul tema 'rituali religiosi' che si rifanno a somiglianze con rituali di 'magia operativa taumaturgica' mi ricordo di aver letto diverse citazioni già almeno 25 anni fà nella 'trilogia' di Giuliano Kremmerz : La sapienza dei Magi.

Mentre se si vuole leggere la ricerca di un 'libero pensatore' che traduce 'letteralmente'( e non è cosa da poco) gli antichi codici ebraici dell'antico testamento è interessante la produzione di Mauro Biglino.
Io ho letto "Il dio alieno della bibbia" che peraltro propone questioni già ampiamente trattate anche da Zetharia Sitchin che leggevo già tantissimi anni orsono.

alla prossima, ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 2 gennaio 2013
Oh caro Massimo,ci sei ancora,
credo di capire che vuoi dire ma personalmente avevo in mente un discorso un pò diverso.
Certo che ci hanno fatto man bassa di saperi esoterici ma li hanno sempre presentati in maniere distorte 'comode' per loro.
Finchè le persone 'sonnecchiano' sono più facilmente dominabili si sà che è così da sempre.
Sopratutto non sembrano notare tante 'contraddizioni'.
Mi riferivo però proprio al fatto che questa materia se è 'sopravvissuta' nei secoli lo deve non certo alle o alla religione, questo è certo, ma ai vari Giordano Bruno e noti e meno noti che per mantenere viva la fiammella di 'conoscenze' condannate e fatte passare da 'scomunica' ci hanno versato il sangue, perciò a loro và almeno l'onore della 'memoria'.
Se fosse stato per la religione diciamo pure che l'Astrologia con annessi e connessi nemmeno esisterebbe più e non andrebbe dimenticato.
Non parliamo di tutti i saperi in manufatti e libri antichi che il mondo si è perso per le loro visioni 'oscurantiste'.
Perciò venire a sapere che l'astrologia umanistica, con la scusa che tanto è psicologia, è la porta da cui vogliono rientrare, diciamo che non mi entusiasma molto personalmente.
Questo 'sdoganamento' farà invece contenta Paola, una ragazza che quì presente tanto tempo fà, viveva con profonda crisi questi suoi interessi astrologici, proprio perchè li riteneva in conflitto con il suo credo.
Almeno lei comunque era almeno coerente dato che la 'coerenza' con i propri 'precetti' non pare una dote molto spiccata in tanti di loro, come si può notare fin troppo spesso.
Forse caro Massimo sono un pò estremista in questo senso, ma personalmente ho la sensazione che anche la 'spiritualità' sia il nuovo nome che da tempo viene attribuito a dei credo che poi, gratta/gratta sono molto 'simili' a orientamenti religiosi.
Chiaramente mi sforzo in ogni caso di rispettare visioni diverse dalle mie, pur non condividendole.
Anche la visione Karmica dell'astrologia l'ho abbandonata per due motivi, uno era di essermi accorta ad un certo punto che i 'principi' erano troppo simili a quelli religiosi e l'altro è perchè ho cominciato ad averne una visione più relativa a questioni biologiche e transgenerazionali piuttosto che ad astratte 'trasmigrazioni di Anime'.
Tuttavia, proprio perchè sostengo il 'Libero Pensiero' sono sempre stata disponibile a dare informazioni alle ragazze interessate di principi di karmica, in modo che si potessero fare un 'loro personale' pensiero nel tempo e secondo i loro 'parametri'.
In ogni caso credo che potete stare tutti tranquilli, finchè l'Astrologia non diffonderà pensieri ritenuti pericolosi perchè troppo rivoluzionari sarà allegramente 'tollerata'.
E infatti è persino passata da materia Uraniana innovativa e di rottura a Nettuniana certamente più 'rassicurante'.

Ciao a Massimo, volevo girarti una info che avrebbe potuto interessarti per le tue considerazioni di 'astrologia naturale e astronomica' ma al momento mi sfugge.





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito martedì 1 gennaio 2013
per Alix. Astrologia e religione. religione significa ri-legare, cioè legare continuamente.Legare cosa? Ma è ovvio, legare gli esseri tra di loro e legarli con quel qualcosa a cui viene data la priorità sulla vita. Quel qualcosa viene chiamato Dio. Lo sapevi che la parola Dio deriva da splendente? E cos'è che splende in cielo?
Quanti riferimenti al numero sette troviamo nella religione cattolica e prima ancora in quella ebraica? I sette pianeti visibili ad occhio nudo, con il Sole a farla da padrone, (dominus il Signore). Le tre religioni monoteiste occidentali fanno man bassa dei saperi astrologici perché questi sono saperi veri. Perché allora la antropomorfizzazione del Sole in un vecchio signore che dispensa leggi? Ma è semplice. Il Sole è di tutti e non fa leggi che non siano quelle del ciclo naturale. Il Sole è di tutti e può essere pregato come e quanto si vuole liberamente. Il Signore che viene messo al suo posto è invece il frutto di una invenzione dell'uomo, fatto a propria immagine e somiglianza, e specificatamente un uomo che ha il potere su tutto e intorno al quale gravita la vita del resto dell'umanità, ognuno secondo la scala sociale e di potere assegnatogli. La differenza ottenuta nello scambiare il Sole con il Signore è uguale a come andare su una spiaggia libera e adorare il paesaggio, il mare, il Sole,il caldo e l'odore dell'aria. Ma se su quella stessa spiaggia ci mettiamo uno stabilimento dove dobbiamo pagare per entrare e poi pagare tutto quello di cui usufruiamo al suo interno e infine, sottostare alle leggi vigenti, ecco che il gioco è fatto. La religione naturale insita nell'essere umano si trasforma in una religione ufficiale dove gli addetti usufruiscono dei proventi derivati. Cara Alix è la vita. Basta saperlo.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 1 gennaio 2013
Direi che per il 2013, anche in questo minuscolo punto di mondo ci potrebbe essere l'opportunità di svolte radicali, di dare il via a trasformazioni e cambiamenti 'rivoluzionari', purchè le persone si accorgano di possedere gli strumenti per farlo e soprattutto che li usino.
Se non riusciranno a comprendere gli orientamenti più giusti e lungimiranti perderanno un'occasione di futuro miglioramento.
In questo 2013 sono attese due comete, una delle quali talmente brillante da poter essere vista anche di giorno, chissà se il loro influsso, già in movimento dal cosmo, sarà sufficientemente 'illuminante'.

Aprendo un libro a caso, come mi capita di fare per cercare auspici, ho trovato queste due citazioni:

"Una grande rivoluzione in un singolo individuo contribuirà a realizzare un cambiamento nel destino di una società e, in più, permetterà un cambiamento nel destino dell'umanita". ( D.Ikeda)

" Il nostro compito non è quello di accomodare l'intero mondo tutto in una volta, ma di protenderci a riparare la parte di mondo che è alla nostra portata..............
Non ci è dato sapere quali atti, o compiuti da chi, determineranno il raggiungimento della massa critica che provocherà la svolta verso un bene durevole" ( Clarissa Pinkola Estès)

Scintillante inizio d'anno a tutte/i
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Citty per Lidia
inserito martedì 1 gennaio 2013
Auguri per il tuo compleanno, Lidia. Se non sbaglio con ritardo.Pero´ti ho pensato. Tanti cari saluti ed ti auguro un ottimo 2013
Citty
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di lidia
inserito lunedì 31 dicembre 2012
cari amici,
vi auguro un buon 2013..
non riesco più a leggere i vostri messaggi.. ormai è un mese che non riesco ad entrare nella pagina "commenti" ma solo in quella "inserisci un commento" per cui non posso leggere quello che voi scrivete.. spero che questa situazione possa risolversi. altrimenti non riesco più a utilizzare il blog.

In ogni caso vi mando un grande bacio e spero che tutti iniziate benissimo il 2013... che, di certo, sarà un po' meglio del 2012.
Un abbraccio Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 30 dicembre 2012
Verdeviola, potevi in ogni caso intervenire intavolando uno dei 'mille aspetti nettuniano artistici' o di altro tipo tu credessi, è mancata anche Rougemonique che poteva fare tante riflessioni interessanti tra 'nettuno e poesia'.
Speriamo che la mancanza delle utenti più partecipative sia per questioni 'positive per loro'.
Peccato, chissà, forse questi tempi sempre più 'caotici' destabilizzanti e faticosi, poco favorevoli a interessi che alla luce di fatti 'pratici' non paiono aiutare molto alla fin fine nella 'concretezza' dei fatti veramente 'duramente' problematici della vita.

A me, proprio ultimamente, mi ha preso anche un pò di 'stridore di denti' la questione di cominciare a vedere che l'astrologia 'pare' in molto aspetti ricalcare un pò troppo questioni accumunabili quasi ad un nuovo credo di tipo 'religioso' o che a questi finisca per aprire un pò troppo le porte.
Purtroppo a me suonano i 'campanelli di allarme' perchè ogni tipo di 'conoscenza' come l'istruzione dovrebbe 'essere' e 'rimanere' assolutamente 'laica' e possibilmente ad orientamento 'scientifico'.
E i vari 'credo' delle più varie appartenenze religiose rimanere 'fatti esclusivamente privati e personali' avulsi dalla materia.


Credo anche io Ibiscus che non riusciremmo a dire molto senza la costante presenza di Lidia visto che bisogna capire intanto cosa 'sono esattamente' le subpersonalità e poi pare che potendone calcolare fino a ben 35, è chiaramente una discussione 'specialistica' sicuramente molto difficile come argomento.

Un salutone a tutte le ragazze presenti e passate !!!




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito sabato 29 dicembre 2012
Ciao Alix

io voto per le subpersonalità, anche se concordo con te sul fatto che da soli non riusciremmo a dire molto :)

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito sabato 29 dicembre 2012
Ciao a tutti, rieccomi a scrivere dopo molto tempo... in realtà, ho sempre seguito la discussione, però una sorta di insicurezza mi impediva di intervenire, poiché gli approfondimenti proposti si trovavano su un livello di conoscenza che non mi apparteneva (penso soprattutto alla musica).
In questo periodo io sono molto combattuta, sto vivendo una fase complessa in cui il transito di Urano quadrato secco al mio Saturno ed opposto al mio Plutone non mi aiuta certamente.
Anche a me piacerebbe una nuova discussione,
possibilmente a livello abbastanza accessibile, come ha giustamente osservato Alix, anche se capisco che sia bello abbandonarsi a voli pindarici in presenza di certi temi.
Un abbraccio a tutti
Verdeviola
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 29 dicembre 2012
Cara Lidia, già molto tempo fà avevamo espresso il desiderio di discutere dei rapporti astrologici con le subpersonalità.
Essendo però una forma di discussione impegnativa che richiede una conoscenza psicologica molto approfondita, credo sarebbe necessaria la tua presenza costante, come forma di guida.
Non credo di essere stata l'unica a notare che da tempo i tuoi interventi sono diventati stranamente molto sporadici, forse per via di altri impegni.

Quindi forse sarebbe meglio qualche altro argomento che possa andare avanti anche da solo.

Personalmente devo dire che, per coincidenza dall'inizio del 'nuovo ciclo era maya' stò vivendo una forma di 'allontanamento' dall'astrologia, magari tenterò di spiegarne poi le motivazioni.

A voi ragazze è successo qualcosa???
Una nuova visione delle cose? Un qualcosa a cui giravate intorno con qualche perplessità che siete finalmente riuscite a focalizzare???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Alice
inserito giovedì 27 dicembre 2012
Cara Lidia,
ti seguo sempre, sei bravissima, leggo tutto le tue risposte. Pò essere che quando nettuno fa aspetto al sole "annebbiando" e idealizzando la figura paterna la persona costruisca un'immagine propria con conseguenze anche fisiche? Come già accennavi in un altro blog, il mal di schiena nella zona bassa (lombare) è molto collegato al radicamento e alle sicurezze di tutti i tipi, comprese quelle materiali.. In pratica, ha significati da casa seconda.. la persona che ne soffre in genere è spaventata dal futuro.. ha paura di non avere risorse sufficienti. Mia sorella è bloccata da più di 4 mesi per questo male, ed il signore della sua 2a è Marte, posizionato in cancro 6a quadrato a giove in 8a. Può essere che lei sfoghi a livello fisico la quadratura tra questi pianeti, vivendo le paure del padre dentro di se in un conflitto, in quanto lui NON lavorando/6a (quindi senza entrate) per dedicarsi all'arte, facendosi così mantenere dalla figura materna/cancro, sfoghi in lei un blocco interiore che trattiene e che non vede, proprio perchè la figura parterna è idealizzata (17.7.70). Grazie. un bacio. Auguri
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 26 dicembre 2012
cari amici,
non so per quale motivo non riesco più ad entrare nella pagina dei commenti della discussione su Nettuno..
Desidero solamente farvi i miei auguri.. sperando di trovare la soluzione a questo tipo di problema..
Tra qualche giorno.. presenterò un nuovo blog ma volevo i vostri suggerimenti..
Tanti auguri a tutti Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 19 dicembre 2012
Noto da tanto tempo una strana assenza persistente di Lidia, a che sarà mai dovuta???



Ad ogni modo Massimo, in attesa di sviluppi blog e nuovi argomenti, ti seguo con un'altro componimento poetico/divertissement a rime 'baciate'......:


Noi siamo i Figli delle Stelle
i discendenti dell'Angelo Ribelle

Oblio e Caos ci han generati
Spiriti inquieti e tormentati

Germinati nell'Eternità
peregrinanti Nomadi dell'Immensità

Noi che conosciamo l'Essenza dell'Incarnazione
siamo Prigionieri della nostra Dannazione

ma.......
illuminati dall'Oscurità
noi Riconquisteremo la nostra Immortalità

E già risplende l'Alba del nuovo Giorno
che ci chiama in Adunata per il Ritorno

Noi che portiamo la Scintilla nel Cuore
Combatteremo ancora in nome dell'Amore

noi che Accenderemo la Rivoluzione
per Onorare l'antica Legge dell'Evoluzione

E Nuova Realtà sempre e Per Sempre sarà
per chi al Grande Sogno Cosmico
in Vita e Morte crederà.

Seguite Terrestri la Cometa Brillante e Crinita
perchè questa è degli DEI
la Leggenda Infinita......

(1989/1990 circa :)

Un caro saluto di fine 'ciclo' e inizio di uno nuovo a tutti ;)

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito venerdì 14 dicembre 2012
Poesia di natale dedicata agli appassionati di Astrologia.

Se Nettuno espande il tempo
dì a Saturno com'è il vento?
Usa Mercurio che il pianeta y non sappiamo
in quale tempo ci ritroviamo.
Fai con Marte le azioni
che con Venere proponi.
Tanto x che Plutone
fan di te un gran neurone
che dal Sole fino a Urano
si trasforma in corpo umano.
Luna in cielo io ti sento
dammi Giove e son contento.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 10 dicembre 2012
Si, per i pianeti sò che rimanevano e rimangono orientati in linea di massima a non interrompere i riferimenti alla 'mitologia' che già avevano dato nome a mercurio venere marte giove saturno/crono etc.
Anche lultimo adottato dall'astrologia dopo alcune discussioni in merito ha finito per essere indicato con il nome di Eris, tratto sempre dalla mitologia.

Piuttosto, sempre tratto dal libro che stò leggendo, c'è una interessante descrizione da visualizzare, per le scale planetarie del sistema solare.
Perchè pur trattando sempre di questi 'simboli' noi non riusciamo ad avere neppure lontanamente l'idea delle 'scale esatte'.
I libri di astronomia, per comodità mettono i pianeti in fila a distanze che non rispettano minimamente le distanze vere, perchè anche facendo un'apertura centrale di pagina straordinaria con doppio o triplo ripiegamento sia a sinistra che a destra, ancora non potrebbe bastare per essere visualizzato nemmeno lontanamente secondo scale reali.
La terra ridotta al diametro stampato di un piccolo pisello dovrebbe avere plutone stampato lontano di circa 3 kilometri, per di più nelle dimensioni di un batterio, quindi praticamente invisibile su carta.
Giusto per visualizzare con un attimo di maggior realismo un'idea dell'ordine di grandezze di cui si parla :)

X Lidia:
quando ci inauguri la discussione sulle subpersonalità?
Riesci ad avviarla in partenza con il nuovo anno?

un grazie grande
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito lunedì 10 dicembre 2012
era già scritto che si chiamasse Urano. le cose hanno sempre un senso. Come nel caso curioso dello scopritore di Plutone. Sembra una barzelletta ma lo scopritore del pianeta della morte si chiama Tombaugh.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 9 dicembre 2012
Ah ecco, il tuo si propone di essere solo un nuovo tipo di interpretazione filosofica alla materia, ok, senza una finalità di utilizzazione se non quella di scoprire riscontri terra/cielo da un'altro tipo di ottica.
Infatti avevo avuto questa impressione, perciò ti ho fatto quelle domande.
Beh, questo è un blog che garantisce apertura verso tutte le visioni possibili, seppur sia nato con un'impronta e un'indirizzo prevalentemente umanistici.
Se parteci puoi esporre altri concetti che ti paiono importanti da far conoscere.


Cambiando discorso:

Stò leggendo un interessante e anche molto divertente libro di storia della scienza, mi sono divertita a scoprire che Urano ha rischiato di chiamarsi 'George', era il nome proposto dallo scopritore Herschel in onore di un monarca, per fortuna alla fine non è andata così :)

un saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito domenica 9 dicembre 2012
Quello che mi è sempre premuto è capire come funziona l'astrologia e perché. Capire queste due cose significa capire come funziona la vita e da quello che si deduce, la vita al di là delle differenze dovute alla necessaria individualità, riporta chiaramente all'unità del tutto. Ciò vuol dire che se si guarda bene in fondo anche i due peggior nemici sono in realtà la stessa persona. L'unione del Sole con la Luna tramite Mercurio porta a Venere. Questo è il fondamento della vita. Dopo viene Marte, la necessaria azione individuale, e Giove l'espansione e Saturno la meta da raggiungere con difficoltà. E dopo ancora c'è un'altra vita che ripropone lo stesso schema ma su un piano diverso che ci unisce con quella parte che qualcuno chiama divino ed altri chiamano inconscio. quello che voglio dire è che a me non è mai bastato imparare le singole parti e i singoli significati e magari diventare un più o meno bravo astrologo. L'astrologia è un campo di sapere e come tutti i campi è un dono dell'umanità e ha una sua storia, un inizio, uno sviluppo. L'astrologia è astronomia come la consideravano gli antichi. Come in cielo così in Terra. A quei tempi si credeva che la vita sulla terra fosse influenzata dagli eventi celesti. Ed è proprio quello che continuiamo a pensare noi astrologi. Oggi assistiamo a molte denigrazioni dell'astrologia da parte di sedicenti fisici e materialisti, portando a volte prove che denotano la totale incomprensione della materia astrologica. Quello che ho cercato di fare è renderla comprensibile a tutti in maniera semplice e attraverso la visione naturalistica abbiamo un riscontro diretto e immediato. le uniche novità sono il modo in cui approccio la visione naturalistica e soprattutto secondo me la divisione dello zodiaco in due parti simmetriche. E poi la questione delle esaltazioni in cui propongo una visione nuova e diversa. Il mio approccio tende a far capire quanto l'astrologia sia collegata alla vita tutta, sia fisica che psicologica. il ciclo dei dodici segni zodiacali li ritroviamo sempre e dappertutto, sia negli aspetti fisici degli esseri viventi sia nell'aspetto fisico del Pianeta terra, sia nel ciclo del cibo, sia in una qualsiasi storia di vita vissuta. La cosa non è difficile neanche da capire, già ho molti riscontri. Chi non capisce è solo chi non vuole capire, per disinteresse o per spocchia. le verità sono molte, io tento solo di proporne una.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 9 dicembre 2012
Il tuo approccio è molto diverso dalle basi astrologiche comuni, come ho detto è personale.
Se posso vorrei farti un'altra domanda, a parte darne una 'interpretazione naturalistica o materialistica' a cosa si proporrebbe essere finalizzato?
E gli strumenti per interpretarlo hanno delle linee guida e schemi che hai determinato tu o si rifà ad altri schemi scelti?
Mi spiego meglio, questa Astrologia Umanistica di Lidia Fassio è impostata su un'analisi psicologica e quindi si propone di essere utile al soggetto che si vuole conoscere meglio o vuole cercare di conoscere meglio gli altri.
Gli aspetti e dinamiche sono interpretati dal punto di vista psicoterapeutico diciamo e le basi astrologiche sono quelle più moderne ma facenti parte di una tradizione assodata simbolica nata di ricerche, studi e confronti.
Altre astrologie si propongono un'analisi 'previsionale' eventualmente per tentare di conoscere gli sviluppi futuri, altre ancora indagano sul possibile Karma ed evoluzione spirituale.
La tua astrologia cosa si propone come finalità per l'utilizzo esattamente?

grazie
un saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito sabato 8 dicembre 2012
Per alix. Quello che voglio far capire è che l'Astrologia nasce dall'osservazione dei movimenti celesti. Una volta astrologia e astronomia erano la stessa cosa. La rappresentazione del cerchio deriva dall'osservazione del giro che compie il Sole. Il Sole ci mette un periodo chiamato anno a ritornare allo stesso punto di partenza e cioè compie un circolo. Questo circolo è stato suddiviso in dodici parti perché in un anno ci sono dodici cicli di Luna. L'inizio del ciclo solare viene posto all'equinozio di Primavera perché questo è il punto di parità tra ore di luce e ore di buio. ( 12 ore ) da cui la parola equinozio, equa notte. D'ora in poi le ore di luce aumantano e parte il ciclo naturale. Il Sole è il punto di riferimento al quale si addebita il corso del ciclo naturale e se noi come punto di riferimento ci mettiamo con le spalle al nord, vediamo il Sole nascere sulla nostra sinistra e andare verso l'alto e a destra. Per questo per capire i segni zodiacali che sono i simboli scelti per riassumere cosa succede in natura in ognuno dei dodici periodi vanno da sinistra a destra. Quando invece consideriamo le case, stiamo parlando di qualcosa di più materiale e cioè non più le caratteristiche psicologiche dei segni zodiacali ma la vita concreta che viviamo. E concretamente il movimento del Sole è in realtà il risultato del movimento della Terra. A questo punto consideriamo la faccenda non più dal punto di vista del paesaggio che vediamo scorrere ma direttamente da quello del treno cioè la Terra. Se consideriamo il giro del Sole in un giorno come quello che compie lo stesso in un anno vediamo che le corrispondenze sono uguali. Ascendente significa Sole che ascende e cioè l'alba. L'alba è l'inizio del giorno come l'equinozio di Primavera è l'inizio del ciclo naturale. Adesso stiamo considerando la vita reale vissuta, non più solamente gli aspetti caratteriali datici dai segni zodiacali. La visuale si è spostata direttamente su noi stessi, per questo a questo punto il senso dei segni zodiacali è al contrario. In realtà tutto nasce dalle osservazioni fisiche. E' questo che voglio sottolineare e che perseguo nella mia teoria. Spero di essere stato chiaro. Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito sabato 8 dicembre 2012
Ecco che vuol dire parlare di Astrologia in generale senza la carta sotto gli occhi. Il senso che uso io all'inizio è il senso che vediamo fare al giro del Sole. Ed è quello usato per definire e capire i segni zodiacali. La carta astrale che noi conosciamo ha già il senso compiuto con le case e cioè il giro che compie la Terra.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 8 dicembre 2012
Perdonami se ti faccio un pò di contraddottorio Massimo, ci sono delle cose della tua impostazione che sfuggono davvero tanto: perchè dici il Leone al vertice ad esempio, quale vertice???
Avevo notato che tu imposti la sequenza disegnata al 'contrario', in genere nell'astrologia l'ariete parte da sinistra nellemiciclo inferiore e via verso destra con il toro etc. etc a seguire in modo che al mediocielo trovi il capricorno nell'emiciclo superiore.
Questo è la sequenza regolamentare, levogira antioraria.
Nel video poi notavo una impossibile associazione Capricorno/Ovulo, da queste parti astrologiche le funzioni dell'ovulo sono associate a X Eris domicilio Toro, come ti sei trovato a fare quell'associazione con il capricorno???
Come la spieghi???

Giusto per capire eh......
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito sabato 8 dicembre 2012
Per Alix. sei sempre molto gentile, grazie. Lunedì se il mio tecnico si sveglia mette anche le altre lezioni in cui la mia teoria viene spiegata.le assegnazioni maschio femmina per Mercurio, Giove, Urano, Nettuno sono volutamente tenute in stallo così come fanno moltissimi astrologi. per x e y bisogna sempre rimanere nell'ipotetico. Una volta spiegata la teoria le assegnazioni maschio femmina si chiariscono completamente. E'vero la teoria dell'elica è presente nella Morpurgo ma è anche maledettamente cervellotica. Il mio modo che spero vedrai nelle prossime lezioni è molto più semplice e comprensibile. Anche l'assegnazione dei pianeti ai segni seguono lo stesso procedimento dell'elica e il tutto è perfettamente aderente fisicamente sia alla Terra che al corpo umano. LìAstrologia vista in questo modo è naturalistica perché nasce dall'osservazione della natura ma anche materialistica nel senso che è misurabile e quello che stiamo misurando sono i corpi fisici e i loro movimenti ad ognuno dei quali è associata una risposta psicologica. La Terra è un corpo vivente come una persona. Se noi associamo l'Ariete alla testa, la Terra ha la Vergine al polo nord, in perfetta quadratura con i Gemelli all'equatore e infatti combacia perfettamente perché se la Vergine ferma il tempo, al polo il tempo è fermo perché è il perno intorno al quale la Terra gira. Per cui quel disegno al quale siamo abituati con il Leone al vertice bisogna inclinarlo come lo è la Terra. Nella Vergine siamo ancora nel campo dell'Io cioè una delle due parti che formano il
tutto.Guarda caso l'inclinazione della Terra, che è proprio la causa basilare della vita così come la conosciamo, è di 23°, lo stesso numero dei cromosomi di uno spermatozoo o di un uovo. E guarda caso se sommiamo il numero dei pianeti e cioè Sole1 Luna2 ecc, posti nella zona al di sotto della linea equatoriale come l'abbiamo stabilita astrologicamente, che a questo punto è quella parte che non si occupa dell'individualità ma della specie intera, la somma numerica dà 46, il numero dei cromosomi di una cellula umana. La parte che riguarda l'individualità dà una somma di 32 che è il 23 rovesciato. Questo perché? perché i due emisferi e anche lo zodiaco è necessariamente simmetrico nelle due parti. E' lo stesso ragionamento che abbiamo visto nel genere maschile femminile. quando giriamo la parte oscura, femminile, quella dell'Altro e non dell'Io, le cose ritornano tutte. Questa svolta è l'elica. E l'elica è lo stratagemma usato dalla natura per unire le due parti. Tutto funziona così. Bhè, forse sono andato troppo in là. Comunque è sempre un piacere dialogare con te. Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di AlIX
inserito sabato 8 dicembre 2012
Ciao Massimo, sono andata a sentire le tue esposizioni.
Intanto noto che sul video è definita 'astrologia naturalistica' e non 'materialistica', trovo che, visti i tuoi riferimenti base ai cicli stagionali 'naturalistica' potrebbe essere più appropriato :)

Dunque, fai un discorso davvero 'molto' tutto tuo personale , nel quale ho notato vari punti da segnalarti.
Il riferimento che fai all'elica del DNA era già stato trattato con molto 'rigore' dalla Morpurgo nel 'Convitato di Pietra', con l'esposizione di una teoria 'complessa' ma matematicamente organizzata, che non sò se conosci.
Il 'dubbio' invece su tante assegnazioni pianeta riferenti ai segni 'maschili' e 'femminili' era venuto anche a me, nella sezione 'curiosità astrologiche', ne avevo anche chiacchierato minimamente con un'altra blogger.
Sulle assegnazioni 'planetarie' M e F invece non ci sono dubbi e mi è parso che tu non le conoscessi tutte/tutte:
Sole Mercurio Marte Saturno Plutone e Y hanno caratteri maschili
Luna Venere Giove Urano Nettuno X Eris hanno caratteri femminili.
Mercurio e Urano sono anche considerati 'indifferenziati' ma nella sequenza, dato che mercurio e associato a plutone in gemelli è chiara una propensione più 'maschile'.
E probabilmente sia Urano che Mercurio hanno a che vedere con qualcosa che avviene nei 'cromosomi'.
Cmq Urano è come Saturno un 'controluminare' e dato che Urano è controluminare del Sole M parla di inclinazione contraria più femminile, Saturno M è controluminare della Luna F infatti.
I problemi nascono sulle assegnazioni 'totali' ai segni dovendo considerare: 1 domicilio primario e 2 base,3 esaltazione e 4 trasparenza.
Quì in effetti pare esserci qualche 'incongruenza' difficile da risolvere ( se vai ad un mio post mercoledi 25 aprile curiosità ne parlo)
Saturno e Urano sembrerebbero in posizioni errate rispetto ai valori Maschile Femminile, ma non era possibile invertirli se non spostando anche qualche altra assegnazione rispetto alla 4 considerate, un'operazione complessa da rintracciare.
Inoltre avevo notato anche io che nella sequenza zodiaco al punto Leone Vergine e di contraltare Acquario Pesci si verificava la mancata 'alternanza' di genere M F .
Il che significa che in quel 'punto' accade qualcosa di 'particolare' da analizzare e approfondire anche rispetto alle interpretazioni analogiche più comuni.
Si era detto anche quì che Saturno (Tempo) era più logico considerarlo associato in vergine a quell'Y (spazio) lo spazio-tempo della fisica delle particelle, perchè allora esaltarlo in Bilancia segno femminile???
Anche le 'trasparenze' non rispettano questa suddivisione di genere, mi sarei aspettata che in uno zodiaco inverso, ogni assegnazione di gruppi femminili avesse una trasparenza in uno maschile e viceversa, invece non è così.
Certo, uno può dimenticarsi della teoria delle 'trasparenze' che è sempre Morpurghiana e non accettata da tutti.
Insomma, vero, qualche perplessità nasce circa alcune 'attribuzioni'.

saluti

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 7 dicembre 2012
Massimo, una cosa, avevi mai provato ad approfondire principi di 'Astrologia Esoterica', te lo dico solo perchè anche lì c'è un asse molto importante delle porte tra l'immateriale e la materia che crea l'orizzonte su cancro/capricorno, ne avevamo parlato credo anche su sezione Plutoniana o Curiosità Astrologiche.
Inoltre le assegnazioni dei pianeti sono spesso diversissime dall'astrologia più nota.
Prova a cercare e guarda se qualcosa ti interessa rispetto ai tuoi concetti.
L'astrologia esoterica è molto diversa, ha 3 importanti 'croci' sulla quale è basata, magari lì ritrovi qualcosa che appartiene anche al tuo modo di vedere.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito venerdì 7 dicembre 2012
per Alix. E' giusto, le cose devono essere convincenti ed accettate dalla maggioranza per poter diventare un nuovo punto di partenza. Intanto se vuoi puoi andare su you tube e digitare Massimo Romagnoli lo strabismo di venere, sono alcune mie lezioni in cui spiego come vedo io l'Astrologia. Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 7 dicembre 2012
Si ci stavo pensando Massimo, tranquillo che se trovo un modo ti contatto, sono curiosa :)

In effetti leggendo tutto il tuo libro sarebbe più comprensibile globalmente la teoria, dato che mi pare tu stia 'rivoluzionando' tutti gli impianti astrologici più noti.
Ad ogni modo indipendentemente da come possa poi valutare, per quanto mi riguarda, apprezzo chiunque si approcci in modo 'personale' alle materie e ne faccia una ricerca anche tutta propria.
Certo 'rivedere' simbologie che paiono assodate e sopratutto straverificate non credo sia semplice ne operazione istantanea per nessuno.

Anche Lidia propone nuove visioni di questioni astrologiche che oramai sembravano più che condivise da tutti, credo di aver incontrato sue interpretazioni che ponevano ad esempio il matrimonio in casa 6a invece che 7a e un'ipotesi di Urano posto in Bilancia per esempio.
Perciò insomma anche per l'astrologia vale il discorso che ho fatto per la scienza, le direzioni possono cambiare quando un nuovo 'paradigma' si sostituisce al precedente.
Purchè sia o sembri più valido ovviamente, le idee possono essere tante, si consolidano in genere se trovano o sono convalidate da numerose 'conferme'.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito giovedì 6 dicembre 2012
La faccenda non è semplice da spiegare, anche perché le cose bisogna dimostrarle in maniera convincente. prima obiezione: le esaltazioni assegnate dalla Morpurgo non rispettano le opposizioni naturali. Il Sole esaltato nell'Ariete si ritrova opposto Saturno In Bilancia. Le argomentazioni date non mi hanno mai convinto. Io ho trovato un sistema più convincente in cui le opposizioni naturali rimangono sempre le stesse anche nelle esaltazioni. Il tutto nasce dalla constatazione della realtà duale. Tutto è due. Una realtà chiamata spirituale e una realtà chiamata materiale. la prima è associata al Sole, la seconda alla Luna.Il Sole è il principio generatore n1, la Luna è l'unione del principio generatore con la materia n2, a questo punto la vita può realizzarsi. Questa unione di due la troviamo dappertutto. Anche la Terra è due parti nelle quali i fenomeni naturali sono opposti e simmetrici. Anche lo zodiaco è due parti esattamente come la Terra. Il simbolo dei Gemelli cosa rappresenta? Il collegamento tra le due parti attraverso la comunicazione. Mercurio è il messaggero degli dei, cioè il postino che ci porta la comunicazione dell'altra parte. Se io voglio far essere le due parti non più due ma una sola e cioè ritornare al principio unico visto nel Sole come faccio nel caso per esempio dei segni zodiacali e dei pianeti?,La cosa più semplice da fare è associare il primo segno zodiacale con il primo pianeta e cioè l'Ariete viene associato al Leone, Il toro alla Luna e così via. ( lo so che la Morpurgo ha cambiato la sequenza planetaria, vabbè, prova a seguire la mia logica,)ciò che viene fuori è decisamente astruso. Però un abbinamento segno-pianeta è giusto. Gemelli-Mercurio. Perché? I Gemelli abbiamo visto che sono il collegamento tra le due parti e tutto è due parti. I frutticini sulle piante sono formati da due parti appiccicate. Anche noi abbiamo due parti appiccicate sulla linea che passa in mezzo agli occhi e finisce all'inguine. Ora questa linea se è propria dei Gemelli finendo all'inguine termina nello Scorpione e infatti subito dopo iniziano le gambe, cioè il Sagittario. Mi domando allora, niente niente la Terra segue lo stesso schema? Traccio la linea inizio Gemelli, fine Scorpione e mi ritrovo la linea equatoriale che unisce i due emisferi della Terra. Il tropico del Cancro e quello del Capricorno risultano perfettamente paralleli..... se vuoi sapere come va a finire trova il sistema di contattarmi senza mettere in pericolo la tua privacy, ( scusa ma non puoi usare la e.mail di un amico-a e un qualsiasi indirizzo. Sarò lieto di donarti il mio pensiero. ps. dalle mie parti sto convincendo anche i più tenaci oppositori dell'Astrologia.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 6 dicembre 2012
La trasparenza del segno è relativa al germe incluso in questo sistema, sull'apertura affaccio sui sistemi B che è una teoria Morpurghiana.

Come sono le tue associazioni planetarie se segui uno schema tutto tuo????? E ti tornano perfettamente tutti gli intrecci di assegnazioni?

Per l'interpretazione sui miei pianeti non intendevo l'analisi, intendevo come vedi tu i significativi Leonini considerando che ha l'esaltazione di Y che mi dici condividere.
Così come stai facendo ipotesi sul significato del segno vergine.

Contatto con sempre maggior difficoltà la rete, poi quando riesco funziona ma chissà fino a quando :)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito giovedì 6 dicembre 2012
Per quanto riguarda la trasparenza di Marte in Vergine. Qualche volta ho notato questa definizione ma non mi ci sono mai soffermato. Forse però capisco cosa si intende. L'Ariete inizia il ciclo dei sei segni in cui mi preme sottolineare predomina la luce,la Vergine lo finisce.Siamo nel campo dell'individualità. L'Ariete è l'Io che vediamo cominciare e agire con l'energia. La Vergine deve conservare nel tempo il più possibile questo Io. Forse è questo che si intende per trasparenza? L'ultima azione di Marte teso a conservarsi?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 6 dicembre 2012
Stelline Blu, ti ho messo la mia risposta, dato che è un blog aperto, spero possa darti il suo parere anche qualcuna d'altra o altro che voglia leggere la tua domanda.

Ciao, auguroni per l'arrivo di qualche futura novità positiva :)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito giovedì 6 dicembre 2012
Bene. E' difficile supporre sulla persona senza il quadro completo, comunque ci provo con i pochi dati a disposizione. Madre severa e forse in carriera? Cioè lontana dal tuo mondo intimo? Giove nel segno in quadratura al Cancro-Capricorno potrebbe indicare la ricerca di stimoli vitali diversi e al di fuori del rapporto con la madre con i relativi conflitti o conseguenze che ne derivano. Ovviamente dietro questi aspetti ci sono innumerevoli altri significati. Le mie considerazioni sono solo le prime che mi sono venute in mente.
Per quanto riguarda y, l'esaltazione in Leone la assecondo pienamente. Per altri pianeti mi discosto dalla norma perché seguo una mia teoria. Tutto è due parti. Sole-Luna, maschio-femmina, conscio-inconscio,emisfero boreale-emisfero australe, Spirito-materia e così via. La Vergine con il pianeta y ferma il tempo. Per fare questo deve unire il più possibile le due parti, fino quasi a farle diventare una sola e cioè quello che è il Sole. Per me l'esaltazione è la mira del segno.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 6 dicembre 2012
X Lidia:

Lidia c'è una parte dell'orientamento umanistico che non capisco.
Mi pare che tecnicamente si ponga come 'antideterministico' anche per prendere le distanze dall'astrologia 'previsionale', ma poi sembra aver attinto spiritualmente alle teorie filosiofico/scientifiche di Bohm che hanno avuto una larghissima eco e presa ,per il parere della fisica quantistica pura, tra i lettori in specie con tendenze 'mistiche'.
Insomma queste teorie sembrano essersi diffuse particolarmente perchè non si mettevano in 'competizione' con le religioni e gli orientamenti spiritualistici più noti.
In pratica Bohm raccolse il dissenso quantistico che fu prima di Einsten e cercò di elaborare una teoria in cui gli aspetti apparentemente casuali e imprevedibili dei fenomeni quantistici
( assolutamente antiderministici) avessero la loro origine in alcuni processi 'deterministici' di livello più profondo.
Quello che è oramai adottato da molti come filosofia dell'ordine sottointeso, un'idea che ebbe il suo fascino a quanto pare forte presa.
La teoria era basata su una dimostrazione assolutamente 'teorica' fatta con una goccia di colorante in un barattolo di glicerina che girata con una manovella in un senso trasformava la glicerina trasparente in una glicerina 'apparentemente' colorata.
Facendo poi girare la manovella in senso inverso quello che fù dedotto come 'disordine illusorio' del colorante, spariva e la goccia di colorante riprendeva la sua forma separata dalla glicerina.
Questo fece pensare all'esistenza di un ordine superiore detto 'ripiegato' quindi nascosto.
Questo paradigma riscosse grande successo ma sappiamo che il progresso della conoscenza è sempre legato a quando una nuova serie di idee o qualche 'evidenza sperimentale' si scontra con quelle precedenti e ne viene quindi adottata una nuova nuova.
Perciò Lidia, intanto mi chiedo fino a chè queste teorie resisteranno all'avanzata di nuove idee e come seconda cosa mi chiedo se non trovi ci sia una vaga contraddizione tra un'orientamento astrologico che si propone come 'antideterministico' si rifaccia poi filosoficamente ad una teoria scientifica ritenuta praticamente e fondamentalmente 'deterministica'.

Personalmente ragionando su questo esperimento intanto mi verrebbe da pensare che se pur ordine ci sia veramente ripiegato, sarà sempre più nascosto e disciolto proprio dall'evoluzione in una direzione ( il giro di manovella) e per ripristinarlo originario si dovrebbe 'invertire' la 'freccia del tempo' o la 'confusione' tra i due aspetti di realtà ( goccia e glicerina) sarà sempre più intensa e non più compresa.
E l'altra cosa che mi verrebbe da pensare su questo esperimento non è circa un senso di 'ordine e unità' ma piuttosto al fatto che ciò che è di natura 'separata' fondamentalmente non si può unire in un nuovo terzo elemento ma 'resta' separato se pur apparentemente e illusoriamente miscelato, come conferma il giro di manovella all'indietro che ripristina i due elementi.

Sono solo riflessioni, che volevo condividere, perplessità.......
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito giovedì 6 dicembre 2012
Ciao Alix, ho inserito un post per te, se lo vorrai leggere, nella sezione "il maschile in astrologia".

un abbraccio,

stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 6 dicembre 2012
In effetti avrei una opposizione luna capricorno con venere in cancro casa 4a, inoltre ho giove che pur non facendo quadrati ne con luna ne con venere è posizionato in bilancia, segno in quadratura sia con capricorno che con cancro, da piccola e da adolescente tendevo ad una inappetenza cronica.
Avere il quadrato vero e proprio di giove con luna a volte può segnalare addirittura inclinazioni anoressiche.

Di Y sai che non è rintracciabile la collocazione esatta nel tema e quindi aspetti relativi, dato che non conosciamo ancora l'oggetto astronomico collegato e sue effemeridi.
Sappiamo solo che ha il suo domicilio primario in vergine, quello base in gemelli,esaltazione in leone, trasparenza ariete.
Se vuoi farci qualche tua considerazione cmq avrei il segno solare Leone.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito mercoledì 5 dicembre 2012
per Alix. Giusto, giustissimo. Quel tuo chiudersi lo stomaco a cosa è collegato? Vergine o Cancro? Luna o y?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 5 dicembre 2012
Ci sono ancora, ti seguo Massimo, si capisco che vuoi dire, tuttavia nel complesso totale del tema ci sono a volte dei pianeti che non entrano per nulla in contatto con un'altro ,per nessun aspetto, e dunque se pur possa esistere inevitabilmente una globalità collegata ,come nel nostro corpo biologico del resto, la funzione di un pianeta potrà non essere espressa particolarmente in quel soggetto.

Ti faccio un esempio, conosco delle persone che quando sono arrabbiate per scaricare malumore e aggressività 'mangiano', a me non potrebbe mai succedere, quando mi è successo di essere molto arrabbiata o disperata mi si chiudeva lo stomaco, io non ho nessun rapporto Marte Giove infatti, non potrebbe mai leggersi questa modalità di reazione nel mio tema.
Mio padre invece era uno dei sopracitati, e infatti guarda caso ha un trigono marte/giove.

In pratica pur essendo la persona una globalità ci sono delle azioni o reazioni che assurgono a maggior evidenza nel soggetto.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito mercoledì 5 dicembre 2012
Per Alix. Io la vedo così. ogni pianeta ha una sua peculiarità specifica che tutti sappiamo. Riconosciamo l'azione di un pianeta quando questa è evidente. nel caso di una brutta litigata vediamo Marte sollecitato. Gli altri pianeti però non stanno a guardare passivamente ma partecipano comunque. Ognuno di noi è formato dalla posizione dei pianeti al momento della nascita. Il Marte di ognuno di noi è comunque differente dagli altri perché è differente l'insieme di tutti i pianeti e anche la vita e le evenienze di ognuno sono differenti. Un attacco violento e improvviso coinvolge sicuramente marte, mentre in un attacco premeditato e pianificato possiamo non vedere chiaramente la presenza di marte. marte è quindi paragonabile alla scintilla. E' una botta di energia. Chi subisce questa espressione di energia può avere il suo marte sollecitato. Solo però se l'energia espressa da qualcuno o qualcos'altro è particolarmente violenta e costituisce un pericolo. A questo punto se se ne ha il tempo ci si difende. O usando di nuovo marte e cioè contrattaccando, con larga elargizione di energia, oppure si sceglie una difesa passiva. Probabilmente in tutti e due i casi marte è sollecitato, ma soprattutto nella difesa passiva vediamo il gioco degli altri pianeti che come abbiamo visto sono sempre presenti e attivi. Quello che voglio dire è che noi siamo e agiamo ognuno a modo suo perché ognuno vive la sua carta astrale nella sua totalità. Quando si verifica qualcosa di particolare noi tendiamo ad associarlo al pianeta pertinente. Questo è ovvio ma anche troppo semplice. Se invece riusciamo a comprendere il senso della totalità allora riusciamo a comprendere un sacco di cose e far fare un salto di qualità alla coscienza.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 5 dicembre 2012
X TUTTI TUTTE:

In questo periodo ho dei problemoni di collegamento e temo forse avrò la necessità di dover staccare ad un certo punto per ripristinare in modo efficiente il pc.
Quindi visto l'approssimarsi di fine d'anno e non solo ,anche dell'approssimarsi della fine del ciclo dell'età del ferro, segnalato dalla nota data Maya.

Volevo salutare tutti dedicandovi una poesia che mi piace molto.

Ne abbiamo parlato poco in questa sezione
nettuniana dedicata alle arti, attendevo con curiosità i post di Rouge ,che è una poetessa, che forse non ha avuto il tempo di inserire interventi in merito.
E' una poesia molto nota composta nel 1895 e sempre mi stupisco che ci siano persone che ancora non la conoscono, ha un testo non breve, quindi non la trascrivo, ma vi invito a cercarla sulla libera enciclopedia dove il testo originale è accompagnato dalla esatta traduzione.

E' IF di Rudyard Kipling

digitate : SE (poesia)

un salutone stellare per Lidia e tutti da Alix.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 5 dicembre 2012
X massimo:
Marte come difesa quì è letto nelle 3 modalità della stessa che sono come negli animali: il fingersi morti ,dunque innocui 'vinti' quasi una protezione per far cessare l'attacco altrui, la fuga dunque l'allontanamento, e il controattacco.
Come leggeresti le due prime modalità attraverso i tuoi concetti?

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di lidia
inserito mercoledì 5 dicembre 2012
cari amici,
io penso che anche la fuga sia una forma di difesa marziana.. attacco e fuga sono le possibilità che il nostro sistema difensivo ha messo in campo da millenni, entrambe attive.. ma ha anche selezionato una modalità del tutto passiva che è quella del restare immobili e del non fare niente..
Concordo con il fatto che la fuga sia anche una delle modalità difensive di Nettuno che agisce però sulla "fuga dalla realtà" e non certo sul tipo di fuga di cui parliamo qui ..
In effetti, esistono dal punto di vista fisiologico due modalità diverse di risposta di fronte alla possibilità di attacco o di morte:
1- simpaticotonica.. ovvero con attivazione di neurotrasmettitori da stress che spingono a contromisure di tipo attivo aggressivo o di fuga (in una parola dopaminici);
2 - vagotonica... ovvero produzione e attivazione di neurotrasmettitori di sedazione "serotoninici ed endorfinici" che spingono a restare immobili e a non agire.. risposta totalmente passiva.
Entrambe sono collegate e partono da un punto in comune.... nel nostro cervello sia rettiliano che limbico.. i
Il che significa che il sistema dolore-sedazione è uno solo.. che dà vita a due diverse risposte ed è il nostro sistema istintivo che decide (spesso al di fuori della coscienza della corteccia) quale delle due mettere in atto sulla base di ciò che ci sta davanti.
Quindi, è difficile distinguere.. come possono agire le difese di Marte..
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito martedì 4 dicembre 2012
per Alix. E' giusto quello che dici sul riserbo delle identità, trova una soluzione e ne sarò felice. per tornare a Marte. Anni fa ci fu un incontro di pugilato epico. si incontravano Duran detto mani di pietra e Leonard il ballerino. Duran era un picchiatore terribile al quale non bisognava dare la possibilità di mandare a segno i suoi pugni terribili. Sembra impossibile ma Leonard riuscì a ballargli intorno punzecchiandolo con i suoi pugni, senza mai prendere un colpo. Anche nello scontro ravvicinato Leonard riusciva a schivare tutti i colpi. Duran dopo qualche ripresa si ritirò stizzito. Il suo marte era inefficace di fronte alla qualità del Nettuno di Leonard. Leonard era una anguilla o un incantatore di serpenti. il marte di Duran era solo forza bruta e cieca. Il marte di Leonard era assecondato da nettuno che lo faceva apparire inafferrabile, quasi etereo. Duran decise di ritirarsi stizzito perché non si poteva dare dei pugni a un fantasma.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 4 dicembre 2012
Grazie Massimo, che pensiero gentile.
Avrei solo una difficoltà per il contatto, in genere preferisco che le identità e conoscenze virtuali rimangano tali, nel senso che contattandoti ti darei inevitabilmente la mia mail personale.
Non sò fammi pensare, magari posso vedere se riesco ad organizzarmi, poi casomai te lo segnalo.
Mi farebbe molto piacere leggere il tuo pensiero astrologico.

Credo di aver capito come intendi Marte, nella difesa di qualunque tipo è implicita al suo interno una modalità 'controffensiva' per te.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito martedì 4 dicembre 2012
Nettuno e la religione. Come mai i primi cristiani utilizzavano come simbolo il segno dei pesci?
Come mai il Cristianesimo nasce e si sviluppa in coincidenza con il passaggio causato dalla precessione degli equinozi dall'Ariete al segno dei Pesci? Anche la corrispondenza della scoperta del pianeta Nettuno con l'esplosione dell'idea comunista è una coincidenza? Perché il simbolo di Nettuno è un tridente?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito lunedì 3 dicembre 2012
Per Lidia. Ho inserito il commento che non appare perché forse ho sbagliato qualcosa. Comunque lo ripeto. Probabilmente parliamo della stessa cosa. Per me il principio di Marte è l'offesa. Nella vita vissuta ovviamente l'attacco può essere usato anche per difesa usando il contrattacco. Il sistema immunitario si difende attaccando i germi invasori. Spero di aver chiarito il mio punto di vista. Ciao.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito lunedì 3 dicembre 2012
Per Alix. Si ho scritto un libro in cui spiego l'Astrologia secondo la mia versione. Io sono di Roma, sarei felice se ne accettassi una copia e magari avere un tuo parere.Scrivo la mia e-mail così se vuoi puoi contattarmi e dirmi come posso fare per mandartelo. Piskyman@ gmail.com
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito lunedì 3 dicembre 2012
Per Lidia.Coscienza e vita nel caso degli esseri umani sono due concetti difficili da separare. Grazie comunque per l'attenzione.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito lunedì 3 dicembre 2012
cara Alix,
è vero che i transiti possono riguardare anche persone a noi vicine.. ma in qualche modo dobbiamo essere coinvolti perchè il tema natale è il nostro e, di conseguenza, in qualche modo.. ciò che accade ci deve toccare.. poi, senza dubbio possiamo anche vivere situazioni particolari attraverso chi conosciamo.. perchè siamo comunque parte di un contesto più grande..
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito lunedì 3 dicembre 2012
caro Massimo,
credo che universalmente il mito di Prometeo è quello che si riferisce alla "coscienza", caratteristica che prima avevano solo gli Dei. non ha nulla a che fare con la vita.. ma con la nascita della coscienza...ciò che ci rende divini..
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito lunedì 3 dicembre 2012
caro Massimo,
come fai a non vedere Marte come difesa, ma solo come attacco. Marte è il pianeta che più ha il compito di difendere l'Io sole e proprio per questo in genere attacca.. per difendere l'identità.
Marte è anche una parte del sistema immunitario personale.. il che indica proprio la nostra personale difesa fisiologica..
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 3 dicembre 2012
Il mito di Prometeo è molto interessante e costituito da una storia con tantissime simbologie, ho trovato che è anche un mito che viene ,non solo raccontato diversamente in certi casi, ma anche interpretato diversamente.
Associato strettamente anche al mito di Pandora ed il suo vaso contenente tutti i mali del mondo attraverso il fratello Epimeteo.
Molto sfaccettato dunque......
In una versione Prometeo è praticamente colui che nella religione cristiana è identificato con il dio che con il fango forma e poi infonde la vita.
Vita e coscienza, nel mito di Prometeo, infusa con una 'scintilla' di fuoco rubata perciò nata 'contro' il volere di tutti gli Dei.
Consiglierei a tutte di leggerlo visto che è un mito poco conosciuto.
Prometeo è identificato anche come il primo vero 'ribelle' alle sagge leggi degli dei, per questo viene condannato ad un suplizio così atroce.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito domenica 2 dicembre 2012
Prometeo ruba il fuoco agli dei e lo dona agli uomini. Per questo viene condannato ad essere incatenato ad una rupe e un'aquila viene a rodergli i fegato tutti i giorni. Questo mito è una poesia tesa a spiegare la condizione umana. Il fuoco che Prometeo ruba agli dei è quel qualcosa che sentiamo dentro e che ci dà la vita. E'la capacità di sentire, pensare e capire. Però abbiamo anche il corpo che sentiamo e vediamo come qualcosa di materiale e al quale ci sentiamo incatenati. E ci rode per questo!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 2 dicembre 2012
Massimo allora ha scritto anche un libro se ho colto bene?

In quanto a Nettuno sono del parere che vada 'attraversato' per conoscerlo bene.

Vedo che stai raccogliendo tanti capi di filo per costruire la tua trama interpretativa dell'universo che cerca i collegamenti tra tanti simboli passati e presenti.

Anche io non mi fermo mai alla sola astrologia, simboli e segni si trovano in ogni dove, per chi vuole vedere.

A me interessano le visioni di ognuno, trovo sempre interessante sentire che pensano ed osservano gli altri, anche nei casi in cui non li condivida.

Interessante questo riferimento a Prometeo, ne ho letto la mitologia proprio di recente perchè essendo in uscita prossima un film con questo titolo ( Prometheus) mi è venuta la curiosità di conoscerne il 'mito' ispirante :)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 2 dicembre 2012
Sempre per Stelline, se vuoi invece fare le tue considerazioni su come l'umanistica interpreta il rapporto mercurio nettuno ti segnalo questo interessante articolo:

"I pianeti personali - Mercurio Nettuno"
di Lidia Fassio

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito domenica 2 dicembre 2012
Per Alix. La Morpurgo è stata una bella base. Quello che ho amato di più è Arrojo. A volte sembri leggermi nel pensiero. Il concetto dello specchio per l'Acquario è presente nel mio libro, ( io sono Acquario ) Quando ci si avvicina troppo alla figura rispecchiata compare uno stordimento e si rischia di caderci dentro e trovare Nettuno. Fuoco, fuochino, prova a pensare a uno specchio concavo e soprattutto alla dualità della vita. L'Astrologia è l'Astronomia come veniva studiata un tempo. I corpi celesti e i loro movimenti erano considerati divini e così in cielo come in terra, gli esseri viventi seguivano esattamente ciò che succedeva in cielo. Il fatto è che noi concepiamo la vita come duale, in realtà al fondo c'è sempre l'unità. Questo è il divino che noi associamo al cielo scordandoci la terra, cioè noi. Il leone è Dio. L'Acquario è l'uomo. Il disegno sulla cappella Sistina ce l'hai presente? cosa manca tra il dito di Dio e quello dell'uomo?La scocca di energia! Prometeo è L'Acquario. Cosa ruba Prometeo agli Dei? Il fuoco! L'energia! Frankestein è l'Acquario! Cosa gli dà la vita? L'energia! Tutto è uno, ma quando comincia a vivere diventa due. Il sistema escogitato dalla vita per unire le due parti è quello dell'elica. Uno spermatozoo e un uovo si incontrano e attraverso l'elica uniscono le reciproche storie creando un nuovo individuo. Da due uno. I pianeti in cielo e i segni zodiacali sulla terra hanno lo stesso identico meccanismo. Da due uno. Sta diventando un piacere dialogare con te.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 2 dicembre 2012
X Stelline:
a proposito dell'opposizione mercurio nettuno che ti interessava volevo aggiungerti una cosa, è un fenomeno molto noto all'astrologia previsionale e constatabile con una frequenza elevatissima.
Naturalmente l'umanistica, che ha un'altro orientamento, non lo prende in considerazione.

I pianeti non indicano sempre questioni che riguardano il soggetto stesso ma anche cose che coinvolgono eventualmente persone vicine, legami, imparentamenti, amici stretti.
Ti faccio un esempio che riguarda un caso di schizofrenia e l'opposizione stessa che hai citato.
Conoscevo una persona con mercurio in cancro, durante il transito nettuniano in capricorno all'opposizione non ha certo avuto questa diagnosi, le sue follie si limitavano ad un allegro sperpero del denaro e ad un fondamentale menefreghismo , quasi una 'normalità'per certuni.
Tuttavia proprio durante il corso di questo transito fu ,anche se solo 'lateralmente', coinvolto nella questione schizofrenia, perchè ebbe questa diagnosi a seguito la sorellastra, all'epoca circa 30enne.
Sulla vita del soggetto la questione non incise più di tanto, se non per il fatto che fu lui a notare e segnalare alla famiglia, che i comportamenti della sorellastra ,che incontrava molto di rado, avevano a suo vedere qualcosa di troppo strano, sollecitandoli a non sottovalutarli e a rivolgersi a specialisti, senza altri impegnativi coinvolgimenti personali.

In pratica si verificano spessissimo analogie di aspetti planetari che riscontri intorno a te, ma che non colpiscono 'direttamente' te come soggetto e vengono vissute come di 'riflesso' di situazioni vicine ma di altri soggetti.
A volte c'è un coinvolgimento più impegnativo che lega a certe situazioni, che comunque rimangono con questa qualità di essere 'laterali'.

ciao di nuovo
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 1 dicembre 2012
Penso che possa essere interessante che vi dica su cosa stavo riflettendo ai fini delle mie ricerche, molto seriamente, mentre avveniva tutta questa 'articolata'discussione.


La prima è la conferma di un'idea che ho già condiviso tempo fà con un'altra appassionata di astri che non frequenta quì e cioè il fatto che l'astrologia non può avere altri 'interpreti' che se stessi in prima persona.
Nel senso che qualunque persona vi analizzi il quadro tende a farlo passando 'attraverso' le tematiche del suo stesso tema quasi inevitabilmente, quindi ottiche diversificate producono analisi sempre differenti.
Se fate fare l'analisi a 10 persone differenti avrete 10 interpretazioni diverse dei vostri conflitti o delle vostre potenzialità.
La base importante è il 'suggerimento' delle idee anche se dalla 'propria' di prospettiva, lo scambio vicendevole a cui chi vuole può attingere o meno per 'scambievole' crescita.

L'altra cosa sulla quale stavo costruendo una teoria è Nettuno, visto che Lidia anche tarda ad aprire discussione su subpersonalità.

Pensando al concetto di 'specchio' mi è balenato alla mente come viene costruito uno 'specchio'.
Ci avete mai pensato?
Una lastra 'trasparente' di vetro che potrei identificare con Urano vista la fragilità ( con la possibilità quindi di vedere 'oltre' una barriera, e del nitrato d'argento fissato per 'elettrolisi' che potrebbe rappresentare Nettuno) che rendendo il vetro uno specchio, lo rende di fatto non più oltrepassabile con lo sguardo.
Questa è l'immagine con i se stessi che colgo nel concetto 'specchiato' all'infinito, una 'prigione' di specchi che dà a tanti l'illusione di libertà e di percorsi infiniti .
Il chè mi ha suggerito l'idea che finchè le persone non 'infrangono' l'illusione Nettuniana di una 'trascendenza' creata dai riflessi degli specchi che rimbalzano, non accedono all'oltre che c'è al di là dello specchio.
Chi ha a che fare con il Nettuno artistico di solito è perfettamente conscio e si 'accorge' di questa 'illusione degli specchi' nettuniana visto che ne attinge a piene mani 'sapendo' di accedere a mondi fantastici che provengono per loro dall'oltre lo specchio, dalla terra del 'bianconiglio'.
Ma tutti gli altri???

