Astrology Online 


Capricorno - Le sfide dell'anno



a cura di Sandra Zagatti



Questo vostro prossimo anno astrologico parte bene, poi avrà alcune fasi di verifica o di assestamento, dopo di che tornerà a proporre distensione con un finale molto interessante. Di solito, le sfide più importanti sono segnalate dai transiti lenti, ma quest’anno ci saranno anche gli anelli di sosta dei veloci, Venere e Mercurio, a darvi qualche fastidio; ma andiamo per ordine.

Giove sarà dissonante nel decimo campo in Bilancia sino al 10 ottobre: precisamente, coinvolgerà la terza decade sino al 24 marzo, poi tornerà sulla seconda sino al 20 agosto e infine di nuovo sulla terza sino a fine transito. La buona notizia è che, una volta entrato nell’undicesimo campo in Scorpione, farà in tempo a regalare il suo sestile alla prima decade sino al 25 novembre e poi anche alla seconda (mi limito ovviamente ai movimenti dell’anno).

Per quanto riguarda i pianeti lentissimi, Urano dissonante nel quarto campo in Ariete coinvolgerà definitivamente la terza decade; Nettuno e Plutone invece saranno per tutto l’anno sulla seconda, rispettivamente con un armonico sestile dal terzo campo in Pesci e con la congiunzione. Lascio per ultimo Saturno, perché il vostro pianeta guida sarà sempre defilato in Sagittario, quindi poco incisivo e quasi guardingo, in attesa… E infatti l’anno astrologico si concluderà proprio con il suo ingresso nel vostro segno, il 20 dicembre.

Ma accennavo ai pianeti veloci. Sia Venere che Mercurio formeranno i loro anelli di sosta in Ariete, cioè in nervosa quadratura, entrambi più o meno durante la primavera. Ma poiché già in febbraio arriverà Marte (assieme a Venere, che ha un anello di sosta più lungo), anche se con qualche pausa è verosimile credere che la prima parte dell’anno sarà un po’ conflittuale. Non dimentichiamo infatti che i pianeti in Ariete andranno a opporsi a Giove in Bilancia, in una configurazione impegnativa.

In che cosa consisteranno, dunque, le sfide? Intanto, nell’esercitare controllo non tanto sugli eventi quanto sulle emozioni, gli istinti, sull’insofferenza che forse vi porterà a essere più impulsivi del solito. L’Ariete è un segno di Fuoco, e rappresenta in particolare il fuoco iniziale, quello della “miccia”: va da sé che pazienza e ragionamento non sono le sue principali caratteristiche! Per questo le quadrature dall’Ariete saranno antipatiche: vedremo poi in dettaglio le tempistiche e le possibili manifestazioni delle rispettive simbologie, ma intanto voglio sottolineare la differenza tra l’energia arietina e quella che invece è espressa dal vostro segno. Da una parte agitazione, urgenza, competizione, modi veementi e “caldi”, pulsioni intense e arrabbiature varie… dall’altra razionalità, pragmatismo, senso del dovere, lentezza, ambizione, freddezza, rigidità. Non sto parlando di pregi o difetti, sia chiaro: faccio soltanto alcuni esempi per far comprendere le diverse e a volte quasi opposte modalità energetiche. È su tale differenza che dovete e potete lavorare, riflettere, per raggiungere e mantenere una maggiore consapevolezza delle sensazioni ed emozioni che proverete (e quindi, come dicevo, un maggiore controllo), così da evitare possibili errori comportamentali e, magari, anche per arricchire la vostra personalità di aspetti nuovi. Non aggressività ma determinazione, non fretta ma tempismo, non rabbia ma passionalità, non improvvisazione ma decisionalità.

Per la terza decade ciò avrà probabilmente un maggiore effetto, anche sui fatti, perché Urano soffia sul “fuoco” dell’insofferenza per tutto ciò che vi fa sentire stretti, demotivati, ostacolati nella libera espressione di voi stessi; quindi il desiderio di cambiamento sarà più intenso. Per quanto riguarda invece la seconda decade, potranno esserci momenti in cui vi sentirete distanti dalla realtà, diversi dagli altri e persino da ciò che eravate fino a qualche tempo fa: avvertirete infatti unna maggiore sensibilità e creatività, nonché il bisogno di stimoli più profondi che potrete trovare in nuovi interessi o nuove amicizie.

Non sarà facile, ma le conquiste più importanti della vita seguono spesso esperienze difficili: lo sapete bene. D’altronde, sembra che sarà comunque un processo utile, tant’è che l’anno si conclude con il nuovo transito di Giove: intenso, profondo, gratificante anche sul piano dell’autostima. E con Saturno che dopo ventinove anni torna a casa, appunto nel vostro segno, per siglare un’ulteriore tappa di crescita.



 
Copyright 2002 © Astrologia in Linea - Tutti i diritti riservati | Privacy | Termini e Condizioni
Il tuo oroscopo del giorno
Ariete
Toro
Gemelli
Cancro
Carta Esotel
Leone
Vergine
Bilancia
Scorpione
Sagittario
Capricrono
Acquario
Pesci