ASTROLOGIA IN LINEA
ASTROMAGAZINE - RUBRICHE - Parliamo di amore

SINASTRIA. GIOVE NELLE CASE.

a cura di Elena Cartotto
 
Giove in sinastria apporta espansione, fortuna, visibilità, piaceri condivisi. Valutati gli aspetti che Giove forma con i pianeti del partner, vedere in quale casa capita permette subito di individuare i settori più forti della relazione o quelli in cui si otterrà di più dal proprio compagno/a pur investendo di meno. Giove, infatti, elargisce a piene mani e non ragiona, con logica saturnina, su meriti e demeriti. Ad esempio una donna che fin dal primo mese di relazione riceva sontuosi regali o benefici materiali dal proprio uomo probabilmente si ritrova il Giove del partner nella propria casa 2^ o 8^, in quanto questo asse, nell’astrologia dialettica, è collegato alle risorse.

Esemplare fu il caso di Yoko Ono, la moglie di Lennon, che con il Giove del partner nella propria casa 8^ non solo ebbe a disposizione l’immensa fortuna del marito quando era in vita, ma l’ereditò dopo la sua prematura scomparsa. Poiché però sia i pianeti che i settori hanno valenze simboliche molteplici potrebbe anche accadere che un uomo che si ritrova il Giove della compagna nella propria casa 2^ riceva da lei non soldi o benefit, ma una notevole visibilità sociale perché la suddetta donna è molto bella o affermata e ha, di conseguenza, un’immagine forte dei cui privilegi finisce per godere anche il partner.

Va anche detto che Giove rappresenta il piacere nel senso più allargato: di conseguenza il settore illuminato dal Giove del partner racconta anche anche quali sono le cose che i membri della coppia amano fare di più insieme. Ammettiamo il caso di Giove di uno dei due nella casa 9^ dell’altro. Non solo questa coppia probabilmente viaggerà di più rispetto a coppie prive di un tale marchio, ma potrebbe amare molto anche condividere avventure intellettuali e di scoperta spirituale e filosofica. Oppure potrebbe essere una coppia per cui l’attività sportiva riveste un ruolo fondamentale o ancora sarà una coppia che, dato il significato di Giove come parola, vivrà il dialogo come una condizione essenziale della relazione. Altra possibilità è che l’innamoramento sia sbocciato in un contesto tipico della 9^ casa come potrebbe essere un viaggio, ma anche nell’ambito degli studi perché uno/a, ad esempio, è professore e l’altro l’allievo/a.

Se i partner lavorano assieme o contribuiscono al successo professionale l’uno dell’altro, spesso si vede il Giove di uno dei due presenziare nella casa 6^ o 10^ del compagno/a. Emblematici i casi di Yoko Ono che pone il suo Giove nella casa 6^ di John Lennon e di Liz Taylor il cui Giove brilla, analogamente, nella casa 6^ di Richard Burton. Per quanto riguarda la coppia Sofia Loren e Carlo Ponti se è vero che i due furono legati da una carriera sfolgorante, è forse più significativo il fatto che lui volle sposare Sofia a tutti i costi nonostante fosse già sposato, situazione non semplice da gestire all’epoca, e che divenne poi il marito di una delle donne più famose del pianeta: ecco qui che il Giove della Loren nella 7^ casa di Carlo Ponti si espresse al massimo. Il Giove di lui, invece, cade nella 12^ casa di lei. Ecco, la 12^ può essere una casa che difficilmente viene da associare ad una qualche influenza benefica in sinastria, eppure, non è così, anzi: nel caso della Loren, il Giove di Ponti nella sua 12^ costituisce davvero una chiave di lettura quasi imprescindibile della vita della diva nostrana. Non fu forse proprio Carlo Ponti l’angelo venuto dal cielo a salvarla da una vita di difficoltà e miseria nella Pozzuoli del dopoguerra per lanciarla nella favola del cinema? Giove che arriva e riscatta la casa 12^ da un destino di prove e difficoltà che sembrano insuperabili, è indubbiamente una fortuna che può rafforzare un rapporto d’amore. Giove in 12^ non è immediatamente collegabile al grande amore, come del resto non lo sono altre posizioni di Giove, ma può avere un ruolo determinante in quelle situazioni dove uno dei due partner deve essere “salvato” da qualcosa. Inoltre può favorire, come nel caso di Loren e Ponti, la realizzazione artistica o comunque in ambiti considerati fuori dalla norma.

Frida Kahlo e Diego Rivera furono una coppia caleidoscopica, con una vita piena di improvvisazione, di arte, di eccessi, di trasgressione, ma anche di finezza di spirito e propensione politica che ben poteva collocarsi all’interno dei circoli intellettuali dell’epoca. Relazioni con artisti e creativi del tempo non mancarono mai a Frida e Diego la cui relazione funambolica non faceva altro che incrementare ulteriormente il fascino che i due pittori esercitavano sulla vasta platea dei loro ammiratori. Non a caso troviamo il Giove di Frida nella casa 11^ di Rivera e il Giove di Rivera nella casa 3^ di Frida. I due portavano l’uno all’altro fiumi di stimoli in termini di pubbliche relazioni, amicizie, mondanità, progettualità comuni da condividere con il mondo culturale che girava loro attorno. In casi più “materiali” il Giove del partner nella propria casa 3^ può segnalare che ci regalerà un’automobile o un computer o ci costruirà un sito internet di successo.

Giove in casa 1^ fu quello invece che la Petacci piazzò nel tema di Benito Mussolini: è nota l’adorazione che la Petacci ebbe per il suo uomo, la sua personalità, disposta come fu ad accettarne tutti i limiti, i vizi, compreso il fatto che fosse già sposato e di indole infedele. Il Giove del compagno/a nella 1^ casa dell’altro è generalmente un indice di protezione del rapporto che risulta, per uno o più aspetti, un rapporto fortunato. Inoltre chi dà Giove nella prima casa del partner lo vede come una vera fortuna per tutta una serie di attitudini e capacità personali o per la sua fisicità particolarmente bella e imponente. Sostanzialmente si pone come un fan, un ammiratore che vuole contribuire all’espansione del proprio uomo/donna.

Giove in casa 4^ e in casa 5^ costituisce la fortuna nel privato e il piacere dell’intimità sia intesa come vita familiare che come passione nella coppia. Giove del partner nel 4° settore può portare agevolazioni nell’uso delle case, ad esempio perché il partner ha delle proprietà in zone di villeggiatura, o perchè sarà a lui/lei a comprare la casa in cui la coppia vivrà o ancora perche metterà a disposizione la sua: sostanzialmente chi pone Giove nella nostra 4^ casa amplia i nostri spazi di vita. Il Giove del partner nella 5^ è, forse, il massimo indice di fortuna amorosa: coinvolgimento sentimentale e sessuale, fecondità e, soprattutto, capacità di godere di passioni comuni che entusiasmano entrambi: dal teatro alla danza al culto del buon cibo e chi più ne ha più ne metta. L’unica accortezza da adoperare è che tale posizione facilita molto la procreazione, quindi, se non si vogliono figli, meglio fare attenzione.



Copyright (c) 2003 Astromagazine - la rivista di Astrologia in Linea - Tutti i diritti riservati