Come ho detto questo può essere interpretato solo come un 'suggerimento' di riflessione per chi vuole raccogliere l'idea.

buonanotte

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 1 dicembre 2012
Ah ecco Massimo, è una tua definizione, bene ora lo so! Grazie
Beh interessante sentire le tue prospettive di interpretazione, anche se ovviamente sono molto diversificate e molto 'personali' rispetto all'orientamento umanistico che trattano prevalentemente quì.
In effetti bisognerebbe riuscire a capire meglio la tua visione prospettica per individuarne tutti i contenuti e farsene una idea.
Devo dire che per quanto sfugga sicuramente agli altri quà, in tutto il tuo discorso c'è uno strano collegamento con il Marte in 'trasparenza' collocato proprio in Vergine.
Posso chiederti per riuscire a capire da che ottiche parti quale o quali branche astrologiche o autori ti hanno più interessato???
Se citi Y immagino che gli schemi Morpurghiani abbia influito.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 1 dicembre 2012
Deva, guarda che non ho preso a male niente, ma ti pare, anche questa è una tua interpretazione soggettiva, quì si scambia ed è il bello del blog perchè è la riflessione che innesca lo scambio che ti porta a fare delle considerazioni che poi sono utili alla persona stessa.
Scusa se ribadisco ma la mia 'autoconoscenza' non deve andare nella direzione che solo per te è significativa di autoconoscenza.
E infatti questo scambio a me è stato davvero molto utile, ma non nei termini che piacerebbero al tuo modo di vedere.
Quindi la funzione del 'gruppo' si ribadisce come componente importante.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito sabato 1 dicembre 2012
Per Deva. E' ovvio che quando parlo di Vergine parlo del pianetaY e quando parlo di Pesci mi riferisco a Nettuno.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito sabato 1 dicembre 2012
Per Deva. A mio parere i segni zodiacali e i pianeti sono le due facce della stessa medaglia. Sono la stessa cosa operante su due piani differenti. Sono il conscio e l'inconscio. Tutto funziona così nella vita. Non c'è nessun caos è lineare come il binario della ferrovia nella pampas Argentina. Il caos ce lo ritroviamo quando associamo segni e pianeti alla vita vissuta. E questo succede perché quando viviamo inevitabilmente tutto si mescola. Ed è proprio questo il bello.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito sabato 1 dicembre 2012
Per Alix. La definizione materialistica me la sono inventata io. Non sò comunque se già esisteva, in ogni caso dai miei studi si evince che l'Astrologia nasce dall'osservazione materiale dei movimenti della Terra, dei corpi celesti e da ciò che ne consegue, cioè il ciclo naturale che vediamo scorrere davanti gli occhi e nel quale siamo immersi. Tutto ciò è dimostrabile sia razionalmente che matematicamente. Non c'è nulla di incomprensibile perché è sotto gli occhi di tutti. Per questo la chiamo Astrologia materiale. Come funziona il tutto lo si vede benissimo come si vede una pietra o un piatto di bucatini fumante. E' la decodificazione di tutti i principi che sono difficili da individuare esattamente nel momento in cui li pensiamo rispetto alla vita di qualcuno perchè la vita è mettere in atto tutto l'insieme dei simboli stessi. Voglio dire una carta astrale è il succo criptato di un copione. La vita è l'interpretazione che ognuno di noi fa di questo copione. Il fatto è che non partiamo da zero ma abbiamo un passato, un presente e un futuro che è già dentro di noi ed è anche legato alle persone più vicine a noi in primis e poi anche via via al resto dell'intero... tutto. Sia nella sfera materiale che in quella spirituale. Insomma la storia è lunga e intricata per quanto riguarda la decodificazione e traduzione dei simboli in vita vissuta ma da dove vengono questi simboli e come funzionino lo si capisce benissimo perchè sono solo la trasposizione di aspetti materiali che abbiamo sotto gli occhi. Per quanto riguarda Marte e la difesa, quello che voglio dire è che Marte è aggressività e quando si combatte sia in attacco che in difesa si usa la forza marziana e questo è palese. Però stiamo sempre utilizzando l'aggressività,stiamo difendendoci o contrattaccando, quindi sempre l'aggressività di Marte.Oppure facciamo una barriera a difesa e qui possiamo citare il principio di Saturno. Possiamo anche rifiutare il combattimento, ritirarci nell'angolo sicuro, e salvare la nostra sopravvivenza. Qui direi che c'entri la Vergine. Se invece affrontiamo il nemico cercando di farci il meno male possibile allora utilizziamo il nostro Nettuno adottando tutte le tecniche a sua disposizione. Due combattenti che usino solo Marte probabilmente non avranno un altro combattimento perché sanno che dovranno farlo fino alla morte. Chissà, forse sono solo suggestioni fantasiose, comunque è un piacere dialogare con te.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 1 dicembre 2012
No, Massimo

stai facendo un po' di confusione, non si può mischiare pianeti e segni...l'astrologia ha una struttura che è necessario conoscere, altrimenti ne viene fuori il caos, perchè è molto complessa.

Per ALIX

Alix, ti sembra che abbia detto di aver risolto i miei conflitti ?? io ne ho molti, soprattutto quello legato all'opposizione saturno giove, ne sono ben consapevole e cerco continuamente di riconoscerlo quando lo vedo in "atto" perchè solamente vedendolo posso cercare di integrarlo.

Alix, evidentemente tu questa cosa l'hai presa come una "critica" (e magari chiediti come mai l'hai presa così male...) ma non voleva esserlo, anzi, voleva essere qualcosa di assolutamente costruttivo e non "demolitivo".

Il fatto che tu non viva marte nettuno come un conflitto CONSAPEVOLE, non significa che non ci sia.

Detto questo, Alix...non aggiungo altro sull'argomento se non espressamente richiesto da te perchè vedo che l'applicazione di questa disciplina nei termini di autoconoscenza, non ti interessa.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito sabato 1 dicembre 2012
Per meglio dire la difesa non è prerogativa solo della Vergine ma dell'asse Vergine- Pesci.La Vergine si occupa della individualità e risponde direttamente un no a Marte e si chiude a riccio. I Pesci, quindi Nettuno sono l'amplificazione di Venere, hanno già in sè la consapevolezza e l'accettazione dell'altro e il confronto è inevitabile. Nell'atto più o meno violento entra in gioco l'acqua di Nettuno che ammorbidisce i colpi facendoli scivolare. Con l'acqua la realtà non è più dura come lo era prima e lo scontro può diventare un incontro in cui scopriamo un mondo nuovo fatto di partecipazione. Marte è l'azione che è sempre aggressiva. Se non accettiamo assolutamente questa azione dobbiamo bloccarla fermandola. Qui entra in gioco la Vergine. Se in ogni caso l'azione la dobbiamo condividere anche subendola, allora in questo caso entra in gioco Nettuno. Non vi sembra anche a voi?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 1 dicembre 2012
X Stelline:
scusa dovevo solo fare correzione al mio post per te dove avevo detto Luna Nettuno e invece volevo riferimi al Mercurio Nettuno.

Tranquilla Stelline se così fosse con il transito nettuniano in acquario tutti i possessori di mercurio in leone dovrebbero essersene già andati completamente 'fuori di testa' ma per fortuna credo proprio non sia così.
Oltretutto credo che la malattia mentale vera e proprio sia abbastanza rara come diagnosi.
Per disordini e dissociazioni così gravi del comportamento ci vogliono tante componenti, anche ambientali o di stili di vita, che concorrano a peggiorare dei quadri clinici forse già molto compromessi di base, per varie questioni sia psichiche che biologiche.

ciao carissima
non mi è più giunta la tua domanda per la questione femminile, o mi è sfuggita???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 1 dicembre 2012
Deva, dai tuoi dati mi risulta che tu stessa hai una dissonanza in quadratura marte nettuno.
Perciò se ritieni che la dissonanza parli sempre di un conflitto per le altre che ti trovi davanti, non vedo perchè tu ritenga di aver completamente risolto la tua.
Come vedi i collegamenti ci sono, se poi sono apparentemente troppo distanti per essere afferrati, mi spiace.
Cioè in pratica l'interpretazione che hai fatto a me poteva riguardare benissimo un tuo conflitto di separazione.
Tantopiù che sei tu ,non certo io, che dai 'estrema' e fondamentale importanza a questo concetto del non sentirsi separati.

Perchè dovrei vivere un conflitto per una concetto a cui io non dò ne il valore ne l'importanza che gli dai tu???
Se mi dovessi risentire te lo dico apertamente, era più una perplessità per la tua applicazione personale delle interpretazioni, sopratutto alla luce del conflitto da te realmente vissuto con le prospettive di una disciplina che tu sostieni di condividere totalmente.


X Massimo:
E' giusto quello che ti stanno dicendo, Marte prende il valore anche di difesa, a seconda di come lo guardi.
Come in campo militare per capirci, ciò che può essere utilizzato come strumento di 'attacco' può essere 'utilizzato' anche come strumento di 'difesa'.
Mi sfugge però il significato di una cosa che hai detto sul fatto che ti occupavi di 'astrologia materialistica'...... che vuol dire???
Intendi previsionale suppongo,non mi sovviene di aver mai sentito definire l'astrologia con il termine 'materialistica'!!!

Giusto per un chiarimento sull'affermazione :)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 1 dicembre 2012
ciao Massimo

guarda, non credo che in questo caso si tratti di opinioni...marte è anche difesa, non solo attacco, è semplicemente una funzione di marte, come sono le emozioni per la luna, la crescita per giove ecc..

Come dice Lola, nell'attacco è "contenuta" la difesa....si attacca, anche, per difendersi.

Chiaro che la funzione marziana "subita" si riferisce ad un atto violento, perchè la difesa non si subisce.

Oltre a marte la difesa, intesa come confine, è rappresentata da saturno.

C'è un interessante articolo di LIdia che si intitola "difese immunitarie" (lo trovi facilmente in rete) che chiarisce bene la questione .

ciao

lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito venerdì 30 novembre 2012
Per Deva e Lola. Io quando guardo marte in una carta astrale, ci vedo l'aggressività non la difesa. Con Marte può venirci la febbre, possiamo tagliarci con un coltello, possiamo essere agitati, possiamo litigare. Vi racconto un fatto che mi è successo quando studiavo a tutto spiano l'astrologia e poi la verificavo con il libro delle effemeridi. A una frenata la macchina dietro mi viene addosso distruggendo tutta la parte posteriore. Mi feci dare i suoi dati per fare la denuncia e una volta a casa andai a vedere le posizioni planetarie al momento dell'incidente. Io avevo la luna precisa sul mio Marte, lui aveva la luna quadrata precisa al suo Marte. Aveva sentito la puzza del mio Marte e mi è venuto addosso. Dov'è qui il concetto di difesa? Quando guardiamo Marte nella carta astrale ad esempio una quadratura al Sole, cosa ci viene in mente? Non certo qualcosa legato alla difesa!Il pugile in questione ha per esempio una quadratura Sole Marte nella sua carta astrale. Cosa diciamo? Diciamo che la sua carriera di pugile soddisfa il suo bisogno di scaricare l'aggressività e la violenza. Quando il pugile le prende sta subendo l'aggressività, anche se si difende è immerso comunque nella violenza perché sta vivendo il principio di Marte. La difesa la vedo più una prerogativa della Vergine che si difende dall'attacco del tempo, cioè della vita.
Comunque grazie dell'attenzione. ps non pretendo di avere la verità in tasca, è solo come la vedo io.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 30 novembre 2012
@ALIX

giusto per non creare ulteriori, infiniti, fraintendimenti, chiarisco che nel dire "metti insieme cose che non centrano niente" mi riferivo al tuo riferimento alla mia crisi con l'astrologia con il discorso che si stava facendo della tua opposizione marte nettuno.

Mi dispiace, Alix che una considerazione sul tuo tema possa essere presa da te con disappunto, tanto da sentire il bisogno di "rigirare la frittata".

Mi sono limitata a farti notare una cosa che ho colto e che a mio parere corrispondeva con questi aspetti, ed è stata ulteriormente confermata da ciò che hai raccontata della tua infanzia.

Cioè ho messo in pratica l'umanistica che ci permette proprio di guardare dentro per capire il fuori e viceversa.

Tu invece, sottolineando la mia crisi (passata) con l'astrologia, quali spunti di riflessione volevi darmi ??

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 30 novembre 2012
@ALIX

Come al solito metti insieme cose che non centrano niente...ma tantè, non ci capiamo, facciamocene una ragione.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 30 novembre 2012
Ecco quà Stelline, trovi l'articolo in rete sotto la dicitura: Giove nei disturbi della psiche.

E' relativo ad un libro intitolato 'Principi di astrologia medica' di Adriana Rampini Cavadini.

Sono quasi certa di averne letto anche un altro di articolo a proposito di Giove, ma per ora mi è tornato in mente quello.

un salutone
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 30 novembre 2012
X Stelline:

Stelline, diagnosi così gravi come la schizofrenia o la malattia mentale richiedono il 'concorso' di tutto un complesso di cose, e in ogni modo anche se fosse presente tutto il complesso stesso, andrebbero azzardate con estrema cautela se puoi basarti solo sull'astrologia.
Quindi non farti suggestionare da tutte le interpretazioni che trovi sopratutto per individuare cose così.
Se te lo ritrovo ti segnalo un articolo astrologico che ipotizza anche il concorso preponderante per le inclinazioni a problemi di dusfunzioni cognitive di un pianeta che mai immagineresti: Giove.
Forse potrei azzardare è stato ritenuto importante, per la sua funzione di 'ponte' mediatore che se 'malfunzionante' potrebbe male interpretare tante suggestioni.
E comunque questi studi di astrologia medica vanno sempre considerati prendendoli con le 'pinze' come si dice.
Anche perchè devi considerare che i significativi dei pianeti potrebbero essere indicativi di tante altre questioni come l'aspetto di opposizione Luna Nettuno che citi.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 30 novembre 2012
Deva, non è la prima volta che mi ripeti sta cosa, sembra quasi che ti scocci che frequento qua :D

A dire il vero dato che ci conosciamo da due anni quella 'eternamente' in conflitto con l'astrologia umanistica sembri tu.
Dato che le Lune capricorno come me hanno buona memoria, ricordo che eri ri-entrata quì due anni fà ribadendo quasi immediatamente che non avresti più frequentato perchè l'astrologia umanistica 'non' si accordava con la tua visione spirituale. Poi tira e molla tira e molla, hai avuto una improvvisa 'riconciliazione' sicuramente 'frutto' dello scambio con tutte noi, me compresa dato che per di più sono stata una delle bloggers più attive.
Anche se tendo ad avere opinioni non troppo in linea con le tue ma, del resto, come si era detto in uno dei post 'spariti' l'interazione blog funziona come terapia di gruppo, che è uno dei 'fondamenti' della psicologia umanistica, quindi utili forse anche voci contrarie.
Poi di recente di nuovo su curiosità astro, avevi detto che avresti lasciato per motivazioni che mi sono sfuggite, ma poi sei tornata, evidentemente sei tu ,non io, che senti estremo bisogno di questi confronti tanto da non poterne fare a meno.

Io non ho nessun conflitto con l'astrologia umanistica, i motivi per cui frequento li ho espressi varie volte, è una materia che mi interessa come me ne interessano anche altre e trovo lo scambio molto utile per tante ricerche e considerazioni sia mie personali che sull'astrologia stessa, ho detto anche che ho sempre apprezzato il fatto che sia un blog 'aperto' anche a orientamenti astrologici e filosofici differenziati.


Massimo, grazie per il tuo intervento, a volte ho la sensazione di venir meglio compresa almeno per alcuni aspetti da menti maschili che da quelle femminili, forse perchè io stessa ho una mente che assomiglia di più ai modi di guardare le cose in maniere più scientifiche e meno 'emotive'.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lola
inserito venerdì 30 novembre 2012
Ciao a tutti
x Massimo
Concordo con te che non puo' esserci interezza se non insieme agli altri, ma il percorso ritengo sia sempre e solo individuale. Il concetto di interezza bisogna sentirlo prima dentro di noi e solo successivamente lo si puo' condividere.
Ognuno di noi ha un diverso livello di consapevolezza e di crescita spirituale e di questo, secondo me, bisogna tenerne conto. E' chiaro che deve servire principalmente a darci equilibrio e possibilmente serenita' nella vita di tutti i giorni perche' e' con la realta' 'materiale'che dobbiamo fare i conti quotidianamente.
Per quanto riguarda marte anch'io penso come Deva che rappresenti anche la difesa. Nell'attacco e' gia contenuta la difesa. L'affermazione di se', la volonta', anche l'aggressivita', hanno lo scopo di proteggere e quindi difendere la nostra individualita' che altrimenti rischierebbe di non emergere.
Ciao
Lola
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 30 novembre 2012
@MASSIMO

Massimo, dunque, si, ti sei inserito a gamba tesa su un discorso che si protraeva da un po' e hai estrapolato delle considerazioni che avevano un senso nel contesto.

Detto questo, cerco di risponderti e vediamo un po'...

Riguardo a marte, Massimo, che ti devo dire, è una legge di natura che (e parlo in generale, sganciandomi dalla discussione con Alix) se il tuo avversario è più forte di te, non puoi fare altro che difenderti. Ma la funzione è sempre marziana, altrimenti a quale funzione collegheresti la difesa ? i due pugili su un ring, un po' attaccano e un po' si difendono...o no ?? cos'è che non ti torna ??

Riguardo all'interezza, non ne facevo una questione vaga e spiritualeggiante come mi sembra hai colto tu.

MI riferivo semplicemente al fatto che, soprattutto nelle opposizioni, ci sono delle funzioni che sono divise e spesso si vivono come delle "lacerazioni"....o sono comunque fonte di conflitti interiori/esterni.

Quindi, più riusciamo a far collaborare queste due funzioni separate, più ci sentiamo, integri, interi.

ciao

lara




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito venerdì 30 novembre 2012
per Deva.Hai ragione non vi seguo da molto tempo e devo dire che in effetti il mio intervento è stato un pò a gamba tesa. Comunque vorrei ribadire qualche concetto. Marte come difesa proprio non riesco a vederlo. Ti sarei grato se mi chiarissi il concetto.
Il discorso sull'interezza è subdolo per questo vorrei che ci capissimo. Io penso che al fondo di tutto c'è questa interezza e Nettuno è il pianeta che meglio di tutti ci mette in contatto con questa dimensione. Però la vita che facciamo non è fatta di questa interezza ma di tante sfaccettature e differenze. Il concetto di interezza è fondamentale per capire quanto tutti in fondo siamo la stessa cosa. Serve soprattutto ad unire e questa è una buona cosa. Però è altrettanto vero che la vita di ognuno segue e deve seguire un percorso personale e individuale perché la vita materiale è fatta di differenze di tutti i tipi. E' ovvio che l'interezza riguarda la spiritualità mentre le differenze della vita sono proprie della materialità. Questi due mondi sono egualmente importanti. Dico questo perché l'uso distorto del concetto di interezza tende a far dimenticare il mondo materiale e cioè le problematiche reali della nostra vita. Il concetto spirituale dell'interezza deve essere capito ed usato soprattutto per migliorare la nostra vita materiale, per farci capire quanto ci dobbiamo rispettare l'uno con l'altro e aiutarci per vivere meglio tutti. Dico tutti perché l'interezza non ha senso a livello individuale.Nessuno di noi può carpire e raggiungere l'interezza se non lo fa insieme agli altri, sennò che interezza sarebbe?
Purtroppo il concetto viene usato per scopi negativi o solamente terapeutici a livello individuale. Lo sappiamo benissimo chi ha il copyright del concetto di interezza e lo scopo a cui tende.La vita non è fatta solo di Nettuno che è una bellissima droga ma come tutte le droghe può farci cadere in un tunnel che con la vita non c'entra più niente. Ci sono anche gli altri pianeti, tante realtà altrettanto importanti. La vita è importante, questa vita che viviamo con gioia e sofferenza. L'interezza sta qua, in tutto quello che facciamo tutti i giorni. Noi insieme a tutti gli altri.
Chiariscimi il concetto di difesa per Marte che io sono di coccio.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 29 novembre 2012
ciao STELLINA BLU

Non saprei, Stellina, a parlarne così in astratto si rischia di dire banalità.

Comunque, escluderei l'ipotesi di follia/schizofrenia che la legherei (sostenuta da altri aspetti) eventualmente all'asse V-XI.

Il conflitto si gioca sull'asse del "mio territorio" contro il "territorio altrui". Nelle opposizioni la difficoltà sta nel vivere insieme le funzioni, o si vive l'una, o si vive l'altra...ma l'integrazione ti chiede di riuscire a vivere mercurio CON luna nettuno, a unire la ragione alla dimensione emotiva.

Tu che riflessioni hai fatto su questo aspetto ?

ciao

lara




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 29 novembre 2012
per MASSIMO

ti ringrazio per l'intervento, però, non so bene cosa risponderti, perchè sono fondamentalmente d'accordo con quanto dici...forse, non ci segui da molto, perchè io non parlo certo di fede in merito all'astrologia, per me l'astrologia è tutto fuor che un atto di fede, l'astrologia ci permette proprio di VEDERE l'espressione manifesta dei suoi simboli.

Riguardo a marte, non credo che ci sia molto da spiegare sul fatto che marte è ANCHE difesa...è semplicemente una funzione di marte.

Riguardo all'interezza...credo che sia una conquista a cui tutti noi tendiamo, ma credo anche che sia sempre un processo in divenire, MAI completo e raggiunto una volta per tutte.

E chi ha detto che la conflittualità è negativa ?? io no... :)

Per ALIX

Lo so Alix, che non condivi CERTI aspetti di questa astrologia ed è quello che ho scritto (prova a rileggere ) ...ed è proprio di QUESTI aspetti che stiamo parlando...che direi sono parte essenziale di QUESTA astrologia....ci sono altre astrologie che non ritengono questa visione valida...ma tu sei qui...vedi un po' tu.

Per il resto, va bene Alix...ho ritenuto di dirti ciò che a me pare un interessante spunto di riflessione per te, poi tu fanne ciò che ritieni opportuno...

ciao

lara




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito giovedì 29 novembre 2012
...ho visto che state disutendo dell'opposizione nettuno-marte. Non posso aggiungere nulla alle vostre affermazioni perché non conosco nessuno che presenti quest'aspetto. Pero', volevo chiedervi se vi va di dibattere un po' sull'opposizione mercurio-nettuno. La mia si gioca sul'asse II 5mercurio gemelli) e ottava (nettuno congiunto luna sagittario). fino a ora non ho letto che cose negatve su quest'aspetto....tra le altre ipotesi ce n'era una che contemlava la follia o la schizzofrenia....

spero a presto,

stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 29 novembre 2012
No Deva la vediamo sempre come al solito molto diversa, perchè interpretiamo anche i simboli con concetti diversi per via di letture e interessi sottostanti.
A te evidentemente 'piace' in modo particolare Nettuno e ti ci identifichi totalmente secondo quello che ci vedi o vuoi vedere, anche se dal mio punto di vista tu non hai nemmeno una dominante nettuniana che invece ravvisavo molto in Kla.
Marte è un pianeta 'tutto' fisico che rappresenta la materialità concreta che però ,come ti ho detto, ha via via trovato una sua integrazione con la mia parte spirituale, spiritualità che per me però non è il senso di resa e nemmeno l'accettazione della vita per ciò che è come la senti tu o qualcun altra, perchè io non la vivo e non la vivro mai così.
Guarda caso il periodo in cui c'è stato veramente lo start di più profonda ricerca interiore proprio per via di certi conflitti direzionali, nettuno transitava in capricorno in posizione di trigono con marte, poi il transito in acquario a determinato delle nuove messe in discussione di concettualità precedenti spiritualistiche e ora invece stà avvenendo una integrazione ma, secondo i 'miei' modi di vedere le vie delle spirito.
Poi non ho 'mai' detto che non condivido questo approccio astrologico psicologico, ho detto che non ne condivido certi aspetti, non è mica la stessa cosa dai.
Poi Deva non so perchè, ma sembri trascurare un dato 'essenziale' del mio tema, anche Urano è un transaturniano mica solo nettuno lo è, e urano è congiunto al mio sole.
Urano rappresenta di suo un aggancio forte con il mondo sovradimensionale solo che lo guarda con un'ottica più scientifica, più portata a non considerare solo nettuno come il rappresentante delle cose dello spirito ma anche plutone per esempio che ne è ancora superiore o Y.
Urano non è materia solida come marte è una concezione dello spirito scientifica che si contrappone alla visione 'estatico/mistica' attribuita a nettuno, che un uraniano vede come una 'membrana' all'accesso alla più autentica comprensione.
Se ci si ferma a Nettuno convinti che questo rappresenti l'accesso ultimo, ci si ferma alle sue suggestioni, se tu avessi approfondito concetti di esoterismo sapresti di cosa stò parlando, è noto che l'accesso alla comprensione è protetto da svariati 'veli'.
Veli che sono perfettamente simbolici delle innumerevoli sfumature Nettuniane.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito giovedì 29 novembre 2012
per Deva, mi permetto di dire la mia. Io personalmente sto studiando l'Astrologia materialistica e cioè mi sforzo di capire come funzionano le cose. Non mi basta credere ma voglio anche capire e vedere. Devo dire che i miei studi materialistici nel campo mi stanno dando belle soddisfazioni. detto questo sinceramente non capisco l'affermazione di Marte come difesa. Marte attacca, aivoglia se attacca. L'opposizione nella carta natale è sempre un aspetto che denota divisione. E' la scelta consapevole di ognuno,che deve trovare la strada per sanare questa divisione, ovviamente ognuno lo farà secondo le proprie attitudini e anche casualità della vita, o se vogliamo, secondo le preferenze, a causa dell'intervento divino. Il fatto è che Dio per me è qualcosa da ricercare, per capire come funziona la vita, non qualcosa a cui affidarsi che sta da qualche parte. Dio è la vita, materiale e spirituale. Per capirlo e definirlo però utilizziamo tutti gli aspetti materiali della vita. Questa è la strada per capirlo ed averne piena consapevolezza. Non basta avere fede. Bisogna capire bene per cosa si ha fede sennò non si va lontano. La quadratura Sole-Urano con Marte e con Nettuno e quindi l'opposizione Nettuno Marte, può portare comprensibilmente una bambina ad essere insofferente verso le religioni. Ciò naturalmente non significa insofferenza verso la spiritualità, ma insofferenza contro false spiritualità, come è chiaramente la religione ufficiale praticata in Italia. Io trovo nel pensiero di Alix un'alta spiritualità, quella di una persona che rifiuta l'ipocrisia delle parole incomprensibili e cerca la verità negli aspetti semplici della vita,vivendola e cercando di capirla. Per me Alix l'interezza l'ha acquistata nel momento in cui si è ribellata dalle imposizioni di una religione che non sentiva sua.
I pianeti non sono Dio, come non è Dio nessun elemento materiale. Dio è quello che abbiamo dentro e che vive cercando di imparare. Nettuno è semplicemente la capacità di perdere la propria individualità e diventare partecipe del tutto. Marte opposto a Nettuno non preclude la spiritualità. Evidenzia solamente una conflittualità. E chi lo dice che una conflittualità sia negativa? Nella mia esperienza le persone con tutti trigoni e sestili sembrano sereni ma anche un poco tonti. Quelle con molte quadrature e opposizioni appaiono tormentate ma anche geniali e vive, molto vive. A quanto pare i problemi aiutano a crescere.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 29 novembre 2012
@ALIX

Nell'opposizione marte nettuno, non centra il "materialismo " di marte, semplicemente marte ha una funzione di difesa e visto che è quadrato al sole e opposto a nettuno, difende, a modo suo, sia il sole ma a sua volta si difende da nettuno (perchè è più "vasto" di lui, visto che marte si riferisce ad una funzione personale, mentre nettuno è transpersonale)

Poi, quello che tu racconti, spiega perfettamente questi aspetti.

Da bambina ti "difendevi" da una concezione della fede che rifiutavi e non condividevi.

Ma oggi sei qui, Alix, di tua spontanea volontà...sei in un sito dove la dimensione "spirituale" ha una sua buona parte...e guarda caso, è proprio questa parte che non condividi, che cerchi continuamente di "smontare" con argomentazioni logico/razionali....eppure rimani qui, pur non condividendo l'essenza dell'umanistica.

Capisci che è sempre quel marte nettuno che da bambina hai "subito"....ma adesso continui a viverlo perchè ti appartiene, perchè hai bisogno di integrarlo.

Non sto dicendo che devi "sposare" la visione umanistica, Alix...sto semplicemente dicendo che in quell'opposizione ci sono due parti di te che non riescono a "comunicare" ma per essere INTERA devi trovare il modo di farle comunicare....anche perchè poi sono in aspetto col sole, il centro della tua identità.

Tu poi, puoi dare tutte le giustificazioni che vuoi, al fatto che sei qui...che c'è una bella grafica, che si può parlare liberamente...ecc...ecc. ma se vuoi essere onesta con te stessa fino in fondo...considera anche questa ipotesi.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito mercoledì 28 novembre 2012
Per alix. E si, direi che è centrata la visione che hai dato della tua quadratura Urano Nettuno. Anche il Sole è quadrato a Nettuno? Urano come libertà, Nettuno come prigione. Nettuno è sempre una prigione, anche nei momenti più magici. Anche se bisogna dire che in ogni caso è il sentire di ognuno che dà il senso più o meno esatto alle cose.
La parola fede che cosa è? E' a mio parere un bisogno. O per meglio dire un derivato di qualcos'altro. E sicuramente è legato comunque ai bisogni personali. Chi è tendenzialmente materialista ha bisogno di vedere con gli occhi, o di capire. Chi ha un approccio legato maggiormente alla sensibilità ha bisogno di sentire con i sensi, non gli serve vedere. Certo in ogni caso poter spiegare le cose e renderle comprensibili in modo che anche gli altri possano partecipare, è una bella cosa.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 28 novembre 2012
Sulla scia di tutta questa discussione ho valutato che il mio atteggiamento non proviene come ipotizzava Deva da una mancanza di resa a nettuno rispetto al materialismo di marte, ma piuttosto da una configurazione 'generazionale' che in pratica si tende a trascurare in lettura appunto perchè non strettamente personale.

E' la configurazione di quadratura urano nettuno, quadratura che formatasi tra due transaturniani, e che hanno quindi milioni e milioni di persone tutte nate in 'quel' periodo generazionale.

Questa quadratura rappresenta assolutamente la 'prima' generazione fortemente e apertamente 'contestante', una generazione che ha tentato di rivoluzionare tutti i modi di pensare della generazione genitoriale in tantissimi aspetti della vita e che ha anche lottato per acquisire diritti che prima non erano accordati.

Avendo io anche urano congiunto al sole quindi pianeta personale è chiaro che fossi nata come una vera 'ribelle' naturale.

E la mia 'primissima' ribellione guarda caso fu proprio verso la 'religione' che mi si proponeva, che ho istintivamente 'rifiutato' fin da piccola proprio perchè non dava 'risposte convincenti' ai miei 'perchè'.

E parlo di quando ero veramente molto piccola quando già puntavo i piedi pur di non essere trascinata in chiesa e annessi e connessi, atti di un rituale per me senza senso, che non condividevo.

Una generazione che avendo già un nettuno in scorpione poteva cominciare a sentire in tanti suoi elementi lo stridore di una generazione precedente con un nettuno in vergine e le sue 'ritualità' del così fan tutti, senza vere domande critiche.

Può essere dunque che mi sia rimasto un sottofondo di 'contestatrice' verso qualunque cosa finisca per darmi la sensazione di non rispondere completamente a ciò che chiedo, nel senso che ogni mancata risposta che possa essere io, non gli altri a ritenere valida, fà sorgere in me dubbi che mi indirizzano da un'altra parte come è stato per le mie credenze.

Tutto quello che di 'nettuniano' mi si dice che vada accolto per una sorta di 'Fede' senza 'constatazione pratica' o senza almeno delle 'illuminate ipotesi' di spiegazione, mi fà sentire quell'odore di incenso e di religione o newreligion seppur sotto 'altre' astute sembianze spiritualistiche.

Avevo un tale astio viscerale verso queste proposte antico/nettuniane che mi si diceva sempre per scherzare ,che forse ero stata in una vita precedente, una delle tante donne definite 'streghe' bruciate sui roghi dell'inquisizione.

Quindi non stupitevi se una nettunianità che vuol essere propugnata solo con il 'sento che è così, non ci sono risposte per certe cose' non mi stà bene, perchè mi ricorda troppo le stesse risposte della nettunianità virginea che sosteneva che era così perchè era così e perchè noi non potevamo comprendere il disegno di dio.

Nettuno forse non può essere visto materialmente o concretamente, ma un'interpretazione anche vaga, anche abbozzata, si può provare a darla esattamente come tenta di fare la scienza quando crea le sue teorie sull'universo.
Se non altro ci devo vedere un'impianto teorico che paia funzionante che risponda alle domande anche difficili, poi potrebbe essere giusto o sbagliato, e questo poi si vedrà nel tempo dei tempi....chissà

Anche i 'sogni lucidi' sono regno totalmente nettuniano, ancora non ci sono 'prove esatte' del loro significato o del perchè si producano, però ci sono diversi impianti teorici che rispondono alle domande poste, sia da parte di interpretazioni animistiche che da parti scientifiche.

ciao, saluti a tutti
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 28 novembre 2012
No no, Massimo certo non intendevo quello ci mancherebbe :)a nessuno è precluso niente, ero curiosa delle motivazioni.
Quindi tu me ne dici una potenziale, il senso di 'sfida' per approfondire una materia che forse ti incuriosiva ma che credevi completamente priva di fondamento, infatti l'universo maschile di solito è incline a un maggior scetticismo.
Hai certamente dimostrato grande intelligenza a voler conoscere i fondamenti di una materia a te ignota prima di decidere la tua posizione in merito, mi pare di capire che poi nel tuo caso ne sei stato conquistato.
Mi è capitato a volte di dire a cene in compagnia che mi interessavo di astrologia e le donne erano sempre immediatamente attratte dall'idea di conoscere qualcosa di più su loro stesse o su altre tematiche, mentre con gli uomini presenti nella maggior parte dei casi si intavolavano simpatiche discussioni, seppur fosse presente in molti di loro la 'curiosità' a capirne di più.
Infatti poi ho smesso di intavolare argomento astrologia, visto che alle cene preferisco divertirmi che non finire per parlare di un interesse che già prende parte del mio tempo.

Grazie per la tua gentile risposta
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Massimo
inserito lunedì 26 novembre 2012
Per Alix. Ti rispondo alla domanda che mi hai fatto. Io ho cominciato a studiare l'Astrologia per sfida. Un mio amico che condivideva con me le posizioni materialiste sulla vita, se ne uscì improvvisamente con questa storia. Sembrava per me incredibile credere in queste storie che ritenevo fuorvianti. Però siccome stimavo il mio amico decisi di studiarla per vedere se avesse un fondamento. Dopodiché me ne sono appassionato.
Anche per me l'Astrologia appassiona maggiormente le donne, forse perché è legata alla psicologia e al mondo interiore dell'essere umano. Nel caso del mio amico e anche nel mio il mondo interiore è importante. Lui è uno Scorpione, io ho l'ascendente Scorpione. E' ovvio che le donne hanno una particolare predisposizione per il mondo interiore, ciò non vuol dire che questo mondo sia precluso anche agli uomini.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 26 novembre 2012
Grazie Lara, beh si capisco che uno passi di quì in genere se non per studio, anche per cercare di sbrogliare sue tematiche pressanti sul momento, ma sarebbe carino in caso di sbrogliamento e conseguente 'miglioramento vitale' che le bloggers tornassero a parlare molto più spesso e 'rendere testimonianza' di un percorso che ha poi prodotto 'frutti' e parlare anche di 'quali' sono stati quei frutti.
Anche proprio per 'avvalorare' per gli altri i risultati di un percorso che prima risultava 'accidentato'.
Altrimenti rimane una 'serpeggiante' sensazione che 'gira gira'.....:)

un saluto stellare
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 26 novembre 2012
:) pare che ti ho risposto 'telepaticamente' Deva, niente lapsus, è che rispetto all'opposizione radix ritenevo che proprio il transito nettuniano dai pesci sul mio marte toro stia riscattando l'opposizione e le eventuali tensioni dell'opposizione stessa quantomeno in aree personali, perciò 'quasi' non la consideravo nemmeno più.


Deva, ho trovato molto divertente la storia della 'minaccia nettuniana' ma letta nel modo in cui l'hai interpretata tu ,sempre troppo dal di dentro .
In effetti io una 'minaccia nettuniana' la sento eccome, in quanto emotivamente 'sensibile' al sociale, probabilmente per via del concomitante transito plutoniano su luna.
E' la 'minaccia nettuniana' dell'assottigliamento generale dei risparmi, della loro progressiva 'volatilizzazione', non dimenticarti che nettuno rappresenta anche il denaro circolante.
Il fatto che si vedano giovani sempre più 'barca-menarsi' tra disoccupazione e precariato praticamente 'remando' su zattere, il fatto anche che si vedano famiglie intere che stanno 'affogando' o che 'affogheranno', tanti che, se non ben 'navigati', andranno quasi certamente a fondo.
Temo anche l'illusione, sempre nettuniana, che questa 'valanga di neve' potrà essere fermata.
Vedo gente che ritorna a svariati tipi di 'fedi' nella speranza che queste possano portare la 'salvezza' da tutto ciò.
Insomma cara Deva il mio occhio sempre rivolto verso il fuori, non solo mi fà 'notare' tutto ciò in analogia indiscutibile, ma è possibile che sia stato proprio il Nettuno dal di dentro a 'sensibilizzarmi' a tali angosciose tematiche, a farmele 'sentire' maggiormente.
E certamente le mie sole 'paure' sono le stesse 'paure'di un ampio collettivo che rischia di dover vivere di 'spirito'..... ma nel vero senso della parola!
Probabilmente per me il nettuno è una 'mediazione' con l'inconscio non solo mio, ma di portata molto più vasta che mi fà 'sentire' molto questo rischio che stanno/stiamo correndo in tanti.

Voglio essere positiva e pensare che ci saranno 'soluzioni' ma sai grandi 'timori restano' sotto/sotto ma non hanno a che fare con lo 'spirito' te lo assicuro.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito lunedì 26 novembre 2012
Buongiorno a tutti.

Grazie, Deva, per il tuo riscontro.

Per Alix: se percorri il blog (e magari il forum di Eridano) a ritroso nel tempo, di manifestazioni sulla bontà "pratica" di questo modo di ragionare ne troverai diverse. Io personalmente ho spesso avuto paura di essere noiosa nel ripetermi. E' anche chiaro che è più frequente che si passi nel blog quando si è in difficoltà che non il fermarsi in seguito a raccontare la propria esperienza.

Saluti, Lara



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 26 novembre 2012
ah, beh...Alix

per l'astrologia umanistica non sono i transiti IN SE' che risolvono gli aspetti tesi.

Ma se tu li ritieni integrati, buon per te.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 25 novembre 2012
X Rouge:
grazie anche a te per l'intervento, il discorso è che a me sarebbe piaciuto trovare in rete articoli che parlassero di astrologia umanistica anche rispetto ad argomentazioni molto 'forti', ma non se ne trovano praticamente.
Mi piacerebbe anche trovare articoli di umanistica che affrontassero dal punto di vista psicologico il 'transessualismo' per esempio, o il cambio di genere completo, ma anche questo è argomento mai toccato.
Perchè a me l'astrologia umanistica non interessa unicamente come trattazione personale, ma anche connessa a tanti fatti che ci circondano.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 25 novembre 2012
Avevo scordato nominare anche Lara che ribadiva il concetto di 'sentirsi meglio' anche se non detto i modo così chiaro.
Scusa Lara, ma Deva era anche lei Lara una volta, perciò è come se vi sovrapponessi :D


Solo un appunto sul Nettuno che considero con buoni aspetti, dato che Deva conosce il mio tema e ricorda che oltre a trigono con venere e congiunzione a giove ho anche l'opposizione a nettuno e il quadrato al sole.
Considero che il transito nettuniano nella mia 12a pesci sia in posizione ormai più che favorevole e risolutoria dell'opposizione marte/nettuno in quanto è in posizione di sestile attivante, perciò non potrà più fare aspetti negativi con marte stesso.
Verso il sole è in posizione neutra direi.
Forse potrebbe incidere non così agevolmente su altri dati del tema, ma certamente non più con marte.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 25 novembre 2012
@ALIX

Riguardo alla "minaccia nettuniana"...certo, si fa per dire, ma in marte opposto a nettuno (te lo sei dimenticato questo aspetto, tipo lapsus Freudiano, visto che dici che ti fa solo aspetti positivi ?? eh...eh...) c'è simbolicamente questo contenuto, visto che marte, pure in I, lo deve "gestire" in qualche modo...quindi o lo "combatte" o si "arrende".....

Alix...come vivi dunque, questo "conflitto"...a parer tuo, visto che non ti riconosci nella mia interpretazione ??

Perchè se dell'umanistica rifiuti il principio dello specchio dei contenuti e pure il significato degli aspetti (cioè che in questo aspetto un conflitto, perlomeno, c'è)...cos'è che ne salvi, eh...eh...??

ciao

lara




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 25 novembre 2012
Uhhhh, quanta roba, non capirò mai le dinamiche dei tempi del blog, in certi momenti è assolutamente statico e in altri arriva tutto insieme :)


Deva.....ho un grande senso dell'ironia e mi piace divertirmi, mi sono fatta una gran risata, ma come ti è balenata in mente questa della 'minaccia nettuniana'
Sembravi un tantinello 'esasperata' :)))))
quasi sull'orlo di una crisi di nervi!

E comunque credo sei fuori strada a pensare che io lo possa ritenere una minaccia, nettuno mi fà solo buoni aspetti nel tema, direi che viaggio molto bene sull'Onda.

Cercavo solo di comprendere una parte della visione umanistica o vostra in specifico, che rispetto a tante cose che si sono dette quì nel corso dei due anni, non solo ora dunque, non mi convince rispetto a certe questioni.
Vorrei anche ricordare però, che io personalmente rispetto ai miei modi di pensare che implicano il 'principio di interferenza' che quindi non ritiene gli eventi esterni come conseguenza assoluta e sopratutto 'unica' di uno specchio di condizioni interiori personali, non devo pormi questa domanda.

Ad ogni modo una cosa importante l'hai detta, e cioè che almeno per ciò che riguarda te, non so le altre....... questa tua visione:
"ti fà sentire meglio".

Sai che mi domandavo proprio questo in questi giorni perchè questo dato assai curioso:
in due anni non mi pare di averlo mai sentito dichiarare da nessuno e sono quasi certa di aver scorso tanti post anche in passato con numerosissime bloggers transitanti, dove questa cosa molto 'stranamente', molto semplice non veniva mai detta.
Tanta ricerca, tanta analisi ma poi nessuno che venisse mai a dire che dopo, le loro vite erano migliorate di una virgola rispetto a prima.

Il chè cominciava a farmi avere il vago sospetto che l'umanistica come l'astrologia fosse una materia che esercitava un grandissimo fascino intellettuale e filosofico, certamente utile per conoscersi dentro e scoprire tante cose, ma poi alla resa dei conti finale non incidente in pratica per il miglioramento 'reale' della vita delle persone secondo loro visione.

Mi piacerebbe però sentire questa 'campana' più spesso dato che mi pare di non averla sentita come dato 'ricorrente' in precedenza e questo mi è parso un dato 'strano' visto l'entusiasmo con cui è approcciata la materia.

ciao ragazze, grazie per i vostri interventi
un caro saluto a tutte
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito domenica 25 novembre 2012
@LARA

Sono d'accordo con quanto dici.

E' proprio così, questa astrologia è uno strumento che ci permette di..stare meglio...e alla fin fine, al di là di teorie astratte, è questo ciò che conta veramente.

Io devo tantissimo all'astrologia perchè mi ha veramente permesso di comprendere ciò che in oltre un decennio precedente, ho cercato di intuire un pò alla ceca con un introspezione "selvaggia" ma che andava a tastoni, senza una direzione, senza alcuna "mappa".

L'astrologia mi ha permesso di avere una mappa e di dipanare, uno alla volta, tutti i fili della matassa ingarbugliata che avevo dentro.

Piano, piano ho messo ordine, riuscendo finalmente a dare un nome a quei contenuti che intuivo dentro di me, ma che non sapevo come incontrare, definire e comprendere veramente.

Poi il riconoscere l'incredibile corrispondenza tra dentro e fuori, per me è stata ed è ancora fonte di grande meraviglia e di senso di unità con la vita.

Quest'anno ho vissuto momenti molto difficili per questioni di salute personale e di mio padre e scorgere nei transiti il senso profondo di ciò che era necessario comprendere e integrare è stato di un importanza fondamentale.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito sabato 24 novembre 2012
...suvvia, Alix, ovviamente prescindendo dal caso specifico che poni, ma davvero pensi che uno psicoanalista solo perchè a sua volta è stato in analisi abbia davvero piena coscienza di sé e delle proprie dinamiche...? o un monaco perchè monaco?

Ma a parte questo, che mi pare piuttosto scontato, quello che tenevo a dire, soprattutto a Rouge che vi si sta avvicinando ora, è che, sempre secondo me, quest'astrologia è molto più concreta di quanto non si voglia credere. Serve a vivere meglio, a non farsi travolgere dalle difficoltà, dal dolore.

Io almeno l'ho sperimentata così. Come tutti qui credo, l'ho incontrata in un periodo difficile. Le risposte che cercavo sono arrivate, concrete e precise, ma dopo aver messo in discussione tutto il mio modo di pensare. Che prevedeva che i più tra "gli altri" avessero un atteggiamento ostile verso di me, che fossi un' incompresa, un'aliena in questo mondo. Ho passato notti a studiare il mio Chirone in undicesima, la mia Luna congiunta a Urano, mesi sul mio Mercurio-Plutone e su quella benedetta quadratura da Marte in settima e altri ancora sul mio Sole Leone. Ho capito molto di me, degli altri e soprattutto di me in relazione agli altri. Non tutto, certo....nonostante qualche mese me lo sia fatta anche di psicanalisi. Ora vivo meglio, so perchè nella mia vita in alcuni casi ho attirato violenza e in altri amicizia e affetti, ho un codice di pensiero. Mi sembra qualcosa di molto tangibile.

saluti, Lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito sabato 24 novembre 2012
Cara Alix,
fare un lavoro su se stessi o addirittura essere psicoterapeuti non credo ci metta al riparo dal fare certe esperienze. Non è un fatto scontato: non possiamo sapere l'anima di questa persona quali vie ha deciso di percorrere, quali prove ha deciso di affrontare e perché. Mi rendo conto che stiamo andando su un terreno delicatissimo perché l'argomento ci tocca tutte sul vivo. Forse Nettuno è anche questo: è un atto di fede. Non intendo necessariamente verso un credo religioso: nei confronti della vita stessa, che ha per noi dei progetti che vanno al di là di ciò che possiamo programmare e pensare, e che è fatta in larga misura da eventi che non possiamo controllare. Possiamo passare utilissime ore a fare analisi, ipotesi e speculazioni su di un tema natale, su di un simbolo, su di un transito. E' bellissimo tutto questo, magari ne fossi capace anche io almeno la metà di quanto lo siete voi! Ma la vita non è solo questo. Arriva, irrompe all'improvviso e sconvolge tutto, nel bene e nel male, perché siamo parte di un progetto enorme, che ci trascende. A certe cose a mio parere non può dare risposta né l'astrologia, né la filosofia, né la religione. So che probabilmente anche i miei argomenti non ti soddisferanno ma va bene così, lo accetto e non tenterò di farti cambiare idea perché questo è il mio sentire e solo il mio.
E ti sta parlando una che si è avvicinata all'astrologia con lo spirito di voler tutto capire, tutto prevedere, tutto controllare perché ho sempre avuto una gran paura di vivere. Ora nonostante stia capendo se possibile ancor meno, paradossalmente ho meno paura. Forse questo sta cambiando in me da quando mi interesso all'astrologia.
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 24 novembre 2012
@ALIX

io ci provo ancora una volta a risponderti...

Cosa vuol dire Alix che una psicoterapeuta ha "indiscutibilmente e perfettamente trasceso evoluto compreso e risolto le sue dinamiche " ???

Ma come si fa a giudicare la dimensione interiore di un'altra persona, Alix...?? non è possibile...non è nostro compito e non è il punto della questione.

Non lo so perchè questa psicologa è stata barbaramente massacrata, Alix...NON LO SO...!!!

CApisci che quando noi ti diciamo che NON SI POSSONO dare prove di questa visione delle cose è proprio perchè NON SI POSSONO dare prove.

Se tu interpreti questa nostra posizione come uno "svicolare" è perchè non riesci a comprende il senso di un percorso che è SOLO ed esclusivamente interiore.

Perchè ti intestardisci a cercare risposte esterne, quando è dentro di te che devi guardare ??

La tua vita rispecchia i tuoi contenuti ?? Se ritieni di no, va bene, Alix...fermati...lascia perdere....non insistere.

Il punto è Alix...che è più difficile guardare dentro di sè e mettersi in discussione, che guardare fuori.

CApisci che questa tua insistenza nel guardare fuori, nel cercare una "regola assoluta" che, ovviamente, non ci può essere, non fa che confermare le tue resistenze....

E' come se dicessi..quando avrò la conferma che questa cosa è vera, allora comincerò a guardarmi dentro...ma la conferma che funziona non la puoi trovare fuori...e questo ti protegge dal guardarti dentro...cioè di "arrenderti" a nettuno.

ciao

lara


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 24 novembre 2012
Ecco ragazze, mi è venuta in mente un'altra cosa che forse riesce a spiegare meglio ciò che vorrei chiedere nel complesso di cose.

Mi è stato raccontato tempo fà il caso di una psicoterapeuta barbaramente massacrata.
Ora, dato che la vittima esercitava professione di psicanalisi degli altri, è scontato ancor più che presumibile che avesse più che 'trasceso' le proprie istanze, anche qualora ve ne fossero di 'torbide' ( e non è nemmeno detto che esistessero dato che non si può verificare su carta natale).
Ora, mi pare di ricordare che abbiate affermato che l'intensità' delle prove che vai ad esperire ed incontrare per comprendere le tue dinamiche è direttamente proporzionale a 'specchio' conseguente del tipo di lavoro che fai su di te e le tue dinamiche.
Quindi non mi torna tra le altre cose il fatto del perchè, una persona che indiscutibilmente ha perfettamente trasceso, evoluto, compreso e risolto le sue dinamiche 'incrocerebbe' poi lo stesso, le manifestazioni di un fuori anomalo che dovrebbe essere lo specchio di un dentro che la persona 'ha' trasceso.
Potrei citare anche il caso dei monaci tibetani che per intendimento diffuso vivrebbero soltanto di un'anima trascendente e spiritualità ma poi si danno autonomamente 'fuoco' e muoiano bruciati vivi per protesta politica.
Non sò se sono riuscita a rendere meglio almeno una delle idee/domanda.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito sabato 24 novembre 2012
@ALIX

Non è ostinazione la tua...??!!

CAspita, come definiresti il fatto che continui, ancora a chiederci quello che ti abbiamo detto che non è possibile darti ??

Sai che ti dico...va bene, la nettunianità umanistica nasconde una sorta di "campo illusorio della percezione " ....noi siamo delle credulone che subiscono l'annebbiamento percettivo di nettuno.

Ma tu sei al sicuro, perchè ti difenderai ad oltranza dall'incombente minaccia nettuniana...così sarai certa di non essere catturata nel suo campo illusorio.

Resisti...resisti...tieni duro eh, perchè nettuno sta così poco ad insinuarsi ad ogni minimo cedimento.

Buttiamola su ridere, va....

lara


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 24 novembre 2012
Ringrazio Lola per l'intervento e saluto caramente Rougemonique.

Ragazze, temo di non riuscire a far capire bene cosa stò chiedendo, voi continuate a 'riportare' il discorso sul 'vostro' sentire personale soggettivo, è come se mi 'rigiraste la frittata' mentre io stò cercando una analisi del concetto che esprimete in rapporto a certe questioni.
Vorrei proprio sapere come le 'leggereste' analizzandone il tipo di dinamiche possibili che pensate possano essere in atto per produrre 'specchi' simili e se dopo, fatto questo, vi riuscirebbero a tornare ugualmente quegli stessi 'principi'.
Deva non è 'ostinazione', dato che ci siamo trovate su questo discorso cercavo di porre degli interrogativi che mi sono posta, per me se volete possiamo parlare anche di musica.
Vedete dato, che come dice giustamente Lara i simboli possono essere letti in modo ambivalente, non vorrei che tutta questa Nettunianità Umanistica nascondesse una sorta di 'campo illusorio della percezione' anch'esso regno nettuniano.
Deva un 'conflitto' è una cosa che ti crea 'problematiche', perchè credi mi crei problematiche personali l'orientamento umanistico, visto che ho spesso dichiarato che ho una visione delle cose che assembla concetti derivanti da tanti orientamenti che per me andrebbero considerati ,anche diversificati, e quindi non mi crea certo 'dissonanze' che a voi vada bene assolutamente così.

Stò quì a fare un pò la 'voce' fuori dal coro se permetti, se potete rispondere ,rispondete senza rigirare, se no mi dite o che la domanda è posta male o che non ha possibilità di una risposta 'mirata' adeguata.

Circa la nettunianità dell'utilizzo del blog, tutto l'utilizzo nel web è da considerarsi nettuniano dato che si parla di 'navigare', quindi il blog non è che lo è di più perchè tratta di umanistica.
E giusto perchè è sempre 'nettuniano', anche per vostra informazione in caso non lo sapeste, è di recente nota una nuova sindrome da 'dipendenza' da internet di cui sono già stati classificati diversi sintomi.

Per rispondere invece ancora a Deva circa il mio utilizzo del blog, visto che la mia nettunianità la vivo più di creatività, musica, cinema, il tipo di analogia che ho riscontrato è unicamente che il blog stà accompagnando ,per cause di forza maggiore, il mio stato di affaticamento dovuto all'adenoma che mi ha costretto da due anni ad una vita molto meno 'attiva'.
E dato che non mi piacciono ne social ne chat, questo blog è un mezzo di interloquire, trascorrere del tempo senza dovermi affaticare fisicamente, parlando di tanti argomenti interessanti.

A volte le spiegazioni sono molto meno psicoastruse di quel che si pensa :)


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito venerdì 23 novembre 2012
No, Alix, scusa, non ho detto di non riuscire a darti una risposta: ho detto di non voler dare una risposta ad una domanda posta come la tua, ovvero: "perchè un neonato viene picchiato dal genitore, perchè una donna viene violentata?". Personalmente - cerco di spiegarmi meglio - non trovo etico dissertare della sofferenza di qualcuno che non sono io, fare ipotesi su esistenze che non conosco, inseguendo una prova del nove di un sistema di pensiero che la mia esperienza mi ha già confermato essere valido.

Poi mi sembra che insisti sul punto della autoreposabilità ma tralasci che il punto di partenza dell'umanistica è che l'uomo, ogni uomo, con la sua unicità, fotografata dal suo tema natale unico e irripetibile, è parte di un universo che ha un suo movimento e in cui la vita di ognuno è legata a quella degli altri.
L'autoresponsabilità, a mio parere, è il punto successivo, quello che porta ognuno di noi a vivere secondo il nostro progetto di vita con la maggiore consapevolezza possibile.

Infine: attenzione - se posso - a pensare che un pianeta del nostro tema possa essere vissuto in un modo soltanto: è un simbolo e può essere interpretato e vissuto in modi diversi: Nettuno può rappresentare il pensiero artistico ma questo non significa che non possa riguardare anche il pensiero religioso o un ideale sociale.

Così il Sole: siamo noi, è il nostro progetto di vita ma, se donne, può essere "anche" il nostro compagno, oltre che il nostro archetipo maschile: vivere una sola di queste simbologie può risultare alla lunga frustrante. Neanche a dirsi, è ovviamente la mia esperienza.

Ciao, Lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 23 novembre 2012
@ALIX

Scusa, Alix...rileggi i tuoi interventi...e coglierai, FORSE, l'ostinazione con cui stai ribadendo continuamente la stessa cosa.

Cerchi prove, Alix...e ti è stato detto in tutti i modi, non solo da me, che prove non ce ne sono.

Cos’è che non ti è chiaro del fatto che PROVE non ce ne sono ???

O SENTI che la vita è uno specchio o non lo senti. NOn c'è altro da dire, o da capire o da dimostrare.

Siamo nel regno di nettuno, Alix...un "regno" in cui non servono più prove, verifiche, conferme, perchè è il regno dell'interezza che tutto comprende, dove non c'è più separazione tra dentro e fuori.

La tua ostinazione ...fa proprio pensare al conflitto tra marte e nettuno, perchè, in caso contrario, ti limiteresti a dire che non condividi l'umanistica per questa visione delle cose...e pace in gloria….visto che sei liberissima di non condividerla.

Poi….alla fine dici…..”cosa diresti…ecc…ecc…che dato i suoi contenuti …se LO è VOLUTO ???

Alix….guarda….non è proprio così….se dopo mesi e mesi di confronti su questi argomenti, tu continui a confondere il concetto di CONTENUTI interiori ….con “ se l’è voluto” ….vuol dire che non ti interessa proprio COMPRENDERE….ma stai strenuamente cercando di DIFENDERE la tua posizione di fronte ad un istanza che ti fa paura = marte opposto a nettuno.

Il punto è che che questo conflitto è dentro di te, quindi se non lo vuoi VEDERE e affrontare, l’unica che ci rimette, sei tu.

lara


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito venerdì 23 novembre 2012
Alix, ragazze:
non so perché accadano nel mondo cose terribili, fatti orrendi e gravissimi. Me lo domando, ma certe cose "sono e basta" e io davvero non ho una spiegazione e non c'è nulla che io possa fare per averla, e nessuno al quale domandarla. E tuttavia, tornando a me, da qualche anno a questa parte ho la sensazione che, per quanto riguarda me stessa e la mia vita, sono io che mi porto dentro dei contenuti: e questo è un fatto innegabile. Me li porto apposta per elaborarli e per risolverli e quindi la vita mi risponde di conseguenza. Non so se per gli altri valga la stessa cosa. Davvero, non ne ho idea. Però per me è così e credo sia sufficiente, come punto di partenza. Credo che ognuno di noi abbia il suo "sistema di valori", i suoi schemi, le sue credenze. Per me una cosa è vera quando risuona con qualcosa che ho già dentro, e capisco che questo "quid" può essere diverso per ognuno di noi. Il bello è proprio questo: il sentire può non essere uguale per tutti, però è proprio così che ci arricchiamo a vicenda.
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 23 novembre 2012
Ma Deva, tu non consideri che io ho vissuto in un mondo 'artistico' tutta la vita e ho una personalità artistica, io non ho bisogno di vivere nettuno attraverso l'altro, nemmeno il nettuno spirituale che vivo naturalmente attraverso questa espressione.
Casomai è l'altro in generale ,quando mi incrocia, che lo vive o lo ha vissuto attraverso di me o i simboli che ho spesso proposto e utilizzato.
Ti dirò che anche c'è stato spesso un interscambio con le persone che ho scelto come compagni che hanno sempre avuto anche 'loro' delle doti artistiche spiccate, anche se espresse nei meriti in modi differenti.
La tua analisi è ottima.....applicata a una persona che non ha nessuna inclinazione artistica di nessun genere.
E fai conto che ho fatto analisi anche prima di approcciarmi all'umanistica, mi conosco 'bene'.
Non dimenticarti che le personalità artistiche tendono ad esulare da un contesto 'normale' di risposta psicologica, per loro 'natura' appunto.
E infatti credo che con loro gli psicologi (a meno che non siano anche loro dotati di tendenze creative) sono spesso in 'difficoltà' a catturarne bene l'essenza.

Poi cosa centra la spiritualità in questo caso?
Dato che voi trattate di umanistica da più tempo di me, cercavo una risposta il più possibile 'concreta' sulla base di ciò che 'voi' dichiarate rispetto a certi eventi estremi che mi creano 'perplessità' nell'applicazione di certi concetti.
Se me la sapete dare o se vi disponete a farmi capire qualcosa che magari non ho capito ok, se no vuol dire che annaspate nel buio.

Non metto in dubbio il vostro personale percorso di autocoscienza personale ragazze, voglio comprendere bene come questo concetto di 'totale autoresponsabilità' si possa applicare a persone che ,ad esempio, hanno subito 'abusi'.

A volte Deva dai tuoi discorsi mi sembra vuoi togliere alle persone 'anche' il 'sacrosanto diritto' di ritenersi più che giustamente 'vittime' di qualcuno o di qualcosa di 'infame'.

Avevo trovato anche degli articoli di Lidia rispetto alle dinamiche delle donne vittime di violenze familiari, ma nemmeno la sua competenza è riuscita a 'convincermi' che le cose possano funzionare esattamente così.
Per certe 'parti' forse, in certi 'contesti' e dinamiche, ma non completamente e sempre.

