Acquario - Le sfide dell'anno



a cura di Sandra Zagatti



L’anno che si conclude con il vostro compleanno è stato caratterizzato per diversi mesi dalla quadratura di Giove in Scorpione, dal lungo anello di sosta di Marte nel vostro segno e dal primo passaggio di Urano in Toro: in particolare da metà maggio a metà novembre 2018, questi transiti hanno smosso o persino scosso la vostra esistenza, con un forte desiderio di azione, di rinnovamento, e probabilmente anche insofferenza, insoddisfazione, qualche momento di stress. Però, non è escluso che vi abbiano aiutato a comprendere ciò che non vi andava più bene, aggiornando le vostre priorità, i vostri bisogni e desideri. Dallo scorso novembre, poi, Urano è rientrato in Ariete, Marte ha ripreso il suo corso zodiacale più veloce e, soprattutto, Giove ha terminato la sua dissonanza, portandosi in buon sestile nell’undicesimo campo in Sagittario, suo domicilio, e inaugurando così un anno più efficace e appagante. Giove infatti continuerà a sostenervi sino al 2 dicembre 2019. Per la precisione, ha già coinvolto la prima decade e coinvolgerà la seconda sino al 14 febbraio, la terza sino al 6 giugno, poi in anello di sosta tornerà sulla seconda sino al 13 ottobre e definitivamente sulla terza sino alla conclusione del suo transito.

L’aiuto di Giove, il “Grande Benefico” della tradizione astrologica, sarà prezioso da molti punti di vista. Innanzitutto, la sua energia tende a risultare dilatante, quindi a favorire lo sviluppo personale o lavorativo, l’espansione della mente e del cuore, l’ampliamento degli orizzonti culturali e sociali, ma soprattutto vi restituirà una visione più fiduciosa dell’esistenza e delle vostre capacità. Inoltre, dall’undicesimo campo avrà una forte valenza progettuale e potrebbe accompagnare nuovi interessi, nuove conoscenze o collaborazioni.

L’evento forse più importante dell’anno riguarda però Urano, il vostro pianeta guida. Il 6 marzo rientrerà infatti nel quarto campo in Toro, cominciando – questa volta definitivamente – un transito di quadratura che, per il prossimo anno astrologico, riguarderà direttamente solo i nativi della prima decade, anche se in qualche misura tutti voi potreste avvertirne l’energia. Ovviamente, in quanto transito dissonante, non sarà sempre facile da elaborare, da comprendere ed esprimere, ma non per questo deve preoccuparvi. In fondo è il pianeta che governa il vostro segno, quindi il suo linguaggio non vi è certo estraneo, di conseguenza non dovrete considerarlo un estraneo e tanto meno un nemico! Semmai, è lo stesso Urano che in Toro potrebbe trovarsi… a disagio, diciamo così. Questo perché il Toro è un segno pacato, che tende a conservare, a mantenere lo status quo, nonché a resistere alle novità che avverte come destabilizzanti, mentre Urano è il pianeta del rinnovamento, dell’improvvisazione, dell’inventiva! E forse sarà proprio questa unione contraddittoria tra pianeta e segno a ostacolare il flusso naturale del divenire, mentre la sfida più importante per voi sarà quella di trovare un equilibrio tra la voglia o la necessità di cambiare e il timore soggettivo o le difficoltà oggettive nei confronti del cambiamento in sé.

Anche per questo il contributo di Giove risulterà prezioso, mantenendo o ripristinando l’ottimismo, lo slancio di apertura al futuro, e forse affiancandovi degli alleati in veste di amici, di colleghi, di consulenti. Ricordatelo, quando avrete la tentazione di scoraggiarvi, quando vi sentirete insofferenti ma frustrati dalle circostanze: non tutti i cambiamenti desiderati dipenderanno da voi, e viceversa potrebbero essercene di indesiderati che dovrete comunque accettare… ma la libertà parte dall’interno e fa rima con verità. Sia pure con un po’ di pazienza, sul lungo periodo mostra sempre i suoi migliori effetti.



 
Copyright 2002 © Astrologia in Linea - Tutti i diritti riservati | Privacy | Termini e Condizioni
Il tuo oroscopo del giorno
Ariete
Toro
Gemelli
Cancro
Carta Esotel
Leone
Vergine
Bilancia
Scorpione
Sagittario
Capricrono
Acquario
Pesci