ASTROLOGIA IN LINEA
ASTROMAGAZINE - RUBRICHE - Il Fatto

CASE DI APPUNTAMENTO PER “SOLE DONNE”

a cura di Lidia Fassio
 

E’ di questi giorni la notizia dell’apertura di due case di appuntamenti per “donne”, una in Spagna a Valencia e l’altra a Las Vegas.

 

Certo è che i tempi cambiano e che non ci dobbiamo scandalizzare più di tanto; così ora sembrano essere i “gigolo” i veri mattatori della vita sessuale; forse, nella foga di “provare tutto ciò che ha sempre fatto l’altro sesso”, oggi mentre le donne vogliono fare i militari e andare in guerra, gli uomini si impegnano e  sperimentano il più antico mestiere del mondo.

Sicuramente si apre “una nuova professione” per i giovani belli e aitanti che, d’ora in poi, non dovranno più andare all’università e studiare per conquistare il mondo e una posizione, perché da oggi basterà saper dare delle “buone prestazioni” in queste case che mettono in pratica ciò che il bellissimo Richard Gere aveva anticipato alcuni anni fa in un film che, peraltro, ebbe molto successo.

 

Nelle “case” si promettono trattamenti fantastici a cui si sommano grande discrezione e.. soprattutto ottimi servizi…. qualcuno dice .. “indimenticabili”.

I giovani gigolo non sono i proprietari.. ovviamente pagano l’affitto dei locali alle “maitresse”, vere e proprie imprenditrici del sesso.

 

La proprietaria della casa di Las Vegas, manco a dirlo, è la stravagante Heidi Fless… - la donna che anni fa fece grande scalpore facendo tremare tutta Hollywood, rendendo forzatamente pubblico il suo “libretto rosso” con su i  nomi dei frequentatori del suo lussuoso “bordello”. La sua “casa” si chiama    “Heidi’s Farm Stud”, “la fattoria degli stalloni di Haidi” – nome che non lascia adito a dubbi, visto che non si tratta di giovani puledri - dove signore facoltose potranno incontrare i loro “stalloni” spendendo 250 dollari all’ora…

 

Tutto questo è interessante da un punto di vista astro - psicologico: in effetti, il mercato del sesso è in piena fioritura nel mondo e sembra essere diventato la “panacea di tutti i mali”; forse potremmo azzardarci a dire che è la vera “dipendenza di questo secolo” mentre, sull’altro fronte sembrano andare in disarmo i “valori profondi e reali” della società occidentale che, giorno dopo giorno, frana di fronte all’assalto del tutto è lecito e possibile se si ha denaro o se lo si vuole fare.

 

E’ curioso.. perché astrologicamente parlando, sempre di Venere si tratta: il piacere è un simbolo prettamente venusiano; ma lei rappresenta anche i valori personali e il senso di benessere e, in questo momento, stiamo assistendo da un lato ad un dissolvimento totale della morale collettiva come ben dimostra l’opposizione di Nettuno a Saturno: tutto ciò che ha caratterizzato il senso del limite e il Super Io sociale, sta dissolvendosi e, come vuole il vecchio Saturno,  quando crolla l’immagine esterna viene galla ciò che c’è veramente di vero e di autentico… che, forse, nel nostro caso… non esiste, sembra esserci il vuoto; dall’altra parte, Venere rappresenta anche la sessualità e l’affettività.. che appaiono svuotate nei loro valori profondi mostrando così il lato frivolo, legato all’immagine e al “piacere dei sensi”.

In questa saga del “tutto comprabile e vendibile”, ci troviamo anche di fronte ad un annullamento dell’identità del mondo occidentale; l’opposizione tra Leone e Acquario sta mostrando la sua “faccia terribile” nel momento in cui l’appagamento personale va a totale discapito dei valori sociali e del benessere comune; l’opposizione in questione sembra infatti tirare fuori le esasperazioni degli altri due poli dell’asse dei segni “fissi” ovvero  Toro e Scorpione.. infatti, il sesso, l’immagine esterna e il potere del denaro sembrano travolgere completamente il buon senso, i valori reali e le risorse della nostra società.





Copyright (c) 2003 Astromagazine - la rivista di Astrologia in Linea - Tutti i diritti riservati