Insomma Deva, non devi analizzare le mie istanze, preferirei tu mi dicessi esattamente come applichi questo concetto dello 'specchio' a questi casi specifici.
Cosa andresti a dire 'tu' materialmente ad una persona vittima di queste cose, che dato i suoi contenuti se lo è voluto?

Ringrazio Lara, per l'ammissione di non riuscire a darmi una risposta per questi casi.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lola
inserito giovedì 22 novembre 2012
Ciao Alix,
Penso che ognuno di noi deve trovare nella vita la propria verita',la propria fede. Non ci sono risposte certe per nessuno e non ci sono teorie piu' valide di altre.
Piu'si cercano risposte logiche o almeno oggettive, piu' ci si allontana dal 'sentire'. Ovviamente il confronto con gli altri e' sempre interessante e costruttivo ma nella consapevolezza che la visione della vita e' estremamente soggettiva e che nessuno di noi puo' portare 'prove'di quello sente. E' questo secondo me che ci rende unici, anche se questa unicita' puo' farci sentire piu' soli.
Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito giovedì 22 novembre 2012
Alix, personalmente non mi arrogherei mai la presunzione di spiegare secondo i concetti dell'umanistica perchè un neonato viene picchiato o una donna violentata.

Io posso solo spiegare a me stessa perchè, secondo quei principi, "io" ho subito una violenza.

Poi, dal mio vissuto posso arrivare anche a concepire una regola universale: ma valida per me, per il mio punto di vista, non per quello del neonato o della donna violentata.

Lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 22 novembre 2012
ciao Alix

mi permetto di fare una considerazione sul tuo tema.

Tu hai marte in I quadrato al sole, e da questo aspetto si evince la tua grande ostinazione.

Marte oppone nettuno in VII che a sua volta quadra il sole.

Guarda un po’, il contraddittorio in questo forum ...riguarda proprio la tua strenua "difesa" contro la visione spirituale (nettuno) dell'astrologia umanistica.

Il conflitto tra "te e l'altro" che si concretizza in questo forum si manifesta nella tua "resistenza" (marte in toro) all'apertura a qualcosa di "altro" (nettuno) rispetto ad una visione strettamente razionale e scientifica (sole urano).

In sostanza, in questo sito tu trovi “l’altro” nettuniano che non hai integrato in te.

Il punto è che questi pianeti ti appartengono tutti (sia il marte in I che nettuno in VII)...e quindi il conflitto è tra due parti di te che non riescono ancora a comunicare.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 22 novembre 2012
Lara, mi sembrava giusto aggiungere che io non metto affatto in dubbio l'utilità dell'astrologia umanistica, non per nulla ha attratto la mia attenzione proprio per i tipi di articoli messi in rete da Lidia.
Le sue 'trattazioni' mi hanno fatto scoprire tanti riscontri evidenti in vari temi astrologici rispetto alle storie che conoscevo dei soggetti, non solo per la mia dunque.
La segnalo spesso come 'fonte' di utile lettura a chiunque sia interessato alla psicologia e all'astrologia.
Semplicemente non condivido alcuni concetti che mi paiono una esasperazione non tanto dell'umanistica in se ma della psicologia stessa, tantopiù che mi è inevitabile avere anche altre idee che provengono da altre fonti o da mie stesse intuizioni, sebbene impossibili da avvalorare se non ne fai una ricerca vera e propria a largo spettro includendo esperti di altre discipline.
Ma dato che non faccio questo lavoro, mi accontento di seguire il mio interesse a titolo di condivisioni con altri.
E mi formulo anche le 'mie' di teorie come qualsiasi 'outsider'.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 22 novembre 2012
E no Lara, un concetto per essere valido deve venire messo alla prova proprio sul caso estremo, altrimenti è come dire che per le cose e i problemucci minimi di tutti i giorni funziona e le altre no.
Come se fosse una vostra affabulazione della 'percezione'.
Se la realtà esterna per voi rispecchia assolutamente i contenuti astrologici interni ed senza meno così, allora anche la realtà esterna che incontrasse un neonato preso a botte e magari ucciso dal genitore stesso, tecnicamente dovrebbe voler dire a conseguenza logica di questo pensiero a specchio che propugnate, che ha incontrato un suo contenuto interiore.
E quando avrebbe potuto di grazia modificarlo in se stesso il neonato questo contenuto visto che non avrebbe ovviamente ancora la coscienza per farlo??? Quindi che vorrebbe dire per voi che sarebbe 'inevitabile', destinico, scritto ???
E resta il fatto di doversi cmq chiedere, ma quali 'orribili' contenuti e responsabilità personali pensate possa portare in se un soggetto appena nato per incontrare realtà esterne così tragiche con cui dovrà fare i conti magari tutta la vita???
Ed è giusto un esempio, se ne potrebbero fare altri mille.

Sono queste le domande che mi faccio rispetto a certe proposte umanistiche.
Non si può ritenere valido il concetto 'solo' da certe età in poi e per certe persone, o un senso deve averlo applicabile ad ogni evento possibile immaginabile o c'è qualcosa che non và nella formulazione del concetto stesso.

Non è una questione di un sentire e non sentire tutto vostro 'egocentrato' e vissuto all'interno delle proprie percezioni personali, è fare delle considerazioni di più ampio respiro che includano una concezione globale di quel che si vede accadere e dare un 'senso' anche a quelle.
Non ha niente a che vedere nemmeno con la trascendenza.

Per questo motivo non condivido questo concetto.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito giovedì 22 novembre 2012
Alix, ieri sera avevo scritto un lungo post in risposta alla tua richiesta. Per errore non ho inserito il nome all'invio e il mio post si è perso nel web.

In sintesi ti dicevo che non è nei casi eclatanti di dolore e violenza che si possono trovare le risposte ai dubbi sulla bontà della visione dell'astrologia umanistica. Bontà della quale nessuno potrà (e, qui, di conseguenza nessuno vorrà) convincerti perchè è sui dolori, sulle difficoltà e sulle violenze delle nostre vite più o meno "normali" che la visione dell'astrologia umanistica va messa alla prova.

Magari più in là aggiungerò quello che si è perso nella sintesi

Ciao, Lara



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 21 novembre 2012
@ALIX

Ah, ti assicuro che non troverai mai "possibili dinamiche di vari schemi di eventi..ecc..ecc." da trovare accettabili o realistiche, visto che si tratta di un percorso interiore.

Non ha niente a che fare con un giudizio esterno su eventi altrui, Alix.

E' esattamente l'opposto. E' un volgere lo sguardo da fuori a dentro se stessi. E' questo il punto di partenza.

lara


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 21 novembre 2012
Si Lara, l'articolo l'avevo già letto tanto tempo fà, me lo sono riletto ad ogni modo.
Comunque rimangono delle cose che non mi tornano, almeno per ciò che riguarda la mia esperienza personale, nel senso che sebbene ciò che descrive Lidia è un percorso che così si è manifestato, compresa una certa evidente 'cooperazione dell'universo' in specie in almeno due momenti particolari molto importanti per me, la sensazione è sempre di sottofondo che a me il mondo non piace e avrei preferito non starci.
Evidentemente nonostante ciò l'universo deve avere una strana simpatia per me :)

Al momento il motivo più grande per me di essere quì ed eventualmente lottare anche per restarci è solo l'Amore per mio marito.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 21 novembre 2012
Va bene, il discorso allora in conclusione è che nessuno sembra riuscire a dare risposte per me valide ai miei quesiti.

Non è una problematica per me, non è nemmeno una questione personale, è solo studiare le possibili dinamiche di vari schemi di eventi con delle ipotesi che io trovi 'accettabili' e 'realistiche'.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 21 novembre 2012
@ALIX

Ascolta, abbiamo parlato tante volte di queste cose, e se ricominciamo è probabile che finiremo allo stesso punto di incomprensione reciproca, quindi, personalmente, non credo sia il caso.

Non ci sono prove che ti posso dare, Alix.
Se per te questa visione delle cose non è vera....semplicemente...NON è VERA. punto...non c'è niente di razionale e logico nel ritenere la vita uno specchio.
Chi SENTE questo semplicemente SA che è vero, che è così, e ha continuamente conferme di questa corrispondenza.

Le tue perplessità, il motivare la tua non condivisione riferendoti a situazioni esterne (casi di persone innocenti coinvolti in fatti gravi) riguardano solo il fatto che continui a cercare fuori le risposte.

Alix…va benissimo… questo è quello che senti, quindi è certo che NIENTE di ciò che io o chiunque altro potremmo dirti, cambierà il tuo sentire, perchè non si "arriva" con la testa a questo, non si arriva col ragionamento.

Riguardo al piangere e vittimizzarsi...appunto, tu prendi alla lettera quello che alla lettera non va preso..certo che non si tratta di "passare la vita a piangere"....Alix...non intendevo dire certo questo...


lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 21 novembre 2012
Deva, vorrei continuare più in specifico, ma perchè pensi che le persone che non condividono questo 'concetto' passino la vita a piangere, vittimizzarsi etc etc, cercare la ragione e la natura delle cose non significa che stanno passando il loro tempo nei modi che elenchi, questa è una idea tutta tua, oppure riguarda certe persone e non altre.

Comunque io vorrei davvero tanto che partendo dal concetto che i contenuti ti fanno incontrare le cose che erano assolutamente quelle 'giuste' per te, questo è quello che dici, tu analizzassi e applicassi questo concetto ad un fatto molto grave e orrendo.
E lo analizzi da quel punto di vista......
se no quì parliamo di farfalle
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 21 novembre 2012
Deva, ragazze, ma un cammino che non è o non era quello pensato o voluto non è necessariamente 'doloroso', semplicemente non è quello, non c'è altro.
A volte penso che sentiate le emozioni come 'ferri arroventati' in voi, molto diversamente da me, con la mia Luna capricorno, io non sento 'visceralmente', quindi anche i miei quesiti, le mie domande, il mio rapporto con le sensazioni temo siano alquanto diversi così come le finalità delle mie ricerche.


Quello dei contenuti è discorso già fatto, per quanto mi riguarda credo solo in parte che le proprie realtà del fuori rappresentino solo ciò che un soggetto ha dentro, e questo semplicemente perchè, se sposto il concetto da me ad un sociale dove accadono cose e questioni veramente 'turpi' che si possono osservare ogni giorno, non condivido che si possa dire che se una viene selvaggiamente stuprata da un branco o un'altro ammazzato da un pazzo e fatto a pezzi è dipeso dai suoi contenuti, a meno che il soggetto non faccia un tipo di vita che possa esporlo per qualche ragione a rischi simili.
Ma dato che non è sempre così e il 'turpe' si inserisce anche in contesti sereni, è un discorso che francamente, mi sembra abbia un fondamento con un che di 'distorto'.
La ritengo una 'violenza ideologica' ulteriore nei confronti delle persone che subiscono atti gravi.

Poi se volete riuscire a farmi capire meglio, non applicando questo concetto alle vostre vite tutto sommato 'normali' ma a qualche evento di questi, così magari capisco meglio come li interpretereste vi ringrazierei.

Ci sono tanti casi di cronaca nera che hanno anche vittime innocenti direi, che su cui potete fare le vostre riflessioni.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 21 novembre 2012
ALIX, ritengo che Lara ti abbia perfettamente risposto.

Il fatto di dire che il tuo “progetto” solare non si sia realizzato perché non è accaduto ciò che tu volevi e ti aspettavi, semplicemente non è in linea con l’astrologia umanistica, che si prefigge di guardare dentro per comprendere il “fuori”.

Puoi non condividerla e non ritenerla in linea con la tua natura, ma questa è.

Per ROUGEMONIQUE

Credo che più si riconosce la vita come uno specchio e quindi si smette di lamentarsi, di piangersi addosso (non mi riferisco a te, parlo in generale, partendo da me in primis) di incolpare i genitori, il fidanzato, la società e il destino, più questo continuo confronto tra dentro e fuori diventa meno impervio e doloroso perché si accettano le esperienze, non più con passività e vittimismo, ma con la consapevolezza che stanno semplicemente riflettendo la nostra interiorità e quindi ci danno l’opportunità di comprendere cosa sia necessario per crescere.

Ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX x Lidia
inserito martedì 20 novembre 2012
Lidia, è da un pò che volevo farti una domanda.
Mi ricordo che in sede plutoniana avevi detto che 'saturno/plutone' possono rappresentare il 'male' assoluto.
Ecco, ma la congiunzione dei due pianeti si formerà inevitabilmente in Capricorno nel gennaio 2020.
Cosa potrebbe significare, secondo la tua interpretazione, questa formazione così 'dura'.
C'è chi già ha avanzato ipotesi, che non riporto, ma mi interessava sapere tu come la leggeresti.

grazie
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito martedì 20 novembre 2012
Per Alix. Ti segnalo un articolo molto interessante e utile di Lidia in tema "progetto solare" pubblicato su "convivio astrologico", per il caso in cui non lo avessi letto.

Aggiungo un'ultima considerazione personale sul tema Sole Leone-Nettuno (...poi magari la pianterò). Da Sole Leone anche io per molti anni ho pensato che la mia realizzazione passasse per riconoscimento e successo. Con il tempo (...e le botte prese) ho capito che non era per la mia di centralità che dovevo utilizzare le mie risorse ma per finalità che mi "trascendevano": solo quando della mia immagine, del mio risultato personale non mi è interessato...solo allora ho raggiunto quel senso di appartenenza al "mio" progetto, quella consapevolezza di cui parla Deva e che - solo da allora - ho compreso. Tutto questo credo che sia un "omaggio" di Nettuno. Non era quello che pensavo prima, è altro, ma va bene così. E ovviamente io quale sia per intero e per davvero il "mio" progetto di vita non lo so, so che è nel mio tema e che a saperlo leggere probabilmente vivrei meglio, ma tant'è.

saluti,
Lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 20 novembre 2012
Deva non ho mai pensato lontanamente di essere come te e non vorrei nemmeno, essendo tu un'altra persona, non mi è mai interessato indossare panni altrui.
Nonostante quello che può sembrare da alcuni discorsi, mi trovo benissimo nei miei:)

Il senso della domanda può essere compreso da chi magari quì prova le stesse sensazioni, se tu non le provi và bene che ti sfugga il quesito o che tu non ritenga di voler rispondere.

La domanda mi pare chiara, dato che i simboli dei miei contenuti interiori erano espressi anche prima, perfettamente in linea con ciò che rappresenta il segno e i vari aspetti,quindi tecnicamente stavo 'realizzando' l' espressione migliore della mia Anima nel mondo, mi chiedevo a cosa dovrei attribuire un cambiamento che invece poi è andato in diversa direzione 'meno' in linea.
E se questo può avere un qualche significato particolare.

Una domanda come un altra,giusto per farci delle considerazioni, chi voleva poteva fare ipotesi tenendo conto che quello che è accaduto, se analizzo i fatti è che sembra aver indirizzato l'espressione verso un progetto Lunar/capricornico più che Solar/leonino.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito martedì 20 novembre 2012
Buongiorno a tutti!
Che la vita sia lo specchio dei contenuti interiori che mi porto dentro, a questo punto fin da prima di nascere, è una riflessione che ultimamente mi sta prendendo molto. Prima non la pensavo così: credevo che tutto il dolore, la solitudine, la disperazione che vivo (ma anche la gioia, la serenità e la felicità) fossero sempre causate degl’altri o comunque da circostanze esterne alla mia persona. Ma da quando ho messo in discussione tutta me stessa, fin dalle radici, sento che ciò che ha scritto Deva può essere una parte della verità (dico una parte perché immagino la verità come qualcosa di altamente complesso e multiforme, che sfugge all’umana comprensione). Sì: sono io a creare la mia realtà, tutta la mia realtà. Questa cosa mi inquieta, perché, dato che allo stato attuale la mia condizione non mi piace, ciò vuol dire che in buona parte agisco (oppure “vengo agita”) da forze inconsce, sotterranee, potentissime…che possono fare di me e della mia vita ciò che vogliono. Queste forze sono parte di me eppure “non sono me”: non so se riesco a farmi capire. Forse perché non le ho integrate, e neppure so come fare. Certo, l’astrologia può essere uno strumento formidabile sotto questo punto di vista, ma sono ancora alle prime armi.
E mi domando: che ruolo ho nella mia vita? Qual è il mio potere reale? Come posso davvero essere consapevole e quindi prendere le mie decisioni in modo sereno ed equilibrato se la maggior parte dei miei contenuti interiori sono sotterranei e oscuri? In quale misura e fino a che punto posso portarli alla luce? E inoltre: è giusto portarli alla luce (ammesso che vi si riesca)?
Mi interessa approfondire il potere personale nell’ambito del progetto solare. So che nei blog precedenti si è parlato sia di plutone che del progetto solare, ma si vede che quello del potere personale per me è un argomento cruciale, terribile, necessario. La lingua batte dove il dente duole!
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 19 novembre 2012
@ALIX

Due cose.

Primo

Mi è chiaro che siamo diverse e non mi aspetto che tu sia come me….no so cosa te lo faccia pensare.

Secondo

Alla tua domanda rispondo che la tua vita attuale, corrisponde ai tuoi contenuti interiori che sono riflessi dal tema.

Ovviamente, Alix…è questa la mia visione, cioè che il tema ci mostra i nostri contenuti e la vita è uno specchio di questi contenuti, quindi non condivido le premesse che ti portano a questa domanda e nemmeno il senso di questa domanda.

Ciao

lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 19 novembre 2012
Ti seguo benissimo Deva e capisco quello che dici per ciò che riguarda i tuoi modi di sentire , ma io non sono una sagittaria, non ho il tuo assetto astrale, non parliamo delle esperienze di vita che sono state 'immensamente' diverse, non potrei mai sentirmi appagata come te e allo stesso modo tuo, pensando in quel modo lì.

Idem credo qualsiasi altra o altro, perciò trovo naturale che per me l'idea di realizzazione sia qualcosa di differente e che appartiene a me soltanto.

Ad ogni modo, mi sembrava di aver capito, che l'umanistica si propone di far si che sia il soggetto stesso a trovare le sue vie per sentirsi autorealizzato, non ha una direzione univoca di interpretazione valida per tutti.

Nel senso che per me come per chiunque altro, pensare come te risulterebbe ovviamente solo una forzatura, in una direzione che non ha a che vedere con il mio tipo di consapevolezza ne con le mie caratteristiche.

Per me realizzare il progetto del sole è realizzare il progetto di vita così come lo avevi in mente, certo che il suo dipanarsi non è completamente prevedibile ed è soggetto ad una evoluzione, ma anche in un qualsiasi progetto 'costruttivo' di qualunque natura creativa, capita hai voglia, di dover risolvere qualcosa che non era stato pensato a monte, un ostacolo imprevedibile, capita anche di inserire delle 'variabili' modificanti il progetto stesso, ma poi comunque il progetto si 'definisce chiaramente' sia nelle sue linee base sia nelle eventuali variabili aggiunte.

Succede anche che il 'progetto iniziale' venga completamente stravolto e si 'formi' sul campo, proprio mentre lo realizzi esattamente come la vita, ma in ultimo vedi un risultato 'materializzarsi', ti è chiaro insomma il 'risultato ultimo' del progetto.

A me diciamo che non è ancora del tutto chiaro che è successo, visto che la mia vita sembrava avviata nelle direzione volute che assecondavano totalmente un progetto creativo perfettamente in linea con il mio sole Leone e anche con la congiunzione a Urano, con la nettunianità artistica, insomma meglio di così non si poteva proprio, stavo esattamente calata nel 'mio ruolo solare', secondo le corrispondenze astrologiche dell'umanistica stessa.

Il fatto che poi le direzioni siano diventate diverse e incomprensibili per certi aspetti, che significato prenderebbe secondo te?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito lunedì 19 novembre 2012
cari amici,
l'articolo pubblicato con l'ora esatta della nascita di Jung è quello di Maria Teresa Mazzoni la quale ha avuto un lungo carteggio con la figlia di Jung che è astrologa. L'ora è proprio quella che le ha dato lei.. correggendola dopo che era stato erroneamente messo un ascendente Acquario. In effetti, devo dire che non mi sono mai ritrovata con un Jung con il Sole in sesta casa..
Con l'ascendente Capricorno gli viene il Sole in settima ed anche quella venere in sesta casa è molto indicativa dei rapporti non sempre corretti che ha avuto con allieve e pazienti..
A mio avviso molto più rispettoso.. inoltre, l'ascendente Capricorno è molto serio e l'atteggiametno che lui ha avuto nei confronti dello studio e della vita.. è sicuramente più da Capricorno che da Acquario..
Il suo spaziare è dato dal Sole quadrato a Nettuno e dal suo Giove in nona casa.. non c'è bisogno dell'ascendente acquario..
Il suo orario di nascita preciso 18,52.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito lunedì 19 novembre 2012
Ciao Alix

Ti dico il mio pensiero.

Tu descrivi benissimo il concetto di progetto, il punto è che, a mio parere, queste tappe che tu elenchi sono realizzabili, concretamente, per ciò che è “più piccolo di noi”…(tipo,il progetto della realizzazione di un capo di abbigliamento, per fare un esempio) e non per ciò che ci trascende…e io direi che la nostra vita ci trascende…come ci trascende l’universo, nei cui confronti la scienza fa delle ipotesi, formula teorie, ma non può conoscere la verità ultima.

Non so se riesci a seguirmi in questo ragionamento….

Detto questo, è chiaro che è illusorio pensare anche ad una perfetta “autorealizzazione”(se la intendi come perfetta soddisfazione) proprio perché noi non “possediamo” la nostra vita, come potremmo possedere tutto il necessario per realizzare un vestito, o costruire una casa…ecc.

L’astrologia ci permette di comprendere le dinamiche che ci appartengono ma la crescita è un processo in divenire e ciò che diventeremo fra 5 anni…o fra dieci anni, i bisogni che avremo, la consapevolezza che avremmo raggiunto, il tipo di crescita che dovremmo fare, ADESSO non la conosciamo, quindi….di che progetto possiamo parlare ??

Ti dirò…credo che io e te abbiamo anche concetti diversi su cosa sia l’autorealizzazione. Per me vivere con tutta me stessa il processo di consapevolezza, ritenendo comunque, la vita una maestra e gli eventi mai casuali, mi sento profondamente realizzata, pur nelle difficoltà, pur nei momenti di smarrimento o di confusione perché li considero solo tappe della crescita.

Voglio dire che io non credo di dover RAGGIUNGERE o realizzare, qualcosa...è il processo del vivere in consapevolezza, che mi appaga.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito lunedì 19 novembre 2012
x Alix:

anche io un pò ho pensato. in effetti il mio interesse per l'astrologia si è approfondito e ho cominciato seriamente a studiarla con il transito di Plutone.
Che poi avendo Nettuno congiunto al mio Sole, coinvolge tutta me stessa...

Non credo però sia un punto di arrivo per il semplice fatto che sono sempre in cerca, sempre affamata di nuove conoscenze...di sicuro è stata una tappa importantissima e ancora non è il momento di andare oltre evidentemente :)

comunque anch'io non ho cominciato con l'umanistica...i miei primi libri erano di Discepolo!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito lunedì 19 novembre 2012
x stellina blu:

ma certo che non sei diventata "cancerina" all'improvviso.

come dice bene Alix, si tratta di un sentire più vicino al segno progresso. Non diventi Cancro, ma cominci a sentire istanze e sensibilità che tipiche del segno...però non si tratta di cambiamenti "spettacolari", è più il sentire interno che cambia un pò di colore...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito domenica 18 novembre 2012
Per Alix, sul tema di Jung: l'orario di nascita più accreditato sembra essere quello indicato dalla figlia Emma in uno studio astrologico che fece del tema natale del padre e che dava l'ascendente in aquario (cosa che a me sembrerebbe coerente). Sul sito di Eridano è invece pubblicato un lungo articolo che propende per l'orario che darebbe come ascendente il capricorno.

Quanto a Venere in cancro...è anche la mia. Più che all'amore per gli agi, però, la vedrei legata (almeno nel mio caso) ad una certa ansia di cura e protezione (da dare e ricevere)anche questa molto leonina e oggi direi anche deleteria (se inconsapevole) per la crescita personale; il rischio è quello di barattare la propria autonomia con la sicurezza... chissà plutone in opposizione cosa porterà.

ciao, Lara



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 18 novembre 2012
Deva, dato che a volte diamo significati diversi alle parole, per capirsi meglio ti posso spiegare cosa è per me un 'progetto' cosi dopo ,se tu dai altre interpretazioni, possiamo parlarne meglio.

Intanto è bene che tu sappia che quando lavoravo in campo artistico il mio studio aveva come sottotitolo proprio la dicitura:
'progettazione creativa'.
Il progetto intanto è prima di tutto una 'idea' una 'intuizione' una 'immagine mentale' che hai, poi diventa uno 'studio' del progetto stesso, uno stabilirne le possibilità di realizzazione, uno stenderlo su carta e determinarne i contorni e lo sviluppo, le potenzialità e difficoltà di 'attuazione', poi in ultimo si passa alla fase veramente 'realizzativa' in concreto, è quindi in sostanza il Progetto è un'Idea che si 'materializza'.
Lo stesso potrei vedere per il progetto del nostro sole, tantopiù che avevo letto che in umanistica si tendeva a far si che la persona si sentisse completamente 'autorealizzata' dando 'compimento' a quello che sarebbe il proprio progetto.
Quindi volevo tentare di comprendere il motivo per cui ci sono degli aspetti ,che mi sfuggono, rispetto a certi eventi personali che non mi fanno sentire completamente 'così'.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 18 novembre 2012
Sai Lola, che sentirsi 'estranei' a questo mondo sembra quasi una specie di 'epidemia'.
Non sò se siano anche i tempi, se le persone intendano 'estranei al funzionamento del mondo' più che al pianeta stesso, se dipenda da particolari dati astrali, dai flare solari, da 'cambiamenti di energia', da chissà cosa di altro, ma moltissime persone di diverse età vivono questa 'impressione' di essere un pò come degli 'alieni' caduti quì in terra.
Ne avevo già discusso con diverse ragazze quì.....
Personalmente sono una di quelle, e ho sempre espresso che è come se sentissi che almeno una parte di me, è in rapporto con qualcosa di altro che non definirei di natura terrestre.
Nel mio caso però c'è da evidenziare che ho moltissimi rapporti con tutti i transaturniani che, anche per le inclinazioni artistiche, mi mettono naturalmente in rapporto con le dimensioni dell'altrove, qualunque cosa possa significare.


ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lola
inserito sabato 17 novembre 2012
Ciao Alix
grazie x avermi risposto, mi hai dato diversi spunti su cui riflettere. Si, plutone nel mio tn e'determinante soprattutto adesso che transita in 2a casa dove ho 5 pianeti compresi i luminari! Alcune sicurezze che davo ormai x scontate stanno vacillando e credo che mi tocchera' rimettere in discussione alcuni aspetti della mia vita. Plutone riguarda il potere personale che forse negli ultimi anni ho'delegato'in buona parte ad altri.Dici che il mio nettuno piu'che ad idealizzare tende a farmi 'distorcere'la visione delle cose si, e' possibile non l'avevo mai pensato in questi termini e forse e'proprio l'aspetto con kirone a fare la differenza.Resta il fatto che nonostante i valori capricorno che mi vorrebbero realista e concreta,mi son sempre sentita un'aliena! saro'arrivata sulla terra x sbaglio? In effetti ho poco senso di orientamento eheheheh
Grazie
a presto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 17 novembre 2012
Lara, visto che sembri interessarti molto di Jung, che ora hai per la carta astrale?

Io ne ho trovate due 18,52 che piazza l'ascendente in capricorno data per sicuramente certa, ma anche un 19,40 che mi fà un ascendente acquario.
Inoltre in rete ho trovato chi ipotizzava che Jung potesse essere anche un Pesci di ascendente.

A te che risulta???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 17 novembre 2012
X Lara:

Credo che per un Leone il bisogno più assoluto sia di poter manifestare la propria creatività, che poi lo faccia attraverso l'arte o qualsiasi altro interesse di studio o altro possibile mezzo, il fondamento è comunque esprimersi 'creando' qualcosa di nuovo.

I leoni trasformano l'immaginazione in realtà e Jung credo abbia avuto ampie possibilità di fare proprio questo, ha dato realtà ad una 'idea'.

Jung non avrebbe mai potuto diventare un gregario di Freud, i leoni preferiscono essere re di un piccolo regno che sudditi in grandi regni altrui.

Il Leone è sempre generoso, dà comunque, in ogni modo gli sia possibile, questo si, come dici, che sia apprezzato o no.

Resto del parere in ogni modo che certi vantaggi possano diciamo 'coadiuvare' certi percorsi.

Per casualità condivido il tuo stesso mercurio virgineo......ma sono meno adattabile :)
Con la venere cancerina, mi piacciono troppo le comodità....
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 17 novembre 2012
Un appuntino solo per Lola, intendevo farti una precisazione, intendevo dire che in te la concretezza si fà sentire per via di quello stellium di 4 pianeti in capricorno sita in casa 2a in analogia toro, a plutone si riferiscono altre cose, rileggendo la frase mi è venuto il dubbio che impostata così poteva creare confusione sulle caratteristiche di plutone stesso che sono altre!!!


X Stelline:
Non sono ferratissima sulle 'progressioni' ma non devi considerare come se la progressione ti facesse 'cambiare' di segno, no, è solo la possibilità che la progressione inserisca un accenno a qualcosa in analogia con la posizione progressa ma 'sempre' legandola strettamente alla posizione 'originaria'.
Dall'ascendente Pesci ( nettuniano) per le progressioni sarei in Gemelli ( mercuriale) e infatti ,anche se la musica mi è sempre piaciuta e ne ho sempre usufruito, mai come ora sono circondata anche da musicisti e da musica, parlo e leggo di musica, in qualche modo più in 'contatto' con essa, come se questa espressione nella mia vita e nel tempo avesse preso più corpo e maniera di manifestarsi.
Come se nettuno si fosse unito a mercurio.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito sabato 17 novembre 2012
cara Ibiscus,
puoi dirlo ben forte che il transito di congiunzione di plutone alla mia luna-nettuno mi ha scombussolato. Ed è anche vero che ha attivato questi due pianeti. Prima forse li vivevo in modo diverso, so solo che durante quel periodo io ero impermeabile a tutto, non avevo difese. Faccio un esempio. Se incontravo un'amica che stava male per qualcosa, il suo dolore diventava il mio, e stavo male. Forse dovevo solo capire che non potevo continuare ad ingnorare quest'aspetto di me, che dovevo per forza di cose viverlo. ma è stato un periodo duro per me, non lo nascondo...ho dovuto mettermi in discussione completamente e totalmente. poi , come già detto, è arrivata la quadratura di nettuno. nessuna certezza, solo confusione. ahy che fatica!
conosco pochissimo le progressioni. una volta avevo provato a cimentarmi in una possibile interpretazione, ma non capivo più nulla. Il mio sole è appena entrato in cancro...non lo so, Ibiscus, io non mi sento per nulla cancerina, davvero per nulla...ho poi una luna progressa in acquario: onestamente sento più quella: la voglia di cambiamento, di guardare al futuro e di un volontariato internazionale, svolto per gli altri. questa parte dell'astrologia non l'ho mai approfondita, quindi non vado oltre perché rischio di dire assurdità!
però guardo con curiosità al nodo lunare di transito nella mia settima casa. Ora è congiunto al mio urano radix opposto al sole? che ne dici? nuovi incontri o nuovo modo di percepire la relazione con gli altri? mi trovo più a mio agio con i transiti che con le progressioni, non le ho studiate...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 17 novembre 2012
X Ibi:

Sai che il tuo nettuno potrebbe proprio essere coinvolto in questa tua passione per l'astrologia psicologica, senza andare a cercar chissà cosa di altro?
L'astrologia interpretata dal punto di vista esclusivamente umanistico e con una componente di spiritualità, uno 'studio' che senti necessario per capirti psicologicamente e spiritualmente.
Forse tu potresti abbracciare la visione di Deva che è stata molto presente sul blog, prima che tu entrassi in varie discussioni e che comunque puoi ritrovare.

Guarda io ho cominciato a interessarmi a fondo di astrologia ,come ho spesso già raccontato, nel periodo in cui si formò la megacongiunzione saturno urano nettuno in capricorno, dove è sita la mia luna in 10a.
Nel mio caso però io non sono 'approdata' subito all'umanistica, nonostante mi piacesse la psicologia e fosse uno dei miei tanti interessi.

Dall'astrologia ero stata attratta inizialmente dalla sua componente di potenzialità 'previsionale' proprio volta alla lettura dei futuri accadimenti, anche se in essi inserivo delle componenti e funzioni psicologiche.
Cosa che ritengo un'astrologia legata ad Urano.

Poi sono stata molto attratta anche dalla Karmica un tipo di astrologia più legata a Saturno.
In seguito sono approdata anche all'umanistica, un tipo di umanistica però ancora molto legata ad una componente 'destinica' che era quella di Liz Greene che infatti ha scritto 'Astrologia e Destino'.
Solo dopo ho scoperto anche Lidia che ha proposto questa astrologia assolutamente umanistica e con componenti spiritual/evolutive che infatti lei stessa definisce più Nettuniana.

Ma ,come avevo anche detto in questo specifico blog, credo che l'astrologia 'evolverà' in futuro ancora in qualcosa d'altro.
Il risultato cmq è, che io ho inevitabilmente una visione che comprende complessivamente molte diverse interpretazioni ed esperienze astrologiche, tantopiù che mi piace spaziare in tante prospettive di ricerca.
Mi ha interessata tanto anche la 'transgenerazionale' per esempio e proprio di recente stavo cercando di considerare questioni di astrologia armonica.
Come ho detto sono 'distratta' da uraniani estri e ad ogni modo per me l'astrologia non è solo un modo di comprendere me stessa ma una forma di conoscenza legata a tante altre materie!

Potrebbe essere che per te l'astrologia umanistica possa invece rappresentare un punto di riferimento 'unico'.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 17 novembre 2012
Ciao Lola, sono riuscita a dare un'occhiatina al tuo tema, certo che Nettuno lo senti molto data la sua posizione in 12a radix, la casa di sua elezione.
Forse per comprendere meglio e più a fondo quel tuo nettuno dovresti approfondire le tematiche Kironiane visto che nettuno ti fà trigono con l'asteroide.
Personalmente non vedo però troppo la spinta che dici a idealizzare persone e situazioni, che vengono molto più da rapporti forti venere nettuno o luna nettuno o sole nettuno.
Forse c'è più una tendenza in te a 'percepire' in maniera distorta ciò che rappresenta davvero la situazione reale o la persona, il chè è diverso.
Credo però che tutto sommato la concretezza si faccia sentire, probabilmente è decisamente più l'azione di Plutone che stai sentendo.
Primo perchè plutone ti fà trigono radix con luna mercurio venere marte e perciò la sua presenza è molto forte nel tuo tema, ora ulteriormente 'attivata' dal transito plutoniano proprio in capricorno dove tu hai in sede tutti questi pianeti, se poi ci aggiungiamo l'ascendente scorpionico governato sempre da plutone.....
Se cerchi tra i blog ne è stato fatto uno su Plutone con tantissime riflessioni su questo pianeta.
Credo che potrebbe aiutarti a capire alcune dinamiche che hai in atto più questo di pianeta.

ciao, con simpatia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 16 novembre 2012
Utile intervento Ibi, anche da parte mia considero le progressioni un utile componente aggiuntiva ai transiti, anche se poi per questioni di comodità di letture si tende in genere ad usare i soli transiti.
Sono convinta che andrebbero approfondite come metodologia, perchè appunto possono 'svelare' particolari in più, senza dubbio indicativi.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito venerdì 16 novembre 2012
Per Alix, sempre sui leoni-nettuniani, come Jung.

Bè, certo che i leoni stanno più stretti degli altri segni nelle ristrettezze economiche. Io stessa ringrazio il mio Mercurio Vergine che spesso mi riporta alla realtà e annulla qualsiasi ambizione di lusso. In linea di massima direi che il problema della sopravvivenza materiale non è il primo per un leone. Uno degli effetti che il transito di Nettuno dalla decima casa ha lasciato sul mio sole è stato proprio questo: la consapevolezza che per vivere bisogna lavorare. Eppure, come ho già scritto in passato, la mia famiglia di origine non era particolarmente benestante. D'altra parte, posso anche dire che negli ultimi mesi ho radicalmente ridotto i miei consumi: la cosa, sì, mi è seccata (per motivi più sociologici che personali) ma non mi ha condizionato.

Quanto a Jung, che abbia beneficiato delle sicurezze - materiali e direi soprattutto personali - che la moglie gli offriva è indubbio, com'è indubbio che il leone, soprattutto maschio, tende ad adagiarsi sulla sua compagna (come del resto nel mondo animale), ma non credo che questo sia il punto. Quest'estate ho ripreso "diaro di una segreta simmetria" di Carotenuto e mi sembra che anche lì il viaggio del leone ne venga fuori chiaro: un giovane Jung, appassionato ma prepotente e arrogante, trasforma la sua tensione in conoscenza universale cambiando la storia della medicina e anche la nostra. Il punto è quindi sempre lo stesso: uscire da sé, dalla quinta casa alla quale è assegnato il dominio del Sole, rendere universali le proprie scoperte, fruibile la conoscenza. Non credo, sinceramente, che una diversa condizione economica avrebbe potuto fermare un processo di questo tipo.

saluti cari, Lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 16 novembre 2012
@ALIX

Ah, beh...che il sole, ad un certo punto cesserà di esistere, è in analogia con la nostra morte...ma non direi che si possa considerare come "progetto"...

lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito venerdì 16 novembre 2012
Ma certo Alix ci mancherebbe ;)

e come se ci fosse sempre qualcosa che manca, in ogni fase della mia vita...forse è la quadratura LunaUrano con Marte...

è come se vivessi fasi con alcune energie ed esigenze, altre con altre, ma non riesco a farle amalgamare bene assieme...

Nettuno sta nel regno di Saturno, Giove in quello di Nettuno, Saturno in quello di Giove e si quadrano pure...
l'unico che sta a casa sua e che "racconta la sua storia" come a lui si addice è Plutone in Scorpione :)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito venerdì 16 novembre 2012
Ciao Stellina

ci credo che Plutone ti ha scosso, con quella Luna congiunta a Nettuno! ha completamente attivato la congiunzione che probabilmente prima non stavi vivendo, o non attivamente

Non so se conosci la tecnica delle progressioni...pure io poco, però so che seguono i cambiamenti interiori e sono un'utile integrazione dei transiti
Per quanto ne so, è importante monitorare i cambiamenti di segno dei luminari e degli assi.
Nel tuo caso, il tuo Sole è appena entrato in Cancro. :)
Mi sembra di vederci il nuovo interesse per i bambini che dici?

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 16 novembre 2012
Certo Ibi, capisco, era solo per evidenziarti un'eventuale idea da considerare ......niente di più :)
Solo non capisco l'area esatta del tuo sentirti senza una direzione precisa.
Cosa insomma ti crea nel concreto della tua vita questa idea che i pianeti si rincorrano come in un cerchio?


Volevo anche aggiungere una cosa per Lara, una volta mi avevi detto qualcosa a proposito della 'trascendenza' di Jung rispetto al suo sole in Leone, ma lo sapevi che Jung era sposato con una donna ricca sfondata che quindi gli ha permesso di vivere e seguire i suoi studi e ricerche con ampia larghezza di mezzi e comodità?
No, perchè per i Leoni in genere, la necessità di vivere con larghi mezzi sembra quasi una bisogno che ha uno strano collegamento con il loro 'spirito' con la potenzialità di espressione della loro anima, come se, in caso contrario, e naturalmente a diversi livelli di manifestazione, si sentissero un pò come 'bloccati'.
Includi che per via del segno stesso, ciò che a loro pare poco o minimo per altri potrebbe essere l'auspicabile.
Essendo Leone ne ho conosciuti tanti o anche tanti con valori leone spiccati, anche questo è un segno con cui solitamente vado piuttosto in accordo ed ho sempre notato questa cosa, non amano vivere 'stretti'( sempre secondo i loro parametri) e se accade, ciò pesa molto a volte sulla loro espressione realizzativa.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 16 novembre 2012
Stelline, per quello che ho potuto osservare io su certi aspetti Nettuniani, con nettuno c'è sempre il rischio anche di qualcosa di 'fasullo' di 'falso' , sopratutto quando finisce in case 'relazionali'.
Nel mio caso il transito di nettuno in 11a ha evidenziato la 'falsità' di alcune frequentazioni, persone che avevano una specie di 'doppia vita'.
Non tutte ovviamente, anzi da una buona amica ho avuto ulteriori dimostrazioni che fosse davvero una buona amica, Leone as. Acquario, ma era solo per evidenziare una delle mille facce nettuniane.
Avendo io il nettuno anche in 7a, solo dopo anni e anni mi sono resa conto di come e quanto ci fosse una componente di estrema 'falsità' nel il mio ex compagno, di quante cose di se riuscisse a 'nascondermi' con una straordinaria abilità di 'dissimulazione' (un cancerino).
Ora la 'nettunianità' del patner/marito che riscontro nella mia 7a è il fatto che abbia un'anima da 'musicista' e quelle, sempre dei musicisti' sono le nostre frequentazioni.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 16 novembre 2012
Mi ero dimenticata di aggiungere Deva che la tua definizione di 'processo di consapevolezza del sole' più che progetto sole come a qualcosa di 'definito' credo possa essere senza meno da valutare.

x Lara:
Si infatti inizialmente avevo proposto di discutere o del progetto sole per approfondirlo meglio o delle subpersonalità.
Dopo però ho notato che un blog sul progetto sole era già stato fatto nel 2006 o 2007, certo, persone diverse fanno riflessioni diverse e sopratutto analisi riguardanti il proprio di progetto, ma un argomento nuovo nuovo mai toccato poteva essere ancora più interessante.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 16 novembre 2012
Deva, torno sul progetto sole, dato che come tu sai bene all'astrologia umanistica mi sono avvicinata solo 2 anni fà e dunque ci sono delle cose della sua impostazione, come il 'progetto sole' appunto, che devo ancora capire bene per come vengono intese e come si 'applicano' e leggono.
In altre ottiche astrologiche il 'progetto sole' non esiste, in Karmica la direzione del progetto è centrata sul Nodo Nord ad esempio, quindi nella karmica il fulcro sole non è il direttore d'orchestra, ma solo uno dei tanti suonatori.

E si, il progetto del 'sole astronomico' si conosce eccome, il sole è una stella ed i cicli delle stelle agli astronomi sono più che noti.
Attualmente è una nana gialla di tipo spettrale con una produzione di energia stabile, quando inizierà ad esaurire l'energia inizierà un processo di instabilità e attraverserà una fase prima di gigante rossa, poi la stella esploderà per poi collassare su se stessa diventando una nana bianca, per poi raffreddarsi ulteriormente e diventare una nana nera, una stella morta.
Tutto questo processo richiederà circa 5 miliardi di anni, a 3,5 miliardi la terra non esisterà già più spazzata via dall'esplosione solare.
Certo, non è cosa che ci riguardi sui nostri 'brevissimi' tempi ma se mi domandi se è noto il progetto del nostro sole,devo rispondere che si è noto, è il ciclo osservato di tutte le stelle della grandezza più o meno del sole.
Altre molto più grandi quando muoiono diventano roteanti 'pulsar' emettitrici di radioonde, altre ancora 'buchi neri'.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stelline blu
inserito giovedì 15 novembre 2012
mmmmm.....leggendovi mi viene da riflettere nuovamente sul transito si nettuno al mio sole...mi piacerebbe avere la vostra opinione a riguardo, visto che il transito interessa l'11 casa (progetti e ideali) e la prima.
posso iniziare spiagando come mi sono sentita all'inizio. Ero molto confusa, avevo completamente perso la direzione. Per una vita intera ero stata una brillante studentessa, avevo bruciato le tappe, ero partita all'estero con varie borse di studio sempre seguendo un progetto di vita e professionale ben preciso. Nettuno, mi ha scardinato. Era da poco passato il transito di congiunzione di plutone alla mia luna, che aveva riportato a galla vecchie questioni irrisolte. ed ora mi ritrovavo faccia a faccia con l'incertezza,il dubbio...cose che ad un sole toro piacciono ben poco...sono passati quasi due anni. e adesso per lo meno sento dentro di me una grande forza a "diventare quello che sono", o meglio a non fare più nulla che io non consideri valga la pena di essere fatto. sto pensando ad un volontariato internazionale, ad insegnare ai bambini...cose che prima escludevo perché "mi avrebbero portato al di fuori di un percorso professionale ben definito"...adesso ho voglia di curarmi più di me stessa, curando ed aiutando gli altri. dove mi porterà o che frutti finali darà questo transito non lo posso dire ancora.ma vi lascio i miei dati perché chi voglia possa intervenire su questo transito nettuniano.
grazie a presto,

stellina blu

21.05.1981, ore 4.53 (PN)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito giovedì 15 novembre 2012
seguire un ideale può essere un'idea ma purtroppo non è il mio genere...voglio dire, è bello avere sogni e ideali, ma purtroppo si finisce per avere le fette di salame sugli occhi...se non di diventare/incontrare veri e propri fanatici, che esistono in qualsiasi campo umano...

sono dell'idea che per cambaire qualcosa in grande, bisognerebbe prima cambiare qualcosa in piccolo...

e poi sono troppo egocentrica...lo ammetto. bello volere le belle cose, ma se non hai la voglia di provarci vuol dire che non ti interessano davvero secondo me. o meglio, sì, ma non così tanto da metterti in gioco.
sono io la prima che deve stare bene ecco...non ho problemi ad aiutare qualcuno se serve, anche con un pò di fatica, ma lo faccio se sono persone che amo.

il resto sì, cerco di informarmi e far girare le informazioni perchè altri sappiano..ma non è lottare per un ideale, è far conoscere
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 15 novembre 2012
Se posso permettermi un commento grafico per la redazione, sulla schermata principale con tutti gli argomenti incolonnati, dato che avete aggiunto il rettangolo inquadra titoli, quella linea tratteggiata ora risulta un di più inutile.

Questo blog ha il 'singhiozzo' :)

funziona a balzi


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito giovedì 15 novembre 2012
Alix, personalmente no, non credo che il nostro progetto sia individuabile mettendo insieme più aspetti del tema natale. Tendo a credere che il progetto - e il viaggio - sia unico e che tutti i pianeti vi concorrano; il nodo nord dovrebbe indicare la via.

Quello del progetto solare è comunque un altro argomento che pure mi piacerebbe Lidia affrontasse nel blog.

Ciao, Lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 15 novembre 2012
Una cosa ancora Ibi, importante,
c'è anche caso di non riuscire a trovare mai quella che 'senti profondamente' come tua direzione , anche per tutta una vita.

Nel senso che, secondo me, l'ambiente e le circostanze che trovi intorno, pesano molto, così come rischiano di pesare tantissimo anche eventuali 'scelte sbagliate'.

Pensa che io credevo di averla trovata, anche precocemente, visto che da giovane ero e sono sempre stata 'esattamente' nel mio mondo artistico e invece sono state alcune circostanze stesse della vita a dirottarmi tutto da un'altra parte, proprio come se fossi stata 'chiamata ad altro', solo che io in questo 'altro' non ho comunque trovato la sensazione di aver incontrato la direzione più soddisfacente.

Prendi anche questo mio interesse per l'astrologia, è una bella passione per me, solo che se penso esattamente a tanti eventi, gli unici archi di tempo della mia vita di cui ho un 'vero' bel ricordo l'astrologia non era presente.
Tanto che mi sorge pure il dubbio che forse dovrei 'evitarla'.

L'idea che mi facevo del mio futuro a 25 anni per l'età che ho ora, era molto 'concreta' fatta di gratificanti e molto consistenti soddisfazioni materiali e di possibilità di possedere i mezzi per fare le scelte preferite quando e come volessi, all'interno di ciò si potevano sviluppare anche altri percorsi interiori.

Il non potermi trasferire ora in un luogo di elezione lontano dalla città per esempio per me è come una continua 'mancanza' che avverto.
Nei miei programmi, questo a questa età 'doveva' essere più che possibile.
Dato che non è così non posso far finta che mi trovo esattamente dove volevo trovarmi, pur nella felicità del momento e l'assenza di problematiche per altri versanti.

Non sò se mi capisci, forse tu sei ancora giovane e riesci ancora a vedere con altri occhi.....
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 15 novembre 2012
X Ibi:

Forse potresti riflettere sulla dedizione ad una 'ideologia' per esempio, una battaglia sociale, condotta in nome di qualcosa, qualche diritto da far rispettare o acquisire, nuove proposte a cui partecipare, prova a pensarci, ci sono tante persone che lottano in nome di qualcosa, per una conquista, era anche per questo che dicevo che ritengo il fanatismo la parte oscura dell'idealismo nettuniano.
A volte chi si innamora di una ideologia poi può rischiare di esagerare nei metodi per portarla avanti.
E' solo un'idea naturalmente.....
C'è chi lo fà per l'ambiente, chi per gli animali, chi avere nuovi diritti tipo il riconoscimento delle coppie di fatto, per l'approvazione dell'eutanasia e numerose altre questioni.
Magari i tuoi dati potrebbero sostenere un nettuno del genere.

Personalmente sono molto 'idealista' per esempio e cerco di diffondere gli ideali almeno parlandone, ma non tendo ad impegnarmi 'materialmente' in battaglie ideologiche che necessitino di dedizione, intanto perchè troppo distratta degli estri uraniani e soprattutto trattenuta forse dalla venere cancerina in 4a che mi rende troppo amante del quieto e bel vivere.
L'impegno sul campo richiederebbe 'costante dedizione' e l'urano devo dire non mi fà essere molto costante nelle cose.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito giovedì 15 novembre 2012
Ciao Alix e tutti

ottimo suggerimento il tuo.
Ho già letto approfonditamente gli articoli relativi al progetto sole capricorno...in effetti però non avevo considerato quelli relativi al segno lunare e ascendente (per me entrambi in sagittario) e devo dire che pure lì ho trovato riscontri.

Purtroppo l'idea è che sian ancora più difficile combinare il tutto...perchè la parte terrestre continuo a viverla un pò male
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito giovedì 15 novembre 2012
@ALIX

Ciclicamente tu ritorni con questa perplessità sul progetto del sole.

Per progetto del sole non si intende certo che si escludono gli altri pianeti, anzi, è proprio il contrario, solo che, come il sole è al centro del sistema solare, così il sole astrologico è il fulcro della nostra identità.

Il sole è come il maestro in un orchestra ed è chiaro che per realizzare una splendida sinfonia è necessaria la partecipazione e la sintonia di tutti i componenti.

Questo si intende per "progetto del sole".

Poi che ci sia dato conoscere questo progetto, io non sono d'accordo..ritengo che più che un progetto definito nelle sue finalità e nel suo compimento, sia più realistico pensare ad un "processo di consapevolezza del sole"...cioè un processo in cui si porta alla luce della coscienza ciò che non lo è.
Ma è un opinione personale.

Anche perchè, per analogia...ci è dato conoscere il progetto del sole astronomico ??

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 14 novembre 2012
X Massimo:

Massimo, se sei disponibile alla risposta esauriente, puoi dirmi cosa spinge un uomo a interessarsi di astrologia?
Pur essendomi noti tanti astrologi maschi viventi e non, nel mio percorso personale devo dire che ho incontrato una prevalenza schiacciante di donne, non ho quindi avuto l'occasione di fare mai questa domanda.
Cosa vi avvicina a questa materia? O almeno, cosa ha indotto te a studiarla, come ti è venuta l'idea dell'astrologia nella tua vita?

Grazie in caso....
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX sempre x Lidia
inserito mercoledì 14 novembre 2012
Lidia, le ragazze sembrerebbero aver accolto all'unanimità con grande interesse la discussione sulle SUBPERSONALITA' purchè tu nell'introduzione ci faccia una bella spiegazione di cosa sono 'esattamente' e come possiamo rintracciarle nel tema.
Appena sei pronta puoi inaugurarla......

Grazie, sempre.....
un caro saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 14 novembre 2012
Saluto i nuovi arrivati intanto, benvenuti!

Grazie per il tuo pensiero Stelline Blu, sai che nel 'cristallo' mi ci identifico molto....

Per Lara, in effetti io sarei più un'uraniana/nettuniana, più che altro perchè quella congiunzione sole urano la sento molto, urano fà anche trigono saturno, il che mi regala una visione molto 'lucida'e disincantata del reale nonostante la parte nettuniana, mi fà quintile a giove e partecipa quindi di quella creatività artistica legata a doppio filo a nettuno che mi ha sempre caratterizzato.
Forse per il trigono urano saturno tendo ad apparire spesso agli occhi altrui una persona non direi 'concreta', dato che la nettunianità mi toglie questo vantaggio, ma materialista.
L'uranicità mi ha sempre fatto trovare molto bene con le persone dell'Acquario, sono quelle con cui vado più daccordo con le quali trovo 'immediatamente' più feeling rispetto ad altre.
In effetti io dico sempre che il mio sole è acquarianizzato, un sole 'freddo' anzichè caloroso.
Ora vivo il transito di Nettuno in 12a, per il momento questa forte posizione pare dare sostegno ad affrontare le problematiche relative al fatto che non sono granchè in forma.
Più avanti forse riuscirò a capire meglio come e verso dove stà agendo, doppierà, ripetendo, anche il mio trigono a venere già presente sul radix.

A proposito di tutto questo voglio anche aggiungere che, per curiosità, mi sono andata a leggere gli articoli relativi al progetto sole di Lidia.
Per il Leone mio segno, per i Pesci mio ascendente, per il Capricorno mia luna.
Devo dire che potrei riconoscere il mio percorso in tutti 3 i punti, non solo quelli relativi al progetto sole a se.
E infatti io ho questa sensazione che il progetto globale non può essere indicato solo dal sole ma almeno dai 3 punti base di una personalità.
Anche perchè avevo citato quella questione che ad esempio in oriente è la luna che viene ritenuta il nucleo più importante.
Quindi in una umanistica orientale considererebbero quella come nucleo centrale, con importanza al 'pari' del sole.
E l'ascendente per me non è da meno, sono tre fulcri essenziali da considerare.

Provate anche voi a cercare gli articoli secondo vostri dati, tu Ibiscus ad esempio, che sembri sentire ancora tanto questa mancanza direzionale.
Leggi relativamente ai 3 progetti e dimmi se ce ne uno nel quale ti identificheresti di più o se solo dall'amalgama dei tre riesci a vedere meglio tutta la globalità di quello a cui sembreresti tendere.

Una prova.......
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX x Lidia
inserito mercoledì 14 novembre 2012
Post di Deva inserito venerdi 9 novembre.
A volte facendo scorrere veloce 'sfuggono'

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lola
inserito mercoledì 14 novembre 2012
ciao a tutti! E'la prima volta che scrivo su questo blog ma vi seguo da un po'di tempo. Mi interesso di astrologia da quache anno anche se non posso considerarmi un esperta. Ma l'argomento "nettuno"mi coinvolge parecchio avendolo nel mio tn in scorpione 12a a 7gradi dall'ascendente e governatore della 4a casa (pesci). La sensazione di diversita', la confusione, l'amore x l'arte in genere mi appartengono da sempre nonostante uno stellium di ben 4 pianeti in capricorno (marte mercurio luna venere) che dovrebbero rendermi molto piu'...terrestre di quanto non sia. Nettuno x me e'sempre stato croce e delizia mi fa volare alto ma tendo ad idealizzare troppo persone e situazioni, ho avuto sempre difficolta' ad adattarmi al mondo...reale che vivo come limitato. Se qualcuno vuole dare un'occhiata:18/12/63 palermo 04,50. Sono contenta di avervi trovato! Ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito mercoledì 14 novembre 2012
Ciao Lidia

mi piacerebbe capire come meglio onorare Nettuno...ma faccio molta fatica a capire
secondo me ci sono troppe spinte contrastanti

dovrei essere un'artista, un'infermiera e/o dedicarmi alla ricerca spirituale visto il mio TN:
Sole (8° capricorno) e Mercurio congiunti a Nettuno
casa 12 Sagittario: Saturno e Urano-Luna congiunti
Giove e Marte in Pesci

eppure non faccio nessuna delle tre cose, anche se ho disegnato molto fino ai miei 20 anni e mi fomento relativamente ad argomenti spiritual/religiosi (più che altro mi fa andare fuori di me la chiusura mentale, ma in quel campo di più)...

se ne "escono" solo Plutone (sestile a Sole-Nettuno) e Venere in scorpione...forse la chiave è qui
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 14 novembre 2012
ciao LIDIA

il post è datato 9 novembre.

Se puoi, mi farebbe piacere una tua risposta

Grazie

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Alice
inserito mercoledì 14 novembre 2012
x Lidia,

ciao, a proposito di Nettuno, nel mio caso in quarta casa quadrato al mio sole in pesci settima casa, l'aspetto riporta ad una situazione confusa sulla figura paterna? grazie...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 14 novembre 2012
cara Alix,
certo, Nettuno lo abbiamo tutti nel nostro tema e non tutti lo interpretiamo allo stesso modo ci mancherebbe.. dico comunque che chi è molto segnato da questo pianeta nel senso che ha Nettuno che tocca pianeti personali oppure una forte dodicesima casa dovrà onorarlo o nel senso artistico, o nella ricerca spirituale o sotto forma di aiuto e sostegno agli altri.. che non necessariamente deve essere solo volontariato.. uno può fare il medico, l'infermiere.. un lavoro di assistenza di vario tipo.. e vivere questo lato che deriva dall'estrema sensibilità che viene canalizzata..

Non ho visto i post di DEVA a cui fate riferimento.. sono io che non li vedo?
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito mercoledì 14 novembre 2012
Per Alix, a proposito del senso di appartenenza all'universo: alle volte non basta sentirsi parte del mondo...se ne vuole essere anche protagonisti, quando non "artefici". L'ho visto spesso nei leoni nettuniani; il rischio è sempre quello di ritrovarsi impastoiati nel contrappasso nettuniano: la disillusione. Ma può anche venir fuori un Obama.

E a proposito di Obama, nel suo tema il sole Leone fa un solo unico aspetto: di quadratura con nettuno, a dimostrazione che un solo aspetto, per di più "dinamico" ha potuto da solo orientare, con la sua tensione, il suo viaggio.

Quanto all'argomento "sub-personalità" a me senz'altro piacerebbe affrontarlo una volta che Lidia abbia definito le "linee guida" per riconoscerle.

saluti
Lara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito martedì 13 novembre 2012
cara Alix,
ho appena letto un tuo post in cui spiegavi a Deva di essere nettuniana per i vari aspetti del tuo tema natale. In particolare mi soffermo sulla frase in cui dice che fatichi a dare un senso alla vita, non in generale, ma precisamente al tuo percorso individuale. al perchè sei finita lì, piuttosto che là, dove desideravi veramente essere. Condivido questa tua riflessione. non so se é a causa del quadrato che nettuno sta operando da quasi due anni sul mio sole alll'ultimo grado del toro...probabilemte i nettuniani cercano sempre qualcosa che trascenda ogni risposta puramente materiale , "terrestre", e questo forse li rende dei meravigliosi vasi di cristallo. spelididi e rari, ma a volte fragili se non se ne ha cura. Io mi sento molto nettuniana, soprattuto da quando vivo questo transito di nettuno. La mia luna, come ho detto più volte è strettamente congiunta a nettuno in ottava casa sagittario. questo mi porta a scavare sempre nel profondo, a non accontentarmi mai della superfice. e naturalemnet, mi porta anche a sognare e a avere dei grandi ideali che non ritrovo in molti....ecco, volevo solo scriverti questa piccola riflessione...buona notte!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito martedì 13 novembre 2012
Buongiorno, mi presento. Sono Massimo Romagnoli e studio l'astrologia da tanti anni. Devo dire che ho sempre avuto una visione materialista della vita e cioè le cose le devo vedere e poi interpretare e quindi capire. Quando studiai e imparai la materia volli poi verificarla con il libro delle effemeridi.La cosa funzionava ma un dubbio rimaneva sempre nella mia testa e cioè come? Ora ci sono arrivato. l'astrologia non è altro che la decodificazione della vita così come funziona. E' la decodificazione del ciclo naturale dell'anno. Dodici situazioni che si ripetono ciclicamente. Ogni segno zodiacale è semplicemente un simbolo che riassume ciò che succede in una di queste situazioni. La domanda successiva è cosa c'entrano i pianeti con i segni zodiacali? La risposta sta nel fatto che la realtà è più complessa di quello che semplicemente vediamo. Magari arriviamo a percepire le verità nascoste ma non riusciamo a descriverle in maniera inequivocabile. Eppure è semplice,come stanno le cose lo abbiamo sotto gli occhi. E' la dualità! Noi quando pensiamo abbiamo sempre la dualità come sottofondo. maschio femmina. Luce buio. Conscio inconscio. Esiste un momento però in cui la dualità non esiste più e c'è una sola unica verità. I segni zodiacali sono il conscio, i pianeti l'inconscio. Entrambi sono le due parti della stessa identica vita. Il segno dei Pesci e il pianeta Nettuno sono la stessa cosa, operano lo stesso principio. Nel ciclo naturale, durante il periodo dei Pesci, il seme sacrifica la propria individualità, trasformandosi in una nuova piantina. Questo atto di sacrificio permette la continuazione della vita, è un atto necessario alla vita. Nel momento in cui si perde la propria identità si entra in quel mondo in cui non c'è più la dualità, tutto è uno. In questo mondo non esistono barriere ne razionalità. E' un mondo magico rispetto al nostro comune pensare. Non c'è passato presente e futuro ma il tutto allo stesso tempo. Nettuno ci mette in contatto con questo mondo, ovviamente secondo le predisposizioni di ognuno. Nettuno favorisce le arti proprio perché trasfigura la comune realtà,e ci permette di entrare nei suoi segreti. A questo serve l'arte o no?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito martedì 13 novembre 2012
ciao Alix

grazie per il tuo bel intervento. Si, sostanzialmente mi sto rendendo conto che non si possa fare niente.

