Astrology Online 


Previsioni 2019


Una lettura dei transiti più importanti del 2019

  
A cura di Paolo Crimaldi


Con l’ingresso definitivo di Urano nel segno del Toro dal 6 marzo vedremo sicuramente mutare un bel po’ di equilibri che sembravano granitici e stabili in gran parte del mondo occidentale e di tutto il medio oriente e nord Africa, tanto che probabilmente si disegneranno nel corso dell’anno, se non dei veri e propri nuovi profili politici, sicuramente a livello economico ci saranno scossoni che possono mettere in crisi certezze che evidentemente così solide non erano.

E’ chiaro che si tratterà di un lento processo che proseguirà per altri sei anni, ma è proprio in questo 2019 che farà avvertire in modo netto il cambiamento di prospettiva, anche perché il contemporaneo passaggio di Giove nel segno del Sagittario al trigono di Chirone in Ariete porta a “pontificare” nuove ideologie politiche, a trovare altre strade percorribili che con molta probabilità troveranno il consenso quasi immediato di molte persone, senza necessariamente parlare di politiche populistiche o altro, visto che il rinnovamento sarà trasversale e riguarderà sia la destra che la sinistra.

In molti casi si potrebbe parlare di un nuovo paradigma del fare politica, del cercare alternative in grado di sradicare modi ormai obsoleti di governo per aprirsi a nuove potenziali occasioni di gestione dell’economia, della finanza e del welfare che se inizialmente andranno a creare non poche tensioni sociali, col tempo (soprattutto nel 2021) risulteranno invece essere vere e proprie alternative funzionali ad un nuovo modo di considerare lo stato, i diritti civili, e tutto ciò che concerne il vivere comune.

Le elezioni politiche europee del prossimo maggio saranno a ridosso del Plenilunio di matrice scorpionica, cosa che potrebbe mettere in campo un bel po’ d’inattesi risultati e sconvolgere più di qualche equilibrio. E’ molto probabile, e in questo caso non ci vuole l’astrologo per prevederlo, che essendo in parte coinvolto a livello di transiti l’asse Toro/Scorpione, una forte affermazione della destra, ma ancor più di lobby politiche che tendono maggiormente al nazionalismo e alla salvaguardia del proprio paese che non al comunitario, cosa che a partire dall’autunno porterà qualche scossone anche in tema di diritti civili e immigrazione (tendenza alla chiusura, simbologia sempre inerente l’asse zodiacale Toro/Scorpione).

La quadratura che si formerà per gran parte dell’anno tra Giove in Sagittario e Nettuno in Pesci può generare facili illusioni, anche se la zavorra capricornina di Saturno e Plutone tenderà a non far fare voli così pindarici, specie in tema di economia e poteri forti.

Probabilmente ci possono essere ennesimi scandali finanziari legati a banche e agenzie finanziarie, sbugiardate da eventi che potrebbero, come si è già detto, destabilizzare più di qualche paese ad economia debole. Non dovrebbe essere il caso dell’Italia o della Grecia e neppure della Gran Bretagna in piena brexit, né tantomeno degli Usa, mentre potrebbe esserci un’inattesa débacle economica (o politica) in Francia, dovuta anche a scandali che possono venire alla luce tramite personaggi che improvvisamente passano dalla parte del “nemico”.

La stessa quadratura tra Nettuno e Giove, per quanto non così forte, potrebbe generare anche problemi sul piano climatico, portando maggiore attenzione sull’acqua e sul fuoco, ovvero sul rischio siccità o inondazioni e sull’emergenza vulcani, cosa particolarmente sottovalutata in alcune aeree del mondo (Italia compresa).

Dobbiamo davvero pensare che è tutto così disastroso? Assolutamente no, perché l’ingresso definitivo di Urano in Toro, sostenuto già dalla presenza di Plutone e Saturno in Capricorno, pur richiedendo qualche sacrificio iniziale atto ad accettare il cambiamento, porterà poi un ritrovato equilibrio, una maggiore sicurezza, anche perché si lavorerà nel consolidamento dei confini, delle identità, ridando nuovamente un principio di solidità alla società in cui viviamo, quella che da qualche anno viene definita liquida.

Tutto ciò non vorrà solo significare chiusura egoistica all’altro, ma consisterà nel ridisegnare nuovi assetti, provando ad oltrepassare contrapposizioni ideologiche e strutturando politiche comunitarie, e ancor più internazionali a livello mondiale, che se non risolveranno di certo problemi annosi, proveranno di certo a tenere a freno, a smussare il potenziale conflitto sociale che è comunque presente subdolamente (congiunzione di Saturno e Plutone in Capricorno) in molte parti del pianeti.

Non sarà un anno affatto semplice, e anche in questo caso non è necessaria la previsione dell’astrologo per intuirlo, ma potrebbero essere gettate le basi per un nuovo modo di fare politica, inizialmente, e all’apparenza, più dure e rigide, ma che con il passare del tempo potrà dare risultati concreti e utili quasi a tutti, che poi non è altro che l’effetto del passaggio di Saturno in Capricorno, ovvero del gran investitore dello zodiaco, quello che chiede sacrifici iniziali per consolidare in modo concreto e saggio nel futuro.


Previsioni 2015
Copyright 2002 © Astrologia in Linea - Tutti i diritti riservati | Privacy | Termini e Condizioni
Il tuo oroscopo del giorno
Ariete
Toro
Gemelli
Cancro
Carta Esotel
Leone
Vergine
Bilancia
Scorpione
Sagittario
Capricrono
Acquario
Pesci