Ho creduto che di fronte ad una situazione che la costringe ad affrontare le sue problematiche, potesse "muoversi" qualcosa, anche perchè nell'eventualità peggiore che mio padre non ci sia più, dovrà per forza di cose, recuperare un minimo di indipendenza psicologica (per questo vorrei che iniziasse già da ora a fare questo "lavoro").

Plutone che le opponene marte la sta forzando a "tagliare" a dividere ciò che è sempre stata una sorta di relazione simbiotica.

Però, evidentemente, farà quel che può...non posso pretendere di più.

Riguardo al nuovo argomento di discussione...non tenetemi in gran conto...scegliete tranquillamente voi...poi, se avrò tempo (e qualcosa da dire), parteciperò.

ciao

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito martedì 13 novembre 2012
Ciao Alix

lo so quel libro costa un cifrone. Pensa volvevo farmelo regalare per la laurea dalle amiche (così da non essere nemmeno una spesa eccessiva visto che erano tante) ma a suo tempo non erano riuscite :(((

Cercherò di farmelo regalare da qualcuno in ogni caso...oppure alla fine cederò, rinunciando a qualcos'altro ;)

Sul Nettuno...sì, quella sensazione di non riuscire ad essere davvero parte di questo mondo. Non so, sai che devi fare in un certo modo, che non puoi prescindere da certe attività, ti adegui...però mi sento sempre una sorta di estranea.

Immagino che di mezzo ci siano anche Giove e Marte in Pesci e una 12 molto abitata (Saturno, Luna-Urano congiunti).

Da pensare anche il fatto che ho Nettuno in Capricorno, quindi terreno di Saturno e Urano. Saturno e Urano in Sagittario nel terreno di Giove in 12, luogo nettuniano. E Giove stesso in Pesci, altro terreno nettuniano.

Come se si rincorressero senza però arrivare a "casa"
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 12 novembre 2012
Ma certo Stelline, se posso, attendo tua postata nel femminile.

Il mio sole fà la congiunzione con Urano in 5a e credo di aver detto che infatti ai suoi transiti sono particolarmente reattiva, nel bene e nel male, hanno segnato in archi 7nnali parecchie 'fasi' e tanti 'eventi', e del resto urano è pianeta della 'manifestazione'.
Il sole fà quadrato con marte toro 1a e nettuno scorpio 7a, semisestile con venere 4a e sesquiQ con saturno 9a.
Non dimenticare che Urano congiunto a sole fà quadrato con marte anche lui.

Per il resto, non credo Stelline che avviati a grandi balzi alla 3a età di vita si possa più avere il tempo di realizzare la propria vita come si sognava, senza contare che ci sarebbe lo stesso tutto il peso del passato che sarebbe lontano da come lo avresti voluto ricordare.
Al massimo puoi trovare le spiegazioni delle motivazioni che hanno fatto si che non sia stata come avresti voluto, quindi nonostante la presenza anche di tante cose belle, non posso dire di sentirmi pienamente realizzata.
A parte il fatto che il mio destino, se così vogliamo chiamarlo, quando anche ha dato ha tolto sempre da un'altra parte.
Come adesso che un grande amore e un matrimonio felice è stato immediatamente appesantito e gravato dal problema di salute che non pare trovare soluzione definitiva.
Come se per 'ogni' lato gratificante io dovessi pagare un prezzo che io considero sempre troppo elevato.
Perciò Stelline, in un certo senso sarebbero anche inutili le 'uscite astrologiche' a questa età per me..... come si dice è andata come è andata e tanto è, ora non me ne faccio neanche più un cruccio più di tanto.
Ma mi interessano lo stesso le valutazioni, in questo momento oltretutto questo interesse intellettuale è anche un modo di passare del tempo senza stancarmi troppo visto che le 'energie' latitano completamente.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu per Alix
inserito domenica 11 novembre 2012
Cara Alix,

abbiamo sempre una via d'uscita. Il tuo sole è sicuramente in stretto collegamento ad urano ed in base ai suoi cicli, credo, segnerà anche delle tappe fontamentali e indispensabili nella tua vita. Pensa che il mio sole è invece opposto ad Urano, ed anche se é sorretto da giove e saturno, ricordo che in una discussione qualcuno mi suggerì, che fra tutti gli aspetti sarebbe stata propsrio quest'opposizione a farmi crescere di più.
Potresti scrivere in che casa si trova il tuo sole e da quali case riceve gli altri aspetti? forse così sarà più semplice cercare di dare una risposta.

p.s= ti stavo proprio pensando prima di vedere il tuo post. Ho una domanda da farti, ma poiché non riguarda l'argomento trattato in questa discussione la posterò nella discussione sul "femminile". Se riesci mi piacerebbe avere la tua opinione in merito. Grazie e a presto!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 11 novembre 2012
Deva, Lidia ti saprà senza dubbio consigliare nel modo giusto per questa tua delicata situazione.

Per quello che posso dirti io , ho l'impressione che 'quella' generazione non voglia proprio avere a che fare con queste 'analisi', certo mia madre è sicuramente più anziana ancora della tua e con dati molto diversi ma......
Primo perchè per loro è troppo tardi se non hanno voluto approcciarsi già un pò prima, e poi perchè credo ci siano davvero delle enormi resistenze culturali e mentali all'autoanalisi.
Ci ho provato anche con la mia, ma ho l'idea che sia tempo perso, anzi tendi a 'crearle' ansie maggiori.
In fondo il nettuno Bilancia esprime benissimo una 'nettunianità' che ha bisogno di essere vissuta 'attraverso l'altro', forse non puoi ritenerla giusta per te che hai un nettuno in scorpione che già sente il bisogno di viverla attraverso un percorso di autoconoscenza.

Certe persone per me vanno semplicemente 'sorrette' se te la senti, facendoti mediatrice come tuo padre, delle sue ansie tu che invece sei già molto più consapevole.
Il lavoro su se stessi richiede sempre 'tempi piuttosto lunghi', loro non ne hanno più.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 11 novembre 2012
Ah, Deva, se non sei rientrata soltanto per la domanda personale che ti preme a Lidia, potresti dirci se anche a te potrebbero interessare le 'subpersonalità'.
Essendo una parte psico/astrologica che forse non avevi sviscerato, immagino possa essere importante anche per te.
Si scende ancora più in profondità!

X Ibi: Il libro rosso costa qualcosa come 170 € circa al momento, malauguratamente non è una spesa culturale che possono far tutti e alla biblioteca mi hanno scosso sconfortati la testa......non lo possono acquistare nemmeno loro.....

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 11 novembre 2012
Cara Lara,
in effetti il mio Sole è quadrato a nettuno, sono nettuniana da parte luna per il quintile e per l'ascendente in Pesci e la venere nettuniana per il trigono, nonchè per l'incidenza del transito nettuniano sempre su luna per un'intera vita, perciò si, probabilmente in me ha sempre più avuto prevalenza il lato artistico, dell'immaginazione e del sogno,l'idealismo e un 'misticismo scientifico' anche se pare un 'ossimoro'.
Per l'umanità come 'genere' non ho nemmeno un gran simpatia se devo essere sincera, come Ibiscus mi sento quasi come se appartenessi ad un altro pianeta ( e quì incide la dominante uraniana) e ad un'altra razza e fossi un pò come condannata a stare quì.
Ma vivo tutto ciò anche con un lato ironico per mia fortuna :)

Con Ibi condivido più la difficoltà di dare un senso non alla vita in senso ampio filosofico, ma alla 'mia' personale scelta di essere quà ,se vera scelta c'è stata, e al mio personale percorso che ha finito per 'non' essere come e quello che volevo.
Non escludo che tutto ciò sia stato un grande viaggio per l'anima e che abbia grazie a ciò imparato tante cose, ma come parte 'terrestre', diciamo così, non ho quel senso di realizzazione 'come io intendevo' che mi sarebbe piaciuto avere a questa età.


Ciao,bentornata Deva !
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 10 novembre 2012
Lara, potresti dire anche tu se ti interesserebbe una discussione sulle 'subpersonalità' così vediamo se Lidia la inaugura.


Intanto se quì in onda c'è qualcuno che è molto ferrato su progetto solare, mi piacerebbe fare una domanda.
Il mio Sole nel tema pare non essere sorretto da 'niente' una sola congiunzione ad Urano e 3 quadrati uno a marte uno nettuno uno a Eris, (+ due aspetti minori un sesquiquadrato a saturno e un semisestile a venere)
Con una situazione del genere, come si potrebbe pensare che la persona possa realizzare il suo progetto solare se il tema stesso non offre sostegni?
Nessun trigono di uscita per esempio.....

E' sorretto solo da Urano che però di suo fà quadrato a marte.
A meno di non riuscire a far funzionare bene quei quadrati ma probabilmente non ci sono mai riuscita.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 10 novembre 2012
Ahhhh....vedo 'varianti grafiche'!!!!

Se posso dire una cosa, spero che con il passare del tempo non lo rendiate troppo 'pieno' di cose.
Questo blog è bello anche perchè è elegante e 'essenziale':)

Ho provato a visitarne altri ma non li frequento dato che sono pieni di foto, banner, paciughi, troppa grafica, troppi colori, che me li fanno sembrare dei murales 'disordinati'.

Ancora un blocco sull'uscita post......
non sò voi, ma io ho notato che succede sistematicamente quando il meteo fà arrivare piogge.
E' un blog 'metereopatico' :)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito venerdì 9 novembre 2012
Pure io lo voglio il libro rosso!!!!!!

Compulsioni letterarie a parte...come ho già detto ho un Nettuno importante. Sono convinta che tutto abbia un senso, il mio dramma è non trovare il mio.
Ma spesso non mi sento affatto di questo mondo...

E' comunque molto presente nei miei sogni, dove l'acqua e soprattutto il mare sono spesso presenti.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 9 novembre 2012
Ciao Lara, è tanto che sei assente, potevi lo stesso introdurre altri significati nettuniani.....

Per quanto mi riguarda io non ho bisogno di questo senso di appartenenza al mondo o all'universo.
Parlo del 'senso' perchè è abbbastanza ovvio che se ci sei dentro appartieni a un sistema più grande, infinito, eterno, non potrebbe essere altrimenti, non sò se mi spiego......è chiaro che se ne fà 'parte'.

Il 'senso' di un qualcosa di 'superiore' a te stessa, viene dalla necessità dell'uomo e anche tua di dare un 'senso compiuto' alla sua/tua 'esistenza' in senso più vasto ed elevato.

Ma se questa 'coscienza' fosse già estremamente 'presente' dentro di te che 'senso avrebbe' sentire la necessità di dare un 'senso' in tal senso?
E' un pò un gioco di parole mi rendo conto, forse un tantino difficile da afferrare.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito venerdì 9 novembre 2012
Per LIDIA

cara Lidia,

mi piacerebbe molto sapere il tuo parere riguardo a come poter aiutare, e se lo ritieni possibile, un nettuniano che vive al peggio questa sua natura.

Sto parlando di mia madre... sole bilancia cong.a nettuno e giove.

Ha l'asc. capricorno ma saturno è in VII cancro e infatti non traspare assolutamente (se non in modo molto indiretto) la natura del suo ascendente.

E' una donna estremamente passiva e dipendente in particolar modo da mio padre.

Lei vive la sua natura nettuniana al livello più "basso" possibile, a mio parere... non ha confini, nel senso che le sue emozioni sono totalizzanti...ciò che sente lei è ovunque, quindi non riesce a gestire e a contenere l'ansia perenne e tutte le emozioni sono assolute, e per questo a volte è molto pesante starle vicino perchè diventa asfissiante.

Ciò che di solito accade nel nettuniano, cioè il richiamo a qualcosa di più grande di sè, in lei viene vissuto attraverso mio padre a cui ha donato (ma direi meglio, delegato) tutta se stessa, nel senso che lei vive "attraverso" lui.

Purtroppo in questi mesi mio padre è stato molto male, rischiando per due volte di morire.

Questa situazione ha amplificato l' ansia, e la fragilità di mia madre.

Lei adesso ha il transito di plutone in I casa opposto a marte in VII.

Mi sembra abbastanza evidente che viene "chiamata" a recuperare quella forza che ha sempre e solo proiettato su mio padre.

Ma vedo che non riesce a comprendere la necessità di questo lavoro su se stessa.

So che non si può recuperare ora tutto il "lavoro" non fatto in una vita, ma....

Che fare per aiutarla ??

grazie e scusate per la domanda personale.

Deva



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito venerdì 9 novembre 2012
...bene Alix, abbiamo detto in contemporanea due cose opposte sullo stesso tema...il sole Leone toccato da Nettuno...questa cosa mi fa sorridere. Tendo a pensare che tu viva il lato artistico di Nettuno, io personalmente ho sentito molto questa specie di tensione salvifica del mio prossimo (con i limiti che ho detto).
ciao, Lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lara
inserito giovedì 8 novembre 2012
Colgo l'invito di Lidia a parlare di Nettuno ora non più sotto l'aspetto artistico ma sotto quello del senso di appartenenza all'universo. Poco avrei potuto dire di strettamente artistico in argomento, decisamente di più su questo secondo aspetto.

Nettuno in scorpione che dalla sesta casa quadra il mio Sole Leone in quarta ha senz'altro grande influenza su di me. Concordo pienamente con Lidia sui rischi di questo Nettuno in termini di esaltazione ideale visto che certamente mi è appartenuta per lungo tempo (...un Leone fa presto a sentirsi eroe). Negli ultimi anni, con Nettuno di transito che si è opposto al Sole, quadrando contemporaneamente Nettuno radix, tante certezze della mia vita si sono "sgretolate" e mi sono ritrovata a rivedere le mie azioni come dettate non da una sorta di fierezza eroica ma - al contrario - dalla necessità di essere al centro di un'attenzione, persino artefice di un controllo sulla vita del prossimo che mi fregiavo di "aiutare".

Resta, oggi, l'idea di essere parte dell'universo e di dover cercare di portare il mio contributo senza ansie di protaganismo e riscontri in termini di adulazione. Resta però anche una sorta di confusione, di nebbia esistenziale e di dubbio sulla mia reale immagine e quindi sulla direzione da dare alla vita... ecco credo che il problema di un Nettuno importante sia proprio questo...quello di non definire i contorni personali, i ruoli esistenziali, pur lasciando sentire forte il senso di appartenenza a un qualcosa, un'entità, un sistema, superiore. Mi chiedo se c'è qualcun altro (almeno nel blog) che la vede (...si sente)così.

saluti cari
Lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 8 novembre 2012
Non vedo i miei due precedenti post con messaggi per Lidia.....al momento almeno.


Ad ogni modo Lidia colgo un'attimo il tuo spunto per dire qualcosa dato che essendo una Uraniana e Nettuniana spiccata sono parecchio segnata da questo pianeta, aggiungiamoci l'ascendente in Pesci.

Vero che nettuno può anche significare quello che dici tu, ma per la manifestazione di quall'aspetto che dici, anche il segno, dovrebbe sorreggere quelle inclinazioni.

A me come Leone non attrae per nulla l'idea di dedicarmi personalmente a poveri sofferenti malati e malandati o di fare del volontariato o del sostegno agli altri come scopo di vita.

In un certo senso poi ,in verità, al minimo un 'volontariato' nel senso di 'lavoro non retribuito' lo faccio lo stesso in tante occasioni, ma insomma non è la stessa cosa che dedicarsi all'umanità tutta.

L'espressione nettuniana è rivolta alle manifestazioni artistiche e si, essendoci una componente acquariana data da urano, anche all'Idealismo, ma non vedo come questo possa essere un lato ombra.

L'idealismo non è 'fanatismo' anche se in quello si può forse trasformare.
Secondo me è assolutamente il 'fanatismo' il lato ombra dell'idealismo nettuniano.

L'idealismo fa si che si possa veramente ambire a un mondo che sia migliore e più bello e a comportarsi consequenzialmente almeno nei propri ambiti, anche nel piccolo, anche da 'goccia nel mare', in modo che lo diventi.

Volevo dire un'altra cosa ma mi è sfuggita adesso.....
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito giovedì 8 novembre 2012
Buongiorno e bentrovata Lidia

Avevo già risposto ieri ma vedo che forse c'è stato qualche problema...

Il discorso sulle subpersonalità, come già detto, mi interessa moltissimo e mi piacerebbe molto approfondirlo astrologicamente.

Per quanto riguarda il Nettuno come compassione e partecipazione umana...non so, ho un Nettuno importante congiunto al Sole (sestili a Plutone) e diversi valori pescini, però mi sento molto egocentrica ed autocentrata...sarà che si trovano in Capricorno in I

Spero esca la risposta questa volta ;)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 7 novembre 2012
Lidia, volevo aggiungere una cosa , di Nettuno in questi quasi due anni che partecipo, in un modo e nell'altro si è discusso tantissimo, anche in altre sezioni non specifiche su nettuno.
Ci sarebbe stata l'occasione di parlarne ancora una volta in questa, toccando le sue 'mille facce' ,e infatti mi aspettavo uno scambio molto più articolato, ma per combinazione c'è stata davvero poca partecipazione.

Quindi forse meglio proporre un argomento che non è MAI stato toccato nel blog dalla sua origine e le subpersonalità forse possono attrarre interesse, che dici???

saluti

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX x Lidia
inserito mercoledì 7 novembre 2012
Bentornata Lidia,
ultimamente eravamo su quì solo io e Ibiscus, sembrano spariti tutti, quindi non erano arrivate altre richieste.

A me e a Ibi poteva interessare 'molto' il discorso sulle subpersonalità, se non è troppo complicato da affrontare anche per eventuali partecipanti che fossero poco ferrati in psicologia.

Se non fosse così costoso mi sarebbe interessato acquistare il Libro Rosso di Jung che ne parla diffusamente ma di cui, proprio perchè affronta profondità ancora più celate, che forse all'epoca non sarebbero state comprese, ne ha impedito la pubblicazione per tanto tempo.

Sò che gli eredi avevano dato l'autorizzazione solo piuttosto di recente se non erro.

Se ci spieghi bene bene nell'introduzione il concetto di subpersonalità e come si può applicare all'astrologia, ben venga.
Argomento interessantissimo!!!

Peccato la mancanza di Deva

Grazie Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito mercoledì 7 novembre 2012
Buongiorno Lidia bentrovata

il discorso sulle subpersonalità mi interessa moltissimo, potremmo parlare di come si individuano, non conosco la tecnica.

Su Nettuno, nel mio tema è importante in quanto congiunto al Sole, ma non mi sento così partecipe, anzi mi sento molto egocentrica e autocentrata
Forse deriva dal fatto che si trovano in Capricorno in I casa...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 7 novembre 2012
care amiche,
direi che l'altra faccia di Nettuno è quella dell'unità con il mondo e con l'universo.. quel senso di appartenenza che muove gli animi di chi è segnato da questo pianeta spingendoli verso il supporto, il sostegno e l'aiuto agli altri. ovviamente non possiamo dimenticare il suo lato ombra rispetto a questa particolarità.. che può mostrarsi nel vittimismo.. nell'idealismo e nel sentirsi in odore di santità..
Possiamo inoltrarci in questo campo nettuniano.
Supportare ed accogliere gli altri deriva dal senso di partecipazione e dall'amore per ciò che ci circonda.. però, come sappiamo può derivare anche dal bisogno di coprire una propria fragilità nel qual caso, ci sarà un bisogno di creare forme di dipendenza a cui potersi aggrappare.
Vogliamo parlarne? Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 7 novembre 2012
care amiche,
fatemi sapere che argomenti vi interessano.. magari anche qualcosa di attualità.. letto alla luce dell'astrologia..
Un bacio Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 7 novembre 2012
care amiche,
io non so nulla delle "carte persone" ma sono invece molto interessata al discorso delle sub personalità che possono essere ben individuate nel tema natale nelle varie sfaccettature che presenta.
Assagioli diceva che possiamo avere all'incirca 35 sub personalità che utiilzziamo spesso senza esserne troppo consci..
potrebbe essere un oggetto di discussione.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito martedì 6 novembre 2012
Ciao Alix

non avevo mai pensato al tema del concepimento.
Quando ho un attimo di tranquillità poverò il calcolo
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX x Lidia
inserito lunedì 5 novembre 2012
Cara Lidia,
è da un bel pò che la discussione latita, paiono non esserci più bloggers interessate a discutere di tante cose.
Forse sarebbe il caso di provare a inaugurare un argomento nuovo per vedere se si rianima un tantino la frequentazione.

Un saluto
Grazie
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 4 novembre 2012
Ecco Ibi,
se vuoi provare a fare il calcolo devi andare a ritroso di 273 giorni, naturalmente considerando i giorni dei vari mesi per non sbagliare( se 28 30 o 31) mi pare ci sia una tolleranza in più o in meno di 15 giorni.
Dove trovi la Luna che corrisponde al tuo ascendente dovrebbe essere il momento di concepimento.
Nel mio tema di concepimento il Sole ad esempio è in Sagittario con As. Leone e Luna in Pesci.
Poi ci sarebbe da avviare discussione se sia o no già presente l'Anima, perchè nelle tradizioni esoteriche questa farebbe il suo ingresso parziale solo dopo i 3 mesi, e non sarebbe ancora completamente allineata e sarebbe definitivo solo alla nascita.
Le stelle di concepimento comunque sarebbero quelle e sembrano esserci delle corrispondenze curiose tipo as. Leone con il mio sole radix Leone, venere di concepimento in capricorno con la mia Luna capricorno.
Insomma mi sembrava interessante farci delle valutazioni e sentire dei confronti.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 4 novembre 2012
Sai anche una ricerca interessante per me quale è, quella sulla carta natale del concepimento.
Per la difficoltà di sapere esattamente il momento esatto, credo sia stata sempre un tipo di analisi molto trascurata, che io invece credo molto rilevante per capire tante cose nel profondo.
Non mi ricordo più il calcolo dei giorni, ovviamente valida per nascite in tempo regolare, comunque sulla mia avevo provato a farla, se i calcoli sono giusti la Luna di concepimento corrisponde al segno ascendente sul radix della nascita.
Dato che il dato tornava la mia Luna di concepimento è in Pesci e trova conferma nell'ascendente Pesci.
Mi erano state segnalate come valide anche le progressioni e anche quelle mi sono apparse interessanti sotto il profilo delle conferme.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito domenica 4 novembre 2012
Concordo pienamente.
Fa parte suo bello, più tecniche, da cui trarre insegnamento e trovare ciò che ci è più affine.
Mi sono interessata anche io alla Draconica ma per ora ho deciso di lasciare stare.

Mentre il discorso delle subpersonalità mi interessa moltissimo. Sarei felice anche io di capire se Lidia ha testato la pratica della carta persona, per sapere se ha validità o meno

Eh il tempo mannaggia...sono così stanca dopo il lavoro che non riesco nemmeno a leggere la sera. Aborro! Io amo leggere, conoscere...ma non riesco a mettere due righe assieme!!! :(
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 4 novembre 2012
In realtà Ibiscus, chiedevo qualche lume, dato che non conosco per ora l'utilizzo di questa metodica e mi chiedevo se Lidia l'avesse testata e se vi fosse qualche validità, anche perchè indagare sulle subpersonalità, che secondo un testo di Lidia potrebbero essere fino a 35, sarebbe piuttosto intrigante.
Le branche astrologiche sono innumerevoli, di recente avevo anche incrociato la Draconica, il problema stà nell'avere il tempo, e ne serve sempre parecchio, di verificarne minimamente le attendibilità.
Ad esempio per il minimo di controlli che avevo fatto per le rivoluzioni solari, per quanto mi riguarda, non mi avevano dato nessuna lontana prova di attendiblità, perciò è un ramo astrologico che avevo abbandonato immediatamente.
Ho trovato invece quest'anno molto interessanti le risultanze delle armoniche e ne ho parlato a lungo quì.
Insomma tutto stà nel capire se vale la pena approfondire nuove metodiche che possano offrire una panoramica ancora più ampia aprendosi anche nuove dimensioni di analisi.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito domenica 4 novembre 2012
Buongiorno Alix!

Ho visto ora che hai proposto a Lidia una discussione sulle Carte Persona. Se si può fare, mi interesserebbe moltissimo.

Tanti personaggi, una sola piece :)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 4 novembre 2012
Questa stasi nel blog mi pareva un pò anomala vista la presenza di Giove in gemelli che dovrebbe favorire proprio scambi di tal genere, mi sono accorta che guarda caso c'è attualmente il transito di mercurio nel sagittario in posizione opposta......

Guarda Ibiscus, io avevo pensato anche ad argomenti un pò forti, scottanti come si dice, ma visto il periodo, che ti accorgi proprio che tutti ( tranne i soliti esenti ) sono sfiduciati e preoccupati, mi parrebbe ulteriormente appesantente parlare anche di argomentazioni complicate e difficili.

Perciò forse in questo momento la discussione sul Progetto Solare potrebbe essere utile.
Mi auguro solo che arrivi un pò di partecipazione nuova.
Anche Lidia pare sempre più assente dal blog.

ciao cara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 4 novembre 2012
Ciao Ibiscus,
pare continuare il 'blocco' quì, dà l'idea di uno strano mortorio.
Sembra non ci siano più frequentatrici, perciò al momento non ci sono nemmeno altre proposte di discussione da valutare.
Attendevo infatti che magari qualcuna/o intavolasse un argomento di suo interesse a cui tenesse particolarmente.
A me vanno bene tutti in linea di massima, ma cercavo anche qualcosa che non fosse già stato discusso in passato.

Chissà perchè c'è sta 'ferma assoluta'.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito sabato 3 novembre 2012
Per me va bene Alix :)

Anche se il discorso sul Progetto del Sole è stato fatto tanti anni fa, magari c'è gente nuova che ha interesse no?

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 31 ottobre 2012
Mi sarebbe venuta un'altra Idea.

Perchè non parliamo del nostro rapporto con l'astrologia stessa in tutte le sue forme :

come è entrata nelle nostre vite, l'iter, se ci sembra sia stata più o meno utile, perchè è nato questo interesse, come si è dipanato, che rapporti possiamo vederci con gli aspetti che si sono formati nel frattempo, come si è sviluppata, che testi ci hanno attratto maggiormente, come ha influito sulle nostre vite, cosa significa nella nostra storia personale etc etc.

Che ne dite? Potrebbe starci come nuova argomentazione?

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 31 ottobre 2012
Per me questo blog è un piacevole appuntamento quasi quotidiano, tuttavia la 'mancanza' di un minimo di confronto 'dinamico' per una uraniana finisce per essere davvero poco stimolante.
Anche inserendo estri spontanei solitari.
Forse in in 7 anni di permanenza del blog si sono un pò esaurite le partecipanti attive e argomenti da proporre.
Mi sono accorta che di Progetto Solare e Proiezioni avevate già discusso nel 2006 e 2007.
Certo nuove bloggers potrebbero cogliere sfumature diverse e sopratutto avere l'opportunità di trattare l'argomento sul personale e in modo nuovo.

Siete state tutte rapite dagli alieni? :)
Scomparse.....
Non c'è nessuna/o che vuole proporre una tematica mai affrontata di fondo psicologico ???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 31 ottobre 2012
Bene, se ti sono stata d'aiuto per un nuovo approccio di interpretazione, il discorso che dici dei contenuti più forti in prima persona è tecnicamente la motivazione del 'salto' che te ne allontana per 'attenuarli'.
Quando non li sentirai più così forti ,anche se sono forti, continuerai a vivere il sogno in prima.

Fammi sapere se ne è uscito qualcosa di illuminante.

Vedo che continua la 'calma piatta', pare che siamo rimaste solo più in due.
Chissà se prossimamente tornerà un pò di scambio di gruppo più animato.

Ciao cara

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito mercoledì 31 ottobre 2012
Buongiorno Alix,

molto interessante ciò che mi stai raccontando sui sogni...soprattutto in merito al discorso sull'Io attivo e sugli elementi inconsci vissuti a spettatore.

Dovrò rileggermi tutto il mio materiale onirico e provare ad analizzarlo in questo senso. Mi hai dato uno spunto molto utile :)

E' strano però, spesso i sogni dai contenuti più forti sono in prima persona...almeno di quelli che mi ricordo...consulterò il mio archivio e vedrò di capirci di più.

Il lavoro sogni/transiti per me è appena cominciato, nel senso che occupandomi da relativamente poco di astrologia, dovrei fare un altro lavoro a ritroso...ho notevoli riscontri relativi a Plutone di transito...
Case che crollano, minacce di vario tipo provenienti dall'acqua (con Nettuno congiunto al Sole nel TN, viene anch'esso sollecitato e penso che le simbologie nettuniane e plutoniche si mischino)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 30 ottobre 2012
Mi è venuta in mente un'altra cosa circa Sogni e Plutone/Nettuno.
Durante il transito in sagittario mi capitava di sognare che stavo esprimendomi in inglese, quindi una lingua per me straniera ,in perfetta analogia sagittariana nella mia casa 9a peraltro, vero che nel corso del transito avevo anche seguito un breve corso, quel tanto che bastava per potermi aggirare più agevolmente nel web niente di più, però è abbastanza curioso che proprio nel periodo del transito plutoniano in sagittario i sogni nettuniani si evidenziassero anche così.
Ora se mi capita occasionalmente in sogno di esprimermi in idiomi stranieri, sono espressioni legate a ciò che si potrebbero definire formule come di Magia Nera, di nuovo in perfetto connubio Plutoniano capricornico.
Di recente ho sognato che mi scontravo con uno stregone che prima amico sembrava dimostrare poi ostilità ed io lanciavo come delle 'energie' e delle 'maledizioni' criptiche con una specie di enigmatico abracadabra.......



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 30 ottobre 2012
Ti aggiungo un'altra interpretazione che viene data, e cioè che quando si vive il sogno vedendo se stessi e non come IO onirico attivo, ci si pone un pò come 'osservatori' da lontano delle proprie dinamiche inconsce, si prende una sorta di distacco cautelare da esse.
Quindi il 'salto' che fai da Io onirico a 'spettatrice' potrebbe significare che la dinamica in corso che ti stà proponendo l'inconscio con un tratto del sogno è ancora troppo intensa per essere vissuta nel sogno, e quindi saltando te ne allontani, non parliamo quindi di trasferirla ancora alla coscienza.

E' anche per questo motivo che avevo detto che l'analisi dei sogni è parte integrante del processo di analisi complessivo, se si limita l'analisi di se a interpretare le dinamiche dagli astri c'è chi potrebbe 'furbescamente' aggirarle, il sogno invece ti racconta in che stadio sei in 'quel momento' della dinamica in atto.

ciao di nuovo

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 30 ottobre 2012
Guarda Ibiscus, non vorrei dire una cosa errata, ma mi sembra di aver letto che quando si agisce il sogno riguarda dinamiche dei SE PRIMARI mentre da spettatrice tu guarderesti i SE SECONDARI o le subpersonalità, per questo ti risulterebbe molto più complicata la lettura.


Sempre a proposito di Saturno Plutone e sogni, questi due pianeti saranno molto coinvolti in dinamiche planetarie proprio a cavallo del 2012 e per il 2013 con formazioni che con Venere creeranno un triangolo detto in astrologia l'Occhio Dell'Aquila, quasi una conferma che ci potrebbero essere manifestazioni più o meno sentite secondo predisposizioni di ampliamento di funzionamento del Terzo Occhio, cosa che favorisce esperienze astrali.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito martedì 30 ottobre 2012
Non proprio, nel senso che capita, nello stesso sogno di vivere fino ad un certo punto gli eventi in prima persona e poi passare a spettatrice.

Il che mi scombussola un pò sul significato in generale...che vuol dire questo salto??
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito martedì 30 ottobre 2012
Dinamiche non da poco!

Puoi immaginarti un Sole Capricorno coinvolto in questo gioco? Un caos...un Sole un tantino oscuro, offuscato si può dire...ma di certo non arido, con quei due di mezzo! Un pò pesantino magari...

Considerando i miei altri valori pescini (Giove e Marte in Pesci, Saturno-Urano-Luna in dodicesima) e scorpionici (Plutone e Venere in Scorpio), mi piacerebbe capirne il più possibile...
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 30 ottobre 2012
X IBISCUS:

Mi era sfuggita una domanda che volevo porti.
Hai detto che quando sogni te stessa come spettatrice anzichè agente del sogno stesso fai più fatica ad interpretarli, significherebbe dunque che quando azioni il sogno come soggetto li interpreti più facilmente o sempre senza problemi???
Una curiosità tecnica.

Approfitto per aggiungere due cosette.
Avendo toccato argomento sogno lucido con considerazioni astro mi è venuta la curiosità di vedere se qualcuno avesse mai affrontato la questione sogni lucidi dal punto di vista di ricerca di aspetti astrologici ricorrenti.
Non ho trovato granchè ma secondo almeno una ricerca in proposito, il pianeta che più li favorirebbe sarebbe Saturno in segni d'acqua e Luna in segni o case saturnine di terra.
Aspetti Luna Nettuno, chiaramente rilevanza di 8a e 12a casa, trigoni saturno nettuno.
Rilevanza di aspetti con segni saturnini Bilancia Capricorno acquario.
E' considerato un'aspetto piuttosto 'potente' in tal senso Saturno in scorpione trigono Nettuno Pesci.
Pensavo che gli aspetti di transito dei due pianeti dovrebbero creare questo aspetto proprio in questi anni, presupponendo l'eventualità di strane esperienze 'oniriche' anche per chi non le ha mai avute.
Saturno perchè consentirebbe di mantenere la 'lucidità' anche durante il sonno.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 30 ottobre 2012
Ecco cara Ibiscus,
ho ritrovato i miei appunti elaborati circa i valori nettuniano/plutonici dell'arco di tempo citato.

Dal 1950 al 2032 circa i due pianeti è come se 'danzassero' una sinfonia celeste che fà si che il loro moto non si discosti mai molto dai circa 60 gradi che li dividono.
Il che significherebbe che i due pianeti in questo arco di tempo 82ennale hanno continuano e continuano come a 'stimolarsi' a vicenda legando le esperienze plutoniane di ricerca delle Verità ad una trasformazione del se transpersonale carica di significati mistici tutta nettuniana, insinuando il bisogno di 'distaccarsi' e 'separarsi' dalla realtà terrena per poter accedere ad un campo dimensionale che non conosce barriere ne limiti posti da personalità 'egoiche'.
Dato che i due pianeti è come se rimanessero connessi succede che un 'innesco' di tipo plutoniano può scatenare reazioni nettuniane oppure il contrario, perchè i due pianeti, funzionando in sintonia, favorirebbero ora l'uno e ora l'altro messaggio cosmico.

Interessante vero???

Io devo dire che riconosco benissimo questa reazione nettuniana ad un transito plutonico nella mia storia personale, in particolare quando plutone attraversò lo scorpione dove ho nettuno.
Ma comunque questa tendenza nettuniano/plutonica è molto determinante in tutto quell'arco di tempo, perciò in particolare per tutte quelle persone che per nascita si trovano ad essere già al di là della metà del percorso ottantennale.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 30 ottobre 2012
Si Ibiscus, piacerebbe anche a me, più che altro per approfondire la base principale dell'astrologia umanistica, visto che la frequento da soli 2 anni.
Ne ero venuta in 'contatto' già nel lontano 2006 ma eventi di vita avevano prodotto un lungo corso senza che io volessi dare più dar spazio a questioni di astrologia, avevo pensato che nel mio corso di vita fosse un capitolo chiuso.
Al momento non condivido questa faccenda dell'importanza del 'progetto del sole' perciò mi andrebbe bene saperne di più per farmi un'opinione definitiva.

Circa Nettuno Plutone devo aver letto qualcosa di recente circa il fatto che tutte le persone nate e che nasceranno tra il 1950 e il 2030 dovranno avere a che fare con le dinamiche 'intrecciate' di questi due pianeti in maniera 'profondissima'.

Sempre di recente stavo considerando che questi due pianeti forse potrebbero avere a che vedere con i 'viaggi astrali', quelle esperienze di sogno lucido o OOBE.
Nettuno trascendenza e Plutone profondità inconsce potrebbero essere coinvolti in maniera rilevante.
Dell'unica persona che sò per certo che era in grado di visitare regni alternativi 'volontariamente'(dato che si possono visitare in maniera subconscia o non del tutto consapevolizzata) Plutone era in 12a cosignificante Pesci e nettuno in scorpione generazionale ripeteva il binomio nettuno/plutone.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito lunedì 29 ottobre 2012
Ciao Alix

per quanto riguarda il mio TN, il mio Sole Capricorno è congiunto a Nettuno e quindi sestile a Plutone in Scorpione.
Ce li ho sempre avuti addosso 'sti Signori, e adesso con Plutone di transito congiunto al Sole per qualche anno, sai che sballo! ;)

I miei sogni variano...spesso partono con modalità prima persona e poi passano ad osservatore esterno
Faccio sempre fatica a interpretarli in questi casi...

Una discussione sul Progetto Sole mi piacerebbe molto! Anche perchè il mio Sole messo com'è ha delle belle devianze: Nettuno è tutt'altro genere e Plutone agisce su di lui dal suo regno...

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 27 ottobre 2012
Vorrei fare altre considerazioni sui Sogni suggeriti da passaggi Plutoniani.

Il transito di Plutone in capricorno sulla mia Luna ha avuto una particolare influenza sulla tipologia di sogni.
Rispetto a lunghi periodi attraversati prima, e tolta qualche eccezione, pare esserci meno 'magia', meno mistero, meno grandiosità, meno contatto almeno per ora, con dimensioni sovrannaturali, che invece con il transito di plutone in scorpione nettuno e poi continuando in sagittario erano intensissime (quindi un arco circa 20ennale).
Ho notato oggi,per caso pensandoci l'analogia con le 'folle' della posizione mia Lunare in 10a.
Infatti i miei sogni che prima non avevano in genere oltre me molti altri protagonisti, sono adesso spesso pieni di 'persone', i luoghi affollati, mi danno spesso l'impressione di un chè di 'caotico' come un continuo 'movimento', un 'lavorio'.

Vorrei farvi anche una domanda, se c'è qualcuno.....
Vi capita di sognare in prima persona , cioè 'agendo' il movimento come da svegli o vi sognate come vedeste un film con voi protagonisti???
Per me il Sogno è sempre in prima persona per esempio.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX x Lidia
inserito sabato 27 ottobre 2012
Domanda tecnica:

Ho letto che le carte astrologiche dette 'Persona' farebbero un'analisi che andando oltre i se primari offrirebbe un panorama delle potenziali 'subpersonalità' del soggetto.
Conosci questo metodo e sopratutto lo hai mai verificato o applicato ai tuoi studi personali?

Oppure, attraverso il tema umanistico tradizionale è possibile 'indagare' su queste subpersonalità?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 27 ottobre 2012
Ancora per Rouge:

riguardo al post precedente che ti ho inviato circa 'morte e resurrezione' vorrei raccontarti un sogno che mi è tornato in mente per farti un esempio di ciò che volevo dire.
Verso la fine del transito di Plutone in Sagittario ( che ha toccato nel suo giro il mio saturno radix) feci un sogno di sepoltura.

Sognavo di essere distesa in una fossa di terra/spiaggia con le mani incrociate sul petto, vestita di bianco, davanti a me il mare e uno spettacolare tramonto, ero lì che attendevo di 'morire' molto semplicemente.

E' bene precisare che le emozioni del sogno non erano affatto ne di disperazione, ne di paura, ne di ansia, anzi ero 'serena e tranquilla', in 'pace e rilassata'.

Ad un certo punto appare accanto al mio viso un volto, indistinguibile mi parse, forse un'Entità che mi disse delle parole (che al risveglio non ho più ricordato con precisione)
Fattostà che mi rialzai in piedi, poi risvegliandomi in quell' intenso attimo.

Può essere che le parole furono, 'non è ancora il momento' non è ancora 'tempo', ti aspetta ancora qualcosa o qualcuno....chissà.
Voglio anche precisare che attraversavo un momento di perfetta salute e forma fisica, è importante da dire.
Quindi il sogno probabilmente segnalava la 'morte' di qualche parte che non mi sarebbe più servita, e il fatto che fossi 'pronta' per affrontare altre situazioni dopo una avvenuta trasformazione interiore.
In effetti dopo uno o anni la mia vita si trasformò completamente 'anche' negli eventi esterni in maniera 'radicale' e, come vuole spesso Plutone, attraverso una iniziale fase piuttosto drammatica trasformatasi in un lieto fine.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 27 ottobre 2012
Rouge, dato che quì la discussione sembra essersi fermata, e in più non si aggiungono partecipanti nuove, vuoi provare a proporre anche tu un argomento nuovo che ti piacerebbe affrontare?

Per ciò che dici penso che i 'cambiamenti' soprattutto se drastici, siano una manifestazione più Uraniana, Plutone si manifesta in 'trasformazioni' che possono anche verificarsi in un contesto vitale che può benissimo restare per anni sempre apparentemente non variato proprio perchè avvengono e partono da molto in profondità.
Quando una delle trasfomazioni Plutoniane arriva a manifestarsi in cambiamenti evidenti anche nelle situazioni vitali significa probabilmente che la 'trasformazione'in atto in una certa direzione è stata completata e si è pronti ad affrontare un qualcosa che prima avrebbe potuto 'sotterrare'.

Avendo tu il Plutone così spiccato ed evidente, dominante nel tema è possibile che tu abbia la facoltà di poter 'risorgere' appunto anche da situazioni potentemente stressanti o perfino pericolose che un'altra ,senza tale dotazione, non reggerebbe a lungo.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito venerdì 26 ottobre 2012
Leggo di tematiche plutoniane e mi sento immediatamente chiamata in causa.
Sole, luna, mercurio congiunti a plutone. Venere, marte, urano punti dallo scorpione. Il governatore del mio ascendente in ottava casa. Plutone fa inoltre congiunzione al MC e sestile all'ascendente, per tacere di tutti gli aspetti minori con gli altri pianeti. A quanto pare sono una plutoniana doc!
Parli di resurrezione, ed è una parola che mi piace molto. Come dice Ibiscus, tutti i cambiamenti fanno paura. Ma taluni, quando ti sconvolgono dalle fondamenta, ti lavorano con un lento sotterraneo logorio e ti fanno mettere in discussione tutta la tua vita...beh, quelli a pensarci bene possono proprio far "tremare le vene e i polsi". Ma sai cosa? Quando ci sei dentro non te ne accorgi mai. Questi cambiamenti così profondi operano nell'ombra, con estrema lentezza, a me almeno è accaduto così fin'ora. Certo, possono esserci degli episodi spiacevoli che ti fanno aprire gli occhi all'improvviso, ma più spesso i cambiamenti sono da "guardare in prospettiva". Ti accorgi di chi sei diventato solo se ti guardi indietro, e ti rendi conto di quanto eri diverso. Attualmente ho la quadratura di plutone su sole, mercurio e MC. E tuttavia, sono bendisposta, quasi serena. Nel senso che so di essere nata con delle energie plutoniane molto forti, quindi è inutile temere i cambiamenti: sono inevitabili. Sta a me coglierne il lato migliore, rimanere centrata su me stessa ed avere fede perché tutto arriva per la mia crescita.
Un abbraccio
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 26 ottobre 2012
Una nota sul pianeta che mi affascina di più Y, penso che oltre lo spazio-tempo rappresenti la Luce, quindi per conseguenza tutte le cose che luccicano, scintillano e brillano......come le Stelle anche.

Mi spiace che questa discussione sulle arti e il sogno si sta 'arenando' per mancanza di animazione, ci sarebbe stato così tanto da dire........
Mi sà che la crisi stà facendo sentire i suoi effetti anche quì, forse ci sono sempre più persone che si devono concentrare d'urgenza su altre emergenze.


X LIDIA:
forse è il caso di proporre una nuova discussione???
Se ci saranno ancora cose da dire sui Sogni o sulle Arti rientreremo quì.

Di cosa possiamo discutere???

E' possibile che gli utenti preferiscano temi più incentrati sulla 'psicologia'.
Potremmo parlare di come ci sembra si sia realizzato o no il Progetto Sole???
Oppure delle dinamiche di proiezione associate ai vari pianeti???

Qualcuna ha Idee a cui tiene e che vuole approfondire?

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 26 ottobre 2012
Sempre x Ibiscus:
se non l'hai già trovato ti suggerirei di leggerti l'articolo di Lidia:
I rapporti di Sole Plutone: creazione e distruzione.
Potrà interessarti, ciao di nuovo
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 26 ottobre 2012
Ciao Ibiscus,
si certo, però credo che un transito di Plutone può essere 'arricchente' se le sue posizioni di base sono buone.
Anzi, penso che tutti i transiti dei pianeti siano arricchenti se messi bene sul radix, perchè 'aggiungono' caratteristiche, sfaccettature, che 'prima' del transito non possedevi.
Purtroppo non conosco gli aspetti del tuo tema, ma considero diversa la situazione di una che ha una posizione radix sole plutone da una che ha il transito.
Per quanto mi riguarda ad esempio io non ho di base dinamiche 'luna plutone' o plutone luminari, quindi tutte le questioni rigurdanti questa dinamica sono molto lontane dalla mia personalità radix, non mi 'appartengono', non fanno parte della mia personalità, talmente lontane da mie concezioni che non potevo 'raccogliere' nella loro essenza certe manifestazioni retrostanti, in chi è condizionato da luna plutone o sole plutone o evidenze spiccate scorpioniche, non potevo cogliere nettamente certe questioni che invece ora possono diventare 'lampanti'.
E' come se il transito ti desse la facoltà di 'snascherare' qualcosa in altri che prima potevano farla franca o dartela a bere come si dice.
E' come se il transito sul luminare ti consentisse per il corso della sua durata, di 'aggiungere' un carattere che non è tuo 'tipico' tanto da 'afferrare' ciò che stà nelle 'motivazioni vere altrui'.
A meno di non avere altri aspetti scorpionici nel tema, di cui io personalmente sono totalmente priva nel radix ( a parte il generazionale nettuno scorpione) anche la mia casa 8a è totalmente vuota e non ho nemmeno l'ascendente in tal segno.

ciao cara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito venerdì 26 ottobre 2012
Ciao Alix

riferendomi a Plutone, penso che il timore sia relativo alla portata dei cambiamenti che comporta e soprattutto alla paura che possa scoperchiare qualcosa di molto scomodo!

E in generale i cambiamenti non sono mai facili, e questo signore è il padrone degli inferi.
Ci vogliono gli attributi per attraversarli ^_^

Detto ciò, è ovvio che dipende dal tema di ognuno...
nel mio caso, i cambiamenti più evidenti di quest'anno si sono palesati coi passaggi di Giove!!! Chi lo direbbe?
E il Signor Pluto...beh rimarrà sul mio Sole ancora per un bel pezzo...tra qualche anno ti saprò dire ;)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 26 ottobre 2012
Accidenti, deserto assoluto di partecipanti :)


Va bene, devo passare un'oretta quindi approfitto dello spazio per esprimere altre cose.
Devio un tantino dal tema per tornare ad aspetti Plutoniani.
Essendo del Leone io ho sempre avuto poco feeling con personalità Scorpioniche, essendo due segni in quadrato c'è sempre poca comprensione fra loro, sono due mondi proprio differenti.
E del resto Fuoco e Acqua.....
Avendo però ora il transito Plutoniano su un mio luminare quello che ho realizzato è che le sollecitazioni degli aspetti non radix che si formano in transito, ti diano modo di penetrare meglio le motivazioni e dinamiche altrui in sensi nuovi che prima non afferravi ( non avendo l'aspetto), in questo caso scorpioniche.
Ho sempre creduto infatti che la 'grandissima' forza di 'resurrezione' di questo segno da malattie gravi da 'punti di morte' per esempio, fosse dettata da una potente 'forza interiore'.
Invece no, mi sono 'accorta' che sono devastati molto in profondità dalla paura del 'loro'personale trapasso e di qualsiasi aspetto che lo riguardi tipo considerazioni sull'aldilà, tanto che spesso tendono a 'esorcizzare' tali paure con una ironia feroce e 'dissacrante' o 'rimuovendo' l'idea stessa di una fine che rimane in loro sepolta e totalmente 'rinnegata'.
Non avevo mai capito che essendo parte dell'asse con il Toro l'attacamento alla materia fisica è in loro fortissimo da costituire un ostacolo all'essere veramente 'pronti' interiormente a 'staccarsene'.
Perciò oppongono una resistenza enorme che li fà sembrare 'forti' sull'aspetto segretamente temuto.
Per questo motivo ritengo che i contenuti di un radix permettano di intuire negli aspetti altrui delle cose ma non altre, finchè un utile transito non aiuti a 'sondare' aspetti di personalità non di natura propria che altrimenti 'sfuggono' o vengono diversamente letti.
Così come certi aspetti radix o di transito permetterebbero di 'cogliere e vedere' cose che altri con altri aspetti in rapporto con la stessa persona/soggetto non vedono, perchè non li possono interpretare con la motivazione più profonda ma spesso solo quella 'apparente'.

Vado, ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 24 ottobre 2012
Citando sempre la mia parte di Nettunianità, ho fatto caso che nettuno è il pianeta che in assoluto mi fà più aspetti.
Quadra il sole, quintile luna, sestile mercurio, trigono venere, opposizione marte, congiunzione giove, saturno semiquadrato, urano quadrato, sestile a plutone, quinconce ascendente, sestile mediocielo.
Si capisce meglio il coinvolgimento nettuniano che permea tutta la personalità interiore ed esteriore.
Aggiungiamoci anche l'ascendente in Pesci.


Volevo però fare un piccolo commento su Plutone, frequentando quì e consultando di tanto in tanto il forum, mi accorgo come questo pianeta 'terrorizzi' letteralmente tutti e tutte.
Io sinceramente non ho mai temuto i passaggi plutoniani, anzi, a ben vedere questo pianeta mi ha creato spesso anche dei 'vantaggi', diversi a seconda dei segni e case toccate ma comunque ascrivibili alla sfera tangibile materiale.
Inoltre ha creato momenti di interessi misteriosi per me di grande fascino intellettivo, percorsi di grande magia.
Probabilmente incide la congiunzione con mercurio che mi fà vivere anche l'ombra senza troppi timori, e poi plutone mi fà solo aspetti positivi.
Forse un qualcosa di non risolto legato ad un trauma, che porta in se sempre un qualcosa di oscuro, si è rivelato sotto forma di adenoma solo ora con il transito su luna, ma se mi baso sui transiti plutoniani precedenti dovrei pensare che anche questo finirà per essere un qualcosa di positivo alla fine.
Nonostante la parte anche di mia uranicità spiccata è più questo ,Urano, il pianeta da cui non sò mai che aspettarmi, sarà perchè si porta dietro la quadratura radix con marte e conterà l'opposizione a kirone??? si è manifestato con incidenti morali, materiali e fisici a volte assolutamente 'assurdi' portando vere catastrofi.
Eppure Urano è il pianeta che amo di più tecnicamente, quello che ha anche il glifo stesso che trovo più rappresentativo di un mio modo di essere dentro......un'antenna 'captante' di elettricità occulte.
Ricorderò anche per sempre un sogno intenso e vivissimo in cui si scaricò dal cielo a terra attraverso di me un grande fulmine.
Una cosa 'fantastica', un'immagine flash che potrei solo definire come 'folgorante'.
Tempo dopo disegnai una donna luminosa che nasceva da un 'uovo' attraversata dal fulmine (che se non vi è noto rappresenta l'Immortalità)

buonanotte
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 24 ottobre 2012
Grazie Lidia per la tua partecipazione, mi fà piacere sapere che sul punto che potremmo essere già entrati in 'contatto' perso tra memorie antiche, con qualcosa e qualcuno che abbiamo visto come 'Divinità' sei in accordo.
Certo, la faccenda non fà che 'spostare' l'argomento principe dell'origine della vita universale su altri esseri già più evoluti, ma chissà magari su 'dimensioni circolari' muovendosi nello spazio/tempo di misure di tempo galattiche, la specie può finire per essere benissimo la 'creatrice di se stessa'.

Io da brava Uraniana sono stata sempre 'conquistata' da queste teorie, come se in loro trovassi riscontro a concezioni che già mi appartenevano, e che attraverso i decenni si sono sempre più perfezionate nei testi, di archeologia misteriosa mi interessavo già da adolescente ed era allora difficile reperire materiale, ora sono teorie piuttosto diffuse in diversi libri, oltrechè sull'onnipresente web.

Per questo ora sono così tanto affascinata da Y prima ancora di attendere che il tempo svisceri la conoscenza astrologica più approfondita di X.

Sembrano tutti abbastanza condividenti l'idea che Y possa essere Nibiru il pianeta legato a queste concezioni, l'orbita ipotizzata e più accettata è l'ipotesi di 3600 anni ma altre indicano orbite mooooolto più estese.
Non sò quanta validità possano avere, forse nulla, ma esistono già carte astrologiche che su questa base ne collocano il transito probabile al 23° del Toro.
E' abbastanza curioso che sulla mia carta sia situato in 2a toro e che io abbia sempre avuto una 'respirazione' non potenzialmente perfetta causata da una piccola deviazione del setto nasale che non sò se fosse già presente alla nascita, ma non è detto che l'orbita presunta sia poi effettiva.
( ad ogni modo anche marte è in toro 1°)
Ho trovato anche le posizioni di Vulcano, un pianeta usato nell'astrologia esoterica e non ancora scoperto, dato che lo posizionano vicinissimo al sole, in pratica mi pare di aver capito che si troverebbe in posizione sempre 'combusta' entro i 4 gradi dal sole, lo definiscono l'ottava bassa di saturno, come un 'forgiatore' della personalità credo 'fisicostrutturale' solare.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 24 ottobre 2012
Nell'attesa che entri precedente post, vado avanti nella mia chiacchierata in navigazione solitaria :)

Sempre a proposito di Nettuno come sogni, attualmente, sarà il transito plutoniano su Luna o il problema tiroideo che mi affligge da un paio di anni( cosa che influisce negativamente sulla biochimica dell'organismo), non li trovo in genere molto belli o emozionanti, piuttosto 'stancanti', ho sopratutto l'impressione che stiano elaborando un qualcosa di inconscio relativo al periodo della mia adolescenza.
Mi capita di sognare piuttosto di frequente i locali dell'appartamento della mia famiglia in particolare legato a quegli anni nei miei ricordi, la cucina sopratutto.

Parlando sempre di Nettuno pensavo al legame dell'acqua con i 3 segni d'acqua.
Luna Cancro laghi, acqua dolce, anche fonti, cascate e torrentelli.
Plutone Scorpione credo rappresenti più di nettuno pesci i fondali marini, acque salate o fiumi molto grandi forse anche il mare e l'oceano, anche le acque termali.
Il Nettuno Pescino più che oceanico lo vedo tanto come 'mare cosmico' legato alla navigazione interstellare alle 'onde' presenti nello spazio.
A cosa vedete legata la 'pioggia'??? Viene dalle nuvole nel ciclo termico raccolto dall'oceano, forse quell'attribuzione alla meteorologia legata sempre a Y.
E il nettuno presente in sagittario a quali 'acque' può corrispondere? Quelle della gravidanza per esempio vista la sua correlazione con X Eris?
Essendo segno terrestre, l'acqua presente nel corpo umano che per alcuni è infatti causa di 'gonfiori' tutti gioviani?
E le lacrime a cosa le assocereste?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 24 ottobre 2012
Peccato ci sia poco confronto, che risulta essere proficuo per le discussioni, chissà dove siete finiti tutti.

Oggi riflettevo sul fatto che anche il blog sia una delle forme di 'evasione' nettuniane, intanto anche circolare sul web si dice 'navigare', in un mondo fatto di onde di bit, reale ma nello stesso momento illusorio, senza una consistenza 'materica', un black aut elettrico è sufficiente a farlo 'sparire' a renderlo 'inaccessibile'.

Con la mia venere trigona a nettuno legato a giove di suo legato a kirone e quintile a luna come in una 'catena', con il mondo 'nettuniano' ci sono sempre andata a 'nozze', è il mio mondo elettivo, preferenziale, quello dove vivo meglio, più a mio agio e che mi piace e coinvolge di più.

Il mondo 'immateriale', fatto della 'materia dei sogni', un'altro tipo di materia, quella spirituale, che ha una consistenza più leggera.

Avevo già detto tempo fà che anche il mondo onirico era un universo per me privilegiato, quando sogno, anche se sono 'incubi' sò che in quella dimensione non mi potrà accadere mai niente che mi potrà fare del male.

Inoltre in certi periodi ho fatto davvero dei bei sogni, a parte il 'volare' e la 'musica' a cui avevo già accennato, quello di essere in grado di 'attraversare' i corpi solidi che è sempre divertente o di poter 'trasformare' il sogno stesso.

C'è stato un periodo che sognavo spesso dischi volanti e questo mi dava sempre una sensazione emotiva incredibile, a volte mi aggiravo anche all'interno di essi.

Vado un pò vagando, dato che in questo momento c'è condivisione quasi nulla, ma contando sul fatto che c'è chi segue senza partecipare, conto di poter dire qualcosa di interessante per qualcuno e per le sue considerazioni.

Quello che noi definiamo 'Anima' corrisponde per la filosofia al 'soffio'e il 'vento' il termine psychen dal quale deriva psyche significa 'respirare', il chè riporta ai valori del misterioso Y eolo.

Poi l'interpretazione del concetto di Anima non riguarda un solo livello della stessa.

Di solito ci riferiamo all'anima intellettivo filosofica che l'accomuna alla parte spirituale ed eterna,ma l'anima è potenzialmente in primis 'vegetativa' poi emozionale e poi ancora coscienziale che governa volontà e scelta.

Quindi il valore di 'soffio' è possibile si riferisca alla componente vegetativa, quella che 'anima' la vita.

Ah, un'altra cosa importante, dato che in molte culture religioso spiritualistiche vi è la ricerca di un 'annullamento dell'IO' come componente di un punto di arrivo spirituale, và detto che o è un termine sbagliato in quel senso o è come se dicessero che l'anima stessa và annullata, visto che l'anima filosofica è considerata sinonimo di Spirito Mente e Io, perchè l'IO o ME, secondo la psicologia è il principale 'mediatore' della consapevolezza.

Annullando quello si annullerebbe automaticamente anche la possibilità di espansione della coscienza nonchè la reale evoluzione dell'anima stessa.

Quindi và ricordato che è l'EGO che và annullato soprattutto per far si che emerga la struttura principale che è l'IO/Anima.

Scusate se ho fatto questa breve precisazione, dato che a volte in questi 2 anni di partecipazione ho avuto l'impressione che ci fosse a volte qualche 'confusione' nell'interpretazione del valore dell'Io, come se questo fosse un ostacolo alla crescita spirituale.

Penso possa essere utile anche questo elenco che si riferisce al cammino evolutivo che si dice legato a 6 punti di consapevolezza.

Istintivo fisico sessuale
Potere comando materialità.
Apprendimento studio, conoscenza, condivisione, confronto.
Espressione creativa, arte, talenti, scienza, genio.
Conoscenza, consapevolezza delle leggi che governano l'universo, l'origine della vita.
Maestri che dimostrano non con le parole ma con l'esempio,superamento degli attaccamenti,trascendere la 'paura' della morte.

E' molto importante comprendere che tali 'livelli' non sono livelli, come tanti sarebbero tentati di pensare, non sono come 'gradini' di una scala, non seguono logiche, sono 'circolari', perciò per un soggetto l'evoluzione più elevata può riguardare una ricerca interiore circa l'aspetto 'fisico istintuale' citato per primo ma in pratica solo facente parte di un 'cerchio' dove 'tutte' le componenti espresse stanno sullo stesso piano, si equivalgono.

saluti
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 24 ottobre 2012
cara Alix,
quasi certamente non siamo frutto del caso; intendo con questo che non credo assolutamente alla teoria di Darwin sull'evoluzione della specie in quanto, ci sarebbero veramente troppi punti interrogativi.
penso anche io che, probabilmente, siamo venuti a contatto con qualcosa o qualcuno molto più evoluto di noi che, di conseguenza, abbiamo visto come "divinità".
Credo che siamo destinati a crescere e a diventare via via più consapevoli ovvero ad acquisire via via una maggior coscienza e conoscenza.. lontana dal sapere di oggi ma penso che sia frutto di millenni e certamente non di qualche secolo.
Nettuno tra le altre cose indica proprio i processi di evoluzione, i salti trasformativi e la possibilità di arrivare a percepire i nostri strati più sottili in modo da avvicinarci di più all'essenza.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 23 ottobre 2012
Beh, si Lidia, l'ipotesi evolutiva non parlava certo di un futuro di là da venire a breve termine, intanto dopo l'uomo definito sapiens sapiens vedevano una o due fasi di 'superuomini' solo dopo l'essere definito cristallino.
Evolutivamente dopo l'uomo Erectus c'è un'anello 'mancante' prima del homo sapiens, e ora l'attuale civiltà viene definita sapiens/sapiens ( doppio).
Ma tutto questo è accaduto in ere consistenti non certo in centinaia di anni.
L'anello mancante è quello che più interessa l'archeologia misteriosa che ha formulato l'ipotesi che l'uomo sia stato frutto di 'ingegneria genetica extraterrestre' che ha infuso il 'carattere' più misterioso l'Anima e quindi la 'coscienza'.
Avrebbero potuto farlo anche in un'altra specie animale, ma l'uomo era la specie più 'compatibile'.
Se pensate che questo potrebbe essere solo fantascienza non dimenticate i progressi scientifici dagli albori della storia ma anche solo a cosa non si conosceva 100 anni fà, un secondo praticamente rispetto ai tempi evolutivi.
Niente impedisce di credere che l'aspetto 'atomico' dell'anima sia manipolabile come il D.N.A.
E quindi l'Anima come gli organismi biologici 'evolve'e può crescere anche in maniera 'indipendente' da quel preciso organismo ospite, purchè l'organismo sia nei tempi sufficientemente evoluto per ospitarla.
E' probabile dunque che un'organismo di 'materia' non sarà più ad un certo punto sufficientemente evoluto per ospitare anime evolute, che si manifesteranno in altri tipi di forme o dimensioni.
Questo è quello che personalmente intendo per spiritualizzarsi.
Non mi sorprende affatto che la spiritualità, cioè l'essere davvero coscienti di poter diventare esseri di spirito separati dai corpi , stenti a manifestarsi interiormente in organismi biologici così 'intrappolati' nella materia.
E infatti sono anche convinta che questo tipo di evoluzione non potrà riguardare tutta l'umanità ma solo una sua parte.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito martedì 23 ottobre 2012
cara Alix,
certamente ci stiamo sempre più spiritualizzando.. anche se non si vede tantissimo questo.. però, come sempre, quando le cose si esasperano, come sta succedendo oggi, può essere proprio perchè siamo vicini ad una trasformazione e quindi, si vede anche il massimo della resistenza... che, in questo caso è rappresentata dalla materialità.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 23 ottobre 2012
X ROUGE:

Ancora una cosa, sai, penso che l'ispirazione sia come l'Amore.
Arriva quando non la cerchi forsennatamente.

Un'altra cosa..... forse non devi essere troppo 'critica' verso ciò che scrivi, ciò che non soddisfa te, può trovare accoglimento in altri.
Del resto se sei riuscita a vincere un concorso non è solo perchè vi hai partecipato, cosa che indubbiamente ti ha creato un'opportunità utile.
Vero che certe idee che si cercano hanno bisogno di lunga e sofferta elaborazione, sopratutto se vuoi comunicare una emozione.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 23 ottobre 2012
Parlando di tema Nettuniano, proprio in questi giorni mi sono re-imbattuta in un vecchio film di Peter Weir intitolato l'Ultima Onda.
Mi tornava in mente la 'grande onda' dei Sogni di cui avevamo parlato.
In un momento del film, dove l'acqua nettuniana che scorre ritorna come simbolo ricorrente a sottolineare molte scene, si racconta di una leggenda aborigena australiana che vi voglio riportare.
Per le tribù native esistono due tipi di 'Tempo', uno è il tempo della realtà oggettiva, quello lineare, l'altro è il 'Tempo Spirituale' per sua natura 'infinito' chiamato 'TEMPO DEI SOGNI' che ritengono più 'vero' della realtà.
Le leggi del tempo dei sogni influiscono sul tempo della realtà lineare.
Coloro che sono dotati di poteri spirituali insoliti riescono a contattare il tempo del sogno in specie quelli che 'appaiono' alla fine dei 'cicli'.
Loro ritengono che alla fine di ogni ciclo la 'natura' deve 'rinnovarsi' e lo farebbe con qualche tipo di catastrofe ambientale....solo a seguito di ciò segue la 'Rinascita' il rinnovamento del ciclo nuovo che riprende.

Parlando ancora e sempre di simbologie Nettuniane è curioso sapere che leggende di un 'Diluvio Universale' sono comuni a 'Tutte' le culture di ogni lato della terra.

Ho incontrato anche interessanti simbologie di nettuno che val la pena conoscere.
Poseidone/Nettuno non era ritenuto solo dio dei mari ma anche dei terremoti ( ora potremmo dire più verosimilmente tzunami, 'terremoti marini')
e ci sono dei particolari che lo accomunano persino a chirone, tipo il fatto che in origine poseidone fosse un dio 'cavallo' ( da ciò probabilmente il detto 'cavalloni' per indicare le grosse onde schiumose).
Solo in seguito fù accumunato a divinità acquatiche, ma i cavalli con i delfini sono rimasti suoi animali sacri.

Vi riporto anche un interessante considerazione su Y che per morpurgo si sarebbe dovuto chiamare Eolo come il dio e custode dei venti ( o anche del soffio dello spirito?).
Il mito racconta che fosse 'consigliere degli dei' e che viveva su un'isola galleggiante, cioè staccata dalla terra ( cosa che può anche ricordare una specie di astronave/pianeta che naviga nel cosmo) ma la cosa che più mi ha colpita era che su questa isola vivesse con i suo 12 figli ( dodici come lo zodiaco) 6 maschi e 6 femmine, come la suddivisione in maschili e femminili.
Misteriosamente intrigante il fatto che secondo mitologia Nettuno/poseidone riteneva Eolo (Y) un 'intruso' perchè lui ( nettuno) si riteneva padrone del Mare e dell'Aria.
Il chè mi porterebbe a pensare che attraverso Nettuno non si arrivi a capire totalmente Y, che possa diventare a volte come un 'contrasto' per l'approfondimento di Y, al quale si arriva attraverso le profondità Plutoniane.
E anche Eolo è stranamente associato al simbolo dei cavalli.
Il suo carro infatti era trainato da moltissimi cavalli di cui solo i maschi erano legati alle funi mentre le femmine correvano a fianco dei maschi Libere, il chè sicuramente potrà suggerire riflessioni di qualche tipo.

Non sò se voi lo fate abitualmente ma è molto interessante fare ricerche sulla 'mitologia' dei simboli che analizzate.
Scoprirete anche diverse strane 'sovrapposizioni', Zeus infatti è considerato dio del Cielo ed ha come simbolo una Folgore ( ed entrambe le cose farebbero più pensare a urano) però è stato associato a giove.
Il chè riporta alla stretta interrelazione tra giove mercurio urano.

ciao a dopo
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 23 ottobre 2012
Caspita se ti capisco cara Rouge, mi è successo diverse volte di non essere contenta di ciò che realizzavo, non importa quanto ben riuscito potesse lo stesso essere, non era come lo volevo o immaginavo, oppure cercavo e cercavo un 'qualcosa' un'atmosfera, che non riusciva a concretizzarsi nell'opera.
Anche io come te ho attraversato momenti che mi facevano distruggere il disegno o il dipinto, l'abbozzo, l'idea, perchè non era così come doveva essere.
Non parliamo poi dei confronti a volte con chi dipingeva in un modo che a me piaceva un mondo ed era proprio come avrei voluto fare io, ma che a me non poteva riuscire perchè ho un'altro stile di mano, diverso, che è bello nel suo, ma che non era 'quello'.
Allo stesso modo però ci sono i momenti che il tuo operato ti soddisfa, ti sembra davvero riuscito, ti convince, la realizzazione è tra le migliori, l'idea è 'catturata' perfettamente.
In genere può essere utile 'interrompere' non insistere, rimandare al giorno o la notte dopo, dato che l'ansia del foglio bianco o la rabbia non aiutano quel 'contatto' che pur essendo nell'artista sempre 'aperto' si trovi nel momento che permetta di fare 'fluire' l'ispirazione.
Poi ci sono quei momenti in cui questa straborda non hai ancora finito qualcosa e già hai mille altre idee da mettere giù, da fissare in un appunto da elaborare se ne avrai tempo.
Così come il 'filone' può ri-esaurirsi, non trovare più tanti stimoli esaltanti.
Inoltre a volte si sente il bisogno di dare una 'motivazione' a ciò che si stà facendo.
Che sia piacere personale, voglia di esprimersi o una finalità professionale.
A me, al di là della pittura, sarebbe piaciuto fare un corso di 'scrittura creativa', ma non mi sono iscritta, certo avrei potuto farlo così, per me stessa, senza una qualche velleità di servirmene per qualcosa, ma la congiunzione sole urano credo che a volte 'incida' su scelte che rivelino una potenzialità di 'utilizzo', anche se solo di tipo personale.
Per esempio, anche se da tanto non mi dedicavo più ad una professione renumerata, dipingere nuovi quadri, oltre a darmi soddisfazione creativa mi permetteva di 'arredare' e sopratutto 'cambiare arredo', vedermi intorno colori o soggetti che non fossero sempre gli stessi.
Anche perchè le scelte artistiche erano conseguenti a momenti interiori in costante mutamento che fissavano qualcosa di 'significativo' in 'quel dato momento'.
Al punto che è capitato a volte che ho ridipinto altre cose sfruttando tele già dipinte.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito lunedì 22 ottobre 2012
Ciao Alix,
io leggo sempre, non sto partecipando perché ultimamente sono presa da uno scontento rabbioso, nulla di ciò che scrivo mi soddisfa e sono in crisi. Ma tu capirai, mi hai anche già detto a riguardo...mi sembra di essere come Penelope. La notte scrivo e di giorno cancello tutto e poi ricomincio. Voglio lasciare dietro di me "polveri di Immortalità" e invece lascio solo carta straccia.
Anche questo fa parte delle difficilissime energie nettuniane, proprio per rimanere in tema con l'argomento del blog. Non sono mai contenta di ciò che scrivo, le parole sono sempre un passo indietro -se mi va bene- rispetto a quanto voglio esprimere.
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 21 ottobre 2012
Dato che il blog sembra tutto mio e non vi è traccia di altri partecipanti dò espressione ad altro mio canto, datato 1990, così..... dato che li ho scritti senza che nei tempi a seguire abbia più avuto l'occasione di utilizzarli insieme alle mie illustrazioni, e sono rimasti lì tra i vari 'ricordi' del passato, tra i pochi salvati in verità dato che da Uraniana ho la tendenza ad eliminare tutto ciò che diventa vecchio:


POLVERI DI IMMORTALITA'


Chi sei tu predace Vampiro
che cospargi d'Eternità
le tue strade fuggitive
lasciando dietro te
polveri di Immortalità.

Ti inseguo da sempre
Cavaliere dall'Armatura Scintillante
e un giorno mi Ricorderò
di aver già attraversato il tuo Regno.

Così come da Persi Secoli
accade e si ripete
narrerò di una Terra Leggendaria
celando le sue Insidie negli Oblii.

Lascerò dietro di me Tracce Iridescenti
che ne Celebreranno lo Splendore
occultando nella Luce
l'oscuro Grande Inganno.

Poi vestirò anch'io l'Armatura Scintillante
sulle lacerazioni prodotte dal suo centro
per nascondere le piaghe con Riflessi d'Oro
che accecheranno con Bagliori Ammiccanti
gli occhi inquieti di altri Sognatori.

Rapace Vampira.



Quì non posso metterli visivamente come preferisco scriverli, ma sono centrati, non con il margine tutto da una parte, tipo le scritte dopo il finale di una produzione video.
In teoria dovrebbero anche avere fondali ambientati, non scritti su pagine tutte bianche.
Quelli che mi piacciono di più sarebbero lunghissimi da riportare e direi che sono anche troppo affezionata in modo particolare per farlo.

Visto che sul momento non ci sono altre condivisioni e confronti.........dò un pò di libertà a qualche estro improvviso

Ciao a tutti

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 21 ottobre 2012
Vedo che c'è un pò di 'morta' sul blog, approfitto per dire una cosa parlando quì di arte e artisti che spero potrà interessarvi.

Gli artisti sono dotati del cosiddetto 'pensiero divergente', che è una modalità della mente che sarebbe portata a considerare le cose sempre da punti di vista 'alternativi', non usuali e perciò non comuni alla maggioranza delle persone.
Una modalità che è considerata la base della creatività e dell'intuizione, questa dinamica utilizza 'entrambi' gli emisferi cerebrali, molto di più di quanto non facciano gli altri individui.
Il chè consente un maggiore ed istintivo rapporto di interscambio tra il mondo personale e transpersonale.
Non solo , in questo modo sarebbe più favorito in loro anche il processo di individuazione.
Inoltre,in tema di proiezioni, l'artista tende a rappresentare gli aspetti che lo rappresentano eventualmente anche quelli 'rinnegati' attraverso l'arte ,che diventa così lo specchio elettivo, piuttosto che su altri individui.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 18 ottobre 2012
Eureka..... mi sono ricordata circa la questione riguardante il Diamante che è composto di atomi di 'carbonio', l'ingrediente 'essenziale' di tutti i sistemi viventi conosciuti, senza il carbonio la vita come la conosciamo, si dice non esisterebbe.
Era una nozione di chimica organica, non fisica quantistica, che entra in ogni caso per il collegamento agli atomi.
Il carbonio sembra essere anche un elemento promettente per gli sviluppi nel campo delle nanotecnologie, 'sistemi in pratica come vivi' in grado di autoreplicarsi da se.
Altra cosa interessante è che al carbonio è collegata la traduzione del famoso 666 'dell'apocalisse'( tradotto:'rivelazione').
Il carbonio infatti è il 6° elemento della tavola periodica, ha il numero atomico Z pari a 6 ed è composto di 6 elettroni.
Quindi Y in un modo o nell'altro annuncerebbe quantomeno scoperte 'fondamentali' circa l'origine primaria del mistero dei misteri, la vita.

Per tornare in argomento:
Avevo fatto accenno a Nettuno circa il mio rapporto con l'elemento acqua, se c'è qualcuno in onda, che ha voglia di raccontare il sentimento che lega a questo elemento potrebbe essere interessante.

ciao Lidia ciao ragazze
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 18 ottobre 2012
Ah ecco, grazie Lidia, il 'diamante' o 'cristallo' se rappresenta Y intende ciò che cercavo di trovare, evolutivamente anche dal punto di vista scientifico parrebbe che le 'strutture' biologiche più avanzate saranno di tipo 'cristallino'.
Purtroppo non ho più un articolo trovato in una rivista di molti anni fà, che rappresentava con disegni l'evoluzione della specie dal passato, al presente (homo sapiens sapiens) al futuro, e per il futuro, a simbolo di tale concetto era rappresentato un uomo-angelo, 'puro' e sfaccettato come un diamante.
Solo un simbolo naturalmente, per indicare una natura vibrazionale più 'alta' e 'veloce', trasparente dal nostro punto di vista materico, in grado di canalizzare energie di tipo diverso.
Difficile vedere il nesso tra un materiale duro come il diamante e la 'trasparenza' rispetto alla nostra ottica, ma sono certa di aver letto articoli di fisica quantistica dove tale contrasto concettuale è spiegato da conoscenze già note da tempo.

Stavo ragionando su ciò che avevi detto Lidia, e stavo infatti pensando ai nessi tra i pianeti nei segni di terra: Toro X Vergine Y e Capricorno Saturno.
Il Diamante o il Cristallo chiarisce tutto.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito giovedì 18 ottobre 2012
cara Alix,
credo che la "non materiale" o meglio, ciò che è sottile e vibrazionale appartenga comunque a Nettuno.. mentre, ad Y, signore della Vergine, appartiene il reale e il tangibile.. tant'è che rappresenta le montagne, le rocce e le pietre dure comprese quelle preziose come il diamante.. che sono la parte più tangibile della materiale pur trasportando una luce assolutamente cristallina, o meglio, celeste. A dimostrazione che ciò che attiene la materia non è certamente inferiore di ciò che non è materia.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 16 ottobre 2012
Volevo aggiungere una cosa importante.

Non è che Y potrebbe rappresentare l'Anima?
Anzi in particolare i 'componenti' subatomici dell'anima.
Nell'universo niente è veramente 'incorporeo', anche lo spazio definito 'vuoto' non è vuoto in realtà.
Qual'è la componente dell'uomo che si dà per certa ma di cui non si ha ancora 'nessuna' prova 'fisica'( in senso quantistico) della sua esistenza, se non filosofica o artistica o spirituale o astratta o morale, ma niente allo stato attuale che ne dia una definizione scientifica che ne esprima l'Essenza.
Di che cosa è fatta in termini di parte d'Universo?
Di una qualche forma di 'energia' si potrebbe immaginare, ma di che tipo esattamente?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 16 ottobre 2012
Ragionavo ancora sul fatto che se X è equivalente all'ovulo, Y deve essere equivalente spermatozo.

Percezioni extrasensorie legate hai pianeti d'acqua, dunque Cancro Luna Scorpione Plutone Pesci Nettuno, ok, quindi ai rapporti Luna Plutone Nettuno, ma comunque non è che mancherebbe lo stesso Y ???
Perchè attribuire 2 pianeti femminili e uno solo maschile per queste componenti, mancando proprio la scoperta di uno maschile che forse è il più misterioso e inafferrabile di 'tutti' perchè è quello che è rimasto più a lungo 'immanifestabile' alla coscienza..

Tornando a Nettuno,non sò voi, ma io con venere in cancro 4a e nettuno in scorpione amo tanto il lago e i luoghi attraversati da fiumi o torrenti, ovviamente anche il mare mi piace per qualche vacanza, ma non è uno dei posti che sceglierei per viverci se potessi.
Amo molto 'navigare' ma solo in internet non per mare, tanto che in passato ebbi l'occasione di vincere una crociera di una settimana a cui rinunciai, dato che non mi attrae per nulla l'idea di stare in mezzo al mare, tantopiù che le navi e i traghetti mi creano un senso di prigionia.
Andrei invece nello 'spazio' se ne avessi l'occasione, perchè mi attrae l'idea dell'assenza di 'gravità'.
Avete notato la coincidenza del nettuno in transito in pesci con il verificarsi di quell'impresa pazzesca, mai affrontata prima, del 'tuffo' spaziale da 36.000 metri???



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 16 ottobre 2012
Capisco Lidia, certo, in realtà per Y intendevo in un certo senso che potesse essere il 'palesarsi' scientifico tangibile di ciò che solo 'ora' è ancora ritenuto attinente al paranormale ( annunciato dalla parte cometale dei centauri appunto) che non è altro che qualcosa di misterioso che non trova per ora mezzi 'adeguati' per essere studiato a fondo, ma che in verità probabilmente consiste in 'altra dimensione' di materia che con opportuni mezzi futuri sarà sempre più 'sondabile'.
Lo immaginerei come una 'materia meno densa' dell'attuale, una vibrazione più alta, più 'estrema'.

Tu pensi invece che sarà materia ancora più 'densa' dell'attuale, più pesante e corposa???



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito martedì 16 ottobre 2012
cara Alix,
non credo proprio che Y rappresenterà il sesto senso e il paranormale.. Y è il contraltare di Nettuno per cui rappresenterà il massimo di ciò che è percepibile dai 5 sensi, la materia e le cose tangibili.. entre, tutto ciò che attiene all'altra modalità di percezione è da riscontrarsi, pur con delle differenze, nei tre pianeti d'acqua.. che vibrano su onde sottilissime e ricevono informazioni circa ciò che si muove prima che i 5 sensi percepiscano.

Rispondo anche a chi dice che Nettuno non produce in alcune persone creatività e senso artistico. E' verissimo questo, Nettuno si inserisce all'interno di un tema che deve andare tutto in quella direzione. Soprattutto la generazione con Nettuno in Scorpione ha avuto altri tipi di sollecitazione da questo pianeta; essa ha rappresentato comunque il bisogno di estraniarsi dalla realtà.. ma, spesso, nelle forme più deleterie.
Solo in alcuni Nettuno spinge verso l'arte.. in altri spinge al masochismo o alla ricerca di estasi in forme distruttive; per altri è semplicemente una capacità che rimane inconscia di percepire il dolore e il vuoto dell'umanità e dell'anima.. che, tuttavia, rimane in sottofondo agendo con un senso di nostalgia profonda per qualcosa che, di fatto, non riescono a raggiungere se non sballando e andando fuori dalla realtà.. senza però costruire niente di creativo per sè stessi.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 13 ottobre 2012
Stavo ragionando che se venere nettuno può dare dipendenze di tipo affettivo, può essere un aspetto coinvolto anche nelle dipendenze di tipo economico.
Avere o non avere, oppure perdere una completa autosufficienza in tal senso, avere facilità ad ottenerla, oppure difficoltà che espongono a dipendere da altri in tutto o in parte in tal senso.
Pur conservando autonomie in altri sensi o settori.


X Verdeviola:

Dato che sei appassionata di fiori di bach ti dico quale è stata l'ultima coincidenza.
Da qualche giorno ne ho riscelti 2 sempre 'ascoltando' l'ispirazione, poi ho scoperto che i rispettivi fiori erano consigliati anche per agire su il 1°4°6° chakras e 2° 3°5° chakras.
Praticamente tutti ( escluso il 7°) come se sentissi l'esigenza di un allineamento tra essi.
Da 2 anni, a causa del problema di cui avevo parlato mi ero concentrata sul 5° che , dato che ha evidenziato una disfunzione era particolarmente fuori equilibrio.
In genere ho sempre avuto ben funzionanti, il 3° 6° e 7°, primo e secondo non molto di contraltare ma senza che si siano mai verificati problemi gravi, quarto e quinto sono stati in media soggetti ad andamenti eccentrici.
Evidentemente il 'suggerimento' dell'anima nella scelta dei fiori è stato di cercare di riequilibrare il tutto, non solo concentrandomi su quello che ha evidenziato un malfunzionamento resosi evidente, ma l'intero allineamento.
Essendo giustamente 'collegati'il malfunzionamento di uno si 'ripercuoteva' anche se in misura diversa ,secondo tipo di funzionalità, su tutti.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 12 ottobre 2012
X Rouge:

Ti aggiungo Rouge che penso che la capacità di visualizzazione sia più ampia tra chi è di animo artistico, è una mediazione facile e spontanea, 'normale' oserei dire, perchè hanno/abbiamo una migliore propensione all'immaginazione, cioè a creare 'immagini' colori e quant'altro partecipi alle forme pensate compresi suoni e sensazioni.
In certi tipi di persone questa facoltà proprio non esiste è scarsa o limitata.
La capacità di creare e sentire penso venga sviluppata grazie a queste doti 'ispiranti' più o meno allargate.
Gli artisti sono in genere anche più 'percettivi', non a caso sono più sensibili a tante 'sfumature' di cose che sanno 'captare' anche nell'aria come stili o tendenze , hanno di solito anche miglior capacità di 'osservazione'.
Inoltre tendono a 'riconoscere' nell'opera di qualcun altro le eventuali 'ispirazioni' dove possono essere state 'colte'.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 12 ottobre 2012
Ciao Rouge, quello che descrivi si chiama 'sinestesia' in particolare sui colori e profumi, così puoi trovare le indicazioni in merito.
In effetti non è una facoltà di tutti.

A me succede ascoltando musica di vedere immagini e 'scenari' come se girassi dei veri e propri film o degli spot, a volte quindi sono immagini comprensibili, altre se sono più sul rilassato meditativo 'tranceatico' sono sul tipo 'psichedelico' colori si, ma uniti a delle forme.

La mente combina di tutto a quanto pare, pensa che ho letto che, secondo le scienze neurolinguistiche, il 'cervello' più profondo non riconosce la 'negazione', il 'non' davanti ai concetti, quindi assimila il concetto negato come 'affermazione'.
Ora si spiega perchè le cose vanno da sempre nei certi modi soliti!!! ;)
tutti i 10 comandamenti partono con davanti il 'NON' :))))


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 12 ottobre 2012
Sempre su Chirone, volevo ricordare che una interessante associazione è con tutto ciò che entra nelle definizioni di paranormale.
Probabilmente in mancanza ancora del pianeta di riferimento principale in tal senso, che sarà con tutta probabilità Y.
6° senso, percezioni extrasensoriali E.S.P, stati alterati di coscienza, fenomeni O.O.B.E.,abduction, visioni, chiroveggenza e tutto ciò che per il momento rimane non completamente spiegabile ne collocabile.
Approfitto anche per dire che per Y già si avanzano associazioni simbologiche presumibili con la figura mitica del 'Mago' e dunque di ciò che rientra nella magia, di mio penserei che potrebbe essere facilmente associato alla mitologia del 'Drago' che è molto ampia e presente in 'tutte' le culture della terra.
Un'interessante analogia tra le tante sarebbe con il passo del pianeta ( o qualunque cosa strana sarà) che si presume di oltre 20.000 anni come la vita dei draghi, nonchè che uno dei tanti Draghi mitologici fosse chiamato Tiamat.
Lo stesso nome legato alla leggenda del 12° pianeta Nibiru.

Per tornare a Chirone dunque potete trovare nei suoi aspetti riferimenti anche per ciò che evidenzia le capacità che potrebbero andare oltre i 5 sensi in maniere più o meno spiccate.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito giovedì 11 ottobre 2012
A proposito di "leggere visualizzando", come ha detto Icaro. Questa cosa mi ha colpita tantissimo perché anche io fino a qualche tempo fa pensavo fosse ovvio, poi mi sono resa conto che non è così. E quando l'ho scoperto sono rimasta sbalordita! Quale altro modo c'è di leggere se non visualizzando quanto è scritto?
A proposito.
Vi è mai capitata un'esperienza di "fusione dei sensi"? Ad esempio vedere dei colori quando ascoltate musica o sentire dei profumi o dei suoni quando leggete poesia?
A me accade spesso.
Magie di Nettuno...almeno credo.
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 11 ottobre 2012
Ci sarebbe da considerare anche che Nettuno non sempre si esprime 'artisticamente' o in senso di 'sogni' o 'spiritualmente'.
Mi è capitato di conoscere persone in cui un nettuno in 1a scorpione non prendeva minimamente queste inclinazioni.
Erano 3 grandi amici, tutti di segno diverso ma con in comune l'ascendente scorpionico, tutti benestanti di famiglia, brillanti, simpatici, con l'aria da 'vincenti' e amanti della bella vita.
Uno era anche appassionato di sport subacquei, in comune , almeno da giovani 35enni quali erano, avevano il 'reggere' benissimo l'alcool e l'inclinazione a divertirsi 'stordendosi quel tanto che bastava a allentare le tensioni, non erano assolutamente alcolizzati ne dipendenti, posso assicurare, mai visti in stati critici o barcollanti ne privi di lucidità necessaria in caso, presenti anche nell'annebiamento.
Solo il senso nettuniano si esprimeva in loro così, nessuna inclinazione a occuparsi di cose dello spirito, però non erano privi di un certo interesse artistico come 'osservatori' o 'mentori', 2 di loro anche piuttosto appassionati di musica come ascoltatori e collezionisti di cd, uno possessore anche di una 'barca', chiaramente non a 'remi' si intende.
Uno di loro sosteneva di aver fatto qualche esperienza di O.O.B.E occasionale.
Giusto per dare una visione Nettuniana anche diversa, tutti senza il minimo problema esistenziale ne tormenti interiori, al massimo qualche transitoria 'pena d'amore'.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 10 ottobre 2012
Ho trovato altre informazioni Kironiane che possono spiegare perchè qualcuna comincia a ritenerlo un espansione di nettuno alla 3a.

L'orbita come ho detto è eccentrica e molto allungata ed è anche instabile tanto che pur essendo collocato nella zona di urano a volte 'supera' nel suo giro nettuno.
Kirone in effetti è più in rapporto a urano astronomicamente che a giove , ed forse da quì che è scaturita la lettura di una 'spiritualità (nettuno) operativa ( urano) tradotta in pratica, resa utile quindi e non solo concettualizzata in un astratto sentire personale.
Ma a parte ciò, la parte astronomica più importante relativa a kirone è che, come tutti gli altri asteroidi scoperti dopo negli anni 90 e facenti parte del gruppo detto dei 'centuari', ha una doppia natura 'compositiva' tanto che è 'classificato' anche come 'cometa' non solo come asteroide dunque.
Questo è il motivo del perchè hanno scelto un simbolo mitologico dalla 'doppia natura'.
L'idea è che provengano da zone molto più estese nello spazio in particolare dalla fascia di Kuiper, la stessa che si ipotizza connessa anche con Y che ne và al di là, l'ultimo elemento o pianeta da scoprire.
Il che fà di Kirone e degli altri quasi come degli 'annunciatori'di coscienze siderali.

Personalmente devo dire che trovo molto interessante questa nuova visione 'estesa' del simbolo, poi ognuno può fare le sue considerazioni.
Sarà che il mio Kirone acquariano stà in 12a casa cosignificante pescina nettuniano 'cosmica' connesso a giove da un trigono.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX x Lidia
inserito mercoledì 10 ottobre 2012
Lidia, credo di aver capito perchè qualcuno attribuisce a Kirone l'8a spirituale.
Nettuno è stato scoperto nel 1846 mentre Kirone lo datano 1977.
E' vero che l'orbita dell'asteroide è collocata tra giove e nettuno, anche se è di tipo molto eccentrico.
Evidentemente seguendo la teoria che la scoperta dei pianeti che entrano in simbologia sia relativa al loro 'ingresso' nella struttura inconscia, avranno ragionato che se Kirone è stato avvistato solo 'dopo' nettuno è da considerarsi simbolo più elevato.
Può essere questo dunque il motivo dell'affermazione.

un saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 10 ottobre 2012
Volevo continuare circa la venere nettuno, almeno per ciò che mi riguarda secondo la sua espressione artistico/estetica enfatizza la sensibilità verso tutte le cose realizzate con cura, anche che sia uno spettacolo, una scenografia, uno spot.
Ma anche quando non è possibile fare le cose in grande beneficiando di specialisti o mezzi hollyvwoodiani, la sensibilità artistica volge a 'notare' se certi particolari sono pensati o mostrano 'riguardi' e attenzione per il dettaglio.
Poi forse ha ragione anche Lidia a dire che una venere nettuno che si trovi a crescere in certi brutti ambienti , non abbia proprio modo di ampliare questa sensibilità e si trovi ad essere non coltivata e quindi 'spenta' o forse poco sentita.
Le situazioni vitali ed economiche sono talmente tante che è anche possibile che non si esprima in senso estetico/artistico se non ci sono i presupposti, ma anche in altre direzioni.
Forse ad alcuni può insinuare l'amore per andare in barca per esempio, anche se per altri versanti la persona è priva di gusto creativo o per l'estetica.
Preciso solo che la mia Venere è in cancro 4a ed è il mio segno solare ad essere Leone, forse è da lquesto 'abbinamento' che nasce una emotività allargata per gli 'ambienti' e le 'atmosfere (Y esaltato in leone) degli ambienti stessi.
Anche per questo non mi spiego come gli eventi della mia vita rispetto a questo 'sentitissimo' contenuto non mi abbiano consentito di 'vivere' permanentemente in una città d'arte o sul lago in una zona d'eccellenza, come mi sarebbe piaciuto.
Da Leone unito a venere nettuno cancro scorpione mi piace molto anche l'atmosfera che sanno creare le 'luci' e le più adatte 'illuminazioni'.
Non è una cosa da poco, un'illuminazione sbagliata può renderti un posto meno 'accogliente' e meno 'suggestivo'.
Sono istintivamente feng shui, nelle case si usa normalmente da almeno 3 decenni un certo taglio di soffitti a un tot, prima erano più alti, io lo trovo da sempre leggermente 'opprimente', anzi a me piacciono a taglio mansardato a partire dall'alto non dal basso, che darebbero un senso di 'respiro'.
Questo solo per dire quanto faccia caso anche alle dinamiche spaziali dell'ambiente che possono incidere sul mio senso intimo di 'benessere'.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 10 ottobre 2012
Grazie per precisazione,evidentemente Lidia in rete ci sono pareri diversi da parte di altre studiose, così mi era capitato di leggere rispetto a Kirone e quindi riferivo il dato rispetto a queste letture.
Se è considerato un tramite tra giove e nettuno allora non può essere che 2° ottava come tu dici.

Credo che venere nettuno armonici facciano di tutto per difendere il sublime in loro e intorno a loro e con frequenza sono veicoli di 'miglioramenti estetici' nell'area di influenza possibile, minima o estesa che possono avere, secondo mezzi, disponibilità, potenzialità di intervento.
Diciamo che tentano sempre di portare 'la bellezza o un minimo di decoro' anche dove non c'è e ovviamente per loro natura non possono sentirsi in 'armonia' dove regni disordine e incuria, dato che sentono stridere il loro modo interiore con quello che sono obbligati spesso a vedere.
E magari si potesse sempre poter scegliere di vivere e abitare nei posti che si sentono in sintonia, i venusiani nettuniani potresti trovarli solo più nelle zone e tra le cose più belle del pianeta.

Questo ad ogni modo è uno dei motivi per cui non credo che le persone attraggano sistematicamente solo le esperienze in analogia con i contenuti, se tale principio vale per ciò che non resta come gradito tipo brutte esperienze, dovrebbe valere ugualmente anche per ciò che è cosi 'fortemente presente' nel bello e meglio del tema.
Permettimi Lidia ma non credo davvero che questo amore per il bello si assopisca mai, è per questo che il soggetto viene così disturbato, se fosse assopito anche il venusiano nettuniano armonico non si accorgerebbe più di come tante cose sono squallide e lasciate andare e se ne fregherebbe di cosa ha intorno.
E' proprio quello che testimonia la potenza dell'aspetto che 'contrasta' con ciò che purtroppo
si deve incontrare e vedere.
Tant'è che allo stesso modo chi ama il bello quando vede cose e posti 'belli' ne nota la meraviglia particolarmente rispetto ad altri, ne ha un intimo piacere o commozione, esattamente come ha descritto Icaro parlando degli uffici brutti in cui non sarebbe riuscito nemmeno a stare un giorno o al contrario dell'invece apprezzabile servizio a cui fà caso come un piatto di cucina ben decorato e ben presentato con cura.
I soggetti 'grossolani' non fanno nemmeno il minimissimo caso a questi particolari o anche non gli danno la minima 'importanza'.
Possono anche notare superficialmente il bello di un luogo ma non si sentono 'offesi' e 'violati' dal degrado , è questa l'immensa differenza per me.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 10 ottobre 2012
cari amici,
la "bellezza" è un archetipo e, senza dubbio, è incarnata dalla bella Afrodite che, senza dubbio, aveva il dono di "rendere bello ciò che, prima del suo sguardo e del suo tocco, era grezzo".
Il bello però va coltivato perchè, ovviamente, se uno quando nasce vive in un luogo orrendo, se nessuno raffina quell'anima facendola diventare "bella e delicata" e se magari vive in una città orrenda, dove regnano degrado e bruttezza, diventa difficile che riuscirà a trovare dentro di sè qualcosa che, in realtà c'è, ma si è assopito.
Venere è appunto bellezza e armonia.. ma Nettuno è completezza e perfezione.. insieme possono dare cose sublimi.. (se coltivate) e, senza dubbio, hanno bisogno di "incanto" almeno di tanto in tanto; giustamente se poi Venere è in Leone, direi che ci deve essere "magia" perchè è quello che fa battere il cuore.. e può rasentare il sublime che, ovviamente non può esserci nella realtà;in caso contrario può dare persone che vivono un po' masochisticamente e che restano imbrigliate in dipendenze affettive di vario tipo proprio perchè, in un certo senso, il lato sublime dell'aspetto non si è ri-svegliato.
Un saluto Lidia

P.S. prossima settimana sarò più disponibile.. questa ho il congresso della scuola..
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito mercoledì 10 ottobre 2012
cara Alix,
io direi che Chirone è il tramite per la spiritualità e per la guarigione.. Non è sicuramente lui il guaritore.. come solitamente si pensa.. La guarigione è essa stessa un fatto spirituale che avviene allorchè, all'interno si supera una qualche divisione, quella che crea la malattia, non importa di che genere.
Chirone è un intermediario.. è il medico, il terapeuta.. che fa, appunto, da tramite.. quindi non può essere la terza ottava. se mai, la seconda.. la terza è Nettuno..
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stelline blu
inserito martedì 9 ottobre 2012
Cara Alix,
è sempre super interessante ciò che dic e spieghi: grazie!

chirone è il pianeta che nel mio tema natale è più vicino all'ascendente. Ne è congiunto. Anche per questo ho sempre voluto saperne di più e comprenderne il significato.
Leggerò le vostre opinioni sui bi-quintili e quintili per informarmi a riguardo e leggerò sugli aspetti armonici di nettuno-chirone...
per ora un enorme abbraccio,
presto tornerò più informata!

stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito martedì 9 ottobre 2012
Grazie Alix per i numerosi chiarimenti.

Debbo dire che mi riconosco in parecchie delle cose che dici. In particolare anch’io subisco enormemente il fascino del « bello » in generale. E anch’io mi trovo estremamente a disagio in posti degradati, privi di qualsiasi « atout » estetico, o peggio ancora di fronte a delle grossolane cadute di gusto, in qualsiasi contesto : arte, abbigliamento, cucina… In passato mi sono ritrovato di fronte a dei dirigenti aziendali che vantavano con orgoglio la perfetta funzionalità della loro unità, dove io non vedevo nient’altro che degli squallidi e asfittici uffici-sgabuzzino, disadorni, anonimi ed arredati senza il minimo gusto, in cui non avrei potuto sopravvivere per più di qualche giorno…

Sono in sintonia anche con la tua interpretazione di Venere-Nettuno come una perenne ricerca della nobiltà d’animo, forse con qualche tinta « angelica » effettivamente ; anche se poi la dissacrante parte scorpionica e il cinico realismo della Venere vergine fanno un po’ da contraltare a tutto cio’…

Interessante quello che dici sul rapporto Nettuno-sensi : non ho l’orecchio assoluto , ma ho un orecchio relativo piuttosto efficace. E poi ho una tendenza fortissima alla visualizzazione : in pratica leggo visualizzando, anche quando si tratta di concetti astratti. Pensavo che fosse cosi’ per tutti, invece pare che la maggior parte delle persone non funzionino cosi’, ma seguano semplicemente il flusso verbale senza visualizzarne i contenuti. Per lo meno é quello che mi ha detto qualche tempo fa un’amica piuttosto ben informata in proposito.

Riguardo al moi Nettuno, effettivamente non é poi cosi’ isolato. Soprattutto non avevo mai notato il semiquadrato con Urano ; segno che questo Nettuno resta in gran parte da scoprire…

Mi ha colpito poi quello che dici a proposito delle « sincronicità » ; vivo anch’io qualcosa di simile da qualche anno a questa parte. Da quando ho cambiato radicalmente scelte di vita : in effetti negli ultimi quattro anni ho vissuto una vera e propria « rivoluzione » assolutamente imprevista fino a pochissimo tempo prima ; e Saturno che porta a termine il suo passaggio sul mio Sole Scorpione proprio in questo momento, non é che un altro tassello del mosaico, difficile anche stavolta ma assolutamente benefico ed essenziale (come sempre accade con Saturno)… E le « sincronicità » mi sembra che creino inequivocabilmente una sintesi significativa da un insieme di esperienze che altrimenti sarebbero soltanto degli eventi sparpagliati e casuali…
Purtroppo non ho avuto ancora tempo di ascoltare JM Jarre. Appena posso lo faro’. Grazie per la segnalazione :-)

Saluti
Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 9 ottobre 2012
X Icaro circa Nettuno:

La casa 10a è la sede delle 'ambizioni' di una persona, se vi è un pianeta il concetto è ancora più spiccato, che poi si possano realizzare non è sempre detto ma comunque l'autorealizzazione cerca quell'obbiettivo se può.
Avendo tu il Nettuno è abbastanza chiaro che pare esserci un ambizione circa la tua attività di musicista, un'aspirazione verso una vetta implicita che il quintile a venere e il semisestile a giove e sestile plutone potrebbero anche aiutare.
La presenza di rapporti giove venere e plutone può parlare anche di una aspirazione a riconoscimenti prestigiosi, onori, gloria o quantomeno a un riconosciuto successo.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 9 ottobre 2012
X Stelline:

Voglio aggiungerti una cosa che è da considerare analizzando Kirone che credo non sia mai stata detta.
Kirone è considerato la 3a ottava di spiritualità , così: Giove 1a Nettuno 2a Kirone 3a
Kirone interpreta la spiritualità 'attiva' quindi concreta e 'operativa', non quella che si limita a mentalizzare astrattamente il concetto, o di orientamento filosofico, concettuale o anche devozionale.
E' la spiritualità messa in pratica, realizzata, secondo qualità e 'potenzialità' e inclinazioni a disposizione comprese le qualità extrasensorie.
Sono i 'mondi' dello spirito 'vissuti' praticati e 'visitati'.
Non tutti sono inclini a prendersi cura dei mali degli altri o dei derelitti, se questa è una speciale dote della persona e la mette in pratica è certo spiritualità operativa ma così come è, allo stesso modo e a pari grado, spiritualità operativa quella della mirabile danzatrice che regala 'sogni' e un momento di evasione se quelle sono le doti messe a sua disposizione per 'arricchire' e 'curare' i mali del mondo.
Te lo dico perchè vedo che il tuo Kirone fà due aspetti nei quintili artistici, mi pareva interessante che tu lo sapessi.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 9 ottobre 2012
X Stelline:

Giusto per precisare sulla tua mappa non sono presenti quintili solo 4 bi-quintili:
Luna-Marte Sole-Plutone Luna-Kirone e Nettuno Kirone
Sui significati ci stavamo ragionando, così come sulle armoniche, nessuno per ora può darti indicazioni di una qualche certezza.
Se riesci a leggere tutto dall'inizio, ne abbiamo parlato ampiamente.
In breve gli aspetti di quintile e bi-quintile sembrerebbero rafforzare e meglio specificare indicazioni sulle inclinazioni 'artistiche o inventive' già presenti sul radix.
Essendo stati, fino ad ora, considerati aspetti minori non si trovano indicazioni sugli aspetti specifici.
Artisticamente comunque sembrano avere valenze piuttosto positive, essere indicativi di qualità o doti espressive, perciò puoi leggere i significati degli aspetti armonici relativi.
Ad esempio cerca i significati degli aspetti armonici in genere di Nettuno Kirone etc. e forse puoi farti una idea di cosa vanno ad evidenziare.

bye bye
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito martedì 9 ottobre 2012
Cara Alix, grazie per la tua risposta, sempre super apagante e ricca di stimoli!

mi sono persa sui bquintili....hai detto che ho un aspetto bquintile tra il mio nettuno e kirone, cosi come un quintile tra nettuno e marte: che significato possono avere? non conosco purtroppo questi aspetti e le potenzialità o meno che possono dare. é da ricordare anche, che sia marte che chirone, nel mo tema natale sono in prima casa e nettn in ottava...anche questo deve avere un senso....devo riuscire a trovarlo e scoprire sempre di più!!

a prestissimo,

grazie carissima
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 9 ottobre 2012
X Icaro:

Vorrei tornare un attimo al discorso LUCI MUSICA per segnalarti un artista che riesce ad ottenere mirabilmente questa 'sinergia'.
Ti potrebbe interessare perchè l'artista in questione, che è sempre stato tra i musicisti miei preferiti, pur essendo un 'maestro' di tastiere elettroniche è uso accompagnarsi in concomitanza con orchestrali classici al gran completo, oltre a fare un largo uso di 'strumetazioni' delle più variate sia futuristiche che antiche.
E' Jean Michel Jarre, in Live from Gdansk 2005 puoi ammirare uno spettacolo magnifico che è l'esatta espressione di 'collaborazione' tra tutte le componenti, che siano musica moderna, operistica, light concept, immagini, perfino fuochi d'artificio.
La 'performance' è molto bella e varrebbe la pena vederla tutta, ma se non ne hai il tempo vai in sezione 7/9 dove si può vedere un momento che racchiude un pò del tutto, elettronica, orchestrali, cori, assolo di chitarra elettrica che suona Vivaldi, e perfino uno 'strumento sonoro fatto con raggi laser verdi' in una perfetta miscela.
Altri maestri di musica e luci sono sempre stati i Pink Floyd, in One of these days live arls court 1994, trovi un assaggio di come le luci possano 'danzare' perfettamente con la musica.
Quindi le luci in se possono 'dare' alla musica purchè siano utilizzate nella maniera appropriata.
In questo senso la musica moderna, possiamo dire che è più avanti e nello stesso tempo ha più matura esperienza di questa collaborazione fra note e colori.

ciao, alla prox
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 8 ottobre 2012
Sempre per Icaro:

Dalla mia mappa, scusa se ho notato dopo, ma al tuo nettuno non si deve aggiungere solo in quintile con venere, fà anche un semisestile a giove, quadrato vertex, sestile a plutone e un'aspetto minore con urano.
Non è che era lì proprio solo soletto!
In ogni caso visto che è in sagittario in casa 10a meglio leggerlo come se fosse 'accompagnato in sottofondo' da giove e saturno.
Ti interesserà: ho letto di recente che in certi casi nettuno può evidenziare che almeno uno dei 5 sensi ( e direi si potrebbe aggiungere il 6°) può essere molto 'affinato' o particolarmente sviluppato.
Hai per caso qualche dote spiccata più della media in campo musicale, tipo l'orecchio assoluto o altra qualità?
Qualcosa in cui riesci ad eccellere, oppure qualche tipo di 'sensibilità' oltrepelle?
Un gusto per armonie o scenografie esotiche?
Un ambizione specifica che insegui come punto di arrivo???
Un sogno da realizzare musicalmente???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 8 ottobre 2012
Continuo per Icaro:

Ecco, la parola che non mi sovveniva prima era 'favola', venere/nettuno armonici è come se cercassero la 'fiaba', principi e principesse, re e regine, panorami e posti di 'incanto'.
Inutile dire che la 'favola' per i più non si realizza, o non è che può esserci continuamente, ma il discorso era per dire che i venusiani/nettuniani ,almeno quelli segnati dal Leone, soffrono davvero tanto per questa mancanza di 'incanto' che vorrebbero poter provare qutidianamente.
Un giorno mi sono trovata in una splendida cornice paesaggistica sul lago, un panorama mozzaafiato, all'interno di un castello a strapiombo su una rocca sull'acqua, temperatura ideale, quel tipo di vento che contribuisce a creare un'atmosfera di energia, le increspature dorate su un'acqua verde smeraldo e blu scuro, le nuvole bianche soffici in un cielo azzurro, aria frizzantina del mattino, tutto era talmente 'incantevole' e 'brillante' che ho pianto dall'emozione,tipo crisi di Stendhal.
Le zone orribili, il degrado che si diffonde come un cancro, lo schifo che si vede molto più in generale e a cui in tanti sembrano neanche più far caso come fosse la 'normalità' io invece lo vivo alla stregua di un 'insulto', una ripetuta 'violenza' ai sensi.

Aggiungo Icaro, che per quanto mi riguarda l'astrologia ha sicuramente 'contribuito' ad andare in profondità di certe cose, ma molto in senso di conoscenza di aspetti di se aveva fatto in precedenza l'interesse per la psicologia a se stante, visto che a me dell'astrologia inizialmente attirava il sondare la potenzialità 'previsionale' per verificare se tale credito avrebbe dato modo di 'condizionare' il futuro secondo preferenze.
Appurato che l'astrologia non 'concede' questa utile facoltà di far andare le cose come vorresti è scaduto l'interesse previsionale.
Di 'sostegno' mi era stata la Karmica per dare un senso al periodo depressivo, ma risolto quello anche la Karmica è finita per essere rimessa in discussione.
L'umanistica nel mio caso non fà che 'riassumere' due interessi precedenti (astrologia e psicologia) dando una visione d'insieme che trovo valida, anche se non sento di poterne condividere tutti i principi.

Quello che più a contribuito a conoscermi davvero a fondo è stata l'analisi dei Sogni e il riconoscimento 'attraverso di essi' del processo 'alchemico' che si era messo in moto conseguente ad una iniziazione interiore scaturita dalla visione di un simbolo occulto che scatenò una irresistibile sete di 'ricerca' e 'conoscenza'.
La parte più consistente la fanno le 'sincronicità' durante le mie ricerche in tutti i campi mi capiti ,quindi includendo l'astrologia, che seguono 'estri intuitivi' che collegano le risposte che mi arrivano.
Che poi quel che avviene in me non può essere cosi 'apparente' ne così compreso da altri, a volte 'frainteso' è dato incluso.

Infatti ho una teoria circa la funzione ultima dell'astrologia che è quella di costringere a operare 'pensieri' che costruiscono nuove 'connessioni' cerebrali per funzioni che dovranno diventare sempre più elevate e sofisticate.
L'astrologia ha il vantaggio di un curioso range di target, visto che può attrarre persone a tutti i livelli cognitivi e culturali, cosa che ad esempio non riesce a fare l'astronomia, ne la psicologia da sola, ne la fisica quantistica.



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 8 ottobre 2012
X Icaro:

Io ho il trigono venere/nettuno, credo sia la fonte di una enorme inclinazione fantastica, di ispirazioni 'estetiche' verso il bello e all'armonia, e un aspetto che per me è stato suggeritore di musicalità anche interiore e non solo espressa suonando, di 'fervida immaginazione'.
Il mio trigono coinvolge 4a cancro e 7a scorpione/bilancia nonchè ha uno 'stretto rapporto con giove bilancia che fà congiunzione a nettuno.
I quintili con giove/urano e nettuno/luna collegano ulteriormente tutte questa inclinazione direi, danno un senso più 'completo' al tutto.
Fai conto che io pur non suonando a volte 'sogno musica' come avevo già raccontato.
Tanto che se avessi il talento per suonare sicuramente avrei tratto ispirazione per qualche composizione.
Avendo doti artistiche e artigianali è chiaro che questo rapporto venere/nettuno si sia espresso così, molto naturalmente attraverso la creazione multiforme e poliedrica.
Se non avessi avuto capacità in tal senso il trigono si sarebbe espresso diversamente credo.
Quindi immagino che avendo tu il quintile che non è un aspetto ampio come il trigono, venere e nettuno si esprimano insieme ma più in sordina, trattenute anche da quella venere virginea, forse una sorta di 'timore' ad esprimerle completamente, può essere??? Una reticenza a 'lasciarti andare'?
Sai come si esprime anche tanto per me venere nettuno? Con una attrazione assoluta per l'Immagine che hanno le cose o le persone, per le forme che attraverso un proporsi creano stili e personaggi, modi estetici di essere che risultano fascinosi in quanto 'ispiranti'.
E' anche un 'vedere' possibilità di mondi diversi, più belli e magici.
Credo mi abbia dato anche una sensibilità particolare ai bei paesaggi, i bei posti, le belle location, forse questo aspetto non viene ben compreso a fondo da chi è privo di tale esacerbata sensibilità, ma per me è proprio difficile sopportare i luoghi 'brutti' privi di qualunque fascino estetico o culturale o storico, non curati, malmessi, lasciati andare.
E' un profonda 'ferimento' che sento ogni volta, una cosa che mi disturba l'anima e la vista.
Se sei un pianista, credo che in te alberghi un animo 'raffinato' ed 'elegante' che in particolare non ama la 'grossolanità'.
E poi comunque rapporti armonici venere nettuno parlano anche di Amore in senso sentimentale.
E' possibile che si esprimano in un innamorarsi più dell'Idea di una persona, dell'immagine creata appunto, più che della persona stessa con tutti i suoi umani limiti.
Venere Nettuno cerca l'Angelo per eccellenza, l'essere 'perfetto' e quasi irreale, in me che sono anche spiccatamente uraniana è sempre stata la ricerca dell'Alieno, una presenza intensa ma non 'fisica'.
Venere Nettuno insinua difficili confronti e gestione con le 'realtà' dell'altro.
Cerca l'essere che possa convivere con il magnifico mondo interiore.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 8 ottobre 2012
X STELLINE BLU:

Dato che parlavamo di quintili e bquintili ti aggiungo che il tuo nettuno fà anche aspetto di biquintile a kirone.
Il biquintile è il doppio di aspetto quintile corrispondente a 144° e probabilmente come il quintile ha a che vedere con doti artistiche di qualche tipo, tecnicamente ci doveva essere almeno un quintile (che tu non hai) può darsi quindi che anche i biquintili, da soli, valgano come segnalatori di espressioni artistiche.
Comunque, già che discutevamo di armoniche, ho stampato anche le tue, e la tua 5a mi riporta una Venere in pesci, mercurio toro,luna e nettuno in scorpione, marte sagittario, anche un giove di nuovo in bilancia, paiono quasi tutti rafforzativi del tuo radix di una tua inclinazione estetico/musicale/cinematografica e la potenziale 'vicinanza' a questi settori.

Anche io e mio marito siamo fan dei Led Zep, un gruppo 'icona' dei 70 per chi non li conoscesse, creatori di un rock che ha sfiorato la 'perfezione' secondo l'opinione di certi addetti ai lavori, e che non smette di conquistare ,se ascoltato e visto, anche chi in quegli anni non era nemmeno nato.
In verità personalmente sono una fan 'tardiva', li conoscevo ovviamente ma senza ascoltarli veramente, ai tempi la musica cominciava a proporre la 'disco' ed essendo a quell'epoca una vera 'modaiola' segui l'istinto al 'ballo' e la vanita frequentando gli ambienti più di tendenza.
A ripensarci me ne pento, dato che non mi è rimasta una bella opinione degli anni 80 /90 nonostante mi sia anche divertita.
Fatto è che ho ascoltato non più di un anno fa Stairway to Heaven e il suo assolo, considerato il più carico di 'emozioni' della storia del rock e sono rimasta 'folgorata' dalla band, anche perchè quello 'stile' da era dell'Acquario e figli dei fiori, sebbene ora datato, continua ad essere il mio preferito visivamente.
Ora sò praticamente tutto di loro e dell'evoluzione del rock.

Se non lo conosci e ti piace la musica che propone nuove sonorità, ti consigliere di ascoltare un emergente davvero geniale, Woodkid e guardare il video Iron , che è già diventato una seguita fonte di 'ispirazione' per altri videoartist.
E' anche il regista di quell'intrigante video di grande successo Born to Die di Lana del Rey.
Praticamente un creativo davvero estremamente ricco di 'talenti'.

Ciao carissima

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito domenica 7 ottobre 2012
Ok grazie Alix, adesso mi sembra UN PO' più chiaro, ma solo un po'... Anche perché poi in realtà non penso proprio di aver capito tutto già del mio radix. Ci sono tanto aspetti che fatico ad interpretare perché non li ho veramente vissuti o li ho vissuti soltanto in maniera marginale e limitata. Come dici tu giustamente é importante conoscere a fondo il proprio radix prima di andare a curiosare tra le ulteriori rifiniture che le armoniche possono offrire. D'altra parte già il radix spesso si presta ad interpretazioni piuttosto ambigue, quindi penso valga la pena di averne prima di tutto un'immagine globale veramente chiara...
Nel mio caso per esempio sarebbe già un bel passo avanti comprendere i significati del mio Nettuno radix in X. Anche il quintile Nettuno-Venere non é che per me abbia dei significati evidenti, ne ho un'immagine piuttosto astratta in cui vedo i due simboli separatamente, ma fatico a immaginare un'interazione tra i due o comunque a vedere in cosa si tradurrebbe praticamente...

Tu per esempio dei quintili nel tuo tema hai un'interpretazione chiara? Pensi che averli individuati ti abbia aperto nuovi orizzonti di comrensione del tuo radix?

Saluto
Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stelline blu
inserito domenica 7 ottobre 2012
cara Alix,
che bello ritrovarti! e ritrovare i tuoi spunti!
io mi sono sempre sentita un'anima musicale, più che grafica (non ho mai approfondito il disegno e le sue forme). Il mio strumento è la voce. Quando avevo 14 anni , ho iniziato a suonare la chitarra. la mia insegnante di conservatorio mi ha detto perché non provo invece ad usare la tua voce? anche lei aveva capito che ero una causa persa come chitarrista, ma avevo delle potenzialità con la voce. In quell'ambito ho conosciuto il chitarrista del mio gruppo. io scrivevo i testi e cantavo e lui, come un piccolo jimmi hendrix, ci cuciva sopra una melodia perfetta. Non sono andata oltre nei miei studi, li ho abbandonati e abbiamo proseguito amatorialmente. è poi sopraggiunto il teatro. Ed era la mia voce che si faceva sentire in primis.
Io adoro, il rock-pop anni '70. david Bowie, Queen, led Zeppeling per poi passare al soul di janis Joplin. Senza tralasciare le nuove tendenze che nascono in continuazione a camden town a londra. é stata questa mia prima passione a portarmi a studiare a fondo le lingue: vilevo sapere cosa dicevano i testi delle canzoni!
allo stesso modo posso commuovermi riascoltando "casta diva" della Callas, che oltre che un ricordo d'infanzia tocca corde profonde. la musica per me è questo. Arriva così in profondità, arriva dove altre arti non sanno toccarmi...è la musica che ispira i testi che scrivo. è lei la mia musa di sempre. Ti posso dire questo, ma se ci sono altre domande che vuoi pormi e che forse possono aiutarmi ad indagare di più su questa eterna passione, ben vengano!
non esitare!
stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 7 ottobre 2012
INFO ARMONICHE:

Innanzitutto voglio precisare che tutto quanto detto sulle armoniche ha fondamento nei 2 principi, dunque a parte qualche espressione mista, le questioni sono fondamentalmente quelle.
La confusione era generata dal non trovare indicati 'con precisione' a quale dei due metodi si riferivano i concetti, cosa indispensabile prima di tutto, perchè sono orientamenti 'completamente diversi' pur basandosi entrambi sulle armoniche.

Intanto il principio base di entrambe, come ho già detto, è che sono usate come 'strategie' per individuare e osservare 'dettagli specifici' come esaminare più da vicino un campione al 'microscopio'.
Fondamentale anche approcciarsi alle armoniche solo 'dopo' aver ben sviscerato il radix e va da se che bisogna conoscere piuttosto bene l'astrologia.
Le origini delle armoniche in effetti sono antichissime orientali Indù, sono i 2 metodi 'occidentalizzati' ad essere di scuola molto recente.

Il primo metodo tiene conto di TUTTE le 12 armoniche che vengono analizzate comprensive di aspetti ,esattamente come il radix, ma naturalmente sempre ad esso rapportate, una per una.
Solo ricordarsi che dalla 2a a 12a armonica la mappa parte per ognuna dal grado del Sole anzichè dall'ascendente come se questo fosse l'ascendente.
Quindi è piuttosto complicato visto che obbliga ad analizzare come il radix tutte le mappe con aspetrti al completo.

Comune ad entrambi i metodi è che ascendente e mediocielo rimangono solo 'punti fittizi' creati dal calcolo delle armoniche e non vanno mai considerati pur essendo riportati.

Il secondo metodo viene definito di Addey ed è meno complesso e probabilmente più utilizzato.
Non tiene conto di nessun aspetto che si forma sull'armonica, ma solo del simbolismo relativo al pianeta segno e settore relativo corrispondente.
Le 9 mappe quindi partono tutte in sequenza regolamentare dall'ariete.
Con questo metodo nonostante si creino 9 mappe la 2a la 4a non sono considerate assolutamente rilevanti.
(La 3a la 6a 8a e la 10a se si vogliono esaminare prendano i valori comuni ai settori astrologici, ma senza considerare gli aspetti inclusi).
SOLO la 5a la 7a e la 9a sono quelle 'essenziali' e le rispettive armoniche vanno analizzate rispettando il significato principe dell'armonica.

I significati sono i seguenti:

5a corrispondente al quintile gradi 72°
E' l'armonica della Materia e della Forma.
E' indicativa della quintaessenza, l'uomo a Stella che opera con gli elementi con energie creative o distruttive.
Il modo in cui si interagisce con livelli energetici separati per natura.
E' indicativa di genio e follia tipico degli artisti che sanno per istinto gestire l'eventuale squilibrio traducendolo in manifestazione creativa.
Mentre in altre situazioni, totalmente prive di artisticità, in questa armonica si cercano eventuali minimi o grandi squilibri.
E' incluso in questa armonica la capacità creativa di modificare e intervenire su parti di realtà per adattarle alla propria natura ed essere trasformative per il mondo.
E tutte le altre cose che avevamo già indicato.

La 7a corrispondente al settile ,grado semplificato 51°,42 ( numero detto 'irrazionale' che sarebbe al completo 51,428571428571)
E' l'armonica che evidenzia L'Ombra e la Luce.
Quì si trovano le capacità a riconoscere il mistero, l'ispirazione interiore, la realtà interpretata attraverso i Sogni.
Le forze in grado di liberare o imprigionare a meccanismi di proiezione.
L'esternazione dei propri pensieri o ricerche o scoperte per confrontarsi con gli altri,le connesioni con dimensioni sconosciute.
Le energie del doppio serpente, libido e kundalini, suggestioni al nero o al bianco.
Ha un significato 'alchemico'.
E le altre cose già accennate prima.

La 9a corrisponde al novile altro aspetto perfettamente divisibile per 360 di 40° gradi.
E' l'armonica che viene definita 'Stella del Sapiente'.
Evidenzia le direzioni del processo di individuazione oltre i limiti delle polarità, l'interezza di integrazione delle parti che non diviene 'individualismo'.
Porta in se l'indicazione della struttura finale in cui si ha tendenza ad evolversi.
E' indicativa della tensione nel realizzare se stessi secondo 'leggi proprie' passando dalla potenzialità all'atto.
Anche quì rimangono valide eventuali cose accennate in precedenza.

Ovviamente queste 3 armoniche vanno interpretate 'assolutamente in relazione' a tutto ciò che evidenzia già il Radix al gran completo.

Quindi Icaro, ora mi sembra tutto più chiaro, l'analisi della tua 4a quindi, a parte che avrebbe dovuto partire dal sole/ascendente e includere gli aspetti, poteva essere considerata un'armonica valida solo associata al primo metodo e solo analizzandola al completo come un'altro tema.

a risentirci
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 7 ottobre 2012
Ciao Stelline,
mancava la tua partecipazione a questa discussione tra anime 'artistiche';)

Malauguratamente sono andati persi parecchi post per un problema di trasferimento dati, non solo il tuo quindi ma almeno una 15ina.
Sul tuo nettuno, stando luna congiunta nettuno nella tua 8a sagittario credo che potrebbe indicare che la tua migliore espressione artistica è legata a qualche espressione 'videoartist' o fotografica, mi sembra ne avessimo anche parlato per via della tua congiunzione plutone/ vertex.
Noto che il nettuno ti fà anche un biquintile con marte in Toro per di più.
Luna Nettuno e sole in sagittario sono con frequenza legatissimi alla musica specialmente in veste di musicisti, come abbiamo visto.
Era un sagittario as.sagittario ( luna cancro) Jimi Endrix tanto per citarne un chitarrista sicuramente conosciuto da tutti.
Ho trovato anche un polistrumentista e batteristi.
Nel tuo caso potrebbe dare per esempio anche qualche particolare preferenza per qualche tipo di genere musicale in particolare eventualmente???
Che mi dici in tal senso?

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 7 ottobre 2012
X Icaro e tutte:

Credo di aver trovato le giuste definizioni delle armoniche, come si usano e il motivo per il quale si trova materiale in rete tanto discordante e a volte 'ibridizzato'.
Le scuole di pensiero sono 2, ma impostate in maniera 'completamente' differente.
Il chè probabilmente a dato luogo a interpretazioni 'miste' erronee e appunto con quel che di confuso.
Appena ho tempo ti scrivo le indicazioni di uno dei due orientamenti, quello che mi pare meno complesso da applicare.

bye
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di stellina blu
inserito domenica 7 ottobre 2012
Buongiorno a tutti!
che bello rileggervi! è interessantissimo tutto ciò che dite. Avevo inserito un post, qualche tempo fa, ma non lo trovo...temo sia andato perso ...spero che almeno questo vi arrivi!
Come state tutti? mi siete mancati in questo periodo frenetico in cui non sono quasi mai riuscita a connettermi.

io volevo portare la mia testimonianza riguardo a nettuno e all'arte.
Io ho un nettuno in sagittario congiunto strettamente alla mia luna (entrambi in casa 8°). Nettuno riceve l'opposizione di mercurio in gemelli (2° casa) ed il sestile di plutone dal segno della bilancia.
Ho sempre sentito molto forte la sua influenza nella mia vita, soprattutto parlando d'arte. Ho già detto altre volte che per più di dieci anni ho fatto teatro e scritto parti di piéces teatrali. Ma non ho mai detto che la cosa che ho sempre amato da quando sono piccola é cantare ed ascoltare musica. Al liceo facevo parte di un gruppo rock. poi con i vari impegni della vita ho lasciato perdere questa mia passione. E me ne pento, perché mi ha sempre reso felice, indipendentemente dal risultato. Quando canto, soprattutto accompagnato da qualcuno che suona ho l'impressione di esprimermi pienamente, di essere me stessa. da piccola dicevo a tutti che da grande avrei fatto la cantante. naturalmente non è andata così. da brava toro, con i piedi per terra ho cercato piuttosto un lavoro che mi dasse più sicurezze.

ma le passioni restano. la sera, ad esempio, quando torno a casa dopo una giornata di lavoro ascolto sempre musica , classica o pop. E se sono in macchina non accendo la radio, canto. Mi rilassa, mi fa ricordare chi sono.

Ri scoprendo il significato di nettuno come "sogno", aggiungo che spesso sogno di cantare, e mi sveglio sempre di buon umore.

Aggiungo un'ultima cosa. la passione per il canto è la musica è ereditaria. Mio padre, grande appasionato di musica lirica, da piccoli faceva ascoltare sia a me che a mio fratello tutte le opere. Siamo cresciuti in un ambiente musicale e non abbiamo mai smesso di ascoltare musica, coprare cd ecc.

inizio da qui...ci sarebbe tanto da dire, ma lo farò poco per volta.

Alix, tu che ne pensi sul mio nettuno? Sò che posso sempre contare su una tua opinione o su uno spunto su cui io poi posso riflettere..

un abbraccio e spero a presto,

stellina blu
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 6 ottobre 2012
X Icaro:

Stò scoprendo un mondo nuovo e per me abbastanza sconosciuto, ho guardato e ascoltato Poem of Fire del Prometeo.
Interessanti trovo queste sperimentazioni di luce e musica colta, effettivamente forse le luci possono distogliere l'attenzione dall'ascolto dei suoni, ma probabilmente è anche una questione di 'allestimenti scenici' che forse non si esprimono ancora ,nella musica classica, con una completa e riuscitissima sinergia tra suoni,colori ed eventualmente immagini.
Quella spettacolare sinergia multimediale che invece è quasi sempre presente sui palchi del rock.
Poi sai, per parere mio, credo che l'uso delle luci possa riuscire meglio se le grandi orchestre uscissero di più dai santuari dell'opera, cercando cornici splendide e certamente scelte per adattarsi al livello, ma in ogni caso portate all'esterno, sotto 'le stelle'.

Se hai altri consigli circa le cose più innovative che esistono in ambito d'opera le ascolto e guardo con attenzione, felice di conoscere qualcosa in più di questo campo musicale.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 6 ottobre 2012
X Icaro:

Perchè l'armonica 4a è l'armonica come equivalente di quadrature, semiquadrature, sesquiquadrature e opposizioni..... quindi è quella che evidenzia le parti che si esprimono con più difficoltà o che creano le difficoltà di 'armonizzazione' dell'intero complesso.
Ma hai ragione che il discorso sia ancora un pò sul confuso, è dovuto al fatto che non si trova molto materiale e sopratutto, anche il materiale che si trova, a volte è discordante e quindi contraddittorio.
Evidentemente è una branca astrologica che oltrechè a essere abbastanza recente, non ha avuto uno strepitoso seguito e dunque penso abbia visto arenarsi le 'ricerche' approfondite che sono sempre essenziali.
Credo anche a causa dell'allargamento prospettico che diventa un'analisi molto impegnativa.
A me e parso però di trovare diversi riscontri interessanti che , come ho detto, parevano rifinire delle specifiche o avvalorare l'approfondimento di tematiche, anche se molti particolari di certe posizioni mi rimangono oscuri da interpretare.
Ad ogni modo chi vuole cercherà, io le terrò presenti per i confronti sulle carte, giusto per vedere se ne esce di più a comprensioni e definizioni.
Il quintile invece sembra essersi affermato bene presso gli studiosi di astrologia che lo ritengono più sul positivo in genere, piuttosto che ambivalente, quindi ora sembra essere accettato come aspetto che potrebbe fare il suo ingresso tra quelli considerati 'maggiori'.

Ciao
grazie per la nuova indicazione!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito sabato 6 ottobre 2012
Ciao Alix,

Lo strumento usato da Messiaen é il cosiddetto Martenot, usato proprio per produrre quest'effetto di "onda" sonora.
Se ti interessa la commistione di colori e suoni puoi ascoltare la musica di Scriabin, in particolare il Prometeo. Scriabin aveva sviluppato molto il concetto di "sinestesia" (associare al suono altre sensazioni per esempio visive) combinando i suoni con i colori. Il Prometeo in particolare doveva essere eseguito proiettando fasci di luce di colore opportuno associati a determinati passaggi.
Sinceramente non penso che questo gioco di luci aggiunga molto alla musica, ma questa é la mia personalissima opinione e se a te interessa puoi esplorare quest'aspetto...

Per quanto riguarda le armoniche, in particolare la 4a, hai sicuramente ragione riguardo alla Luna Vergine che ricollego alla Venere Vergine del mio radix (tra l'altro quadrata a Saturno), che spiega il carattere piuttosto perfezionista ed esigente, troppo "secco" per i bisogni della Luna Toro...
Quanto a Nettuno, l'unica nota "dissonante" é il fatto che nel mio radix é un pianeta piuttosto isolato. Forma solo aspetti generazionali o minori (se il quintile sia da considerarsi un aspetto minore é ancora oggetto di discussione). É un po' come se le aspirazioni spirituali e artistiche di questo Nettuno in X faticassero a trovare un appoggio nel resto del tema.

In generale pero' debbo dire che trovo questo discorso delle armoniche poco chiaro. Perché ad esempio proprio la IV e non un'altra armonica dovrebbe parlare di "dissonanze"?
Poi ho l'impressione che sia necessario conoscere in maniera molto dettagliata i significati da attribuire agli aspetto delle armoniche e soprattutto sapere quale "peso" hanno rispetto al radix e in che relazione si trovano con gli aspetti del radix e con quali aspetti del radix. Altrimenti il rischio é di trovarsi di fronte a dei temi completamente nuovi, con configurazioni e aspetti totalmente diversi dal radix, e cominciare a darne delle interpretazioni che non sono più in connessione col radix stesso, che dovrebbe restare comunque altamente prioritario. Il rischio é un po' che si cominci a leggere nelle armoniche tutto e il contrario di tutto...

Saluto
Icaro

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 5 ottobre 2012
X Icaro:

Credo che la mia intuizione 'casuale' mi orienti istintivamente bene, di Messiaen ho ascoltato la Turangalila Symphonie.
Dopo nell'intento di scoprire il significato della parola ho scoperto che è considerato un capolavoro delle opere orchestrali del 900.
Calcolando che la composizione era prima del 50 circa era veramente incredibilmente 'innovativa' tanto da essere molto 'attuale', sinfonia molto 'evocativa' e 'descrittiva' con quel tipo di sonorità che suggeriscono immagini e colori oltrechè suoni.
Mi diresti che strumento è quello con tastiera che viene suonato infilando il dito in un 'anello' che scorre su una corda che produce un suono che sembra quasi quello di un sintetizzatore elettronico???

Bello, bello..... mi è sembrata anche una composizione molto 'dinamica' e 'articolata' una specie di esplosione di suoni.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 5 ottobre 2012
X Rouge:

penso che ogni considerazione che fate vada bene se è quello che pensate di intravedere.
Del resto anche per me le armoniche sono una scoperta nuova e dunque non posso aiutare molto le interpretazioni.
Posso solo dirti di considerare gli aspetti come vibrazioni che possono dare direzione alle cose o attrarne le rappresentazioni.
Quindi la tua Luna in capricorno della 5a armonica è come se dicesse che potresti avere la possibilità di 'attrarre' nella tua vita la concretizzazione in editati dei tuoi lavori creativo/poetici.
E' il capricorno e casa 10a il segno delle case editrici, in particolare associato alla Venere,ma fai conto che io ho la Luna in capricorno 10a sul radix è i miei lavori di illustratrice ai tempi furono spesso pubblicati.
Inoltre quella luna in capricorno potrebbe essere un 'carattere' creativo del tuo stile artistico.
Sulla mia mappa il tuo nettuno radix è in 12a sagittario e nelle armoniche è in 7a bilancia.
Non guardate dove stà il segno ascendente delle armoniche rappresenta solo un punto dell'armonica, partono tutte 9 con la sequenza regolamentare 1-12 dall'Ariete.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito venerdì 5 ottobre 2012
Eccomi!!
Dunque, adesso provo a dare una lettura della mia quinta armonica.
Il sole è in scorpione insieme a mercurio e al medio cielo, e me lo aspettavo. Nel mio radix tutto questo è in bilancia, ma è congiunto a plutone e la mia venere è scorpione, quindi sono abituata ad essere sintonizzata su certe frequenze. Forse la libera espressione della mia creatività deve passare attraverso qualche profonda, essenziale trasformazione. La cosa che più mi “inquieta” è l’opposizione a urano dalla seconda casa. Come se la libera espressione di me stessa debba passare attraverso un distacco da ciò che mi è familiare e mi da sicurezza, dai valori familiari, morali, materiali…non so bene come interpretare questo aspetto, ma è quello che mi è saltato subito all’occhio e so che le opposizioni sole urano non sono facili da gestire. Così come nel mio tema radix, anche qui vedo nettuno all’ascendente, ma questa volta in bilancia e insieme a kirone, come a riconfermare una vocazione nettuniana. Tuttavia, la mia venere è in gemelli, quindi come fosse in terza casa ed è legata a saturno. La terza casa è quella della comunicazione, e tutto questo mi da l’idea di una vocazione a una comunicazione non sempre leggera e disinvolta, ma a volte pesante, impegnativa. Mercurio difatti è in scorpione. Il nodo nord è in vergine così come nel tema radix.
La luna capricorno è stata una sorpresa, anche se nel mio radix è comunque in decima. Ma la casa associata all’editoria non è la nona?
La verità è che ci sto capendo poco!
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 5 ottobre 2012
Dato che questo blog e questa sezione in particolare permette di esprimersi creativamente, parlando di arti nettuniane, ho pensato di accostarmi ad argomento Sogni proponendovi uno dei miei 'canti'.
Come ho detto di là a Rouge non definisco mai i miei scarabocchi 'poetici' poesie.
E' ispirato da un sogno e praticamente lo descrive cosi come è stato, cercando minimamente di comunicarne le sensazioni.

si intitola:


ASCOLTA IL SILENZIO

Passi
sul mare di ghiaccio

Passi che mutano il ghiaccio
in stelle taglienti
di specchi lucenti

Notte blu
e azzurro chiarore dell'astro
sceso dall'alto
tra colori di aurora spettrale
che allaga di verde il cielo

Laggiù c'è il giaguaro
e l'Uomo giaguaro
fermi e fissi
come statue d'ombra
con i loro occhi di zolfo

L'atmosfera irreale del sogno

Chi è quell'essere
che si muove sospeso nell'aria ferma
che alita verso di loro brezza brillante

Silenzio
Ascolta il silenzio

Soprannaturale sentire
risuona in muta vibrazione
Accendi le iridi di rossa fiamma

Nomade spirito di immateriali regioni

Dormi

senti i tuoi passi......


2003 la data di composizione
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 5 ottobre 2012
Devo dire che le armoniche mi piacciono e le trovo interessanti e convincenti per le 'specificità', ho provato a controllare quelle del mio 'idolo' chitarristico di cui conosco la biografia e ho trovato impressionanti riscontri di certe 'direzioni artistiche' ed espressioni della stessa nella sua 5a armonica.
Le armoniche trovo che siano come un'opera di cesellatura delle indicazioni del radix secondo area di approfondimento, mirano certe componenti che nel radix vedi come abbozzate.
E' come quando si fà un disegno, prima ci si concentra sulle linee generali, poi a mano amano si 'rifinisce' con particolari più precisi e dettagli che danno 'risalto' a tutta la composizione.
Dunque credo proprio che continuerò ad approfondirle per capire meglio.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 5 ottobre 2012
Per Icaro o chi fosse interessato al discorso armoniche:

E' da aggiungere che le 'armoniche' sono un tipo di astrologia molto diversa dall'umanistica, può completare e ampliare messaggi di conoscenza, che poi possono servire a diversi approfondimenti nelle direzioni che preferite quindi anche umanistiche, ma sostanzialmente le armoniche sono considerate alla stregua di 'vibrazioni' tonali che rappresentano il vostro suono orchestrale che è fatto di note squillanti e grevi, toni bassi e alti e variazioni infinite etc.
Non si propone come l'umanistica di variare le tonalità, semplicemente te le presenta come sono e quindi in che direzione si propagano, cosa attraggono e cosa respingono, come 'suonano' e 'risuonano a distanza' in sostanza.
Inoltre evidenziano ancor di più che in noi ci sono spiccate componenti di 'tutti' i segni zodiacali e che al di là del primo 'strato'più evidente, l'universo della persona è molto più sfaccettato, anche se si possono trovare delle ricorrenze particolari di pianeti.
Ad esempio nelle mie armoniche 8/9/10 ho notato Urano sempre 'vibrante' nei tre segni d'acqua.
Le 'onde' che noi viviamo come difficoltà o blocchi, quelle che potremmo definire anche come vibrazioni negative e che corrispondono al concetto di opposizioni e quadrature semiquadrature e sesquiquadrature sono rappresentate dall'armonica 4a.
Nella 4a tu Icaro hai Plutone e Giove in ariete
Kirone e marte in toro
Urano e nodo nord in gemelli
ascendente cancro
sole in leone
luna in vergine
mercurio e mediocielo in bilancia
nettuno sagittario
saturno e venere in acquario
Queste sono le tue 'vibrazioni' personali che creano le sentite 'disarmonie'.
Non sono abbastanza esperta di armoniche per dire ancora come leggerle ma ad esempio salta subito all'occhio il nettuno sagittario che è presente anche nel radix in 10a.
Ci sarebbe da domandarsi: perchè quel nettuno sagittario radix mi crea una sonorità 'dissonante' che percepisco come disarmonica?
Cosa c'è nella tua nettunianità o musicalità o passione per la musica che contribuisce a creare intoppi?
La tua luna nella 4a armonica è in Vergine sembra bloccare in una ricerca di troppo perfezionismo rigido la tua calda e morbida luna toro del radix.

Ad ogni modo, ho toccato discorso armoniche in questa sede dato che eravamo in discorso 'artistico' da armonica 5a coerente al tema proposto.
Per ulteriori approfondimenti dovremmo in caso spostarci in curiosità, per non andare eccessivamente fuori tema 'nettuniano'.

Per questo pensavo di iniziare a toccare argomento Sogni, che per quanto mi riguarda considero 'indispensabile strumento' a fianco dell'astrologia per conoscersi.

ciao a tutti
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 4 ottobre 2012
X ICARO:

Devo segnalarti una cosa straordinaria,la sonda Voyager ha catturato i 'suoni di Giove' sotto forma di onde elettromagnetiche.
Se digiti 'I suoni di giove' trovi il video, meglio se ascoltato in cuffia, una meraviglia dallo spazio, il pianeta che 'canta' come le balene.
Da sentire.....parlando di armoniche e armonie, fantastico pensare che a fare quel concerto sia il moto di Giove.
Ci sono capitata perchè avevo letto che Giove rappresenterebbe gli 'ultrasuoni'e navigando ho incontrato questa interessante notizia.


Per capire meglio la tua armonica 5a si dovrebbero conoscere più le tue scelte artistiche, le direzioni e sensazioni rispetto alla tua musica e al mondo musicale, il tuo rapporto con lo strumento scelto e le note.
A me era sembrata interessante perchè al tuo radix aggiungeva il Sole e sensibilità Pesci, segno ritenuto tra i più musicali.
Ribadiva una Luna in altro segno come lo scorpione spesso associato alla musica.
Mi portava il Nettuno con Venere in settore leonino 5a che ribadiva una forma d'arte.
Marte in sagittario si andava a completare con il tuo nettuno radix stesso segno, magari potendo dare indicazioni su un 'tocco' particolare.
E ancora mercurio Gemelli, altra casa spesso associata a questioni d'orecchio.
Mi sembra insomma che inserisse delle 'specifiche' che riguardavano la tua personale espressione artistica.
Il 'tuo' modo di interpretare la musica.
E' più questa la direzione di lettura.




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito giovedì 4 ottobre 2012
Sono stata via qualche giorno e trovo una marea di commenti.. dovrò rimettermi in pari!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito giovedì 4 ottobre 2012
Grazie ancora Alix.
Ti diro’, cosi’ di primo acchito non é che riesca a farmi un’idea molto chiara. Le prime cose che noto sono :

-che nella mia 5 armonica c’ é un po’ più di fuoco che nel mio tema radix (dove a parte Nettuno in Sagittario, per il resto non c’é che terra aria ed acqua), il che unito al nodo nord Ariete mi fa pensare ad un viaggio di affermazione dei propri valori e di liberazione da tanti condizionamenti (soprattutto familiari).

-in questa ottica anche il Chirone al MC mi fa pensare ad un percorso di « guarigione » indispensabile alla realizzazione. Guarigione dalle ferite dovute al « non-riconoscimento » dei valori personali

-Mercurio é al MC anche nel tema radix ; nulla di nuovo quindi, resto un mercuriano anche nella mia 5a armonica…Il Mercurio in Gemelli pero’ lo trovo interessante. Mio padre era un Gemelli e penso di aver assorbito molto della sua forma mentis. D’altra parte penso che anche il Mercurio Scorpione del mio radix abbia ereditato molto da mio padre

-la Luna in Scorpione dovrebbe essere in opposizione a Saturno in Toro. Nel mio radix la Luna é in opposizione a Mercurio. In ogni caso anche qui c’ é un problema di gestione dell’universo emotivo che ha chiaramente delle ripercussioni enormi sull’attività artistica…

-Infine il Sole in Pesci (probabilmente in XII casa se l’Ascendente é in Ariete) mi sembra parli molto chiaramente di un progetto artistico. Potrebbe essere in quadrato col Marte Sagittario, il che rimanderebbe ancora ai problemi di autoaffermazione e a un desiserio mai sazio di «riconoscimento », la tendenza allo «stakanovismo» e la convinzione che il riconoscimento vada sempre guadagnato con la fatica, il sacrificio dei propri bisogni emotivi e con una buona dose di autolesionismo…

Questo é quello che riesco a dirti per il momento. Forse tu hai altre chiavi di lettura da suggerirmi…

Per quanto riguarda Messiaen, é stato un musicista straordinario ; un Sagittario dalla personalità multiforme, impregnata di misticismo, sete di conoscenza, amore per la natura. Tra le altre cose ha studiato e usato i ritmi della musica indiana ; ha registrato e studiato il canto di svariatissime specie di uccelli riproducendone gli echi in parecchie delle sue composizioni. Insomma una personalità ricchissima e piena di fascino cui vale veramente la pena avvicinarsi.

Un saluto
Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 4 ottobre 2012
Vorrei aggiungere che 'commistioni' astrologia e musica sono state realizzate in composizioni dedicate ai pianeti o ai segni zodiacali.
Una molto nota è The Planets che risale al 1914 di Gustav Holst, una suite orchestrale dedicata ad ognuno dei pianeti del sistema solare cercando di interpretarne con i suoni le caratteristiche.
All'epoca però Plutone era ancora ignoto quindi la composizione non lo comprende come ovviamente non comprende i restanti X e Y.

Che dite, intanto che andiamo avanti con i confronti sulle armoniche c'è qualcuno che vuole iniziare a parlare anche un pò di Nettuno come Sogni?

Sono riuscita a scovare un pò di significativi delle varie armoniche.
Ho l'impressione che ci siano correnti un tantino diverse su questo argomento, e che non ci siano ancora delle definizioni conclusive condivise da tutti, avevo riportato di aver letto che per le armoniche potevate fare riferimento più o meno alle simbologie delle case e segni relativi ed è comunque un'interpretazione possibile di lettura.
Ma non è per tutti così, alle armoniche vengono attribuiti anche significati molto speciali.
Ad esempio il tema base radix corrisondente ad armonica 1a è considerato come se si guardasse se stessi senza l'aiuto di uno 'specchio', un pò un 'autoritratto' fatto senza i confronti.
Le armoniche globalmente corrispondono ad un'idea di specchio che 'riflette' meglio l'immagine autentica e non autoidentificata in un'unica natura.
La 5a è una delle più importanti, non solo per le questioni artistiche ma anche perchè rappresenta il proprio tipo di 'risonanza' con il mondo, la facoltà di scelta di 'formarlo' a propria immagine apportando il personale e assolutamente individuale contributo.
L'8a ad esempio rappresenterebbe obblighi o benefici karmici, nonchè la preparazione interiore che si dedica all'incontro con l'inevitabile 'fine' dell' esistenza.
E' la 7a che indicherebbe quanta possibilità o potenzialità abbiamo di 'avvicinarci' alle verità che cerchiamo, nonchè quanto siamo propensi ad attraversare l'oltre per 'vedere' 'vederci'.
E sarebbe la 2a armonica a mettere accenti sui conflitti esistenti tra conscio inconscio.
Insomma sembrano approfondimenti che catturano un'ottica 'volumetrica'.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 4 ottobre 2012
Grazie, grazie, Icaro, ho apprezzato molto l'indicazione, mi piace scoprire cose nuove a cui non mi ero mai accostata.
Per ora ho ascoltato O. Messiaen che era il nome che mi ha 'ispirato' di più.
Fantastico!!! Ho scelto a caso e sono capitata su 'Improvisations' e ne sono stata davvero colpita, dedicherò sicuramente del tempo ad ascoltare altre composizioni.
Vero, più moderno l'approccio, sai cosa non mi piace molto di tanta classica tradizionale, certe sonorità che mi ricordano troppo il 'minuetto', uno dei secoli per me con pochissima attrattiva.
Sono più medioevale, postmoderna o Golden Age.

Bene, ho stampato la tua carta e seguenti armoniche, credo ti interesserà e 'svelerà' parecchio:

La tua 5a riporta Punto fortuna Giove e Urano in Capricorno.
Sole in Pesci.
Nodo nord ariete.
Saturno e ascendente in toro.
Kirone mercurio mediocielo in gemelli.
Venere e nettuno in Leone.
Plutone in bilancia.
Luna Scorpione
Marte sagittario.

Direi che ci sono diverse determinanti indicazioni aggiuntive al tuo radix per indicazioni che riportano alla Musica o a scelte precise in musica.
Mi faresti sapere che considerazioni hai fatto dopo???

Un caro saluto
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito giovedì 4 ottobre 2012
Grazie Alix, ti lascio i miei dati allora: 23 ottobre 1972 a Caserta alle 13:10.
Sono curioso... :-)

Per quanto riguarda la musica organistica, oltre al repertorio "classico" (in cui Bach resta un riferimento assoluto), c'é anche una produzione più recente. Puoi provare ad ascoltare per esempio la musica per organo di Poulenc, J. Alain, O. Messiaen. Si tratta di musicisti del ventesimo secolo che pur essendo ben radicati nella tradizione hanno comunque elaborato dei linguaggi piuttosto moderni.

Buon ascolto!
Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 3 ottobre 2012
X Icaro:

Se ti và di lasciarmi i dati te le calcolo, ho la possibilità di un programma che le presenta fino alla 10a.
In effetti è un pò una stranezza visto che sarebbero 12, ma pare che sull'11a e 12a armonica le varie teorie sono molto contrastanti sui significati.
Ho trovato che c'è chi dice poi che per stabilire la 12a andrebbe fatto il calcolo sulla 36a.
Inoltre in genere vengono ritenute più significative globalmente la 4a la 5a la 7a e la 9a che sono dunque comprese nelle sole 10.

Oggi, incuriosita da ricerche sull'organo a canne, ho ascoltato suonata con questo strumento la Toccata e Fuga in Do minore di Bach.
Notevole chiaramente, pensavo a quanto potrebbe essere interessante togliere pesanti arabeschi e stucchi, progettare un organo a canne futuristico e moderno, sistemarlo in un'arena o su un palco, corredare di spettacolo luci e immagini , farlo suonare ad un giovane talentuoso girato di schiena verso il pubblico con lunghi fluenti capelli, che hanno da sempre un fascino irresistibile evergreen, e penso che la toccata e fuga o altre composizioni sul genere 'catturerebbe l'immaginario' anche un pubblico amante del rock o che poco conosce l'opera classica :)

Parlando Nettunianamente musicalmente, ho colto il discorso di un'affermato pianista che diceva che la perfezione è 'fluttuante', essendo la perfezione di per se la definizione di un limite invalicabile, per poter andare oltre una raggiunta perfezione ho dedotto che la parola fluttuante fosse in effetti molto Nettuniana per indicare qualcosa in continuo divenire.

In ogni modo Nettuno in Pesci credo favorirà molto l'utilizzo di sonorità moderne che tuttavia potrebbero ricordare l'imponenza delle opere classiche.
Già sembra esserci una forte tendenza in gruppi emergenti a inserire 'strumentazioni' anomale per un palco rock, il violino è ormai quasi consueto e ho appena scoperto un emergente geniale che ha utilizzato perfino i 'tromboni'.
E chissà che non esploda anche una nuova passione per la riscoperta, credo molto trascurata dai più, per l'ascolto anche di pezzi dal gusto classico.

bunanotte
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 3 ottobre 2012
X Rouge:

Non posso ovviamente fare l'elenco di tutte dato che sono 10, comincio a darti la 5a, già c'è abbastanza da riflettere per capire come leggerle.
Ad ogni modo in caso sai che le ho.

La tua 5a armonica presenta il sole in scorpione con mercurio e mediocielo ( come fosse in casa 8a).
La luna in capricorno con il punto fortuna ( come fosse dunque in 10a).
Ad esempio io direi che la Luna in questa casa che rappresenta la possibilità di qualche successo unita a capricorno 'editoria' fanno pensare per il tuo lavoro di poetessa per esempio.
Venere e Saturno nei gemelli.
Urano in toro.
Marte in ariete.
Giove e Plutone sagittario.
In bilancia hai Ascendente Nettuno Kirone.
Nodo nord in vergine.
I valori delle case sono in sequenza regolamentare partendo dall'ariete.

Fammi sapere se ti suggeriscono delle considerazioni in merito alle tue scelte artistiche, direzioni, preferenze, eventi, cose.....
Le considerazioni vanno valutate non dimenticando il tuo radix .

ciao cara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito mercoledì 3 ottobre 2012
Sì Alix, ti ringrazio!! Sono curiosa della mia quinta armonica, dimmi tutto: sarebbe un bel regalo di compleanno!
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito mercoledì 3 ottobre 2012
Ciao Alix,

rispondo soltanto adesso alla tua domanda perché ho avuto poco tempo ultimamente per farlo...
Riguardo all'organo a canne, é uno strumento ancora assolutamente in uso. Un organista é formato per suonare un organo a canne. L'organo elettrico é nato piuttosto recentemente come soluzione più "pratica": può essere tenuto in casa non obbligando l'organista a dipendere da una chiesa per studiare...

Per quanto riguarda le armoniche ti direi volentieri come sono messe nel mio tema. Ho cercato un po' in rete ma il concetto resta piuttosto nebuloso; non saprei proprio come calcolarle e non mi sembra che sul web ci siano siti che le calcolino o che per lo meno ti spieghino come calcolarle.
In ogni caso se puoi darmi delle indicazioni sarei curioso di dare un'occhiata...

Ciao
Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 3 ottobre 2012
X ROUGE:

AUGURI AUGURI AUGURI
ho stampato le tue armoniche in caso tu non potessi farlo, posso dirti gli aspetti della tua 5a se ti occorre.

X CHIARA INESIA:

Sono riuscita a vedere la tua 'Stella Sigillo' , vero c'è, in trasparenza, non indicata dal tracciato principale, ma c'è.....bello!

X ICARO:

Questo blog determina incredibili coincidenze!!!
Ti avevo appena parlato dell'organo a canne e facendo una ricerca sulla 'Musica delle Sfere', una teoria Kleperiana che univa geometria sacra e suono, e ho trovato una rappresentazione dell'Universo fatta utilizzando proprio come 'simbolo' un organo a canne cosmico.
A questo punto mi piacerebbe conoscere più a fondo la struttura ed estensione musicale attribuita a questo strumento che, ricordo, veniva usato prevalentemente nelle cattedrali o chiese, luoghi di culto.

Sapete....credo che il confronto sia sempre stimolante per aprire dimensioni che sennò magari non si sarebbero percorse, se non parlavi della faccenda del quintile non sarei arrivata alle armoniche.
Devo dire che le trovo interessantissime, è come se si esaminasse il proprio tema in maniera 'multidimensionale' inserendovi una 4a spaziale.
Intanto le armoniche potrebbero evitare a qualcuno/a il rischio di troppa ricerca di identificazione con i simbolismi del proprio segno solare, inoltre è come se 'svelassero' parti 'sottostanti' o 'completassero' indicazioni.
Ho trovato che l'armonica 9a rappresenta ciò che quì in umanistica si definisce il 'progetto del sole'.
Dato che indipendentemente dal proprio segno l'armonica 'risuona' in tutto il tema e dunque comprendendo la 'globalità' del tutto penso sia significativo da considerare.
Nell' armonica 9a ci sarebbero indicazioni sul progetto dell'anima, il cammino che era ricercato per poter fare quelle 'esperienze' necessarie alla finalità specifica.
Ho esaminato anche l'armonica 5a di mio marito e devo dire che anche li ho trovato interessanti riscontri.

Mi piacerebbe che tu Icaro se sei in grado di trovarle, esaminassi la tua 5a per dirmi qualcosa.

Saluti a tutti
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito mercoledì 3 ottobre 2012
Buongiorno!
Alix grazie per le tue informazioni, oggi finalmente potrò leggere con calma un po' di cose e raccogliere le idee.
E' il mio compleanno e ho tutta la giornata per me!
Un abbraccio a te e a tutti
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 2 ottobre 2012
X TUTTI:

Parlando di 'idee', ingegno,lampadine di archimede che si accendono,immagini, flash e insomma tutto il corredo consueto di artisti, creativi, inventori, conosciuti e sconosciuti che siano.
Non solo ispirati da Nettuno dunque.

Volevo segnalarvi un'imperdibile articolo di Lidia che ne analizza i caratteri:
" Quando Mercurio e Giove incontrano la supermente"
( la supermente per la cronaca è appannaggio di Urano)

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 2 ottobre 2012
Stavo considerando che probabilmente la 5a armonica potrebbe dare indicazioni sul tipo di 'scelte' artistiche.
Avevo già detto tempo fà che il mio Giove radix in Bilancia mi portava a prediligere superfici grandi per dare espressione a certe mie idee, ma forse il dato preso a se da 'solo' non era completamente sufficiente a dare questa indicazione.
Il sole sagittario della mia 5a armonica che 'amplia' ulteriormente la simbologia di 'dimensioni' potrebbe dare un senso a questa mia preferenza.
Logico che, secondo espressione artistica, le dimensioni dei supporti siano varie,anche perchè in certi casi non c'era la necessità di grandezza.
Tuttavia nell'espressione pittorica in particolare , ma anche per altri tipi di lavori, si può dire che ho elaborato opere anche piuttosto gigantesche, grandezza di pareti intere intendo.
Non solo, questo sole sagittario da 5a mi ha riportato a miei amori stilistici originari di origine francese (quindi estero) che erano il Liberty, l'Art Decò e l'Art Nouveaux in particolare, inoltre ho sempre avuto una particolare inclinazione artistica a disegnare 'cavalli'.
Potrei continuare perchè ho trovato davvero tante corrispondenze per varie questioni di scelte artistiche e anche relativi ad eventi ma credo sia sufficiente per rendere l'idea.
Passerei a considerare anche quella Venere in Leone di 5a armonica ( radix in leone sole e urano) che mi riporta al fatto che esprimendomi creativamente mi sentivo bene, trovavo una particolare soddisfazione nel veder realizzate le cose che avevo progettato, era una sensazione di 'privilegio' a volte per me, saper portare nella realtà visibile una cosa immaginata con la fantasia.
Nell'armonica Marte è in Vergine, cosa che mi ha rimandato ad una particolare scelta artistica di un certo periodo che prevedeva l'uso intensivo delle 'forbici', dell'intaglio dunque, sempre utilizzato per realizzare opere molto grandi con carte speciali.
Luna e Nettuno in Pesci nella 5a armonica forse sono anche il motivo per cui come illustratrice collaboravo prevalentemente con riviste di 'Astrologia', probabilmente credo per la mia istintiva capacità di cogliere esattamente il significato del 'simbolo' prima ancora di conoscerlo.
L'astrologia come studio infatti è entrata nella mia dimensione vitale solo dopo che già non operavo più.
Nei tempi prima, benchè incontrassi facilmente astrologhe nelle redazioni e mi piacesse come materia, non ero interessata in particolare ad approfondirne i termini.
Luna e Nettuno in pesci credo abbiano anche influito sulle scelte pittoriche di soggetti a carattere fortemente simbolico che ho dipinto, tipo l'unicorno, la fenice, i mandala, esseri che nascevano da 'uova', donne angelo, cavalli di un mondo immaginario con criniere e cose di pavone e tante altre cose di 'magica' ispirazione.
Il Giove di 5a si trova in acquario, il che potrebbe ancora testimoniare queste scelte di rappresentare soggetti in certo modo 'alternativi'.
Il capricorno rappresenta l'editoria, il che potrebbe rimandarsi alla luna radix e urano ( astrologia) nel segno capricorno nell'armonica.

Devo ovviamente approfondire tutti i dati della carta di 5a, ma direi che per quanto mi riguarda credo possa davvero rappresentare in modo ancora più completo e 'specifico' le indicazioni artistiche del radix e degli aggiuntivi quintili.

Sarebbe interessante se anche voi, nell'osservare la vostra armonica di 5a, potreste dirmi se avete notato analogie con le vostre 'scelte artistiche' o eventi manifesti.
Sarebbe utile ad un confronto più approfondito.

ciao ragazze e ragazzi
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 1 ottobre 2012
Per non creare confusione, circa il Sigillo di Salomone, sono 2 triangoli intersecati, per cui quando indicavo i pianeti della stella della concordanza, intendevo 2 gruppi ai vertici dei rispettivi triangoli.

Ho una curiosità: gli antichi pitagorici avevano attribuito le 7 note base così:
Sole MI
Luna LA
Mercurio SOL
Venere FA
Marte RE
Giove DO
Saturno SI
mancherebbero però le altre 5 sonorità.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 1 ottobre 2012
X CHIARA:

La Concordanza Armonica è una configurazione che si formò nel 2003, 8 o 9 novembre, non conosco però l'ora esatta e il luogo di rilevamento.
Trovi ancora delle cose in rete a riguardo, ma in particolare è difficoltoso ritrovare la mappa.
Io ne ho conservata una che però non mi riporta ne l'orario ne gli aspetti.
Ne parlarono molto all'epoca, anche allora come per questa 'onda', per quella incredibile formazione astrale avanzarono ipotesi di annunci di grandi cambiamenti, di innalzamento di coscienza evolutiva, etcetera etcetera.
Da quel che si vede, i cambiamenti ci sono stati si, in tutto il mondo, ma decisamente solo in 'peggio'.
Perciò non vorrei che in tutte queste cose si inneschi sempre una 'nettuniana illusione' di miglioramenti evolutivi che invece stenta davvero a manifestarsi, sopratutto pare praticamente assente in chi dovrebbe avere grandi responsabilità socioeconomiche nonchè ambientali.
La stella presentava ai vertici Luna Kirone Giove ineresecata alla stella rovesciata con Saturno Marte Sole, i sei pianeti erano le punte dell'esaedro.
Poi chiaramente vi erano altri aspetti e configurazioni di linee, ma la Stella nonchè l'Esaedro si coglievano immediatamente visualmente.
Perciò chi è nato sotto tali astri ora dovrebbe avere circa 10 anni.

X ROUGEMONIQUE:

Allora Rouge, arrivo con qualche altra info per le armoniche.
Innanzitutto il sistema delle armoniche indiano è un pò diverso dall'occidentale.
E' detta astrologia Vedica mentre quella occidentale viene definita Uraniana.
Intanto in india il pianeta che determina il segno di nascita attribuito al soggetto è la Luna non il Sole, e questo fà già capire quante differenze interpretative possono esserci.
Per loro ad esempio la 7a armonica indica le tendenze antisociali e persino la criminalità, mentre la 9a per loro può anche rappresentare i compagni ideali per esempio
Giusto per info generale.
Stando sulla versione occidentale più vicina ai nostri modi di intendere tutte le armoniche avrebbero più o meno gli stessi significati delle nostre 12 case visti come 'frequenze' più o meno sentite o evidenti.
Calcola che la 1a armonica è il tuo tema radix.

Avrei anche letto qualcosa ancora sul quintile, dato che c'è chi sostiene che a determinare un talento o più talenti sia proprio la presenza di questi.
Se non sono evidenti, come nel caso della signora che citavo ( che peraltro ricordando bene aveva si almeno un talento particolare per la maglieria artigianale) significherebbe che i talenti ci sono ma sopiti perchè non si sono incontrate in vita le circostanze più idonee a manifestarli.
Talenti che rimangono in 'nuce', secondo questa versione e sicuramente 'presenti' ma che non si sono potuti esprimere a dovere.
Il che mi confermerebbe l'incidenza non totale ma almeno notevole di ciò che si trova intorno, come 'semi'di fiori che anzichè nel terreno giusto e adatto caschino in luoghi aridi e ostili o comunque non idonei a far si che le loro espressioni 'crescano'.


alla prossima
ciao chiara e ciao rouge


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia x Alix
inserito lunedì 1 ottobre 2012
Cara Alix,
non conosco il significato della Concordanza armonica, cosa sarebbe e cosa rappresenterebbe in un tema??
Mi interessa molto perché ultimamente sento fortissimo il richiamo dell'Armonia!!!
Comunque l'ho disegnata sul mio tema e la stella a sei punte sta esattamente dentro all'esagono, infatti gli angoli dell'esagono sono costituiti dai vertici dei due triangoli che ti dicevo ...basta unire tra loro da una parte Sole-Ascendente e Nettuno (primo triangolo) e dall'altra Saturno (insieme a Marte) Discendente e Plutone (secondo triangolo).
Chi mi sa dire qualcosa di più su queste configurazioni??
Grazie a tutti, ciaoooo!!!!

Chiara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 30 settembre 2012
Faccio solo una precisazione, quando dico : plutone entrato dopo nel sistema, non intendo che prima il sistema non lo comprendesse, ma entrato dopo a livello di nostra 'coscienza'.

Ragionavo anche sul fatto che Plutone prima di X Eris proserpina Vita, non fà che confermare ciò che ho sempre sostenuto, e cioè che la 'morte' è una componente essenziale della 'vita' tanto da venire prima di essa, per quanto sembri un 'paradosso' dell'esistenza.
La scienza però è fatta di paradossi.

Dunque Nettuno che precede Plutone, secondo me, finchè non andrà nell'esatta direzione di una compresione 'profonda' di questo principio continuerà a 'confondere' tanti.

Ragionavo sul fatto che l'astrologia poi sembri una scienza sofisticata con un sistema mimetico, in grado di adattarsi mutevolmente ai tempi in modo da 'attraversarli' nonostante religioni e detrattori.

Sono del parere che l'umanistica non resterà l'ultima frontiera dell'interpretazione astrologica.
Non potrei dire che mutazioni avrà in futuro e quando, ma sono quasi certa che l'astrologia così come è passata da sistema destinico di totali inflenze astrali, a previsionale con una componente di intervento dell'arbitrio, a umanistica con la grande rivalutazione della componente di potere umano, evolverà ancora in altre interpretazioni.

Insomma le 'menti' che hanno messo a punto questo sistema sembrano averlo 'progettato' in modo che fosse in grado di 'sopravvivere' a qualunque fase di storia, tempi e orientamento 'cognitivo'.

Sono anche del parere che sia un sistema assolutamente 'aperto' e in grado di 'collaborare' con ogni scienza e materia purchè si conoscano i presupposti di 'entrambe'.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 30 settembre 2012
X ROUGEMONIQUE:

Il 'fil rouge ;)' l'abbiamo perso un pò anche noi per via della sparizione post.
Del sogno dell'onda (che sono in molti al mondo a fare) credo ne avessimo parlato in sezione Gioviana, prova a vedere.
Ossessionata personalmente no, ma a me è capitato due volte credo tra il 2009/2010 per l'esattezza.
E' un sogno molto 'intenso'.
Si pensa potrebbe trattarsi non tanto di un'onda oceanica vera e propria ( per quanto i disastri naturali e non, sia evidente a tutti che siano proporzionalmente e statisticamente in aumento sia per dimensioni e distruttività che quantità e dunque si sa mai)
Ma che sia l'annuncio percettivo di un'onda 'energetica' già in viaggio, un plasma di particelle, che giungerà dal centro della galassia durante o dopo il periodo di allineamento del nostro sistema solare che avverrà verso fine d'anno.
In ogni modo Rouge, sono diverse le cose che si dice influiranno molto sulla nostra 'biologia' e dunque anche su 'percezioni anomale' conseguenti.
Si parla di questa ondata di particelle cosmiche di 'radiazione di fondo' ma anche dell'approssimarsi al sistema del megapianeta Nibiru e dell'approssimarsi anche del più intenso brillamento solare di tutti i tempi.
Sembrano 'convergere' vari fattori in teoria che potrebbero anche modificare di parecchio i caratteri del dna.
Ovviamente non credo che saranno processi evidenti in un arco di tempo limitato, ma comunque dicono che i cambiamenti evolutici abbiano andamenti 'esponenziali' per cui c'è un momento in cui tutto precipita molto velocemente.

Sul quintile ho cercato di riferirvi un pò ciò che avevo appreso ma prima di capire come leggerlo e se sono affidabili le risultanze credo non basterà un'applicazione minima, inoltre non mi è riuscito di scovare i significati per aspetti.
Parlo del mio caso, ho 3 quintili e un biquintile
Luna Nettuno-Giove Urano- Marte Kirone più il bi tra sole mediocielo.
Ma cosa dedurne esattamente in concreto in senso artistico?
Ci si deve lavorare sopra e tentare di capire.

Per l'astrologia armonica c'è ancora meno, inoltre non ho trovato in giro un software che dia il diagramma anche graficamente a bioritmo, per 'visualizzare' il proprio modello composto da tutte le linee, immagino si possa disegnarlo però.
Al massimo trovi 10 armoniche, quindi nemmeno tutte complete, ma fatte come la mappa normale.
Quindi non sò come si legge in pratica.
Prendiamo la mia 5a armonica, mi riporta il sole in sagittario e una luna pesci un mercurio toro e venere leone etc. per esempio.
Tutte cose significative proprio circa la 'curva' di mie frequenze sonore diciamo così, del lato artistico-ingegnoso-mistico ma che al momento non saprei come applicare.
Anche i testi i materia pare siano limitati e quel che è peggio quasi 'introvabili'.

Ad ogni modo, se mi capita di raccogliere nuove info te le riporto.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 30 settembre 2012
X CHIARA:

Conosco molto bene il significato della Stella a 6 punte, mi sono interessata a lungo di magia e alchimia e in quei campi il simbolismo occulto della stella è noto.

E' stata anche il simbolo dei MAGI, probabilmente studiosi e scienziati 'iniziati a misteri' tramandati e mantenuti 'nascosti'.

Il suo significato più conosciuto è che ciò che stà in basso stà anche in alto, ciò che stà in alto rispecchia ciò che stà in basso, sono microcosmo e macrocosmo che si 'intersecano' e a mio parere questo concetto porta in se da sempre, quindi da secoli e secoli, principi della più avanzata fisica quantistica, l'immensamente piccolo e l'immensamente grande che si 'compenetrano'.

Per ora Chiara devo dirti che non riesco a visualizzare 'graficamente'il disegno della stella nel tuo tema, se osservi quello della Concordanza Armonica ,che avevo citato, è perfettamente visibile di 'impatto', inscritta in un esaedro.
Avendolo osservato solo da poco, forse ancora mi sfugge la formazione nel tuo, vedrò di guardarlo meglio.
Mi aveva colpito questo disegno di linee a formazione sdoppiata, dato che sono sensibile alle forme visuali.

Astrologia anche gioviana dici? per il suo collegamento a Nettuno per 2 segni immagino..... però forse Giove non può 'rappresentarla' come unico simbolo riassuntivo, potrebbe esserne solo una componente per la 'traduzione' e 'decifrazione' occorrente.

Io devo dire che l'ho sempre vista molto Uraniana per il suo collegamento con l'astronomia, perchè noi è da dire, ancora non sappiamo 'esattamente' come, quando, perchè e a che scopo nacque l'astrologia, ne chi 'esattamente' la inventò.

Come unica 'certezza' si sà che ha/aveva correlazioni con l'Astronomia di base.
Quindi potrebbe essere anche possibile che le 'finalità ultime' dell'astrologia a noi ancora sfuggano per adesso.
Che ancora la dobbiamo 'riscoprire' interamente, oppure, esattamente come noi è un 'sistema' in 'evoluzione', che diventa 'progressivamente' più complesso.
Ma per 'mettere a punto' un 'sistema funzionante che evolve e cresce' e che considera concetti elevati di astronomia, ci voleva qualcuno di molto 'evoluto' che già conoscesse cose dell'universo e di altri sistemi che noi ancora adesso non conosciamo.

Non bisogna dimenticare che, fino a che non si conosceva Urano e arrivavano a interpretare solo fino a Saturno, l'astrologia non mi pare avesse ancora una 'definizione simbolica'.

Urano anche, come 'manifestatore di eventi' forse rappresenta bene la componente di possibilità 'previsionale', nettuno interpreta la componente umanistica che già aggancia l'inconscio plutoniano.

Non mi trovi in linea nel definire Nettuno la 'perfezione assoluta', così è come lo vediamo noi 'ora' ma essendoci dopo di lui ancora la scoperta di Plutone X e Y, direi che sono questi a rappresentare delle componenti aggiuntive che 'avvicinano' ancora di più ad una 'complessità più avanzata' e dunque più 'perfetta'.

Immagino che si faccia fatica a vedere Plutone come 'rappresentante' di un grado di perfezione evolutiva più alta purchè ne si comprendano certi estremi 'trascendendolo', ma deve essere così se è entrato 'dopo' nel sistema così come sarà per X e sicuramente Y.

Su Y poi io ho una convinzione, che sarà l'unico pianeta che gira contrario nel sistema, come il nodo nord, in pratica sempre retrogradato.
Non chiedetemi come è che ho questa certezza.....
non vi saprei rispondere




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito domenica 30 settembre 2012
Mi inserisco al volo, sto tentando di raccogliere le fila dei vostri discorsi, arrancando come sempre.
A proposito di nettuno come sogno, qualcuno di voi è ossessionato dal sogno dello tsunami? Ne ho già parlato, mi interessava solo sapere se qualcuno è afflitto come me da questo incubo ricorrente, che mi sembra in evidente simbolico collegamento con nettuno.
Alix ricordo ancora la risposta che mi desti, circa l'esser sintonizzati su un "altrove" e presentire le energie in arrivo da altre dimensioni e i possibili cambiamenti vibrazionali.
Eppure sono terrorizzata perché è un sogno troppo realistico che faccio da quando ero bambina.
E poi: cosa sono le carte armoniche?
Da giorni sto cercando di capire quali implicazioni abbiano nel mio tema i quintili, ed ecco che mi giunge quest'altra informazione!
Non potrei mai dire se l'astrologia sia più uraniana o nettuniana, o plutoniana. Ne capisco ancora pochissimo! E se fosse una inestricabile combinazione tra queste immense forze sovradimensionali? Dal cosmo inviano alla nostra mente degli input, che può cogliere solo chi è in sintonia con queste grandi energie.
Chissà perché mi è arrivata alla mente l'immagine dell'elica del DNA. Un intreccio di microscopiche forze che nella sua combinazione rende possibile il fluire dell'energia. E anche qui mi riallaccio a un precedente discorso di Alix, anche se rischio di divagare...perché non sono affatto due le eliche che ho "visto", ma molte di più.
Scrivete, ditemi altro. E' così interessante questo scambio di idee, questo fermento!
Pane per i miei denti.
Grazie a tutti
Rouge
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia
inserito domenica 30 settembre 2012
Bella l'astrologia armonica!!!!!!
Molto interessante ..un altro modo di descrivere questa realtà che vibra!!!

Nella mia idea l'astrologia ha anche elementi Gioviali, nel senso che Giove lo vedo come traduttore del simbolismo e quindi poi per estensione arriviamo a Nettuno ...non si può negare che sia anche acquigiana ....io ce li vedo tutti e due ...anzi, forse vedo più l'acquario di nettuno ...sarà perché penso che l'acquario è ancora legato al mentale, mentre quando invece raggiungi nettuno è tutto talmente perfetto che l'astrologia non ti interessa neppure più!!!!
La vedo un pò così!!!!!
Buona domenica a tutti!!!!!

Chiara Inesia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia
inserito domenica 30 settembre 2012
Cara Alix,

sì, del mio tema ho visto che i miei pianeti in un certo senso sono posizionati quasi specularmente ma la cosa che più mi colpì, sono i due grandi triangoli che si sovrappongono a formare una stella a 6 punte ....rimasi parecchio colpita quando lo notai la prima volta.
I due grandi tritoni che si sovrappongono sono, Sole-Ascendente-Nettuno e l'altro formato dalla coppia Marte-Saturno con Discendente e Plutone ...ci avevi fatto caso?? Curioso, eh?
E' la stella di David ...non ho mai approfondito molto ...lo faccio con te ora ....su wikipedia riporta questo:

"La forma della stella è un esempio dell'esagramma, un simbolo significativo anche per altre religioni. L'esagramma è da datarsi anteriormente all'utilizzo degli ebrei. Fuori dal sistema giudaico viene utilizzato prevalentemente nell'occultismo.
L'esagramma è un antico simbolo trovato su antichi templi Indiani costruiti migliaia di anni fa. Simboleggiava il Nara-Narayana, o il perfetto stato meditativo dell'equilibrio tra l'Uomo e Dio, e, se mantenuto, avrebbe portato nel "Moksha", o "Nirvāṇa" (liberazione dai limiti del mondo terrenale e le sue trappole materialistiche)."

e dice anche:

"Alcuni ricercatori hanno anche teorizzato che la Stella di David rappresenti la situazione astrale al momento della nascita di David o della sua incoronazione e alcune recenti ricerche sembrerebbero dimostrare che il ritorno di quella situazione astrale fosse anche il segno nuovamente atteso per la venuta del Messia, realizzatosi all'avvento di Gesù di Nazareth. In altre parole, la famosa stella vista dai Magi sarebbe proprio la Stella di Davide[2]. In effetti, la Stella di Davide è altresì conosciuta come la Stella del re nei circoli astrologici e fu pure un simbolo astrologico nello Zoroastrismo."

....ahahaha ....adesso sì che me la tiro!!!!! ...hihihihhiih!!!!!

Scherzi a parte ...visto il mio amore per la medicina cinese e per la tradizione cinese, beh ...l'esagramma è la base del testo dell'I'Ching, il libro dei mutamenti, un testo antichissimo di grande saggezza ....come non ritrovarmici!!!!
Non a caso il mio primo Blog l'ho chiamato proprio Forza Educatrice, che corrisponde all'esagramma 26, il giorno della mia nascita e con i cui significati mi sento molto affine.... sento forte la tendenza all'educazione, all'insegnamento ...del resto il mio sole in IX ...ma è proprio un atteggiamento di vita che ho ....in passato, come alcuni vecchi visitatori di questo blog e del forum di Lidia sanno, forse ho fatto anche troppo la "maestrina"....spero ora di avere raggiunto un giusto equilibrio....

Per quanto riguarda i compagni ...beh ....questa è la nota dolentissima della mia vita ....ma tutto è giusto come è per cui ora forse sta incominciando pure ad andare meglio ...cioè soffro di meno, per fortuna ...grazie proprio alle mie passioni e soprattutto ai miei adorati gatti ...che hanno davvero rivoluzionato la mia vita!!!!
Al momento sono attorniata di uomini con luna in Pesci, ma con valori aria ...o all'ascendente o al sole e in particolare i gemelli.
Lo sto apprezzando molto come segno ....mio padre era gemelli con luna in pesci ...ahahah ..che casualità!!!! ;-)))
Sono veloci di mente, svegli, curiosi, sono tendenzialmente allegri ....mi piacciono, mi trovo bene ....certo però se non ci fosse la sensibilità dell'acqua farei molta fatica!!!!

Invece come amicizie ultimamente mi sto attirando molte Leonesse, non è mai stato facile per me avere un buon rapporto con femmine del leone ..forse ora la mia natura leonina è più salda e ha meno difficoltà, chissà??
ciao, a presto!!!!

Chiara Inesia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 29 settembre 2012
X TUTTI:

Mi interessava, se volete, che diceste come considerate voi l'astrologia , se più uraniana o come diceva Lidia più nettuniana.
Io vedrei entrambi per ora, dato che essendo 'figlia' dell'astronomia almeno una componente uraniana è certa.
Come una specie di collegamento tra ciò che è ancora in uno spazio e 'tempo' definito (saturno) con ciò che comincia ad andare oltre (nettuno).
Però evolvendo l'astrologia come tutto ora se la cominciamo a considerare nettuniana è perchè già si sente che collega urano a plutone.
Ci vedo davvero tanto con l'astrologia questa connessione nettuniana simile alla struttura della musica e quindi della 'vibrazione' del cosmo, anche se non conosco la musica a sufficienza per elaborare un tema in tal senso.
Leggevo però note di fisica 'iperdimensionale' che si basa sulle ottave e sulle forme geometriche che guarda caso aveva proprio evidenziato con il suo discorso Icaro.
Potrei anche fare l'ipotesi che in un lontano futuro avremo un'astrologia più Plutonica, inimmaginabile per il momento, che comincerà a connetterci a Y.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 29 settembre 2012
X ICARO:

Incuriosita da questa Astrologia Armonica che ho incontrato durante le ricerche sul quintile, ho voluto fare un pò di ricerca anche su quella.
Sai che è interessante devo dire ma si fatica a trovare i significativi delle diverse armoniche.
In pratica le 12 diverse carte armoniche ricreate, consentono di riprodurre un diagramma di 'frequenze' somigliante al tracciato di un oscilloscopio, che riproduce graficamente come una tua 'frequenza' in modo da poter vedere quale 'armonica' è quella che 'emerge' di più.
Avete presente le carte dei 'bioritmi', ecco qualcosa così, molto simile credo ad un'idea di 'ritmo' e quindi di musicalità del tutto.
Ho un software che mi riporta le armoniche non sò perchè solo fino alla decima.
Le armoniche vengono molto utilizzate in astrologia indiana dove nella 'loro' interpretazione spiritual/evolutiva dicono particolarmente rilevanti la 5a la 7a e la 9a e 11a.
Sembra quasi di parlare di 'sinfonie' non trovi?!
Una disdetta non trovare più materiale,in altre letture per esempio:
la 10a armonica a larghe linee indicherebbe la reale possibilità di emergere sopra gli altri e avere successo e potere.
11a è collegata al 'grado' di coscienza collettiva
la 5a come il quintile dunque è la frequenza creativa.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 29 settembre 2012
X CHIARA:

Ah ecco, giusto, forse la 2a per analogia con toro gola/voce, ci stà senz'altro, nelle carte soprattutto di musicisti ma anche cantanti, avevo visto ricorrentemente rilevanti 5a-11a-3a-9a, e comunque tu in 2a hai la Luna e, astro sempre rilevante per chi è vicino alla musica e al canto e venere sempre nel toro, dunque......

Il grande successo credo sia molto legato ad aspetti positivi giove plutone, venere plutone, giove o venere con urano, aspetti positivi di giove o venere con il mediocielo.

Stampando la tua carta ho notato che ha una particolarità, ci hai mai fatto caso che tutti gli aspetti formano una figura che è quasi 'speculare', non perfettamente ovvio ma dà il senso di una forma 'specchiata'.
Con sole ariete as. Leone e luna Leone, per me sei più una Leone che un'arietina.
E comunque un sole ariete in parte in casa sagittario più valori leone, sei tutta 'un fuoco', un 'vulcano' appunto, come avevo già detto.
Dato che avevi fatto riferimenti ai compagni, credo che segni con forti valori d'acqua ti annoino e spengano, forti di terra rischiano di 'seccarti' o farti esplodere, forse gli ideali rimangono segni di fuoco come te o d'aria.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia x Alix
inserito sabato 29 settembre 2012
Grazie Alix,
sì sicuramente le intenzioni di Giuly erano buone ed è vero, ci sono tante persone poco aderenti alla realtà, e ovviamente nel mondo artistico è più facile perché nettuniano per definizione ...e che si ridicolizzano proprio ....poveretti.... ma io sono così esigente con me stessa che spero e credo proprio non correrei questo rischio ...ma certo Nettuno ha tante facce e uno che non mi conosce, dal mio tema certo non può sapere come io la usi quell'energia.
Grazie per la tua risposta ....un abbraccio!!!

Chiara Inesia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia x Alix
inserito sabato 29 settembre 2012
Cara Alix,
non so perché ma leggo il tuo post solo ora, tutto quello che ho scritto prima ...ho accennato anche io infatti al caso di Susan Boyle ....l'ho scritto senza avere letto la tua risposta.
Ho ripostato il post perché l'avevo scritto prima su word, per questo ce lo avevo ancora ...non credo ci sia altro modo per salvarli.
Quello precedente dove accennavi al caso della britannica non lo avevo letto ...certo è un caso eccezionale, ma comunque appunto io non ho mai detto di volere raggiungere quei livelli ....non saprei neppure gestire un tale successo ...ma per carità!!!!!!
Fare musica non significa essere famosi ...è questa la grande differenza!!!!!
Io avevo chiesto se nel mio tema ci vedeva la possibilità di fare musica .....visto che è un nuovo aspetto che prima non avevo mai preso in considerazione, ero curiosa di avere interpretazioni in questo senso... tutto qua!!
Mi fa piacere sapere da te che la casa IX sia collegata con la musica ....la II non lo so neppure io ...forse per il fatto che corrisponde al Toro e il toro è la gola, la voce??
Mahh!!!!
A presto!!!!

Chiara Inesia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 29 settembre 2012
X CHIARA:

Per quanto mi riguarda sono daccordissimo, le passioni che si amano ,se è possibile, vanno coltivate a qualunque età, anzi è anche un modo di rimanere 'giovani'.
Ed è proprio quando non si hanno aspettative nei confronti di esse, che si godono di più, dato che c'è meno tensione non essendoci la necessità di puntare su un'obbiettivo.
Essendo una Leone capisco quanto è importante per te fare qualcosa che ti coinvolga, entusiasmi e diverta e che in qualche modo continui ad alimentare i Sogni.
Non nel senso di farsi delle illusioni ma nel senso di continuare a prendersi cura del proprio mondo immaginario esprimendolo in qualunque modo.

Tantopiù che a volte poi i sogni si avverano ;)

Giuly però secondo me diceva comunque una cosa molto giusta, che sono certa non era diretta a te personalmente, era solo lo spunto di una valutazione generale sul fatto che le persone abbiano la necessità di conoscere bene i propri limiti, in caso vogliano tradurre in professione ciò che amano.
In particolare nel mondo artistico infatti è comune vedere persone che 'sopravvalutano' le loro capacità (a volte anche veramente di parecchio da sfiorare il ridicolo)


A questo segue anche il discorso del tutto contrario, e cioè che esistono soggetti veramente talentuosi che però non riescono mai ad essere le persone giuste al momento giusto nel posto giusto, o forse anche sono penalizzate per altre questioni caratteriali o fisiche o emotive, relazionali, da non riuscire a reggere poi la continuità di un eventuale successo o tutte le cose correlate alla macchina dello star system.
Per emergere insomma sembrerebbe non sufficiente il talento ma tutta una serie di 'ingredienti' che 'sostengano' il talento stesso.

alla prossima
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia x Alix
inserito sabato 29 settembre 2012
Sì anche io faccio sogni tipo il tuo e di Icaro ogni tanto e credo anche io che sia una difficoltà nostra di rapportarci e di parlare con una parte di noi ...o forse anche ci indicano di non cercare aiuto da dove non arriverà ..forse ci indicano di utilizzare altre nostre risorse.

E' interessante l'analisi dei pianeti con la scelta degli strumenti ...a me ad esempio piacciono le percussioni, anche se mi piace molto anche la chitarra ...è agile la chitarra.... ma mi piace tantissimo anche il flauto degli indiani d'america, quello di legno ....meraviglioso ...solo sentire il profumo che fa il legno col quale è stato costruito, io ne ho uno in cedro, ti connette con l'universo!!!!!!
Ciaoo!!!

Chiara Inesia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia
inserito sabato 29 settembre 2012
C'è stato un botanico americano, Luther Burbank che è riuscito a generare un tipo di cactus senza spine ...e sapete come??
Parlandogli tutti i giorni e dicendo loro che non c'era più bisogno di fare le spine, che ci sarebbe stato lui a proteggerle!!!!
Lui amava le piante e le curava e le coltivava con l'amore .....quando ami qualcosa quella cosa ti appartiene dal profondo e normalmente ti viene anche bene ...perché è una tua risorsa, un tuo potenziale ....che sta solo a te far crescere, con tutti i limiti che certo uno ha ...soprattutto nella propria mente e nei propri schemi comportamentali!!!!!! ...che sono quelli che ritroviamo nel tema natale....
C'è anche chi si nutre solo di Luce ....io mica ci penso a quello, la vedo una cosa troppo lontana da me ...ma fare qualcosa che mi piace tanto non lo vedo lontano, lo farò a mio modo ...mica devo essere riconosciuta da tutto il mondo?? ...basta avere il mondo dentro!!!!! ;-)))
Certo i miei valori nettuniani mi hanno portato ad avere delusioni ...ma se siamo qui a parlare di astrologia psicologica non possiamo guardare il simbolismo solo nella sua accezione più negativa... ricordo benissimo cosa mi disse Lidia del mio Nettuno in V "vuol dire che le tue passioni ti faranno toccare il sublime" ...ed è vero ....è proprio vero!!!!!! ...ma certo, immagino io, che per il fatto che si opponga a saturno dall'11 queste passioni vadano anche strutturate, che prima ci sia bisogno di un lavoro sulla propria autonomia e struttura, così come Saturno ci chiede.
Io certo non mi sento arrivata, ma sento cosa mi fa e come sto quando faccio quello che amo ....questo mi guida!!!!!! ....e io mi lascio trasportare dall'energia e vado con lei .....e se un giorno mi porterà da un'altra parte e non più in quella direzione che credevo e volevo mi adeguerò e se mi adeguerò non soffrirò ....se mi opporrò soffrirò!!!!
Per me funziona così!!!
Ci sono adattamenti più facili e altri molto più difficili per me ....ma per fortuna appunto, ci sono anche quelli facili!!!!!!
E godo di questi!!!!!
Ciaoo!!!

Chiara Inesia

P.S.
e comunque ad un consultante che chiede un aiuto non ci si rivolge in quel modo... lo trovo assolutamente distruttivo ...e se l'astrologia è crescita non è certo così che si aiuta una persona a crescere!!!!! ....e se anche io non avessi bene a mente i miei limiti e rischiassi proprio di sognare ad occhi aperti ....sono altri i consigli da dare ....io non direi mai ad un bambino non potrai mai diventare dottore ...gli dirò che dovrà impegnarsi molto, seguire molti studi, passare molti esami ...essere molto costante e profondo.....
Susan Boyle arrivata seconda a Britain's got talent nel 2009, é arrivata alla fama internazionale all'età di 49 anni!!!! .....c'è sempre tempo ....se è destino!!!!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia
inserito sabato 29 settembre 2012
Grazie Giuly,
ma checcentra ...io mica gli avevo detto che avevo chissà che pretese ....e comunque le cose sono molto più semplici di come le facciamo.
Ho fatto tante cose fin'ora che mai avrei creduto in vita mia ....mi sono laureata in medicina quando a 17 anni l'unica facoltà che mai avrei voluto fare era medicina perché troppo lunga.... ...ho pubblicato un libro di poesie e se a 20 anni mi avessero detto che io a 36 lo avrei fatto ....non ci avrei mai creduto, ma proprio mai!!!!! e mi fermo qui perché non sono qui per sfoggiare.
....io ho le mie passioni e le coltivo perché mi fanno stare bene e mi portano un sacco di benefici ...non ho chiesto di camparci con la musica, non gli avevo detto che voglio diventare una grande musicista ....ho un lavoro che mi appassiona anch'esso e sono molto felice di farlo.
Mi chiedo a voi piuttosto cosa vi blocchi??
Le cose giuste vengono facili, basta non avere troppe aspettative ....io godo di quello che faccio mentre lo faccio e intanto sogno ...nessuno me lo impedisce ...e anche l'altro giorno quando il mio amico si è messo a musicare una mia poesia mi sono detta ....tò, un sogno che diventa realtà.... l'avevo voluta tanto quella cosa ...chi avrebbe mai detto che sarebbe venuta così facile, un giorno??
Certo chi non ha radici non può volare ....se me ne dovrò fare delle altre me le farò e sarà sempre un continuo rinnovarsi ....ma non smetterò di certo di fare ciò che amo, non smetterò di certo di sognare e di immaginare sempre di meglio e di più ...ho imparato a godere del piccolo, di ogni piccolo e minuscolo passo che faccio e che ho fatto ....e già il fatto di essere viva con tante passioni è un miracolo e di avere ancora energia per tante cose è un miracolo nella mia vita.
Come diceva qualcuno, gli angeli esaudiscono i tuoi desideri se sei disposto a far sì che non te li esaudiscano. Cioè della serie ...sogna senza avere aspettative!!!
Per cui prima di pensare a dover avere e mettere limiti pensate a quanto vi siete castrati voi ....io non voglio più farlo, grazie!!!!!!!

Chiara Inesia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 29 settembre 2012
X VERDEVIOLA:

Sono sempre orbite molto strette, perciò sono aspetti che sulle carte sono rari a formarsi , entro 3 gradi massimo per quintile e bi-quintile.


X ICARO:

La mia 3a gemelli invece è vuota, ma ho saturno in 9a sagittario.
In effetti per questo sogno avevo consultato un sito di analisi di sogni molto ben fatto che si trova in rete facilmente, che confermerebbe 'difficoltà di comunicazione' con qualcuno.
Può essere però che questo 'qualcuno' dei sogni potremmo essere anche noi stessi e rappresentare la difficoltà a contattare una parte di noi che ci potrebbe essere di 'aiuto' nell'emergenza.
Infatti nei miei sogni devo chiamare solo perchè mi trovo in difficoltà o in pericolo.
Fai conto che io nella vita non uso praticamente il telefono per diletto, solo per le necessità,
e da Luna capricorno mi irrito con chi tenta di tenermi al telefono per 'cianciare del nulla'.
Mi ero incuriosita perchè, pur non essendo un sogno ricorrente, l'ho già notato diverse volte in questi ultimi due anni, prima non mi era mai capitato.

Senti Icaro, facendo il musicista, non hai mai notato se certi segni o aspetti o case sono più evidenti secondo gli strumenti scelti?
Ci potresti dire qualcosa in merito? Chi sceglie i fiati piuttosto che gli archi, oppure preferisce i tasti etc.
Una cosa..... ma c'è ancora chi impara a suonare l'organo a canne, quello tipo ' Il fantasma dell'opera'?
Ho un ricordo di quando ero piccola di un enorme organo di questi, che potevo vedere da vicino e chè ho anche suonato ( si fà per dire eh), mi piaceva tantissimo con queste canne dorate lucide e altissime, ora mi sembra di aver letto che ha una scala sonora molto estesa, ma non ho ben capito non avendo studiato musica.

Per tornare alla mia domanda, nei chitarristi per esempio emerge molto il Marte , in rapporto a urano per via dell'elettrico chiaramente.
Il marte perchè sembra che ,sopratutto nel rock o hardrock, abbia la valenza come di una mitragliatrice....... di 'note'.
Inoltre era nata una tecnica ( inventata da van Halen Acquario Luna Acquario) che consisteva nel picchiettare le corde, anzichè pizzicarle, che si chiama 'tapping'.
Può essere che ad esempio per chi si specializza in chitarra classica siano un pò diverse le valenze.
Immagino che il marte sia anche particolarmente rilevante per batteria e percussioni.

Ci dai una tua analisi astro-strumentale?
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 29 settembre 2012
X CHIARA INESIA:

Grazie Chiara, ma che gentile a ripostare l'intervento!
( ma.... come fate a conservarli? io non ho ancora capito come memorizzarli in caso vadano persi appunto!!!)
Francamente rispetto a ciò che ti ha detto l'astrologo non capisco cosa entri la 2a, ok per l'11a ma la 9a ,dove tu hai il sole, è una casa di quelle considerate musicali molto rilevante in genere nei temi di musicisti.
Peccato che si sia perso il post che ti avevo mandato , che non sò se avevi letto, dove facevo riferimento al caso di Susan Boyle che spero conosciate, una sconosciuta casalinga americana o inglese ,già molto avanti con l'età, che ha avuto riconoscimenti da standing ovation in un talent show.
Vero che può essere un caso unico più che raro, non così comune, quindi ha ragione anche Giuly che consiglia saggiamente di stare attenti a non farsi travolgere dai sogni e mantenere contatti con le realtà, perchè superate certe soglie d'età ,sopratutto in un campo come la musica dove abitualmente si emerge già giovanissimi, le opportunità con gli anni poi sono sempre meno.

A parte ciò, concordo Chiara, Lidia è davvero un eccellenza astrologica.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Giuly
inserito venerdì 28 settembre 2012
Chiara, non ci voleva un imminente astrologo per dirti che il tuo progetto è fortemente ostacolato, a 40 anni basta un modesto esame di realtà a confermarti che qualche piccolo ostacolo c'è. Il sogno è materia nettuniana quanto la musica e guai se non ci fosse, ma è fondamentale saper distinguere la realtà dai sogni. L'astrologia deve aiutare a crescere e nel processo di crescita la prima cosa è saper riconoscere i propri limiti. Non tutti abbiamo la possibilità di diventare grandi musicisti, forse l'imminente astrologo voleva dirti che se ami la musica anche suonare ed intrattenere su una nave da crociera può essere ugualmente gratificante e appagante.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito venerdì 28 settembre 2012
Ciao Alix,

Mi ha colpito il tuo sogno perché anch'io ne faccio periodicamente uno simile. Mi trovo in una situazione di emergenza non meglio precisata e chiamo qualcuno al telefono (spesso, ma non sempre, qualcuno della mia famiglia). Nel mio caso riesco, anche se con difficoltà, a digitare il numero e ad avere l'altra persona al telefono; il problema é che poi non capisco nulla di quello che l'altra persona dice, o perché sono in città e c'é troppo frastuono intorno a me, o perché l'altra persona parla improvvisamente una lingua che non capisco o semplicemente perché non capisco quello che dice senza una ragione particolare.
Una volta ho persino sognato che durante la conversazione mettevo per distrazione il telefonino in una padella con cui stavo cucinando e che questo interrompeva per ovvi motivi la comunicazione...

Mi sono sempre limitato a dirmi che il sogno parla di difficoltà di comunicazione, che con la mia famiglia di origine in particolare non rappresentano una novità...

Astrologicamente attribuisco questo problema all'opposizione Luna (III casa Toro) con Mercurio (IX casa Scorpione). Quest'aspetto parla anche emotivamente di stati ansiosi che accompagnano le difficoltà di comunicazione e che nel mio sogno sono rappresentati dall'urgenza della situazione di "emergenza".
Ho trovato interessante il fatto che anche nel tema di mio fratello c'é la stessa opposizione ma con i segni invertiti: Luna Scorpione- Mercurio Toro.
In definitiva é qualcosa di strutturale nel nostro contesto familiare...

Se riesco ad approfondire sull'argomento in generale ti faccio sapere.

Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia x Alix e tutti
inserito venerdì 28 settembre 2012
Cara Alix avevo risposto al tuo messaggio ...ma quello è andato definitivamente perso, ahimè...
grazie comunque per le parole che avevi usato per me ....ora ....voglio riportare a tutti le parole di un "eminente astrologo" (al di fuori dell'astrologia psicologica) quando gli sottoposi il mio tema riguardo alla possibilità di fare musica:

Cara Chiara,

"il tuo progetto è fortemente ostacolato dalla peggiore congiunzione che esista (Marte strettamente congiunto a Saturno) in una delle due Case musicali: la 11^ e la 2^. Tu hai il Sole in 9^ e la tua libido viaggia verso il lontano, in senso geografico territoriale e in senso metafisico-trascendentale. Se riusciremo a uscire da questa crisi economica maledetta, avendo tu Urano in IV Casa (la seconda parte della vita), io penso che tu potresti fare questo lavoro sulle navi da crociera, un lavoro onesto e anche piacevole, seppure fortemente ostacolato, nelle proprie ambizioni, da quanto ho già scritto. Molti auguri."

....e non faccio nomi!!!!! ...non gli ho neppure risposto ....troppo lontano dal mio modo di vedere le cose....
E comunque ....lui non fa altro che confermare, correggetemi se sbaglio, il mio modello di maschile castrante o comunque svalutante (sole-saturno, sole-plutone, marte-saturno-plutone) ...e così come il mio amico cantautore, così anche lui ...che ci vede in Marte-Saturno solo un ostacolo ....e non vede, povero lui, le potenzialità, che credo, anche questa configurazione come tante altre abbia ...e voi potrete smentirmi...
Questo modo, di quell'astrologo, di fare astrologia è assolutamente diseducativo ...che gente che c'è in giro ....proprio non credevo!!!!!
Quanto siamo fortunati noi a seguire Lidia!!!!
Lidia, grazie ancora per tutto quello che ci trasmetti e ci insegni sempre con grande ottimismo e fiducia, senza perdere il contatto con la realtà.
Se non conoscessi la vita, la psicologia, l'astrologia così come la conosco, quelle parole mi avrebbero ucciso ...ma per fortuna non mi faccio fermare da chi non sa ed è solo disfattista ....non sarà certo lui che mi impedirà di fare ciò che amo ....forse ci vorrà del tempo... e comunque se deve essere sarà ...se non deve essere non sarà e non certo perché c'è quella determinata configurazione!!!!!
Mahhhh ...un caro saluto a tutti!!!!

Chiara Inesia
Rimini, 26 Marzo 1972 h.12.50

P.S.
E poi io soffro da morire il mal di mare ....ecchi ci andrà mai in crociera!!!!!! ahahahaah!!!!!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito venerdì 28 settembre 2012
Per Alix, una curiosità "tecnica": qual è l'orbita di tolleranza del bi-quintile'
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Chiara Inesia
inserito venerdì 28 settembre 2012
Ho ritrovato nel cestino quello che avevo scritto, e che è stato cancellato, lo riporto di seguito:


Ciao a tutti!!!!!
Che bello ritornare qua!!!!!

Grazie Lidia per quello che continui a dare... hai una generosità rara e questo ci permette di fare dei percorsi che neppure la migliore psicoterapia ci consentirebbe di fare!!!!!
Grazie davvero di cuore!!!!!

Nettuno, grande Dio!!!! ...ma che fatica!!!!!
Ho Nettuno in V, in aspetto a Marte-Saturno, Sole, Luna e Plutone ....adoro la musica, non potrei mai farne senza ...e quest'anno (visto che continuavo ad incontrare sempre uomini "morti" mi sono chiesta in cosa fossi morta io, a cosa avessi rinunciato di me e ...la risposta fu: il canto!!) ...e quindi ho ripreso a cantare.
Cioè ....io non sono ancora capace a cantare, avevo iniziato anni fa ad andare a lezione ma poi sentendo che non riusciva a venire fuori niente di buono mi ero rassegnata a non avere voce!!!!
La mia venere è in Toro in X e fa aspetto con marte saturno nonché con urano e plutone ....la mia cara amica Ross (Solerossella) ricordo che mi disse: "Maccome tu non hai voce con la venere in toro???" ....e così mi sono fatta coraggio e ho ritentato ....e a maggio scorso ho finalmente trovato una maestra in grado di insegnarmi!!!! ....lei segue un metodo particolare molto tecnico e molto efficace.
...ora non so cosa potrò arrivare a fare, ma già quello che sto facendo ora rispetto all'inizio mi sembra un miracolo!!!!!
Non mi sono mai considerata un'artista, ma scrivo poesie, butto giù colori sulle tele, realizzo creazioni all'uncinetto, scrivo testi per musiche ...insomma ...ho bisogno di creare, creare, creare (luna in Leone in II, aspettata da Venere-Marte-Saturno e da Nettuno) ...sennò mi annoio ...e quindi...
Quando ero piccola volevo andare allo zecchino d'oro, ricordo che fui tentata di chiamare io, perché comunque i miei genitori non avevano capito che mi interessava davvero questa cosa e poi ...mio padre stava male (gli avevano dato tre mesi di vita), c'era altro di cui preoccuparsi ....e così il mio desiderio è sempre rimasto sopito ....provavo a farmi sentire cantare da amici musicisti ma il risultato era sempre pessimo e non so davvero con che coraggio iniziai anni fa!!!!!!
Tutt'ora ancora non credo che potrò realizzare qualcosa ...l'ultima persona che ho incontrato un mese fa ...un cantautore, quando gli dissi che a me piaceva cantare, che io volevo cantare mi disse: "massì, canterai sotto la doccia, per cantare ci vogliono anni" (senza neppure avermi sentita cantare) ...mi tarpò di netto le ali ....ma per fortuna ..ora non sono più piccola, ora non dipendo più dal giudizio altrui e nessuno mi impedirà di fare ciò che amo e che mi fa stare bene!!!!
Ho 40 anni ....riscopro questo grande amore solo ora, tutti dicono che è troppo tardi ....mia madre mi ha detto che non ha mai sentito che io abbia voce (a differenza di mia zia che ha sempre cantato con una voce da soprano lirico le arie che mettevamo nelle occasioni di festa, lei ha sole Toro) ...la mia maestra mi dice ora, a differenza di quello che mi avevano detto le altre 3 precedenti che mi avevano classificato come mezzosoprano, che ho voce da soprano con quattro ottave di estensione ....mi ha detto: "Vedi che non sono Mina ha 4 ottave di estensione??!!" ....ahahaha... anche se alla fine non è che conti poi molto ....poi bisogna saperle usare bene quelle ottave!!!!
Tutto ciò per dirvi quanto è difficile quando ci sono degli aspetti come ho io nel tema, evidentemente, tirare fuori questo Nettuno.
Ma questo, si vede doveva essere il mio percorso ....non a caso Nettuno si oppone a Saturno....
La prima grande rivoluzione in senso creativo la fece Plutone in trigono alla mia luna, mi devastò ...ma partorii il mio primo libro di poesie .....ora non ho più intenzione di mollare questa vena ...mi fa stare bene ....e certo il mio ascendente e la la mia luna leone hanno voglia anche di visibilità ....ma non ho grandi pretese ....in primis divertirmi!!!!
In bocca al lupo a tutti gli artisti nettuniani caotici ...mi raccomando non perdetevi e soprattutto ritrovatevi!!!!!!!
Ciao cara Lidia, è sempre bello leggerti e tornare qua a casa tua, un abbraccio dal cuore!!!!

Chiara Inesia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX sogno x Lidia
inserito venerdì 28 settembre 2012
Cara Lidia,
in merito a Nettuno come Sogni, avrei una caratteristica di sogno da proporti in analisi se trovi tempo di rispondermi.

Nei miei sogni quando si presenta il simbolo del cellulare e di dover telefonare in specie per un'emergenza, questo mi dà sempre e sistematicamente 'problematiche': non trovo il numero, digito quelli sbagliati, oppure li digito giusti ma sul display appaiono errati, non si formano, non li trovo, va in tilt il telefono, insomma non riesco 'mai' a chiamare chi voglio o chi devo e mi agito tantissimo al punto di svegliarmi.
Sospetto che questa cosa sia riferibile al fatto che ho spesso la sensazione di non venir 'aiutata' oppure di non riuscire ad essere mai aiutata in maniera giusta anche quando la necessità di un soccorso sento che dovrebbe essere immediata.
Cosa potresti dirmi di altro???

Grazie


Aggiungo che trovo davvero un peccato che si siano persi tutti gli interventi delle altre ragazze, io posso anche ricordarmi più o meno ciò che avevo scritto, ma mi spiace tanto non poter conservare completamente i loro nell'ambito di questa e l'altra discussione.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 28 settembre 2012
In questi giorni non stò molto bene, il che presumibilmente incide sul mio grado di attenzione haiahai.....
Fermo restando che il discorso precedente può restare lo stesso valido, sulla mappa dell'artista indicato mi era sfuggita la presenza di 1 quintile tra luna kirone e un biquintile saturno ascendente.
Perciò la carta non ne è priva totalmente come avevo detto.

Curiosando tra gli aspetti minori per questa ricerca ho anche scoperto se interessasse che dicono che l'aspetto di sesquiquadrato (un quadrato e mezzo) indica problemi di blocchi di energia talmente forti che rispetto alla dinamica di quadrato ,che seppur con particolare difficoltà è in certo modo integrabile, non sono in nessun modo 'risolvibili' e dunque indicano dinamiche con cui bisogna apprendere necessariamente a convivere e che restano per sempre così senza poter essere trasformabili.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 28 settembre 2012
Ieri sera riguardavo qualche mappa per cercare di capire meglio questa interessante faccenda del 'quintile' e mi si è sottoposto il quesito astrologico da risolvere.
Ne ho trovati ben 4 in una signora già avanti di età, dalla personalità anche abbastanza anonima, di cui conosco in linea di massima le sorti e le inclinazioni e che non presenta davvero nessun 'estro' di creatività particolare ne inclinazioni mistiche o inventive degne di nota.
Mentre è completamente priva di quintili la mappa di uno spettacolare chitarrista, dunque un artista confermato già in età giovanissima anche da enormi successi e riconoscimenti del suo talento e che ha praticamente contribuito a fare la 'Storia' del rock.
La sua carta è anche abbastanza particolare per gli appassionati di karmica perchè presenta ben 8 pianeti retrogradi, un record praticamente, ma questo è altro discorso.
Dunque mi pare di poter dedurre da ciò che, se nel tema e nella persona non sono già presenti indicazioni 'artistiche' etc . di un certo tipo la presenza dei quintili non abbia nessun peso in certe tipi di carte, non significhino granchè e siano dunque trascurabili.
E che gli stessi, nelle carte invece degli artisti ( noti o meno che siano) non siano altro che delle indicazioni accessorie in più.
Quindi non sempre necessari a definire le sfaccettature di un 'artista' quando un talento, già fortemente determinato dalla mappa base, emerge indiscutibilmente con così tanta 'evidenza'.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 27 settembre 2012
Devo per forza rettifcare una rettifica.

Purtroppo, come aveva giustamente fatto notare Icaro, nella vasta rete non sempre si trovano tutte considerazioni 'competenti' e mi sono accorta di qualche contraddizione di valutazioni varie.
Il 'quintile' è considerato che agisca più su un piano mentale soprattutto, 'ergo' non potrebbe 'rifinire' caratteristiche speciali come la bellezza fisica che è dote materiale.
Poi ancora pensandoci credo che, se esistono carte sulle quali i quintili non si formano, forse in realtà potrebbe essere proprio 'la presenza' del quintile a segnalare l'esistenza di qualità artistiche o ingegnose di qualche tipo, non essere solo un aspetto da analizzare dopo.

In ogni caso, per finire:
questa è la panoramica, il territorio tutto da esplorare, la materia recente, quindi 'fate poi le vostre personali valutazioni' per stabilire come 'funziona' , come analizzare e come considerare in definitiva il quintile:
se aspetto 'rifinente ed esaltante' qualità già visibili nel tema o aspetto 'indicante' la presenza di doti speciali.

per ora chiudo
ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 27 settembre 2012
Ah, giusto per ulteriore indicazione, tra le mie ricerche era emerso che possessori di ben 4 quintili erano tra gli altri:
Bill Gates ( sicuramente un 'riconosciuto' Ingegno) e Madre Teresa di Calcutta ( certamente una 'riconosciuta' Mistica)
Non ho controllato le loro carte , mi auguro quindi il dato sia esatto.
Ho invece la mappa di Steve Jobs ( Ingegno inversione più Creativo-Artistica di Gates direi)
ne ha 1 accessoriato da 3 bi-quintili.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 27 settembre 2012
Avvertenza:

Mi sono dimenticata di dire una cosa della 'massima importanza' per non creare confusioni o attribuire al quintile plusvalanze.
E cioè, che l'aspetto di 'quintile' da quel che ho letto và considerato in concomitanza quando dalle mappe già 'emergono' indicazioni per individuare inclinazioni e talenti artistici o scientifici etc.
Il quintile in se in personalità senza aspetti artistico mistico o scientifici, può indicare forse si lo stesso uno spiccato talento, che però può risolversi nell'avere una qualità 'spiccata' come potrebbe essere una brillante intelligenza o la dote di una forte simpatia o una bellezza strepitosa, certamente 'riconoscibili' ma non di tipo 'creativo'.

Per scrupolo ho guardato di fretta gli aspetti minori di Nikola Tesla, futuristico, illuminato, riconosciuto e conosciuto Inventore, tra l'altro grandemente 'rivalutato' solo di recente.
Ha solo 2 quintili Venere Ascendente + Sole Plutone e un bQ tra marte urano.
Ricordo però che tempo addietro avevo letto un'analisi della sua mappa che già trovava anche senza l'analisi dei quintili la 'segnatura' di una personalità 'particolarmente ingegnosa'.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 27 settembre 2012
X Rougemonique e tutti coloro che non avessero letto i post:

Riassumo i significati del Quintile 72° gradi, orbita tollerata max 3 gradi ( bi-quintili annessi 144° idem)

E' considerato un aspetto 'propulsivo-trasformativo' particolarmente 'connesso' con i processi di 'ispirazione' di artisti, scienziati, inventori, innovatori, soggetti di particolare 'ingegno'.

E' stato associato anche a inclinazioni 'mistiche' e alla possibilità di 'chiaroveggenza' e 'chiaroudienza'.

E' un aspetto particolarmente correlato all'apertura mentale che può agganciare dimensioni cosmiche mettendo in atto una sorta di 'passaggio creativo' che si autogenera.

Avevo infatti aggiunto la riflessione che oltretutto Misticismo e Arte sono davvero molto 'affini' data la possibilità dell'espressione artistica in 'tutte' le sue forme: musica, danza, scultura, pittura, scrittura di metterti in contatto con il senso di DIVINO.

Escludendo le meravigliose manifestazioni creative della Natura nel suo complesso, il Divino nell'Uomo ha modo di manifestarsi attraverso le Arti.

Il Quintile, con potenziali sempre maggiori più se ne creano in formazione sulla carta, indica 'sempre' la presenza di qualche tipo di 'talento o persino talenti spiccati' o 'personalissime qualità'.

In senso artistico dà uno stile frequentemente 'molto riconoscibile' come una 'firma personale'.

Sono associati alla capacità di risolvere i problemi in maniere 'eclettico/creative' piuttosto che seguendo processi 'logici' di pensiero.

Sembra spesso presente in soggetti che sentono un vago o forte senso di avere una qualche 'missione' da portare a termine nella vita, ma per riuscire a svolgere questo compito devono definire dentro di se cosa vogliono 'esattamente'( cosa non sempre semplice in persone molto creative libere e inclini a continui cambiamenti)

Ecco, anche queste caratteristiche sono tipiche di chi ha quintili perchè i soggetti più quintili hanno, sentono la necessità di 'immensa varietà' come proporzionalmente è il loro 'vasto mondo interiore' e quindi possono anche tendere ad annoiarsi facilmente se perdono stimoli per mantenersi 'centrati' sui loro obbiettivi.

Sul piano degli eventi, possono anche creare circostanze fortunate che assicurano vantaggi senza troppi apparenti sforzi.

Và inteso e và detto assolutamente che essere 'certamente' dotati di qualche talento artistico o ingegnoso, come darebbe l'evidenza di queste mappe, come avevo detto mi pare ad Alma in uno scomparso post, non 'garantisce' che il talento stesso si traduca nella 'pratica di vita' in sicuri benefici materiali ( per i quali magari occorrono anche altre doti accessorie di 'altro genere') oppure fama e successi 'riconosciuti', come dimostrano del resto chiaramente secoli di biografie di moltissimi inventori, scienziati, scrittori, pittori e artisti di tutti i generi.

Mi spiace non frequenti più il blog Kla, sulla mappa della quale ne ho trovati ben 4 ( senza accessori bi-quintili) che sarebbe stata contenta di questa conferma delle stelle.

Il bi-quintile credo sia un aspetto considerato solo una specie di 'rifinitura cesellatura' dei significati del Quintile o dei quintili presenti, per questo se non è presente almeno un quintile non ha peso considerarlo.
Va detto però che ,su questo punto, non ci sono ancora certezze se vada certamente incluso oppure no.

Mi auguro di essere riuscita a dire sui quintili più o meno tutto quello che è andato perduto.

ciao a tutti
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 27 settembre 2012
X Icaro:

Si, infatti, avevo visto che in effetti il 'quintile' era considerato da qualcuno anche come l'aspetto 'mancante', a fronte di 2 aspetti come trigono e sestile considerati in genere positivi e opposizione e quadratura ritenuti in genere negativi, con la congiunzione che come aspetto 'ambivalente' pareva non avere il suo contraltare 'ambivalente' con cui infatti definiscono i quintili.

Il quintile è anche considerato l'Archetipo della Creazione, per questo è associato a tutte le manifestazione e potenziali 'creativi' che nella loro manifestazione ambivalente diventano 'distruttivi'.

Dal discorso che hai fatto anche sulla divisione per 360 capisco perchè allora ha attratto l'attenzione degli studiosi come possibile aspetto 'significativo' in particolare e non poi così minore, visto che probabilmente avranno avuto le tue stesse matematiche intuizioni.

Ad ogni modo l'Astrologia Armonica ,che non ho ben capito ancora come si applichi, in effetti và avanti almeno fino al 12 dodecile.
E' una ricerca astrologica che viene condotta solo da dopo una 15 fà circa, quindi molto recente, ed è basata sulla 'sommatoria di frequenze circolari' che vengono generate da 'ogni' aspetto angolare tra tutte le componenti di un tema astrale.

Ritengono 'quasi musicalmente' oserei dire che ogni aspetto 'risuona' in tutto il complesso del tema cosicchè le curve che si generano fornirebbero indicazioni di interesse per individuare con 'precisione estrema' le aree di 'forza' delle dinamiche di tutto il tema.
Secondo i 'valori' assegnati ad ogni segmento di circolarità.

Per il Quintile ,come avevamo visto prima che si autodistruggessero tutti i post relativi, è appunto il carattere Artistico a emergere, degli altri non ho per ora approfondito i significativi posto che vengano confermati.
Evidentemente l'aspetto di quintile rispetto agli altri, ha già avuto parecchie 'conferme' del suo valore nelle carte astrali.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 27 settembre 2012
X Chiara Inesia e Alma:

Ciao ragazze, avevo inserito qualche post per voi in risposta alle vostre riflessioni, ma se non avete potuto collegarvi ogni giorno per leggere tutto, per via dell'incidente tecnico sono scomparsi.

mi dispiace se non vi sono arrivati
un saluto




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito mercoledì 26 settembre 2012
Si' Alix avevo letto anch'io dell'esistenza dei "septili". Il punto é che 360 non é divisibile per 7. Quindi già il valore dell'aspetto in se' bullterrier un'approssimazione. E poi a quel punto si potrebbe cominciare a vedere in qualunque angolo un aspetto, dividendo il cerchio in 7, 9, 11 etc.
Di primo acchito il septile lo trovo un po' artificioso come aspetto.
Il quintile ha invece una sua logica proprio perché 360 é divisibile anche per 5.

Pensavo anche al fatto che in musica il ritmo per 5 (tipo un 5/4 o 5/8) é considerato un ritmo "irregolare"; non é cosi' intuitivo per noi come il ritmo per due o per tre.
Per quanto ne sappia il metro quinario é apparso in musica agli albori del romanticismo (epoca nettuniana per l'appunto). Anche le frasi musicali di 5 battute sono considerate "irregolari" e se ne é fatto ampio uso per l'appunto durante il romanticismo.
Nella musica contemporanea si adottano ritmi ben più contorti di un 5/4, che oggi non stupisce più nessuno. Ma due secoli fa doveva fare un effetto ben diverso...

Un saluto
Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 26 settembre 2012
Ecco, dalla risposta della redazione temo che i post siano definitivamente irrecuperabili...THE END

Va bene, è andata così, mi dispiace davvero tanto proprio per il senso di 'sequenzialità' che così ha perduto la discussione mancondo di 'esperienze' e annotazioni significative.

Rouge carissima, vedrò di riportarti almeno le note sui significati dei quintili, anche se non mi piace 'ripetere' come il musicista Paganini.

Icaro,
pensavo oggi a questo 'fenomeno improvviso' di sparizione come al 'tocco del diavolo', parlando di 'quintili' mi era venuta in mente per 'assonanza verbale' l'intervallo di quinta diminuita, il tritono rivoltato, una 'dissonanza instabile'.
Parlavamo di Musica è non ha mancato di mostrarsi il Diabulus ;)






-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di La redazione di Astrologia in linea
inserito mercoledì 26 settembre 2012
Vi informiamo che nel trasferimento dei server può esserci stato un problema di sfasamento nell'aggiornamento dei database ed alcuni post siano andati persi. Ci scusiamo per il disguido tecnico.
Un saluto cordiale
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito mercoledì 26 settembre 2012
Si' Alix come te spero ci sia una spiegazione plausibile. Altrimenti sarebbe una profonda mancanza del rispetto che dovrebbe ispirare gli utilizzatori e i gestori di questo blog.

Saluti,

Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 26 settembre 2012
Arrivo con tua risposta Rouge, esploravi anche tu di quì e di là "alla ricerca del post perduti" che avevi letto??? quasi il titolo di un film !!!

Hai un terzo quintile proprio con Mercurio ( scrittura vedi un pò!!!) con il Vertex di cui avevamo anche già parlato tra noi.
Più hai ancora un bi-quintile tra nettuno-kirone e saturno-eris
Quindi in tutto 3 aspetti di quintile più 'importanti' più 2 di biquintile annessi.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 26 settembre 2012
Intanto che attendiamo di vedere se ci riescono a recuperare tutti i nostri post scomparsi, anche perchè la bella discussione così non sembrerebbe 'tarpata' di un suo importante 'corso', riprendo un pò il discorso quintili x l'attento Icaro e chi era riuscita a seguire.

Volevo fare la considerazione sul fatto che più si aggiungono elementi su una carta più 'verosimilmente' c'è chi potrebbe pensare e giustamente, che la possibilità che si formi un 'quintile' aumenti.

Quindi volevo precisare che le carte astro che ho a disposizione sono considerate comprensive dei valori 'base' tutti i pianeti fino a plutone, più nodo nord, kirone, vertex ed Eris.
Manca solo l'irrintracciabile Y

Tuttavia, nonostante l'aggiunta del vertex un asteroide come kirone e il nodo nord (che già qualcuno potrebbe contestare come aspetti in più relativi solo all'astrologia esoterica) l'aspetto di 'quintile' su certe carte ,comprensive di questi, proprio non si forma.

Il chè mi ha fatto ragionare sulla questione che vedi mai che non si 'nasconda' proprio negli aspetti considerati 'minori' e magari non solo nel quintile, quel famoso 'quid differenziale' in dotazione alle persone.

Se l'avere molti quintili caratterizza gli artisti prima di tutto , i mistici, gli inventori, scienziati, soggetti di un certo brillante ingegno etc. è presumibile che chi non ne ha, non 'possa' avere in partenza assolutamente tali caratteristiche, indipendentemente dal fatto se poi avrà modo di esprimerle o no.

Ripeto solo, in caso non si riuscisse a riavere i post, che SOLO per chi ha il quintile pare che si dovrebbe considerare in aggiunta il bi-quintile.

Mi è capitato l'occhio su una carta di una ragazza che tempo fà quì frequentava spesso, nella sua carta mi ero dimenticata di aggiungere Eris e comunque aveva ben 4 quintili.
Ed era infatti anche lei tutto un fermento artistico-creativo.
Mentre ne ho altre assolutamente 'prive' di questo aspetto.

Una cosa che non avevo ancora detto è che avevo trovato un largo uso degli aspetti minori che sono anche tipo septile e novile etc. sulle carte di un tipo di astrologia chiamata, guarda un pò intuitivo Icaro :)
" Armonica ".
Che ci voglia indicare qualcosa???

ciao a tutte
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 26 settembre 2012
Mistero Icaro,
ieri pomeriggio si sono improvvisamente volatilizzati una 15ina di post su questa sezione e almeno altra 10ina su curiosità astrologiche, mentre tutti gli altri argomenti dell'intera sezione sono rimasti a posto, che strano, sembrano quelle cose quasi fatte apposta!!!
Poi ne sono riapparsi 2 o 3.
Forse un bizzarro problema tecnico, speriamo risolvibile e riaggiornabile.
Chissà se tutti come te erano riusciti a tenersi aggiornati con le discussioni, visto che è un peccato che siano spariti tutti i post sui quintili che potevano essere molto interessanti in specie per l'argomento artistico in corso e tutti gli interventi di alma e chiara a cui avevo anche risposto.
Un vero peccato, spero come te che ci informino almeno da cosa è stata motivata la 'sparizione'.
Da luna capricorno come sono, sono 'malefici' che mi fanno innervosire dato che in questo modo mi sento come se avessi 'perso del tempo'.
Come a dire: se sapevo, facevo altro di più utile in quei giorni.
Senza contare che è un pò come se qualcuno ti 'strappasse' le pagine di un diario.
Anche perchè difficilmente noi tutte potremmo aver voglia di 'ripetere' cose per noi già dette.

Un caro saluto.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito martedì 25 settembre 2012
Faccio eco ad Alix: anch'io ho notato con estremo stupore che mezza settimana di discussioni é all'improvviso sparita. Che succede?

Grazie per un eventuale chiarimento,
Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX x Lidia
inserito martedì 25 settembre 2012
Ma che succede????
Sono improvvisamente spariti una quantità di post sia in questa sezione che su curiosità astrologiche!
Dove sono finiti??? eravamo a circa 63 quì un secondo fà e anche di là parecchi sono saltati.

Li ripristinerete???
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito martedì 25 settembre 2012
Volevo aggiungere una cosa per Chiara e tutti rispetto ai dinamici, è un sospetto che ho vago, devo mettere a fuoco, non saprei bene come definire la questione, ma credo che 'anche completamente integrati ' facciano pagare il loro prezzo in qualche modo.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 21 settembre 2012
Oggi potrei parlare un pò del mio rapporto con le arti.
La configurazione più rilevante credo sia quel trigono venere nettuno tra cancro e scorpione, nettuno è anche congiunto a giove in bilancia.
Nettuno fà quintile con luna e giove con urano in leone.
Sempre Nettuno fà anche sestile a plutone e quinconce ascendente, sestile mediocielo.
Giove fà anche un sestile a saturno e mediocielo congiunzione con Nodo Nord e punto fortuna nonchè trigono a Kirone.
Altro quintile tra marte kirone.
Aggiungerei la mia congiunzione Sole Urano nel creativo Leone.

Il mio rapporto con l'arte è stato sempre piuttosto stretto, purtroppo come avevo già spiegato tanto tempo fà, nonostante l'evidente spiccatissimo dono di saper dipingere fin da piccolissima, mi è stato assurdamente 'impedito' di fare il Liceo Artistico, cosa che probabilmente mi avrebbe indirizzata in un secondo tempo proprio verso un'università di architettura e arredo.
In particolare l'arredo è il campo che sono certa mi avrebbe coinvolta di più avendo Venere in casa 4a Cancro.
Per compromesso di fatto, avevo poi scelto un indirizzo nella moda, che all'epoca era un settore che in ogni caso mi attraeva molto.
Ho finito però per gravitare e lavorare in vari settori artistici, a volte anche considerati i fratelli minori della vera arte, ma comunque sempre indubbiamente espressioni artistiche, come la grafica e sopratutto l'illustrazione e direi anche l'artigianato.
Ho espresso la mia creatività in ogni modo potessi disegnando abiti e dipingendo, trasformando oggetti e mobili, inventando bijoux , creando quadri e arredando vetrine, ho sperimentato veramente tante cose, finchè per un evento traumatico causato dal mio compagno di allora e che non ho più risolto, ho lasciato perdere tutto a soli 35 anni.
Da allora non è che non mi sia più espressa creativamente in vari modi, dato che è parte 'integrante' della mia natura, ma dato che il trauma era legato al lavoro e al legame personale che avevo, non me la sono più sentita di farlo per professione.
Da allora sono diventata praticamente una casalinga, direi piuttosto 'anomala' per interessi, dato che questa figura è rimasta legata ad uno standard immaginario di 50 anni fà.
Infatti non mi piace molto il termine, preferirei housewife, che vuol dire la stessa cosa in sostanza, ma 'suona' diverso, più attuale.
Tecnicamente ora si dovrebbe dire Home-manager ma mi parrebbe troppo 'pretenzioso', mi occupo della casa e incombenze varie e di far star bene il marito, punto.
Ogni tanto da 2 decenni più che altro dipingo , tele molto grandi, mi piacciono le dimensioni e colori d'impatto, solo se mi sento 'ispirata' e mantengo tutti i miei interessi creativo artistico scientifici in cui includo l'astrologia.
Certo, la mancanza di una professione implica la mancanza di un reddito, nonchè di una reale imdipendenza, oltrechè la rinuncia a tante cose, ma così è, e sarebbe davvero tardi adesso per fare diversamente.
Diciamo che posso considerarmi un'artista, non mancata perchè ho fatto diverse cose a suo tempo, ma in ultimo non certo 'realizzata'.
E' che il trascorrere del tempo ti fà anche perdere la voglia di riprendere qualche direzione in tal senso.
L'importante è potersi esprimere, dunque pensare all'arte per l'arte.
Mi piace coltivare forme di 'ispirazione' quando posso, che possono essere tante cose, dal cinema all'esposizione floreale, alla fiera del design, al musical, alla rivista di giardinaggio o arredo, e mille altre cose.
Diciamo che qualche forma di estetica e bellezza sono un pò come l'ossigeno per me e la mia anima, tanto che se sono costretta a stare in luoghi brutti, disordinati o sporchi, anonimi e squallidi, come spesso sono ambienti o città trascurate o perfino persone, mi sento estremamente infastidita e irritata, così come al contrario quando mi trovo in un bel posto ben curato, ordinato, 'pensato' anche con quel tocco creativo inusuale, mi sento subito 'meglio' come se fossi nel mio ambiente naturale, quello giusto e 'ideale'.
Persino gli occhi e le pupille sento che si aprono e allargano, si 'accendono'.
Lo stesso succede se vedo un bello spettacolo o sento musica coinvolgente, è come ne venissi 'galvanizzata'.
Per mia sfortuna il tipo di vita che conduco non mi consente di essere sempre in contatto con ciò che considero il 'meglio' e infatti mi sento spesso 'privata' della necessaria 'energia'.
E questi sono anche alcuni dei motivi del perchè non faccio misteri di detestare 'abbastanza' la vita in genere.

scappo, devo chiudere





-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 20 settembre 2012
Nella mia consueta navigazione oggi mi sono imbattuta in un annuncio fatto da un noto astrologo straniero che avrebbe previsto per il 2026 o giù di lì, il riconoscimento 'ufficiale' della validità dell'astrologia, giusto una curiosità.

A proposito del discorso di Icaro dei tratti del pentagono relativi al quintile, è davvero interessante il significato della sua simbologia, se volete cercate gli approfondimenti, vale la pena perchè nel pentagono è anche inscritta la forma a Stella che rappresenta L'Uomo, io aggiungo solo che il 5 è considerato numero del Sole ed simbolo della quinta essenza, etere o 'metallo', il 5° elemento insomma che completa terra fuoco aria acqua.
Insomma, forse potrebbe essere un aspetto da considerarsi non tanto 'minore' come creduto da sempre.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 20 settembre 2012
Vorrei solo fare la riflessione che le 'arti' ti consegnano ad una sorta di immortalità.
Il prodotto di qualsiasi arte può essere di 'ispirazione' per altri, rimanere nel 'tempo', conservare qualcosa di chi l'ha creata, influenzare il pensiero, il costume, la cultura.... anche secoli e secoli dopo.
La musica ha in particolare questo carattere ancor più 'magico', spesso compagna anche come colonna sonora di momenti di vita, di 'innamoramenti', di ricordi.
Ora Nettuno in pesci renderà particolarmente enfatizzato questo rapporto ed emozioni relative con tutto ciò che è arte e musica per tutti.
In particolare mi è capitato di leggere che per chi ha la 12a in Pesci conferirà una
'anima musicale' una specie di 'soul' interiore.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito giovedì 20 settembre 2012
Buongiorno Alix

Infatti, da quello che mi dici si capisce come posso non essere musicista.
Il mio Nettuno non è aspettato nè con Marte nè con Urano (i due sono invece in quadratura secca, ma questo dà altre cose), ma in congiunzione con il Sole e sestile a Plutone.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 19 settembre 2012
Amy, vero, vero, interessante il tuo paragone con brutta musica e brutti edifici, sarà per questa mia sensibilità artistica venero-nettuniana che una delle cose che spesso mi crea forte disagio e disgusto è la 'orribile' urbanistica dove siamo costretti ad aggirarci e che sembra non aver seguito nessun 'criterio'.

Anche io non conoscevo bene il quintile, essendo un aspetto tra i minori l'ho sempre trascurato e mai approfondito.
Ha ragione Icaro, è considerato più precisamente 'bivalente' può essere sia armonico che disarmonico, come avviene a volte per la congiunzione.
Ho curiosato un pò sul web, a parte che il numero 72 è considerato 'Sacro', i quintili dicono siano rilevanti in astrologia esoterica e karmica ma sopratutto ,nella lettura consueta, che abbiano una valenza 'particolare' proprio in specifico per il campo 'artistico e creativo' potendo 'rafforzare' le tendenze in questo senso, in chi ne ha già le indicazioni con gli aspetti 'maggiori'.
E' tollerata un orbita di 3 gradi massimo.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 19 settembre 2012
X Ibiscus:

Si capisco, ma non è che credo che tutti coloro che hanno pianeti nei segni musicali siano musicisti, forse potrebbe essere comunque che abbiano un rapporto 'speciale' con la musica o con chi la fà o che la considerino una fonte di ispirazione ed evasione preferenziale come tu indicavi.
Oppure che sia anche l'indicazione di un qualcosa di 'latente' nella genealogia, pur non sfruttato.
Ad ogni modo i musicisti, nel senso di persone che proprio 'suonano' strumenti hanno spesso rapporti di nettuno con marte e urano, marte mercurio urano poi sembrano invariabilmente coinvolti e anche le posizioni di plutone sono rilevanti con le citate lune nonchè particolari veneri.
Inoltre per le posizioni nelle case, emerge molto per qualche aspetto, di frequente la casa 9a , la 3a ,la 5a e la 11a per esempio.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito mercoledì 19 settembre 2012
Rispondo alla tua domanda Alix: nella mia carta c'é un unico quintile tra Nettuno e Venere, di cui ho parlato qualche post fa.

Me ne sono reso conto grazie ad un sito francese di astrologia su cui é possibile ottenere il tema natale con gli asteroidi (di cui non mi sono mai occupato) e gli aspetti "minori" appunto. Tra l'altro il sito dispone anche di un fornitissimo archivio di temi di personalità importanti (sia storiche che contamporanee), anche in campo artistico ovviamente.

Quello che ho trovato sul quintile é che, un po' come la congiunzione, può essere un aspetto armonico o disarmonico a seconda dei pianeti interessati. Nel caso di Nettuno e Venere sarei portato a considerarlo piuttosto armonico...

Un saluto

Icaro



-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 19 settembre 2012
Deva, dal tuo ultimo post di là pensavo che non ti avremmo sentita più !!!

Non generalizzo, e non mi riferivo a quì nel senso di questo blog, ma quì sul pianeta, in questa dimensione materica, ma in ogni caso mi riferivo ad un tipo di sentire che 'credimi' non ho solo io come pensi tu, quindi può essere benissimo generalizzato almeno alle persone che così stanno e avvertono da tempo ovunque esse siano isolate nel mondo.

SE LA MUSICA E' VITA
OGNI COSA RIVIVRA'.......

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Amy
inserito mercoledì 19 settembre 2012
@ALix

ho controllato...
io ho un quintile esatto 72° Sole/MC
e un altro Sole/Lilith (che è congiunta al MC) non so se la considerate...
io il quintile non lo conosco come aspetto.
se calcolo la carta con tutti gli aspetti esistenti mi vengono un sacco di scarabocchi che mi viene il mal di testa :-)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Amy
inserito mercoledì 19 settembre 2012
Cara ALIX
in effetti il mio MC è in Capricorno...(la IV in Cancro!) e come hai giustamente osservato musica e architettura non sono poi cosi dissimili, anzi, sono molto affini...
Entrambe sono materie che comportano in fase preventiva una "composizione" di elementi singoli che segna il passaggio dall'unità alla totalità. Tali elementi, nell'una e nell'altra, collaborano strettamente per sostenere la "struttura" (musicale; statica) e assicurarsi che essa funzioni, sia armonica, sia completa, vibri, comunichi. Un brutto edificio, come un brutto brano musicale, danno le stesse identiche sensazioni a chi guarda/ascolta: fastidio, malessere, repulsione, rifiuto.
Nettuno credo, nelle sue simbologie, esplichi perfettamente questo compito di percezione sensoriale che automaticamente si trasferisce alle discipline che governa. Niente come le arti abbraccia più che ogni altra disciplina la sfera dei cinque sensi elevandola al sesto al settimo, alle percezioni anche extrasensoriali. Non a caso, un trattato di scienza, immaginato posto sotto un mercurio o un saturno, non contemplano reazioni della serie "lo trovo inquietante!" oppure " decisamente a pelle non ho piacere a leggerlo" proprio perchè le emozioni sono escluse in toto.
Non cosi con l'arte, come Nettuno, che comunicano senza parole arrivando dritti alla nostra interiorità.

almeno io credo sia cosi.:)

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 19 settembre 2012
Aggiunta alla riflessione sui quintili, interessante secondo me in rapporto con la musicalità il fatto che sia considerato un aspetto 'armonico'.
Vero, la necessità di precisione a 72 gradi fa si che sia un aspetto che non si forma spesso nelle carte, in alcune non è nemmeno presente, in genere se ne trovano 1 oppure 2 o al massimo 3.
Nelle carte che ho delle frequentatrici di quì e altre che ho sottomano al momento ne ho trovati 3 solo su quella di Rougemonique e la mia.

Icaro, se ci sei..... tu hai notato questa cosa dei quintili perchè ne hai notati diversi sulla tua carta???
Ricordo per chi non conoscesse l'aspetto è indicato con una Q, da non confondere con il quinconce che ha un glifo diverso.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 19 settembre 2012
Ecco, grazie ad Amy ho appena capito perchè il Capricorno è così collegato alla Musica, perchè il segno simboleggia anche l'Architettura e le due cose sono strettamente connesse da un mondo intero di misteri e segreti.
Il cancro casa 4a è più un decoratore d'ambienti, un arredatore, quindi il suo contraltare Capricorno è l'Architetto per eccellenza.
Tra l'altro è un discorso che per vie traverse aveva già toccato Icaro parlando del Phi greco e della spirale aurea nonchè della sensuale armonia dei numeri.
Molto interessante in questo senso è un libro di Michele Proclamato che avevo già vagamente indicato, parlante dei misteri nel sistema delle 'ottave'musicali in rapporto alle 'cattedrali', ne ha scritti diversi uno si intitola proprio "Il mistero delle 3 ottave".

Ripensando anche all'interessante disquisizione di Icaro, mi viene in mente che il numero 72, che lui indicava come lato del pentagono astrologico dei quintili, è da sempre considerato un numero magico.
72 erano i demoni e 72 le potenze angeliche ed è un numero che in esoterismo e alchimia si incontra significativamente spesso.

alla prossima

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito mercoledì 19 settembre 2012
Certo Alix, Mercurio da sole in Capricorno non basta...

Però vedi che i miei astri sono tutti collocati in (oltre a Sole, Nettuno e Mercurio in Capricorno) Sagittario, Pesci e Scorpione...

Ma non sono musicista. Anzi, come ho scritto nel post precedente, me ne sono ben fuggita (anche se, ripeto, secondo me è stato soprattutto il frutto dell'imposizione materna)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di deva
inserito mercoledì 19 settembre 2012
@ALIX

Passavo per caso e leggo i tuoi noti "inni alla vita"...eh...eh...

Ne abbiamo discusso tanto, quindi sai che non entro nel merito di quanto TU possa ritenere la vita poco degna di essere vissuta, ma ti chiedo solo di non generalizzare questo tuo sentire, perchè per come conosco io questo sito, non è un sentire comune.

O perlomeno, non è il sentire su cui si fonda l'astrologia umanistica.

Se la vita è lo specchio dei nostri contenuti, e se l'astrologia ci mostra proprio questi contenuti, rinnegarla significa mancare il fine stesso della ricerca di interezza e completezza a cui ci chiama.

E questa interezza direi che è ben rappresentata da nettuno.

Nettuno ci ricorda che non ci sono confini, che i confini sono l'inganno della nostra mente, ma se neghiamo la vita, neghiamo anche la possibilità di accedere ad una consapevolezza più ampia.

Ritenere la vita, sempre e comunque, una grande Maestra, ritengo sia alla base di qualsiasi percorso di consapevolezza.

lara
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 19 settembre 2012
X Amy:

Ciao Amy, benvenuta, che bello scrivi testi per musica e fai anche l'architetto...... che meraviglia, due belle professioni.

Mi riaggancio a ciò che dici per aggiungere che , sempre nelle mie varie ricerche, ho trovato chi sosteneva che insegnare obbligatoriamente almeno qualche base di musica o qualche strumento nelle scuole sarebbe un modo tra i più 'educativi' di preparare le nuove generazioni.
Imparerebbero nel contempo sensibilità e disciplina, sarei daccordissimo, anzi l'ho pensavo già di mio che sarebbe una magnifica idea.
Auguriamoci che lo pensi anche prima o poi qualcuno che potrebbe farsi promotore di qualcosa di 'innovativo' del genere.

ciao
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 19 settembre 2012
X Rougemonique:

Bello il tuo racconto, poetico....
riguardando la tua carta ho notato che il tuo nettuno è anche trigono Eris, che rappresenta 'madre natura', l'avevi notato? forse è anche per questo hai/avete percepito questo rapporto con l'elemento acquatico della stessa.
Leggevo di recente che qualcuno si era domandato perche ci si ostinasse a chiamare questo pianeta Terra visto che è composto per la maggior parte da oceani tanto da essere definito il pianeta Azzurro, forse si sarebbe dovuto chiamare Nettunia ;)

Certo che leggendo il tuo racconto mi sono resa conto di quanta poca importanza attribuisse la mia genitrice alla mia nascita, sua prima figlia tra l'altro, qualcosa che avrebbe dovuto vivere emotivamente con intensità, coinvolgimento e trepidazione, invece della mia nascita lei ha sempre ricordato 'solo' le sue atroci sofferenze, le interminabili doglie, l'odio feroce che provò verso l'uomo secondo lei 'rei' dei suoi dolori, il disagio del caldo torrido di quell'estate, non un accenno 'mai' a cosa provò vedendomi a una emozione anche solo lontanamente di una qualche gioia.
Poi ci si stupisce che le Lune Capricorno come la mia siano emozionalmente aride, nate nel 'deserto' più assoluto, rendono solo ciò che hanno ricevuto in quel primo istante.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito mercoledì 19 settembre 2012
Per Marina. Bella storia. Grazie a te per avermi permesso di conoscerla.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Amy
inserito mercoledì 19 settembre 2012
Ciao a tutti!
E' tanto che non scrivo su questo blog..anni..ma ho sempre continuato a leggervi...
Nettuno ultimamente è un "simbolo" che mi influenza molto e questo mi ha spinto a scrivervi.
Io sono autrice compositrice di testi e musica per alcune case discografiche, ma affianco questa passione/lavoro al mio mestiere di architetto.
La musica ha sempre fatto parte della mia vita psichica e reale ed è l'unico momento, quello quando sono insieme a "lei", in cui mi sento rigenerare dal profondo, come una catarsi. Veramente, vi giuro che la prima volta che sono entrata in sala di registrazione sentivo scorrere come acqua in tutto il corpo, e queste sensazioni ancora non mi abbandonano.
Il mio Nettuno è in sagittario, in VIII casa e fa un trigono con Marte in Ariete nella dodicesima e un doppio sestile con Saturno e Plutone in sesta (tra bilancia e scorpione).
Credo che Nettuno sia molto importante nel mio tema poichè ho 4 pianeti in dodicesima casa e il segno del sagittario molto marcato, con giove urano e luna congiunti.
Ho sempre creduto che la musica, fra le arti, sia quella con un dono immenso e ineguagliabile: vive e sopravvive al tempo, può raggiungere ed è raggiungibile, senza confini, consegna un messaggio e lo riprodurrà all'infinito, oltre la vita stessa di chi l'ha creata, unisce gli uomini ed eleva spiritualmente, mette in contatto con le proprie emozioni, tutte.
Non poteva che essere dominio di Nettuno e della dodicesima casa...
Un abbraccio a tutti
Amy
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 19 settembre 2012
Ciao Ibiscus,
ma guarda, dal mio punto di vista credo che 'evadere' dalla realtà, se non è fatto con metodi degeneri e pericolosi, per tanti sia una vera salvezza, una valvola di sfogo, per riuscire a continuare in questo mondo che altrimenti diverrebbe ancora più insopportabile.
Tutti gli artisti per poter essere artisti 'evadono' da sentimenti comuni per poter avere quell'ispirazione indispensabile.
Pare comunque che siamo in diversi quì che la vita , se solo potessero, la lascerebbero all'istante e senza rimpianti, anzi pare anche che sia uno dei sintomi più tipici e diffusi proprio di un forte cambiamento in atto da diverso tempo in certe persone, quelle che vengono definite 'esseri cristallini o starseed' che già 'vibrano con diverse note'.
Quelli che non sopportano proprio più al limite di veri e propri stati allergici il funzionamento del mondo e della vita umana per come è e per come viene accettato da tanti senza che si scorgano neanche più 'ribellioni' almeno interiori.
Chi si sente in armonia con questo mondo è quindi come se fosse bloccato, fermo in uno stadio arretrato di mancata trasformazione ancora 'schiavo' del ciclo che stà finendo.
In questo momento sul finire di un ciclo è proprio l'insofferenza a tutto ad emergere, unita a un senso di costante e incomprensibile interminabile 'attesa'.

Parlando di musica, non credo che mercurio in capricorno funzioni come un impedimento, tantopiù che come abbiamo visto il Capricorno è un segno che ,sebbene di primo acchito stranamente, può essere molto vicino alla musica.
Ha mercurio in capricorno suo segno solare il già citato Jimmy Page, leggenda vivente della chitarra rock ( as. scorpione luna cancro) , mio marito che suona ha anche lui il mercurio in capricorno e sono certa che se ne potrebbero trovare molti visto che il segno o valori capricorno ,come abbiamo visto con Lidia, sono diffusi nei musicisti ( presumo in genere forse più in quelli classici in realtà per via della necessità di una forte autodisciplina che permetta di seguire studi duri e impegnativi).

In casa mia l'appassionato di musica, classica appunto, era mio padre Capricorno, non posso più fargli domande in proposito ma per curiosità ho riguardato la sua carta: Sole e mercurio in capricorno, la già citata congiunzione marte urano spesso presente in musicisti, in pesci e 11a sede acquariana, luna in toro in 12a sede pesci.
A questo punto mi sono chiesta se non fosse anche un 'potenziale' musicista mancato, magari da piccolo aveva una passione che non ha mai potuto coltivare, ma potrebbe essere qualcosa che gli sarebbe piaciuto apprendere se si fosse trovato più fortunatamente in altre circostanze vitali.
Era anche appassionato d'arte e monumenti, sensibile dunque all'espressione artistica in tutte le sue forme.

Naturalmente anche nei musicisti, come in tutti i settori,ci sono segni ascendenti lune e veneri etc. di tutti i tipi, in quelli che ho guardato, prevalentemente rock e moderni, anche se non ho tralasciato qualche figura della classica,
guardando solo segno ascendente e luna ho trovato tanto evidenziato il Cancro, Toro, Acquario, Sagittario, Pesci, Scorpione.
Lune in Cancro o Toro o Pesci direi che sono prevalenti in chi suona, o bisognerebbe anche dire in chi suona talmente bene da poter essere riconosciuto come figura che emerge.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di rougemonique
inserito mercoledì 19 settembre 2012
Buongiorno a tutti!
C'è una storia che ho voglia di condividere.
La mattina del tre ottobre di 34 anni fa nella mia città ci fu un forte temporale. Le strade si allagarono, il traffico impazzì e in giro si vedevano persone che correvano a ripararsi e ombrelli rivoltati dal vento. Almeno, è così che mi hanno raccontato, tante e tante volte. Mia mamma col pancione di nove mesi guardava il nubifragio da dietro i vetri della sua stanza d'ospedale, e pensava "oddio se nasce proprio adesso sto bambino, nasce con le pinne!".
Poi capì come solo le madri possono capire che in grembo non aveva un bambino, ma una bambina. Una femmina. All'epoca non esistevano ecografie ma solo i raggi X, che avevano messo in evidenza il mio stare aggrappata a lei a testa in alto e piedi in giù, incapace di discendere, a puntare i piedi come a opporre la mia prima resistenza alla naturale inevitabile separazione della nascita. Ero di piedi e non di testa, ero di schiena e non di viso. Tutto il mio corpo gridava "NO"! Non voglio essere separata da lei, ancora no, non sono pronta.
Il diciannove settembre la mia mamma fu ricoverata: "Aspettiamo ancora un po' perché il bambino è troppo piccolo ma poi dobbiamo tagliare e farlo nascere" le aveva detto il medico. E aspettarono, forse intuirono.
Al pensiero di dover essere tagliata mia madre piangeva come non ha mai più pianto in seguito: in quei quattordici giorni prosciugò le lacrime di una vita intera, le sue e forse pure qualcuna presa in prestito da me. Dice che nessuno riusciva a consolarla, a rassicurarla. Aveva paura di perdermi e di perdersi.
L'ultimo giorno di settembre il medico le disse: "Il quattro ottobre la sala è prenotata per lei: tagliamo, non possiamo più aspettare" e la lasciò a contare i giorni che mancavano alla separazione, a sfinirsi di lacrime e fazzoletti di carta perché le avevano detto che il bambino era troppo piccolo, non si decideva a girarsi e rischiavano tutti e due.
Mio padre la consolava e la distraeva: se è maschio lo chiamiamo Gennaro, se è femmina Martina!
Ma lei non ci voleva pensare, non voleva sapere.
E la mattina del tre ottobre mia madre divenne acqua. Si accordò non ai tempi dei medici ma al temporale e lasciò dirompere le acque dentro di lei, e sentì un lacerarsi e rivoltarsi e capì che io avevo detto "SI'!" ed ero pronta, mi ero girata, ed ero femmina ed ero acqua come lei e come tutta la natura in quel momento.
La portarono in sala operatoria d'urgenza, perché verso le dodici il mio battito era appena percepibile e tutti ebbero paura. Avevo detto sì, ma adesso era lei che mi tratteneva dentro.
"E' femmina, si chiama Marina" disse prima di essere narcotizzata, e fece cadere per sempre quella "t" decidendo il mio nome e pure il mio destino, o forse accordandosi ad esso.
Mi strapparono da lei tagliandole la pancia con uno sfregio verticale e netto come uno spartiacque, in fretta, più in fretta che sennò le perdiamo tutt'e due.
Mi vide solo tre giorni dopo.
Quando mi misero tra le sue braccia, lei mi dice sempre che non ci poteva credere. A cosa? Le domando ogni volta, anche se conosco la risposta.
"Avevi gli occhi aperti ed erano così azzurri, e ho capito che eri Marina, che eri proprio figlia del mare" mi risponde lei ancora oggi, fiera della sua scelta.
Mia madre non sa nulla di astrologia, però quel giorno sono certa che qualcosa ha percepito, lo ha intuito "dagli abissi".
Sono una plutoniana doc, ma ho nettuno abbracciato all'ascendente e questa è la storia di come sono venuta al mondo.
Grazie per aver letto.
Rouge

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Ibiscus
inserito martedì 18 settembre 2012
Ciao Alix,

è una cosa che non sapevo. Interessantissima!

Dolce Nettuno, come la bruma sul mare...una bruma che confonde il mio Sole Capricorniano.
Ma amo questo aspetto tutto sommato, se no che aridità, con tanto di Mercurio nello stesso segno!

E non è nemmeno facile con Marte e Giove nel suo dominio, i Pesci...

Posso dire che:

sono l'unica in famiglia che abbia mai disegnato bene e che abbia avuto interesse e piacere nel farlo;
mi piace ballare;
ho un problema a un piede (Giove e Marte in Pesci), nato da un decennale problema a un ginocchio (Saturno, che guarda caso li quadra dal Sagittario).

Hanno cercato di farmi studiare pianoforte da piccola. Il primo anno erano solo note, niente pratica. Non volevo più farlo. mia madre mi disse "No No, tu lo farai fino alla terza media!". In quel momento lo odiai definitivamente. Mi sono salvata in quarta elementare con un escamotage inutile...con cui però mamma per fortuna ha ceduto.

Me ne pento un pò e nella storia di famiglia ci sono musicisti. Ma l'imposizione ha ottenuto il disastro (ma questa è la Luna congiunta a Urano credo).

Però la musica è il mio canale per immaginare altre vite e altri mondi, che per lo più ho sempre preferito alla vita reale. Ed ecco di nuovo qui la bruma...

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 17 settembre 2012
Mi interessava fare un'altro riferimento che credo possa far capire quanto scienza concetti di spiritualità e astrologia siano vicine e probabilmente abbiano le loro più antiche 'radici' in qualche elevata conoscenza di cui proprio il 'suono' era una delle basi essenziali.

Se avete tempo di farvi un giretto in rete alla ricerca di esperimenti di 'Cimatica' scoprirete che utilizzando delle vibrazioni, si creano delle 'forme'.
Viene utilizzato un materiale polverizzato ( licopodio se non sbaglio) su una lastra di metallo che in risonanza con la frequenza si 'dispone' geometricamente.

La cosa più fantastica è che recitando l'HOM si crea una vibrazione che forma esattamente un 'cerchio perfetto con un punto al centro' lo stesso simbolo che in astrologia e astronomia indica il Sole.
Non pensate che tutto questo abbia un chè di 'magico' pur essendo scienza pura?

Mi riallaccio a tutta questa trama anche per ribadire ciò che si era detto più volte, che il vero significato del termine 'religione' che è fondamentalmente spirituale e rappresenta il ri-collegare 'unificare' ciò che di primo acchito sembrano campi 'separati'.

alla prossima
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito lunedì 17 settembre 2012
X Verdeviola:

Se ti interessasse nell'articolo di Francesco Astore 'Nettuno si rituffa in Pesci' ( ricordo segno del suo domicilio primario) ci sono considerazioni sugli effetti che potrebbe produrre sui vari culti e negli orientamenti spirituali.
Giove e Nettuno sono da leggere insieme per queste considerazioni per via del fatto che sono per due volte associati in sagittario e pesci.

Personalmente ho trovato interessante e potrei condividere il suo riferimento ad un possibile 'rinascente' e diffuso forte interesse per Magia e Alchimia, naturalmente 'rilette' alla luce delle conoscenze attuali.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito domenica 16 settembre 2012
Parlando di Nettuno come Sogno e in riferimento alla frase di Lidia " il grande pozzo in cui l'umanità ha stipato le sue esperienze" mi è venuta in mente una questione sulla quale avevo fatto tempo fà una piccola ricerchina nel web.
Non sò se voi vi siete mai fatti la domanda sul come i 'non vedenti' (in particolare dalla nascita) potessero sognare.
Per 'immagini' o come?
Io avevo pensato che potessero sognare solo ricordi 'tattili' ad esempio o avere sogni fatti soprattutto di odori, sapori, suoni, rumori o anche musica.
Invece avevo letto l'intervento di un ragazzo che raccontava che, secondo una ricerca condotta, avrebbero scoperto che sognerebbero per immagini, immagini che si presume facciano appunto parte di quelle 'memorie collettive' a cui Nettuno ha accesso e che anche si 'riaggiornerebbero' secondo i tempi vissuti.

Qualcuno di voi o Lidia magari, può confermarmi l'indicazione o sà qualcosa di altro in merito, ci avevate mai pensato???

un caro saluto a tutti
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito domenica 16 settembre 2012
Grazie Lavanda, le tue parole mi hanno commosso, non so perché.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito sabato 15 settembre 2012
X Lavanda, a cui dò il mio:
benvenuta!!!

Si, pare che dicano proprio questo, la frequenza di acccordatura di 440 hertz, non sarebbe in 'armonia' con tutte le forme viventi e sarebbe quindi teoricamente 'disgregante'.
In un primo tempo si usava la 435 hetz ma pare che fù sollecitata e voluta la 440 perchè ai tempi della guerra si notò che era in qualche modo come più 'incitante'.
Se si pensa dunque che gli strumenti sonori vengono 'tutti' universalmente ora, accordati su questa frequenza e a tutta la musica che sentiamo, è un pò come se mettessero un 'eccitante' nella vita che, in effetti, pare sempre più 'frenetica' ( e non solo per la musica ma, presumo anche per il 'rumore' assordante di ogni giorno causato dai più svariati fattori ambientali ).
Se ci si pensa, quando ci si reca in un posto silenzioso con gli unici rumori della natura ci si sente 'immediatamente' più 'rilassati.
Da un decennio circa diversi ricercatori e musicisti stanno dunque ri-sperimentando la frequenza 'naturale' 432 Hz.

ciao a tutti
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di lavanda
inserito sabato 15 settembre 2012
Ciaoo
432herz e la frequenza delle fogkie mosse dal vento,l rumore del mare sulla spiaggia,
432 herz moltiplicato per 2 sono i battiti del nostro cuore in un intera giornata
la musica di Mozard
è la frequenza interiore che trova il suo angolo di felicità.
Nettuno...vibra alle stessa frequenza penso con aspetti armonici ,altrimenti sballa .
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito sabato 15 settembre 2012
grazie Alix, appena avro' un po' di tempo daro' un'occhiata ai riferimenti che mi hai lasciato.
Per il momento auguro un buon fine settimana a tutti, visto che saro' assente.

A lunedi'
Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 14 settembre 2012
Ecco Icaro,
dato che non riesco ancora a dormire (nonostante una giornata che per me è stata stancante) ti ho trovato un riferimento libri che trattano di questioni tecniche che tu potrai certo capire meglio di me.
Se vai su una nota enciclopedia di rete digitando 432 hertz li trovi entrambi.
Io te ne segnalo uno che dicono sia la pubblicazione più tecnica ma sopratutto scritto da una ricercatrice 'pianista' come te: Maria Renold.
432 Hz Intervals,Scales,Tones and Concert Pitch C128 Hz.

Ciao

Approfitto per un saluto al nuovo entrato!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 14 settembre 2012
X Verdeviola:

Parlando di questioni legate alla religione mi viene in mente che trovo interessante il 'canto gregoriano'.
Amo tantissimo il suono delle 'campane', anche le 'tubolari'.
Sapevi che ogni campana ha il suo 'nome' proprio???

Per il resto per conto mio vorrei che le religioni non esistessero, tutte, senza eccezioni.
Credo conosciate la frase che dice siano l'oppio dei popoli, a volte ho persino la sensazione che certi intendimenti spirituali ne stiano diventando il 'sonnifero'.
A volte penso tra me che, se ci sarà mai qualcosa di Nettuniano che possa salvare la terra dalla sua inarrestabile dissoluzione, questa sarà proprio la Musica con il suo potere aggregante o qualche tipo di vibrazione delle cellule che si metteranno in risonanza 'armonica' e che con il 'Suono' avrà 'molto' a che vedere.

Ad ogni modo religione e spiritualità si, sono rappresentati da Giove Nettuno per l'esattezza, le istituzioni religiose spesso da Plutone in Cancro e credo anche Nettuno in Vergine.

Quello che dici è vero, la musica è sempre più immediata rispetto ad altre arti.

notte
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 14 settembre 2012
Icaro,
sono daccordo nell'avere uno spirito critico per tutte le notizie che circolano nel web, ma credo tuttavia che internet rimanga un fantastico mezzo di informazione 'preliminare' che ti dà modo di fare una quantità sterminata di scoperte e venire a conoscenza di una miriade di cose.
Dopo, se un'argomento attrae e interessa, si può sempre verificare confrontandosi con competenti in materia, o approfondendo, o comprando un libro specifico per valutare 'quanto' ci può essere di vero e quanto l'articolo sia stato fatto con competenza o solo con volontà.
Vedi che , in ogni modo tu che sei un'esperto, mi confermi di aver notato una effettiva diversità tra le esecuzioni con le due frequenze.
Avevo trovato un articolo che faceva altri riferimenti interessanti sul perchè era stata voluta in passato l'accordatura 440 hertz ma, accidenti, per ora non lo ritrovo.

Si, sapevo che per voi musicisti classici lo start di partenza è ancora molto prima che per rock o pop, ma credo sia perchè nel vostro settore l'esecuzione 'impeccabile' sia doverosa e 'richiesta' indiscutibilmente.
Nel rock e nel pop, anche se la 'tecnica' è ricercata, utile e certamente gradita, non è sempre necessario che sia 'impeccabile', purchè l'esecuzione riesca a comunicare forti 'emozioni'.
Nelle classifiche dei più bravi chitarristi rock di tutti i tempi viventi e non, sul podio, figurano ai primi posti personaggi che i più critici dicevano che 'suonassero sporco', cioè senza una 'tecnica irreprensibile', tuttavia i loro assoli e il loro 'stile' sono entrati e 'restano' nelle storia della musica.
Guarda caso, ben tre tra primi indiscussi, hanno Lune in Cancro.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di massimo
inserito venerdì 14 settembre 2012
Un seme sacrifica la propria identità e si trasforma in una nuova piantina. Uno spermatozoo e un uovo sacrificano la propria identità e si fondono creando un nuovo individuo. E la vita continua. La Vergine stringe il tempo. Ferma il tempo, perché l'individualità si deve conservare il più possibile.I Pesci dilatano il tempo perché bisogna passare in un altro stato d'essere. Nettuno è il dilatamento del tempo che permette di entrare in dimensioni diverse e il sentimento necessario a fare questo passo è la compassione. Nettuno facilita le arti perché allarga i confini del sentire. Allarga il tempo e cos'è il tempo se non la vita che scorre? Cioè tutto ciò che vive? Quando siamo sotto l'azione di Nettuno è come se ci si allargassero i pori della pelle. E tutto entra. Siamo senza confini, senza identità, senza barriere, senza protezioni. Siamo finalmente il tutto.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 14 settembre 2012
Giusto per precisione, scrivendo non mi veniva la parola 'archetto' ( archetto di violino, non bacchetta!!! :)
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito venerdì 14 settembre 2012
Mi ha sempre affascinato il ruolo che la musica riveste per la religione (anch'essa valenza Nettuniana, se non sbaglio) o almeno, in certe religioni o manifestazioni di esse. Se pensiamo al culto cattolico, per esempio, la musica è senza dubbio una componente fondamentale della ritualità, così come il suono delle campane che scandisce le ore e le funzioni. Queste due simbologie di Nettuno, religione- musica, sono spesso intrecciate, come se la religione si "servisse" della musica per veicolare più intensamente il suo messaggio.
Anche altre manifestazioni artistiche, come la pittura e la scultura, sono state legate al culto.. però la musica è più immediata!
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito venerdì 14 settembre 2012
A dire il vero, Alix, per degli studi musicali «classici » 11 anni é un’ età già piuttosto avanzata. In genere bisognerebbe cominciare prima dei 6 anni, cosa che nella maggior parte dei casi é possibile solo per chi nasce in una famiglia di musicisti.
Nella mia famiglia per esempio mio nonno paterno, che non ho mai conosciuto (e con cui tra l’altro ho in comune mese e giorno di nascita, oltre a tanti tratti caratteriali, a quanto mi é stato detto) era musicista, i miei zii paterni musicisti dilettanti ; l’unico non-musicista della famiglia era mio padre (che fortuna…). Risultato : ho cominciato a « strimpellare » a sette anni, ma le prime lezioni le ho ricevute a 13 anni. E questo inizio « tardivo » ha comportato delle difficoltà…

Quanto al discorso sulle frequenze di accordatura, in generale non escludo (e non avrei mezzi per farlo) che possa esserci qualcosa di vero in questa teoria del la 432.
Trovo pero’ interessante il fatto che mentre scrivevo ieri il mio post sull’argomento ho avuto la curiosità di cercare in rete un’esecuzione in cui si comparassero le due accordature (440 vs 432).
Ne ho trovata una ; si tratta di un arrangiamento (che ho trovato di cattivo gusto artisticamente, ma questo adesso non importa) di un brano di Mozart che viene proposto nelle due diverse accordature. Ad un primo ascolto ho avuto effettivamente l’impressione che l’esecuzione a 432 Hz, a parte il gusto quanto meno discutibile dell’arrangiamento, avesse qualcosa « in più ». Ho già sospettato quale ne fosse la ragione, ma per averne una conferma ho riascoltato comparando frammenti delle due esecuzioni e mi sono reso conto immediatamente che il “qualcosa in più” del brano a 432 hz dipendeva dal fatto che il rumore di fondo nel brano a 440 hz era stato aumentato, rendendo quindi già il suono meno « limpido ». Inoltre l’esecuzione a 440hz era volutamente meno « espressiva », più « piatta » sia nelle dinamiche che nel fraseggio.
Chiunque ascolti questo file senza essere in grado di individuare gli elementi che rendono l’effetto delle due esecuzioni cosi’ diverso, si convincerà immediatamente che il l’accordatura a 432hz ha un effetto a dir poco prodigioso…

In un altro file che ho trovato viene eseguito un brano molto conosciuto di Bach con l’accordatura a 432 Hz. In quel caso manca il paragone con l’esecuzione a 440Hz ; ma quello che ho trovato sorprendente é che la persona che ha postato il file definisce, nella presentazione del video, l’accordatura a 432Hz « scala temperata ». Ora, la scala temperata non ha nulla a che vedere con l’accordatura, e quest’affermazione dimostra bene che l’autore del video parla di qualcosa che non conosce…

Ho trovato invece che l’accordatura a 432 hz era stata già proposta da Verdi e viene oggi difesa da cantanti professionisti secondo cui questa frequenza sarebbe più naturale per la voce umana. Questa mi sembra già un’argomentazione più seria, anche se, stando a quanto si trova sul web, nulla é stato dimostrato in proposito…

Il punto é che in rete si trovano le teorie più accattivanti, ma molto spesso (se non nella stragrande maggioranza dei casi) prive di qualunque fondamento scientifico o quanto meno logico. E se non ci si arma di un minimo di senso critico, si rischia di prendere tutto per buono…

Un saluto
Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 14 settembre 2012
Ho ancora tempo di inserire delle cose.

Ho sorella e suo marito che frequentano regolarmente da tempo concerti di musica 'classica', hanno anche avuto a lungo per amico un carismatico 'tenore' ( segno Toro) avviato ad una brillante carriera, sfortunatamente stroncata prematuramente da un grave incidente che gli ha rovinato le corde vocali.
Osservando i loro temi ho pensato che i valori sagittario potrebbero essere rilevanti per chi 'ascolta' prevalentemente o volentieri classica ed operistica.
Lei ha giove in sagittario ,venere 5a, luna 12a ed è stata coinvolta in questa passione dal marito, anche se c'è da dire che in casa, nostro padre amava ascoltare musica classica.
Lui è un sagittario as.leone, sole mercurio 5a sagittario, luna toro e ha sempre avuto la passione dell'operistica di cui è conoscitore.

Salvo il fatto ,di base, che credo che a tutti con un minimo di sensibilità estetica piaccia ed emozioni comunque sentire musica ben suonata e diretta a prescindere dal 'genere', io tendenzialmente devo dire che preferisco cose diverse, amerei credo molto 'trasformazioni' della classica in 'pezzi' modernizzati.
Concerto rock per orchestra che 'rivisiti'qualche brano 'intoccabile'.
Immagino che i 'puristi' inorridiscano solo a immaginare queste 'ibridizzazioni', invece penso che si potrebbero trovare anche quì uraniane strade alternative.
Anzi, mi sà che chi nascerà con Urano in Gemelli , Plutone in Acquario e Nettuno in Ariete potrebbe considerare queste vie.

Come ho detto mi piacciono tanto le 'contaminazioni' tra generi.
Ora il 'violino' è lo strumento aggiunto con batteria chitarra e basso di alcune band rock, sempre più spesso si nota questo, per altri tempi 'inusuale' nuovo compagno 'metal'.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 14 settembre 2012
Ho dimenticato ancora di dire che mio marito ( ricordo Acquario) è anche stato un tecnico dell'audio, perciò del suono, importanti in connessione con la musica che può essere 'alterata' da una cattiva acustica.
Perchè nei rapporti astrologici c'è anche da considerare che ci sono tante diverse professioni relative che, senza fare di qualcuno un 'artista', lo proietta comunque a essere 'vicino' a interessi e persone nettuniane.

Anche nella valutazione degli astri credo che ci possono essere indicazioni diversificate a seconda dello strumento preferenziale scelto.
Nei pianisti o tastieristi ho notato diverse Lune in Ariete ad esempio.
La classica bisogna dire che richiede una 'perfezione esecutiva' a livelli così 'divini' che forse è necessario il supporto di una sensibilità 'tecnica' più che soltanto 'emotiva'.
Per 'organizzare' anche tutta una grande serie impegnativa di strumenti.
Ho trovato la Luna Acquario ( quindi tecnicamente uranizzata) nel tema dell'eccelso Maestro, Direttore d'Orchestra Daniel Barembohim, (in 1a sede arietina ,ed è un pianista vedi)

Avevo letto tanto tempo fà sul Forum una osservazione di Lidia che aveva trovato rilevanza di valori Leone nei temi di violinisti, senza sapersene spiegare il perchè.
In effetti trovare la correlazione con il violino per analogie leonine è difficile.
Forse potrebbero essere 'spaziali volumetriche' in senso di Y, come per i pittori, il Leone ha spessissimo talenti artistico creativo nella pittura.
Ho letto che il violino richiede 'memoria muscolare' io direi anche della 'posizione nello spazio', perchè non ha 'tasti' per trovare le note, come la chitarra per esempio.
Potrebbe anche essere che la 'bacchetta' sia in analogia con una bacchetta da 'direttore', una 'bacchetta magica', un piccolo 'scettro di comando', un 'pennello' con cui invece di colori si dipingono note???
Faccio qualche ipotesi buttata lì per lì.

Jimmy Page ( strabiliante chitarrista dei Led Zeppelin), era noto anche perchè a volte suonava una chitarra elettrica appositamente modificata con una bacchetta per violino, ha Giove e Plutone in Leone 9a, Giove è anche congiunto al mediocielo.

Nella musica rock o moderna in genere credo che il Leone è più un 'frontman' assoluto, il cantante che più emerge come leader, anche se non è sempre il 'vero' leader della band, il Leone come è noto ha la tendenza a stare al centro dell'attenzione, ne conosco diversi che lavorano come cantanti, nello spettacolare Notre Dame de Paris, c'era una rilevante presenza di segno Leone nel cast.
Anche tanti ascendente in Leone sono persone di spettacolo e come Cantante d'Opera ho trovato nientemeno che Pavarotti che aveva questo ascendente.

Spero solo che i dati delle persone note siano esatti, della maggior parte purtroppo l'orario di nascita è sconosciuto, quindi non è possibile fare una ricerca precisa su tutti i dati.

QUANDO MUSICA E' MAGIA......
IL SUO INCANTO SENTIREMO

ciao alla prox


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito venerdì 14 settembre 2012
Ho scordato nell'elenco dei pianeti musicali di mio marito di aggiungere che ha anche Giove in Gemelli ( in 2a sede toro)
Se la sua vita fosse andata diversamente poteva diventare anche piuttosto bravo credo, ma se non si inizia molto giovani a fare 'solo quello' è evidente che rimane come un appassionante 'gioco'.
Da 'tecnico' qual è, si è appassionato anche alla 'liuteria', perciò a come vengono creati gli strumenti che poi suoni.

Nelle biografie di leggendari chitarristi rock ( a cui certamente si aggiunge un 'dono' naturale che può superare ogni base tecnica) leggi sempre che hanno preso la loro prima chitarra in mano da giovanissimi, a 11 anni circa e a 14 anni partono già a lavorare nelle band come richiestissimi 'turnisti' prima di diventare famosi come 'icone leggendarie dello strumento' già sui 25/30.

Sempre parlando di Giove, non è da dimenticare, perchè anche questo pianeta ha un ruolo importante nelle dinamiche dell'inclinazione alla musica, come Nettuno, non a caso i 2 pianeti sono compagni in ben 2 segni considerati 'musicali' (sagittario e pesci)
Ed è importante per il suo ruolo probabilmente anche in tutte le altre inclinazioni artistiche.

X Icaro:
grazie per i tuoi post illuminanti, certo che è una materia bella complessa la musica, un campo di studio vastissimo!!!
Per la questione accordature degli strumenti avevo letto che la legge che ha stabilito la frequenza (che è del 1989) stabilisce anche che tali accordature devono avvenire a 20 gradi di temperatura.

Per le frequenze c'è tutto un campo di studi, credo non ufficiali, che ritengono che ogni frequenza può agire sulla biologia umana con la possibilità dunque di essere 'guaritrici'.
Per via del fatto che essendo noi composti per la maggior parte d'acqua, avevano notato come l'acqua rispondesse aggregando o disaggregando le molecole creando delle 'forme' ( simili ai cristalli di neve) in risposta alle diverse frequenze.
La più nota è quella chiamata frequenza 'miracolo' la 528 hertz, detta riparatrice del DNA, ma c'è tutta una serie di frequenze che si presentano come specifiche per molti stati dell'essere.

Alcuni artisti utilizzano armonie su queste frequenze per creare quella che viene definita 'musica di risonanza' che, entrando in sintonia con la vibrazione personale, indurrebbe intanto stati di profondo rilassamento fino anche a favorire i 'viaggi astrali', le O.O.B.E.
Inutile far notare che i campi di cura della LUCE e del SUONO sono ancora al loro inizio, ma per quanto mi riguarda io sono portata a credere molto più negli sviluppi delle capacità 'guaritrici' di questi metodi che nei farmaci.

In rete si trovano le frequenze sia come impulsi sonori che musicate, da ascoltare necessariamente con le cuffie stereo, tuttavia credo che sia indispensabile anche una 'qualità' del suono emesso 'impeccabile' per farne uso, cosa che dal web non è possibile secondo me.

Dunque, almeno secondo questa ipotesi/teoria, ci sarebbe una grande differenza tra una frequenza di 432 e una di 440 perchè seppure molto 'sottilmente' agirebbero diversamente.
Probabilmente come tu affermi non ci sarebbe una grande differenza musicalmente, ma nell'effetto finale di risposta delle cellule si.

Campo comunque tutto da esplorare e verificare Icaro.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito giovedì 13 settembre 2012
Riprendo…

Innanzitutto ringrazio Lidia perle sue gentilissime parole :-)

In effetti nel mio tema il Capricorno é molto presente; oltre Giove ho anche l’ascendente in Capricorno. Per di più Saturno (in Gemelli e in V casa) forma aspetti importanti,non ultimo il trigono con la congiunzione Marte-Urano in Bilancia. Per cui mi riconosco perfettamente negli aspetti Marte Urano Saturno di cui parla Lidia.
L’ascendente Capricorno non l’ho mai trovato facilmente « gestibile ». Nella parte ombra del Capricorno imperano rigidità, pesantezza ed isolamento come notava anche Alix. E trasformare tutto ciò in una sana disciplina é un lavoro di enorme intensità spirituale… A questo va aggiunto poi che questo forte Saturno natale tende anche ad amplificare gli effetti dei transiti saturniani sui pianeti natali.
Nel mio tema i pianeti natali sono distribuiti in « ordine sparso » nell’emisfero superiore mentre Saturno e Luna soltanto si trovano in quello inferiore. Risultato: mi trovo continuamente a vivere o una congiunzione o un’opposizione o un quadrato di Saturno ad un pianeta natale. Al massimo ho qualche mese di “tregua” tra un transito e l’altro. In definitiva mi sono quasi abituato a vedere in Saturno un costante e fedele compagno di viaggio…

Debbo dire che ho trovato spesso anche dei valori Vergine o Vergine-Pesci nei temi musicali, sia di grandi musicisti del passato, sia di miei colleghi.
Mi chiedo se questo sia ricollegabile con quanto avevo letto qualche tempo fa in un articolo di un’astrologa francese che vedeva una dualità nel segno della Vergine, parlando di Vergine « saggia» e Vergine « folle», come ad evidenziare il continuo andirivieni di questo segno tra il contatto col caos e il desiderio di razionalizzarlo…

A presto
Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito giovedì 13 settembre 2012
Per Alix :

Le frequenze di accordatura sono state uniformate secondo il la a 440Hz qualche decennio fa. Anche in questo caso in precedenza la situazione era piuttosto confusa con accordature a diverse altezze a seconda delle aree geografiche e a seconda dei generi musicali.
Il La a 432 Hz viene propugnato da alcuni con l’argomentazione che 432 é un multiplo di 8 e la frequenza di 8Hz (per noi troppo bassa per essere udibile) pare sia particolarmente presente in natura nei versi di alcuni animali. Con tutta sincerità non mi sono mai documentato molto in proposito e non so quanto ci sia di vero…Considera che tra i 432 Hz e i 440 Hz non c’é neppure un quarto di tono di differenza…Per cui di primo acchito non mi sembrerebbe molto sensato rivedere tutto il sistema delle accordature per una differenza cosi’ minuscola ; a meno che non si riesca a dimostrare rigorosamente che queste frequenze basate sul La 432 abbiano realmente un effetto cosi’ potente sul cervello umano…

La musica barocca viene per esempio eseguita basandosi sul La 415 Hz, il che corrisponde grosso modo ad un semitono più basso (in pratica é un sol diesis).
Qual é la differenza? Per me che non ho l’orecchio assoluto non c’é praticamente alcuna differenza. La differenza può essere percepita da chi ha l’orecchio assoluto e dai cantanti che nell’estremo alto della loro tessitura avranno un semitono di margine in più (che pagheranno pero’ nel grave, dove hanno un semitono di margine in meno…).
Tutt’al più alcuni brani acquistano in funzione dell’accordatura un « colore » particolare, soprattutto se eseguiti su strumenti antichi, costruiti spesso in funzione di un’accordatura diversa da quella attuale. Ma tra l’altro anche in epoca barocca l’accordatura non era standardizzata a 415 Hz, per cui anche la scelta di questo riferimento resta piuttosto contestabile…
La mia personale opinione é che essendo la musica basata su degli intervalli, quindi sulle relazioni di altezza tra i suoni, piuttosto che sui suoni isolati, non ha molto senso perdersi in cavillose disquisizioni miranti a variare l’accordatura di qualche frazione di semitono; il valore di certi capolavori penso sia autonomo da una manciata di hertz nell’accordatura…

Piuttosto mi sono chiesto spesso quanto l’adozione del sistema temperato abbia impoverito la nostra percezione degli intervalli. Ma anche in questo caso la semplificazione che ne é conseguita ha contribuito ad uno sviluppo delle strutture armoniche e ad un’evoluzione storica che probabilmente non sarebbe stata possibile con tutte le complicazioni insite nei sistemi non temperati…Insomma la perdita ha comportato comunque degli sviluppi su altri fronti altrimenti impossibili…

A dopo…Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito giovedì 13 settembre 2012
caro Icaro,
bentornato sono veramente felice di leggerti.
Un abbraccio Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito giovedì 13 settembre 2012
cara Alix,
direi che il segno del Capricorno è importante per via della disciplina a cui gli artisti, soprattutto i musicisti, devono sottostare.. Direi che proprio la parte di tecnica è la base.. ed in effetti, per esempio nei temi dei pianisti ho sempre visto relazioni tra Saturno, Urano e Marte.. a ricomposizione del segno in questione.
Mio figlio ad esempio ha un trigono tra Saturno e Urano e lo stesso è opposto a Marte a sua volta in sestile a Marte..
Tuttavia è anche portatore di un Nettuno strepitoso in quinta casa che si lega a Venere e Giove congiunti in Acquario i quali sono in trigono a Plutone in Bilancia..
Lui ha manifestato fin da piccolissimo l'amore per la musica ed ha suonato prima strumenti a fiato per poi innamorarsi del pianoforte..
Certo, la musica ha bisogno di senso artistico ma anche di estetica e di gusto nonchè di tantissima tecnica e pratica.. per le quali ci vuole anche Saturno. Tra parentesi, mio è figlio è Capricorno con ascendente Cancro.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito giovedì 13 settembre 2012
cara Alix,
direi che il segno del Capricorno è importante per via della disciplina a cui gli artisti, soprattutto i musicisti, devono sottostare.. Direi che proprio la parte di tecnica è la base.. ed in effetti, per esempio nei temi dei pianisti ho sempre visto relazioni tra Saturno, Urano e Marte.. a ricomposizione del segno in questione.
Mio figlio ad esempio ha un trigono tra Saturno e Urano e lo stesso è opposto a Marte a sua volta in sestile a Marte..
Tuttavia è anche portatore di un Nettuno strepitoso in quinta casa che si lega a Venere e Giove congiunti in Acquario i quali sono in trigono a Plutone in Bilancia..
Lui ha manifestato fin da piccolissimo l'amore per la musica ed ha suonato prima strumenti a fiato per poi innamorarsi del pianoforte..
Certo, la musica ha bisogno di senso artistico ma anche di estetica e di gusto nonchè di tantissima tecnica e pratica.. per le quali ci vuole anche Saturno. Tra parentesi, mio è figlio è Capricorno con ascendente Cancro.
Un saluto Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 13 settembre 2012
Grazie Icaro,
del resto in questo particolare argomento è più che necessaria la 'competenza' di chi conosce a fondo la musica.
Non per niente gli studi di conservatorio impegnano più di un decennio o forse più.
Tenevo che fosse molto più complessa la faccenda quando ho letto quel riferimento alle 12 note.

Anche sul discorso accordature ho letto parecchi riferimenti al fatto che gli strumenti attualmente vengano accordati sui 440 hertz, mentre c'è chi sostiene che la frequenza più armonica biologicamente per noi sarebbe la 432 hertz.
Tu che ne pensi di questa faccenda???
Sempre da letture vedo detto che tanti musicisti stanno riproponendo e riesplorando la 432.
Cosa implica modificare le frequenze di accordatura?

Riferimenti poi al sistema delle 'ottave' nel suo complesso li ho trovati anche in un libro che trattava i simboli dei croop circles e l'architettura gotica.
Molto interessante, non ne ricordo il titolo al momento.
E' da lì che mi è partito il 'neurone' di cercare di capire di più il funzionamento della musica.
Tante cose faccio ancora fatica ad assimilarle, mio marito che suonava per istinto da autodidatta completo da ragazzo, per poi darsi ad altre forme di tempo libero, stà ora riappassionandosi e stà imparando le basi 'tecniche'.
Ho dovuto farmi rispiegare diverse volte quella che io chiamo la battuta di tempo vuoto che vuoto non è ( che non ricordo già più) e non sò se ancora ho ben capito in verità :)

Giusto per fare qualche riferimento astro per tutti, mio marito è un acquario con marte e venere in acquario 10a ( sede capricorno) e urano plutone in 5a ( sede leone), luna mercurio 9a capricorno ( sede sagittario) in sestile con nettuno, suona la chitarra con preferenza per le elettriche e semiacustiche.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito giovedì 13 settembre 2012
Alix,
Il paragone che proponi tra note e segni non mi sembra molto « percorribile » per vari motivi .
Innanzitutto il fatto che il sistema attualmente in uso (il cosiddetto « sistema temperato » che prevede la divisione dell’ottava in dodici semitoni uguali) é un sistema artificiale che si é strutturato nel corso dei secoli come soluzione pratica, avente il merito di facilitare la vita ai musicisti e agli accordatori. Nel sistema «naturale », quello che si ottiene ad esempio dalla successione dei suoni armonici, i suoni all’interno dell’ottava non corrispondono esattamente a quelli che usiamo sulle tastiere attuali e le divisioni dell’ottava sono superiori a 12.

Il fatto di aver uniformato diesis e bemolli é una semplificazione : da un punto di vista acustico non é per niente esatto far coincidere un do-diesis con un re-bemolle.
Fino al tardo Rinascimento, epoca in cui ha cominciato a diffondersi il sistema temperato, erano ancora in uso tastiere con più di dodici tasti, spesso 17 o 19, ma esistono strumenti dell’epoca con addirittura 36 tasti per ottava (il cosiddetto « archicembalo »). Il sistema temperato si é affermato per evitare troppe complicazioni e per uniformare, anche geograficamente, le diverse forme di accordatura praticate in Europa.

A questo aggiungi che ci sono tradizioni musicali popolari che dividono il tono in più di due parti; pare che i Greci antichi usassero frazioni di tono per noi quasi impercettibili…E ci sono popoli asiatici che hanno sviluppato sistemi di intonazione basati su intervalli più piccoli del semitono (con più di 20 suoni per ottava).
Tutt’al più si potrebbe fare un’analogia con i «modi » dell’antica musica greca, di cui sappiamo pero’ molto poco. Ogni modo pare fosse legato ad uno specifico « ethos », cioé ad un diverso «stato emotivo ». Ma in realtà la musica greca é andata in gran parte perduta e sull’esatto significato dei modi greci ci sono le interpretazioni più disparate da parte dei musicologi…Per di più pare che i modi greci fossero otto (e non dodici)…

Un saluto
Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 13 settembre 2012
Scusate, volevo dire CONCORDANZA ARMONICA ( non congiunzione) e si verificò per chi nacque il 28 agosto del 1998.
Se trovate la mappa astrale osserverete un tracciato di linee che formano due figure geometriche pressochè perfette.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Lidia
inserito giovedì 13 settembre 2012
cara Alix,
la musica rock è senza dubbio il frutto della generazione con Plutone in Leone e Nettuno in Bilancia. quando Plutone è passato sul Nettuno di quella generazione è scoppiato il rock... in effetti, ha molto a che fare con chi ha questa segnatura.. in quanto è una musica molto ritmata.. con molta batteria.. che ricorda il ritmo cardiaco..

Anche io sono una grande appassionata di musica.. prediligo però la classica e il rock.. ovvero il diavolo e l'acqua santa. Ho ascoltato così tanta musica anche in gravidanza che mio figlio non ha potuto non diventare musicista.. devo però dire che mio padre era un chitarrista e la madre del mio ex marito una violinista.. per cui.. anche i geni non hanno mentito in questo caso.

Io ho anche un Nettuno che tocca Venere e Mercurio ed è il signore della mia dodicesima per cui, credo che sia sicuramente il fautore del mio amore per questa disciplina.
Devo dire però che mi piace anche tantissimo la danza.. e quindi, anche questo settore è stato abbastanza seguito anche se da spettatrice e non da danzatrice..
Ora ho una nipotina che fa danza e che studia pianoforte... ed ha un Nettuno importante. ma anche un Urano importante..
Continuerò.
Un bacio Lidia
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 13 settembre 2012
X Verdeviola:

Ma daiiiiii, che combinazione assoluta!!!!
Questo blog ha sempre una 'sincronicità' incredibile.

A proposito di quel che dici, un cantante chitarrista insegnante, che conosco da qualche tempo, mi diceva che la 'voce' può essere sempre addestrata dato che è una questione di giusta 'impostazione' per le caratteristiche di ognuno.
Anche se è ovvio che chi non ha una particolare inclinazione o una voce strepitosa non potrai mai cantare come certe cantanti spettacolari o affrontare certi 'pezzi' con certe intonazioni.
Anch'io con il mio marte toro non mi direi intonatissima, o forse più che altro mi manca l'emissione sufficiente tantopiù che soffro di una faringite quasi cronica, poi forse il peggio è che non riesco ad 'autoascoltarmi' bene, infatti detesto la mia voce registrata che non 'sento affatto uguale' come quando parlo.
A questo proposito vi rimando tutti a un articolo di Lidia che è da leggere senza meno per imparare delle cose importanti in linea con l'argomento che stiamo affrontando:
Orecchio e Ascolto
( lista articoli di questo sito)

Io credo di ravvisare la mia mancante capacità di suonare nel mio marte opposto a nettuno e quadrato a urano, infatti la mia espressione artistica venusiano/nettuniana si è rivolta verso altre arti.
In quasi tutti gli artisti con particolari 'abilità' strumentali, anche 'polistrumentisti' marte e urano in posizioni di congiunzioni o trigoni legati a loro volta a nettuno e plutone sembrano essere piuttosto ricorrenti.
Tante lune in toro e cancro.
Il che mi farebbe fare una prima riflessione, che spesso gli artisti che poi emergono hanno avuto un rapporto 'armonico' o regolamentare con il 'materno' che li ha fatti sentire protetti e curati nel modo giusto, con la conseguenza forse di 'captare' l'accordo, l'armonia, l'emozione e il sentimento più di altri.
Altre lune frequenti sono quella in pesci, acquario,sagittario.

a dopo

DOVE MUSICA E' SOGNO.....
ALI GRANDI APRIRAI
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito giovedì 13 settembre 2012
X Icaro:

Icaro sei una 'potenza', hai sempre partecipato poco nei quasi 2 anni che ho frequentato quì e mi dispiace, perchè i tuoi post portano sempre delle riflessioni consistenti sulle quali ragionare.
Per di più da un'ottica maschile che può osservare per sua natura cose da un lato diverso.
Un pentagono eh....vero, non ci avevo mai fatto caso......il numero nettuniano fluido come l'acqua, tutto molto affascinante!!!
Mi viene in mente per analogia con le forme geometriche, anche quel famoso anno in cui tutti gli astrologi erano in fibrillazione per quella notissima formazione di aspetti a 'Congiunzione Armonica' che formava un perfetto esaedro con anche la stella dei MAGI a sei punte al suo interno, ne siete al corrente, ve la ricordate???

Per quanto dici di resto, sai che in un primo momento a sorpresa ho trovato nei temi di musicisti molto rilevante il segno del Capricorno, sul momento ci sono rimasta un pò, in un segno che si dice così austero e rigido un rapporto così 'stretto' con la musica.
Poi ho pensato che forse gli 'artisti' sono in genere fondamentalmente tutti un pò con un'anima 'solitaria' anche in mezzo a folle sterminate che di fatto 'dominano' con il loro talento.
In particolare devo dire avevo guardato molti strepitosi 'chitarristi' che se ci pensate sono spesso famosi anche per i loro 'assoli'.

Da te che conosci bene la struttura musicale mi piacerebbe anche sentire delle riflessioni in rapporto alla struttura astrologica.
Ho letto che le NOTE sono 12 in pratica con i semitoni, includendo diesis e bemolle, se è vero sarebbe una prima traccia di similitudine no?
Per curiosità, conoscendo bene le note, le hai mai associate una per una ad un segno???

Spero tanto riuscirai a trovare il tempo di partecipare di più per questo argomento.

Ciao

SE LA MUSICA E' NOTTE
STELLE E LUNA ACCENDERA'
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di Icaro
inserito giovedì 13 settembre 2012
Ti rispondo subito Alix,

Nettuno nel mio tema é stato un enigma per me fino a qualche mese fa...Perché é il pianeta più isolato del tema: pur avendo una collocazione importante (x casa e in Sagittario) forma soltanto il sestile generazionale con plutone (Bilancia VIII) e un "misero" ma preciso (al decimo di grado) semisestile con Giove (in Capricorno).
La mia parte nettuniana, pur percependone la presenza, la sentivo un po' come la vedevo nel mio tema, "isolata" per l'appunto e non in connessione con tutto il resto che é andato invece in tutt'altra direzione per una lunghissima fase (per non dire per tutta la prima fase della vita, cosa che a quasi quarant'anni posso forse anche azzardare...).
Mi sono detto spesso che il senso artistico dovevo cercarlo piuttosto nel mio Marte-Urano in Bilancia (in VIII casa) o nella IX casa in Bilancia, che parla di una vocazione con "colorature" artistiche.

Invece qualche mese fa ho avuto l'idea di guardare gli aspetti cosiddetti "minori" e...rivelazione: ho scoperto che il mio Nettuno si trova esattamente a 72° (precisi a meno di un paio di decimi) da Venere (in Vergine e VIII).
In pratica tra i due c'é un Quintile molto preciso; e proprio tra Venere e Nettuno, i due pianeti più rappresentativi delle inclinazioni artistiche della personalità.

In effetti, al di là degli aspetti del mio tema, ho trovato tutto ciò molto interessante in generale. Il quintile come aspetto é collegato alla cifra 5.
In realtà il cerchio zodiacale che noi dividiamo in 360 gradi può essere sezionato in maniera esatta (dando cioé un numero intero di sezioni) non soltanto secondo la cifra 2 (da cui hanno origine le opposizioni, a 180°, e i quadrati, a 90°) o secondo la cifra 3 (che produce invece i trigoni o i sestili, dividendo per sei, cioé due volte tre); ma può essere sezionato anche in cinque quintili esatti (360: 5x 72).

Cosa ancora più interessante: il numero 5 é in relazione con il concetto di "sezione aurea", il rapporto che fin dagli albori della storia umana é stato considerato la regina di tutte le proporzioni, la correlazione visivamente perfetta tra due lunghezze.
La sezione aurea é in relazione col 5 perché in un pentagono regolare (poligono con cinque lati uguli) il lato corrisponde alla sezione aurea della diagonale, cosi' come in un decagono regolare (dieci lati, quindi 2x5) ogni lato rappresenta la sezione aurea del raggio.
In pratica un quintile in un tema natale rappresenta il lato di un pentagono regolare inscritto nel cerchio zodiacale.

Navigando un po' in rete ho trovato che alcuni astrologi considerano quest'aspetto di quintile tutt'altro che trascurabile e lo pongono in relazione proprio col senso artistico, con la percezione del "bello".
Ovvio che "snidare" quest'aspetto in un sistema zodiacale come il nostro, che privilegia gli angoli di 90 60 o 120 gradi, é più difficile ed é ovvio anche che il grado di imprecisione é molto più ridotto che per aspetti come la congiunzione o l'opposizione: non avrebbe senso parlare di un quintile a meno di 5 o 6 gradi, come avviene per l'opposizione ad esempio.
Per la complessità delle relazioni geometriche che quest'aspetto comporta richiede un grado di precisione certamente maggiore...

Inutile dire che sono sempre stato letteralmente "stregato" dal fascino di questa correlazione tra geometria e senso estetico, tra numeri e percezione visiva. Penso che la tendenza un po' schizoide a scindere il mondo dei numeri e delle proporzioni dalla dimensione sensuale sia un'aberrazione tipica della nostra epoca...

Ultimissima cosa: il numero che rappresenta la sezione aurea (indicato tradizionalmente con la lettera greca "phi") non é un numero esatto. Ha un numero infinito di cifre decimali non periodiche (1,618.....).
É un numero cosiddetto "irrazionale" ed é considerato "il più irrazionale di tutti i numeri", perché per calcolarne dei valori approssimati é necessario un numero di operazioni aritmetiche superiore a quelle necessarie per il calcolo di qualunque altro numero irrazionale.
Come a dire: da un lato possiamo illuderci di "contenere" la proporzione perfetta in un numero; dall'altro il numero stesso che avrebbe dovuto rassicurarci ci sfugge più di qualunque altra cosa al mondo...Insomma un numero "acquatico", illusorio e irraggiungibile; il più "nettuniano" di tutti i numeri...

Per il momento mi fermo qui. Un saluto
Icaro
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di verdeviola
inserito mercoledì 12 settembre 2012
Alix, questi giorni vado molto di fretta perché..... sto provando un'esibizione canora!!!!!! Proprio io, che mi sono sempre reputata stonatissima.. invece ho scoperto che alle mie corde vocali mancava un po' di disciplina...
Il tema di questo nuovo blog è affascinate, per ora posso solo dire che anch'io, con Nettuno in Sagittario congiunto a Venere in Scorpione, prediligo decisamente la musica straniera.
Fin da bambina sono stata attratta dall'arpa: se mi venisse offerta la possibilità di studiare uno strumento musicale, sceglierei proprio questo. E' un qualcosa di istintivo, così come mi ritrovo a preferire brani strumentali, o comunque voci femminili. Non so bene come "leggere" questa tendenza nel mio tema.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 12 settembre 2012
E ti pareva che non mi scappava un errore....volevo dire Floyd, il bello è che il blog ha anche il 'correttore'.
Distratta e mezza 'sciroccata' come al solito!

Vorrei continuare facendo riferimento a percussioni Marte in Toro, non vorrei che non si cogliesse l'analogia con un marte esiliato, dato che credo che proprio perchè è un marte tendenzialmente mite e quasi addormentato, ha bisogno di stimoli 'ritmicamente' forti per scuotersi dal torpore.
Ricordo che il suono del tamburo veniva usato dalle tribù per 'incitamento' , credo che l'aumento del ritmo delle battute aveva come conseguenza anche un aumento del battito cardiaco, quindi della circolazione sanguigna.
A me ad esempio piace molto anche quella che viene definita 'Epic Music' o anche 'musica immediata' che sarebbero le colonne sonore dei film d'azione e di battaglia ( tipo quella del Gladiatore per intenderci) e come se mi infodesse 'energia'.
Anche delle opere classiche in genere mi riescono a coinvolgere i brani più famosi e più veloci, quelli che poi di solito amano meno gli intenditori ( vedi Cavalcata delle Valchirie o solo il corale più noto dei Carmina Burana)
Sono tendenzialmente 'esterofila' musicalmente, anche se ci sono autori anche di quì che riescono a entusiasmarmi, ma non riesco a trovare l'analogia con quel mio saturno sagittario 9 casa che dovrebbe confermare questa indicazione.

Penso possa interessare il fatto che guardando diverse carte di musicisti, la capacità o dote di 'suonare' ho visto che spesso coinvolge buoni aspetti di marte e urano ( pianeti d'azione attiva) con nettuno e plutone, luna mercurio venere giove e altri pianeti sono coinvolti per altre componenti relative.
Ad esempio mercurio potrebbe avere a che fare con la 'velocità di esecuzione', la luna ha sempre a che vedere con la capacità di comunicare emozioni anche al di là di una impeccabile capacità tecnica.

Attendo qualche vostra riflessione poi continuo.

DOVE MUSICA E'FOLLIA.......
DI COLORI SPLENDEREMO
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
a cura di ALIX
inserito mercoledì 12 settembre 2012
Bella, bella, la scelta dell'icona di presentazione..... note 'spaziali' o 'astrali'!!!

Dei Pink Floid si diceva che facessero 'musica astrale' e a domanda curiosa che mi fecero un secolo fà: "dove avrei portato un extraterrestre in visita sulla terra", risposi:
"ad un loro concerto per farlo sentire come a 'casa'" ;)

Bene, inizierei augurandomi che sia in 'onda' Icaro che è un musicista (pianista), appassionato conoscitore di astrologia, che potrebbe dirci tutte le sue considerazioni circa i rapporti degli astri che ha trovato tra i suoi studi di conservatorio e il suo talento musicale nel suo tema personale.

Io potrei nel mio, iniziare a dire intanto che, avendo Venere trigona Nettuno congiunto di suo a Giove, l'ispirazione artistica nella mia vita ha fatto da motivo conduttore e trainante.

Non ho mai avuto 'purtroppo' però inclinazioni al canto o al suono di uno strumento musicale, ma la musica mi ha sempre 'coinvolto' sin da bambina.

Devo dire che, essendo una Leone, quindi con la presenza di Y ( ritmo) con As. Pesci ( analogia con i piedi ricordo) la musica mi piaceva inizialmente non tanto per l'ascolto in se, ma come fonte di 'movimento di sottofondo' per poter ballare, inventare 'passi'.
Fino ai 25 anni circa sono stata una scatenata in tal senso e sapevo muovermi anche molto bene e perfettamente 'a tempo'.

Ho guardato i transiti in particolare dai 15 anni per trovare un primo rapporto di analogia, Plutone transitava in Bilancia che mi tornerebbe con il periodo 'modaiolo' che iniziava anche musicalmente con la 'Discodance', Nettuno transitava in Sagittario uno dei 3 segni considerati 'musicali' per eccellenza ( sagittario, acquario, pesci).

Io aggiungerei anche i Gemelli, di solito chi ha valori o pianeti in questo segno o casa astrologica, in particolare giove o venere, anche se non suona è sempre appassionato di musica o ascolta molta 'radio' sopratutto, credo sia anche un segno o settore rilevante nei D.J.

Dopo, più avanti, non ho più avuto questa 'passione' del ballo ma comunque, in ogni caso, mi piace sempre 'guardare' artisti che ballano bene come Shakira per esempio o M.Jackson.

Per continuare le mie valutazioni sul mio tema in rapporto con la musica, ho notato 'variazioni' di orientamenti che hanno risposto 'totalmente' in linea con i transiti Plutoniani.

In Bilancia ho detto, quando transitò in Scorpione neanche a dirlo, in analogia completa, fui catturata dalle atmosfere Magico/Gotico/Mistico/Oscure dell'allora nascente gruppo Enigma che seguii poi per parecchio tempo come mio gruppo 'elettivo'.

Quando Plutone fu poi in Sagittario e credo Urano Nettuno in Acquario, a 'ispirarmi' furono le discografie dei 'Canti Indiani' sul genere dei Sacred Spirit, e direi dunque sempre in analogia con il rapporto con la 'natura' e la 'terra' di questo segno zodiacale.

Ora, molto 'tardivamente' sich, per età anagrafica, riscopro ciò che mi persi negli anni 70 per aver subito il fascino dell'estetica e del ballo, tutta la culura del Rock.

Dato che è da sempre definita come ' La Musica del Diavolo per eccellenza' trovo che ancora una volta la risposta spontanea è stata perfettamente in sintonia con il transito Plutoniano nel 'retroverso' Capricorno.

Ascolto e ho ascoltato di tutto ad ogni modo, anche musica operistica, sebbene, da brava 'uraniana' non mi piacciano in particolare i generi troppo 'antichi' per le mie orecchie.

Trovo estremamente interessanti e amo molto invece le 'contaminazioni' fra generi musicali.
Tipo i tenori o le soprano che cantano il Rock o come David Garrett, violinista eccelso con un curriculum da paura, stimato dai più noti direttori d'orchestra, che ha creato concerti di rock per violino e orchestra, per avvicinare i giovani alla classica e gli anziani al 'temutissimo' rock spaccatimpani.

Sempre molto 'uranianamente' mi è sempre piaciuta tutta la musica elettronica tipo J.M. Jarre per intenderci.
E sarà il mio Marte Toro, ho una particolare predilezione anche per i ritmi forsennati delle 'percussioni' che forse 'scuotono il sangue'.

Per ora chiudo, nell'attesa di entrare poi più nel 'vivo' della discussione con 'approfondimenti' più sostanziosi.

DOVE MUSICA E' CUORE.....
CON I SUOI OCCHI VEDRAI
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 

 

 

                           Il Blog di Astrologia in Linea a cura di Lidia Fassio - Pensieri d'autore